Jump to content

il signor BUSH


Per BUSH  

79 members have voted

  1. 1. Per BUSH

    • FAVOREVOLE
      32
    • SFAVOREVOLE
      39


Recommended Posts

Avrei da ridire su una affermazione visto che il PIL italiano sotto 5 anni di fila cresceva a mò di lumaca e ora sotto 5 mesi di Prodi, con la finanziaria alle porte, con alcune liberalizzazioni, le cose stanno iniziando a cambiare.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 133
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

anche perchè quando si parla della sua politica estera, criticandola, bisognerebbe aver il buon senso di conoscere tutte e due le facce della medaglia...

 

Infatti come al solito ci scommetto IL FERRARI! che queste due cose che tra poco scriverò freeflight e rebel-pilot non le conoscevano! :)

 

1) L'irak nel 2004 è stato il paese con la più alta crescità ecconomica, dalla situazione antecedente alla guerra è aumentato il suo pil del 33% ( scusate se è poco in 3 anni!!!!!!! )

 

2) La banca mondiale circa un anno fa ha detto:

"Proprio ora milioni di iracheni stanno comprando il loro primo telefono cellulare, parabole satellitari, televisioni, lavatrici, condizionatori d'aria, automobili ecc....

Le imprese acquistano i loro primi computer, macchine escavatrici ed ogni sorta di bene strumentale"

 

grazie John ;)

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...
Guest intruder
il presidente bush è stato rieletto

:okok:

chi è contento?

 

mi è venuta in mente dopo l'idea del sondaggio scusate

 

 

Ho votato a favore di GWB, così come preferisco McCain a Obama (ma Obama è sicuramente migliore di Hillary). E questo anche se è (in apparenza) un baciapile. I suoi avversari non avevano spessore, cosa sarebbero gli USA oggi sotto la guida di Al Gore che va in giro a dirci quanto siamo cattivi a inquinare e con quella scusa intasca i miliardi o di Kerry che critica la moglie di Bush perché non ha mai lavorato (balle, era una maestra o una bibliotecaria, se ben ricordo) e ha sposato un'ereditiera e spendeva mille dollari alla settimana solo di parrucchiere? Quali ministri credte si sarebbero scelti personaggi di questo spessore? quale politica avrebbero praticato?

 

Obama e McCain sono comunque di un altro spessore, ma il disocrso è diverso.

Link to post
Share on other sites

io ho votato sfavorevole ma non tanto per la guerra in Iraq (il ragionamento che Saddame era un dittatore li da 30 quindi lo si poteva lasciare ancora li non regge molto, se FDR avesse seguito questa idea, avrebbe fatto a pezzi il Giappone e noi cammineremmo ancora con il passo dell'oca!).

Di Bush non ho apprezzato alcune sue scelte nella politica energetica, l'inizio della crisi speculativa del petrolio parte dalla scelta di riempire al massimo le riserve strategiche di greggio degli USA (Adesso è del tutto fuori controllo, il prezzo è gonfiato al massimo e per puro culo non siamo ancora arrivati ad una contrazione dell'offerta aggregata come nel 1973).

Contiuno a trovare errata la politica ambientale (la ratifica di Kyoto sarebbe stata soprattutto simbolica, ma anche i simboli pesano).

E infine devo dire che nonstante la sua utilità il Patrioct Act (perlomeno come finora lo visto descritto) lo trovo abbastanza tremendo, idem peer guantanamo (per altro qui si vede come la democrazia negli USA funziona perchè la Coret Suprema ha più volte contrastato)

 

Infine un'ultima considerazione, le ultime due elezioni erano veramente senza scelta prima Al Gore e poi Kerry erano veramente invotabili!

 

Alla fine l'unico che avrei votato, più per ammirazione verso la persona che per altro sarebbe stato nel 2000 Ralph Nader.

 

Per quest'anno invece se fossi un americano avrei dei problemi a scegliere, probabilemnte voterei Obama, il suo è un messaggio di speranza nel cambiamento, spero ce la faccia.

Link to post
Share on other sites
Guest intruder
io ho votato sfavorevole ma non tanto per la guerra in Iraq (il ragionamento che Saddame era un dittatore li da 30 quindi lo si poteva lasciare ancora li non regge molto, se FDR avesse seguito questa idea, avrebbe fatto a pezzi il Giappone e noi cammineremmo ancora con il passo dell'oca!).

Di Bush non ho apprezzato alcune sue scelte nella politica energetica, l'inizio della crisi speculativa del petrolio parte dalla scelta di riempire al massimo le riserve strategiche di greggio degli USA (Adesso è del tutto fuori controllo, il prezzo è gonfiato al massimo e per puro culo non siamo ancora arrivati ad una contrazione dell'offerta aggregata come nel 1973).

Contiuno a trovare errata la politica ambientale (la ratifica di Kyoto sarebbe stata soprattutto simbolica, ma anche i simboli pesano).

E infine devo dire che nonstante la sua utilità il Patrioct Act (perlomeno come finora lo visto descritto) lo trovo abbastanza tremendo, idem peer guantanamo (per altro qui si vede come la democrazia negli USA funziona perchè la Coret Suprema ha più volte contrastato)

 

Infine un'ultima considerazione, le ultime due elezioni erano veramente senza scelta prima Al Gore e poi Kerry erano veramente invotabili!

 

Alla fine l'unico che avrei votato, più per ammirazione verso la persona che per altro sarebbe stato nel 2000 Ralph Nader.

 

Per quest'anno invece se fossi un americano avrei dei problemi a scegliere, probabilemnte voterei Obama, il suo è un messaggio di speranza nel cambiamento, spero ce la faccia.

 

 

La politica estera non cambierà, salvo qualche cambiamento cosmetico, se è questo che ti angustia.

Edited by intruder
Link to post
Share on other sites

No no lo so, ci mancherebbe altro che ci sia un cambiamento di politica estera radicale da subito, no è il messaggio di Obama che mi piace, è un messaggio ottimistico, non lo so di pancia mi piace.

Spero che la politica estera americana non cambi, penso che dopo carte tutti gli americani ne abbiano le balle piene dell'appeasement.

 

sarebbe bello che anche l'unione europea avesse la consapevolezza che non si può sempre lasciar fare perchè ogni stato è sovrano, ogni tanto si deve intervenire e tirare qualche ceffone a chi crede di far quello che vuole a scapito degli altri.

Essere dei leader significa anche prendersi delle responsabilità e non dubito che gli USA<continueranno a farlo!

Link to post
Share on other sites

paolo attento il patriot act NON è la norma che permette di incriminare e incarcerare i detenuti di guantanamo ! ti confondi con la miliary instruction N.1 del 2001 .

 

 

il patriot act è una riforma delle leggi penale ordinarie (quelle dei tribunali ''civili'' federali per capirci) prevedono maggiori poteri di indagine per le agenzie e un aumento di pena per il reato di terrorismo in più alcune nuove fattispecie supporto tecnico ai terroristi , il reato di fiancheggiamento nel complesso è MENO repressivo della nostre legislazioni speciali in materia di terrorismo create per emergenza e mai abrogate in realte (legge Reale a parte).

 

 

la military instruction N .1 invece è un atto del Presidente USA con il quale egli crea un nuovo corpo di leggi extra ordinem con dei tribuanali ad hoc per i detenuti di guantanamo . si tratta essenzialmente di una nuova disciplina per i prigionieri nella guerra al terrorismo (anche se a questi per molto tempo è stata negata a prescindere la qualifica di P.O.W )

Link to post
Share on other sites
  • 6 months later...

wow che post vecchio che si è riaperto!!! i vecchi utenti si ricorderanno di me, per i nuovi ciao!

 

riguardo obama, son molto diffidente, anche se ammetto che nonno mccain stesso di fiducia ne ispirava poca.

vedremo in primis come saprà gestire la questione economica

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...