Vai al contenuto
FedeKW11

Marina Militare Italiana - Discussione Ufficiale

Messaggi consigliati

Guarda che queste foto sono relative ai lavori di'adeguamento degli uffici destinati a Maribase, con tanto di torre di controllo, in cui dorebbero

:D eheheheheheh errore.... quarda un po

dscf0253.jpg

 

le nuove cabine elettriche sono quasi finite.... ti do ragione solo sul fondale poichè il progetto iniziale del cavour aveva come tonnellaggio 7.000 t in meo.. con gli anni il progetto è stato modificato raggiungendo gli attuali 27.400 t e di consegnuenza una "immersione" maggiore... devono iniziare solo quei lavori li..... per qello il pontile esisteva gia alla inaugurazione della Base... ma il Cavour è un progetto che risale a molti anni fa... un paio di anni dopo che fu consegnato il GG....

 

queste foto risalgono al mese scorso.... dietro il secondo edificio in fondo si trovano le nuove cabine elettriche... la base è mooolto cambiata dal periodo dell'inaugurazione.... si è ingrandita di parecchio... immagina che ora ospita anche nuove palazzine per il personale militare scuole elementari e asili... oltre a vasti parchi...

Modificato da -{-Legolas-}-

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
queste foto risalgono al mese scorso.... dietro il secondo edificio in fondo si trovano le nuove cabine elettriche... la base è mooolto cambiata dal periodo dell'inaugurazione.... si è ingrandita di parecchio... immagina che ora ospita anche nuove palazzine per il personale militare scuole elementari e asili... oltre a vasti parchi...

Guarda che l'ultima volta che ci sono entrasto saranno passate sì e no tre settimane... e di costruzioni in previsione delle nuove unità non ce n'è proprio traccia. La palazzina in questione sono proprio i nuovi uffici di Comforal.

Quella dei vasti parchi è bellissima, poi (a meno che tu non intenda parco=prato incolto)!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

berty amic mio non ti fidi proprio :D non dirmi che non lo hai notato quell'edificio.... la foto postata da me porta un solo edificio.. io ne ho postata una con l'edificio preesistente e quello nuovo che è quasi pronto... che posso fare di piu... il parco dico questo:

dscf0275d.jpg

di certo non potevano costruire le scuole nella zona militare....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
berty amic mio non ti fidi proprio :D non dirmi che non lo hai notato quell'edificio.... la foto postata da me porta un solo edificio.. io ne ho postata una con l'edificio preesistente e quello nuovo che è quasi pronto... che posso fare di piu... il parco dico questo:

dscf0275d.jpg

di certo non potevano costruire le scuole nella zona militare....

Non so se a Taranto si stai o sei capitato per caso in visita sull'aletta del Garibaldi a fare foto: quello è il complesso di alloggi APP e SLI che è lì da quando le navi stavano in Mar Piccolo e non è neanche collegato con la stazione navale (c'è un cancello che ret sempre chiuso... con grande gioia di chi deve farsi ogni giorno la coda all'ingresso principale). Le "scuole" (che poi è 1 dico 1 asilo nido a pagamento) le hanno ottenute dalla ricollocazione di locali preesistenti... tra l'altro spero abbiano derattizzato la zona viste le pantegane che erano solitamente girarci.

 

In ogni caso il punto principale del contendere era un tuo intervento che cito testualmente:

si infatti. il 18 partira per tornare definitivamente a giugno insieme al Cavour ed il Dulio " salvo che i lavori per la nuova centrale elettrica e l'abbassamento del fondale saranno terminati..... fatto sta che la sosta del Cavour Duilio e Doria a La Spezia scade nel 2010..

 

che hai autosmentito successivamente con:

tornando sul Cavour non so quanto tempo ancora resterà a la spezia...

 

insomma... non il massimo dell'affidabilità.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Non so se a Taranto si stai o sei capitato per caso in visita sull'aletta del Garibaldi a fare foto: quello è il complesso di alloggi APP e SLI che è lì

insomma... non il massimo dell'affidabilità.

:D ehehehehe perchè per come parlavi mi è sembrato che ne sapessi di piu di me allora ho preferito pormi un punto interrogativo ed informarmi meglio... io so che l'arrivo del cavour è stato posticipato a giugno per termine i lavori di cui abbiamo palato sopra... tu dici che stara ancora un paio di anni a la spezia... quindi alzo le mani B-) .. mi trovavo sul GG per un lavoretto :ph34r: diciamo che mi sono girato quasi tutti i "posti militari" da Grottaglie a la spezia brindisi luni augusta civitavecchia maddalena... mi sono fato una bella cultura... è bello parlare con uno che ha l tua stessa passione per la marina... :adorazione: buona serata :okok:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora ecco la news ;)

 

CANTIERISTICA: UILM, APPREZZIAMO LAVORO SCAJOLA PER SBLOCCO COMMESSE

 

(ASCA) - Roma, 18 dic - ''Abbiamo apprezzato il lavoro del ministro in questi ultimi dieci giorni, un impegno che ha permesso lo sbocco di nuove commesse per la cantieristica e quindi nuovo lavoro soprattutto per i cantieri di Castellammare di Stabia, Palermo e Sestri Ponente. Entro la prima meta' di gennaio incontreremo il 'management' di Fincantieri e in seguito lo stesso ministro''. E' il giudizio di Mario Ghini, segretario nazionale della Uilm, al termine dell'incontro col ministro Claudio Scajola sulla cantieristica terminato nel tardo pomeriggio di oggi al Ministero dello Sviluppo economico.

 

Nel dettaglio quanto stabilito al dicastero di via Molise a Roma con i sindacati metalmeccanici.

''Sbloccata - spiega il sindacalista - la commessa per due navi della Capitaneria di porto, un ordine che sara' operativo entro gennaio; pronti 50 milioni di euro per l'avvio entro gennaio del programma di costruzione di un'unita' logistica e di una multiruolo della Marina militare e della Protezione civile ; impegno per la costruzione di una piattaforma relativa all'edificazione di un carcere galleggiante; sblocco delle anticipazioni dalla societa' Sace (controllata dal Tesoro) e in questo quadro spostamento della costruzione di un troncone della nave Oceania presso i cantieri di Castellammare di Stabia entro marzo 2010; richiesta di rinnovamento della flotta Tirrenia nel passaggio dalla proprieta' nazionale a quelle regionali; pieno coinvolgimento delle istituzioni locali negli accordi di programma relativi ai cantieri di Castellammare, Sestri Ponente e Palermo''.

 

da altra agenzia:

 

(AGI) - Roma, 18 dic. - Il Governo s’impegna a sostenere la cantieristica navale con una serie di iniziative e commesse pubbliche. Fincantieri s’impegna a mantenere l’attuale assetto organizzativo, a non chiudere nessuno degli attuali cantieri e a ripartire, nei limiti del possibile, le attivita’ delle nuove acquisizioni tra le diverse unita’ produttive. Le Istituzioni locali s’impegnano ad attivare le opportune iniziative impiantistiche e strutturali per ovviare alle attuali diseconomie produttive, in particolare nei siti di Castellammare, Palermo e Sestri Ponente. Sono queste le conclusioni dell’incontro con l’azienda, i sindacati, le Regioni e i Comuni interessati, che si e’ tenuto oggi pomeriggio al inistero dello Sviluppo economico sotto la presidenza del ministro, Claudio Scajola.

Nel verbale della riunione, il Governo ha espresso il proprio impegno sui seguenti punti. Assicurare il necessario sostegno finanziario alle iniziative commerciali di Fincantieri, Nuovi Cantieri Apuani (Nca) e delle altre societa’ del settore, attraverso gli interventi di Sace e Cassa Depositi e Prestiti. In questo quadro verranno sostenute le commesse provenienti dai mercati internazionali emergenti che possono alimentare in modo significativo l’attivita’ industriale italiana. Rendere operativi, gia’ a partire dal prossimo gennaio 2010, i programmi delle Capitanerie di Porto, recentemente finanziati. Accelerare la fornitura di una unita’ di supporto logistico e una unita’ multiruolo per la Marina Militare e la Protezione Civile; a tal proposito si impegna a stanziare 50 milioni di euro per l’avvio immediato del programma. Il ministero si impegna a collocare il finanziamento nell’ambito di un provvedimento da emanare entro gennaio. Favorire la costruzione di piattaforme galleggianti quale soluzione flessibile per far fronte all’emergenza carceraria.Far si’ che il trasferimento della Societa’ “Tirrenia spa” alle Regioni, sia occasione per il rinnovamento della flotta di traghetti, alimentando in questo modo l’attivita’ non solo di Fincantieri, ma anche di Nca. (AGI)

 

Ovviamente per "nave per la protezione civile" si intende, in politichese, la capoclasse delle nuove LHD :asd:

 

50 milioni perchè il programma viene soltanto avviato quest'anno, i costi veri verranno sostenuti nel 2011, 12 e -13 e probabilmente saranno in buona parte a carico del bilancio ordinario, ma come al solito, l'importante è impostare le unità.

 

Approfitto per chiedere ai nostri amici se sanno qualcosa di più. E' tutta fuffa o davvero i sindacati sono riusciti a sbloccare le commesse?

Modificato da Rick86

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E' brutta da dire, ma la crisi è caduta a fagiolo per sbloccare queste due attese commesse ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh è stato così anche per i francesi, e probabilmente la crisi ha contribuito anche alle CVF: quale governo andrebbe a cancellare un programma che da lavoro a decine di migliaia di persone nell'attuale congiuntura?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Cavour non scenderà a Taranto prima della fine della qualifica dei sistemi missilistici e dopo la qualifica dell'F35B quindi nonprima della fine del 2011-prima metà del 2012.

 

Doria e Duilio a seguire (2013-2014), se montano il Davide e devono qualificare il TESEO MK2/A anche 2015

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vi riporto un pezzo dell'articolo di RID di gennaio:

 

Parecchie le novità in campo navale: c'è il via ufficiale per gli studi di progettazione della prima di 3 nuove LHD e intanto si procede all'ammodernamento di mezza vita della SAN GIUSTO, mentre saranno completati gli studi per la prima Logistic Support Ship (LSS), alias rifornitore di squadra, della quale sono previsti due esemplari per sostituire i vetusti STROMBOLI. Ma ancora non è chiaro se il programma sarà o meno in collaborazione internazionale.

Ancora, ecco al via la realizzazione della ARS/NAI, la nave soccorso sottomarini/appoggio incursori che prenderà il posto della ANTEO.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sequestrata motonave italiana da Pirati

L'attacco è avvenuto alle 3.40 (ora italiana), mentre l'imbarcazione si trovava nel Corno d'Africa a circa 320 miglia a sud dell'Oman e a 300 a est dell'isola di Socotra. I pirati non hanno sparato e sarebbero in rotta verso le coste somale. Nessun ferito a bordo dei 21 membri dell'equipaggio

 

Una nave della Marina militare italiana si sta intanto dirigendo verso il luogo dove si trova la motonave per "capire la situazione". Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa. La nave in mano ai pirati "attualmente è monitorata - ha spiegato il ministro - da una unità militare turca e si trova a distanza ancora non lieve da una nave militare italiana: all'inizio erano mille miglia". "Sembra che si stia dirigendo verso la Somalia, ma le notizie ancora sono non complete", ha proseguito il ministro, aggiungendo che "la nave militare italiana si trovava già lì ed ora si sta dirigendo sul punto per capire la situazione".

 

La nave Militare Italiana in questione fa sicuramente parte dell'Operazione internazionale NATO "Ocean Shield" iniziata nell'agosto 2009.

La Marina Militare partecipa all'Operazione Ocean Shield con unità navali inserite nella forza navale SNMG1 o SNMG2.

Però non ho trovato il nome della Nave ne la classe, qualcuno ne sa qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La capacità dell'attuale classe governativa di prendere per il c........ migliaia di lavoratori non può non generare ammirazione. ricordo che da quasi 3 anni il governo parla di fondi per costruire le lhd per aiutare i cantieri e a 3 anni di distanza si ricomincia con la storia della progettazione che ....................... non porterà a niente. probabilmente fra 2 anni ci saranno nuove dichiarazioni di sblocchi di fondi che anche in quel caso non porteranno a nulla ecc. ecc. il sig. la russa è senza dubbio il peggiore ministro della difesa della storia nazionale (andando indietro fino all'impero romano se necessario) ma sicuramente sa come si prendono per il c........ gli italiani.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

è possibile che io oggi abbia visto a reggio calabria nella zona di villa un pattugliatore di squadra classe soldati? stavo pescando ( 1 bel barracuda :asd: ) quando mi è passata davanti abbastanza velocemente facendo un rumore infernale, sembrava troppo piccola per essere una fregata maestrale, l'unica arma che sono riuscito a vedere è il pezzo d'artiglieria a prua.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo so che la componente sommergibilistica italiana potrebbe fare di meglio, anche se siamo a buon punto. Però devo correggerti perchè, gli inglese hanno attualmente 2 portaerei, la HMS Illustrious e la HMS Ark Royal, siccome la Invincible è stata radiata. E poi.. queste 2 portareri hanno una linea bruttissima, sto parlando sopratutto dal punto di vista estetico.

 

secondo me è:

 

Marine Nationale

Marina militare italiana

Royal Navy

Armada Espanola

Deutsche Marine

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

trovo abbia poco senso rispondere ad un messaggio del 2007... anche perchè la discussione si è evoluta ed ha, fortunatamente, preso una piega diversa da una banale classifica.

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

TAGLI ALLA DIFESA, DECIMATA LA FLOTTA DELLA MARINA

 

 

(Il SecoloXIX) - Dopo il disegno di legge sui tagli alle forze armate, la Marina militare sta progettando un consistente piano di riduzione della propria flotta. Fonti ben informate nel settore della Difesa fanno sapere che è prevista la dismissione, fra quest’anno e il 2016, di ben 26 fra navi di prima e seconda linea, oltre a mezzi navali per il supporto e la formazione degli equipaggi. A una prima analisi, questa sembrerebbe un’azione per limitare i costi e aumentare l’efficacia della flotta, che al suo interno conta unità vetuste. Ma chi conosce i precedenti progetti di dismissione della Marina, sa bene che in quest’ultimo è stata data un’accelerata notevole...

 

Questo dovrebbe condizionare, riducendole, le attuali capacità operative delle Forze armate. Dunque, per la flotta come per il resto, il messaggio che passa è abbastanza chiaro: se si tagliano i mezzi, si taglia anche la possibilità di intervenire a favore delle missioni internazionali, e quindi fare valere in generale il peso dell’Italia nella politica geo-strategica internazionale. È prevista la dismissione delle 4 fregate classe Maestrale non ammodernate (ne rimangono in linea altrettante), 3 dei 4 pattugliatori di squadra classe Soldati, 6 delle 8 corvette classe Minerva, 3 dei 4 cacciamine classe Lerici, uno dei 2 rifornitori di squadra classe Stromboli, l’unità di soccorso polivalente Anteo, le 4 unità per l’addestramento classe Astice ed altrettanti rimorchiatori d’altura.

 

Rispetto alla pianificazione precedente al ddl sui tagli alla Difesa, la componente delle fregate e dei pattugliatori d’altura registra un’anticipazione tale da creare una temporanea riduzione della linea operativa da subito, in attesa che dal prossimo anno entrino in servizio le nuove fregate Fremm, la seconda delle quali è stata varata lo scorso 31 marzo. Secondo i piani originali dovrebbero essere costruite 10 Fremm, ma ad oggi ne risultano finanziate soltanto 6, di cui le ultime 2 parzialmente. Sebbene persista il requisito per le rimanenti 4 unità, la Marina, insieme alla Difesa stanno valutando anche la costruzione di nuove unità multiruolo più piccole, da acquisire in numero maggiore (si parla di 6 unità) per compensare la cancellazione delle ultime Fremm.

 

Queste navi rimpiazzeranno con cadenza annuale le Maestrale non ammodernate, che potrebbero avere una seconda vita a seguito dell’interesse manifestato da parte di altre Marine, fra cui quella peruviana e filippina. Da notare che in quest’ultimo caso potrebbero essere cedute e sottoposte a lavori di revisione ed ammodernamento da parte di Fincantieri e società di Finmeccanica, prima del definitivo trasferimento al cliente finale. Nessun rimpiazzo immediato è invece previsto per i 3 pattugliatori d’altura classe Soldati, il cui capoclasse Artigliere è stato ritirato lo scorso fine gennaio, così come per i 3 cacciamine classe Lerici e le 6 corvette classe Minerva, la cui dismissione è anticipata di oltre un quinquennio, e per cui un’eventuale cessione ad altre Marine, almeno per le corvette, verrebbe valutata anche a titolo gratuito. Stesso destino subiranno i 4 rimorchiatori d’altura e le 4 unità per l’addestramento.

 

Saranno invece rimpiazzate da nuove costruzioni, fondi permettendo, la nave soccorso Anteo e la prima delle due rifornitrici di squadra classe Stromboli, destinare ad essere ritirate dal servizio rispettivamente nel 2015 e 2016, e comunque in concomitanza con le nuove unità. Nave Anteo è destinata al rimpiazzo con la nuova Unità Supporto Subacqueo Polivalente, il cui contratto per la costruzione deve essere assegnato a Fincantieri entro il 2012, affinché possa essere consegna alla Marina entro il 2015. Alla fine del 2011, la Direzione degli Armamenti Navali (Navarm) ha assegnato a Fincantieri un contratto del valore di 18 milioni di euro per gli studi di riduzione e definizione del progetto per la futura unità d’assalto anfibio tutto-ponte (Landing Helicopter Dock, Lhd) e per la menzionata nuova rifornitrice di squadra denominata unità da supporto logistico (Logistic Support Ship, Lss). Affinché quest’ultima possa essere consegnata alla Marina entro il 2016, è necessario che venga assegnato a Fincantieri un contratto per la costruzione entro il 2013.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sorry hai ragione :)

 

Comunque posto una notizia di gennaio che credo non sia stata postata :D

 

Nuovo Centro operativo Marina Militare

 

20 gennaio 2012 07.32

Inaugurato a Roma questa mattina, alla presenza del Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola insieme al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Bruno Branciforte e al Comandante in Capo della Squadra Navale Luigi Binelli Mantelli, il nuovo Centro Operativo della Marina Militare, presso il complesso Santa Rosa, quartier generale del Comando in Capo della Squadra Navale (CINCNAV).

 

Il nuovo Centro risponde appieno al Concetto Strategico della Marina Militare fondato su due essenziali pilastri: la sorveglianza integrata di spazi marittimi d’interesse e la proiezione di capacità in ambiente marino.

 

Il Centro riunisce, in un’unica struttura, la Centrale Operativa di Sorveglianza Marittima, la Centrale Operativa Aeronavale e lo European Maritime Component Commander Ashore, al servizio della Sorveglianza Marittima Integrata che vede nella “condivisione e nella fusione delle informazioni, il perno della interoperabilità e della cooperazione interforze, interagenzia e internazionale” come spiega il Comandante di Cincnav Ammiraglio Binelli Mantelli, entrando nei dettagli al termine del saluto del Capo di Stato Maggiore, Ammiraglio Branciforte. Funzioni specializzate e realizzate ad altissima tecnologia, riunite in un unico comando che ne assicura velocità ed efficienza e che sottolinea, come spiega ancora l’Ammiraglio Binelli Mantelli “una naturale attitudine alla Sicurezza Marittima, nella sua duplice veste: security and safety”, secondo la terminologia internazionale.

 

Ed è proprio la funzione internazionale che emerge dalla costituzione di questo centro: “Noi siamo una realtà, un Paese che deve esercitare il proprio ruolo – spiega il ministro della Difesa – e abbiamo il dovere e la capacità di concorrere con la comunità internazionale alla salvaguardia della sicurezza.”

Un investimento in linea con l’adesione del nostro Paese a standard e ad organismi internazionali ai quali “il nostro Paese deve dare continuità e contributi”, come conferma il Ministro Di Paola. (G.S.)

 

per vedere le foto: Mio Link

Modificato da Graziani

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

×