Jump to content

SR-71 Blackbird


Recommended Posts

  • Replies 374
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

E’ chiaro che, al giorno d’oggi, un SR-71 non sarebbe al sicuro nel suo “santuario” di velocità e quota. Ciò nonostante resterebbe un bersaglio “difficile”.   Il primo problema è l’avvistamento. Las

4° Distaccamento     I Blackbird visitarono l'Europa in missioni segrete dal 1974, rna solo nel 1979 ebbero un punto di appoggio permanente sulla base RAF di Mildenhall sotto il controll

Dopo aver confrontato diversi libri ed aver preso visione di alcuni documenti della CIA già da qualche anno declassificati, ho pensato di riassumere i dati sui sistemi difensivi impiegati nei velivoli

In realtà le quantità di SR-71 sono le seguenti:

 

1) A-12 : 13 COSTRUTITI - 5 PERSI

2) M-21: 2 COSTRUITI - 1 PERSO

3) YF-12A: 3 COSTRUITI - 2 PERSI

4) SR-71A: 29 COSTRUITI - 11 PERSI

5) SR71B: 2 - 1 PERSO

6) SR-71C: 1 COSTRUITO

Edited by Unholy
Link to post
Share on other sites

Ok, quindi gli sr-71a costruiti erano 29.Non lo sapevo.Però se quelli fossero quelli rimasti dovrebbero essere 18 e non 11 come nella foto.Ieri sera però guardando bene la foto ho pensato che forse quelli dietro non erano sr-71.E allora cosa sono ?

Link to post
Share on other sites

La qualità della foto non è eccezionale, ma direi che sono tutti SR-71. Uno di loro, in fondo al centro è un SR-71B.

Mica è detto che ci siano proprio tutti quelli prodotti nella foto, no?

Link to post
Share on other sites

No, io mi riferivo agli sr71.Però ho chiesto il vostro parere su i 5 in seconda fila.Mi sono spiegato male.

Non vi sembrano più piccoli degli altri ?

Edited by topgun97
Link to post
Share on other sites

Sono in prospettiva e comuque l'SR-71 è molto bello, ma non è un aereo grande, anzi...

 

Beh, non era neanche piccolino ^_^

 

Comunque la foto originale è questa: Lockheed Martin SR-71 Blackbirds on the runway, disponibile in varie risoluzioni.

 

Ps. ma le macchie che si scorgono sotto gli apparecchi sono dovute alle famose perdite di carburante che affliggevano gli SR-71 da fermo?

 

In questa foto si vedono meglio:

 

1417846404_9fdc83414d.jpg

 

Versione originale (1280 x 844): PC023-092

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Mah....bello si ma stealth no tanto...

 

Se gli hanno tirato addosso di tutto, vuol dire che non era cosi difficile individuare la sua traiettoria.

Ovvio che beccarlo e tutto un altro discorso.

 

L-u2 pesso fosse piu stealth a livello strutturale, niente timoni di coda enormi e traccia termica ridicola.

Eppure lo hanno tirato giu.

E hanno fatto l sr/71.

Il segreto del blackbird sta nella velocita.

Oltretutto quando si spia i jammer si usano solo quando vieni scoperto e poi la missione finisce li.

 

Sono piu che convinto che abbia fatto da bersaglio per parecchi sensori russi , probabilmente piu in orbita che posti a terra.

Non sapevo che avesse un radar ad apertura sintetica, forse e questa la cosa piu fantasmagorica per l epoca

Link to post
Share on other sites

Mah....bello si ma stealth no tanto...

 

Se gli hanno tirato addosso di tutto, vuol dire che non era cosi difficile individuare la sua traiettoria.

Ovvio che beccarlo e tutto un altro discorso.

 

L-u2 pesso fosse piu stealth a livello strutturale, niente timoni di coda enormi e traccia termica ridicola.

Eppure lo hanno tirato giu.

E hanno fatto l sr/71.

Il segreto del blackbird sta nella velocita.

Oltretutto quando si spia i jammer si usano solo quando vieni scoperto e poi la missione finisce li.

 

Sono piu che convinto che abbia fatto da bersaglio per parecchi sensori russi , probabilmente piu in orbita che posti a terra.

Non sapevo che avesse un radar ad apertura sintetica, forse e questa la cosa piu fantasmagorica per l epoca

 

 

 

Curiosità del Blackbird con dei punti culminanti operativi:

 

3.551 Sorties di missione volato

17.300 Sorties totali volati

11.008 ore di volo di missione

53.490 ore totali di volo

2.752 ore di Mach 3 Tempo (missioni)

11.675 ore di Mach 3 Tempo (totale)

 

L'ultimo volo fu eseguito il 9 ottobre 1999 dal SR-71 (#61-7980/NASA 844)

Edited by matteo16
Link to post
Share on other sites

l' SR-71 black bird non fu mai abbatuto perche poteva volare a 26.000m a 3500km/h e per l' epoca i missili non riuscivano a starci dietro,e qualcuno pensa di riattivarlo per avere un ricognitore tatico perche i satelliti non possono fare ciò che fa un aereo.

OT(l' u2 fu abbututo perche si guasto un motore e scese di quota e fu abbatuto)OT

Link to post
Share on other sites

@Matteo16: dovresti proprio rivedere tutto il tuo topic, correggerlo in modo da renderlo leggibile e citarne le fonti. Nel fare questo, copiatelo da qualche parte, cancellalo dal forum, e poi torna con la versione rivista e corretta.

Così non può stare sul forum, mi spiace. Io non la tocco ancora, ma non per molto, poi cestino tutto quindi dovresti agire in fretta.

Attendo una tua conferma.

Link to post
Share on other sites

@Matteo16: dovresti proprio rivedere tutto il tuo topic, correggerlo in modo da renderlo leggibile e citarne le fonti. Nel fare questo, copiatelo da qualche parte, cancellalo dal forum, e poi torna con la versione rivista e corretta.

Così non può stare sul forum, mi spiace. Io non la tocco ancora, ma non per molto, poi cestino tutto quindi dovresti agire in fretta.

Attendo una tua conferma.

 

A mio modestissimo parere sarebbe molto meglio evitare post così lunghi composti con argomenti conosciutissimi e comunque facilmente reperibili sul web o su libri e riviste specializzate.

Sarebbe forse più utile concentrarsi su argomenti specifici riguardanti l'operatività e/o la tecnologia del velivolo per sviscerare aspetti meno conosciuti ma assai più affascinanti della ormai conosciutissima storia ufficiale della macchina.

Ad esempio qualcuno sa qualcosa sulle modalità di impiego dell' A50, ossia sulla percentuale di Cesio utilizzata come additivo, unitamente la TEB, nel JP7 che alimentava i P&W J58 dell'SR-71? :)

Link to post
Share on other sites

l' SR-71 black bird non fu mai abbatuto perche poteva volare a 26.000m a 3500km/h e per l' epoca i missili non riuscivano a starci dietro,e qualcuno pensa di riattivarlo per avere un ricognitore tatico perche i satelliti non possono fare ciò che fa un aereo.

OT(l' u2 fu abbututo perche si guasto un motore e scese di quota e fu abbatuto)OT

 

Si però ocio che l'SR-71 aveva un profilo di missione che in genere lo teneva fuori portata dalle armi terra-aria nemiche, specie quando usava le scansioni laterali. Calcola una semisfera: io ci posso volare attorno e perfino sopra senza entrarci direttamente.

Edited by Hobo
Link to post
Share on other sites

Gli SR-71 avevano un certo numero di caratteristiche per ridurre la sua RCS. I primi studi della tecnologia dei radar ha sembrato indicare che una figura con i lati appiattiti e affusolati rifletterebbe maggiormentela traccia sul radar. Per diminuire la traccia radar sono stati aggiunti i chines(bordi taglienti che raccordano il lato destro e sinistro del muso e lungo i lati della fusoliera)e smussando i piani di comando verticali verso l'interno. I speciali materiali radar-assorbenti che sono stati incorporati nelle sezioni a forma di dente di sega del velivolo, così come cesio- additivi usati nel combustibile per ridurre la visibilità del calore dello scarico sul radar.

 

L'efficacia generale di questi progetti ancora è dibattuta; Johnson successivamente dedusse che la tecnologia russa del radar stava avanzando più velocemente della tecnologia anti-radar.

L' SR-71 ha fatto i primi anni di ricerca approfondita sulle odierne tecnologie possibili dello stealth e malgrado gli sforzi migliori della Lockheed, l' SR-71 era ancora facile da rintracciare dal radar ed aveva un enorme infrarosso quando volava a Mach 3.2 o più. Era visibile al radar di traffico per centinaia di miglia. Le caratteristiche di volo del SR-71 lo hanno reso quasi invulnerable durante il relativo tempo di impiego; nessuno è stato abbattuto,con oltre 4.000 tentativi di abbattimento .

Edited by matteo16
Link to post
Share on other sites

il blackbird è mai stato impiegato come "bersaglio" per esercitazioni di intercettazione,oppure contraerea? non ricordo dove,ma in certe dichiarazioni sembrerebbe di sì

 

Si. Ha fatto da bersaglio per i caccia F-14 ed F-15. La rotta era mantenuta costante, la quota era inferiore alla massima e non si impiegavano ECM. Anche così l'intercettazione era difficilissima. I computer dei caccia hanno richiesto la riprogrammazione dei "gate" per poter tracciare un bersaglio così veloce. Anche allora, e in salita lanciata, spesso i missili simulati non raggiungevano in tempo la quota del ricognitore. Quando finalmente un F-15 ha ottenuto 4 centri su 4 lanci, un equipaggio di SR-71 ha effettuato, per prova, una piccola virata (inclinazione di soli 10°): i missili del secondo F-15 sono andati a vuoto...

Edited by Gian Vito
Link to post
Share on other sites

Dopo aver confrontato diversi libri ed aver preso visione di alcuni documenti della CIA già da qualche anno declassificati, ho pensato di riassumere i dati sui sistemi difensivi impiegati nei velivoli A-12 ed SR-71. E’ quanto di meglio sono riuscito, per ora, a reperire.

 

L’A-12 nel 1968 era equipaggiato con il Pin Peg, un sistema RWR “tarato” per rilevare e localizzare (approssimativamente) il radar Fan Song sulle frequenze 2,8-3,2 GHz (banda S) e 4,8-5,2 GHz (banda C). Il ricevitore attivava due sistemi di disturbo.

 

Il primo era il Blue Dog (e la variante Blue Dog II) che disturbava il sistema di guida terminale dei SA-2 in banda L (690-925 MHz) con una potenza di 20 KW. Era in grado di affrontare numerosi missili (27) come dimostrato in Viet Nam dove, in più di una occasione, ha depistato fino a 9 SA-2 contemporaneamente. Ricevuto il segnale lo ritrasmetteva creando falsi segnali.

 

Il secondo sistema poteva comprendere, a scelta, un ingannatore angolare Mad Moth che disturbava le bande S e C con tecniche RGPO (vedi “Attacco elettronico”) e potenza di 500W o un disturbatore Big Blast. Quest’ultimo, attivato automaticamente da Pin Peg o da Blue Dog, generava disturbo di sbarramento (Barrage) e inganno sulle stesse frequenze rilevate dal Pin Peg su di una bandwidth di 200 MHz, negando ai Fan Song il rilevamento della distanza. La potenza media, pari a quella di picco, era di 200W in banda S e 400W in banda C.

 

Attorno al 1972 il Blue Dog ed il Big Blast sono stati radiati, lasciando in servizio l’RWR Pin Peg assieme al System 13C modello D (ingannatore tipo Mad Moth migliorato con potenza doppia).

La dotazione non comprendeva difese contro gli intercettori, presumibilmente perché non erano ritenuti una minaccia reale. L’A-12 volava a quote medie più elevate e a velocità superiore a quella del successivo SR-71.

 

I dati sulla dotazione dell’SR-71 sono meno definiti.

Nel 1967 il velivolo era stato equipaggiato con un rilevatore panoramico di allarme lancio missili APR-27 (bande S e C) che attivava automaticamente i sistemi difensivi. Questi comprendevano:

 

un disturbatore non meglio identificato in grado di generare rumore e falsi segnali nel lobo principale dei radar di acquisizione dei SA-2, con una potenza di 3 KW in banda S e 10 KW in banda C.

 

Il System 13C da 1 KW per inganno angolare, che disturbava le bande S e C con tecniche di “Side Lobe Jamming”.

 

E, finalmente, un sistema ausiliario CFAX operante in banda X (I-J), con una potenza di 1 KW, che operava contro i radar d’inseguimento dei SA-3 e degli intercettori, generando falsi segnali, inganni angolari e tecniche Countdown.

 

Da notare che il trasporto di tutti i dispositivi precludeva l’impiego di alcune stive, così era necessario sbarcare una macchina da ripresa o un sistema ELINT.

Questo equipaggiamento, adottato solo come misura temporanea, si è rivelato molto efficace.

I sistemi ECM impiegati erano contraddistinti dalla sigla DEF seguita da un codice alfanumerico progressivo (A, A2, A2C, B, C, C2, E, F,G, H e M). Operavano su differenti frequenze e venivano montati a seconda delle minacce previste.

 

Nel 1969 è entrato in servizio il sistema E, seguito nel 1970 dagli F e G, affiancati nel 1972 dal SEBER (Special ELINT Beacon Receiver), specifico per i SA-2.

 

Nei venti anni successivi i sistemi DEF A e C sono stati migliorati con le varianti A2 e C2 e poi integrati con i DEF H ed M.

 

Negli anni ’90 il Blackbird era dotato di due principali sistemi difensivi:

 

il DEF H, disturbatore tra i più potenti del periodo, aveva 2 ricevitori (hi-band e lo-band) e 2 sistemi trasmittenti con 4 antenne totali di disturbo. Era impiegato contro i SAM.

 

Il DEF A2C, migliorato e riprogrammabile disturbava i radar aerei, con 2 ricevitori anteriori per la copertura dei quadranti destro e sinistro e 2 antenne trasmittenti in banda I/J. Le tipiche tecniche adoperate erano “gate stealer” (RGPO/VGPO).

 

E per l’infrarosso ? Si è ipotizzato l’impiego di un disturbatore infrarosso ma di un dispositivo del genere non c’è traccia. In ogni caso i sistemi del tempo ben difficilmente avrebbero potuto nascondere l’enorme traccia IR. Ma lo stesso additivo Panther Piss A50 al cesio impiegato per la riduzione della traccia radar della scia, era altrettanto efficace contro i sensori infrarossi che perdevano l’aggancio con facilità.

Edited by Gian Vito
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

GianVito,

 

complimenti per il lavoro di analisi che in gran parte non conoscevo.

 

Volevo puntualizzare alcuni aspetti della cancellazione del progetto:

 

1) L'enorme costo di gestione, non tanto dell'SR in se ma di una struttura di eccellenza che considera il personale di terra, le K-135Q l'elevatissimo costo della manutenzione

2) L'elevato costo di produzione dello JP-7 ed il mantenimento dei depositi di stoccaggio

 

Il price-tag orario dell'SR, nel 1990, fu calcolato attorno a 200.000 USD l'ora, circa 10 volte ( alcuni generali americani dicono 20 volte ) quella di un F-15;

l'amministrazione Clinton per questo cancellò il progetto.

 

Ci sarebbe un'infinità di anneddoti, storie ( celebre il quasi abbattimento sul golfo di Hormuz di un SR nel 1981 ), aspetti tecnici incredibili da raccondare su questo fantastico aereo.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...