Jump to content
-{-Legolas-}-

F-104 Starfighter - discussione ufficiale

Recommended Posts

Finalmente un pò di realismo.

 

L'F104 è stato un grande aereo solo perchè " E' " stato da solo la nostra aereonautica per un bel pezzo.

Ma di limiti ne aveva già tanti quando abbiamo scelleratamente deciso di acquistarlo.

Scelleratamente?Posso essere d'accordo quando abbiamo acquistato la versione S ma quando nel 63 abbiamo preso i G,di concerto con gli alleati NATO non c'erano molte alternative valide(forse il Mirage III)ma il 104 rispondeva a quella che era la dottrina dell'epoca.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scelleratamente?Posso essere d'accordo quando abbiamo acquistato la versione S ma quando nel 63 abbiamo preso i G,di concerto con gli alleati NATO non c'erano molte alternative valide(forse il Mirage III)ma il 104 rispondeva a quella che era la dottrina dell'epoca.

 

Ecco.

Secondo me il Mirage III potrebbe essere stata sicuramente una scelta migliore.

Senza togliere nulla dai meriti del 104, si avrebbe acquistato un caccia più performante, affidabile e forse anche duraturo.

 

Cosa intendi con la dottrina dell'epoca?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ecco.

Secondo me il Mirage III potrebbe essere stata sicuramente una scelta migliore.

Senza togliere nulla dai meriti del 104, si avrebbe acquistato un caccia più performante, affidabile e forse anche duraturo.

 

Cosa intendi con la dottrina dell'epoca?

La scelta dello Starfighter avvenne perché rispondeva meglio a quelli che erano i requisiti della dottrina della "risposta flessibile";il caccia bisonicoa che sarebbe dovuto entrare in servizio doveva difendere i cieli europei dalle orde di bombardieri sovietici ed allo stesso tempo essere il vettore ideale per un arma nucleare.Pertanto il 104 era il migliore compromesso tra queste caratteristiche;il Lightining ed il Mirage III erano gli altri finalisti;sul secondo tutti possiamo concordare che fosse il miglior dogfighter tra i concorrenti ma il punto era che questo fattore non era considerato nella valutazione oltre al fatto che non era compatibile con l'armamento Nucleare NATO e che faceva ricorso ad una propulsione mista(Atar+razzo ausiliario per le fasi di salita).Certo poi la guerra dei 6 giorni ne ha celebrato l'efficacia;per quanto riguarda l'impiego in Vietnam sembra in realtà che gli F104,chiamati Zipper,ebbero un certo successo in missioni di CAS dimostrandosi una stabile piattaforma di tiro,capace di intervenire a chiamata in breve tempo;di fatto l'aereo era in fase di radiazione e pertanto il suo periodo di impiego fu molto limitato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
...purtroppo per l'AMI anche negli anni ottanta, novanta e primi del duemila.

 

L'Aspide a l'Aim-9L verranno integrati solo nei 147 esemplari ASA.

Tuttavia i primi F-104ASA erano allo standard ASA-1, privi ancora del missile ASPIDE che verrà introdotto solo con la fase ASA-2 del 1991, ovvero circa 15 anni dopo che il missile era entrato in servizio nella marina militare.

 

Dei 205 F-104S consegnati all'AMI, 147 hanno beneficiato del sistema ASA costato la cifra stratosferica di 600 miliardi di lire. Successivamente (nel 1998) 49 F-104S ASA e 15 TF-104G vennero aggiornati al programma ASA/M, altrettanto costoso e necessario solo a trascinare lo Starfighter fino al 2004. I 49 F-104S ASA/M sono stati i velivoli che dal 1998 al 2004 hanno protetto lo spazio aereo internazionale armati di 2 Aspide e 2 Sidewinder e 2 serbatoi wingtip.

Lockheed_F-104_STARFIGHTER.png

 

Magari ho cercato male, ma non ho trovato nulla di risolutivo:

Dove posso trovare informazioni più dettagliate sul programma ASA e sul programma ASA/M?

Qualcuno può fornirmi qualche dritta?

grazie anticipatamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Magari ho cercato male, ma non ho trovato nulla di risolutivo:

Dove posso trovare informazioni più dettagliate sul programma ASA e sul programma ASA/M?

Qualcuno può fornirmi qualche dritta?

grazie anticipatamente.

 

Anche la scheda del sito non dice molto effettivamente; da http://www.18gruppocaccia.it/la-storia-di-...f-104-asa.html:

Durante gli arbori degli anni ’80, il programma Eurofighter procedeva a rilento e I “fighters” italiani iniziavano ad invecchiare, proprio mentre la situazione di numerosi paesi confinanti con la nostra nazione appariva non proprio rassicurante. Fondi per l’acquisto di un nuovo velivolo non se ne trovavano, quindi l’Aeronautica Militare pensò di sottoporre l’F 104 ad un programma di lifting, chiamato Avionics and Armament Upgrade o ASA, riservato all’F 104 S.

Il programma fu concepito principalmente per la versione intercettore del velivolo, proprio perché il vecchio radar di cui era equipaggiato funzionava di rado e anzi, soprattutto per le missioni addestrative, esso veniva sostituito da zavorra. I piloti rimisero numerose speranze in questo programma di aggiornamento, in quanto voci dicevano che il cannone sarebbe stato reinstallato su tutte le varianti, che l’avionica sarebbe stato meno ingombrante e il nuovo velivolo sarebbe stato dotato di un “probe” per il rifornimento in volo. Solo promesse. Fu installato un nuovo radar, il FIAR R 121 G/M Setter, un nuovo sistema di comunicazione e di contromisure elettroniche, così come un piccolo dispenser di chaff e flare; inoltre un RWR ed un sistema IFF furono integrati nella nuova suite avionica.

Per quanto riguarda l’armamento, l’Aspide 1 A prese il posto dello Sparrow e l’AIM 9 L fu sostituito al vetusto AIM 9 B. Il “probe” per il rifornimento in volo non fu mai installato, in quanto avrebbe limitato la velocità soltanto a Mach 1.7.

I modelli costruiti in origine come CB mantennero la configurazione con cannone, e furono ridistribuiti al 102° Gruppo e al 18° Gruppo. Tutti gli altri mantennero una configurazione con missili soltanto, come armamento. Come è ben semplice comprendere, il programma di ammodernamento non entusiasmò i piloti, invidiosi dei piloti di altre Aeronautiche che volavano con F15 o F16.

Il prototipo ASA fu verniciato di un blu molto chiaro, mentre le macchine operative mantennero la vecchia verniciatura NATO. Le differenze sostanziali riguardarono le coccarde nazionali, molto più piccole, i numeri di matricola sulla coda, anch’essi di dimensioni di gran lunga ridotte, e gli emblemi di Stormo e Gruppo Volo d’ora in avanti furono ridipinte in nero.

Questo processo, molto lento, che non coinvolse tutte le macchine contemporanemante, portò l’F 104 al nuovo standard di bassa visibilità.

L’ultimo F 104 S ASA CB fu dismesso a metà Luglio 1993, durante una cerimonia presso la base aerea di Rimini, di dismissione del 102° Gruppo. Allo stesso, sarebbero stati assegnati i Tornado IDS usati alla scuola di conversione di Cottesmore. Il Gruppo, simultaneamente, si trasferì a Brescia-Ghedi, dove è tuttora, in seno al 6° Stormo.

S’evince pertanto che, a partire da quella data, gli F 104 usati in Italia erano esclusivamente intercettori che avevano subito l’ammodernamento ASA, oppure TF 104 G, usati alla scuola di volo di Grosseto.

Il 18° Gruppo di Trapani utilizzava gli F 104 ASA, con cannone, senza capacità, tuttavia, di utilizzare missili a guida radar.

 

EDIT: aggiunta immagine:

F-104_ASA_M_POSTER.jpg

Edited by lender

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
per quanto riguarda l'impiego in Vietnam

 

L'USAF ne fu tutt'altro che entusiasta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ilclod, mettendo insieme le varie voci degli articoli presenti su Wikipedia ENG eccoti una sintetica nota riguardo gli F-104S, ASA e ASA/M

 

F-104S

246 Italian versions produced by FIAT, one aircraft crashed prior to delivery and is often not included in the total number built. The F-104S was upgraded for the interception role having NASARR R-21G/H radar with moving-target indicator and continuous-wave illuminator for SARH missiles (initially AIM-7 Sparrow), two additional wing and two underbelly hardpoints (increasing the total to nine), more powerful J79-GE-19 engine with 11,870 lbf (53 kN) and 17,900 lbf (80 kN) thrust, and two additional ventral fins for increased stability. The M61 cannon was sacrificed to make room for the missile avionics in the interceptor version but retained for the fighter-bomber variants. Up to two Sparrow; and two, theoretically four or six Sidewinder missiles were carried on all the hardpoints except the central (underbelly), or seven 340 kg bombs (normally two–four 227–340 kg). The F-104S was cleared for a higher maximum takeoff weight, allowing it to carry up to 7,500 lb (3,400 kg) of stores; other Starfighters had a maximum external load of 4,000 lb (1,814 kg). Range was up to 1,250 km with four tanks.[28]

 

Mid-life updates

Two further update programs were carried out prior to the introduction into AMI service of the Eurofighter Typhoon, resulting in the F-104S-ASA and F-104S-ASA/M:

 

F-104S-ASA

The F-104ASA (Aggiornamento Sistemi d'Arma), developed in 1986, introduced a Fiar Setter radar, with 'look-down' capability and compatibility with the Selenia Aspide missile. AIM-9Ls were then used as the main armament, replacing the previous "B" and "F" version of this missile, while the older AIM-7s were retained. One AIM-7 was usually carried under each wing. In total, 147 of the F-104S airframes were converted to ASA standard at an expense of around 600 billion lire, the last ASA model was delivered in the early 1990s.

...

An upgraded Italian version, with 147 modified from existing airframes, upgraded with Fiat R21G/M1 radar with frequency hopping, look-down/shoot-down capability, new IFF and weapons delivery computer, and provision for AIM-9L all-aspect Sidewinder and Selenia Aspide missiles. Due to the delays of Aspide integration, it was also called the ASA-1 with Sparrows, and ASA-2 when the Aspide became available, and eventually all F-104Ss were upgraded to ASA-2 standard. The fighter-bombers had no substantial improvements in the "ASA" version, and were later modified to interceptor standards (CI) without the M61

 

F-104S-ASA/M

The ASA/M upgrade (Aggiornamento Sistemi d'Arma/Modificato, initially known as the 'ECO', Estensione Capacità Operative) focused on improving reliability rather than combat enhancements, and involved 49 ASA aircraft. 15 TF-104Gs were also involved in this program .

...

49 F-104S-ASA and 15 two-seat TF-104G aircraft were upgraded from 1998 to ASA/M standard with GPS, new TACAN and Litton LN-30A2 INS, refurbished airframe, and improved cockpit displays. All strike-related equipment was removed. The last Starfighters in combat service, they were withdrawn in December 2004 and temporarily replaced by the F-16 Fighting Falcon, while awaiting Eurofighter Typhoon deliveries

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'USAF ne fu tutt'altro che entusiasta.

Che non fosse entusiasta del velivolo in se ci può stare altrimenti ne avrebbe ordinati altri..però per quanto riguarda il periodo di rischieramento nel nam ti rimando ad un post di Legolas dell'11 Febbraio,di questo stesso topic dove c'è il link ad un articolo.Quando fu schierato il 104 era ormai in fase di dismissione dall'USAF;nell'impiego come vettore CAS(e mi riferivo limitatamente a questo) lo Zipper si dimostrò molto efficace in termini di precisione,di disponibilità tecnica e di velocità nel raggiungere gli obiettivi;poi come caccia ovviamente confermò i suoi limiti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Le fonti che ho conultato io finora confermano che fu un mezzo disastro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che non fosse entusiasta del velivolo in se ci può stare altrimenti ne avrebbe ordinati altri..però per quanto riguarda il periodo di rischieramento nel nam ti rimando ad un post di Legolas dell'11 Febbraio,di questo stesso topic dove c'è il link ad un articolo.Quando fu schierato il 104 era ormai in fase di dismissione dall'USAF;nell'impiego come vettore CAS(e mi riferivo limitatamente a questo) lo Zipper si dimostrò molto efficace in termini di precisione,di disponibilità tecnica e di velocità nel raggiungere gli obiettivi;poi come caccia ovviamente confermò i suoi limiti.

 

Esatto, detto ciò non bisogna trascurare il fatto che il Missile con l'uomo dentro era stato concepito per arrampicarsi nel minor tempo possibile e portarsi alla distanza ottimale per lanciare i suoi missili nei confronti del possibile aggressore! Tutti sappiamo inoltre che quando il grande "Kelly" si ritrovò ad accettare le richieste dei vari piloti interpellati, assecondò i requisiti di velocità e accellerazione, caratteristiche dove il 104 non aveva nulla da invidiare, ma il Vietnam cambiò radicalmente il modo di combattere i duelli aerei, e lo Spillone si trovò di punto ad essere un ottimo aereo sotto alcuni punti di vista che erano importanti, ma non più fondamentalmente essenziali in un combattimento aereo!

 

 

Concludendo: Nonostante tutto è un MITO! :adorazione:

 

FESTA d'ADDIO F-104 STARFIGHTER Music LITFIBA

 

P.S. Appena trovo il libro in questione posto un bel resoconto sull'impiego dalla nascita alla Radiazione!

Edited by Blue Sky

Share this post


Link to post
Share on other sites

chissà come sarebbe strutturata ora l'Ami se lo spillone fosse stato radiato per tempo, magari sostituito con l' f-16

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esatto, detto ciò non bisogna trascurare il fatto che il Missile con l'uomo dentro era stato concepito per arrampicarsi nel minor tempo possibile e portarsi alla distanza ottimale per lanciare i suoi missili nei confronti del possibile aggressore! Tutti sappiamo inoltre che quando il grande "Kelly" si ritrovò ad accettare le richieste dei vari piloti interpellati, assecondò i requisiti di velocità e accellerazione, caratteristiche dove il 104 non aveva nulla da invidiare, ma il Vietnam cambiò radicalmente il modo di combattere i duelli aerei, e lo Spillone si trovò di punto ad essere un ottimo aereo sotto alcuni punti di vista che erano importanti, ma non più fondamentalmente essenziali in un combattimento aereo!

Concludendo: Nonostante tutto è un MITO! :adorazione:

 

FESTA d'ADDIO F-104 STARFIGHTER Music LITFIBA

 

P.S. Appena trovo il libro in questione posto un bel resoconto sull'impiego dalla nascita alla Radiazione!

Attendo con ansia Blue ;-)!Magari se hai la possibilità sarebbe interessante approfondire gli episodi legati alle altre guerre del 104 come il conflitto indo-pachistano del 1965,i vari confronti tra Grecia e Turchia o quelli tra gli Starfighter Taiwanesi e i Mig Cinesi.

 

x Intruder:non so che dirti.Oltre al citato articolo postato da Legolas ne ricordo un altro pubblicato su Aerei(può essere anche che sia un estratto del medesimo in inglese)che arrivava alle stesse conclusioni cioè che il velivolo si era comportato bene in quello specifico impiego ma ciò non toglie che il giudizio complessivo potesse essere negativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
chissà come sarebbe strutturata ora l'Ami se lo spillone fosse stato radiato per tempo, magari sostituito con l' f-16

bella domanda...sarebbe stato meglio sostituirlo da un certo punto di vista,...pero gli f-16 costano, e forse non avremmo aderito all'efa..e avremmo tenuto l'f-16 per piu' tempo facendogli fare la fine dell'f-104 <_< .. :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo che gli f-16 all'epoca costassero molto, la scheda del sito sul'f-16 dice che vennero offerti ai paesi nato a poco più di 5 milioni di dollari al pezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non credo che gli f-16 all'epoca costassero molto, la scheda del sito sul'f-16 dice che vennero offerti ai paesi nato a poco più di 5 milioni di dollari al pezzo.

se e' cosi siamo stati proprio fessi a noi cambiarli totalmente...pero le conseguenze che avremmo riscontrato oggi sono difficili da immagginare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
:hmm: mi pare che questi discorsi siano già stati fatti, ma non ricordo più esattamente dove. Comunque l'F-16 era nato proprio come caccia a basso costo da costruire in grandi numeri. Ma ormai la storia è andata come sappiamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

queste e' la mappa dei paesi che usano gli f-16, aggiornato al 2006, in blu gli stati che hanno piu' di 50 unita', azzurro meno di 50, gialli che hanno cancellato l'ordinazione, oppure che hanno intenzione di ordinarli-------- http://it.wikipedia.org/wiki/File:World_op...ting_Falcon.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
chissà come sarebbe strutturata ora l'Ami se lo spillone fosse stato radiato per tempo, magari sostituito con l' f-16
bella domanda...sarebbe stato meglio sostituirlo da un certo punto di vista,...pero gli f-16 costano, e forse non avremmo aderito all'efa..e avremmo tenuto l'f-16 per piu' tempo facendogli fare la fine dell'f-104 <_< .. :rotfl:

Bella risposta! :asd: Ora saremmo qui a veder volare degli F-16 ASA-M!

 

Scherzi a parte, indubbiamente "il caccia del secolo" è stato il sostituto naturale dello Spillone, e probabilmente sarebbe stata la migliore scelta per l'AMI. I fattori "protezionismo", "miopia" e "l'EFA dovrebbe arrivare per i primi dei '90" hanno portato a quella che sarebbe dovuta essere una delle tante soluzioni ad interim.

 

Per quanto riguarda il parere dell'USAF anch'io ricordo che in Vietnam non si comportarono poi così male, e come già detto la cosa più apprezzata era il fatto che arrivassero a salvare la pelle ai Marines in pochi minuti dalla chiamata. Poi, nel complesso, c'è da considerae che in quegli anni le macchine invecchiavano velocemente e le dottrine evolvevano abbastanza rapidamente, soprattutto in seguito al già citato conflitto del Vietnam. Il 104 è stato progettato in base a specifiche emerse dopo la Guerra di Corea, e non si può certo dire che le abbia deluse.

 

Ancor meno ha deluso le specifiche delle aeronautiche europee che principalmente vivevano in costante attesa di un pericolo fatto di enormi formazioni di Bear e soci. Per assolvere ad un compito del genere un purosangue da intercettazione come lo Starfighter era quanto di meglio si potesse operare in ambito NATO.

 

Lasciando stare quello che lo Spillone è stato in AMI, tuttosommato è stato un aereo che nella sua epoca fu il punto di riferimento, nonchè caccia standard, delle aeronautiche NATO. E non mi pare poco...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Attendo con ansia Blue ;-)!Magari se hai la possibilità sarebbe interessante approfondire gli episodi legati alle altre guerre del 104 come il conflitto indo-pachistano del 1965,i vari confronti tra Grecia e Turchia o quelli tra gli Starfighter Taiwanesi e i Mig Cinesi.

 

Si Super, dovrei avere qualcosa in merito, magari sabato pomeriggio posto qualcosa! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'F104 ha costituito di fatto 40 anni di storia della nostra AMI. Quaranta!

 

E' quindi normale continuare a parlarne ancora ora e chissà per quanti anni a venire.

 

Ricostruire come e cosa sia successo non è semplice anche per chi come me ha più di quei quarant'anni e ha seguito la storia nel suo divenire.

 

Certo è che va considerato il fatto che nel decennio 1970-1980, cioè in piena guerra fredda, l'Italia si è ritrovata ad avere, in grandi numeri, un caccia superiore a quelli di tanti altri paesi della NATO. Il prezzo fu pagato nei venticinque anni successivi quando invece si è ritrovata ad avere il caccia peggiore...

 

Caccia superiore? E sì, perchè ancora nel 1980 Belgio, Canada, Danimarca, Norvegia, Olanda si basavano sugli F104G, senza dubbio inferiori ai nostri S. E fino al 1973-74 avevamo una linea caccia superiore anche a quella della repubblica federale tedesca.

 

Quindi se la terza guerra mondiale fosse scoppiata nel 1973, e fossimo sopravvissuti, avremmo magari ringraziato il cielo che l'AMI si fosse comprata l'F104S ed in grosse quantità...

 

Per fortuna la guerra mondiale non è scoppiata nel 1973, anche perchè, pur se superiore agli f104G degli altri, i nostri caccia sarebbero probabilmente stati surclassati dai Mig21bis o dai Mig23 degli "altri". Per non parlare delle migliaia di testate atomiche che avrebbero forse reso irrilevanti i caccia, i carri armati, ecc ecc.

 

Detto questo che alternative migliori avremmo avuto?

 

- costruire su licenza sin dall'inizio Mirage III al posto degli F104, magari C all'inizio e poi E... politicamente un po' improbabile e poi sulla carta nei primi anni 60 l'F104 era superiore e l'f104S CB lo è restato anche in pratica fino alla sua fine come aereo d'attacco! E tutto sommato tenere nel 2004 come caccia dei Mirage IIIE-ASA-M non è che sarebbe stato un granch'è meglio!

 

- costruire su licenza sin dall'inizio dei Lightning ecc ecc, come sopra con l'aggravante del maggiore costo, ergo minor numero di aerei costruiti. Poi non sono convinto che operativamente un Lightning sarebbe stato superiore agli F104S (minore autonomia, armamento con soli due missili tipo Red Top)

 

- comprare all'inizio gli F104G e poi dopo costruire Mirage IIIE o Lightning F6? Più o meno valgono le considerazioni dei primi due casi con l'aggravante della doppia linea di aerei.

 

- seguire l'esempio dei tedeschi, olandesi ecc e costruire in grandi numeri gli F104G a sostituzione integrale degli F86K e F84F. Come risultato saremmo stati un po' più deboli negli anni 70. Poi ragionevolmente avremmo preso pure noi gli F4, come i tedeschi, o più probabilmente gli F16A come olandesi ecc. Quindi saremmo stati meglio negli anni ottanta e novanta. Ma oggi avremmo gli Eurofighter? Difficile dire se tutto sommato sarebbe stata veramente una opzione migliore!

 

- fare come si fece storicamente tranne che all'inizio degli anni 70 si sarebbe dovuta interrompere la costruzione degli F104S (nella realtà proseguita fino al 1979!) e passare ai CL1200-1 Lancer (con lo stesso motore). Avremmo avuto probabilmente un po' meno aerei costruiti per AMI ma magari ci sarebbero state esportazioni, in ben altri numeri rispetto ai 40 F104 venduti ai turchi, e alla fine ci avremmo persino guadagnato. Ipotesi rischiosa, dovendo farci carico noi dello sviluppo di un aereo abbastanza nuovo rispetto agli f104. Potenzialmente però avremmo potuto affrontare la fine degli anni 70, e gli anni successivi, con un aereo assai migliore.

 

- comprare all'inizio gli f104G, nei numeri e modi come avvenne storicamente, ma poi costruire su licenza gli F4 (D fino al 1979? o magari D all'inizio e poi passare agli E?) al posto degli F104S. Ovviamente non sarebbero stati costruiti 205 F4, per il maggiore costo, però si sarebbero avuti aerei decisamente superiori e più longevi, magari anche con un rateo di perdite inferiore. Forse sarebbe stata la scelta migliore.

 

Mi sono dimenticato qualcosa?

 

Insomma, tutto sommato, messa così le scelte di AMI non è che mi sembrino così terribili. Aggiungo che il fatto che si sia tenuto l'F104 fino al 2004 è colpa di tanti, in primis i governi tedeschi dei primi anni 90 che ritardarono la messa in servizio degli Eurofighter per circa un decennio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Detto questo che alternative migliori avremmo avuto?

 

- seguire l'esempio dei tedeschi, olandesi ecc e costruire in grandi numeri gli F104G a sostituzione integrale degli F86K e F84F. Come risultato saremmo stati un po' più deboli negli anni 70. Poi ragionevolmente avremmo preso pure noi gli F4, come i tedeschi, o più probabilmente gli F16A come olandesi ecc. Quindi saremmo stati meglio negli anni ottanta e novanta. Ma oggi avremmo gli Eurofighter? Difficile dire se tutto sommato sarebbe stata veramente una opzione migliore!

 

 

- comprare all'inizio gli f104G, nei numeri e modi come avvenne storicamente, ma poi costruire su licenza gli F4 (D fino al 1979? o magari D all'inizio e poi passare agli E?) al posto degli F104S. Ovviamente non sarebbero stati costruiti 205 F4, per il maggiore costo, però si sarebbero avuti aerei decisamente superiori e più longevi, magari anche con un rateo di perdite inferiore. Forse sarebbe stata la scelta migliore.

 

Mi sono dimenticato qualcosa?

 

Insomma, tutto sommato, messa così le scelte di AMI non è che mi sembrino così terribili. Aggiungo che il fatto che si sia tenuto l'F104 fino al 2004 è colpa di tanti, in primis i governi tedeschi dei primi anni 90 che ritardarono la messa in servizio degli Eurofighter per circa un decennio.

Queste 2 opzioni erano le più attuabili;gli F104G non furono prodotti nei numeri che servivano principalmente per motivi finanziari; riguardo il Phantom qualcuno dice che era un aereo estremamente costoso e complesso per la nostra AM ma alla fine l'hanno acquistato forze aeree anche meno blasonate come quella spagnola(direi anche Grecia e Turchia ma sono un caso a parte).All'F4 l'AM andò vicino con il quasi ordine per una quarantina di RF4 con cui equipaggiare il 3°ST,ordine che avrebbe fatto da apripista per l'F4E;il Phantom si è rivelato un velivolo con un buon potenziale di sviluppo e con successivi aggiornamenti(vedere gli F4ICE tedeschi o i Kurnass 2000 Israeliani)avrebbe consentito di avere una difesa aerea quantomeno "credibile"fino all'ingresso degli EF2000.

Altra opzione era produrre l'F16A,se non negli anni 70 per sostituire gli F104G o gli F86K,come caccia leggero/aereo da appoggio tattico in sostituzione dei G91Y al posto del programma AMX;in seguito avrebbero potuto affiancare e gradualmente sostituire gli F104S nei compiti di difesa aerea risolvendoci moolti problemi.

Furono tanti i fattori che condizionarono le scelte in primis politici.Si doveva avviare programmi che portassero all'acquisizione di know how,ma non disponendo di capacità tecniche e sopratutto finanziarie per procedere da soli ci siamo aggregati ai programmi europei(anche in un ottica di aggregazione politica) quali MRCA ed EFA.Solo che programmi del genere hanno il problema di essere lunghi e laboriosi con la differenza però che gli altri partner avevano i soldi per mantenere le loro linee di volo aggiornate mentre noi no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah io credo che le opzioni sono poche, per un aereonautica come la nostra il sostituto naturale, sia come ruolo sia come tempi, dello Starfighter era il Falcon con il quale ci saremmo potuti tranquillamente risparmiare anche l'AMX, e con una produzione su licenza di falcon in buoni numeri a partire dalla fine degli anni 70 avremmo potuto trovarci dieci anni fa in una situazione molto più tranquilla senza inutili gap filler e con la possibilità di partecipare alla pari con i nostri alleati agli impegni internazionali.

Ovvio non ci sarebbe stato l'eurofighter, ma, a mio vedere, questa sarebbe stata un ulteriore cosa positiva derivante dalla scelta dell'F-16.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ovvio non ci sarebbe stato l'eurofighter, ma, a mio vedere, questa sarebbe stata un ulteriore cosa positiva derivante dalla scelta dell'F-16.

 

Un punto di vista che può essere opinabile, ma cinicamente veritiero!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, forse non avremmo partecipato al programma EFA (e allora mi domando se esso avrebbe mai visto la luce) ma -concordando con Dominus- avremmo risparmiato migliaia di miliardi di lire evitando costosi programmia come l'AMX o il leasing dei Tornado ADV.

 

Probabilmente adesso avremmo avuto una flotta di F-16blk 50/52....in tranquilla e comoda attesa dell'F-35.

 

Meglio non pensarci, vah.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non sbaglio noi e i tedeschi speravamo di sostitutire gli f-104 con il pa-100 panther, versione monoposto e da intercettazione del tornado.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...