Jump to content

Agusta BA609


Recommended Posts

si tinto un acquisto per salvare gli investimenti e i posti di lavoro ,simile agli am-x di pre serie ma non per questo un qualcosa di cui andare fieri .

di questi tempi poi ,non credo che ne acquisteranno molti , se non quelli per il 31°stormo

 

han fatto benissimo a investire in formule innovative ,ma da essere risk sharing partner a fare da parafulmine non appena Bell vede la mala parata ,ce ne passa

Edited by cama81
Link to post
Share on other sites
  • Replies 205
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Tragico incidente. Condoglianze alle famiglie dei due piloti.   E’ un brutto colpo per questo innovativo e impegnativo programma, che faticosamente stava procedendo nel lungo percorso verso l’ingres

Su FlightRadar24 è possibile trovare una registrazione degli ultimi minuti del N609AG, almeno come trasmessi dal transponder di bordo http://www.flightradar24.com/data/airplanes/n609ag/#7d79042   P

Il terzo prototipo è quasi pronto.   http://www.leonardocompany.com/-/aw609-ground-run   Forse è interessante notare una sostanziale differenza rispetto al V-22 che credo non sia mai stata sottoli

C'è chi sostiene che, non appena disponibile, si scatenerà la corsa da parte dei vari servizi di stato per acquistarne, si ipotizza, almeno 50 esemplari ....

acuisiranno degli esemplari per quale scopo?? trasporto?

Link to post
Share on other sites

Beh cama non credo che si siano lanciati a pesce nel progetto senza aver valutato prima i possibili ritorni. Alla fine AW è pur sempre una spa, anche se partecipata dallo stato tramite Finmeccanica.

 

La cosa importante è che non si trasformi in un buco nero per i soldi dei contribuenti, ma non credo, anche perchè la maggiorparte dei costi di R&D (veramente ingenti) sono stati pagati dal tesoro statunitense, Agusta sta perfezionando il tutto e si limiterà ad investimenti per le strutture di test e certificazione, di lì in poi sarà tutta questione di marketing. Nel settore business la macchina potrebbe andare forte, molto più dei concorrenti, anche grazie alle sue linee più aggraziate, che in un settore dove l'immagine conta molto non è poco.

Link to post
Share on other sites

Ma c'è anche chi non si compiace ....

 

http://goo.gl/t6RDD

 

1zb9mdd.jpg

 

 

Questo spiega tante cose .... guai ad invadere il loro orticello (VH-71A docet) ....

 

Ma di che si lamentano? La prima quota del 609 l'hanno ceduta in cambio della parteciapzione al 139, e poi non capisco ancora perché (meglio per Agusta), se ne sono usciti. Bella cazzata, ancora non hanno un prodotto competitivo in quel segmento.

Link to post
Share on other sites
  • 6 months later...

AW609 .... "We are now in full control" ....

 

HELI-EXPO: AgustaWestland prepares AW609 for certification tests 

 

By: Stephen Trimble (Dallas) - 15 hours ago

 

Source: qxui6q.jpg

 

 

AgustaWestland has unveiled a new facility in Arlington, Texas, to house the first prototype of the freshly renamed AW609 civil tiltrotor as it prepares for airworthiness certification tests to start within a year.

 

The unveiling allowed the Anglo-Italian helicopter maker and Finmeccanica subsidiary to assert its authority over the programme's future, three months after Bell Helicopter accepted a demotion from being a full partner to a parts supplier.

 

"We are now in full control," Bruno Spagnolini, chief executive of AgustaWestland, told reporters at the company's annual press conference on the eve of the HELI-EXPO convention.

 

Bell and AgustaWestland had worked for more than a decade as partners to design and start testing the former BA609, but the US airframer's interest in the project began to wane a few years ago.

 

AgustaWestland, however, considers the civil tiltrotor a strategic priority. The company is already working on a second generation design under development funding awarded by the EU.

 

But, first, AgustaWestland is still focused on making the AW609 a successful product, despite several years of delay that have raised concerns about unit costs. A decade ago, Bell promised to deliver an 11-seat civil tiltrotor, including two crew seats, for $10 million a copy.

 

AgustaWestland will not provide updated unit cost estimates.

 

But company officials have adopted a new market strategy. The AW609 has been re-aimed at the high-end oil and gas market for vertical-lift aircraft. Bell's strategy had been focused on the broader transport market, where the tiltrotor would compete against similarly sized, fixed-wing turboprops costing $5 million.

 

AgustaWestland claims the AW609, which cruises at 275kt (509km/h), has attracted more than 80 purchase commitments, with customers who value vertical lift and speed.

 

To enter service on schedule in the first half of 2016, however, the AW609 must become the first tiltrotor to receive a civil airworthiness certification.

 

AgustaWestland is building the third and fourth AW609 prototypes in Italy, but chose to base certification testing in Texas. The US Federal Aviation Administration has been working on the previous Bell/Agusta joint venture for several years, developing experience with the tiltrotor's unique certification requirements.

 

In April, AgustaWestland expects the FAA and the European Aviation Safety Administration (EASA) to issue the first package of airworthiness requirements aimed at the autorotation capability of the tiltrotor.

 

Link to post
Share on other sites

Infatti, basta leggere la conclusione dell'articolo americano:

 

AgustaWestland officials, who have paid far more than Bell in recent years to keep the BA609 program alive, say they'll happily try to capitalize on the investments made by Bell and U.S. taxpayers.

 

Read more here: http://www.star-telegram.com/2011/07/15/3225094/bell-helicopters-sale-of-program.html#storylink=cpy

 

Cioè, Agusta Westland ha pagato soldi veri a Textron, Bell ha scaricato tutto sul governo... Se non è un aiuto di stato questo... Altro che Boeing-Airbus

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Leggendo la discussione sul V-22 mi è venuto in mente che tempo fa lessi su RID a proposito di un interessamento statunitense per un possibile utilizzo

di un derivato dell'AW-609 (allora ancora BA-609) come piattaforma armata per missioni di supporto aereo e per la scorta dell V-22.

Credo proprio non se ne sia fatto nulla, ma la mia domanda è: ritenete possibile che un adeguato convertiplano in futuro possa sostituire un elicottero da combattimento come l'Apache o il Cobra?

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

I convertiplani hanno un bel po' di problemini a compiere determinate missioni, tanto per citarne uno la segnatura frontale degli enormi rotori... Si pensava in passato (e torna a pensarci ora soprattutto Sikorsky) a bestie del genere:

 

231175196vkJzqU_ph.jpg

 

...ma se si è desistito ci saranno stati buoni motivi, tanto buoni da prevalere sui vantaggi, lascio la parola ai più esperti in merito. Certo la speranza è l'ultima a morire, di sicuro se si riesce a trovare delle soluzioni in grado di far dimenticare difetti e complessità di certe formule i vantaggi sono enormi, ed il FBW potrebbe giocare un ruolo chiave, così come ha fatto nel campo della supermanovrabilità dei caccia.

Link to post
Share on other sites

L'unico vantaggio del convertiplano è la velocità (unita all'autonomia superiore a quella dell'elicottero). L'Apache era un distruttore di carri sovietici, il Cobra una gunship di scorta agli Hueys, usata poi con successo per l'appoggio ravvicinato dei Marines: in questi campi, velocità e autonomie da aeroplano passano in secondo piano perchè allora, se ce n'è bisogno, si passa direttamente al cacciabombardiere, o all'A-10 per chi ce l'ha.

Edited by Vultur
Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Ieri sul tg5 hanno parlato del convertiplano dell'agusta.

 

Mentre che vedevo le immagini mi è venuta in mente una cosa che non so se sia tecnicamente fattibile: E' possibile farne uno che riesca a sollevare almeno 10/12 tonnellate di carico utile? Ovviamente parlo di un modello molto più grosso.

 

Se si potesse fare si potrebbe creare una versione awacs e una di piccola cisterna riforimento (4/5 rabbocchi di f35) imbarcabile sul cavour. In pratica ci si potrebbe dotare di forze imbarcate completamente autonome.

Link to post
Share on other sites

Ieri sul tg5 hanno parlato del convertiplano dell'agusta.

 

Mentre che vedevo le immagini mi è venuta in mente una cosa che non so se sia tecnicamente fattibile: E' possibile farne uno che riesca a sollevare almeno 10/12 tonnellate di carico utile? Ovviamente parlo di un modello molto più grosso.

 

Se si potesse fare si potrebbe creare una versione awacs e una di piccola cisterna riforimento (4/5 rabbocchi di f35) imbarcabile sul cavour. In pratica ci si potrebbe dotare di forze imbarcate completamente autonome.

Ma l'AW609 mi pare che stia a pelo nel hangar del Cavour, uno piu grosso non ci sta.

Certo come piccolo AWACS con gli stessi ingombri del AW609 per la filiera delle CVL potrebbe essere interessante.

 

Probabile che per il Radar il problema potrebbero essere le eliche grandi ....

Link to post
Share on other sites

se si pensa ad un radar classico con sezione a disco penso che non sarebbe fattibile per i rotori basculanti in posizione verticale, pero un radar di tipo piano da mettere sulle fiancate in stile G550 AEW oppure sopra come nel Saab 340 AEW&C (pero rimarrebbe lo stesso il problema del''ingombro del rotore come nel radome a disco) o in una configurazione in stile sentinel (Raytheon Sentinel).......

pero rimane lo stesso il problema dei rotori e del radar che non penso siano una configurazione molto appropriata

Edited by Brando
Link to post
Share on other sites

Il V-22 nell’hangar del Cavour penso proprio che ci potrebbe entrare, d’altra parte l’ala ruota lungo la fusoliera e i rotori si ripiegano in modo che l’altezza massima sia quella delle derive e cioè poco più di 5 metri mentre l’hangar è alto oltre 7 metri...

Per questo convertiplano si era parlato anche di una variante AEW e anche di una da rifornimento in volo, con un certo occhio alle esigenze della Royal Navy che aveva optato (inizialmente) per una nuova classe di portaerei STOVL.

Il radar sarebbe stato un AESA collocato in un radome dorsale fisso. I rotori non sarebbero stati un problema per il radar, come non lo sono per l’EC-2. Basta filtrarne l’eco via software.

 

faq38h11.jpg

 

Ovviamente non se n’è fatto niente, visto che chi ha portaerei convenzionali usa l’E-2, mentre chi non le possiede a malapena ha i soldi per adattare un elicottero a questo ruolo e non certo per sviluppare una versione dedicata di un velivolo già molto costoso.

E infatti per l’Italia il problema non si pone proprio visto che da tempo ha acquistato 4 AW-101 AEW.

 

Comunque è inutile farsi troppe illusioni. L'Italia in questo momento sta pensando a tagliare i costi, non certo a sviluppare mezzi che non gli servono e che nessun altro al momento ha intenzione di mettere in linea.

Edited by Flaggy
Link to post
Share on other sites
  • 6 months later...

Nuove informazioni sul "609" ....

 

The other big development for AgustaWestland on the civil side is the AW609. The twin-engined tiltrotor was conceived in the 1990s as a Bell-Boeing project before Agusta took a share. The Italian company then inherited the programme - then called the BA609 - 12 months ago. However, with the project in limbo since the partnership effectively ended six years ago, the transition has been agonisingly slow.

 

Progress is now firmly under way. Integrated teams of AgustaWestland and Bell engineers - the latter working under sub-contract - are working on systems at the Italian company's Cascina Costa headquarters as well as AgustaWestland's facility at Arlington, Virginia. Another team of 150 is based in Fort Worth, Texas. Two prototypes have flown more than 700h, with a third and fourth to join the flight-test programme in 2013 and 2014 respectively.

 

With such a complicated and lengthy gestation, one hurdle has been the transfer of intellectual property between Bell and AgustaWestland. Bell, for instance, still owns the IP to the rotor blade technology, which must be licensed by its former partner. "We now have a roadmap for the handover of the IP," says programme manager Clive Scott.

 

Even though certification is not expected before 2016, Spagnolini insists AgustaWestland will retain the market edge over competitors Eurocopter and Sikorsky, both of which have flown high-speed, "compound" designs - although neither the X3 or X2 are conventional tiltrotors like the AW609. "We are still closest to certification," he says. "Other concepts will require 10 years to become a product. That gives us enough time to mature the AW609."

 

Uncertainty surrounding the project has meant there are no firm commitments for the aircraft. However, Spagnolini says "it is starting to receive interest" from the oil and gas, search and rescue and police markets. "When it gets closer to certification, I'm sure there will be momentum. The original plan was for 400 to 500 orders and we are sticking to that," he says. "We expect to put on to the market a product that is a much more advanced helicopter."

 

Fonte .... http://www.flightglobal.com/news/articles/in-focus-agustawestland-exploits-buoyant-civil-helicopter-market-378588/

Link to post
Share on other sites

Quest'estate a varese si è visto in volo molte volte! non è male come velivolo, nel bellissimo museo di Volandia c'è un modello per trasporto vip in mostra statica!

Veramente eccezionale, da quanto sò la Bell si è ritirata dal progetto.

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Futuri sviluppi ....

 

Bigger and better in the pipeline ....

 

AW envisions development of a larger second-generation variant of the AW609 which will have greater range and payload – an all-up weight of around 10 tonnes, and capable of carrying about 20 passengers. Perhaps even more importantly, this future large tiltrotor will have the capability to fly outside regular air traffic routes, which will make the most of its performance. This will be made possible by new air traffic management procedures enabled by satellite-based monitoring and a future generation of avionics that will focus on flying the aircraft autonomously, outside of the current restrictions imposed by ground-based infrastructure.

 

AW executives are convinced that bigger tiltrotors will be developed, as future vertical lift needs will inevitably be driven by requirements that only tiltrotor can provide: increased performance, new operating areas, increasing airspace restrictions as civil traffic increases, and environmental regulation.

 

If they are right, they will have won a head-start of such magnitude that competitors will find it difficult to catch up.

Fonte .... un ben più ampio articolo .... http://www.defense-aerospace.com/articles-view/feature/5/140692/aw-completes-aw609-tiltrotor-takeover.html

 

314cmma.jpg

Link to post
Share on other sites

Interessante (specie per i dettagli su come procede lo sviluppo e il trasferimento di know-how) ma non parlano di ERICA, eppure mi risultava che la macchine più grande dovesse essere basata su questo concetto in sviluppo da ormai una decina d'anni, piuttosto diverso da quello del 609. Vedremo, entro un anno dovrebbe partire il progetto europeo che dovrebbe supportarne lo sviluppo tecnologico della nuova macchina, se son rose fioriranno, intanto ne accenna la visione per il 2050 di ACARE

 

Mio Link

 

quando parla appunto della possibilità di effettuare missioni di trasporto passeggeri regionale con nuove procedure che sganciano elicotteri e tilt rotor dal controllo del traffico attuale.

Link to post
Share on other sites
  • 6 months later...

AW609 .... certificazione rinviata al 2017 ....

.... La causa ? .... in parte le migliorie da apportare al progetto originale ....

 

AgustaWestland AW609 certification slips to 2017 ....

 

Certification of the AgustaWestland AW609 tiltrotor has slipped to 2017 as the Anglo-Italian helicopter manufacturer wrestles with an ambitious development programme and regulatory uncertainty over how to approve a concept never previously used for civil applications.

 

Fonte .... http://www.flightglobal.com/news/articles/agustawestland-aw609-certification-slips-to-2017-386896/

Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

A proposito delle migliorie aerodinamiche ....

 

AgustaWestland AW609 TiltRotor Aerodynamic Improvements Set To Boost Performance ....

 

AgustaWestland, a Finmeccanica company, is flight testing a number of aerodynamic improvements that will boost the performance of the AW609 TiltRotor.

On the 25th July 2013 AgustaWestland undertook the first flight of a modified vertical tail fin on AW609 TiltRotor prototype #2 at its Cascina Costa flight test facility in Italy.

 

Fonte .... http://www.agustawestland.com/news/agustawestland-aw609-tiltrotor-aerodynamic-improvements-set-boost-performance

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Aggiornamenti .... da "FlightGlobal.com" ....

 

"AgustaWestland tests enhancement package on AW609" .... http://www.flightglobal.com/news/articles/agustawestland-tests-enhancement-package-on-aw609-390534/

 

"AgustaWestland details AW609 enhancements" .... http://www.flightglobal.com/news/articles/agustawestland-details-aw609-enhancements-390585/

Link to post
Share on other sites

Se si pensa che l’AW-609 sia nato in contemporanea con l’AW-139 (che ormai è stato prodotto in centinaia di esemplari e ha generato un’intera famiglia di elicotteri), si capisce come lo sviluppo di questo convertiplano sia stato travagliato.

E’ però un velivolo realmente innovativo, che può portare la variegata proposta AW a un livello di completezza che nessuna altro costruttore può mettere in campo.

 

Se ciò che si vuole è un mezzo relativamente veloce, in grado di decollare e atterrare verticalmente, la soluzione del convertiplano sembra quella vincente, perché il maggior consumo nel volo a punto fisso, dato dal ridotto diametro dei motori e dal peso morto costituito dall’ala, è limitato a un tempo molto breve, mentre la configurazione generale è decisamente più favorevole al volo di crociera rispetto a quella di un elicottero compound che ritrova sul suo grosso rotore le stesse inefficienze dell’elicottero (e a punto fisso qualche complessità in più rispetto all’elicottero…)

 

I limiti prestazionali dell’elicottero sono noti da tempo e solo il convertiplano finora si è dimostrato in grado di superarli nettamente.

L’Osprey sta raggiungendo la maturità e raccogliendo l’apprezzamento che merita, ma hanno remato contro il costo elevato e una certa riluttanza a comprendere che limitazioni e pregi non lo ponevano come un’alternativa all’elicottero ma come un velivolo ad esso complementare.

 

In realtà ogni prodotto innovativo deve affrontare una discreta dose di problemi e di detrattori sempre pronti a cavalcarli.

In un ufficio tecnico si dice spesso che chi non propone soluzioni è parte del problema (e lì certi cagadubbi sarebbero utili come un’epidemia di dissenteria), ma è innegabile che un nuovo progetto debba affinarsi anche per rispondere alle critiche esterne e i convertiplani ne hanno subite parecchie…

 

AW con questa lunghissima fase di messa a punto si propone quindi di arrivare sul mercato con un prodotto convincente e d’altre parte gli incidenti che hanno funestato il suo precursore militare sarebbero assolutamente inaccettabili per un velivolo civile che osa per primo arrivare dove è arrivato l’AW-609.

D’altra parte il know how così creato vale molto di più dei soldi spesi nello sviluppo del singolo prodotto, perché si è creata una generazione di professionisti in grado di fare qualcosa di nuovo.

Indispensabile per il futuro di una azienda e di un paese alimentare continuamente ricerca e sviluppo.

 

Ferma restando una certa limitazione nelle dimensioni della cabina (il mezzo è piccolino), questi interventi sono volti ad alleggerire il velivolo e a ridurne la resistenza. Entrambe le cose aumentano l’efficienza di un mezzo che intrinsecamente non può competere con un elicottero in hovering e nemmeno con un aereo in crociera, ma che è in grado di surclassare entrambi in una parte di inviluppo di volo in cui semplicemente questi non osano andare.

 

Ciò che si vuol fare è allargare il più possibile la nicchia di mercato in cui inserire il velivolo fra aerei ed elicotteri, senza la pretesa di sostituirsi agli uni o agli altri.

Edited by Flaggy
Link to post
Share on other sites

Condivido in pieno, occorre avere delle menti lungimiranti, e per fortuna qualcuno in AW ancora ci pensa al futuro.

:adorazione:

Forse quello che manca ad AW e di avere competenze anche sulle Tubine per Elicotteri/Turboprob per Convertiplani o Aerei, e comunque un settore industriale importante.

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

AW609 .... progressi attuali e sviluppi futuri ....

 

AW609 tiltrotor progresses as AgustaWestland eyes future ....

 

Even as AgustaWestland continues to refine the performance of its developmental AW609 civil tiltrotor, the airframer is considering its future plans for the design.

Clive Scott, programme manager for the AW609, says it could easily increase the size of the aircraft, which can presently accommodate nine passengers.

“The design is inherently scalable, which arguably is not the case with some of our competitors.

 

Fonte .... http://www.flightglobal.com/news/articles/aw609-tiltrotor-progresses-as-agustawestland-eyes-future-392315/

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...