Jump to content

Crisi Ucraina & Crimea


Sergetto75
 Share

Recommended Posts

Un nuovo sogno in costruzione...persino con i pezzi del primo.

 

 

Chissà se l'ostinazione merita qualche ATACMS...

 

 

Gli attacchi russi nel Donetsk ultimamente si son fatti insistenti.

Non so se PUC & co siano galvanizzati dall'arrivo di nuove motivatissime truppe o semplicemente vogliano approfittare delle ultime possibilità prima che pioggia e fango blocchino tutto, ma gli assalti sembrano tanto ottusi quanto suicidi. I russi in queste operazioni sconsiderate stanno letteralmente perdendo migliaia di uomini (che, come confermato dalle intercettazioni, volutamente lasciano a concimare i campi...) e svariate decine di mezzi.

A Spirne quello che probabilmente è un veicolo da sminamento UR-77 smina se stesso...

Pur prevalentemente difendendosi, gli ucraini sfruttano il momentum positivo, continuando a infliggere ai russi perdite sproporzionate rispetto ai risultati.

Probabile che PUC si immagini il cedimento della popolazione Ucraina a seguto degli attacchi alle infrastrutture e/o speri in un futuro disimpegno occidentale, ma forse non dovrebbe sottovalutare una seconda volta gli ucraini e i governi occidentali e magari potrebbe cominciare a considerare che la NATO in questo momento ha inviato in Ucraina sono una minima parte dei propri armamenti (magari in dismissione o già in deposito). Parlando degli USA per esempio, pur con tutti i miliardi di dollari di aiuti, credo che siamo ben lontani dai costi giornalieri dell'intervento in Afghanistan, supportato però per 20 anni...

Insomma mentre la Russia si logora da più di 8 mesi e le forze armate Ucraine crescono in qualità e quantità, PUC & co sembrano giocare d'azzardo come il primo giorno.

https://www.facebook.com/oriogiorgio.stirpe.5

Link to comment
Share on other sites

Tra distrutte o gravemente compromesse sono 8 le campate da sostituire nel ponte stradale e 2 in quello ferroviario.

Il completo ripristino richiederà quindi praticamente un anno, durante il quale il ponte comunque sarà operativo (con limitazioni).

Cita
  1. They have already dismantled 4 destroyed spans. They plan to restore them by December 20.

  2. When the destroyed part is restored, the adjacent 4 spans are dismantled, they are deformed. They are planned to be restored by March 30, 2023.

  3. And the most important thing. The railway track has turned into a single track, it is not possible to drive on the second track. Two spans will have to be dismantled. They plan to restore them on September 15, 2023.

Il modo d procedere, se da un lato indica un approccio radicale (corretto dal punto di vista strutturale e della sicurezza), dall'altro è impegnativo e definitivo, come se i russi contassero di mantenere il ponte al sicuro da nuovi attacchi, come se quanto successo in una guerra tuttora in corso fosse un una tantum e come se non si parlasse di ATACMS per gli HiMARS e di Storm Shadow per i Su-24. Di sicuro indica l'importanza di una struttura fortemente voluta da PUC ed essenziale per la strategia di Mosca.

 

Link to comment
Share on other sites

Intendi dire questa analisi ?

https://www.huffingtonpost.it/esteri/2022/11/04/news/kherson-10564307/

Purtroppo non sono abbonato ;  se mandassi un riassunto dell'articolo, sarebbe cosa gradita.

Io ho trovato questo :

https://www.eastjournal.net/archives/128250

In ogni caso , un inverno sotto le bombe russe è un'ipotesi credibile.

Molto dipenderà dagli armamenti per gli ucraini che arriveranno laggiù .

Edited by engine
Link to comment
Share on other sites

Probabimente PJ83 si riferiva alle analisi che Stirpe posta sulla sua pagina Facebook (spesso qui linkate anche da me) e che non richiedono certo abbonamenti. Ad esempio questa.

https://www.facebook.com/oriogiorgio.stirpe.5/posts/pfbid025qiTSzE9KYXJ6PTPyCHNDUxAkmdze1b2zMQDHoFgCd1ubo2u2hJexDRQyH45aqbql

Quindi si, il ritiro è positivo perchè ovviamente consente agli ucraini di riconquistare territorio, ma da un punto di vista militare significa anche il termine dell'operazione di "fissaggio", che per mesi aveva inchiodato lì a logorarsi senza utilità (Odessa era ormai un miraggio...) le migliori truppe di Mosca, che necessariamente adesso andranno a far danni altrove.

Certo, a parte uomini, statue, animali dello zoo e lavatrici, bisogna vedere cosa i russi riusciranno a portare di là, perchè se ci si ritira è anche vero che bisogna coprire la ritirata e salvare anche i mezzi. Con l'Antonovsky bridge e il pontone sottostante ridotti a colabrodo, far passar tutto con traghetti improvvisati e per il malridotto ponte-diga di Nova Kachovka non è uno scherzo...e infatti dal link postato sopra starebbero facendo un falò all'aeroporto di Kherson della roba che non riusciranno a portarsi dietro.

Piuttosto mi preoccupa la sequenza degli eventi di questo ritiro, anche perchè se i russi tengono la diga, Kherson resta ostaggio del matto al Cremlino.

Edited by Flaggy
Link to comment
Share on other sites

42 minutes ago, Flaggy said:

Probabimente PJ83 si riferiva alle analisi che Stirpe posta sulla sua pagina Facebook (spesso qui linkate anche da me) e che non richiedono certo abbonamenti. Ad esempio questa.

Esattamente. Purtroppo quelle rare volte in cui i russi smettono di fare cose stupide rimane un po' di preoccupazione, anche se nel complesso concordo che la liberazione di Kherson sia una buona notizia

Link to comment
Share on other sites

Ormai quell'uomo è la caricatura di se stesso...e in TV è un fenomeno da baraccone invitato per ravvivare mediocri talk show dove regnano sovrane ipocrisia e ignoranza...

Comunque, nonostante la prudenza di Stirpe e la sorpresa dell'ultimamente un po' latitante Cooper, è indubbio che gli ucraini avanzino a riempire i vuoti lasciati dai russi...

Se e come nei prossimi giorni arriveranno a Kherson (non credo aiutando i russi a scappare) è comunque meglio scoprirlo da altre fonti che non siano le parole dei russi che comunque, tra obiettivi raggiunti e ridispiegamenti, avevano già condiviso tramite annunci pubblici le batoste rimediate nella battaglia di Kiev e in quella di Kharkiv.

Edited by Flaggy
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Blabbo ha scritto:

Pare sia stato dato ordine alle truppe Russe sulla sponda occidentale del Dnipro di ritirarsi

Mi sorprenderebbe, se fosse vero.
"Quando si spara si spara, non si parla" (cit.)
In questo caso, non si tratta di "sparare" ma di "ritirarsi". E una ritirata è un atto tattico che va tenuto riservato esattamente come qualsiasi altro. Non ha senso preannunciarlo ai quattro venti, visto che si tratta sostanzialmente di dare informazioni al nemico, a meno che dietro questo atteggiamento non vi siano precise - e per me del tutto indecifrabili - ragioni di carattere specificamente politico.
Al trappolone teso agli ucraini non mi pare il caso di credere, visto che finora Kiev sembra aver seguito una precisa strategia composta da una serie di fasi accuratamente pianificate, quindi possiamo ragionevolmente presumere che sappiano già cosa fare nei prossimi mesi indipendentemente (salvo situazioni di concreta rilevanza strategica) dal comportamento dei russi. Finora gli ucraini hanno agito cercando di ottenere il massimo possibile col minimo dispendio di forze, e buttarsi su Kherson sarebbe una giravolta completa rispetto a tale approccio e porterebbe a una usura di uomini e mezzi sicuramente non indifferente, non prevista e nemmeno opportuna, viste le notevoli difficoltà insite nel combattimento urbano e la sostanziale inutilità di riconquistare Kherson. I russi si stanno chiaramente attestando su linee difensive a est del fiume, e QUELLA sarà la vera sfida da affrontare nella prossima primavera.

Link to comment
Share on other sites

È una decina di giorni che i russi sono in ritirata: probabilmente per l'ISR occidentale era il segreto di Pulcinella.

Nel video con Surovikin che propone e Shoigu che ordina il ritiro c'è tanto teatro. 

Nei prossimi giorni vedremo quanto sia ad uso interno (per indorare la pillola) e quanto ad uso esterno nella onnipresente strategia di guerra ibrida.

Link to comment
Share on other sites

Ma a proposito, non ho visto un solo video degli humvee rigenerati ad mrap consegnati a suo tempo dagli americani, quei famosi avanzi di magazzino con le porte in tela trasformati col nuovo pianale e sospensioni alzate

Edited by maxiss
Link to comment
Share on other sites

Bel danno in un'ottica di ricostruzione...

Anche il pontone è stato semidistrutto...

Non oso pensare a cosa troveranno gli ucraini dopo 8 mesi di lanzichenecchi a Kherson...e cosa potrebbero ancora fare in questa delicata zona dell'Ucraina.

Confermata quindi l'informazione di ieri.

Non credo però che gli ucraini avrebbero usato quel ponte per passare dall'altra parte: anche per loro sarebbe stato un collo di bottiglia e di fatto sono già dall'altra parte più a nord...dove possono anche tagliare il corridoio che collega Donbass e Crimea, lasciando a questa solo il ponte di Kerch...finchè dura... 

Comunque...le due facce della medaglia

 

 

Il 10/11/2022 at 07:23, Flaggy ha scritto:

È una decina di giorni che i russi sono in ritirata: probabilmente per l'ISR occidentale era il segreto di Pulcinella.

Nel video con Surovikin che propone e Shoigu che ordina il ritiro c'è tanto teatro. 

Nei prossimi giorni vedremo quanto sia ad uso interno (per indorare la pillola) e quanto ad uso esterno nella onnipresente strategia di guerra ibrida.

A quanto pare nel mio piccolo ci avevo imbroccato e anche Stirpe s'è convinto del ritiro...

https://www.facebook.com/oriogiorgio.stirpe.5/posts/pfbid0CASmFEohtzUfZ5Gy3XiimKHxUEY3hJ8UcaFcFhtxqnFyLvoc2c98gwv9e1DLCCRzl

 

Intanto dopo mesi vengono diffuse le prime immagini dei russi che entrano nelle città ucraine festanti, esattamente come immaginato da PUC... Ah..no, questi sono soldati ucraini qualche ora fa...

 

 

Pare che dica cretinate...

https://www.google.com/amp/s/www.adnkronos.com/ucraina-orsini-italia-non-deve-piu-inviare-armi-pesanti_6tPZWHfWfhvrsNlMNWjMP/amp.html

...e che continui a dire cretinate...

https://www.google.com/amp/s/www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/33791567/cartabianca-alessandro-orsini-armi-ucraina-cosa-deve-fare-italia.amp

Tutto al solito insomma...

 

 

Soldati ucraini arrivano a Kherson

...nel centro di Kherson...

A giudicare dalle immagini l'evacuazione russa non è andata proprio benissimo...

 

 

I russi si sono ritirati dalla riva destra del Dnepr e gli ucraini stanno raggiungendo tutti gli insediamenti.

 

Trovano i primi regali… Ok…magari questo è un po’ particolare e non tanto perché torna al legittimo proprietario…

Non sono ancora arrivati alla diga di Nova Kachovka, ma i russi si sono premurati di fare saltare anche il ponte soprastante…

Da notare che prima di ritirarsi i russi hanno spinto la popolazione ad andarsene e, se da un lato è evidente che molti siano restati, dall'altro è estremamente probabile che come avvenuto nell'oblast di Kharkiv ad andarsene siano stati in particolare i filorussi. Una sorta di pulizia etnica al contrario.

Solo alla fine si tireranno le somme, ma è evidente che questo conflitto influirà pesantemente sulla composizione e nelle dinamiche sociali della popolazione Ucraina.

 

Ok, si sapeva che fossero ucraini, ma ora è palese...

Questi invece sono israeliani e in qualche modo sono finiti in Ucraina...

Riguardo alla domanda precedente, se i russi siano riusciti o meno a portare di là il materiale pesante...Beh, sicuramente non tutto...

 

 

Edited by Flaggy
Link to comment
Share on other sites

49 minuti fa, Flaggy ha scritto:

A quanto pare nel mio piccolo ci avevo imbroccato e anche Stirpe s'è convinto del ritiro...

https://www.facebook.com/oriogiorgio.stirpe.5/posts/pfbid0CASmFEohtzUfZ5Gy3XiimKHxUEY3hJ8UcaFcFhtxqnFyLvoc2c98gwv9e1DLCCRzl

 

Intanto dopo mesi vengono diffuse le prime immagini dei russi che entrano nelle città ucraine festanti, esattamente come immaginato da PUC... Ah..no, questi sono soldati ucraini qualche ora fa...

 

Sono riusciti a portarsi via il materiale pesante o come al solito hanno fatto beneficenza agli ucraini?

Link to comment
Share on other sites

"Non credo però che gli ucraini avrebbero usato quel ponte per passare dall'altra parte: anche per loro sarebbe stato un collo di bottiglia e di fatto sono già dall'altra parte più a nord...dove possono anche tagliare il corridoio che collega Donbass e Crimea, lasciando a questa solo il ponte di Kerch...finchè dura...  "

infatti credo che la barriera del Dnepr alla fine possa fare più che comodo agli ucraini che possono quasi "ignorare" quel fronte e far convergere le forze sui fronti del Donbass e in direzione Mariupol/Melitopol.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...