Jump to content

CH: nuova valutazione


mo-mo
 Share

Recommended Posts

Ritorno,dopo alcuni anni, in questo forum. Per entrare in argomento: l ' F-35 e il Patriot hanno stravinto la gara per un nuovo aereo da combattimento per la CH. Vedremo, magari per mezzo di qualche indiscrezione, la classifica finale. Il risultato svizzero ha condizionato quello finlandese le cui forze aeree hanno accordi di collaborazione con quelle svizzere da vari anni. Bis per l' F-35 dunque. Per l' acquisto svizzero ci vorra' del tempo: oggetti del genere non sono noccioline e l' acquisto deve essere indubbiamente un fatto politico: gli F-35 se saranno.acquistati, non saranno di enti lontani...ma di tutti gli abitanti della Confederazione, compreso gli stranieri che sono quasi il 30%. La proposta di acquisto prevede di riservare ca.9 milioni di CHF, spalmati su 10 anni, per l'acquisto di 36 Lighting II e di 5 unita' di Patriot. Quindi, a differenza della Finlandia, nessun stanziamento speciale. I soldi sono assicurati gia' prima dell' acquisto.

Link to comment
Share on other sites

    " ....Quindi, a differenza della Finlandia, nessun stanziamento speciale.  .... " ...... 

Beati loro .

Noi , per trovare i soldi per i nostri , dobbiamo raschiare il fondo del barile .

Edited by engine
Link to comment
Share on other sites

Visto che ho citato la Finlandia, Paese abbastanza legato alla CH per motivi militari: acquisto di  6 costosi Pilatus PC-12 per la Ilmavoimat, acquisto per 40 milioni di CHF dell' intera flotta di Bae Hawk (18 es.) svizzeri prematuramente dismessi, collaborazione per l'esercizio e la manutenzione degli Hornet, collaborazione per l'acquisto di un nuovo aereo da combattimento,...aggiungo qualche considerazione sul Paese nordico che non potrebbe essere piu' differente della Svizzera. Dimensioni: piu' vasto dell' Italia, popolazione: quasi 2/3 di quella CH, poi ... nazione sconfitta nella 2a GM che ha subito pesanti tagli al proprio territorio a favore dell'URSS. Infine neutralita' imposta dall' URSS che ha imposto limitazioni militari: niente missili e niente sottomarini. Non so lo stato attuale dei rapporti con la Russia che, evidentemente, ha ereditato l' URSS. I miliardi votati per gli F-35 si aggiungono a quelli per il rinnovo della marina..., acquisto di 4 "corvette" da quasi 4000 tonnellate che si chiamano così (e non fregate) per "motivi politici". Ogni Paese ha le sue realta' e le sue possibilita'. In Svizzera, Paese basato soprattutto sul privato, ogni spesa pubblica e' valutata con attenzione, spesso criticata dalle destre politiche. Per questo motivo la pianificazione delle spese pubbliche ha visioni anche ultradecennali... a parte la straordinaria evenienza...virale recente. Spero di non avere esagerato... Grazie per l'attenzione!

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Ho tempo per qualche precisazione sulla realta' politica svizzera. Siccome i referendum finanziari non sono ammessi a livello federale le sinistre (socialisti e verdi con il Gruppo per una Svizzera senza Esercito) intendono lanciare, dopo il probabile SI delle Camere federali all' acquisto degli F-35, un' iniziativa popolare (che non e' un referendum) con il quale si vuole introdurre nella Costituzione federale un nuovo articolo del (piu' o meno) seguente tenore: l' acquisto di aerei da combattimento di origine USA non e' ammesso per la durata (dico io) di 20 anni. Per lanciare l' iniziativa occorrono 100000 firme di cittadini elettori. Poi la votazione popolare (quella "cosa" che gli italiani chiamano referendum). Chi vuole gli F-35 deve votare NO. Per i proponenti dell' articolo anti jet USA non basta pero' il SI complessivo ma anche un SI di almeno 12 Cantoni. 

Spero di non essere frainteso: l' attuale crisi Russia- Ucraina ha messo evidentemente in crisi le sinistre pacifiste e antimilitare targate CH. C'e' poi stata la dichiarazione della ministra della Difesa Viola Amherd che ha invitato gli interessati a rinunciare all' iniziativa.

Cose svizzere per le quali esiste una "Swissness" generale. Rompib... le sinistre? Ma no! Siamo fortunati, diciamo noi, comprese le destre, a poterci esprimere su queste cose...che riguardano tutti, compreso quel 30% di stranieri abitanti nella Confederazione. Non mi illudo pero', da Ponte Chiasso in giu' continueranno a credere che il servizio militare in CH sia una specie di campeggio di boyscout e che quando spariamo...spariamo a salve!

Adesso vado a pranzo. Buona domenica a tutti!

 

Link to comment
Share on other sites

Il CSM USAF in visita nella Confederazione ...

Cita

Du 13 au 15 mars 2022, le Général Charles Q. Brown Jr, commandant en chef de l’US Air Force a rendu visite à son homologue suisse, le Divisionnaire Peter Merz, commandant des Forces aériennes suisses. 
D’entrée, les deux Officiers ont mis en avant l’excellente collaboration entre nos deux Forces aériennes depuis 50 ans. 
"Collaborer et renforcer les partenariats sont essentiels pour la sécurité. Nous ne pouvons pas attendre que les crises se produisent", a déclaré le Général Charles Brown.
Cette visite de travail a permis de faire le point sur la situation sécuritaire en Europe. 
Dans le cadre du choix de la Suisse pour le nouvel avion de combat Lockheed Martin F-35, le Divisionnaire Peter Merz, a pu expliquer la situation de notre pays en ce qui concerne les travaux préparatoires et ceci malgré la votation possible sur le sujet. 
Le Général Brown a pu notamment prodiguer des conseils et faire partager ses expériences sur le dossier F-35. 
Il a également été fait mention de l’importance du futur partenariat entre la Suisse, les USA et l’ensemble des utilisateurs du F-35 qui pourront, selon leurs désirs échanger des informations et des expériences tout au long de l’utilisation de ce nouvel avion. 
Le F-35 offrant ainsi une interopérabilité sans commune mesure à ce qui se fait actuellement.

 ... psk.blog.24heures.ch ... http://psk.blog.24heures.ch/archive/2022/03/15/visite-du-general-charles-q-brown-commandant-de-l-usaf-a-pay-872692.html ...

🇺🇸 & 🇨🇭

Link to comment
Share on other sites

Ultime dalla Confederazione ...

Cita

Au cours des dernières semaines, armasuisse a examiné avec le gouvernement américain et l’entreprise d’armement italienne Leonardo la possibilité de construire la majeure partie de la future flotte de F-35A des Forces aériennes suisses à Cameri, en Italie.
L’Aéronautica Militare a déployé deux avions de combat Lockheed Martin F-35A en Suisse. 
Les aéronefs, appartenant au 32° Stormo (32nd Wing), sur la base aérienne d'Emmen le 18 mars dernier. 
Ils resteront en Suisse jusqu'au 25 mars à l'occasion de la présentation des futurs systèmes de défense aux membres de l'ambassade de Suisse.
L'événement vise à présenter le nouvel avion de combat, ainsi que le nouveau système de défense antimissile Patriot et d'autres équipements en cours d'acquisition aux politiciens et aux leaders de l'industrie.
La participation des jets italiens Lightning II à l'événement démontre l'excellente collaboration entre les deux nations.

... psk.blog.24heures.ch ... http://psk.blog.24heures.ch/archive/2022/03/24/les-f-35-suisses-seront-bien-assembles-en-italie -872752.html ...

🇨🇭

Link to comment
Share on other sites

A proposito della presentazione di F-35A e Patriot presso la Base Aerea di Emmen ...

Cita

Il messaggio sull’esercito di quest’anno è stato presentato presso l’aerodromo militare di Emmen. 
È stato incentrato sull’aereo da combattimento F-35A e sul sistema di difesa terra-aria a lunga gittata Patriot. 
Nell’arco di sei giorni, circa 2700 persone, tra cui esponenti della politica, economia, industria e stampa nonché del pubblico, hanno ascoltato le spiegazioni degli esperti di armasuisse e dell’esercito sui nuovi sistemi da acquistare.

... ar.admin.ch/it ... https://www.ar.admin.ch/it/home.detail.news.html/ar-internet/news-2022/mitteilungen-allgemein/armeebotschaft2022.html ...

Anche qui ... theaviationist.com ... https://theaviationist.com/2022/03/30/armeebotschaft-2022/ ...

🇨🇭

Edited by TT-1 Pinto
***
Link to comment
Share on other sites

Ringrazio per la puntuale pubblicazione dell' evento militare di Emmen.

Si e' trattato, insomma, di una "cosa" molto "svizzera". Una dimostrazione dell' importanza che ha tutto quanto e' "militare" nella Confederazione, Paese non militarista ma pur sempre permeato da uno spirito...militaresco. E' vero che l' Esercito non e' piu' una "vacca sacra" in Svizzera pero' ha una presenza regolare anche nella vita civile inimmaginabile in altri Paesi (democratici). I contribuenti in Svizzera, compreso quel quasi 30% di stranieri, hanno diritto di sapere come vengono spesi i soldi per l' armamento, vogliono essere convinti della necessita' di una difesa nazionale efficiente. E' un problema, si fa per dire, in un Paese da molto tempo benestante e attualmente, nonostante tutto, piu' in forma che mai. 

Un' aggiunta circa le spese militari in CH.

Il budget militare annuale ufficiale e' di 5,1 miliardi di CHF, pari a poco piu' del mezzo per cento del PIL. Era stato di oltre il 7% ai tempi difficili della guerra fredda. In realta' il prof. Mauro Mantovani, docente all' accademia militare del Politecnico di Zurigo, fa osservare che in realta' le spese militari riguardano anche altri Dipartimenti (ministeri) e che superano il 2%. Affermazione pubblicata, tempo fa, anche sulla nota pubblicazione italiana di geopolitica "Limes". Insomma si e' a poco meno di 20 miliardi (...senza marina e polizie militarizzate!)

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

La rivista aeronautica SkyNews.ch, che mi pare di aver gia' citato in passato, ha pubblicato un numero speciale, uscito oggi, dedicato totalmente all' F-35  in relazione al previsto acquisto in 36 esemplari da parte delle Forze aeree della Confederazione. Il fascicolo e' stato stampato in 11'000 esemplari. Contiene un' intervista alla ministra della difesa Viola Amherd che conferma e precisa i criteri di scelta dell' aereo, scelta finale avvalorata da quella della Finlandia, Paese con il quale la CH ha, da anni, stretti legami "militari" soprattutto per comuni problemi che riguardano le due aviazioni. Da un punto di vista istituzionale la consigliera federale spera che la possibile "votazione popolare" sull' argomento (se non sara' ritirata l' iniziativa anti F-35) avvenga entro il febbraio 2023. 

La pubblicazione e' ricca di dati..., in ogni caso non e' per specialisti ma per un pubblico generico, non necessariamente competente di cose militari. Occorre pero' dire che il "militare", in Svizzera, assume un' importanza fra la popolazione sconosciuta altrove in Europa. Si vuole sapere, non si vogliono cose nascoste, si vogliono certezze.

Per la Svizzera sono previsti 36  F-35A Block-4. In confronto agli apparecchi attualmente in produzione, presenteranno una serie di migliorie: in particolare con il pacchetto "Technology Refresh TR3" gli aerei disporranno di un 25% in piu' di capacita' informatica. Lo standard Block-4 comprende 50 migliorie o nuove capacita' soprattutto per quanto riguarda la ricognizione. Un dettaglio: come la Norvegia anche la CH richiede l' istallazione di un paracadute di frenaggio.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Viola Amherd negli USA

La ministra della Difesa svizzera Viola Amherd si e' espressa ieri al ritorno dal viaggio di lavoro negli USA dove ha incontrato esponenti del Dipartimento della Difesa e rappresentanti della Lockeed Martin. Le parti contraenti americane sono state rese edotte dell' eventualita' di una votazione popolare sull' acquisto degli F-35. In ogni caso si e' detta d' accordo per una firma del contratto entro marzo 2023, cioe' indipendentemente dall' eventuale iniziativa popolare anti-jet. Confermati gli affari di compensazione per oltre 4 miliardi di CHF (...che torneranno in CH).

NO deciso a un' eventuale adesione alla NATO in quando incompatibile con la neutralita' del Paese ma accresciuta collaborazione militare con Paesi esteri soprattutto con gli USA. La domanda dei giornalisti si riferiva all' iniziativa finlandese pro-NATO, passo di un Paese, la Finlandia, con il quale la Svizzera ha, da alcuni anni, strette collaborazioni militari.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Sono state già raccolte centomila firme contro l'acquisto degli F-35 ...

Cita

L’alleanza “STOP F-35(*) afferma di aver raccolto le 100’000 firme necessarie per la sua iniziativa che chiede di vietare l’acquisto di questi jet da combattimento. 
Le sottoscrizioni dovrebbero essere depositate alla Cancelleria federale in estate.
Per gli iniziativisti - Socialisti, Verdi e il Gruppo per una Svizzera senza esercito - una votazione prima della scadenza dell’offerta d’acquisto per i nuovi caccia F-35A (31 marzo 2023) resta quindi possibile. 
“Niente vi si oppone da un punto di vista giuridico”, affermano precisando che occorre però “una volontà politica a favore della sovranità popolare”. 
In una nota, l’alleanza “STOP F-35” afferma di aver raccolto 100’000 firme in meno di nove mesi, malgrado le difficoltà legate alla pandemia. 
Un numero maggiore di firme è tuttavia necessario per disporre di un margine di sicurezza.

... ticinonews.ch ... https://www.ticinonews.ch/svizzera/iniziativa-contro-f-35-raccolte-100-000-firme-KY5414950 ...

(*) ... stop-f-35.ch/it ... https://stop-f-35.ch/it/ ...

🇨🇭

Link to comment
Share on other sites

Alcune precisazioni (svizzere) su quanto scritto sopra. A differenza della realta' di Paesi esteri in Svizzera le sinistre sono contro (genericamente) il "militare"...da sempre e lo rimangono ancora. Quindi le firme non sono quelle di elettori "generici". Inoltre il minimo di 100'000 firme serve solo per chiedere di mettere in votazione un nuovo articolo di legge nella Costituzione federale che vieti l' acquisto di aerei USA. Occorre stabilire la data della votazione (quella "cosa" che in Italia chiamano referendum), votare e attendere il risultato. Non basta un SI nazionale ma occorre un SI in almeno 12 Cantoni. Nella storia delle iniziative federali, che datano del 1874, la percentuale di riuscita e' bassa. In questo caso specifico il primo sondaggio, di Tamedia, dava, poco tempo fa, i NO al 70%...!

Insomma, in Svizzera la democrazia popolare ha un ruolo essenziale. Ci si puo' francamente chiedere se una certa "difesa nazionale" sia una necessita' primaria. Nessuno si scandalizza. Certo che la "grana" Ucraina e' un argomento in piu' per avere armamenti adeguati e aumento delle spese militari. I soldi ci sono, il Paese e' (per legge) modestamente indebitato, la Confederazione e' in forma come non mai. Quindi...via al rinnovo dell' Esercito: F-35, missili Patriot, rinnovo parziale delle truppe blindate, rinnovo totale dell' artiglieria, adeguamento della cosiddetta cyberdifesa...

 

 

Link to comment
Share on other sites

F-35 ... tra critiche e realtà ...

Cita

L’achat du F-35 reste un sujet brûlant même si le résultat des essais tant en Suisse qu’en Finlande est sans appel et ceci par l’intermédiaire de deux méthodes d’analyses qui, au final, arrivent à la même conclusion. 
Les critiquent du programme proviennent principalement du GAO (Government Accountability Office) américain. 
Pourtant, le dernier rapport est plutôt positif cette fois et les remarques doivent être mises en parallèle avec un autre rapport, celui du CBO (Congressional Budget Office). 
Nous verrons ici en détail les remarques du GAO et celles du CBO, histoire d’y voir plus clair.

... psk.blog.24heures.ch ... http://psk.blog.24heures.ch/archive/2022/05/28/f-35-entre-critiques-et-realite -873106.html ...

🇨🇭

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, TT-1 Pinto ha scritto:

F-35 ... tra critiche e realtà ...

... psk.blog.24heures.ch ... http://psk.blog.24heures.ch/archive/2022/05/28/f-35-entre-critiques-et-realite -873106.html ...

🇨🇭

E' un bell' articolo quello pubblicato. Poi ci saranno sempre i prevenuti, gli ipercritici, gli acritici, i fan USA, ... Certo, mi preme sempre dire, la Svizzera non e', per es., la Grecia, l' opinione pubblica della Confederazione e' tradizionalmente smaliziata. Jet da combattimento non sono caramelle. Vedremo le discussioni parlamentari nella seconda meta' dell' anno...

Link to comment
Share on other sites

Link to comment
Share on other sites

Neutralita': un "mito" ?...

In relazione a quanto scritto sopra:...

Si parla oggi, in Svizzera, di neutralita' della Confederazione come non mai nel recente passato. E' vero che nei sondaggi annuali degli ultimi decenni il " valore" di neutralita' e' sempre stato ai primi posti con percentuali attorno al 90%!... All' estero poi il concetto, riferito alla CH, si somma alla solita mucca Milka, agli orologi, al cioccolato, alle montagne, alle banche... Ora, il concetto di Stato neutrale puo' avere confini sfumati ed e' di questo che si discute attualmente nel Paese. E' un fatto che l' area di destra e' piu' sensibile al concetto di neutralita' rispetto alla CH progressista, pero' ci sono elementi identitari che si riferiscono alla difficilmente spiegabile "swissness" e che uniscono il Paese per quanto concerne una parte della realta' istituzionale. Insomma, e' molto piu' difficile essere neutrali che essere "di parte". Un difficile equilibrio che ci ha salvati durante la II GM, dal 40 al 45, con importanti e regolari contatti economico-finanziari con i due Paesi che ci circondavano, governati da regimi antidemocratici e criminali. Nessuno nega che ..." ci e' andata bene"!

Quindi, rientrando nell' argomento militare, le "sfumature" ci sono gia' state e ci saranno anche in futuro. Non siamo pero' al livello di S e FIN. Mi scuso se ho divagato un po'.

Link to comment
Share on other sites

Un riassunto dello shopping svizzero :

https://www.laregione.ch/svizzera/svizzera/1587190/acquisto-caccia-stati-suisse-patrouille-f-35a

Senti senti ( o leggi leggi ) : il governo voleva smantellare " l'amata " .

Mario tv , ne avevi notizia ? 

Qui un  altro commento :

https://it.insideover.com/difesa/neutrali-non-indifesi-la-strategia-della-svizzera-nel-xxi-secolo.html

Edited by engine
Link to comment
Share on other sites

Grazie per le indicazioni postate sopra. Quella della Patrouille suisse sta diventando, secondo me, una "saga" di esagerato gusto svizzero...La vetusta' dei Tiger rossocrociati della PS che con gli altri (24 in tutto) sono disarmati da qualche anno non giustifica piu' un mantenimento "milionario".  C' e' gia' il PC-7 Team, basta cambiare il nome. Altre soluzioni non le vedo.

Interessante anche l' articolo successivo. Nonostante la neutralita' in Svizzera c'e' effettivamente sempre stato uno spirito "militaresco". Il servizio militare non e' mai stato un' esperienza per ventenni...ma una sovrapposizione alla normale vita civile. Io ho iniziato la vita militare il 2 febbraio 1966 alla caserma di Buelach (canton Zurigo) e l' ho terminata alla caserma del Monte Ceneri, in Ticino, il 15 dicembre 1996... Quindi 30 anni di servizio militare come sottufficiale delle Truppe di trasmissione e al tempo stesso di redattore/regista televisivo. Indubbiamente l' Esercito svizzero aveva dimensioni medio grandi in un confronto internazionale...con 850'000 uomini. La struttura era articolata su 4 Corpi d' armata, con 12 divisioni, 9 brigate e un' aviazione / DCA di ca. 100'000 militari. La volonta' di difesa e' sempre stata forte anche se tradizionalmente "criticata" dall' area politica di sinistra. Non si e' mai trattato pero' di un esercito... di riserva. I cittadini (abili al servizio militare) si sentivano soldati anche nella vita civile. Quanto alla neutralita'... beh, mi pare stia diventando un valore con qualche certezza in meno. Grazie per l' attenzione.

Mario

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

A Emmenn sì , nell'italietta 🇮🇹  temo di no , dato che negli airshow di casa nostra presentano il sempiterno HH 139 in missione umanitaria.

Beati voi ... 🇨🇭

Link to comment
Share on other sites

Effettivamente la "visibilita" di istallazioni militari e' aumentata in CH negli ultimi anni. Un esempio e' dato da una foto pubblicata recentemente su una rivista...e forse anche da quotidiani, che mostra una fermata di bus con cartello e orario dell' Autopostale con, poco oltre, un Hornet che transita. Il posto stradale e' ai limiti dell' aeroporto bernese di Meiringen. In altri tempi (guerra fredda) niente foto del genere in quanto "streng geheim"! Qualche forumista sa, forse, dove si trova l' aeroporto di Ambri, nell' alto Ticino. E' stato costruito come "aeroporto di guerra" e sede della squadriglia aviazione 10, servita dal Gruppo (bat) aeroporto 10. La struttura, situata in un posto di vacanza, rientrava nella lunga lista dei posti dove vigeva il divieto di fotografare. L' assurdita' superava i limiti nell' edicola dell' adiacente stazione ferroviaria dove le cartoline illustrate in vendita avevano la pista militare (2000 × 40)..."cancellata". Altri tempi!... In ogni caso: fra qualche anno proprio l' aeroporto di Meiringen - Unterbach, sede della squadriglia 11, ospitera' permanentamente gli F-35. Saranno fotografabili con tanto di... mucche al pascolo, nei dintorni! 

Piu' in generale: non si tratta di nascondere cose che sarebbero segreti di Pulcinella, semmai i contribuenti possono avere ora una visione magari anche parziale ma migliore che nel passato di come sono spesi I soldi pubblici. 

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Programma Air2030 ... la Corte dei conti federale (CDF) ha pubblicato un rapporto sulla gestione dei rischi ...

Cita

Dans le cadre du programme Air2030, le Contrôle fédéral des finances (CDF) a publié un rapport sur la gestion des risques. 
Ce rapport était très attendu et sera complété par un second qui concernera spécifiquement le contexte et la méthode d’évaluation. 
Précision d’emblée que ce rapport concerne l’ensemble des acquisitions du projet Air2030 et pas seulement le nouvel avion de combat.

... psk.blog.24heures.ch ... http://psk.blog.24heures.ch/archive/2022/07/10/f-35-le-rapport-du-controle-federal-des-finances -873294.html ...

... efk.admin.ch ... https://www.efk.admin.ch/images/stories/efk_dokumente/publikationen/_sicherheit_und_umwelt/verteidigung_und_armee/21410/21410BE-Version-definitive-V04.pdf ...

🇨🇭

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Un recente commento dal Blog di Avia News ...

Cita

Dès le lancement du projet Air2030, les opposants à l’achat d’un avion de combat se sont manifestés. 
Rien d’anormal dans un pays démocratique, mais le combat politique demande un certain sérieux en matière d’argumentation. 
Nous l’avons déjà vu, les opposants usent de plusieurs méthodes d’enfumage et cela continue. 
Petit retour sur le dernier évènement de la semaine et une analyse de la récolte de signature du référendum StopF35.

... psk.blog.24heures.ch ... http://psk.blog.24heures.ch/archive/2022/08/06/les-opposants-aux-avions-et-la-tactique-du-saucisson -873396.html ...

🇨🇭

Link to comment
Share on other sites

Indubbiamente tutto quanto e' "militare" in Svizzera suscita interesse, discussioni, prese di posizione pro o contro...in certi casi (esagero un po') a un livello calcistico italiano! E' un' abitudine che deriva, in parte, anche dalla tradizione ...militaresca degli svizzeri. Gli storici affermano.che siano stati almeno due milioni i  giovani.svizzeri che hanno combattuto (lautamente pagati) per Stati esteri durante vari secoli. Poi I diritti fondamentali del cittadino come quelli del "referendum" e dell' " iniziativa popolare" fanno il resto. 

Nel caso specifico: siccome il referendum finanziario non esiste e non si puo' dunque bloccare l' acquisto degli F-35 con un referendum, i pacifisti di sinistra del GSsE hanno inventato una proposta di iniziativa popolare che, con un articolo costituzionale nuovo, vieti l' acquisto degli aerei in questioni fino al 2040. Beh, insomma, nessuno, nemmeno le destre militariste osano mettere in dubbio la democraticita' dell' operazione. E' la "swissness" che ha il sopravvento sul complesso. Il problema e' che, se si perdesse tempo con il voto dopo il 31 marzo 23, si perderebbero posizioni produttive dell' F-35 a favore di, per es., Finlandia e Germania. Quindi, quasi sicuramente, si firmera' il contratto con gli USA appena dopo il voto (positivo) del Consiglio nazionale, cioe' in autunno senza aspettare il risultato del voto popolare. 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...