Jump to content
eurofighter86

Classifica Aeronautiche Militari Europee

Recommended Posts

noi non abbiamo pochi piloti perchè ce li scegliamo bene, ne abbiamo pochi perchè non abbiamo i soldi, i piloti americani volano molto più di quelli italiani e portare le lenti a contatto in volo o gli occhiali non comporta nessun problema

DREAD PERCHE' TI TIENI QUELLA SIGLA "AMERICA SI ORGOGLIOSA"?? ;)

DI CHE COSA?? DAI BASTA CON LE AMERICANATE. :pianto:

SCUSA non VUOLE ESSERE UN'ATTACCO PERSONALE, MA SONO STUFO DI VEDERE QUESTE COSE.... SE ERI AMERICANO VABBE', MA CREDO CHE TU SIA ITALIANO PERCIO SOSTIUSCILA MAGARI, CON "ITALIA SI ORGOGLIOSA". :okok::okok::okok: B) B)

 

UN PO' DI PATRIOTTISMO DAI!! :okok::okok::okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questo punto inserisco anche il mio parere! E dato che lavoro in un Aeroporto (in Sardegna) e ho a che fare con le Aeronautiche della NATO e non ed ecco la mia classifica con le relative motivazioni.

 

UK (Per la qualità del materiale, per la indiscussa capacità dei piloti (esperienza in combattimento) e la sua dottrina (un esempio per tutti)

 

FRANCIA ( Per il vasto materiale e qualità dei piloti)

 

GERMANIA ( Professionalità di prim'ordine e poi 300 Tornado chi se li può permettere? E i suoi piloti sia di F4 che di Tornado in continuo addestramento sulla Holloman AFB?)

ITALIA Capacità di adattarsi al materiale a volte non adeguato e bravura dei piloti.

 

SPAGNA - GRECIA - TURCHIA ma la SVEZIA assolutamente no.

 

Ma per finire una cosa solo fa grande una Forza Armata: il PIL e quello dell'italia è del 1,9% mentre quello dell' UK è intorno al 4% quindi giudicate voi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui bisogna vedere su quali parametri basiamo le nostre considerazioni, sulle capacità dell'aereonautica in senso assoluto, sulle capacità di difesa aerea e sul materiale umano raffrontato con il paese, sulla capacità di proiettare potenza ecc.

Se facciamo una classifica rapportata ai paesi da cui provengono le prime aereonautiche europee sono quella svedese e quella svizzera.

Se invece consideriamo la capacità dei piloti e delle macchine in vantaggio è sicuramente la RAF con i suoi mezzi sempre superaggiornati nonostante la crisi (gli Inglesi preferiscono tagliare sul numero che sulla qualità).

Secondi a questo punto sono i Francesi che con le loro due serie multiruolo parzialmente sovrapposte hanno sempre velivoli aggiornati e moderni anche se poco specializzati e fanno ore di volo che noi ci sognamo.

Senz'altro, secondo me, i Francesi cresceranno molto nel futuro visti gli stanziamenti che hanno e il velivolo su cui volano, il Rafale, che ha potenzialità immense se ben sfruttato. Il Rafale, tra l'altro, non è assolutamente una copia dell'EFA come dice qualcuno ma è un velivolo con una diversa connotazione oltre che una prova pazzesca per l'industria Francese che ha dimostrato di poter fare da sola e costruire un prodotto equivalente, e per certi versi superiore, all'EFA.

Comunque concordo: siamo in una fase di transizione.

Nel futuro vedo ai primi posti appaiate le aereonautiche di Francia e Inghilterra, seguite da quella tedesca, molto vicina specialmente visti i programmi innovativi nel settore UAV e UCAV che sta conducendo in sordina, e da quella Italiana e poi da quella Svedese e, ancora in seguito, dagli Spagnoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel 2005 il pil per la difesa della Gran Bretagna era del 2.3/2.4, quello della Francia l'1,8 e noi sull'1%, ora sceso allo 0,8%...che tristezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nel 2005 il pil per la difesa della Gran Bretagna era del 2.3/2.4, quello della Francia l'1,8 e noi sull'1%, ora sceso allo 0,8%...che tristezza.

E quello della Francia, grazie all'ottimo lavoro svolto dal ministro Michelle Aliott Marie, è in continua crescita, a differenza di quello Inglese, e i loro obbiettivi pluriennali non hanno alcun problema ad essere raggiunti e superati

Share this post


Link to post
Share on other sites
noi non abbiamo pochi piloti perchè ce li scegliamo bene, ne abbiamo pochi perchè non abbiamo i soldi, i piloti americani volano molto più di quelli italiani e portare le lenti a contatto in volo o gli occhiali non comporta nessun problema

DREAD PERCHE' TI TIENI QUELLA SIGLA "AMERICA SI ORGOGLIOSA"?? ;)

DI CHE COSA?? DAI BASTA CON LE AMERICANATE. :pianto:

SCUSA non VUOLE ESSERE UN'ATTACCO PERSONALE, MA SONO STUFO DI VEDERE QUESTE COSE.... SE ERI AMERICANO VABBE', MA CREDO CHE TU SIA ITALIANO PERCIO SOSTIUSCILA MAGARI, CON "ITALIA SI ORGOGLIOSA". :okok::okok::okok: B) B)

 

UN PO' DI PATRIOTTISMO DAI!! :okok::okok::okok:

intanto la svezia è una delle nazioni con equipaggiamenti a più elevata tecnologia, mica poco eh, e ha ben 150 Gripen, cmq io la metterei sotto all' italia, ma la francia no, la francia militarmente ci fa il culo (detta schiettamente)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima di stabilire una classifica, bisogna sempre stabilire i parametri di riferimento.

 

Personalmente concordo sul fatto che la RAF è certamente la forza aerea migliore in Europa, considerando i mezzi a disposizione, l'addestramento dei piloti, l'esperienza operativa e il sistema organizzativo.

 

Poi, bene o male, tutte le altre aeronautiche di un certo livello (quelle NATO, la Francia, la Svezia, la Svizzera) si equivalgono in alcuni aspetti o hanno caratteristiche in cui sono migliori o peggiori delle altre, dipende da cosa si considera.

 

Ma se guardiamo il potere aereo nel senso vero del termine, difficile non far seguire all'Inghilterra nazioni come Francia e Germania, e poi le altre.

 

Per quanto riguarda la Svezia, a chi ricordava che la Svezia ha capacità progettuali autonome, rammento che non è del tutto vero: la Svezia non produce i motori e parte della componente elettronica, o meglio, li produce ma su licenza.

E la cellula non è tutto in un aereo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'era una considerazione qui sopra, su quanto sia facile abbattere un A-10, al contrario un Tornado. C'è da considerare che presi nel loro ruolo dedicato, entrambi eccellono; controcarro, appoggio ravvicinato per l'A-10, interdizione per il Tornado.

special65.gif

Nessuno si sognerebbe mai di usare un A-10 per l'interdizione, non sopraviverebbe al passaggio del fronte, nessuno userebbe mai un Tornado come controcarro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
C'era una considerazione qui sopra, su quanto sia facile abbattere un A-10, al contrario un Tornado. C'è da considerare che presi nel loro ruolo dedicato, entrambi eccellono; controcarro, appoggio ravvicinato per l'A-10, interdizione per il Tornado.

special65.gif

Nessuno si sognerebbe mai di usare un A-10 per l'interdizione, non sopraviverebbe al passaggio del fronte, nessuno userebbe mai un Tornado come controcarro.

Oddio è stato usato anche per interdizione strategica, ma solo in una particolare occasione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meglio di noi :lol:

Ha 400 jet da combattimento, più della metà Falcon e 150-180 F4E aggiornati che ancora sono più che validi per l'attacco al suolo e l'intercettazione.

Si è anche comprata 4 wedgetail che dovrebbero essere in consegna.

Insomma un parco di aerei di tutto rispetto e ben addestrato.

Per il futuro pensa al binomio Typhoon-JSF, esattamente come noi, certamente con una riduzione nei numeri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

e per l'a-10? in che occasione è stato usato per interdizione strategica?

Share this post


Link to post
Share on other sites
io invece credo molto nell aeronuaitca svedese quindi:

 

MAVERICK MI SEI DECISAMENTE SIMPATICO ... :D:) ... ... per chi ha espresso dubbi : i fighter SAAB sono universalmenet riconosicuti come eccellenti ... il VIGGEN :okok: è stato mandato a riposo (circa due mesi fa) per motivi essenzialmente economici, ma nelle ultime versioni continuava ad essere competitivo, e questo si può dire in parte persino per l' "anziano" Draken ... del Gripen sono note le caratteristiche ... ma ciò che più conta, come qualcuno ha giustamente sottolineato, è il fatto che la Svezia è in grado di produrre "in casa" velivoli di quel livello ... pensate che soddisfazione, un "Eurofighter" che diviene "Italfighter", ovvero recante il nome di un'azienda del tutto nostrana ... :) ! ... Quanto detto a proposito degli scandinavi è valido anche per i francesi, che mi sembra di capire suscitino poca simpatia (e non mi meraviglio affatto, anzi mi associo al pensiero della maggioranza ...!) ... ritengo tuttavia che sia doveroso ed onesto riconoscere anche il valore dei Mirage ... ! Infine, sulla bravura dei nostri piloti, beh, credo proprio che NON SIA MAI ESITITO ALCUN DUBBIO !!!!! :okok:

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
e per l'a-10? in che occasione è stato usato per interdizione strategica?

Durante la caccia agli Scud, 1991.

 

@JA37: gli Svedesi non producono tutto in casa, il Gripen deve molto alla General Dinamics e alla BAE, l'Eurofighter è tutta farina del sacco di Inghilterra, Germania, Italia e secondariamente Spagna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per chi sostiene a gran voce l'Aeronautica Svedese, quì si può vedere da quanti velivoli essa sia composta (il sito dovrebbe essere abbatanza attebdibile):

 

http://www.aeroflight.co.uk/waf/sweden/swedaf2.htm

 

Non mi sembra che sia a grandi livelli, sopratutto da giustificare da stare d'avanti all'Italia...cmq, loro un AEW c'è l'hanno, e noi ancora no... :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono attualmente messi meglio di noi, pur essendo molto più piccoli.

Hanno 150 Gripen, che svolgono in maniera eccellente tutte le mansioni e non credo che abbiano ancora cestinato i Viggen, li terranno in riserva.

Comunque il Grifone va più che bene per qualsiasi ruolo, è un buon intercettore, un buon caccia, un discreto aereo d'attacco terrestre e un buon aereo da attacco marittimo.

Certo se noi riusciremo ad avere i 120 eurofighter e almeno 60 JSF saremo messi meglio di loro, ma ci vorrà molto tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque le forze armate svedesi sono forze "sui generis", concepite, strutturate ed equipaggiate con lo scopo specifico di difendere il territorio nazionale e senza alcuna velleità di partecipare a proiezioni di potenza o a missioni extra-territoriali.

 

Anche se le loro forze sono estremamente efficienti, perchè equipaggiate in maniera razionale, esse non hanno alcuna esperienza operativa concreta, nè partecipano alla mole di esercitazioni che impegnano tutti i reparti della NATO.

 

Lo stesso dicasi per la Svizzera.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla Svezia non mi pronuncio, ma gli Svizzeri sono superaddestrati, non avranno capacità di proiezione ma certo esercitano una deterrenza ben superiore a qualsiasi altro stato di quelle dimensioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

quante ore di volo compie un pilota svizzero in tutta la sua carriera circa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh.. svezia e svizzera non possono contare su esperienze operative, ma penso che siano addestrate molto bene..

 

In Italia l'addestramento non è molto ben fatto.. in tutti gli ambiti.. in particolare le ore di volo sono poche. :thumbdown:

Share this post


Link to post
Share on other sites
il tomcat è un caccia, non ha nulla a che spartire con il tornado

Non è ddeel tutto vero....

il tomcat era ( e sottolineo ERA) un multiruolo imbarcato... montava praticamente di tutto... e comunque ora come ora non esistono definizioni tabili per i caccia... c vuole poco a ridisegnare i piloni subalari e mgari aumentare la superficie di portanza ai tempi nostri...

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, definire il Tomcat un "multiruolo" è contrario a ogni premessa tecnica e storica.

 

Un conto è che qualsiasi aereo possa essere dotato di bombe, altro conto è confondere un aereo specificamente progettato per la missione di difesa aerea (come il Tomcat) con aerei specificamente progettati per lo strike (Tornado).

 

Qui parliamo di aerei (Tomcat, Eagle, Tornado) che rappresentano forse gli ultimi progetti nati con una sola missione in testa, e questo dato storico non può essere mutato dal fatto che in qualche modo essi abbiano finito per svolgere altre missioni (Bombcat, Strike Eagle, Tornado ADV) grazie soprattutto alle possibilità offerte dall'avionica moderna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente questa classifica prende troppo alla leggera questo argomento.

Oltre all'addestramento dei piloti bisogna vedere la competività dei mezzi a propria disposizione, la presenza di aereoporti, di sistemi per la localizzazione degli aerei nemici, la manuntenzione effettuata ecc.

 

Io non riuscirei mai a fare questo genere di discorsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la RAF è la migliore per un fatto di mentalità i loro piloti si addestrano di continuo e sono molto motivati, negli anni hanno sempre dato esempio di efficenza e bravura, durante la seconda guerra mondiale nonostante le loro città fossero continuamente colpite dalle v-2 tedesche sono riusciti a cacciare la luftwaffe nonostante avessero aerei migliori e in numero superiore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×