Jump to content
Guest patrizio13

B-2 spirit

Recommended Posts

L'unica scelta estrema sarebbe stata realizzare un contraltare sovietico del B-2: se l'Unione Sovietica fosse stata ancora in grado di provarci si sarebbe comunque dissanguata in quell'occasione. Sul piano qualitativo infatti non avrebbe mai potuto competere.

 

Al di la di questo però, se di B-2 ce ne sono solo una ventina e non 130 è proprio perché nemmeno gli USA avevano interesse a "stravincere", per quanto in una guerra nucleare questo termine abbia un senso. Dubito infatti che un aereo come il B-2 potesse garantire agli USA di salvarsi dal consueto scenario MAD della guerra termonucleare.

Il B-2 va quindi inquadrato in un'ottica di deterrenza e non va visto come l'arma definitiva.

 

Come il programma B-2 si è adeguato alla fine della Guerra Fredda con tagli di ordini, si sarebbe adeguato (con sviluppi del progetto e/o produzione più cospicua) a qualsiasi reazione sovietica.

Comunque quando si realizza un aereo si cerca di farlo bene e quando deve restare in linea qualche decina d'anni, il fatto che sia "troppo buono" non è certo un problema, anzi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo voi l'URSS nonavrebbe potuto reagire con un "first-strike" limitato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Secondo voi l'URSS nonavrebbe potuto reagire con un "first-strike" limitato?

 

 

A volte proprio non ti seguo, perdonami :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi risulta che i Russi si affidassero più ai sottomarini che ai bombardieri come vettori di una risposta nucleare ad un primo attacco (per una diversa filosofia strategica), quindi un nuovo bombardiere per gli USA non comporta necessariamente una risposta anagloga )

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi risulta che i Russi si affidassero più ai sottomarini che ai bombardieri come vettori di una risposta nucleare ad un primo attacco (per una diversa filosofia strategica), quindi un nuovo bombardiere per gli USA non comporta necessariamente una risposta anagloga )

 

 

 

I Russi non si affidavano sugli SSBN, la massima parte del loro deterrente era basata a terra per ragioni di limiti tecnologici e operativi e, soprattutto, politici, quanto al tipo di risposta è analoga quando si vuole avere la possibilità di una strategia articolata e flessibile e i bombardieri in questo sono fondamentali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scherzi a prte,ma neglianni '60 era stato sviluppato quasi completamente un missile balistico che una volta rientrato ell'atmosfera funzionava come un "drone",ingrado per dipiù diportare diverse testate nucleari,di cui nonricordo il nome; alcuni membri delprogetto hanno recentemente dichiarato che non fu portato a termine per il "fondato-timore" che da parte sovietica sisarebbe potuto reagire "irrazionalmente" proprio perchè si sarebbe verificato un marcato squilibrio fra le superpotenze. Secondo me il B-2 nell'ottica della GuerraFredda era altrettanto,se non più, destabilizzante,davvero non so come ilPolitbjuro avrebbe potuto reagire

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah... secondo me spendere un miliardo e mezzo di dollari " ma neanche 700 milioni" per avere un vettore aereo stealth come deterrente nucleare non ha senso ai giorni nostri....

aveva senso prima dell'f35, ma ora..... mi compro 10 f35 con i soldi di un b2.... non è poco.... infatti la catena produttiva del b2 non sarà riaperta... troppi gli svantaggi a discapito dei vantaggi...

ripeto, secondo me faccio prima a dominare i cieli con f22 ed f35 e con gli f35 eliminare la possibilità di difesa terra aria, poi dopo che ho il dominio dei cieli e ho eliminato le difese posso mandare qualsiasi cosa a sganciare una bomba.... una persona autorevole una volta disse:" al giorno d'oggi il vettore è sempre meno importante..."poi non credo proprio che qualsiasi potenza avversa agli usa o alla nato non lanci armi nucleari per paura del b2.....

poi se proprio voglio scatenare una guerra nucleare faccio prima a lanciare 100 missili intercontinentali, anche se ne intercettano 90 ho sempre vinto.... o meglio sono riuscito a suicidarmi....

poi questa è solo la mia modesta opinione.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

speriamo di non finire mai in una guerra nucleare.

Comunque con l'F-35 e l'F22 ti possono azzerare le difese terra aria, e aria aria ,ma come si è già detto l'F35 può bombardare fino a un certo punto ,se vuoi un lavoro con i controfiocchi chiami il B2.

in parole povere l'F-35 è un aereo polivalente con capacità da attacco al suolo ,il B2 è un bombardiere e basta.

é chiaro che per l'Italia un superbomber non serve ,ma se vuoi essere una superpotenza un qualsiasi bomber ce lo devi avere no?

 

poi il bomber dipende come lo usi, se un'aereo stealth penetra nel tuo spazio aereo sgancia qualche JDAM ,ti fa a pezzi le difese terrestri così il tuo esercito può entrare più facilmente ti serve un bomber.

Costa di meno se calcoli la manutenzione per almeno 20 anni (o forse più) e la benzina di un solo aereo contro quella di venti aerei che ti servono per rimpiazzare lo Spirit

Edited by baddy_rokker

Share this post


Link to post
Share on other sites

gli USA generalmente fanno compiere ai propri bombardieri un "giro-del-mondo" con vari fini, si sa qualcosa se anche unb-2 compirà questa corvee?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gli USA generalmente fanno compiere ai propri bombardieri un "giro-del-mondo" con vari fini, si sa qualcosa se anche unb-2 compirà questa corvee?

 

 

Veramente di giri del mondo con i bombardieri non se ne parla da 50 anni circa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con giri del mondo intendi arrivi in europa e torni indietro?

o intendi semplicemente grandi voli?

 

Se è per lunghi voli sarà sicuramente qualche attività addestrativa, o sentito parlare che fanno 2 voli a settimana

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me Simone intendeva le esercitazioni tipo Global Power,

dovrebbero esserci ancora di queste esercitazioni almeno una volta l'anno(a quanto dice Stormo da Caccia).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho mai sentito parlare delle esercitazioi Global Power ,

Potresti spiegarmi che sono?

 

Simone, illuminaci sulla tua domanda

(skerzo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

anni fa i nuovi mezzi USA di un certo tipo facevano (sottomarini, bombers, portaerei) un "giro-del-mondo" al cui termine seguiva un lungo impegno mediatico. Credevo che anche il B-2 nonsi sarebbe sottratto a questa corvee diciamo così promozionale,ma sembra proprio di capire che non è più così.

Sulle lunghe missioni,oggi credo che ilrifornimento-in-volo sia una pratica diventata quasi "tranquilla-routine" praticamente senza possibilità di errori, e secondo me come probabilità di riuscita nonc'è differenza fra partire, dal Missouri e fare 20mila chilometri,oppure decollare da basi vicine.

Magari giri-del-mondo veri nonne sono stati compiuti,ma una missione nostop per edall'Afghanistan dovrebbe comunque misurare-senza la possibilità disorvolare la Russia- circa 40 mila chilometri,obvvero ungiro delm ondo

Edited by Simone

Share this post


Link to post
Share on other sites
anni fa i nuovi mezzi USA di un certo tipo facevano (sottomarini, bombers, portaerei) un "giro-del-mondo" al cui termine seguiva un lungo impegno mediatico. Credevo che anche il B-2 nonsi sarebbe sottratto a questa corvee diciamo così promozionale,ma sembra proprio di capire che non è più così.

 

Ti riferisci, ad esempio, al viaggio sotto il Polo del USS Nautilus, Operation Sunshine , che tanto impatto mediatico ebbe all'epoca?

 

Credo, ma non sono sicuro, che da quando è finita la guerra fredda queste dimostrazioni tecnologiche e propagandistiche hanno perso il loro scopo d'essere e per tanto non vengono più pubblicizzate come all'epoca.

 

È un peccato ma i tempi cambiano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

forse se ne è già parlato,mac ome sicontrolla un bombardiere "invisibile"? è verissimoche fin'ora nonèsuccesso,ma ammettiamo che un'equipaggio sia scontento del presidente o del congresso e decida per "patriottismo" di "cambiare-le-cose"; in piùl 'equipggio può programmare le bombe da solo e in volo,quindi potenzialmente potrebbe fare tutto ciò che vuole.

Secondo me bisognerebbe trovare un rimedio prima che succeda l'impensabile,magari installandodei"localizzatori" segreti o facendo seguire gli aerei da molto vicino da caccia armati in contatto visivo

Share this post


Link to post
Share on other sites

gli americani non lasciano certo nulla al caso.

però stiamo parlando deii migliori piloti americani, che fanno decine e decine (solo?) d test psicoattitudinali.

 

grazie del link Diavolo :adorazione:

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Simone: Guarda he gli USA non sono l'Unione Sovietica,i piloti di B2 come tutti gli altri piloti hanno fatto oltre a corsi per pilotare anche test e psicoattitudinali,quindi questi piloti oltre ad essere i migliori al mondo sono anche i più fedeli al mondo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per carità,non metto in dubbio i testpsico-attitudinali, infatti le forze armateUSA sono fra le pochissime a non aver mai compiuto "pronunciamientos"o affini,però nonsi può mai diremai.

Io credo che qualcosa vada comunque fatto,perchè pensaremale è peccato,ma non errore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sei sicuro che non sia stato fatto tutto quello che era sensato fare?

Quanto alla (costosissima e controproducente) soluzione degli "angeli custodi": chi controlla il controllore? Seguendo questo principio chi ci assicura che il pilota da caccia non dia di matto e non abbatta il B-2?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molti non capiscono che i soldati non sono quelli dei film,con i nervi a fior di pelle e che possono sparare a qualsiasi cosa si muove, ma sono persone preparate addestrate e coniate a resistere a ogni tipo di sollecitazione morale e materiale,e sanno quello che fanno e quelllo che utilizzano,dal pilota di bombardiere nucleare al fante di linea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

So di ufficiali usa che simpatizzano perorganizzazioni "al-limite" che si ispirano al KKK,ed altri che sono membri dichiese cristiane che da noi sarebbero considerate "fondamentaliste". Se voi foste unpresidente coloured e figlio dim usulmani, sareste tranquilli sapendo che due di essi potrebbero equipaggiare unB-2 con tanto di munizioni programmabili a bordo?

Io se fossi quel presidente avrei timore deimieiufficiali,e terrei i B-2 a terra sorvegliati da soldati di fiducia personale,facendone decollare uno-alla-volta solo quando strettamente necessario,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×