Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
rekap

armi ad energia diretta

Messaggi consigliati

che cosa sono le armi ad energia diretta?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si, si sono le nuove superarmi inceneritrici che gli americani monteranno su Mazinga alla prossima invasione insieme alle lame rotanti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi quelle armi riprodotti in quell'articolo sono tutte kakkiate allora.

 

In effetti mi sembrava strano un'arma a microonde.

 

Rekap te che armi dicevi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Infatti, non dico quello, dico che il loro presunto utilizzo per bruciare e rinsecchire nemici dedotto solo dalla vista di un paio di cadaveri che semplicemente sono rimasti all'aperto nel deserto un pò troppo è una cavolata bella e buona.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ahauhauah............sono degli enormi forni a micronde,dove ci piazziano le povere vittime :lol::lol: ...........un po tipo il film gremlins.

 

cmq,apparte skerzi le armi a microonde esistono,così come le armi laser ;)

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che le armi laser sono ormai in dirittura di arrivo (il sitema ABL per esempio, di cui abbiamo parlato nel forum).

 

Le armi a microonde, invece, sono in fase di studio, ricerca, sviluppo ma non ancora vicinissime all'impiego operativo.

Esse si divideranno in una categoria "non letale", destinata a provocare senso di calore, scottature ecc... e potranno essere utili in quelle situazioni in cui si vuole evitare un danno permanente; ed in una categoria "letale", ossia con effetti più o meno distruttivi, anche se in questo caso non ne è previsto l'impiego contro esseri umani ma contro materiali (ed in particolare circuiti, sensori, testate, ecc...)

 

Il radar dell' F-22 con tecnologia AESA, secondo i dati rivelati sulle prove operative, pare abbia la capacità di concentrare energia elettromagnetica su un determinato punto, causando la distruzione dei circuiti elettronici, tanto che si sta pensando di usarlo in funzione anti-missile aria-aria. Anche di questo abbiamo già parlato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche perchè non vedo cosa possano servire armi a microonde quando ci sono pallottole, bombe, razzi, granate, missili e chi più ne ha più ne metta per ammazzare il nemico, mentre se non lo si vuole uccidere possono essere utili.

Tutto è partito da una fonte giornalistica che ha pensato di dare alle microonde la colpa che prima era del fosforo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Naturalmente chi si è buttato a pesce sulla notizia?

Il nostro mito Sigfrido Ranucci che ha subito fatto uscire un servizio ed un articolo, con tanto di popò di link sulla home di rainews, chiamato "guerre stellari in Iraq.

Godetevelo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie per la spiegazione, gianni

 

queste armi a microonde non letali possono servire per stanare i guerriglieri e costringerli a farli uscire no? naturalmente quando saranno pronte

Modificato da rekap

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Le armi a microonde potrebbero essere utili:

 

forse non lo sapete ma i nostri forni a microonde domestici non è che sparano microonde a casaccio, ma microonde con una lunghezza d'onda tale da stimolare solo l'acqua e in qusto modo riscaldarla. Per cui secondo me potrebbero essere utili se tarate con una lunghezza d'onda che non fa niente all'acqua (di cui noi siamo composti in grandissima percentuale) ma che magari incenerisce altri tipi di apparecchiature.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
queste armi a microonde non letali possono servire per stanare i guerriglieri e costringerli a farli uscire no? naturalmente quando saranno pronte

per quello c'è già il fosforo, che non è illegale....

 

@Psycho, non credo ci siano esperti del settore qui in mezzo, ma secondo un ragionamento basato solo sul forno possiamo dire si! potrebbero esserci però altri fattori di mezzo

 

in più se aedsso puoi scaldare solo l'acqua, e quindi essicare una persona, forse modificando la lunghezza d'onda non colpirai l'acqua ma brucierai le proteine, o il DNA o le altre cose di cui siamo composti

 

se un'arma capace di attraversare senza danno un uomo e distruggere le componenti elettroniche è plausibile, sta sicuro che non esiteranno a farla

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sì Vorthex, un impiego è quello, e più la folla non desiste avvicinandosi alla sorgente, più il calore sulla pelle diventa insopportabile fino a bruciare.

 

Non sono esperto in microonde ma leggo i lavori degli esperti ed effettivamente si sta lavorando su frequenze in grado di agire su determinati tipi di materiali, modulando la frequenza sulla base del materiale che si vuole colpire.

 

Siamo agli inizi, ma gli studi vanno avanti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente ritengo le armi a microonde anti- folla inutili poiche ci sono mezzi molto economici e decisamente più semplici per tener lontana la folla.

Parlo di lacrimogeni, idranti e grappetti di reparti mobili che passano il tempo in caserma aspettando il momento dove picchieranno selvaggiamente uno.

 

Sull'articolo RAI è una pataccata abnormal, apparte che se fosse vero sarebbe gia saltato fuori.

 

Poi mica usano un'arma simile senza pubblicizarla :P

 

Sui microonde anti apparecciature invece non sono scettico

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mah... conosco e sono amico di tanti appartenenti ai reparti mobili da poter dire con certezza che sono i primi a voler evitare scontri.

 

Certo che se uno viene provocato con lanci di pietre, sputi e cori vari, non c'è poi da meravigliarsi se le manganellate volano, e quando volano il criterio è "dove piglio piglio".

 

Peraltro, posso garantire che le tecniche di ordine pubblico prevedono espressamente di essere aggressivi e violenti il più possibile, perchè altrimenti un reparto di 10 uomini non può controllarne 500.

 

Ti invito a pensare solo questo: anche se una folla di 1000 persone si avvicina "pacificamente" (limitandosi a cori, insulti e qualche sasso) contro una squadra di 50 uomini che deve impedire il transito oltre un certo punto, quella squadra non può permettersi che la folla gli arrivi a un metro di distanza: se la folla cambia atteggiamento il reparto non ha più lo spazio fisico per poterla contrastare e soccomberebbe senza speranze.

Pertanto è previsto che superata una distanza minima di sicurezza, valutabile in una cinquantina di metri, il reparto debba comunque attaccare.

Non è questione di uomini (spesso sono mingherlini o grassottelli addirittura, resi temibili solo dalla roba che indossano) nè di mentalità, ma di precise dottrine operative.

Quindi: le dottrine operative prevedono, anzi obbligano, l'attacco, anche se non c'è palese provocazione, per il sol fatto che la folla non ha osservato gli inviti a fermarsi prima della distanza di sicurezza prefissata.

Una volta che il reparto attacca, 50 uomini non possono sopraffarne 500, se non ricorrono alla più manifesta violenza: devono terrorizzare la folla, metterla in fuga, e meglio la terrorizzano, più l amettono in fuga e più evitano sanguinosi scontri diretti. E terrorizzare significa che il primo che becchi sotto lo devi pestare di brutto (ma attenzione: i manganelli sono fatti per fare un sacco di male ma non provocare lesione permanenti) affinchè gli altri se la filino per non rischiare di essere il secondo.

 

Queste sono tecniche basilari, se le conosci sai perchè avvengono queste cose, se non le conosci allora te la prendi con i poliziotti (che peraltro hanno un addestramento di gran lunga migliore rispetto ai carabinieri, in questo settore).

 

Chiuso OT

 

=======

 

Lacrimogeni e idranti e manganelli vanno bene con i quattro fessacchiotti con cui si ha a che fare nelle manifestazioni ordinarie, quelle che vediamo agli stadi, quelle dei no global e via dicendo.

 

Ma se hai a che fare con una manifestazione di gente rivoltosa in un paese poco tranquillo (pensiamo ai paesi islamici) , che può essere occasione per l'azione di guerriglieri kamikaze e non, mescolati e protetti dalla folla, allora un'arma come quella a microonde è a dir poco decisiva per evitare il ricorso alle armi da fuoco.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusate ma riapro OT.

 

Quando sei sotto il sole per tante ore, e hai davanti ad una folla che ti urla di tutti e tu sei li che li fissi e muori dalla fame (perchè magari non hai avuto il tempo per pranzare), la tentazione è incredibile.

 

Tornando alle manifestazioni islamica, l'uso di proiettili non letali non garantiscono alla polizia la capacita di tenere bada lalla folla?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non garantiscono le armi da fuoco, figurati. Vi ricordate quella volta che fuori da una caserma inglese in Iraq, furono fatte girare le immagini della carica dei soldati sulla folla fuori dalle mura?

 

Proiettili veri non fermano la folla.

 

Oppure qui in Italia, al G8 di Genova, la polizia in schieramento antisommossa, ha rappresentato un blocco per i facinorosi nascosti tra la folla?

 

Fumogeni, proiettili e manganelli di gomma non fermano nulla.

 

Un'arma è un'arma, tra la folla si possono nascondere i teppisti, o i terroristi nascondendosi prima e dopo l'assalto, nel primo caso, nel secondo solo prima, ma se gli si piazza davanti un'arma con un principio fisico non aggirabile, sta tranquillo che a parte sassi e razzi non hanno niente da fare.

 

Poi quell'arma si vede a naso che subirà altri sviluppi, magari proprio nel campo della soppressione degli apparecchi elettronici, quindi in una maniera o nell'altra, arriverà allo sviluppo.

Modificato da -{-Legolas-}-

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I proiettili non letali hanno la cattiva abitudine di essere letali.

 

Purtroppo le palle in gomma e ceramiche o simili sono strutturate per creare un effetto significativo (potere di arresto e/o dolore) nei confronti di un individuo medio e con un certo abbigliamento, quindi hanno innegabilmente un'energia notevole.

 

Se colpiscono un bambino alla testa, o un occhio, possono creare lesioni permanenti o la morte, come testimoniano le numerose esperienze israeliane a spese dei palestinesi.

 

Un'arma a microonde, invece, ha il vantaggio di "saltare" i vestiti (è come se non ci fossero) e colpire la pelle.

La temperatura umana è uguale per tutti: adulti, vecchi, bambini, piccoli, grassi, ecc... per cui una temperatura idonea a creare un effetto scottatura è universale per tutti.

 

Uno può semplicemente creare una "barriera" a microonde a, diciamo, 100 metri.

Finchè si resta dietro, nessun problema.

Appena si comincia a infrangerla, inizia un calore di "avvertimento".

Se la si infrange, si inizia a provare calore insopportabile e man mano che si va avanti il calore si trasforma in scottatura.

Una cosa graduale, non irreversibile: in qualsiasi momento uno può fermarsi e tornare indietro (una palla di gomma quando ti ha preso ti ha preso...).

 

Inoltre, un'emissione a microonde può tranquillamente essere puntata con estrema precisione a una certa altezza: ad esempio, a livello delle gambe o dei piedi, in maniera da evitare danni agli occhi.

 

La cosa più interessante è quella che un singolo sistema montato su una jeep o un muro può interdire zone molto ampie, cosa che richiederebbe numerosi soldati armati di altri tipi di armi "non letali".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In occidente però chi è il genitore cosi sconsiderato che porta il proprio figlio ad una manifestazione dove è presente il rischio di scontri di piazza.

 

Legolas non dire che lacrimogeni e mezzi usati adesso sono abbastanza efficaci.

Proiettili veri fermano la folla fidati.

Vedo Tien An Men oppure anche lla difesa della nostra ambasciata a bengasi.

 

Ma a lungo termine le microonde possono provocare effetti collaterali?

E poi come ci si ripara?

 

Non si puo proteggere da quest'arma?

Non vorrei che manifestanti coperti da carta da forno possano fregarsene di quest'arma...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×