Jump to content
easy

F-35 Lightning II - Discussione Ufficiale

Recommended Posts

11° lotto ... il prezzo degli F-35A scende a meno di 90 milioni di Dollari ...

Quote

After drawn out negotiations with the Department of Defense, Lockheed Martin signed a contract to produce the eleventh lot of the F-35A for $89.2 million per unit.
The price for the US Air Force’s conventional-takeoff-and-landing variant of the stealth fighter is the lowest yet, a 5.4% reduction from the prior production lot.

Fonte: flightglobal.com ... Lockheed Martin F-35A price dips below $90m for first time ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, TT-1 Pinto ha scritto:

11° lotto ... il prezzo degli F-35A scende a meno di 90 milioni di Dollari ...

Fonte: flightglobal.com ... Lockheed Martin F-35A price dips below $90m for first time ...

Il commento che appare sul sito dell' AFA ...

http://www.airforcemag.com/Features/Pages/2018/September 2018/F-35A-Unit-Price-Lockheed-Martin-DoD-Lot-11.aspx

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Necessitano aggiustamenti e decisioni ...

Quote

The F-35 production line, although meeting annual targets, is late on monthly deliveries, and the Joint Program Office has put Lockheed Martin on notice that it must step up quality or lose some incentive fees. 
Program Executive Officer Vice Adm. Mat Winter also said the military services have decided to upgrade all their existing jets to the Block 3 standard, but have not yet decided if they will eventually mod all their jets to a Block 4 configuration.

Fonte: airforcemag.com ... F-35s Behind, Line Needs More Automation; Services Plan to Mod Early Jets ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, TT-1 Pinto ha scritto:

"...Program Executive Officer Vice Adm. Mat Winter also said the military services have decided to upgrade all their existing jets to the Block 3 standard..."

Questo è un dettaglio interessante. C'è da sperare che metta una fine agli articoli copiaincollati su "Gli F-35 prodotti finora non servono a una cippa e non verranno manco aggiornati!!!1!1!"

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 16/9/2018 in 00:51 , Flaggy ha scritto:

Per non parlare della diversa percezione che l’osservatore può avere di due suoni che hanno lo stesso livello di decibel ma su frequenze diverse.

Concordo, 
anni fa abbiamo fatto qualche giretto ad Aviano a vedere numerosi decolli per andare a bombardare la Bosnia, mi pare...
In una sera ti passavano a pochi metri dalla testa più di un centinaio di velivoli armati fino ai denti.
Ricordo che l'F117 mi aveva stupito per la rumorosità, pensavo che fosse silenziosissimo. Prima della partenza di questi velivoli hanno spento tutte le luci dell'aeroporto e attivato un'illuminazione blu. Quando ti passavano sopra la testa facevano un rumore molto più acuto rispetto ad F-15 e F16 con post-bruciatore acceso, ma molto rumoroso. Dopo pochi metri dal decollo accendevano un faro posteriore, non so a cosa servisse, forse a farsi vedere da chi gli stava dietro?
Altro velivolo rumorosissimo era il Prowler, velivolo lento ma da un rumore acuto e fastidiosissimo.
Comunque entrambi avevano una frequenza più acuta, ma molto fastidiosa e dopo il decollo si sentiva a lungo, molto più degli altri.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 2/10/2018 in 17:54 , nsauro ha scritto:

 dopo il decollo si sentiva a lungo, molto più degli altri.
 

...anche perchè ci mettono molto di più ad allontanarsi ed a fare quota.😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente e sinceramente il disagio fisico provocato da un velivolo a pieno AB che ti passa sopra la testa in decollo è impressionante: oltre alle orecchie che chiedono pietà, senti le vibrazioni che ti entrano fin dentro il petto.

Comunque l'F-117 aveva un motore a BPR piuttosto basso (in fondo era quello dell'F-18 senza AB) e quindi piuttosto rumoroso. Evidentemente appiattire gli scarichi e favorire il rimescolamento con l'aria fredda esterna non è che abbia avuto chissà che benefici sul fronte del rumore.

Un aspetto positivo dell'F-135 montato sul Lightning che però va fatto notare è che l'assenza (spesso e volentieri) di carichi esterni e la spinta piuttosto elevata anche a secco, consentirebbero al velivolo di decollare senza AB su piste sufficientemente lunghe. Questo permette di avere una rumorosità inferiore anche rispetto a quella di motori a più alto rapporto di diluizione, ma che, proprio per questo, hanno una minore spinta specifica a secco e quindi richiedono l'uso del postbruciatore.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Flaggy ha scritto:

Sicuramente e sinceramente il disagio fisico provocato da un velivolo a pieno AB che ti passa sopra la testa in decollo è impressionante: oltre alle orecchie che chiedono pietà, senti le vibrazioni che ti entrano fin dentro il petto.

L'ho sperimentato di persona il 3 Giugno 1961, a Le Bourget, quando il B-58 decollò per il suo ultimo volo sotto la spinta dei suoi quattro J-79 a pieno postbruciatore.

L'hai detto ... una cosa veramente impressionante e impossibile da dimenticare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Flaggy ha scritto:

Sicuramente e sinceramente il disagio fisico provocato da un velivolo a pieno AB che ti passa sopra la testa in decollo è impressionante: oltre alle orecchie che chiedono pietà, senti le vibrazioni che ti entrano fin dentro il petto.

Comunque l'F-117 aveva un motore a BPR piuttosto basso (in fondo era quello dell'F-18 senza AB) e quindi piuttosto rumoroso. Evidentemente appiattire gli scarichi e favorire il rimescolamento con l'aria fredda esterna non è che abbia avuto chissà che benefici sul fronte del rumore.

Un aspetto positivo dell'F-135 montato sul Lightning che però va fatto notare è che l'assenza (spesso e volentieri) di carichi esterni e la spinta piuttosto elevata anche a secco, consentirebbero al velivolo di decollare senza AB su piste sufficientemente lunghe. Questo permette di avere una rumorosità inferiore anche rispetto a quella di motori a più alto rapporto di diluizione, ma che, proprio per questo, hanno una minore spinta specifica a secco e quindi richiedono l'uso del postbruciatore.

Infatti, le vibrazioni al petto e la sensazione, miste al profumo del carburante, erano indescrivibili, indimenticabili! Le orecchi erano rigorosamente riempite di cotone. Ricordo un tipo che per fare il figo è rimasto senza cotone e senza mani alle orecchie e dopo il primo decollo è scoppiato a piangere dal dolore. Un mio amico ha registrato il rombo del decollo con il cellulare e si è rotto il microfono. Un air show non rende minimamente l'idea.

Comunque ogni motore ha il suo timbro inconfondibile, il Prowler, fastidiosissimo in decollo, produceva un fischio acuto e fastidioso anche da fermo in fase di riscaldamento. L'F15 aveva un rombo più potente, ma molto più gradevole.

Sarei proprio curioso di sentire l'F35.

 

Una domanda probabilmente banale: come dicevo nel post precedente gli F117 appena partiti accendevano un faro posteriore, serviva per farsi rilevare dal velivolo retrostante?  
Data la marcata stealthness degli F35, come fanno a rilevarsi tra loro? Se c'è un qualche tipo di transponder, non c'è il rischio che possa essere rilevato anche eventuali nemici?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che quella dell'F-117 fosse la normale luce di navigazione posteriore. Finchè in spazio aereo amico è utile sapere che c'è un aereo e dove sta andando.

Quanto all'F-35 ogni velivolo è dotato di datalink non intercettabile ( Multifunction Advanced Data Link o MADL) che tanti problemi crea quando si tratta di comunicare con altri velivoli che hanno il normale link16, ma che non crea assolutamente problemi agli altri F-35 della formazione, che non solo sanno dove si trovano gli altri Lightning, ma possono condividerne tutti i dati forniti dai sensori: la sensor fusion che si vuole ottenere non è solo quella dei sensori di un velivolo, ma interconnette i sensori di più velivoli (cosa non facile anche solo con 4 aerei).

Comunque, anche nell'F-35 ci sono sempre le luci di formazione a bassa visibilità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vola più veloce ... risparmierai tempo e carburante ...

Quote

The Air Force's stealth fighters have been approved to fly faster during deployment missions in an effort to reduce the time it takes to complete the mission and the amount of fuel required.
The Air Force Operational Energy office determined that during Coronet missions — long-distance deployments in which the aircraft do not land — F-22s and F-35s can fly closer to their maximum-range airspeed though they must stay within boom limits, according to a USAF release.

 Fonte: airforcemag.com ... F-22s, F-35s to Fly Faster on Long-Distance Deployments to Reduce Fuel Consumption ...

(Avrei potuto postarla anche nella discussione dedicata al Raptor)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 4/10/2018 in 10:36 , Flaggy ha scritto:

Quanto all'F-35 ogni velivolo è dotato di datalink non intercettabile ( Multifunction Advanced Data Link o MADL) che tanti problemi crea quando si tratta di comunicare con altri velivoli che hanno il normale link16, ma che non crea assolutamente problemi agli altri F-35 della formazione, che non solo sanno dove si trovano gli altri Lightning, ma possono condividerne tutti i dati forniti dai sensori: la sensor fusion che si vuole ottenere non è solo quella dei sensori di un velivolo, ma interconnette i sensori di più velivoli (cosa non facile anche solo con 4 aerei).

Grazie come sempre per l'ottima risposta. 

L'interconnessione dei dati dev'essere davvero ardua!
Avere tutti questi dati può essere un indubbio vantaggio, ma non c'è il rischio che avendo troppa roba cui prestare attenzione il pilota in situazioni critiche possa far confusione? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, nsauro ha scritto:

Grazie come sempre per l'ottima risposta. 

L'interconnessione dei dati dev'essere davvero ardua!
Avere tutti questi dati può essere un indubbio vantaggio, ma non c'è il rischio che avendo troppa roba cui prestare attenzione il pilota in situazioni critiche possa far confusione? 

Difatti una delle cose su cui si è molto lavorato e che ha richiesto molto tempo è la sintesi, fusione e presentazione dei dati. Il velivolo fa da solo un lavoro di preselezione e collazione dei dati (sia quelli 'precaricati' sia quelli provenienti dai sensori di bordo) e presenta al pilota un quadro chiaro ed immediato di minacce, obiettivi e fattori rilevanti.

Idea concettualmente molto semplice e quindi, come tutte le idee concettualmente semplici, complicatissima da realizzare. Tanto che han dovuto fare anni di test per mettere a punto il sistema.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lasciathely lavorareeeeh (che è la prima volta nella vita, non sono abituati).

 

Al di la di ciò, raccapezzarsi nelle dichiarazioni dell'attuale establishment diventa non poco complicato. Aspettiamo la valutazione e speriamo che il ministro Trenta riesca ad evitare catastrofi come quella che si profila per il CAMM ER 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto la dichiarazione del ministro. Avrei da fare un sacco di considerazioni sui toni e sui contenuti ma questa è una discussione di aeronautica ed è giusto che la politica ne resti fuori per quanto possibile.

Solo due cose mi vengono da dire:

1) il "grande senso di responsabilità", almeno per come sono stato educato io, non è una qualità che ti autoattribuisci. Ti viene riconosciuta se le tue azioni la dimostrano ma il dirsi da soli "ho grande senso di responsabilità" è una cosa che mi fa storcere il naso anche quando faccio un colloquio ad uno stagista...

2) la conclusione retorica "viva le forze armate! viva l'Italia!" mi pare francamente fuori luogo.

Per il resto, aspettiamo e vediamo anche se io comincio ad avere grossi timori...

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, Alpino ha scritto:

Appiedato a seguito dell'incidente di 2 settimane fa..

 

https://theaviationist.com/2018/10/11/almost-all-f-35-joint-strike-fighters-grounded-worldwide-following-september-28-crash/

Mi stavo doamndando quando lo avrebbero fatto.

Quelli UK sono già tornati a volare (anzi, pare non li abbiano fermati proprio) e stando all'articolo di The Aviationist i nostri pure sono già tornati a volare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×