Jump to content
Sign in to follow this  
HFAlex

Ritrovata la portaerei della Germania nazista

Recommended Posts

Guest intruder
I chariots, una brutta copia del SLC... 2 corazzate affondate non mi sembrano un danno da poco

 

 

Non hanno cambiato la guerra. Fra l'altro affondare delle navi da battaglia su un fondale basso, come quello del porto di Alessandria, vuol solo dire far perdere un po' di tempo al nemico per rimetterle a galla e ritopparle, cosa che gli inglesi fecero puntualmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non hanno cambiato la guerra. Fra l'altro affondare delle navi da battaglia su un fondale basso, come quello del porto di Alessandria, vuol solo dire far perdere un po' di tempo al nemico per rimetterle a galla e ritopparle, cosa che gli inglesi fecero puntualmente.

 

A parte l'effetto psicologico ti faccio notare che, all'atto pratico, le 2 corazzate vennero eliminate dalla Guerra del mediterraneo fino alla fine delle ostilità... per come si erano messe le cose per l'Italia a partire dal 1941, niente avrebbe potuto cambiare l'esito della guerra

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
A parte l'effetto psicologico ti faccio notare che, all'atto pratico, le 2 corazzate vennero eliminate dalla Guerra del mediterraneo fino alla fine delle ostilità... per come si erano messe le cose per l'Italia a partire dal 1941, niente avrebbe potuto cambiare l'esito della guerra

 

 

La Valiant, nel Luglio 1943, fornì appoggio a fuoco durante lo sbarco in Sicilia. E fu mandata dagli inglesi come tragica beffa a scortare le navi italiane che andavano internate a Malta dopo l'8 Settembre.

 

La gemella Queen Elizabeth, rimessa a galla, fu inviata nel Pacifico dove si fece tutta la guerra lì.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

si... l'azione di Alessandria non sortì alcun effetto, se non quello propagandistico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è vero, quell'azione diede per un bel periodo la superiorità assoluta alla regia nel mediterraneo, peccato che l'ottusità di supermarina, ovvero del vertice politico fascista e di mussolini in particolare, non permise di sfruttare questa situazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non è vero, quell'azione diede per un bel periodo la superiorità assoluta alla regia nel mediterraneo, peccato che l'ottusità di supermarina, ovvero del vertice politico fascista e di mussolini in particolare, non permise di sfruttare questa situazione.

 

quoto al 100%, all'atto pratico le 2 corazzate non fornirono più alcun contributo alla guerra navale

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
quoto al 100%, all'atto pratico le 2 corazzate non fornirono più alcun contributo alla guerra navale

 

Vallo a raccontare a chi si è beccato le loro cannonate a Salerno, in Sicilia o altrove.

Share this post


Link to post
Share on other sites

lo vado a raccontare agli equipaggi mercantili che non si sono beccati quelle cannonate nel Canale di Sicilia nel 1942! :rolleyes:

 

Ormai nel 43 la concentrazione di forze aeronavali schierate contro di noi era tale che i cannoni della rabberciata Queen Elizabeth facevano poca differenza... per fare un paragone è come se dicessi che Pearl Harbor è stata un insuccesso giapponese perchè in fondo si limitarono a distruggere la vetusta corazzata Arizona!

Share this post


Link to post
Share on other sites

le corazzate continuaro a servire la Royal Navy e la Valiant fu cruciale a Salerno, quindi non è corretto dire che i suoi cannoni "non fecero la differenza".

 

inoltre, "intromissioni politiche" o meno, la Regia Marina non seppe sfruttare in alcun modo il proprio vantaggio, se non nel farsi sbeffeggiare da un pugno di incrociatori contra-aerei e da un paio di cortine fumogene e di conseguenza lo annullò del tutto.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites
le corazzate continuaro a servire la Royal Navy e la Valiant fu cruciale a Salerno, quindi non è corretto dire che i suoi cannoni "non fecero la differenza".

 

inoltre, "intromissioni politiche" o meno, la Regia Marina non seppe sfruttare in alcun modo il proprio vantaggio, se non nel farsi sbeffeggiare da un pugno di incrociatori contra-aerei e da un paio di cortine fumogene e di conseguenza lo annullò del tutto.

 

Sì, io intendevo dire che ormai nel 43 la RM non avrebbe più potuto battere in mare la RN e la USN, quindi le 2 corazzate non avevano più il peso cruciale di 2 anni prima

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
lo vado a raccontare agli equipaggi mercantili che non si sono beccati quelle cannonate nel Canale di Sicilia nel 1942! :rolleyes:

 

Ormai nel 43 la concentrazione di forze aeronavali schierate contro di noi era tale che i cannoni della rabberciata Queen Elizabeth facevano poca differenza... per fare un paragone è come se dicessi che Pearl Harbor è stata un insuccesso giapponese perchè in fondo si limitarono a distruggere la vetusta corazzata Arizona!

 

Non si mandano navi da battaglia contro i mercantili, per quelli bastano sommergibili, caccia, e, al limite, incrociatori leggeri. E gli aerei dalle portaerei e da Malta. Come ti ha fatto notare Vorthex, la Valiant fu cruciale a Salerno, impedì che Avalanche si trasformasse nel primo sbarco alleato ributtato in mare dopo Dieppe. Quindi non è assolutametne corretto dire che i cannoni non fecero la differenza, la fecero eccome!

 

Quanto all'Italia, che le navi da battaglia aveva interesse eccome! a usarle, preferì utilizzare le scarse risorse industriali per la riparazione e la costruzione di navi reputate più utili (i cacciatorpediniere, gli incrociatori classe Capitani Romani, corvette, motosiluranti e sommergibili). Addirittura la corazzata Cesare nel 1943 era stata messa in disarmo a Pola, per recuperare personale per altri imbarchi. A partire dal 1942 la componenente da battaglia della flotta italiana era incentrata sulle tre Vittorio Veneto, mentre le Duilio erano di fatto inutilizzate (soprattutto per mancanza di combustibile). Ecco perché non venne mai riparata la Cavour, affondfata a Taranto nel Novembre 1940 in condizioni simili alle corazzate inglesi ad Alessandria, la stessa marina non la considerava più indispensabile per condurre la guerra.

 

 

 

P.S.: è finito :offtopic: ?

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

come nell'altro topic, la storia è bella perchè aperta a più interpretazioni, allora diciamo pure che Taranto, Alessandria e Pearl Harbor furono successi propagandistici privi di reale impatto sulla guerra, e che la RN si rifiutava di utilizzare le unità di superficie contro i convogli italiani (mi pare di ricordare che esisteva la forza H di malta, con unità di superficie, ma io sono quello che non molla mai, perciò.. :rolleyes: ).. per il resto, come prima, ti saluto con amicizia.. forse magari dovresti avere solo un pò più di rispetto per le opinioni altrui, il mondo è bello perchè vario :adorazione:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Regia Marina, e il Comando Supremo, non sapevano affatto dell'affondamento delle navi di Alessandria, quindi non è che potessero sfruttare la situazione granché, visto che a quanto ne sapevano l'operazione era fallita.

Quando la cosa si seppe era ormai troppo tardi per approfittarne (chissà poi per fare che?).

Indirettamente comunque qualcosa cambiò lo stesso, a nostra insaputa (per forza: ad ogni azione corrisponde una reazione, anche se nessuno se ne accorge!), ma questa è un'altra storia, lunga e controversa.

Edited by SML

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Forse non leggi bene cosa ho scritto: gli inglesi usavano le navi da battaglia per altri compiti, non per mandare in fondo al Canale di Sicilia qualche gozzo... per le opinioni altrui ho il massimo rispetto, ma chi continua a battere e a ribattere una cosa cercando di avere ragione a ogni costo anche quando non ne ha, mi dà fastidio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che se tutta la RM fosse stata aggressiva e risoluta come la X mas forse la RN avrebbe pagato i suoi successi ad un prezzo più caro, e l'Italia avrebbe risparmiato la vita di qualche migliaio di marinai

 

PS: forse sei tu che non ti spieghi bene, a me da fastidio chi sputa giudizi apodittici sulla X mas senza sapere bene di cosa parla, che ci vuoi fare, si vede dobbiamo sopportarci... magari il problema è che tu non sopporti di essere contraddetto :rolleyes:

Edited by samurai

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Stai scherzando? Dove ho sputato giudizi apodittici (tradotto in italiano significa fare ragionamento senza avvalersi dell'esperienza, ma secondo Immanuel Kant sarebbe l'intuitivamente necessariamente certo)? Ho detto e lo ripeto che le azioni della Decima non cambiarono il corso della guerra e furono successi, se così si può chiamarli, effimeri. Bravi gli inglesi a rimettere le cose a posto, scemi gli italiani a non saperle sfruttare, che differenza fa? Non mi pare si tratti di contorsioni mentali o dogmatiche.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

del tutto ininfluente sul tuo perfetto ragionamento il fatto acclarato che le azioni della X mas diedero per la prima e unica volta nella storia alla RM la supremazia sulla RN nel mediterraneo... ok, finiamola qui, ormai mi sembra solo un flame con poca attinenza con gli argomenti trattati

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Se la supremazia non viene sfruttata, a che serve?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se la supremazia non viene sfruttata, a che serve?

 

Se la dirigenza delle FFAA riflette quella, ottusa, del paese che le esprime, questo sminuisce la portata dei successi di una unità militare presa a modello da tutte le altre marine?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Li rende inutili, il che è peggio.

 

Allora altrettanto inutile era l'aviazione imbarcata giapponese perchè alla fine hanno perso la guerra? Oppure dovremmo considerare un successo la performance della Marina francese perchè alla fine la guerra l'ha "vinta"?

 

Scusami, è un mio limite, ma non ti seguo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

La Decima era un'unità d'élite, e quella da sola non poteva risolvere un conflitto, se tutto il resto non funzionava a cominciare dalla mentalità dei generali (per alcuni dei quali la guerra "la fa el soldà, el mul, el fusil, el canon") e ammiragli e ministri e politicanti vari, mi pare abbastanza evidente. Siamo andati in guerra senza radar, senza portaerei, senza scorte di carburante adeguate, con spolette difettose, aerei che chiamavano Debolezza Volante o Mammaiuto, contraerea che arrivava a 4000 metri e le Fortezze Volanti stavano a 6000, scatole di sardine per carri armati, fucili della Prima Guerra Mondiale, cannoni anticarro che scalfivano solo la vernice dei pur scassatissimi carri armati inglesi, scarpe di cartone nell'inverno balcanico che non è molto più clemente di quello russo...

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il brutto è che la prima intuizione su molti prodotti, radar, snorkel, bombardieri strategici, ce la abbiamo avuta noi italiani, salvo poi abbandonare tutto allo stadio prototipico... :rolleyes::angry:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tornando IT, penso anche io che il Me-109T avrebbe avuto tutti i problemi del Seafire, mentre lo Stuka imbarcato penso che poteva essere un mezzo molto ma molto efficace.

 

Lo Stuka aveva tanta robustezza, che non fà certo male su una portaerei, ottima manovrabilità a bassa quota e bassa velocità, e dalle foto era "nato" piuttosto bene anche come versione imbarcata, con le ali che si piegavano nello stile della Grumman.

 

Se pensiamo a come la RN avrebbe potuto affrontare la Graf Zeppelin secondo me non dobbiamo proprio prendere in considerazione aeei come F-6F e Corsair, che sono arrivati molto tardi per gli inglesi.

 

Tra 1940 e 1941, quando i tedeschi hanno speso quasi tutta la loro suqadra navale, i caccia imbarcati degli inglesi erao i Fulmar e basta, e contro quelli la Graf eppelin si doveva difendere, oltre ai Fairey Swordifsh.

 

Se gli inglesi per paura della sola Bismarck hanno mobilitato quattro corazzate e una portaerei a tempo pieno, se la Bismarck poteva essere assistita da una portaerei (piena di difetti di sicuro ma almeno in grado di pareggiare con le portaerei inglesi che avevano solo aerei da museo in quel periodo) gli inglesi sarebbero stati costretti a mobilitare mezza flotta, dando un bel vantaggio a noi nel Mediterraneo.

 

Forse Supermarina non avrebbe saputo sfruttare un vantaggio così ma questo è un altro discorso..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lo Stuka aveva tanta robustezza, che non fà certo male su una portaerei, ottima manovrabilità a bassa quota e bassa velocità, e dalle foto era "nato" piuttosto bene anche come versione imbarcata, con le ali che si piegavano nello stile della Grumman.

 

Concordo assolutamente con te..... In Versione navalizzata lo vedo molto convincente, infatti per le sue caratteristiche avrebbe potuto essere un ottimo aereo imbarcato!

ju87cn2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×