Jump to content

Marina Militare Italiana - Discussione Ufficiale


Recommended Posts

Come semplice curiosità anche la MMI fu molto vicina a dotarsi di un SSN;

risaliamo ai primi anni '60, Ministro era, ebbene si, Giulio Andreotti, il Parlamento finanziò il programma che andò molto avanti; si sarebbe dovuto chiamare Guglielmo Marconi, 3000t circa, con reattore americano; e furono proprio gli Americani, dopo alcuni contatti preliminari positivi, a cambiare idea rifiutando di fornirci il reattore in questione e stoppando quindi l'intero progetto.

Fatto sta che a noi un SSN è assolutamente inutile sia per via delle risorse, sia perchè nei luoghi dove la MMI sarà presumibilmente chiamata ad intervenire, (il cosiddetto Mediterraneo allargato), sono più utili piccoli e molto silenziosi SSK.

diciamo che l'uva non è matura, come la Volpe. Un SSN ci servirebbe eccome, sai che bel moltiplicatore di forza? Nel Mediterraneo allargato proprio un SSN in forza alla nostra Marina ci renderebbe davvero un potenza di primissimo piano, con una capcità di effettuare blocchi a distanza in qualsiasi momento e per un tempo indefinito...

 

Circa il sea denial... Se fossi il leader di uno stato rivierasco in guerra o in un conflitto più o meno simmetrico e sapessi che fuori c'è un SSBN con missili balistici o anche cruise (perché gli SSBN non hanno solo i balistici, un Akula ha 12 SSN21, 28 SSN15 e 16, 18 SAN8 Strela) o anche solo un SSN, sia con testate nucleari che convenzionali, farei uscire la mia flotta? NO! E sopratutto, la figata è che posso portare avanti la dottrina di scuola britannica del "Blocco a distanza" tenendo la mia squadra di superficie nei miei porti, al sicuro, mentre il mio nemico si trova impossibilitato ad agire in virtù di un solo mio SSN o, peggio, di un SSBN che in caso di "scaramuccia" può mandarmi un bel cruise non solo verso la mia flotta ma direttamente nel mio quartier generale... Ma comunque è un sofismo, SSN o SSBN, i francesi li hanno tutti e due e possono decidere se e come impiegarlo, la differenza tra un SSN e un SSBN è la sola presenza dei pozzi per i balistici e il relativo dislocamento decisamente maggiorato. Va bene così, poi sul ruolo strategico nel sea denial degli SSBN forse si può discutere ma il succo del discorso alla fine non cambia, la Marina Militare, non avendo sottomarini d'attacco né tanto meno strategici è un limite che in una "classifica" o comunque quando si misura la capacità di estendere il potere marittimo (che ricordo si esplicita in sea denial e sea control) della nostra MArina.

Edited by Sangria
Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.2k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ma davvero...? quindi dovremmo prendere bombe atomiche e spendere il 30% del PIL nella difesa...? Dovremmo prepararci a conquistare il mondo quando agiamo solamente sotto mandati ONU? Mi dispiace dir

Tratto da Nautica, dall'articolo sui bulbi a lama: "Lo scopo è aumentare il range di efficienza idrodinamica della carena, ovvero aumentare il campo in cui la carena lavora bene. Con i tradiziona

Quando uscì la notizia di questa campagna promozionale, immaginavo che sarebbe stato un disastro. Ma non di queste proporzioni:   Gli abiti di Giada Curti presentati in collaborazione con Lamborgh

Posted Images

Circa il sea denial... Se fossi il leader di uno stato rivierasco in guerra o in un conflitto più o meno simmetrico e sapessi che fuori c'è un SSBN con missili balistici o anche cruise (perché gli SSBN non hanno solo i balistici, un Akula ha 12 SSN21, 28 SSN15 e 16, 18 SAN8 Strela) o anche solo un SSN, sia con testate nucleari che convenzionali, farei uscire la mia flotta? NO! E sopratutto, la figata è che posso portare avanti la dottrina di scuola britannica del "Blocco a distanza" tenendo la mia squadra di superficie nei miei porti, al sicuro, mentre il mio nemico si trova impossibilitato ad agire in virtù di un solo mio SSN o, peggio, di un SSBN che in caso di "scaramuccia" può mandarmi un bel cruise non solo verso la mia flotta ma direttamente nel mio quartier generale... Ma comunque è un sofismo, SSN o SSBN, i francesi li hanno tutti e due e possono decidere se e come impiegarlo, la differenza tra un SSN e un SSBN è la sola presenza dei pozzi per i balistici e il relativo dislocamento decisamente maggiorato. Va bene così, poi sul ruolo strategico nel sea denial degli SSBN forse si può discutere ma il succo del discorso alla fine non cambia, la Marina Militare, non avendo sottomarini d'attacco né tanto meno strategici è un limite che in una "classifica" o comunque quando si misura la capacità di estendere il potere marittimo (che ricordo si esplicita in sea denial e sea control) della nostra MArina.

 

Quello di cui parli tu non è l'SSBN, ma l'SSGN (come il Kursk, classe Antiey/Oscar o, per certi versi, come per i Seawolf della US Navy). C'è una bella differenza. Se so che qualcuno mi ha parcheggiato un SSBN sotto costa, a parte rompere i c****i in sedi internazionali, gli mando subito addosso tutta la mia flotta ASW, con tanto di fregate, caccia ed SSN/SSK. Se siamo in guerra i suoi SLBM non saranno certo puntati sulle mie navi, ma sulle mie città. E considerando che sono cose che non si sparano tutti i giorni, io mi ci fiondo a razzo su un SSBN se qualcuno è tanto stupido da parcheggiarmelo sotto il naso! ;)

 

Ribadisco, la tattica degli SSBN è di stare alla larga dai guai, ed anzi, in caso di guerra vengono richiamati in acque sicure, più vicine alla propria costa che non a quella nemica. Proprio il contrario di quanto da te affermato, che comunque è correttissimo se riferito agli SSN ed agli SSGN. ;)

Edited by Marvin
Link to post
Share on other sites

GLi Ohaio, che sono SSBN, possono essere impiegato come SSGN, la differenza di classificazione tra un SSGN e un SSBN è che il primo non può fare ciò che fa l secondo mentre il secondo può fare ciò che fa il primo... O I Tomahawk degli Oahio sono lì solo per togliere spazio vitale ai sommergibilisti americani? E chissà che ci fanno gli SS-N-15 (che non sono certo missili balistici). Faccio notare come un SSBN sia anche in grado di minare imboccature dei porti o degli stretti ed eseguire una serie di operazioni durante campagne lunghe anche un paio di mesi a dispetto di un SSK che ha al massimo un'autonomia di 10 giorni.

 

Visto poi che su questo forum si fanno i sofismi, un SSBN non impiega come tattica quella di stare alla larga, quella è la dottrina di impiego strategico, la tattica branca dell’arte militare che studia i criteri generali dell’impiego e del movimento delle unità terrestri, aeree e navali in un combattimento e limitatamente ad esso. Il sea Denial conun SSBN (che, ripeto, è impiegabile anche come SSGN) non è quello di stare davanti all'imboccatura del porto bensì la sua presenza in being o semplicemente l'ipotesi che possa esserci in giro blocca sul nascere azioni ostili da parte di nazioni rivierasche, se non è sea denia o sea control questo non so come si possa chiamare. E comunque è parlare del sesso degli angeli, alla fine ci siamo capiti lo stesso.

Link to post
Share on other sites
diciamo che l'uva non è matura, come la Volpe. Un SSN ci servirebbe eccome, sai che bel moltiplicatore di forza? Nel Mediterraneo allargato proprio un SSN in forza alla nostra Marina ci renderebbe davvero un potenza di primissimo piano, con una capcità di effettuare blocchi a distanza in qualsiasi momento e per un tempo indefinito...

Scusa mi sono spiegato male io... Quello che volevo dire sono 2 cose:

1) Visti i luoghi dove opera la nostra Marina possiamo fare bene anche con gli SSK, tra l'altro più adatti ad operare sottocosta o con bassi fondali (soltanto un esempio, lo stretto di Hormuz)

2) Le risorse della MMI sono scarse scarse e le priorità sono altre; poi certo che un SSN farebbe comodo ma quando lo mandi vicino ai porti del nemico i casi sono due:

- o avvisi il nemico e usi l'SSN come deterrente, e allora si che puo bloccare la flotta nemica (ma più probabilmente gli darebbero una caccia della madonna)

- o lo mandi li segretamente, e in quel caso lo stesso lavoro possono svolgerlo anche 3-4 SSK, pensa giusto ai Kilo iraniani e al problema che costituiranno se dovremo tenere aperto lo stretto di hormuz in caso di guerra; e gli U-212 sono macchine notevolmente più avanzate

 

La differenza maggiore tra le 2 macchine è il raggio d'azione, enormemente maggiore per un SSN, e forse la capacità di land-attack; non tanto la velocità, che oltre i 15 - 20nodi un SSN diventa particolarmente rumoroso e facilmente individuabile (quando si attivano le pompe di raffreddamento del reattore).

Ma se parliamo di minaccia ad una flotta nel mediterraneo o nei golfi/mari medio-orientali anche un SSK puo dire egregiamente la sua.

Link to post
Share on other sites
diciamo che l'uva non è matura, come la Volpe. Un SSN ci servirebbe eccome, sai che bel moltiplicatore di forza? Nel Mediterraneo allargato proprio un SSN in forza alla nostra Marina ci renderebbe davvero un potenza di primissimo piano, con una capcità di effettuare blocchi a distanza in qualsiasi momento e per un tempo indefinito...

Scusa mi sono spiegato male io... Quello che volevo dire sono 2 cose:

1) Visti i luoghi dove opera la nostra Marina possiamo fare bene anche con gli SSK, tra l'altro più adatti ad operare sottocosta o con bassi fondali (soltanto un esempio, lo stretto di Hormuz)

2) Le risorse della MMI sono scarse scarse e le priorità sono altre; poi certo che un SSN farebbe comodo ma quando lo mandi vicino ai porti del nemico i casi sono due:

- o avvisi il nemico e usi l'SSN come deterrente, e allora si che può bloccare la flotta nemica (a conoscenza del pericolo), sfruttando anche la sua enorme autonomia, e restare a lungo in zona d'operazioni cosa che mai un SSK potrà fare

- o lo mandi li segretamente, col preciso intento di affondare navi, e in quel caso lo stesso lavoro possono svolgerlo anche 3-4 SSK, pensa giusto ai Kilo iraniani e al problema che costituiranno se dovremo tenere aperto lo stretto di hormuz in caso di guerra; e gli U-212 sono macchine notevolmente più avanzate

 

Le differenze maggiori tra le 2 macchine sono il raggio d'azione e l'autonomia, enormemente maggiori per un SSN, e forse la capacità di land-attack; non tanto la velocità, che oltre i 15 - 20nodi un SSN diventa particolarmente rumoroso e facilmente individuabile (quando si attivano le pompe di raffreddamento del reattore).

Ma se parliamo di minaccia ad una flotta nel mediterraneo o nei golfi/mari medio-orientali anche un SSK puo dire egregiamente la sua.

Link to post
Share on other sites
Scusa mi sono spiegato male io... Quello che volevo dire sono 2 cose:

1) Visti i luoghi dove opera la nostra Marina possiamo fare bene anche con gli SSK, tra l'altro più adatti ad operare sottocosta o con bassi fondali (soltanto un esempio, lo stretto di Hormuz)

2) Le risorse della MMI sono scarse scarse e le priorità sono altre; poi certo che un SSN farebbe comodo ma quando lo mandi vicino ai porti del nemico i casi sono due:

- o avvisi il nemico e usi l'SSN come deterrente, e allora si che può bloccare la flotta nemica (a conoscenza del pericolo), sfruttando anche la sua enorme autonomia, e restare a lungo in zona d'operazioni cosa che mai un SSK potrà fare

- o lo mandi li segretamente, col preciso intento di affondare navi, e in quel caso lo stesso lavoro possono svolgerlo anche 3-4 SSK, pensa giusto ai Kilo iraniani e al problema che costituiranno se dovremo tenere aperto lo stretto di hormuz in caso di guerra; e gli U-212 sono macchine notevolmente più avanzate

 

Le differenze maggiori tra le 2 macchine sono il raggio d'azione e l'autonomia, enormemente maggiori per un SSN, e forse la capacità di land-attack; non tanto la velocità, che oltre i 15 - 20nodi un SSN diventa particolarmente rumoroso e facilmente individuabile (quando si attivano le pompe di raffreddamento del reattore).

Ma se parliamo di minaccia ad una flotta nel mediterraneo o nei golfi/mari medio-orientali anche un SSK puo dire egregiamente la sua.

 

Un SSN non deve necessariamente stare sottocosta, basta che i suoi cruise possano arrivarci... Paradossalmente potrei anche lasciare il mio SSN in un porto amico a 200 miglia, il sea denial lo farebbe lo stesso, dato che basterebbe la minaccia di far uscire il mio battello per inibire ogni attività del nemico.

 

La rumorosità dei battelli nucleari è data sia dalle pompe di raffreddamento, che comunque sono sempre attive anche a bassi regimi, visto che la velocità è indipendente dal reattore quanto dalla turbina a vapore che genera un suono caratteristico attorno ai 60Hz. Il reattore serve solo per avere l'acqua calda necessaria alle turbine, non compie lavoro.

Link to post
Share on other sites

Qui concordo con Sangria sul fatto che l'SSN lo mandi sottocosta.

 

Pensate che durante la Guerra Fredda c'era sempre ALMENO un Permit o uno Sturgeon o un Los Angeles davanti alla base russa di Murmansk, nella baia di Polyarni, cha stava li a spiare la Flotta del Nord Bandiera Rossa. Più sottocosta di così!

 

GLi Ohaio, che sono SSBN, possono essere impiegato come SSGN, la differenza di classificazione tra un SSGN e un SSBN è che il primo non può fare ciò che fa l secondo mentre il secondo può fare ciò che fa il primo... O I Tomahawk degli Oahio sono lì solo per togliere spazio vitale ai sommergibilisti americani? E chissà che ci fanno gli SS-N-15 (che non sono certo missili balistici). Faccio notare come un SSBN sia anche in grado di minare imboccature dei porti o degli stretti ed eseguire una serie di operazioni durante campagne lunghe anche un paio di mesi a dispetto di un SSK che ha al massimo un'autonomia di 10 giorni.

 

Visto poi che su questo forum si fanno i sofismi, un SSBN non impiega come tattica quella di stare alla larga, quella è la dottrina di impiego strategico, la tattica branca dell’arte militare che studia i criteri generali dell’impiego e del movimento delle unità terrestri, aeree e navali in un combattimento e limitatamente ad esso. Il sea Denial conun SSBN (che, ripeto, è impiegabile anche come SSGN) non è quello di stare davanti all'imboccatura del porto bensì la sua presenza in being o semplicemente l'ipotesi che possa esserci in giro blocca sul nascere azioni ostili da parte di nazioni rivierasche, se non è sea denia o sea control questo non so come si possa chiamare. E comunque è parlare del sesso degli angeli, alla fine ci siamo capiti lo stesso.

 

Gli Ohio trasformati in SSGN non possono più lanciare SLBM, in quanto non hanno più i sistemi di lancio per i missili (un sacco di spazio sotto i tubi di lancio, trasformato in dormitorio da 100 posti ed alloggiamenti per materiali), non hanno più la centrale di lancio missili (sostituita da un centro direzione e pianificazione operazioni speciali) e nei pozzi sono stati saldati canister a 7 celle (tanto per dare un'idea delle dimensioni degli SLBM... che non sono intercambiabili con i cruise) per i Tomahawk. Inoltre gli Ohio non imbarcano ne mine ne TLAM o SubHarpoon nel compartimento lancia siluri. Con oltre 40 SSN Los Angeles, Seawolf e Virginia non ce n'è neanche il bisogno.

 

Vanguard d Le Tryomphant non hanno a bordo missili cruise, ma solo SLBM Trident ed M45.

 

Quanto ai missili russi non sono imbarcati ne sugli SSBN Delta III/Kalmar (16 SS-N-18) ne sugli SSBN Delta IV/Delfin (16 SS-N-23), gli SSBN russi in servizio. Quanto a quelli presenti (non sempre) sui Typhoon/Akula (lanciati dai tubi lancia-siluri) sono usati in chiave difensiva, e comunque abbiamo visto l'inefficacia operativa (ammessa dagli stessi russi) di questa classe. Infatti sono in dismissione.

 

Non si tratta ne Sea Control ne Sea Denial, ma Deterrenza Strategica. Anche perchè allora ci si dovrebbe chiedere come mai in giro ci sono così tante navi da guerra, visto che i 14 Ohio in servizio possono ANNICHILIRE (termine tecnico :asd: ) 2 o 3 volte l'intero pianeta standosene tranquillamente ormeggiati nei loro porti? Guarda la Cina, che col suo SSBN non impedisce a Giappone e Taiwan e Corea del Sud di schierare in mare le flotte, che pensano più agli SSK ed SSN (e dire che il lancio di SLBM a traiettoria tesa, quello che avviene sottocosta, è il più temuto!) cinesi. Col controllo del mare e con l'interdizione delle operazioni della flotta nemica gli SSBN c'entrano poco e niente, anzi, le stimolano all'azione proprio per levarsi di torno questa minaccia... cosa pensi che cercassero tutti quegli SSN russi nell'Atlantico (SSK russi contro SSN Yankee, SSGN russi contro CV Yankee ed SSN russi contro SSBN Yankee.)? Un SSBN blocca ben altre cose, e comunque non è sempre detto, perchè il giochetto della deterrenza funziona se si tratta di Russia o Cina, in ambito MAD, ma tanti altri stati canaglia (che non meritano nemmeno la S maiuscola) se ne infischierebbero degli SSBN. Dubito che ai bombaroli suicidi importi un piffero di essere ANNICHILITI (termine tecnico :asd: ) da un confetto a MIRV, anche perchè intanto il loro attentato l'avrebbero fatto, e poi gia mi vedo le proteste internazionali in caso di impiego di questi armamenti. Non si tratta infatti di cruise che puoi impiegare tranquillamente (relativamente), ma di armi che fanno pesare le conseguenze del loro utilizzo per anni (e se consideri che ogni SLBM Trident parcheggia dalle 6 alle 12 testate termonucleari di quelle grosse... le tiro tutti i giorni io eh :asd:;) ). Nemmeno subito dopo l'11 Settembre sono stati impiegati (quando comunque la comunità internazionale avrebbe pure accettato lo sgancio di una o due atomiche tattiche su AlQaeda nei monti Afghani). L'unica alternativa sarebbe un attacco nucleare a Israele (quando l'Iran avrà la bomba atomica). Ma a quel punto si tratterebbe di un attacco suicida volto al martirio per uccidere i maledetti sionisti.

Edited by -{-Legolas-}-
Link to post
Share on other sites

La marina nostra, sarebbe una delle più forti se venisse equipaggiata con degli EF-2000, allora si che saremo imbattibili.

 

per quanto riguarda la classifica io direi :

 

 

1)Royal Navy

2)Marina Militare Italiana

3)Armada Española

4)Deutsche Marine

 

e a seguire......

Link to post
Share on other sites

La nostra marina ( o come dici tu la marina nostra ) non può disporre dei typhoon! E' un caccia privo di una versione navale e se mai ne esisterà una , cosa impensabile , sicuramente sarà per portaerei dotate di catapulte

 

 

p.s. scusa ma nella tua classifica la marina francese non è presa in considerazione o si trova nella categoria " a seguire...."?

Edited by Naifer
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
cmq cedo che la giulio cesare sara costruita molta piu grande della cavour (si vocifera che verra costruita cm qulla indiana e ci potrebbe essere un accordo per costuire congiuntamente la portaerei e la quarta lhd o lpd,si vocifera anke che questa entrera in servizio 2015 2016 e la garibaldi sara tenuta qualke annetto cm portaelicotteri tipo la vitorio veneto)le fremm saranno 8,con l'opzione per altre due se non quattro

qual'è la Fonte?

Link to post
Share on other sites

Sig. Nico,

 

quello che Lei riporta, se da fonte ufficiale e attendibile, sarebbe qualcosa di grandioso.

 

- Quando dice di procedere congiuntamente alla realizzazione della nuova portaerei e della quarta LHD, sottintende che saranno realizzate partendo dallo stesso scafo ?

- "questa entrera in servizio 2015 2016", si riferisce alla nuova portaerei o alla nuova LHD ?

- l'affermazione che le FREMM saranno 8 è plausibile (nella speranza che i DlP vengano sostituiti con 2 super Doria: si rimarrebbe comunque con 12 unità caccia/fregate, in linea con il documento di programmazione pluriennale uscito nel 2005): l'opzione per ulteriore 2 FREMM è in linea con la programmazione attuale, nell'ipotesi si trovino i fondi; l'ipotesi di portare a 12 le FREMM mi sembra invece un pò ottimistica, a meno che, da qui al 2018 - quando si dovrebbero iniziare a tagliare le relative lamiere -, il mondo non sia ancora più sotto sopra rispetto ad oggi...

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Secondo me le FREMM saranno tutte e 10, a costo di sacrificare/ritardare la sostituzione del Dlp e del Mimbelli, con le ultime due magari ancora più spinte nel ruolo AAW; E comunque:

- ora come ora siamo a 16 unità da combattimento di prima linea (2 Dlp, 2 Doria, 8 Maestrale e 4 Soldati)

- il 12 del documento di programmazione è da leggere come linea minima da non passare, non come obiettivo

- interessante invece il dislocamento totale, anche solo nell'ipotesi minima di 10 FREMM e 2 Doria si passa da 58.052t a 73.900t, che salgono a 88.000 nell'ipotesi ottimale di 4 Doria

Edited by Rick86
Link to post
Share on other sites

Classe Mistral, 2 navi in servizio.

Dislocamento: 21.300t a pieno carico

Lunghezza: 199m

Capacità elicotteristiche: 16 eli leggeri o 35 pesanti al massimo

Carico massimo: 2 LCAC o 4 LCM, 70 mezzi di cui massimo 13 carri, 450 uomini, 900 per un breve periodo, quartier generale per 150 persone

Armi: missili a/a a corto raggio, 2 X 30mm e 2 mitragliatrici da 12.7

 

Classe San Giorgio, 2 navi in servizio più 1 migliorata (tra parentesi)

Dislocamento: 7.960t a pieno carico

Lunghezza: 133m

Capacità elicotteristiche: 2 eli pesanti o medi e 2 leggeri (3 eli pesanti o medi), niente hangar

Carico massimo: 3 LCM, 1000t di carico (più eventuali mezzi sul ponte di volo), 350 uomini

Armi: 2 X 25/90, 2 X 12.7mm (+ 1 76/62 SuperRapido)

Link to post
Share on other sites

Premesso che la Nostra Marina e in generale le ns Forze Armate, negli ultimi 10/15 anni hanno fatto passi da gigante in termini di acquisizione di navi, mezzi, velivoli e equipaggiamenti, dubito che riusciremo mai ad avere una seconda Cavour, per ragioni squisitamente economiche, forse se puntiamo ad una nave meno sofisticata della Cavour, possiamo avere qualche speranza, ma sono molto scettico

Link to post
Share on other sites
Premesso che la Nostra Marina e in generale le ns Forze Armate, negli ultimi 10/15 anni hanno fatto passi da gigante in termini di acquisizione di navi, mezzi, velivoli e equipaggiamenti, dubito che riusciremo mai ad avere una seconda Cavour, per ragioni squisitamente economiche, forse se puntiamo ad una nave meno sofisticata della Cavour, possiamo avere qualche speranza, ma sono molto scettico

 

Quoto, una seconda Cavour la vedo quasi impossibile con i bilanci attuali e l'attuale situazione economica...e nel futuro non sembra che possa migliorare, anzi.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
  • 2 weeks later...

Ecco cosa dice il CSMM per la programmazione MMI nel 2008:

http://www.marina.difesa.it/csm/discorsi/2008/2002.asp

 

Alcuni spunti di rilievo:

- presenza e sorveglianza continuativa con navi, sommergibili e aeromobili nel Mediterraneo Allargato, inclusa una campagna in Oceano Indiano nei primi 5 mesi del 2008 (MEDAL 08);

- ridislocazione in Atlantico da maggio a ottobre 2008 di un sommergibile per un programma di addestramento congiunto per verificare l’interoperabilità e la proiettabilità delle unità subacquee nazionali;

- Sarà altresì accelerato l’ammodernamento dell’infrastruttura di sorveglianza di Forza Armata, tra cui la Rete Radar Costiera ed il sistema di integrazione e condivisione dati presso il Comando Squadra Navale (nuovi RASS-C con capacità OTH e modalità ISAR ? n.d.r.)

- Il 2008 vedrà lo svolgimento di attività in mare della nuova portaerei Cavour, con l’ingresso operativo in linea previsto nell’aprile 2009, che comporterà un arricchimento del potenziale di proiezione del dispositivo militare nazionale e maggiori capacità di intervento, abilitanti soprattutto del contesto interforze, anche in missioni di natura non militare, in termini di sostenibilità logistica, raggio d’azione, versatilità strategica e flessibilità operativa.

- Di rilievo, inoltre, l’attività di studio e sviluppo di sistemi per la protezione dei porti, nell’ambito del progetto NATO di difesa antiterrorismo.

 

DI PARTICOLARE INTERESSE QUESTA AFFERMAZIONE:

 

- Proseguiranno poi il completamento del programma italo-tedesco U-212A per l’acquisizione di due ulteriori sommergibili di previsto ingresso in servizio nel 2015 e 2016 (e fino a qui nulla di nuovo: n.d.r.)

 

nonché gli studi per la redazione dei requisiti operativi di due nuove unità di supporto logistico (LSS), di una unità soccorso sommergibili (ARS), di nuove unità anfibie (LHD) e di unità per il comando e supporto ai cacciamine (MCCS) ed ai sommergibili (LRSS)...

 

Ergo, le fantomatiche nuove AOR saranno 2;

Le unità anfibie, anche se Di Paola le ha definite LPD, saranno in realtà LHD (come detto anche da Forcieri e confermato dagli ufficiali della FPM).

Per quanto riguarda ARS, MCCS e LRSS, speriamo...

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...