Jump to content

F-35 Lightning II - Discussione Ufficiale


Recommended Posts

Modifiche a parte .... che, ovviamente, saranno anche state necessarie e dunque previste .... direi che l'articolo mette in evidenza che, in precedenza, erano state fornite, da parte di LM e USMC, informazioni "sbagliate" (e non vorrei pensare che gli estensori abbiano volutamente evitato di usare il termine "false") sui reali effetti termici dello scarico del motore ....

 

Precisiamo...

I detrattori hanno spesso detto che il getto dell'F-135 fosse stato una sorta di fiamma ossidrica quanto a temperature e questa si che è una balla...o meglio il solito modo di fare informazione approssimativa...

 

LM ha invece sempre detto che le temperature dei gas di scarico fossero simili fra Harrier ed F-35B, e la fisica ci dice che non può essere altrimenti...

Che però un getto caldo da 8 tonnellate piazzato in un unico punto non avesse lo stesso impatto sul ponte di 2 da si e no 3 tonnellate posti a una certa distanza fra loro era ben noto da diversi anni e non è che Sweetman abbia fatto la scoperta dell'America a far notare che 18 tonnellate scaricate su un ponte non è che siano come 10 per quanto riguarda tutto quello che gli sta intorno...

 

Le prove sulla Wasp sono servite proprio a evidenziare le mancanze della piattaforma e a capire sul campo quali dovessero essere gli adeguamenti.

Questi più che il ponte in se, sono costosi per la ricollocazione e la protezione dei sistemi posti intorno ad esso e legati all'imponente getto a velocità sonica, più che per le temperature che le prove stesse sulla Wasp hanno mostrato non essere affatto un problema drammatico.

Edited by Flaggy
Link to post
Share on other sites
  • Replies 8.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Tra le altre cose uno degli step del Block 4 introduce le SDB II battezzate GBU 53/B StormBreaker https://www.janes.com/article/81956/stormbreaker-enters-operational-test-phase Poco interess

Forse può essere interessante soffermarsi su qualche aspetto della struttura dell’F-35 e sulla sua evoluzione a partire dal primo prototipo, per arrivare ai velivoli di serie, che hanno recepito quant

Eh già, in fondo perché far fatica se si fa prima a sfottere e far finta di non capire che la risposta era già stata data, vero? Ti ha risposto anche Fabio, ma io avevo già detto che un prototipo

Posted Images

Mi pare che nell'articolo si fa un miscuglio di notizie, non tutte direttamente legate all' F35.

 

L' aereo ha dimensioni, pesi e potenza ben diversi dell'Harrier e piu che "interagire" con il ponte della Wasp deve farlo con altri velivoli presenti a bordo (vedi l' Mv22), e il personale addetto al suo approntamento.

 

Nel 2011 quando ci furono i tests l'ingegnere capo responsabile, Tom Briggs dichiaro che per circa 2 settimane ci furono estesi controlli per rilevare "stress e strains" ma non emerse nulla di allarmante.

 

Questo in dettaglio le modifiche per la USS WASP http://insidedefense.com//index.php?option=com_iwpfile&file=pdf11/10212011_wasp.pdf

Link to post
Share on other sites

Come detto il funzionamento dei media ai tempi di internet e' il sequente.

 

Un "giornalaio" poco informato (o in malafede) scrive un articolo ridicolo che viene "sparato" nel cyberspace e ripreso con "effetto amplificato" da altri "giornalai" ancora piu incompetenti.

 

Eccone un esempio.

 

 

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/30/f-35-semplici-istruzioni-per-arrostire-nave/610718/

 

 

Durante le prove avevano scoperto che i gas di scarico dell’aereo frantumavano il cemento (sì, il cemento) della pista sparando tutt’intorno veri e propri proiettili.

 

 

 

 

L’ammiraglio parlava di un ponte progettato per gli Harrier che, pochi mesi dopo l’entrata in servizio della nave, già si dissolveva. Cosa succederà con l’F-35B? Faranno il barbecue tre ponti più in basso?

 

 

 

Troppo "faticoso" fare ricerche (anche in rete), documentarsi, alzare il telefono per chiamare il comando della Marina...........c'e il copia e incolla, si fa prima!

Edited by holmes7
Link to post
Share on other sites

Leggendo il testo della mozione, si parte con una certa serietà e si finisce con la demagogia e il qualunquismo degli aerei che trasportano bombe atomiche (i Tornado invece sono compatibili con fiori e confetti), degli asili nido da ristrutturare e della riconversione dell’industria bellica… Ma certo, diciamo a Oto Melara di produrre tubi di scarico per i cessi delle scuole invece di cannoni e a Fincantieri di fare altre navi da crociera mentre i sindacati premono per altre FREMM…
Finché riempiono le mozioni di aria fritta e belle parole stiamo freschi…
Si può essere fermamente contrari al programma, ma non è certo con queste fesserie che si risolleva l’economia e tantomeno si creano i presupposti per uno strumento militare bilanciato e coerente con le esigenze e le risorse del paese, di cui in ogni caso vanno difese le eccellenze e non dilapidate le capacità faticosamente acquisite in tanti anni.

Link to post
Share on other sites

E' un mondo pieno di stolti.

 

Non si comprende che l'unica spesa pubblica che ha un minimo di ricadute sulla competitivita del paese e' quella militare attraverso gli inevitabili spin offs sull'industria civile.

 

La demogagia a go-go di chi vuole i "tagli perche c'e la crisi" affossera il paese e il suo futuro industriale.

 

Per tornare all' F35 http://online.wsj.com/article/SB10001424127887324682204578513613273313482.html

Link to post
Share on other sites

E' un mondo pieno di stolti.

 

Non si comprende che l'unica spesa pubblica che ha un minimo di ricadute sulla competitivita del paese e' quella militare attraverso gli inevitabili spin offs sull'industria civile.

 

La demogagia a go-go di chi vuole i "tagli perche c'e la crisi" affossera il paese e il suo futuro industriale.

 

Per tornare all' F35 http://online.wsj.com/article/SB10001424127887324682204578513613273313482.html

Non sono d'accordo secondo me l'acquisto di una trentina di EFA potrebbe tranquillamente supplire all'F-35 almeno per l'AMI, considerando che un aereo con spiccate capacità d'attacco non serve in un paese così pacifico e che non affronta una guerra seriamente ormai da 70 anni.
Link to post
Share on other sites

bla bla bla ora che siamo all'opposizione e non dobbiamo prendere decisioni ( e Dio ce ne scampi e liberi, noi prenderci delle responsabilità? ORRORE!) possiamo fare tutte le sparate demagogiche che vogliamo, tanto non cambia una sega.

Che politici penosi che abbiamo.. :wip41:

Link to post
Share on other sites

Non sono d'accordo secondo me l'acquisto di una trentina di EFA potrebbe tranquillamente supplire all'F-35 almeno per l'AMI, considerando che un aereo con spiccate capacità d'attacco non serve in un paese così pacifico e che non affronta una guerra seriamente ormai da 70 anni.

 

 

Se vogliamo analizzare la posizione diplomatica dell'italia in termini di relazioni internazionali possiamo almeno teoricamente concludere che non c'e bisogno ne dell' Efa ne dell' F 35.

 

Per la difesa aerea sarebbe bastato il noleggio di una cinquantina di F 16c block50. Per inseguire qualche

jet privato con a bordo qualche sceicco ubriaco uscito fuori rotta era piu che sufficiente......non c'era bisogno di spendere

quasi 20 miliardi di euro per l'Eurofighter.

 

Sul discorso F 35, la situazione e' leggermente diversa se la si esamina in termini di requisito "expeditionary".

 

L'italia lo sappiamo non muovera guerra a nessuno visto che negli ultimi decenni ha intrapreso una politica di buon vicinato con tutti i paesi.

 

Il "bombardamento" di Roma da parte di una potenza straniera e' lo scenario meno pronosticabile che esista.....forse e' piu probabile che atterrino gli alieni da Marte.

 

Allo stesso tempo il paese "insegue la storia".

 

Con la fine della guerra fredda l'importanza geostrategica della penisola e' fortemente declinato, e l'Italia e' diventata come quelle donne un po "attempate che cercano qualcuno che se le sposa".

 

La partecipazione del governo di Roma alle varie missioni di pace negli ultimi 15 anni, rientra in questa strategia.

Non tanto perche c'e stato "ordinato", ma perche si vuole un "engagement" con i paesi che contano, cosi da avere visibilita sul palcoscenico internazionale e qualche ritorno industriale in termini di export (armamenti, tecnologia, progetti infrastrutturali....).

 

In altre parole ci si deve "integrare" in un dispositivo piu vasto che parla necessariamente americano-Nato-centrico

 

Di qui la necessita di mezzi "expeditionary" che per loro natura sono d'attacco, non possono essere di difesa.

 

Sulla portaerei Cavour l' Efa non ci atterra.

Tra meno di dieci anni molti piu paesi disporranno del missile S 300 e derivati di fabbricazione cinesi, armi abbastanza micidiali per vecchi aeromobili come il Tornado, l' Amx e insidiose pure l' Efa.

Link to post
Share on other sites

Ma...senza fare troppa politica nè polemiche, io penso che demagogia o meno è sempre il cittadino che paga le spese militari e quindi deve avere informazioni e uno strumento per poter decidere dove versare le proprie tasse. Al posto ad esempio che mandare in onda tutti quei programmi spazzatura si potrebbe fare un bel programma in cui fossero presenti militari, ingegneri, ecc. da una parte e dall'altra quelli che definite "demagoghi". Si valutano i pro e i contro e poi si indice un bel referendum. Così almeno saranno gli italiani a sbagliare e si smetterà di attaccare questo o quello come se fossimo in un' oligarchia. Più responsabilità a tutti, così magari si smette di star davanti alla TV a guardare sempre grandi fratelli e si comincia a riflettere su temi che riguardano tutti. Perchè comunque l'F-35, in un modo o in un altro riguarda tutti.

Io vedo che quì c'è molta gente preparata che vuole informarsi e cerca diversi fonti per portare notizie. Ma è gente appassionata del settore. Il cittadino medio si beve sempre la prima fonte che gli viene buttata sul piatto. Tuttavia, come già scritto sopra, ribadisco il fatto che laddove vengono spesi parecchi soldi pubblici sia necessario conoscere il pensiero degli italiani.

Link to post
Share on other sites

La visione australiana nel ruolo aria-aria.

 

http://www.defenseindustrydaily.com/the-f-35s-air-to-air-capability-controversy-05089/

 

During Parliamentary hearingsexternal.png of Australia’s Joint Committee On Foreign Affairs, Defence And Trade, RAAF Air Marshal Geoff Brown discusses some aspects of the F-35′s air-to-air performance. MP Dr. Dennis Jensen [Lib - Tangey] began the exchange by asking him about Air Power Australia’s correct predictions of aerodynamic performance ratings like sustained turn rate, which have been downgraded below the fighter’s original specifications. Air Marshal Brown’s reply includes a valid point about turning engagements:

“In any practice engagement I have had in the last 20 years where I have turned with another aeroplane in a bigger picture environment – rather than the static one by ones, two by twos or four by fours – every time I have tried to do that I have ended up being shot by somebody else who actually is not in the fight. As soon as you enter a turning fight, your situational awareness actually shrinks down because the only thing you can be operating with is the aeroplane you are turning with. The person who has the advantage is the person who can stand off, watch the engagement and just pick you off at the time. So you got to be really careful about how you use those KPIs.”

There are plenty of recorded instances where turning fights don’t get people shot down, but they are inherently dangerous – and have become more dangerous thanks to modern short-range missiles. If one takes Brown’s point as a given, the core question is whether the F-35′s level of stealth from all quarters, and aerodynamic performance, give it the ability to use his recommended engage-at-will approach.

The Air Marshal also talked about some Red Flag dogfights, and made a point about sensor fusion. As you read it, however, is the differentiator here really sensor fusion – or just a stealth level that rendered the F-15D’s radar useless?

“…the ability to actually have that data fusion that the aeroplane has makes an incredible difference to how you perform in combat. I saw it first hand on a Red Flag mission in an F15D against a series of fifth-generation F22s. We were actually in the red air. In five engagements we never knew who had hit us and we never even saw the other aeroplane…. After that particular mission I went back and had a look at the tapes on the F22, and the difference in the situational awareness in our two cockpits was just so fundamentally different. That is the key to fifth-generation. That is where I have trouble with the APA analysis…. To me that is key: it is not only stealth; it is the combination of the EOS and the radar to be able to build a comprehensive picture. In that engagement I talked about at Nellis, in Red Flag, the ability to be in a cockpit with a God’s-eye view of what is going on in the world was such an advantage over a fourth-generation fighter – and arguably one of the best fourth-generation fighters in existence, the F15. But even with a DRFM jamming pipe, we still had no chance in those particular engagements. And at no time did any of the performance characteristics that you are talking about have any relevance to those five engagements.”

Link to post
Share on other sites

"Initial Operational Capability" .... sia pure con limitazioni .... per gli F-35A dell'USAF già a fine 2016 ....

 

USAF Accepts Limited Capability With 2016 F-35 IOC ....

 

The U.S. Air Force, by far the largest presumed user of the F-35 fighter, has agreed to declare initial operational capability with a much more limited software and weapons capability that initially planned, according to a report sent to Congress May 31.

The Air Force now plans to declare initial operational capability (IOC) with 12 F-35As (and trained pilots and maintainers) in December 2016, before the long-awaited 3F software package is fully tested.

The service previously planned to wait for the 3F package because it allows for an expanded engagement envelope and more diverse weapons.

 

Fonte .... http://www.aviationweek.com/Article.aspx?id=/article-xml/awx_05_31_2013_p0-583761.xml

 

Anche qui .... http://www.navy.mil/submit/display.asp?story_id=74523

 

Link to post
Share on other sites

Nello sfiorare il ridicolo tra "giornalai" e "politicanti" e' una gran bella lotta!

 

http://www.analisidifesa.it/2013/05/se-lf-35-diventa-di-pace/

 

 

 

L’Italia infatti acquisterà il jet di Lockheed Martin ma doterà Aeronautica e Marina di una versione specifica che verrà denominata F-35P dove la “P” sta ovviamente per “Pace”

 

 

Un idiozia. Non si ha il coraggio di andare in parlamento o in Tv e dire che l'Ami e la MM hanno bisogno degli strumenti per operare, cosi come un ospedale ha bisogno delle ambulanze, i pompieri degli idranti, i poliziotti delle volanti !

 

 

 

 

Ironia a parte, il ministro ha aggiunto che “se vogliamo la pace, dobbiamo dunque possedere dei sistemi di difesa che ci consentano di neutralizzare i pericoli che possono insorgere in conflitti che magari sono distanti migliaia di chilometri da casa nostra ma che hanno le capacità di coinvolgere il mondo intero e di determinare lutti e povertà. Ora, l’utilizzo di strumenti complessi come gli F35 si giustifica in una visione integrata delle esigenze di sicurezza da parte di attori della comunità internazionale che, attraverso l’esercizio della potestà della difesa, garantiscono la pace per tutti”.

 

 

 

 

E appunto l'Italia e' uno degli "attori" di questa comunita. O vogliamo sempre adottare lo slogan "armatevi e partite".

 

 

 

 

 

Mauro è riuscito a parlare di un bombardiere concepito per l’attacco preventivo

 

 

 

L' attacco "preventivo" e' forse un concetto politico. Anche un terrorista potrebbe portare tale attacco!

 

 

 

 

 

Non sarebbe stato più serio e trasparente affermare che quei velivoli ci servono per bombardare il nemico insieme ai nostri alleati, o meglio bombardare quei nemici che la “comunità internazionale” ci indicherà?

 

 

 

Come ogni aereo da attacco presente, e passato! Anche i Tornado e gli Amx avevano quel ruolo.

 

 

Il Typhoon del resto è un cacciabombardiere idoneo a svolgere operazioni contro altri velivoli come contro bersagli a terra e come tale viene impiegato anche dai britannici. Se vogliamo parlare di sprechi chiediamoci piuttosto perché stiamo cercando di svendere sul mercato dell’usato 24 Typhoon della prima serie, velivoli ancora nuovi, per ridurre il numero di quei jet in forza all’Aeronautica da 96 a 72 e ”fare posto “ a 75 F-35.

 

 

 

 

Perche il mezzo dopo oltre 20 anni non ha un radar AESA, ne una configurazione adeguata per essere definito da attacco. Per intenderci va benissimo se si devono colpire paesi del 4 mondo o guerriglieri analfabeti, ma contro paesi con una contraera come si deve, le cose sono un po diverse.

 

 

 

 

Se avessimo mantenuto la commessa prevista di 121 Typhoon, aggiornando i primi esemplari, avremmo già i velivoli necessari a tutte le esigenze dell’Aeronautica con un forte risparmio generale

 

 

 

Circa 19 miliardi di euro sono stati spesi sto "risparmio" non si capisce dove sia.

 

 

 

 

Curioso che un europeista convinto come il ministro Mauro si accodi alla lunga fila di coloro che ci vogliono mettere tecnologicamente e sul piano industriale e strategico nelle mani degli Stati Uniti.

 

 

 

 

E il punto e' che gli "europei" non si sono messi d'accordo sul dopo Tornado.

Tempi lunghissimi per sviluppare un caccia di 4 generazione come il Tifone e le risorse sono volate via.

 

 

 

 

Quindici aerei rappresentano un costo diverso da 90 e inoltre potrebbero forse venire acquisiti tra alcuni anni in leasing dai marines statunitensi, magari negoziando con Washington l’utilizzo delle basi di Aviano e Sigonella.

 

 

 

Si ma quando costano gli EFA tranche 3 ? Non si sa.......

 

 

 

 

Più che giusto tagliare le spese superflue ma fa davvero ridere che a impedire alle Frecce Tricolori di sorvolare i Fori imperiali sia uno Stato che non è riuscito a tagliare i costi della politica, i mega-stipendi dei dirigenti pubblici e neppure le province.

 

 

 

Si potrebbe obiettare lo stesso per l' F35 o qualunque altro programma di armamento !

 

Link to post
Share on other sites

E vediamola .... questa intervista ....

 

http://www.youtube.com/watch?v=tjESl_h9-Y8&list=PLF62C390F9D3574EE&index=42

 

 

Un ritratto ....

 

Mauro, il ministro che rifiutò la divisa ....

 

Il titolare della Difesa scelse il servizio civile.

Ma ai militari piace per la sua disponibilità.

 

Fonte .... http://www.ilgiornale.it/news/interni/mauro-ministro-che-rifiut-divisail-titolare-difesa-scelse-923433.html

 

dxh3lz.jpg

 

Link to post
Share on other sites

Mauro è semplicemente un ipocrita, perchè corrotto come molti altri suoi colleghi.

Costoro hanno già causato tantissimi danni al paese e ci stanno portando alla definitiva rovina...

Massimo disprezzo per queste nullità!

Edited by Enema_27
Link to post
Share on other sites

 

 

Minuto 5:55: "la difesa aerea è affidata a "vecchi" Tornado e agli F-15 forniti dalle case costruttrici americane". Gli EFA non pervenuti...poco importa che siano il progetto principale di caccia multiruolo interamente progettato e costruito in Europa.

 

Minuto 6:50: "la più piccola delle portaerei americane potrebbe contenere tutta l'AMI"!!!

 

Minuto 7:22 scorrono le immagini degli F-16 (nemmeno più in servizio con l'AMI) con una bella scritta sotto (F-35).

 

Non si entra mai nel merito delle caretteristiche dell'F-35. Dal servizio non si capisce nemmeno quale sia.

 

Il resto è la solita retorica politically correct sulle missioni di pace, il caso Marò e via dicendo. Cosa può capire un cittadino da un'intervista del genere? Per fortuna non tutta l'informazione è fatta in questo modo, ma sono rari i servizi fatti seriamente.

Link to post
Share on other sites

Chi cavolo guarda la tv in Italia alle 09:15? Diciannove milioni di pensionati, questa si che potrebbe essere una parata da brivido una vera esibizione dei muscoli dell'Italia: diciannove milioni di pensionati con le badanti. Loro si che sono efficienti ed efficaci tra un po' ste due parole entreranno dappertutto, perfino in bagno lo sforzo dovrà essere efficiente ed efficace. L'Italia non morirà nè di pensioni, nè di imprese che chiudono, nè di malasanità: morirà di retorica e di cazzate le sole due cose rimaste veramente efficienti ed efficaci in questo paese.

Edited by Vultur
Link to post
Share on other sites

Io ho pagato 113,50 euro (obbligatori) di canone Rai per sentire:

 

1) Che il Presidente della Repubblica si è sentito di dover dire che: "... la parata del 2 giugno non è una prova muscolare" manco fosse un test da sforzo, per rispondere personalmente a una serie di rumors intestini in Parlamento.

 

2) Che le Frecce tricolore (tricolore???!) se l'anno scorso non si sono staccate da terra in memoria dei morti del terremoto dell'Aquila (ma che c'azzecca?!?), st'anno invece non voleranno a causa della spending review. L'anno prossimo quale motivo si inventeranno? La solidarietà con le renne di Babbo Natale con il brevetto scaduto???

 

3) il Sig. Ministro della Difesa (che a quanto dicono non ha mai indossato un'uniforme in vita sua) che sul Primo Canale nazionale va a dire che: "... noi continuiamo ad avere un Aeronautica che... ,voglio ricordare a tutti quanti, la più piccola delle portaerei americane oggi potrebbe contenere sul suo ... sulla sua pista di decollo tutta l'Aeronautica militare italiana ", mentre scorrono immagini di F-16 in volo e il conduttore dice che sono F-35 e sorride alla graziosa battuta del Ministro!

 

Qualcuno mi spiega per favore QUAL'E' LA PIU' PICCOLA DELLE PORTAEREI AMERICANE???

 

Non sono un sostenitore della spesa militare, ma questa le batte tutte!

Edited by Vultur
Link to post
Share on other sites

Non ci potevo credere, ma

 

 

Minuto 5:55: "la difesa aerea è affidata a "vecchi" Tornado e agli F-15 forniti dalle case costruttrici americane". Gli EFA non pervenuti...poco importa che siano il progetto principale di caccia multiruolo interamente progettato e costruito in Europa.

 

 

A onor del vero è il giornalista ad aver fatto questa bella affermazione, il Ministro della Difesa d'altro canto si è ben guardato dallo smentire questa corbelleria, o a fare precisazioni, visto che era un'imbeccata al concetto tanto caro al nostro Ministro della necessita dell'acquisizione dei Lighiting coi numeri attuali.

 

Minuto 6:50: "la più piccola delle portaerei americane potrebbe contenere tutta l'AMI"!!!

 

 

L'ha effettivamente pronunciata il nostro Ministro della Difesa (non ci posso credere !!!!). Credo che visto su questo thread è aperta da qualche tempo la caccia a screditare chi si pronuncia pubblicamente contro l'F-35 mettendone a torto o a ragione in dubbio l'affidabilità, possiamo comunque dare il titolo di "cazzaro d'oro" al Ministro Mauro, che sembra non essere a conoscenza della "missione" e dei mezzi, tra l'altro, di 2°, 14°, 31° (quello che come al solito opererà a pieno regime), 41° stormo e 46esima aerobrigata, oltre all'assurdità che una LPD USA possa contenere uomini e sedimi di AMI.

 

Link imperdibile, grazie per la segnalazione originale. Erano forse decenni che non si palesava un incompetente tale al Ministero della Difesa Italiano.

Edited by Scagnetti
Link to post
Share on other sites

Pietre miliari per il B ....

Dal "Daily Report" dell'AFA di questa mattina .... bhf5g7_th.jpg

 

Milestones for F-35B ....

 

Production of Rolls-Royce's lift fan for the Marine Corps' F-35B strike fighter continues to advance, according to Tom Hartmann, the company's senior vice president for defense.

Speaking to reporters in Washington, D.C., on June 4, Hartmann said the company's work in maturing the lift fan helped enable the F-35B's first-ever vertical takeoff on May 10 at NAS Patuxent River, Md.

Another milestone was the stand-up of the first operational F-35B squadron, the VMFA-121 "Green Knights," at MCAS Yuma, Ariz.

The squadron has three aircraft undergoing "training, testing, and actual flying every single day," and the airplanes have amassed more than 1,000 hours doing both takeoffs and vertical landings, said Hartmann.

The next step for the squadron is "full sea trials to get the full operational qualifications," he said.

Last week, the Pentagon released a report to Congress stating that the Marine Corps anticipates the F-35B will be capable of initial real-world operations by December 2015.

In 2012, Rolls-Royce received a $315 million contract for Lot 4 low-rate production of 17 lift fans.

The fan enables the jet's vertical lift.

 

— Merri Shaffer .... 6/5/2013

 

 

Link to post
Share on other sites

Consideriamo che la riduzione dei costi, oltre ad essere ampiamente discutibile proprio per i concetti contabili applicati, viene soprattutto dal calo della manodopera nei prossimi 25 anni nel settore aerospaziale.... il che fa pensare a doti divinatorie di LM o allo spostamento della produzione in Vietnam. Riesce difficile credere che in un settore così specializzato gli stipendi CALINO al netto della inflazione. Ah, cosa curiosa. Questo calo non c'è per quanto riguarda i motori. Si vede che hanno un CCNL diverso, e soprattutto ne firmeranno di diversi nei prossimi 25 anni.

 

Ci si prende per i fondelli alla grande: d'altro canto, bisogna trovare qualcosa per giustificare il programma, che non va esattamente come previsto, in un momento di contingenza economica notevole.

Link to post
Share on other sites

Aspettiamo (come sempre!) di sapere quanto e' costato l' Eurofighter, una macchina che dove oltre 20 anni non ha uno straccio di radar AESA ne data fusion, ne

sono state implementate misure per ridurre la sua Rcs.

 

In dettaglio qui ci sono i costi del programma F35. In rete non credo troverete quelli dell'Eurofighter, almeno non con questi dettagli.

 

http://breakingdefense.com/wp-content/uploads/sites/3/2013/05/F-35-December-2012-SAR.pdf

 

 

I costi per il 2012 http://www.airforcetimes.com/article/20130524/NEWS/305240012/Pentagon-F-35-program-costs-fell-4-5-billion-last-year

Edited by holmes7
Link to post
Share on other sites

Mauro, il ministro che rifiutò la divisa ....

 

Il titolare della Difesa scelse il servizio civile.

Ma ai militari piace per la sua disponibilità.

 

Un ritratto ....

 

Fonte .... http://www.ilgiornale.it/news/interni/mauro-ministro-che-rifiut-divisail-titolare-difesa-scelse-923433.html

 

dxh3lz.jpg

 

 

Perna ha preso un cantonata .... e lo ammette ....

 

Il ministro soldato.

Ecco Mauro in divisa ....

 

Nel mio ritratto del ministro della Difesa, Mario Mauro, pubblicato ieri ho scritto che ha evitato il servizio militare, preferendo quello civile.

 

Ho sbagliato.

 

Link .... http://www.ilgiornale.it/news/interni/lunga-vita-ministro-soldato-ecco-mario-mauro-divisai-923837.html

 

33xkhf4.jpg

Link to post
Share on other sites
  • fabio-22raptor featured, unfeatured, pinned, unpinned, featured and unfeatured this topic

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...