Jump to content
Cartman

AgustaWestland AW139

Recommended Posts

Sarebbe utile mettere un commento ai link, per riuscire a ritrovare la notizia in seguito e per fare un piacere agli altri ....

Giusto .... e magari dare un'occhiata agli interventi precedenti .... onde evitare venga postata una notizia ormai vecchia di due mesi e già trattata nella discussione .... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa notizia è invece un pò più recente .... Alta moda e rotori ....

 

AgustaWestland partners with Karl Lagerfeld on VIP helicopter interior and exterior designs ....

Fonte .... qxui6q.jpg .... http://www.flightglobal.com/news/articles/agustawestland-partners-with-karl-lagerfeld-on-vip-helicopter-interior-and-exterior-designs-370582/

 

spfd48.jpgB-)

 

Inoltre .... http://www.footluxe.com/2012/04/karl-lagerfeld-to-design-agustawestland-vip-helicopters/

Share this post


Link to post
Share on other sites

gallery_7779_105_160675.jpg

 

gallery_7779_105_77885.jpg

 

gallery_7779_105_9791.jpg

 

gallery_7779_105_60114.jpg

 

gallery_7779_105_9571.jpg

 

gallery_7779_105_7145.jpg

 

Anche il 31°stormo ha ricevuto il primo 139

 

gallery_7779_105_12831.jpg

 

gallery_7779_105_83666.jpg

 

La Guardia Costiera invece utilizza la versione civile adattata allo scopo e non la versione Aw139M

Share this post


Link to post
Share on other sites

Incidente in cui ha perso la vita il Primo Maresciallo Alessandro Musacchio Cordoglio del Ministro

 

Cade dall'elicottero durante l'addestramento Muore sottuficiale dell'Aeronautica

 

Un'attività addestrativa di soccorso che gli è costata la vita. È morto il primo maresciallo Alessandro Musacchio in seguito alla caduta dall'elicottero da circa 20 metri di altezza, durante un'attività addestrativa all'interno dell'aeroporto militare di Cervia. Musacchio era un operatore di bordo in forza all'81esimo Centro Addestramento Equipaggi (CAE) del 15esimo Stormo di Cervia e nel suo percorso professionale c'erano state le missioni in Somalia nell'operazione «Restore Hope»(1993), in Kosovo nell'operazione «Joint Guardian» (2002), ed Iraq nell'operazione «Antica Babilonia» (2003, 2004, 2005 e 2006). Un veterano di missioni fuori area. L'incidente è avvenuto martedì mattina alle 10.45 circa durante un'attività con un elicottero HH-139 del 15esimo Stormo dell'Aeronautica Militare.

 

Airman dies after falling from an Italian Air Force helicopter involved in training activity.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rimettiamo le cose dal giusto angolo di vista

 

Questo è il primo AW-139 del 31° Stormo http://www.aeronautica.difesa.it/News/Pagine/L%27elicotteroVH139Aentrainservizioal31%C2%B0Stormo.aspx

 

mentre le macchine della Protezione Civile vengono date in gestione all'AMI ed andranno quasi sicuramente a Pratica di Mare.

Edited by F104

Share this post


Link to post
Share on other sites

Farnborough 2012 AgustaWestland HH-139A’s new combat configuration

 

The multipurpose chopper, one of the 10 the Italian Air Force has bought, is equipped with a brand new heavy duty landing gear, secure communications suite, integrated defensive aids suite, hoist, search light, wire cutters, nose mounted FLIR, cargo hook, loudspeaker system and emergency floatation gear and any other oddity required to perform “convetional” search and rescue, as well as Combat SAR missions in place of the ageing AB-212 and HH-3F.

However, it can do a bit more.

It can be equipped with two wing-mounted pods for 70 mm unguided rockets (12+3 in total), as the one used by the HH-139 CSX81798/15-42, an experimental machine in the colors of the 15° Stormo (Wing) based at Cervia.

 

mg_0096.jpg?w=460&h=306

mg_0098.jpg?w=460&h=306

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buone nuove dal Sud-Est Asiatico ....

 

Thai army orders two AW139 helicopters ....

 

Announced on 8 October, the deal with the Royal Thai Army also includes its future provision of training services and a comprehensive maintenance package, the European airframer says.

Fonte .... http://www.flightglobal.com/news/articles/thai-army-orders-two-aw139-helicopters-377450/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mh. Un piccolo ordine, ma almeno è lavoro.

E' questo che conta .... due qua .... tre là .... e si continua ad andare avanti ....

 

Ma se li vengono a prendere o glieli spediamo col corriere? :asd:

Posta prioritaria .... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altri due ....

 

Japanese police order two AW139 helicopters ....

 

By: Greg Waldron (Nagoya - 56 minutes ago)

Source: Flight International

 

AgustaWestland has signed a deal with the Japan National Police Agency for two AW139 helicopters.

 

The contract was signed through the company's Japan distributor, Mitsui Bussan Aerospace, and the helicopters will enter service in 2014, says AgustaWestland.

 

AgustaWestland made the announcement at the Japan Aerospace 2012 show in Nagoya. The order brings Japan's total fleet of AW139s to 40, of which 11 are used for law enforcement.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il primo HH-139 all'84° C/SAR

 

Al via l'ammodernamenteo degli assetti SAR in dotazione all'84° Centro C/SAR di Gioia Del Colle con la consegna del primo elicottero HH-139

Venerdì 12 Ottobre, il primo HH-139 è atterrato sull’aeroporto militare di Gioia del Colle (BA) dove, dal 10 Settembre, è dislocato l’84° Centro C/SAR (Combat Search and Rescue).

L’elicottero è giunto in volo dal 15° Stormo di Cervia con a bordo il primo equipaggio dell’84° Centro C/SAR che ha completato la transizione operativa sulla nuova macchina. E' la prima di una serie di macchine che, dopo un periodo di affiancamento alla linea HH-3F, consentirà il completo rinnovamento degli assetti della Forza Armata dedicati al soccorso aereo.

L’HH-139 è un elicottero estremamente versatile, grazie alla completa e moderna configurazione avionica e sensoristica, che gli consente di operare in qualunque condizione metereologica e in qualsiasi contesto ambientale (mare, terra o montagna). E’ stato concepito per essere utilizzato in molteplici tipi di missione, poichè può essere configurato per la ricerca e soccorso aereo sia su mare, sia su terra, nella versione primaria SAR, con cinque passeggeri e una barella, per il soccorso e trasporto sanitario di urgenza nella versione da due a quattro barelle, ovvero può essere impiegato anche per il trasporto di personale, con un numero di passeggeri che può arrivare fino a 14 unità.

L’84° C/SAR è uno dei Centri del 15° Stormo di Cervia che fornisce 24 ore su 24, 365 giorni l'anno un servizio utile e spesso indispensabile: il servizio di ricerca e soccorso, che viene appunto svolto su tutto il territorio e acque nazionali, nonché sul bacino del Mar Mediterraneo, nell’ambito degli Accordi Internazionali siglati con i Paesi limitrofi.

 

13-14102012-6.jpg

 

13-14102012-2.jpg

 

13-14102012-4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altri sette .... da un cliente di prestigio ....

 

Swedish Maritime Administration buys seven new search and rescue helicopters ....

 

Swedish Maritime Administration has signed an agreement with the Anglo-Italian helicopter manufacturer AgustaWestland S.p.A to acquire seven new search and rescue helicopters (AW139 model).

The AW139 is a well-tested rescue helicopter optimal for Swedish conditions and is certified according to international standards.

Fonte .... http://www.sjofartsverket.se/en/Search-in-news-archieve/Ovriga-nyheter/Swedish-Maritime-Administration-buys-seven-new-search-and-rescue-helicopters-/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altri due ....

 

Brunei Shell Petroleum Orders Two AW139 Helicopters ....

 

.... Brunei Shell Petroleum Company Sdn Bhd (BSP) has signed a contract for two AW139 intermediate twin engine helicopters.

The aircraft will be used to perform offshore transport missions from Anduki base.

The helicopters are expected to be delivered in mid 2013

Fonte .... http://www.agustawestland.com/news/brunei-shell-petroleum-orders-two-aw139-helicopters

Share this post


Link to post
Share on other sites

Swedish Maritime Administration Orders Seven AW139 Helicopters for Search and Rescue

 

AgustaWestland, a Finmeccanica company, is pleased to announce that it has signed a contract with the Swedish Maritime Administration for seven AW139 intermediate twin helicopters. The aircraft will be equipped for Search and Rescue (SAR) operations with the first helicopter scheduled to be delivered in the spring of 2013 and the final one in 2014. The Swedish Maritime Administration is the authority responsible for Maritime and Aeronautical Search and Rescue Services in Sweden and will operate the AW139 helicopters from 5 bases across the country. Geoff Hoon, Managing Director International Business, AgustaWestland said after the signing of the contract “We are delighted that the Swedish Maritime Administration has chosen the AW139 to meet its future SAR helicopter requirement following a detailed evaluation process. The AW139, as the world’s bestselling and most capable helicopter in its class, will provide Sweden with an excellent SAR capability.”

This order continues the success of the AW139 in the European SAR market where its long range and all-weather operational capability are key advantages. The AW139 is also widely used in Northern Europe for passenger transportation to offshore oil and gas installations. The AW139 delivers best-in-class performance with a maximum cruise speed of 165 knots (306 kph), a range in excess of 500 nm (927 km) and superior hover performance. With its power reserve, the AW139 delivers Category “A” (Class 1) performance from a helipad (elevated or at ground level) at maximum take-off weight which also makes it a safe helicopter whilst performing demanding SAR missions. The Swedish Maritime Administration’s AW139s will also be equipped with the unique Full Ice Protection System (FIPS) allowing flights into known icing conditions and enabling all weather operations, when other types would be confined to the hangar.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contratto con Azerbaijan Airlines per otto AW-139, oltre al contratto preliminare per due AW-189:

Azerbaijan Airlines Orders Ten AgustaWestland Helicopters

 

 

Anche se Azerbaijan Airlines è la compagnia di bandiera civile, sembra che i mezzi avranno anche compiti più impegnativi, 2 AW-139 sono destinati a sevizi medici di emergenza e un altro a ricerca e soccorso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La famiglia di elicotteri sviluppata dal 139 (cui fanno parte il più piccolo 169 e il più grande 189) si sta dimostrando sempre più una scelta azzeccata con clienti che ordinano diverse macchine che ne fanno parte.

Un approccio comune e modulare, rende infatti addestramento e manutenzione molto facilitati mentre la classe di peso diversa e le infinite possibilità di personalizzazione di ciascun modello consentono di rispondere alle più specifiche esigenze di ciascun cliente.

Notavo poi come da un problema a volte nascano soluzioni brillanti.

Le “winglet” sul pianetto orizzontale nacquero sul 139 con l’esigenza di evitare un aumento della superficie del pianetto stesso o un suo spostamento all’indietro.

Non potendo fare né l’una né l’altra cosa si decise di aumentarne l’efficienza incurvando verso l’alto le estremità.

Sul 189, nonostante sia un elicottero nuovo si è seguita la stessa strada.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites
Notavo poi come da un problema a volte nascano soluzioni brillanti.
Le “winglet” sul pianetto orizzontale nacquero sul 139 con l’esigenza di evitare un aumento della superficie del pianetto stesso o un suo spostamento all’indietro.
Non potendo fare né l’una né l’altra cosa si decise di aumentarne l’efficienza incurvando verso l’alto le estremità.
Sul 189, nonostante sia un elicottero nuovo si è seguita la stessa strada.

 

Flaggy,

la configurazione aerodinamica del pianetto di coda dei AW139, AW169 e AW189 mi suggerisce la voglia di incrementare al massimo le performance ad alte velocità.

Mi spiego. Come sicuramente già sai, ad alta velocità, il momento di beccheggio prodotto dal rotore principale tende a fornire un assetto a picchiare, che viene compensato dal pianetto di coda. Più si va forte, più il pianetto deve "lavorare" per creare una momento a cabrare. Guardando le foto dei tre elicotteri, i pianetti sono posti in posizione molto arretrata (quasi alla fine della coda), hanno superfici ampie e dotati di winglet, tutte soluzioni che incrementano il momento cabrante.

Tu che ne pensi?

In fin dei conti, non mi stupisce che oggi i progettisti di elicotteri favoriscano le prestazioni ad alta velocità, poiché i moderni impianti di propulsione a bimotore garantiscono un ottimo margine di potenza in hover, e le pale di ultima generazione hanno ridotto i problemi di volo transonico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti ogni superficie aerodinamica è fonte di resistenza e il momento cabrante del pianetto orizzontale aumenta aumentando la superficie o arretrando il pianetto, cosa che comporta l’allungamento del trave di coda se questo è già all'estremità (come nel nostro caso) e di nuovo un aumento di resistenza e peso. Aumentandone l’efficienza con le winglet si riesce invece a massimizzare l’effetto a parità di superficie. Per posizione, superficie e, come detto, disegno delle estremità, l'efficacia dei pianetti orizzontali è massima. Meno resistenza si traduce quindi in un miglioramento delle prestazioni ad alta velocità, ma meno peso comporta pure un beneficio generale, anche in hovering.

 

I nuovi elicotteri AW comunque sono in effetti pensati per le alte velocità, con una fusoliera estremamente pulita e le pale dal disegno elaborato che garantiscono un elevato carico al centro mentre le estremità a sciabola cono comunque in grado di lavorare a velocità molto elevate espandendo l’inviluppo di volo del mezzo.

Nel 169 il trave di coda ha pure un disegno asimmetrico molto raffinato e pulito che, lavorando come un’ala, penso dia un notevole contributo anticoppia grazie alla portanza prodotta dal flusso in uscita dal rotore principale. In tal modo si scarica l’elica anticoppia e si aumenta ulteriormente l’efficienza dell’elicottero.

 

AW è un’azienda molto dinamica che con i suoi prodotti sta dimostrando che l’elicottero ha un margine di sviluppo delle proprie capacità che va ben oltre qualche nodo di velocità in più.

Quelle AW sono macchine che, per capacità e volumi di carico, riserva di potenza, efficienza, agilità, velocità e basso livello di vibrazioni, portano al limite il concetto di elicottero tradizionale: oltre ci sono le complicazioni meccaniche, i compromessi e i costi degli elicotteri compound o dei convertiplani che comunque non possono competere in hovering.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flaggy,

sono d'accordo con quanto hai scritto nel tuo ultimo post, e si capisce come sia complesso definire la configurazione aerodinamica di una trave di coda di un elicottero. Se uno guarda alla trave di coda di un AW109 e poi di un AW169, si rende conto dell'evoluzione progettuale: il primo ha una trave simmetrica a sezione circolare e con semplici pianetti rettangolari; il secondo presenta una trave asimettrica e con pianetti a geometrica elaborata.

Senza dubbio questo nuovo sviluppo dell'elicottero tradizionale è molto affascinante, perché in fondo non si è creato niente di nuovo, molto semplicemente le capacità progettuali di AW permettono di "mettere nel calderone" una gran quantità di nuove variabili e di tirar fuori raffinate soluzioni aerodinamiche e strutturali che massimizzano le prestazioni in un ampio inviluppo di volo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggevo sull’ultimo numero di Aeronautica & Difesa :

 

L’AW169, capace di ospitare a bordo fino a 10 passeggeri, è stato presentato nel luglio del 2010 per colmare il vuoto tra il più leggero AW139 e le 10 tonnellate al decollo dell’AW189...

 

Ora, siccome mi pare che non sia la prima volta che questa rivista scrive una simile fesseria, forse sarebbe opportuno che qualcuno in redazione si rendesse finalmente conto che questo elicottero non colma nessun vuoto fra il 139 e il 189 visto che è più leggero del 139...

Il suo peso massimo al decollo è infatti intorno alle 4,5 tonnellate.

D’altra parte il costruttore, nel suo sito ufficiale, colloca l’AW169 nella fascia light/intermediate fra le 3.2 tonnellate del “light” Grand New (ultima espressione del vecchio 109) e le 6.4-6.8 dell’intermediate AW139.

Più sopra ancora c’è l’AW189 che è nella classe di peso medium.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il suo peso massimo al decollo è infatti intorno alle 4,5 tonnellate.

D’altra parte il costruttore, nel suo sito ufficiale, colloca l’AW169 nella fascia light/intermediate fra le 3.2 tonnellate del “light” Grand New (ultima espressione del vecchio 109) e le 6.4-6.8 dell’intermediate AW139.

In Agusta un mio ex collega lo considera quasi come il sostituto del 109, nel senso che hanno sospeso gli studi per un 109 nuovo (con rotore di coda intubato) e per il momento tengono il vecchio e coprono chi vuole crescere col 169. Se pensate che la Golf originale era grande come la Polo attuale, è simile a quanto fanno gli automobilisti, almeno finché il 109 tira discretamente a forza di ritocchi (dal Power che è stato un gran salto, ha una certa fama)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×