Jump to content

Recommended Posts

  • Replies 133
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Mentre tu sei vittima di un certo tipo di pensiero malcelato che da del Criminale a una frangia di persone inesistenti, poiché gli “immigrazionisti” non esistono, esiste solo chi è favorevole a non la

ci spieghi, a parole tue, come diavolo si fa a scegliere la Russia, oggi, da italiano, nel 2021?   come si sostanzierebbe questo gioco coloniale sulla povera patria nostra? tralasciamo, pe

io ci porterei i razzisti no vax fuori dall'Europa. Fanno molti più danni dei migranti, sono una zavorra per lo sviluppo del continente e appartengono ad una cultura incompatibile con la mia.

Posted Images

si è un Oscar II... che poi davvero fu impiegato (era lo sfortunato Kursk) in Mediterraneo per ombreggiare il CBG della Roosevelt, durante Allied Force.

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

La Nato insiste sulla minaccia russa ma dimentica il “Fronte Sud”  from InsideOver

Quote

Il Mediterraneo dimenticato

Però Stoltenberg dimentica che il “Fronte Sud” non è rappresentato solo dalla Turchia, anche se per via dell’attuale situazione di “tensione” all’interno dell’Alleanza proprio per il comportamento di Ankara (S-400, Mediterraneo Orientale, Libia) è comprensibile che, a livello comunicativo, dovesse citarla per raffreddare il clima. Il “Fronte Sud” della Nato, così come quello dell’Europa, è in un altro continente, nel Nord Africa, ed è imperniato nel Mediterraneo. Solo poche parole sono state spese dal segretario Stoltenberg per quanto riguarda il Sahel – da cui provengono i flussi migratori ma anche minacce terroristiche, e la Francia lo sa bene – o per la questione libica, sbrigativamente risolta con un generico riferimento all’Onu e al nuovo governo di Tripoli.

ma qui un passaggio frutto di una retorica anti russa che porta a distorce completamente i fatti:

Quote

Non bisogna fraintendere: in Crimea e nel Donbass c’è stata una vera e propria aggressione da parte di Mosca (una riuscita bene, l’altra no),

ma questa è un'altra storia

Edited by Yuri Gagarin
Link to post
Share on other sites

Trimestre da record .... per gli arrivi di clandestini from Il Paragone

Quote

Dal primo gennaio a ieri (7aprile) sono sbarcati 8.465 migranti. Si tratterebbe del 199% in più rispetto allo stesso periodo del 2020 (quando ne sono sbarcati 2.828) con il secondo governo Conte e Lamorgese al Ministero dell’Interno. E di ben il 1.491% in più rispetto ai primi tre mesi del 2019 (quando ne sono sbarcati 532) con il primo governo Conte e Salvini al Viminale.

 

Link to post
Share on other sites

Forse mi sbaglio , ma la grande stampa / media / ecc.  diceva che Draghi era stimato in tutto il mondo.

Da : " Di Maio ... ecc. "

" ...L’Italia si presenta al mondo con un premier come Mario Draghi che può certamente avere un peso specifico notevole nelle trattative con i poteri che contano. ... "

Mi sbaglio ? 

Edited by engine
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

secondo me prima di essere una questione di uomini è una questione di politiche, e quella italiana lascia un po' a  desiderare.

abbiamo chinato il capo quando londra e parigi hanno deciso di eliminare gheddafi, abbiamo fatto finta di nulla quando la turchia si è insediata a tripoli ( anche parigi a dire la verità ), abbiamo fatto finta di nulla quando la marina turca ha sparato su una nave italina, abbiamo chinato il capo quando haftar ha rapito un peschereggio italiano, ci siamo rivolti al sultano per liberare una stronzetta nel corno d'africa, ci facciamo pischiare in testa dalle ONG ed invadere da orde di clandestini; oramai è tardi per poter recuperare credibilità nel mediterrano, ci dovremmo prima liberare de LEuorpa, poi della nato ed alla fine anche degli usa, ma la vedo un po' difficile, anzi draghi serve solo a garantire washington e bruxelles che questo non succeda.

Edited by Yuri Gagarin
Link to post
Share on other sites

Le politiche le fanno  gli uomini e le loro idee.
Vero che Conte non era nessuno , ma Draghi continua a ragionare come un europeo funzionario di banca ; non è un politico o , se lo è , la sua visione non è chiara ( per contro quella di Trump era chiarissima anche se espressa in modo rozzo e brutale ) .

Se fosse un politico , quell'uscita su Erdogan non l'avrebbe fatta , soprattutto avendo le pistole scariche.

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, engine ha scritto:

Se fosse un politico , quell'uscita su Erdogan non l'avrebbe fatta , soprattutto avendo le pistole scariche.

è stata una uscita talmente strana che potrebbe far pensare a che dietro c'è qualcosa, ma l'uscita sui psicologi mi lascia pensare che non sia proprio adatto al ruolo.

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Yuri Gagarin ha scritto:

secondo me prima di essere una questione di uomini è una questione di politiche, e quella italiana lascia un po' a  desiderare.

abbiamo chinato il capo quando londra e parigi hanno deciso di eliminare gheddafi, abbiamo fatto finta di nulla quando la turchia si è insediata a tripoli ( anche parigi a dire la verità ), abbiamo fatto finta di nulla quando la marina turca ha sparato su una nave italina, abbiamo chinato il capo quando haftar ha rapito un peschereggio italiano, ci siamo rivolti al sultano per liberare una stronzetta nel corno d'africa, ci facciamo pischiare in testa dalle ONG ed invadere da orde di clandestini; oramai è tardi per poter recuperare credibilità nel mediterrano, ci dovremmo prima liberare de LEuorpa, poi della nato ed alla fine anche degli usa, ma la vedo un po' difficile, anzi draghi serve solo a garantire washington e bruxelles che questo non succeda.

Che fare allora? Dovremmo forse lasciarci avvolgere dall'abbraccio amorevole del caro Vladimiro?

:whistling:

 

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
9 minuti fa, TT-1 Pinto ha scritto:

Che fare allora? Dovremmo forse lasciarci avvolgere dall'abbraccio amorevole del caro Vladimiro?

:whistling:

 

tra Mosca e Washington scelgo Mosca.

tra Vladimiro e Giò non te lo dico nemmeno.

comunque c'è la terza via, la neutralità, amici di tutti (coloro che vogliono esserci amici ) ed alleati ( colonia ) di nessuno.

e tu sei pronto a morire per Kiev?

Edited by Yuri Gagarin
Link to post
Share on other sites

Oggi come oggi , forse neanche per Berlino. Non lo merita , visto il comportamento della Germania da dieci anni a questa parte. Forse per Varsavia o Praga , dato che hanno passato decenni brutti e , loro sì , non si fanno illusioni nè sono disposti a ripetere l'esperienza.

Giò non durerà a lungo.  La butto lì un anno , un anno e mezzo e mollerà per  motivi di .... salute .

E' anziano e si vede che non è molto in forma.  E' la  Harris che va tenuta d'occhio .

Non scommetterei su Putin : le tendenze tiranniche ci sono e si sospetta , in modo pesante, che non sia estraneo alla morte di una famosa giornalista che lo criticava pesantemente.

https://it.wikipedia.org/wiki/Omicidio_di_Anna_Politkovskaja

La nostra cultura la dobbiamo difendere noi .

Edited by engine
Link to post
Share on other sites

Senza contare che Vladimiro sta ora ballando un minuetto con la Cina che, in un futuro non tanto lontano, potrebbe essergli esiziale.

Giorno verrà che la rapace Cina gli presenterà il conto e pretenderà la sovranità sulla Russia Asiatica.

e13-783.jpg

Ricordatevi del 1969 ...

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...