Jump to content

Crisi Ucraina & Crimea


Sergetto75
 Share

Recommended Posts

L’ufficio di Zelensky ha corretto il tiro dicendo che ce l’ha solo con Steinmer (nonostante questo si sia cosparso il capo di cenere) e non con Scholz che sarebbe il benvenuto. Probabilmente una…caduta di stile motivata dall’intento di far pressioni sulla Germania, che comunque sta facendo molto considerato che quanto a dipendenza energetica è colpevolmente messa malissimo e che fornire armi a una nazione in guerra è un cambio di registro non da poco per i tedeschi. Non si può nemmeno pretendere lo facciano dall’oggi al domani, visto che le forze armate tedesche sono state smantellate in questi anni e le tonnellate di mezzi in deposito sono ferme da una vita e non possono essere consegnate senza prima un ricondizionamento che richiederà parecchie settimane.

 Gli USA intanto aggiungono altri 750 milioni di aiuti agli 1.7 miliardi da inizio conflitto.

https://www.foxnews.com/politics/us-backs-out-of-sending-mi-17-helicopters-to-ukraine-as-part-of-750m-package

Ai soliti Stinger, Javelin e Switchblade stavolta si aggiungeranno 11 elicotteri Mi-17 originariamente destinati all’Afghanistan, ma per evidenti motivi mai consegnati… Anche se può sembrare che i nuovi aiuti siano una risposta all’ammassamento di truppe russe nel sud est del paese, in realtà una guerra come questa costa tranquillamente 2-300 milioni di dollari al giorno e quindi c’è una continua necessità di buttare nella mischia nuove armi, da cui le richieste pressanti e quotidiane di Zelensky. Quindi, seguiranno certamente altri pacchetti.

Questa la lista della spesa americana…

https://twitter.com/Osinttechnical/status/1514317346869071879

Altri arrivi da Australia

https://twitter.com/Militarylandnet/status/1514265132213456898

Repubblica Ceca

https://twitter.com/UAWeapons/status/1514325652396249097

https://twitter.com/Osinttechnical/status/1514295197496131592

Polonia

https://twitter.com/UAWeapons/status/1514236244263378946

Gran Bretagna

https://twitter.com/Osinttechnical/status/1514324796745605127

…e come sempre Russia

https://twitter.com/UAWeapons/status/1514179174860304390

https://twitter.com/UAWeapons/status/1513915725978775565

Edited by Flaggy
Link to comment
Share on other sites

Intanto sembra che sull'ammiraglia della flotta russa del Mar Nero, l'incrociatore Moskva, siano esplose non meglio precisate munizioni. L'equipaggio sarebbe stato evacuato. Al momento, la fonte principale più attendibile è la russa Interfax. Traduttore automatico per rendere la notizia più fruibile. Grande botta, a meno che il sito russo non sia stato manipolato in qualche modo.

 

 

https://www.interfax.ru/russia/834853

Edited by Scagnetti
Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, Ale9 ha scritto:

Incredibile che la Russia si faccia affondare un incrociatore..a questo punto si ritiri dalla guerra per manifesta incapacità

Ci siamo solo dimenticarti cos'è una guerra. Nel 1940, ai tedeschi affondarono un incrociatore pesante, in Norvegia. E, vogliamo ricordare l'ecatombe che subì' la Marina inglese alle Falklands quarantanni fa in questi giorni? Norvegesi, argentini, ucraini, sono una cosa diversa dai talebani con le tecniche,

Link to comment
Share on other sites

Più che dimenticarsi cosa è una guerra ci si è dimenticati che prendere un battello e imbottirlo di armi, molte delle quali a prendere il sole, non è una cosa molto furba, perché se anche sfiorate dalla scintilla di un missile, queste armi, per simpatia e senso di solidarietà, potrebbero aggregarsi alla scintilla. Vediamo se il MoD russo ci fa vedere qualche foto, ammesso sia ancora a galla. Io comunque starei con gli occhi aperti. Un pericoloso predatore si aggira in quelle acque. 

278400102_2912728398949515_6119098186864

Link to comment
Share on other sites

Moralmente si. E anche quell'unico T-80UM2 che avevano e l'hanno buttato in mischia perdendolo rovinosamente non è stata una bella figura (e poi dicono che i russi mandano ferraglia).  Sul piano strategico invece mi preoccuperei molto di più per quella storia del Krasukha 4 che per la barchetta o il tank. Li sono anni di lavoro andati in fumo, perché quel coso se non è già da qualche parte più a ovest dell'ucraina di sicuro è diventato la versione odierna del lunik. 

Edited by fabio-22raptor
Link to comment
Share on other sites

Comunque gli USA hanno appena confermato che il MOSKVA non è affondato, ma solo danneggiato. Si sta dirigendo in un porto per le riparazioni. Resta comunque un grave danno, considerando che era compito dell'incrociatore la difesa aerea della flotta del mar Nero.

Link to comment
Share on other sites

2 hours ago, fabio-22raptor said:

Moralmente si. E anche quell'unico T-80UM2 che avevano e l'hanno buttato in mischia perdendolo rovinosamente non è stata una bella figura (e poi dicono che i russi mandano ferraglia).  Sul piano strategico invece mi preoccuperei molto di più per quella storia del Krasukha 4 che per la barchetta o il tank. Li sono anni di lavoro andati in fumo, perché quel coso se non è già da qualche parte più a ovest dell'ucraina di sicuro è diventato la versione odierna del lunik. 

Esattamente

Sulla ferraglia, oramai confermato da una marea di fonti che non è così. E nei video che girano si vedono carri russi con gli hatch aperti in scene di combattimento. E sappiamo tutti perché un equipaggio di un carro russo tiene i portelloni aperti..

Nuovo o vecchio che sia.

Sulla Moskva : informazioni da usa e Russia coincidono: la nave è in traino in un porto e gli usa ancora non confermano il lancio del missile (strano. Credo che ci siano molti occhi sofisticati in zona....)

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, nik978 ha scritto:

Sulla Moskva: informazioni da usa e Russia coincidono: la nave è in traino in un porto e gli usa ancora non confermano il lancio del missile (strano. Credo che ci siano molti occhi sofisticati in zona ...)

Infatti ... "Forte 10" ha da poco cominciato a fare i suoi giri sul Mar Nero ...

Link to comment
Share on other sites

Decisamente il vecchio incrociatore ha optato per la promozione a Kilo...

Cita

Friday, April 15 (Tokyo time)

5:00 a.m. The Russian missile cruiser Moskva has sunk in the Black Sea, Russian media RIA and RT report, citing the Defense Ministry.

The warship sank in stormy seas after suffering damage from an ammunition fire onboard, the reports say. 

The Ukrainian side claims to have struck the flagship of the Russian Black Sea fleet off Odesa with Neptune anti-ship missiles. 

https://asia.nikkei.com/Politics/Ukraine-war/Ukraine-war-Free-to-read/Ukraine-latest-Russian-Black-Sea-warship-Moskva-has-sunk
Link to comment
Share on other sites

Quarant’anni sono tanti per una nave (ma vogliamo parlare delle corazzate classe Iowa?) però il suo mantenimento in servizio è figlio della carenza di fondi che ha afflitto le forze armate russe dopo la fine della guerra fredda.

La sua gemella ex Admiral Flota Lobov si è trascinata per decine di anni in cantiere senza essere completata ed è di proprietà guarda caso dell’Ucraina…

Comunque, esplosa per qualche stupidata a bordo, colpita da due Neptune, o persino aperta come una scatoletta da una delle mine alla deriva rilasciate magari proprio dai russi, non è che questi ci abbiano fatto una bella figura...

 

 

Link to comment
Share on other sites

Attimo di ilarità 

quando non ti fidi e vai controllare di persona 

A3CB847B-1311-4E2C-A7B8-48C0FCF5D1A8.jpeg
 

Perdonatemela. E comunque non è affondata. Sta facendo una operazione militare speciale subacquea. 

Edited by fabio-22raptor
Link to comment
Share on other sites

Recente botta e risposta

Oltre all'ennesimo velivolo perso dai russi, fa un po' pensare che un Su-24 ucraino sia arrivato fino a Izium per essere abbattuto da un manpad.

La superiorità aerea è un'altra cosa...

Link to comment
Share on other sites

Oddio, qualche problema ce l’hanno avuto anche le Iowa. Proprio la capoclasse, incorse nell’esplosione di una torre in caccia dovuta a una carica di lancio difettosa, aveva ancora polveri degli anni 30, come scoprì l’inchiesta del NIS, ora NCIS (la storiella del marinaio gay suicida per una relazione sentimentale andata male è una balla). Diciamo quindi che non è proprio una passeggiata di salute tenere in servizio navi tanto vecchie. Soprattutto in una marina carente di ogni cosa come quella russa.

Link to comment
Share on other sites

59 minuti fa, Basil ha scritto:

Oddio, qualche problema ce l’hanno avuto anche le Iowa. Proprio la capoclasse, incorse nell’esplosione di una torre in caccia dovuta a una carica di lancio difettosa, aveva ancora polveri degli anni 30, come scoprì l’inchiesta del NIS, ora NCIS (la storiella del marinaio gay suicida per una relazione sentimentale andata male è una balla). Diciamo quindi che non è proprio una passeggiata di salute tenere in servizio navi tanto vecchie. Soprattutto in una marina carente di ogni cosa come quella russa.

Il punto è che molto verosimilmente n non è esplosa per cariche vecchie o perché lo scafo è vecchio. Pare che sia esplosa perché 2 Neptune hanno deciso di rifargli le carene. Un conto è se hai cariche di 30 anni in stiva, un conto è che te la piallino gli altri. Come poi? Pare saturando i sistemi coi dronetti turchi. Cioè: quel coso sa 750 milioni di dollari aveva 6 CIWS solo per la difesa di punto e si è fatta fregare da dei dronetti del Carrefour e da un paio di missili efficaci contro battelli fino a 5000t. 

Link to comment
Share on other sites

Quello che è successo all'incrociatore Mosca sarà materia di studio per gli storici militari.

Dal mio punto di vista attuale è un'ulteriore conferma che la Russia ha già perso la guerra.

Non è solo che questo affondamento è più doloroso ad es. di quello del General Belgrano nelle Falkland.

Provo a fare un minimo di considerazioni geopolitiche con un conflitto ancora in corso (sono sempre alterato dai civili ammazzati, e non riesco a concentrarmi molto lucidamente in analisi militari o geopolitiche, ma ci provo con i massacri di Bucha che non possono essere rimossi).

Persino nei momenti più bui della ex unione sovietica, essa ha avuto leader come Krushev, Gorbaciov, e persino Breznev e Andropov che non sono stati impermeabili alle loro azioni/relative reazioni/fallimenti.

Con qualche anno di distanza rispetto alle mazzate che hanno prese (e date nei Paesi occupati), hanno dovuto modificare le loro politiche.

Questi erano leader, o meglio statisti che in ultima analisi storiografica hanno messo una pezza alle follie delle loro elite/propagandisti/strateghi prezzolati/yes men e alle proprie responsabilità.

Hanno personalmente sconfessionato de facto quanto da loro intrapreso, oppure alla fine sono stati rimossi per quanto avevano intrapreso.

Con buona pace del Prof. Orsini, ad esempio, che tra una supercazzola e l'altra in TV si ostina a presentarci Putin come uno statista (alla faccia di Krushev, Gorbaciov o Kennedy - professor Orsini rivolga le sue accorate richieste di fermarsi alla parte più indicata) e non come un macellaio imperialista.

Putin potrà forse godere di qualche consenso per 1 anno o più da ora nel suo Paese, datogli dagli strati più reazionari della popolazione.

Ma il suo progetto imperialista è fallito miseramente.

Dobbiamo aspettare il ritorno a casa dei marinai del Mosca e degli altri disgraziati mandati a spargere sangue via terra, ma alla fine il consenso per Putin nella sua madrepatria sarà visibile come una parabola molto acuta. In modo analogo ai tempi dell'Afghanistan.

Una parabola verso il basso ovviamente. 

Edited by Scagnetti
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...