Jump to content

Portaerei Cavour - discussione ufficiale


Recommended Posts

  • Replies 1.8k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

signori, non ripetiamoci però... l'argomento è già stato trattato abbondantemente su questa discussione e su quella inerente ad un ipotetico EFA navale. se avete nuove riflessioni sull'argomento, ben

Il grosso è fatto. https://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,3573.html Tra le modifiche di cui non credo si sia parlato c'è l'aumento della capacità di combustibile a disposizione della

La storia è un po' diversa. La configurazione a delta del dimostratore X-32B era in realtà quella prevista fin dall'inizio. Il passaggio alla velatura con ala a fraccia e piani di coda tradizionali

Intanto c'è una sala operatoria, e non mi sembra propaganda.

 

Piccola OT, il 12 febbraio l'Aeronautica ha organizzato un volo con 150 bambini haitiani bisognosi di cure.

 

http://www.aeronautica.difesa.it/News/Pagi...inidaHaiti.aspx

Edited by -{-Legolas-}-
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
C'è però da dire che sulla murata di dritta verso prua ci sono anche i vls ben mimetizzati, proprio laddove andrebbe un'eventaule mensola.

Credo cmq la scelta di posizionare a prua il 76mm sia dettato anche dalla funzione CIWS di quest'ultimo.

 

Scusate, me lo sono sempre chiesto da quando ho visto i progetti.... i 2 76/62SR così posizionati (gli schemi a fine scheda spiegano bene), con funzioni anche ciws (sperando si affrettino con il Dart) non garantiscono una copertura "da ciws" sul lato di sinistra. Il pezzo di prua è bloccato almeno parzialmente dallo Skyjump e quello di poppa dalla struttura della nave...

 

non ci si affiderà mica ad un Otomelara KBA da 25 mm/80 manuale per quanto servo assistito? Tra l'altro... ma servono davvero? La MM ne è piena.

Confido di sbagliarmi. :-).

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Scusate, me lo sono sempre chiesto da quando ho visto i progetti.... i 2 76/62SR così posizionati (gli schemi a fine scheda spiegano bene), con funzioni anche ciws (sperando si affrettino con il Dart) non garantiscono una copertura "da ciws" sul lato di sinistra. Il pezzo di prua è bloccato almeno parzialmente dallo Skyjump e quello di poppa dalla struttura della nave...

 

non ci si affiderà mica ad un Otomelara KBA da 25 mm/80 manuale per quanto servo assistito? Tra l'altro... ma servono davvero? La MM ne è piena.

Confido di sbagliarmi. :-).

 

 

E' il risultato di un trade off. Si è deciso di proteggere alcuni settori a scapito di altri sulla base di studi statistici che mettevano a confronto la probabilità di essere colpiti in un determinato settore e la criticità del settore stesso.

 

In questi studi sono incluse la portata dei radar, che non è uniforme ma ha un diagramma che varia in funzione dell'orientamento dell'antenna a causa degli accoppiamenti tra le varie antenne radar e tlc con le strutture della nave (alberi, cavi, alette etc.), sono considerate le prestazioni degli strumenti di GE, le prestazioni del SAAM-IT. Quidni, se so che a sinistra o a dritta ho un'ottima fficacia del mio sistema di contromisure ECCM e i missili danno il meglio di loro, posso risparmiare due ingombranti pezzi d'artiglieria.

 

Inoltre è stato valutato l'effetto di un missile su un determianto punto rispetto ad un altro. Ad esempio, se un missile centrasse la paratia di sinistra, grosso modo un metro sopra la line adi galleggiamento, verosimilmente distruggerebbe un po' di camerini, qualche segreteria di reparto e magari farebbe un bel finestrino sull'hangar mentre se colpisse lo specchio di poppa distruggerebbe il timone... Spero di essere stato chiaro.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
  • 2 weeks later...

io non riesco a capire una cosa... aiutatemi voi se potete... che senso ha continuare a tenere il cavour con le orizzonti ancora a la spezia? veramente non capisco.. il garibaldi continua ad uscire mentre teniamo il cavour li fermo... cosa aspettano a trasferirlo...

Link to post
Share on other sites

io non riesco a capire una cosa... aiutatemi voi se potete... che senso ha continuare a tenere il cavour con le orizzonti ancora a la spezia? veramente non capisco.. il garibaldi continua ad uscire mentre teniamo il cavour li fermo... cosa aspettano a trasferirlo...

Per un paio di motivi: la nuova stazione navale non ha le capacità per ormeggiare il Cavour (leggi: alimentazione elettrica e fondali) e la città di Taranto (leggi: Arsenale e industrie ivi presenti) non ha le capacità tecniche per continuare gli allestimenti dei sistemi di combattimento e mantenere in efficienza navi così avanzate... insomma: non è stata capace nemmeno di effettuare gli ammodernamenti delle Maestrale come programmato tanto da costringere la Marina a mandare ai lavori tre navi a Spezia ed una a Taranto invece delle 2+2 previste!

Link to post
Share on other sites

Per un paio di motivi: la nuova stazione navale non ha le capacità per ormeggiare il Cavour (leggi: alimentazione elettrica e fondali) e la città di Taranto (leggi: Arsenale e industrie ivi presenti) non ha le capacità tecniche per continuare gli allestimenti dei sistemi di combattimento e mantenere in efficienza navi così avanzate... insomma: non è stata capace nemmeno di effettuare gli ammodernamenti delle Maestrale come programmato tanto da costringere la Marina a mandare ai lavori tre navi a Spezia ed una a Taranto invece delle 2+2 previste!

alimentazione elettrica : le cabine le hanno costruite.......fondali: i lavori dovevano iniziare ma poi i fondi sono stati dirottati su la spezia per qualche assurdo motivo.. che purtroppo conosco bene e mi fa schifo il solo pensiero.... Arsenale: i fondi ci sono e l'ammodernamento è iniziato, l'arsenale di la spezia non desta certamente in situzioni migliori.industrie e il resto... nella stazione navale in mar piccolo ci sono 7 navi ai lavori... se le sono dimenticate li a marcire o cosa? le cose non quadrano.. per quale motivo secondo logica dovresti spendere un botto di soldi per fare dei lavori in toto a la spezia... (che non arriva manco alla metà della stazione navale di taranto.. struttura nuovissima del 2004) invece di spenderne la metà come minimo e farla a Taranto o ad Augusta che sono gia roccaforti della marina ? io la risposta la conosco... ma spero che qualcuno mi smentisca e mi illumini su una risposta alternativa... è assurdo dove la mettono la Cavour a spezia che non ci sta posto.. tanto che la tengono ancora in una zona di fincantieri dedicata alle navi ai lavori.. per niente sicura..idem per le orizzonti...

Link to post
Share on other sites

alimentazione elettrica : le cabine le hanno costruite.......fondali: i lavori dovevano iniziare ma poi i fondi sono stati dirottati su la spezia per qualche assurdo motivo.. che purtroppo conosco bene e mi fa schifo il solo pensiero.... Arsenale: i fondi ci sono e l'ammodernamento è iniziato, l'arsenale di la spezia non desta certamente in situzioni migliori.industrie e il resto... nella stazione navale in mar piccolo ci sono 7 navi ai lavori... se le sono dimenticate li a marcire o cosa? le cose non quadrano.. per quale motivo secondo logica dovresti spendere un botto di soldi per fare dei lavori in toto a la spezia... (che non arriva manco alla metà della stazione navale di taranto.. struttura nuovissima del 2004) invece di spenderne la metà come minimo e farla a Taranto o ad Augusta che sono gia roccaforti della marina ? io la risposta la conosco... ma spero che qualcuno mi smentisca e mi illumini su una risposta alternativa... è assurdo dove la mettono la Cavour a spezia che non ci sta posto.. tanto che la tengono ancora in una zona di fincantieri dedicata alle navi ai lavori.. per niente sicura..idem per le orizzonti...

 

Hai chiesto i motivi per cui le nuove costruzioni restano (e resteranno a lungo) a Spezia e quelli sono, volenti o nolenti. In una "struttura nuovissima del 2004" (ma di progettazione risalente all'anteguerra) non è stato prevista all'origine la possibilità di approdo di un'unità le cui caratteristiche erano ben note ed è questo il vero scandalo.

Che le strutture elettriche siano state costruite mi trova quantomeno dubbioso in assenza di un bando di gara al riguardo come è stato fatto per il molo Varicella 1 a La Spezia. Il dragaggio delle acque tarantine non viene effettuato per i timori di espansione dei metalli pesanti, incluso il mercurio, ivi depositati dalle industrie in maniera incontrollata.

Del "Piano Brin", oltre ai proclami, non se ne vede traccia negli stabilimenti sia di Spezia che di Taranto con la differenza che quest'ultimo è in condizioni ben più gravi. E questo lo dicono i fatti (spostamento dei lavori di ammodernamento dell'ultima Maestrale a Spezia; il calvario durato un lustro dei lavori al Mimbelli; il sequestro di un bacino di carenaggio per infrazioni alle norme sul lavoro; i procedimenti penali contro le ditte che nascondevano i materiali dell'amministrazione nei capannoni a loro disposizione per poi farli sparire...): Taranto, inteso come sistema città-industrie, non è in grado né di allestire sistemi di combattimento né supportare unità così moderne e si può limitare solo alla manutenzione di sistemi sull'orlo dell'obsolescenza.

 

Senza campanilismi la Marina resta a Taranto solo per la funzione di ammortizzatore sociale che lì svolge e per investimenti pregressi. Se fosse possibile (e dove lo è lo sta già facendo: di questi giorni lo spostamento di tutte le visite mediche dei concorrenti ad Ancona) per i propri interessi abbandonerebbe senza indugi la città ionica.

 

P.S. Le Orizzonte sono ormeggiate entrambe all'interno della base navale da circa un anno e verranno raggiunte dal Cavour a termine dei lavori di cui sopra, presumibilmente subito dopo l'estate.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

La Cavour è senza dubbio un gioiello per gli allestimenti e non mi dilungherò sui suoi pregi.

Passerò subito ai difetti, che a mio avviso sono sostanzialmente due, di carattere generale, escludendo la capacità che forse poteva essere leggermente maggiore, ma temo ci si sia scontrati con le necessità finanziarie.

Il primo è che è sola. Se viene danneggiata, o in manutenzione, rimaniamo senza niente. E non tiratemi fuori il "peppino", per favore... Ok tutti a dire che ha fatto la sua por*a figura in questi 40 anni, ma ormai è una nave anziana, ed è veramente minuscola per essere l'ammiraglia di una marina che si propone come protagonista almeno nel Mediterraneo. Inoltre non credo che il centro comando abbia le capacità di guerra elettronica anche solo vicine alla Cavour, o altre navi moderne. Quindi, credo sarebbe buona, ottima cosa, soldi permettendo, disarmarla al più presto e costruire una gemella della Cavour, se ce la si fa a farla da 35 mila tonnellate, bene, se no la faccia identica che va bene lo stesso.

 

L'altro difetto a mio avviso è la propulsione. D'accordo, un impianto nucleare avrebbe avuto i seguenti problemi:

1)costruire un motore nucleare dopo più di 20 anni in cui non usiamo nemmeno il nucleare civile è praticamente impossibile, e sarebbe stato necessario comprarlo all'estero con tutta la manutenzione;

2)non si sarebbe mai fatto digerire all'opinione pubblica e parlamento;

3)i costi sarebbero stati esorbitanti.

 

D'altra parte però avere l'opzione nucleare (intesa come combustibile per il propulsore!), non sarebbe stato "inutile" perché come dicono alcuni, tanto non siamo una potenza oceanica, e quindi operiamo sempre vicino alla base. A parte che è falso, e una nave come la Cavour sarebbe, ed infatti non è, sprecata per rimanere solo nel mare Nostrum. Ma quello ceh conta per il nucleare è avere la possibilità per un comando operativo, anche politico in caso di occupazione della capitale, di poter operare in alto mare indisturbata anche per mesi senza dover far rifornimento. Aggiungiamo che noi il petrolio non lo abbiamo, e i nostri avversari più probabili sono proprio produttori di petrolio. Quindi avere una nave, la quale dovrebbe servire da comando, che va gasolio e ne consuma ovviamente a milioni di litri, non è il massimo se si è in guerra...

Link to post
Share on other sites

berty resta solo una tua convinzione.... le visite mediche ad ancona per il passaggio in vf4 non sono certo una novità.... a taranto gia ne svolgono a migliaia e migliaia e migliaia ogni anno per il vf1 servirebbe un centro immenso per effettuare entrambe le visite ecco perchè si fanno ad ancona... spostare la marina senza indugi dalla città ionica? va be compare che devo dirti... qui è meglio che ci passo sopra... amico mio anche se fai i dragaggi a riccione o milano marittima ( ti faccio esempi del nord perchè.... perchè si) rischi di alzare residui dannosi... tutti i dragaggi in ogni parte d'italia se non li fai come si devono fare sono piu i danni che producono che il resto... taranto e non perchè sono tarantino sta pagando gia troppo per mantenere in piedi l'italia.... questa beffa o cretinata o stronbolata come la volete chiamare per non usare altri termini di deviare gli ennesimi fondi per una base navale fatiscente decadente arretrata strategicamente svantaggiosa come quella di la spezia è l'ennesima po...ata di ............

 

(* scusate ma non posso parlare liberamente... piu che altro verso la redazione di questo forum che mi ospita.... berty amico mio cercare scuse accampate per spendere 100 invece di 10 solo per fare favori a qualcuno è rivoltante... con questo chiudo... )

 

Il cavour resta un gioiello..e presto ci saranno novità.. Saluti

Link to post
Share on other sites

A me sembra invece che proprio il tuo essere tarantino offuschi, e pesantemente il tuo giudizio... e basta anche con quella strisciante accusa di "nordismo" che si legge ad ogni mezza frase perché è ridicola... Se c'è un'istituzione che proprio non può essere accusata di ciò, per la sua stessa natura, ma anche per per la sua storia e per la sua attività presente, è proprio la Marina, e le forze armate in generale.

Link to post
Share on other sites

Senza andare nel torpiloquio, che tra l'altro non risolve nulla, i fatti sono noti e non certo scuse (tra l'altro scuse di che?).

 

Innanzitutto mi sembra che fai confusione tra arsenale e NSMG: sono due entità diverse e non connesse. Il primo è in condizioni come e peggio di quanto abbia descritto (cribbio: farsi sequestrare un bacino con un sommergibile dentro non si è mai sentito!) e la seconda, come ho già rilevato, è nata vecchia. Che sia tutta una congiura per frenare Taranto motore d'Italia? (Che tra l'altro ricordo essere l'unico comune dell'Italia repubblicana ad aver dichiarato fallimento).

 

 

La situazione dei due mari di Taranto non è segreto militare: basta una piccola ricerca per vedere quale sia e cosa vi abbia combinato, nella quasi totale indifferenza della città (tanto dà lavoro), quell'inferno in terra che è l'ILVA.

 

Non so quale sia la tua posizione, e tra l'altro visto le opinioni che hai riguardo i miei scritti evita di usare espressioni come "amico" e "compare" che risultano alquanto inadeguati, ma io nella Marina ci vivo da un bel po' e, anche se non sono un "navale", nelle strutture e nelle unità di cui sopra ci sono entrato e ci passo quotidianamente.

 

Come ha specificato il CSMM -non l'ultimo dei pirla- pochi giorni fa (addirittura per tranquillizzare la città al riguardo) il Cavour andrà a Taranto DOPO il completamento e la messa a punto dei sistemi di bordo. Ed essendo passato da bordo da poco ti assicuro che ci vorranno ancora degli anni.

Link to post
Share on other sites

L'altro difetto a mio avviso è la propulsione. D'accordo, un impianto nucleare avrebbe avuto i seguenti problemi:

1)costruire un motore nucleare dopo più di 20 anni in cui non usiamo nemmeno il nucleare civile è praticamente impossibile, e sarebbe stato necessario comprarlo all'estero con tutta la manutenzione;

2)non si sarebbe mai fatto digerire all'opinione pubblica e parlamento;

3)i costi sarebbero stati esorbitanti.

 

D'altra parte però avere l'opzione nucleare (intesa come combustibile per il propulsore!), non sarebbe stato "inutile" perché come dicono alcuni, tanto non siamo una potenza oceanica, e quindi operiamo sempre vicino alla base. A parte che è falso, e una nave come la Cavour sarebbe, ed infatti non è, sprecata per rimanere solo nel mare Nostrum. Ma quello ceh conta per il nucleare è avere la possibilità per un comando operativo, anche politico in caso di occupazione della capitale, di poter operare in alto mare indisturbata anche per mesi senza dover far rifornimento. Aggiungiamo che noi il petrolio non lo abbiamo, e i nostri avversari più probabili sono proprio produttori di petrolio. Quindi avere una nave, la quale dovrebbe servire da comando, che va gasolio e ne consuma ovviamente a milioni di litri, non è il massimo se si è in guerra...

 

In futuro la Cavour potrebbe essere propulsa nuclearmente da un sistema di questo tipo:

 

Portable Nuclear Hot Tubes

 

Più sicuro, compatto ed ecologicamente accettabile di un reattore nucleare tradizionale.

Link to post
Share on other sites

cambiare l'apparato motoristico non è uno scherzo per soldi e per la logistica.

 

Per i soldi capisco ma perchè sarebbe un problema per la logistica? Una "batteria" nucleare del genere non avrebbe bisogno di supporto logistico dato che è completamente autonoma. La si collega ai motori elettrici e all'impianto elettrico della nave e va avanti per anni.

Edited by AIP
Link to post
Share on other sites

La Cavour è senza dubbio un gioiello per gli allestimenti e non mi dilungherò sui suoi pregi.

Passerò subito ai difetti, che a mio avviso sono sostanzialmente due, di carattere generale, escludendo la capacità che forse poteva essere leggermente maggiore, ma temo ci si sia scontrati con le necessità finanziarie.

Il primo è che è sola. Se viene danneggiata, o in manutenzione, rimaniamo senza niente. E non tiratemi fuori il "peppino", per favore... Ok tutti a dire che ha fatto la sua por*a figura in questi 40 anni, ma ormai è una nave anziana, ed è veramente minuscola per essere l'ammiraglia di una marina che si propone come protagonista almeno nel Mediterraneo. Inoltre non credo che il centro comando abbia le capacità di guerra elettronica anche solo vicine alla Cavour, o altre navi moderne. Quindi, credo sarebbe buona, ottima cosa, soldi permettendo, disarmarla al più presto e costruire una gemella della Cavour, se ce la si fa a farla da 35 mila tonnellate, bene, se no la faccia identica che va bene lo stesso.

 

L'altro difetto a mio avviso è la propulsione. D'accordo, un impianto nucleare avrebbe avuto i seguenti problemi:

1)costruire un motore nucleare dopo più di 20 anni in cui non usiamo nemmeno il nucleare civile è praticamente impossibile, e sarebbe stato necessario comprarlo all'estero con tutta la manutenzione;

2)non si sarebbe mai fatto digerire all'opinione pubblica e parlamento;

3)i costi sarebbero stati esorbitanti.

 

D'altra parte però avere l'opzione nucleare (intesa come combustibile per il propulsore!), non sarebbe stato "inutile" perché come dicono alcuni, tanto non siamo una potenza oceanica, e quindi operiamo sempre vicino alla base. A parte che è falso, e una nave come la Cavour sarebbe, ed infatti non è, sprecata per rimanere solo nel mare Nostrum. Ma quello ceh conta per il nucleare è avere la possibilità per un comando operativo, anche politico in caso di occupazione della capitale, di poter operare in alto mare indisturbata anche per mesi senza dover far rifornimento. Aggiungiamo che noi il petrolio non lo abbiamo, e i nostri avversari più probabili sono proprio produttori di petrolio. Quindi avere una nave, la quale dovrebbe servire da comando, che va gasolio e ne consuma ovviamente a milioni di litri, non è il massimo se si è in guerra...

 

sono tutte ottime osservazioni, ma per quanto riguarda una gemella della Cavour non la faranno mai.

il motore a propulsione nucleare da soli attualmente non possiamo costruirlo e non é detto che altre nazioni ci aiutino, negli anni sessanta stavamo progettando un sommergibile nucleare ma USA e Francia ci negarono il loro aiuto e non si fece più niente; se non ci hanno dato una mano neanche durante la Guerra Fredda perché dovrebbero farlo oggi?

 

Quello che hai detto sul gasolio è giusto ma va considerato in una ipotetica terza guerra mondiale, infatti se verremmo coinvolti in una guerra regionale il petrolio lo aquisteremmo da qualcun altro, in una guerra mondiale sarà più difficile trovare petrolio sprattutto se i nostri alleati saranno quelli attuali e se i nostri nemici saranno Russia, Cina e Golfo Persico; in quest'ultima opzione si rischierebbe di fare la fine che abbiamo fatto nella Seconda Guerra Mondiale.

Link to post
Share on other sites

Infatti capisco l'impossibilità di un motore nucleare al momento... Magari se nel 2012 riusciremo a ricostruire 4 grandi centrali di ultima generazione, forse per il 2020-2030 avremo gli specialisti necessari per costruire un reattore navale, e quell'epoca sarà ormai matura per avere una seconda grande portaerei, ormai decisamente più evoluta dell'attuale Cavour, la quale comunque potrà rimanere in servizio senza problemi almeno fino al 2040 o 2050 se adeguatamente mantenuta e aggiornata.

Link to post
Share on other sites

Infatti capisco l'impossibilità di un motore nucleare al momento... Magari se nel 2012 riusciremo a ricostruire 4 grandi centrali di ultima generazione, forse per il 2020-2030 avremo gli specialisti necessari per costruire un reattore navale, e quell'epoca sarà ormai matura per avere una seconda grande portaerei, ormai decisamente più evoluta dell'attuale Cavour, la quale comunque potrà rimanere in servizio senza problemi almeno fino al 2040 o 2050 se adeguatamente mantenuta e aggiornata.

 

Spero di non essere bacchettato dai moderatori per il doppio post ma ripeto che un reattore nucleare tradizionale tra qualche anno potrebbe non essere più necessario, visto che si stanno realizzando batterie nucleari che sarebbero di ben più facile installazione e manutenzione (anzi non richiedono nessuna manutenzione ed assistenza):

 

Portable Nuclear Hot Tubs

Link to post
Share on other sites

Per i soldi capisco ma perchè sarebbe un problema per la logistica? Una "batteria" nucleare del genere non avrebbe bisogno di supporto logistico dato che è completamente autonoma. La si collega ai motori elettrici e all'impianto elettrico della nave e va avanti per anni.

per logistica intendevo infatti che ci mancano gli specialisti e il materiale fissile

Link to post
Share on other sites

AIP un domani potrebbero essere montati reattori a fusione, scudi elettromagnetici e raggi al plasma, per ora ragioniamo su quello che sarebbe possibile fare, avendo una filiera produttiva nucleare pari ad altri paesi avanzati...

Link to post
Share on other sites

AIP un domani potrebbero essere montati reattori a fusione, scudi elettromagnetici e raggi al plasma, per ora ragioniamo su quello che sarebbe possibile fare, avendo una filiera produttiva nucleare pari ad altri paesi avanzati...

 

Le invenzioni di cui parli tu sono fantascienza cosi come è fantascienza l'idea che l'Italia con il suo budget militare ristretto, l'opinione pubblica pacifista ed anti-nuclearista, più l'ambito mediterraneo in cui deve operare la nostra marina...si doti di una portaerei a propulsione nucleare come quelle USA, per giunta considerando che anche le marine oceaniche di Francia e Gran Bretagna non adotteranno questa soluzione per le loro nuove portaerei.

 

Quella che ho linkato io è una tecnologia già esistente anche se allo stadio di prototipo che tra 10-15 anni potrebbe essere disponibile anche per utilizzo navale e che penso che sarebbe molto più facile da installare e sicura (quindi politicamente accettabile) rispetto ad un reattore navale tradizionale derivato dalle centrali nucleari civili.

 

Per adesso godiamoci la cavour a gasolio che mi sembra già un miracolo. :adorazione:

 

http://www.youtube.com/watch?v=m7tMVnPRpJ4

Link to post
Share on other sites

Le invenzioni di cui parli tu sono fantascienza cosi come è fantascienza l'idea che l'Italia con il suo budget militare ristretto, l'opinione pubblica pacifista ed anti-nuclearista, più l'ambito mediterraneo in cui deve operare la nostra marina...si doti di una portaerei a propulsione nucleare come quelle USA, per giunta considerando che anche le marine oceaniche di Francia e Gran Bretagna non adotteranno questa soluzione per le loro nuove portaerei.

 

Quella che ho linkato io è una tecnologia già esistente anche se allo stadio di prototipo che tra 10-15 anni potrebbe essere disponibile anche per utilizzo navale e che penso che sarebbe molto più facile da installare e sicura (quindi politicamente accettabile) rispetto ad un reattore navale tradizionale derivato dalle centrali nucleari civili.

 

Per adesso godiamoci la cavour a gasolio che mi sembra già un miracolo. :adorazione:

 

http://www.youtube.com/watch?v=m7tMVnPRpJ4

 

 

Mai parlato di una nave di tipo USA come una classe Nimitz, ma una nave nucleare alla De Gaulle penso proprio non farebbe schifo al nostro stato maggiore. (please non elenchiamo i soliti problemi tecnici che ha avuto questa nave, li conosco, fatto sta che ora va bene e comunque sbagliando si impara, non parliamo di costruire un natante con scafo in vetroresina, ma di una macchina estremamente complessa e le difficoltà non sono sinonimo di fallimento, ma spesso di crescita).

Link to post
Share on other sites

Piccolo Post Scriptum OT da arteriosclerosi galoppante al mio ultimo post (purtroppo non si può editare):

 

Sono proprio le selezioni per i Vfp1 ad essere spostate da Taranto ad Ancona: la cosa ha avuto molto risalto soprattutto sui giornali locali che lamentavano lo "scippo" di migliaia di poll... ehm: aspiranti reclute all'economia locale. Come detto: dove possibile si deloca.

Edited by Berty
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...