Jump to content
easy

F-35 Lightning II - Discussione Ufficiale

Recommended Posts

O.T.: Come mia abitudine ascolto le critiche costruttive,quindi terrò conto delle osservazioni circa la “forma” dei miei interventi,contenendo lunghezza e tipo di linguaggio entro limiti di fruibilità. Quanto ai tempi,purtroppo non posso collegarmi spesso e, soventemente, solo per brevi periodi. Chiuso O.T.

 

 

 

Prima chiarificazione: nessuno cerca di paragonare L' F 22 con l’F 35, in senso assoluto,il problema si pone solo nel parametro costo-efficienza rispetto alla copertura di ruoli “forzati”,soprattutto in paesi,come il nostro, sprovvisti della quantità sufficiente di velivoli di superiorità aerea(questi sì davvero indispensabili per la difesa territoriale)e che per nebulose ragioni hanno destinato inedite spese all’acquisto d’ un gran numero di caccia-bombardieri leggeri di V generazione e qui flaggy,sinceramente, il tuo paragone con f-16 e 18 risulta davvero inaccettabile,basta rileggere e ti prego di farlo le cifre coinvolte nell’integrazione dei primi,in qualsiasi aeronautica del mondo,con quelle per sviluppo ed acquisto del JSF,rimarrai sconcertato(prova a pensare solo a quanti F35 per la stessa cifra avrebbero potuto effettuare,in questi giorni, le stesse missioni svolte dagli F16 israeliani su Gaza…..se sei curioso tra spese iniziali e di mantenimento poco meno di uno ogni cinque!).

 

Seconda chiarificazione: Spero nessuno mi abbia stimato tanto stupido(tanto magari da esserne contagiato…)da includere, nel “calcolo geometrico”,il volume della sezione trapezioidale laterale di ciascun internal weapons bay non sfruttabile in alcun modo per un ulteriore hard point per missili A-A a raggio medio o lungo, nemmeno(se non molto marginalmente) nella “supposta” configurazione ipercompressa da 6 (ho chiesto un parere,su quest’ultima, ad un collega di ingegneria aerospaziale che mi ha confermato quanto,escludendo un opera di riprogettazione e reingegnerizzazione della bay comunque compromettente la dualità aerea-suolo del carico,essa si prospetta altamente improbabile soprattutto per problemi di vibrazioni ai regimi transonici e a bassa quota).Nota.: l’edizione del 2004 di “The joint strike fighter”, ha 6 paragrafi in più compresa la proposta(allora era solo ciò ) di riduzione di lunghezza dell’internal bay per la versione STOVL o B con conseguente compatibilità solo con JDAMS da 1000 pounds.

Share this post


Link to post
Share on other sites

soprattutto in paesi,come il nostro, sprovvisti della quantità sufficiente di velivoli di superiorità aerea

 

beh, insomma, a me sembra che 100 Tifone siano piu che sufficenti...

Share this post


Link to post
Share on other sites
@SageIII: fatte le dovute chiarificazioni, secondo te si potevano spendere meglio quei soldi insomma, o sbaglio?

Per Madmike: stante la nostra specifica posizione geografica e le nostre particolarissime esigenze,cui accennerò sotto, meglio 150 EF e non più di 40-50 caccia-bombardieri non Stealth(infatti non credo nel medio-lungo periodo,l'Italia possa ragionevolmente mai trovarsi costretta ad effettuare operazioni SEAD , DEAD o di attacco in profondità in territorio così ben difeso da richiederlo).

 

Per Legolas: Certo,basta dare un'occhiata ad una cartina per capire quali dovrebbero essere le priorità del nostro paese ed,in seconda istanza,il ruolo da ricoprire all'interno d'un progetto di difesa congiunto sovrannazionale europeo.

 

Abbiamo l'assoluta necessità di aumentare le nostre capacità di scoperta,controllo ed identificazione sull'enorme superficie di mare aperto(ed internazionale) intorno alle nostre coste,in particolare ad Ovest,Sud e Sud est della penisola e per motivazioni legate non esclusivamente a ragioni strategico-militari(si pensi solo ai tristemente famosi "barconi della morte" connessi ai flussi migratori clandestini,spesso individuati a sole poche miglia dalle nostre acque territoriali o alle rotte dei motoscafi riconducibili a traffici illeciti di droga ed armi le cui destinazioni e luoghi di provenienza ci sono sovente sconosciuti vista l'impossibilità di mobilitare mezzi navali [a cui è ora affidata il loro monitoraggio!]per inseguirli.

La cura in questo caso è un importante investimento nell'ammodernamento radar di terra e soprattutto in assetti aerei ISR.

 

La seconda,ed a mio avviso nel medio lungo periodo la più importante emergenza sarebbe l'approntamento d'un proggetto europeo di difesa missilistica avente strutture di monitoraggio con base in Italia(che offre una posizione privilegiata ma che sarebbe,non dimentichiamolo,con le sue basi aeree il primo bersaglio)di cui l'ammodernamento del punto 1 potrebbe rappresentare la prima fase;ma di ciò insieme al pericolo che rappresenterà in futuro la diffusione di missili anti nave,mi occuperò in un thread che aprirò in un'altra sezione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi spiace ma non credo che l'assetto delle nostre FFAA debba essere di badare al nostro piccolo, e anzi sono sicuro che l'F-35 porterà nuove capacità di proiezione all'estero, ovunque sia richiesto dal sistema di difesa integrato dei prossimi 30 anni.

 

L-F35 garantisce di operare con tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Prima chiarificazione: nessuno cerca di paragonare L' F 22 con l’F 35, in senso assoluto,il problema si pone solo nel parametro costo-efficienza rispetto alla copertura di ruoli “forzati”,soprattutto in paesi,come il nostro, sprovvisti della quantità sufficiente di velivoli di superiorità aerea(questi sì davvero indispensabili per la difesa territoriale)e che per nebulose ragioni hanno destinato inedite spese all’acquisto d’ un gran numero di caccia-bombardieri leggeri di V generazione e qui flaggy,sinceramente, il tuo paragone con f-16 e 18 risulta davvero inaccettabile,basta rileggere e ti prego di farlo le cifre coinvolte nell’integrazione dei primi,in qualsiasi aeronautica del mondo,con quelle per sviluppo ed acquisto del JSF,rimarrai sconcertato(prova a pensare solo a quanti F35 per la stessa cifra avrebbero potuto effettuare,in questi giorni, le stesse missioni svolte dagli F16 israeliani su Gaza…..se sei curioso tra spese iniziali e di mantenimento poco meno di uno ogni cinque!).

 

Qua di inaccettabile c'è solo un discorso che spazia dall'F-22 di Air Power Australia all' "incommesurabilmente più cost effective" dell'F-16...che confluiscono nell'ennesima soluzione al "problema Italia".

Quasi 60 milioni di commissari tecnici della nazionale non bastavano?

 

Francamente i costi dei nuovi mezzi militari, per svariati motivi crescono sempre (in modo a volte esponenziale) e la cosa ha smesso di sconcertarmi da un pezzo.

Comunque qualsiasi aereo moderno oggi costa molto di più di quello che sostituisce e questa non è una buona ragione per comprar sempre gli stessi aerei, altrimenti gli F-22 in Australia sono un'idiozia ancor più grande...

Ogni aereo costruito secondo requisiti recenti è però anche notevolmente più efficiente sia in termini di costi di gestione, che in termini operativi e di minor richiesta di appoggio dei cosiddetti moltiplicatori di forze che costano un botto.

 

Riguardo ai costi, cosa alquanto aleatoria in un velivolo che viene acquistato all'interno di un pacchetto, consideriamo però che i norvegesi acquisteranno 48 F-35 spendendo il 30% in meno rispetto all'offerta svedese del ben più modesto Gripen NG, che tralaltro è risultato sconfitto anche per quanto riguarda il costo operativo...

Certo, i Norvegesi potevano comprare di nuovo F-16, ma evidentemente l'hanno reputata un'idiozia all'italiana (per chi s'è dimenticato l'F-104S...).

Senza contare che certi blocks di F-16, rispondenti alle attuali esigenze, non possono certo essere definiti economici, se qualcuno ritiene di averne bisogno (mai sentito parlare di block 60?)...

 

Il discorso di Gaza poi è totalmente fuori luogo...

A parte che gli israeliani saranno tra i primi a dotarsi di F-35, quest'ultimo non avrà certo problemi a colpire più obiettivi nella stessa missione, trasportando molte più armi e sganciandole con molta più precisione rispetto a quanto possa fare il vecchio F-16...che, nemmeno lui, è stato comprato per bombardare Gaza...

E non inventiamoci poi che l'F-35 trasporta solo 2 bombe, perchè non usare i piloni esterni e mettersi a fare lo stealth per bombardare i palestinesi a un tiro di schioppo da casa è un'idiozia.

 

Seconda chiarificazione:

....

ho chiesto un parere,su quest’ultima, ad un collega di ingegneria aerospaziale....

 

Ancora con sta storia del numero dei missili...

Com'è che ho l'impressione che il tuo collega di ingegneria aerospaziale non lavori in Lockheed Martin e si sia lanciato in supposizioni personali che nulla hanno che fare con progettazioni, simulazioni e prove in galleria del vento e reali fatte da ingegneri che sanno come son fatte quelle stive, perché le hanno progettate?

A proposito, grazie dei "complimenti"...ma in questa discussione preferisco parlare di geometria e non di aeroelasticità applicata (al nulla)...

 

Le effettive difficoltà tecniche dicharate apertamente sono nell'integrazione di missili a guida IR, che necessitano dell'esposizione del sensore del missile all'esterno e del lancio da rotaia.

Entrambe le cose sono di difficile attuazione, perché le due stazioni sui portelli della stiva sono pensate per un eiettore (per AIM-120) e non per una rotaia, mentre quelle in stiva (usate per armi di caduta) costringerebbero all'utilizzo di un meccanismo a trapezio troppo complesso e problematico da un punto di vista meccanico e aerodinamico.

Ergo, i missili IR con tutta probabilità finiranno alle stazioni subalari esterne, opportunamente progettate per avere bassa traccia radar e consentire un utilizzo migliore di tali missili, anche rispetto alla più volte criticata installazione sul Raptor.

Questo non comporta però alcun problema intrinseco di applicazione di un eiettore per AIM-120 alle stazioni 4 e 8 (richiesto da specifica) e una eventuale integrazione di ulteriori 2 eiettori come spiral upgrade.

D'altra parte lo stesso F-22 era equipaggiabile solo con 4 AIM-120A/B in stiva ed è passato a 6 con il più compatto AIM-120C.

Sarà che a quelli del "geniale" studio "The joint strike fighter" (quelli dei 2 missili) piace tanto la versione STOVL che ha le stive non solo più corte...ma anche meno profonde e non pensate per i missili AA che ai Marines fregano relativamente (o ci dimentichiamo chi ha voluto l'integrazione dell'AMRAAM sull'Harrier?)...

 

PS:

Lo sforzo di rendere piu leggibili i post è evidente, ma lo stile non si cambia così facilmente... :lol:

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sage tu sei fermo ad uno scenario da guerra fredda....

 

I recenti teatri di guerra (dalla Prima Guerra del Golfo o dalla Crisi di Panama) hanno evidenziato tutt'altre necessità per le forze aeree occidentali, in primis la capacità di proiezione e la furtiva penetrazione in territorio ostile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sage tu sei fermo ad uno scenario da guerra fredda....

Più che altro è fermo a pagina 1...come se non ci fossero 75 pagine in mezzo in cui abbiamo discusso abbondantemente di queste cose...sempre le stesse cose...

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'unico vero fatto nuovo è che la decisione del nostro Governo / Ministero su quanti F-35 acquistare e come, tarda a venire....ora è vero che si attende una dettagliata relazione del famoso "gruppo di studio Internazionale" etc. ma tale decisione era richiesta entro il 2008, siamo in empasse e nella finanziaria 2009/2011 di soldi per progetti multi nazionali non sono stati stanziati...( almeno che non siano nascosti in qualche altra posta) peraltro sarà difficile comprare pure i missili Aster 15/30 per la Cavour...quindi tutto ciò di cui si sta discutendo, secondo il mio modesto avviso, andrebbe trasposto non sulla effettiva utilità del mezzo per l'AM/MM di cui credo per ora dobbiamo privarci ma sulle capacità del mezzo presso altre forze aeree...

per SAGE ho letto i tuoi interventi che condivido anche se devo invitarti, per ovvi motivi, a non divulgare informazioni che sono sufficientemente riservate o a disposizione di pochi, o in alternativa ad usare un linguaggio meno tecnico....anche a rischio di passare come è successo a me per un racconta frottole

meglio fanfarone che....ci siamo capiti

UAVPREDATOR

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul numero di F-35 che compreremo (l'AMI, che MMI bene o male si sa quanti ne acquisterà), stiamo aspettando la decisione del Ministro della Difesa Giulio Tremonti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi sembra che Tremonti abbia già detto no, non concedendo nessun finanziamento al progetto JSF per i prossimi tre anni....le due componenti AM e MM se vogliono l'F35 devono trovare i soldi dal bilancio attuale rinunciando a che cosa però ? se non è un addio è almeno un arrivederci

peraltro fonti giornalistiche di tipo economico finanziario danno per certa l'uscita di scena dell'Italia dell'Australia e di un altro paese di cui non si conosce il nome ( Korea del sud ?) dal progetto ed un ripensamento in quantità di altri parteners, ma tutti aspettano l'insediamento di Obama che con il nuovo ministro della difesa potrebbe ( visto la gravità della crisi USA anche in prospettiva) dare una svolta fondamentale in un senso o l'altro al progetto ( per ora si parla di un ritardo di ulteriori 3-5 anni)

vedremo

UAVPREDATOR

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sul numero di F-35 che compreremo (l'AMI, che MMI bene o male si sa quanti ne acquisterà), stiamo aspettando la decisione del Ministro della Difesa Giulio Tremonti...

 

:blink: Spero vivamente che la tua sia una battuta sarcastica... :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Skeletone fatti questa semplice domanda: chi è che, nel governo, ha maggiore potere sulle scelte di politica militare italiane?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Skeletone fatti questa semplice domanda: chi è che, nel governo, ha maggiore potere sulle scelte di politica militare italiane?

 

ah.. ok.. all'ora l'avevo interpretata giustamente... devo dire che per un po' ho dubitato di te... :adorazione:

 

comunque concordo pienamente con te..

 

Mi sembra davvero una cretinata che il ministero dell'economia si intrometta su questioni della difesa, ma che soprattutto parli e decida al posto di persone un pò più competenti.

Come dice il mio proff di fisica tecnica "... cosa volete siamo in Italia... facciamo come nell'esercito, quelli che sanno fare il muratore li mandano a cucinare, e i quochi a far su case.."

 

EDIT: correzioni

Edited by skeletone

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte che di ritardi NON ne ho ancora visti tranne che nei test e comunque non di 3-5 anni.

 

Che un taglio ai numeri ci sia non mi sorprende visto che è una costante, basta vedere il taglio agli AMX tanto per esempio o a quasi tutti i programmi. L'uscita non la vedo così sicura e molto ne sapremo entro pochi mesi visto che si deciderà su Cameri (e già Alenia ha iniziato a firmare i contratti, e questo qualcosa vuol dire...), e se Cameri sia almeno un TOT di aerei li dovremmo comprare altrimenti niente linea.

 

Che la difesa sia in mano al ministero dell'Economia è un dato di fatto, e come dice l'inno nazionale inglese "god save the queen" da noi si traduce "Dio salva il ministro dell'MSE" perchè certi programmini ce li scorderemo, EFA in testa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ah.. ok.. all'ora l'avevo interpretata giustamente... devo dire che per un po' ho dubitato di te... :adorazione:

 

comunque concordo pienamente con te..

 

Mi sembra davvero una cretinata che il ministero dell'economia si intrometta su questioni della difesa, ma che soprattutto parli e decida al posto di persone un pò più competenti.

Come dice il mio proff di fisica tecnica "... cosa volete siamo in Italia... facciamo come nell'esercito, quelli che sanno fare il muratore li mandano a cucinare, e i quochi a far su case.."

 

EDIT: correzioni

cuochi o quochi?

 

a parte gli scherzi, il ministro Tremonti dice giustamente quanti soldi ci sono da spendere allo stato attuale delle cose, non si occupa direttamente del F35, come del ponte sullo stretto o dell'alta velocità etc.

Se quelli disponibili nel bilancio della Difesa (o in qualche anfratto del bilancio) non bastano per l'F35 allora in sede di consiglio dei ministri si deve decidere.

E allora spero che qualche sforzo si faccia, cercando per una volta di guardare un po' piu' lontano...

Share this post


Link to post
Share on other sites
E allora spero che qualche sforzo si faccia, cercando per una volta di guardare un po' piu' lontano...

Non posso che quotare la tua frase... quà in Italia siamo aituati che ogni ministero pensi solo a se stesso, sperperando e bruciano milioni di euro!! E' giustissimo l'intervento che si stà effettuando nel settore militare perchè effettivamente non si può + sostenere... spero che i tagli che si faranno, siano attuati con un po di senso logico, con un dialogo tra ministero dell'economia e quello della difesa... allora si che con il taglio si potanno avere anche benefici..

 

A tal proposito segnalo l'articolo di RID "questa non è una difesa per vecchi" a pag 26... leggetelo se ne avete l'occasione.. merita davvero..

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho sentito molte volte dire che l' Italia vuole prendere alcuni F-35 per metterli sulla nuova portaeri in progetto mi sapete dire se è vero ?

Edited by F.22 the best

Share this post


Link to post
Share on other sites
ho sentito molte volte dire che l' Italia vuole prendere alcuni F-35 per metterli sulla nuova portaeri in progetto mi sapete dire se è vero ?

 

Si, dovresti riguardarti questa e le altre discussioni esistenti su F-35 e Cavour, onde non fare domande ritrite e incappare nelle ire dei moderatori! Prima di chiedere è bene sempre usare la funzione "cerca", per verificare che la questione non sia già stata posta e ... risposta... :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh... Se vai nella sezione marina ci stanno 86 pagine sulla Cavour. Comunque, la risposta è si, qualcosa dovrà pur volare da quella nave

Share this post


Link to post
Share on other sites

Possono essere interessanti due spaccati dei motori PW dell'F-35.

 

Per le versioni A e C...

 

2vwe9lk.jpg

 

E per la versione B.

 

2zrhyx2.jpg

 

Le differenze sostanziali sono delle "evidenti" aggiunte più che delle vere e proprie modifiche, a tutto vantaggio della comunanza di pezzi.

 

In entrambi i motori il doppio flusso freddo è diretto anche verso i petali forati dell'ugello di scarico per ottenerne il raffreddamento: invece che solo lambirlo, l'aria fredda passa anche attraverso i suoi petali interni.

In questo modo la miscelazione fra flusso caldo e freddo avviene all'altezza dell'ugello che non risulterà incandescente nel normale funzionamento, a tutto vantaggio della riduzione della traccia IR.

Qui si vede il "colabrodo" sui petali...

 

http://teamjsf.org/gallery/main.php?g2_vie..._serialNumber=1

 

Qua invece si vede il famoso eiettore per missili AIM-120 posto sul portello...Quello che secondo alcuni sarà vita natural durante l'unico a venire installato in stiva...

 

http://teamjsf.org/gallery/main.php?g2_itemId=4274

 

e il suo utilizzo.

 

http://teamjsf.org/gallery/main.php?g2_itemId=4415

 

Inutile dire che meccanicamente è un capolavoro di ingegneria che consente di infilare un missile e il relativo eiettore in poco spazio e laddove non intralcia il resto della stiva che viene configurato a seconda del tipo di missione...

Quelle che si vedono in questa immagine sono le tre ordinate di forza alle quali viene agganciato un adattatore per i carichi di missione (consiglio di aprire le foto alla massima risoluzione per apprezzare i dettagli).

 

http://teamjsf.org/gallery/main.php?g2_itemId=4302

 

Qui un tecnico sta proprio stringendo uno dei 6 bulloni con cui l'adattatore per il punto d'attacco di tipo BRU 67 viene fissato alla stazione n.4

 

http://teamjsf.org/gallery/main.php?g2_itemId=4298

 

Il punto è che con quei 6 bulloni si può fissare un diverso adattatore per un diverso carico...

Quando ci si riferisce a 4/6 missili in stiva ci si riferisce proprio alla possibilità di fissare un adattatore che supporti 1 o 2 missili agli attacchi 4 e 8 delle due stive.

Per passare da 4 a 6 armi aria-aria non è la stiva a dover essere riprogettata...è l'adattatore a cui vanno agganciati 2 eiettori (ipotizzati) invece di 1 (previsto)...

 

L'eiettore previsto per le due stazioni 4 e 8 dovrebbe essere qualcosa di simile a quello montato sull'F-22 (che è il LAU-142)

 

lau-142.gif

 

La lunghezza e profondità delle stive è infatti tale da lasciare sufficiente spazio per ulteriori armi lunghe e compatte come l'AMRAAM o il futuro missile polivalente aria-aria e antiradar, ma penso che più di 4 armi di questo tipo non entrino nella variante STOVL.

Discorso diverso per gli A e C che hanno più posto per "scalare"e incastrare le armi in lunghezza e altezza.

Il Meteor Europeo invece penso possa venire penalizzato dalle prese d'aria del ramjet che credo difficilmente consentirebbero di integrare più di 4 armi.

 

http://teamjsf.org/gallery/main.php?g2_vie..._serialNumber=1

 

http://teamjsf.org/gallery/main.php?g2_vie..._serialNumber=1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Meteor è compatibile con i B Flaggy? Se ricordo bene era un cm troppo lungo. Come hanno risolto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho detto che il Meteor sia compatibile con le stive dell'F-35B (anche perchè non è solo una questione di ingombri...), ho detto che non penso che più di quattro armi possano entrarci.

Non è comunque un problema di lunghezza.

Il Meteor e l'AIM-120 sono praticamente identici (3.67m il primo e 3.66 il secondo) e in effetti il Meteor è pensato per trovar posto negli stessi alloggiamenti in cui nell'EF-2000 ora ci stanno ora gli Amraam.

Un centimetro è un'inezia quando si parla di un'affare di quasi quattro metri: non penso proprio che quell'alloggiamento sia così "ciucciato"...

 

Il problema è l'ingombro trasversale, e nemmeno il diametro del corpo centrale (178mm per entrambi) o l'apertura delle alette, ma proprio le prese d'aria e i relativi condotti.

Togli le alette anteriori e metti le prese d'aria a un AIM-120 e praticamente ti ritrovi con gli ingombri di un Meteor.

L'alloggiamenteo sul portello ora è letteralmente disegnato attorno all'Amraam e lì, anche sul B, un Meteor sembra starci, a meno che le prese d'aria non vadano a sbattere da qualche parte chiudendo il portello... L'alloggiamento a fianco, compatibile con una GBU-32 nello STOVL, è vero che è più corto di quello sul A e il C, ma non è che sia più corto di quello dedicato all'AMRAAM...

Alla fine mi sa che è una questione di ingombri trasversali anche lì...

Se una GBU-32 lunga 3 metri li ci stà, non vuol dire che qualcosa di più lungo, ma ben più stretto non ci stia...

 

Alla fine comunque è una questione di pochi centimetri di differenza e l'F-35B è stato rivisto nel progetto ben dopo quando erano note le dimensioni e gli ingombri esatti del Meteor per il quale tralaltro in passato si era parlato di adattamenti per renderlo compatibile con l'aereo americano.

Visti gli utilizzatori europei di questo aereo, e vista la versione che hanno scelto in gran numero mi pare il minimo cercare di venirsi incontro anche sulla versione B...

Naturalmente è sottointeso che se per caso ai Marines non frega un tubo che dove ci sta una GBU-32 ci entri anche un AMRAAM è meglio non illudersi che ci entri un Meteor...

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites
Visti gli utilizzatori europei di questo aereo, e vista la versione che hanno scelto in gran numero mi pare il minimo cercare di venirsi incontro anche sulla versione B...

Naturalmente è sottointeso che se per caso ai Marines non frega un tubo che dove ci sta una GBU-32 ci entri anche un AMRAAM è meglio non illudersi che ci entri un Meteor...

In effetti se vediamo quanto c'è voluto per integrare l'AIM120 sugli Harrier..bisogna vedere anche cosa ne pensa la RAF(2°maggiore utilizzatore di B).Invece per ciò che concerne i missili in dotazione (ASRAAM,IRIS-T e AIM9X) ti risulta che interessi a qualcuno l'integrazione nelle stive?Leggevo su Tecnologia e Difesa di questo mese(con un articolo in più parti dedicato all'F35)che l'AM era interessata ad integrare l'IRIS-T almeno sui piloni sub-alari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...