Jump to content

Crisi Ucraina & Crimea


Sergetto75
 Share

Recommended Posts

3 hours ago, Flaggy said:

Ultimo riassunto.

https://medium.com/@x_TomCooper_x/ukraine-war-4-5-july-2022-ff80338be560

Segnalo due punti:

Come supponevo sopra i depositi di munizioni e le stazioni ferroviarie saltano in aria in successione grazie agli HIMARS (o per colpa a seconda dei punti di vista...).

E poi la chiosa finale in merito ai russi che avanzano in Donbass e gli ucraini che non si sa cosa stiano facendo a Kherson (qualunque cosa sia i russi non sembrano esserne felici)...

 

Sarò monotono ma imbarazzante che la ruaf non riesca ad avere in volo h24 aerei in Russia, e tracciare i lanci ed ad uno sputo dal confine in supersonica prenderli prima del disimpegno..

E io ero uno di quelli che sosteneva che in Siria i russi avevano dimostrato capacità....  Faccio ammenda. Che disastro

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

46 minuti fa, nik978 ha scritto:

Sarò monotono ma imbarazzante che la ruaf non riesca ad avere in volo h24 aerei in Russia, e tracciare i lanci ed ad uno sputo dal confine in supersonica prenderli prima del disimpegno..

E io ero uno di quelli che sosteneva che in Siria i russi avevano dimostrato capacità....  Faccio ammenda. Che disastro

Nik,forse siamo noi a sottovalutare le difficoltà di una campagna militare a 360 gradi. Penso che in questo momento solo gli USA hanno le capacità di condurre una efficace guerra coordinata tra aeronautica, esercito, intelligence,marina. E non dimentichiamoci che l'Ucraina ha il pieno sostegno militare degli USA, tranne i soldati sul campo.

Edited by Ale9
Link to comment
Share on other sites

Se in aria non riescono a organizzare operazioni complesse, non è che a terra gli riescano bene quelle semplici...

Qui abbiamo degli imbecilli in libera uscita...

 

 

Considerato che le alette stabilizzatrici "artigianali" non hanno fatto un gran lavoro, visto com'è arrivata la granata sul bersaglio, e che questa non era nemmeno anticarro, direi che il risultato sia più che soddisfacente...

 

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, Flaggy ha scritto:

Se in aria non riescono a organizzare operazioni complesse, non è che a terra gli riescano bene quelle semplici...

Qui abbiamo degli imbecilli in libera uscita...

 

Cosa succede esattamente in questo video? Nel senso, come fa una raffica di mitragliatrice a scatenare l'esplosione?

Link to comment
Share on other sites

Oh beh, sono imbottiti di roba che riesce a prendere fuoco anche con un impatto senza detonazione. 
 


Poi c'è pure il lanciatore che comunque propellente ne ha. Basta un bel colpo con quei cosi dalla punta rossa e nera ... Rosso incendiario, nero Armor Piercing. 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Il 2/7/2022 at 13:02, Athens ha scritto:

Se il ritiro dall'isola dei Serpenti fosse stato un evento programmato in anticipo e portato a termine nelle tempistiche previste, e se tale ritiro fosse stato inteso come definitivo, ci saremmo aspettati 1. che tutto ciò che non si poteva portar via sarebbe stato distrutto pima dell'abbandono del sito, e 2. che l'isola venisse minata per rendere ostico agli ucraini un eventuale tentativo di riprenderne possesso.

Ma il fatto di aver condotto un attacco aereo su ciò che rimaneva di installazioni e materiali dimostra che la ritirata non era affatto programmata ma era un evento attuato in fretta e furia (a casa mia si chiama "fuga") come conseguenza degli attacchi missilistici ucraini e che quindi non c'è stato il tempo materiale per minare il posto e per distruggere ciò che non poteva essere trasferito.

Adesso credo che per il momento possiamo considerare chiusa la questione, poiché è stato dimostrato che entrambi i contendenti possono attaccare l'isola pesantemente qualora venisse occupata dall'avversario e quindi il gioco non vale la candela per nessuno dei due.

Almeno questo però era scontato che gli ucraini lo facessero...

 

 

Link to comment
Share on other sites

oggi sono uscite nuove foto del disastroso attraversamento del Seversky Donets a Bilohorivka a metà maggio.
io continuo a non capire come diavolo abbiano fatto i russi a ridursi in questo modo:


Potrebbe essere un'immagine raffigurante corpo idrico, albero e natura

Potrebbe essere un'immagine raffigurante natura

Link to comment
Share on other sites

Riassunto:

Gli ucraini dichiarano 400 carri,700 artiglierie e 1300 veicoli da combattimento propri persi.

La controbatteria russa spesso è letale e dopo il secondo colpo sparato dagli ucraini arriva la reazione .

I pezzi americani m 777 al primo danno subito devono andare in Polonia per le riparazioni.

Poi i due analisti dicono che l ipotesi di 30 mila carri in depositi sparsi in Russia utilizzabili è possibile(ma i carristi??),idem le munizioni,insomma russi scarsi e in affanno ma rulli compressori.

Infine l isolamento economico non può funzionare perché la moneta rublo si rafforza con gli altri attori che comprano seppur con forti sconti gli idrocarburi russi.

Quindi ,ho capito io,per la Russia la vittoria non è se ma quando,e poco importa che vittoria malconcia sia 

 

 

 

Edited by maxiss
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, maxiss ha scritto:

Riassunto:

Gli ucraini dichiarano 400 carri,700 artiglierie e 1300 veicoli da combattimento propri persi.

La controbatteria russa spesso è letale e dopo il secondo colpo sparato dagli ucraini arriva la reazione .

I pezzi americani m 777 al primo danno subito devono andare in Polonia per le riparazioni.

Poi i due analisti dicono che l ipotesi di 30 mila carri in depositi sparsi in Russia utilizzabili è possibile(ma i carristi??),idem le munizioni,insomma russi scarsi e in affanno ma rulli compressori.

Infine l isolamento economico non può funzionare perché la moneta rublo si rafforza con gli altri attori che comprano seppur con forti sconti gli idrocarburi russi.

Quindi ,ho capito io,per la Russia la vittoria non è se ma quando,e poco importa che vittoria malconcia sia 

 

 

 

Ma se va avanti con una decina di tank persi al giorno,la Russia non andrà lontano. 

https://twitter.com/Rebel44CZ/status/1545525072231911424?s=20&t=I0Gmchsq22Td98NWOr8ABw

Probabilmente il materiale da rottamare c'è,ma mancano i soldati. Non so quanto sia complesso un T-72, T-80, T-64 e ora anche i T-62, ma probabilmente è difficile anche per i russi rimpiazzare le perdite umane. 

Poi tutto è possibile,considerando che gli ucraini imparano in poche settimane a usare mezzi occidentali anche complessi..

Link to comment
Share on other sites

Io sostengo da molto che se Putin ha da buttare dentro abbastanza seconde o terze linee, a Kiev ci può arrivare....  Al prezzo di distruggere il suo paese...

Nel video c'è un discorso molto interessante : una guerra di questo tipo non c'era dal 45 e si è visto che il consumo di materiali è immenso come era all'epoca.   Nei decenni successivi le nazioni si sono mosse per preservare vite, usando molta tecnologia e di conseguenza personale molto specializzato. Con numeri di molto inferiori al passato ... Pensando che in futuro i conflitti sarebbero stati diversi anche perché con la Korea si era visto che il "people army"  senza logistica e tecnica, non poteva reggere conflitti lunghi... Anche perché le sensibilità delle persone sono cambiate è c'è molta meno accettazione di certe cose

Ma una guerra senza "consumi" è una chimera e vincere senza molti morti e materiale perduto pure...

Provocazione : una guerra di un paese moderno contro nazioni disposte a farsi ammazzare decine di migliaia di uomini e buttare enormi quantità di materiale in un conflitto, e non curarsi di civili, siamo sicuri sia così facile da vincere?

Avanzare di pochi kilometri con questi costi è un incubo che quasi tutte le nazioni non vogliono vedere...ma se il tuo avversario lo accetta e tu devi tenere in piedi tutte le tue iper tecnologie e spiegare ad ogni singola famiglia un morto o mutilato, mentre lui se ne frega...alla lunga come va a finire?  Questo conflitto sarà spunto di molte riflessioni in tal senso.... Io non trovo risposte....

Non voglio filosofare, ma questo è anche un conflitto tra due visioni opposte del mondo. Del resto l'approccio russo tutto molto sovietico.

Da noi fece scandalo un pilota /copilota di apache che canticchiava American pie mentre on totale sicurezza faceva fuori guerriglieri iracheni dopo minuti di "engagement rules assessment"...

Dubito che su un alligator , che vola con molta meno sicurezza e non credo ci sia l'atmosfera per canticchiare , ci si fermi su questo dettaglio... Ne tanto meno al Cremlino sia che lo tirano giù, sia che ammazzano civili perché non hanno tempo voglia e testa e tecnologia per verificare a chi sparano... Abbattuto un alligator, morto l'equipaggio, morti civili a caso.  Bene così avanti il prossimo. Siamo avanzati di 500 metri e questo conta.. ..

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

In fondo abbiamo già visto che succede contro un avversario che accetta perdite pesanti (in Vietnam e anche in Afghanistan)...e di solito succede se il tuo avversario difende il proprio mondo: è disposto a tutto.

In questo senso credo che i russi, con lo psicopatico che ormai si ritrovano al comando, abbiano molto da temere dagli ucraini quanto a motivazione e determinazione, visto che sono i russi gli invasori al netto delle minchiate che sono state loro dette per giustificare la vaccata di PUC.

E se estendiamo il discorso agli occidentali, attenzione a quale sia la posta in palio, perché è da quasi ottant’anni che questa non è realmente elevata (parliamo della sopravvivenza dei nostri valori, della nostra libertà e del nostro stile di vita). In Occidente c’è molto, troppo da perdere per accettare di calare le braghe anche di fronte a chi manda i propri uomini al massacro, fermo restando che se questo qualcuno fosse la Russia, per quanto mostrato in questa guerra, ormai è certo che sarebbe la prima eventualmente a ricorrere al nucleare visto e considerato che la NATO farebbe a pezzi la sgangherata orda che si dovesse presentare ai suoi confini.

Intanto, l’ottusità russa che spara alla membro di segugio su tutto e tutti si ritrova a fronteggiare anche questo:

E penso andrà sempre peggio, nonostante le sparate del matto criminale che non da segni di ravvedimento…

Edited by Flaggy
Link to comment
Share on other sites

@Flaggy

Il mio timore dell'opzione nucleare sta esattamente nella tua spiegazione che condivido totalmente . Speriamo bene....

Quell'affare comunque può addirittura stare su 3 secondi 😮   Ma con ovvi problemi di surriscaldamento quindi 8 vanno più che bene. 

Link to comment
Share on other sites

2 hours ago, Flaggy said:

In Occidente c’è molto, troppo da perdere per accettare di calare le braghe anche di fronte a chi manda i propri uomini al massacro, fermo restando che se questo qualcuno fosse la Russia, per quanto mostrato in questa guerra, ormai è certo che sarebbe la prima eventualmente a ricorrere al nucleare visto e considerato che la NATO farebbe a pezzi la sgangherata orda che si dovesse presentare ai suoi confini.

Flaggy anche ignorando l'inquietante folla di seguaci che putin ha in paesi chiave per la nato come l'Italia, siamo sicuri che le orde di mordor verrebbero fatte a pezzi così facilmente? Attualmente la nato ha 40000 uomini pronti a intervenire al confine orientale, che verranno portati a 300000 da qui a qualche anno. Non sono pochi? E poi di quante munizioni disponiamo? I mezzi europei possono anche essere anni luce avanti alla scalcinata armata russa, ma decenni di disarmo e taglio dei fondi non hanno svuotato i magazzini? Se poi la cina ci mettesse del suo attaccando taiwan, impegnando gli usa sul pacifico, io, come al solito, non la vedo per niente bene.. 

Link to comment
Share on other sites

@maxiss
anche io ho letto su Liveuamap degli S-300, ma credo sia un refuso... cioè spero per i russi che lo sia, altrimenti "l'attrito" lo stanno perdendo loro, non gli Ukraini.

per il resto, spero che la live non si sia basata, come altri video che ho visto in giro (anche quelli del "famoso" colonnello austriaco, usato come fonte alcune volte), sulla manipolazione di questo articolo:
https://www.nationaldefensemagazine.org/articles/2022/6/15/ukraine-to-us-defense-industry-we-need-long-range-precision-weapons

ad esempio, è vero che cita quei numeri, ma poi spiega come li ha ottenuti, ossia: "That is a mathematical estimation we can make based on the length of the frontline and the intensity of the conflict. So, I'm giving you this estimate just for you to understand how significant the requirement is based on the intensity of the conflict." 🤣

questi si chiamano "articoli di propaganda", servono per farsi mandare ancora più armi, soprattutto vista la "pudicizia" che alcuni paesi occidentali dimostrano. mi fa molto specie, perchè, all'inizio, si riuscivano a fare questi distinguo poi...

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, PJ83 ha scritto:

Flaggy anche ignorando l'inquietante folla di seguaci che putin ha in paesi chiave per la nato come l'Italia, siamo sicuri che le orde di mordor verrebbero fatte a pezzi così facilmente?

Mi sa di si...

Cita

Attualmente la nato ha 40000 uomini pronti a intervenire al confine orientale, che verranno portati a 300000 da qui a qualche anno. Non sono pochi?

E la Russia in crisi demografica che raccatta quarantenni/cinquantenni e che tira fuori i T-62 per mandarli in Ucraina quanti ne ha? Stiamo parlando di cosa piazzare al confine in tempo di pace e non della Terza Guerra Mondiale...

Cita

E poi di quante munizioni disponiamo? I mezzi europei possono anche essere anni luce avanti alla scalcinata armata russa, ma decenni di disarmo e taglio dei fondi non hanno svuotato i magazzini? Se poi la cina ci mettesse del suo attaccando taiwan, impegnando gli usa sul pacifico, io, come al solito, non la vedo per niente bene.. 

Vogliamo parlare di cosa 20 anni di ruberie e corruzione di PUC abbiano fatto a esercito, aeronautica e marina russe?

Cerchiamo di vedere anche come si sono ridotte forze armate che sulla carta avrebbe dovuto spazzare via la resistenza ucraina, ma che invece avanzano a fatica da una parte con rugginosi catorci mentre arretrano dall'altra.

Non è un caso se PUC negli anni ha finanziato e/o supportato con battaglioni di troll qualche divisivo imbecille in Europa e in America, prima ancora di avere frotte di dementi (oggi in gran parte sciolte come neve al sole) che lo osannavano come un grande statista: era un modo economico e viscido per indebolire l'Occidente, che però di rimando evidenziava il suo fallimento e la sua incapacità di rafforzare la Russia come potenza economica e militare. 

Comunque, a parte una indiscutibile inversione di tendenza nelle spese militari occidentali (senza scomodare il caso della Germania che finalmente si "accorge" di aver smobilitato e che investe 100 miliardi nella difesa), credo che fare l'Orsini della situazione sarebbe ancor meno popolare in Occidente nel caso a PUC venissero eccessive manie di grandezza.

La verità è che la Terza Guerra Mondiale non conviene a nessuno, men che meno ai cinesi. L'importante è che da folle qualcuno non diventi così psicolabile da dimenticarlo..

Edited by Flaggy
Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, nik978 ha scritto:

Nel video c'è un discorso molto interessante : una guerra di questo tipo non c'era dal 45 e si è visto che il consumo di materiali è immenso come era all'epoca.   Nei decenni successivi le nazioni si sono mosse per preservare vite, usando molta tecnologia e di conseguenza personale molto specializzato. Con numeri di molto inferiori al passato ... Pensando che in futuro i conflitti sarebbero stati diversi anche perché con la Korea si era visto che il "people army"  senza logistica e tecnica, non poteva reggere conflitti lunghi... Anche perché le sensibilità delle persone sono cambiate è c'è molta meno accettazione di certe cose

Ma una guerra senza "consumi" è una chimera e vincere senza molti morti e materiale perduto pure...

Provocazione : una guerra di un paese moderno contro nazioni disposte a farsi ammazzare decine di migliaia di uomini e buttare enormi quantità di materiale in un conflitto, e non curarsi di civili, siamo sicuri sia così facile da vincere?

Avanzare di pochi kilometri con questi costi è un incubo che quasi tutte le nazioni non vogliono vedere...ma se il tuo avversario lo accetta e tu devi tenere in piedi tutte le tue iper tecnologie e spiegare ad ogni singola famiglia un morto o mutilato, mentre lui se ne frega...alla lunga come va a finire?  Questo conflitto sarà spunto di molte riflessioni in tal senso.... Io non trovo risposte....

Considerazioni molto sensate a cui provo a rispondere con my two cents.
Condivido l'osservazione che "una guerra di questo tipo non c'era dalla WWII", ma non dobbiamo farci ingannare da ciò che vediamo succedere sul fronte ucraino. La guerra che vediamo è tremendamente rassomigliante alla WWII semplicemente perché è una guerra fra poveri e non credo che sia realistico immaginare lo stesso scenario contro la NATO.
Prima di tutto, la capacità di intelligence e di controllo in tempo praticamente reale di tutto ciò che avviene nelle retrovie (leggi: concentrazioni di truppe ostili ecc.) che la NATO oggi possiede (e che ai tempi della Guerra Fredda NON aveva) metterebbe l'Alleanza in condizioni di non farsi sorprendere da un attacco nemico e di prepararsi a reagire nella maniera prevista dalla dottrina.
Inoltre, sappiamo bene che la reazione sarebbe ben diversa da quel poco (poco, ma in fin dei conti efficace...) che ha potuto fare l'Ucraina con i suoi mezzi limitati, e si svilupperebbe sfruttando una serie di moltiplicatori di forze come per esempio il potere aereo per colpire al fronte, nelle retrovie e ovunque in profondità nel territorio nemico, con buona pace delle orde di cosacchi. E voglio proprio vedere come li fermerebbero, i B-2, se nella stanza dei bottoni NATO decidessero che il Cremlino stesso è da spianare.
Alla fine, a mio avviso, il fattore che realmente può essere considerato come game changer non è tanto il potenziale militare quanto piuttosto la capacità dell'opinione pubblica occidentale di accettare la guerra e ciò che ne consegue, perché ogni tanto un Iskander fra i tanti il suo obiettivo lo raggiungerebbe e, se non come Aleppo e Grozny, qualche danno lo farebbe nel vivo della nostra civiltà.

Credo tuttavia (e qui posso certamente sbagliarmi, per carità, perché vado a sensazione) che in caso di guerra aperta i pacifondai occidentali resterebbero una minoranza ininfluente.

EDIT: chiedo scusa, dimenticavo un altro fattore che secondo me è importante, lo sarà sempre di più in futuro, ma che non sembra aver avuto particolare peso in ucraina: la cyberwarfare.

Edited by Athens
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Athens ha scritto:

Credo tuttavia (e qui posso certamente sbagliarmi, per carità, perché vado a sensazione) che in caso di guerra aperta i pacifondai occidentali resterebbero una minoranza ininfluente.

in caso di WWIII verebbero arrestati direttamente, è diverso ❤️

Link to comment
Share on other sites

I russi avanzano a fatica, ma continuano falò e fuochi d'artificio nei loro depositi.

 

L'ISR russa magari cerca gli obiettivi su google maps, visto che mira ai granai, mentre quella ucraina (ucraina...) evidentemente sa dove sono le cose che esplodono...

Link to comment
Share on other sites

3000 proietti da 155 sparati dagli ucraini al giorno(!)

Ma il dato forse più importante è sorprendente sono i 1000 intelligenti al giorno,notizia che intanto smentirebbe Campochiari quando diceva che munizionamento guidato gli americani non ne cedono per il costo e perché  l upgrade sul cannone può finire in mani russe durante un ripiegamento 

 

https://www.thedrive.com/the-war-zone/ukraine-situation-report-3000-155mm-artillery-rounds-being-fired-a-day

Edited by maxiss
Link to comment
Share on other sites

13 hours ago, vorthex said:

in caso di WWIII verebbero arrestati direttamente, è diverso ❤️

Scenario interessante. 

18 hours ago, Athens said:

EDIT: chiedo scusa, dimenticavo un altro fattore che secondo me è importante, lo sarà sempre di più in futuro, ma che non sembra aver avuto particolare peso in ucraina: la cyberwarfare.

Grazie per la riflessione

Su questo aspetto, anche questo, la fama dei famosi hacker russi ha preso una bella legnata.  Gli ucraini che, sostengo da sempre, sono pieni di tecnici e persone con competenza, hanno sterilizzato le loro informazioni prima dell'attacco spostando tutto su supporti off line.  E hanno contraccato di fatto prendendo controllo diretto della rete mobile. Da qui i vari tracciamenti dei cellulari russi in roaming.. (manco le schede ucraine su Sono procurati).   Senza contare la marea di intercettazioni audio che si trovano pure su YouTube, molte purtroppo non tradotte.   

Non a caso i russi appena possono eliminano i ripetori ucraini e mettono quelli delle reti russe.

@Flaggy

Ucraina (Ucraina...)

😁

Esattamente

Edited by nik978
Link to comment
Share on other sites

@maxiss
le sue lacune, circa i sistemi moderni, sono evidenti da tempo.
la bagarre sugli M777 senza centralina di tiro GPS fu smontata all'epoca (mi pare fine aprile, quando apparvervo anche le notizie sulle spedizioni degli Excalibur), quando comparvero le foto dei pezzi con la centralina montata. evidentemente, i soloni del tubo non sapevano che le prime versioni di M777 non avevano detta centralina.
inoltre, vorrei capire quale segreto dovrebbero carpire i russi, i quali hanno i Krasnopol, sistema nato negli anni 80, non solo a guida SAL, ma anche GPS/Glonass... paradossalmente, in quest'ultimo caso, mi pare solo per l'esportazione, questo perchè loro non pagano le armi "se le fanno in casa etc" (nota di colore, durante la "luna di miele" con la Francia, i russi avrebbero dovuto venderglieli, in cambio delle Mistral e delle "prove" coi VBCI).
d'altro canto, per lo stesso motivo, non avrebbero dovuto mandare i Javelin, visto che i russi non hanno ATGM con profilo d'attacco dall'alto.

ecco, fossi in loro, più che nel redigere mappe su mappe, mi concentrerei su questi aspetti... che si trovano anche su wikipedia.

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Magari l'avranno usato solo con l'M777, ma l'Excalibur mica è compatibile solo con l'M777...

https://www.thedefensepost.com/2022/01/19/caesar-fires-excalibur-artillery/

E soprattutto non c'è solo l'Excalibur: c'è anche il ben più economico M1156 PGK in grado di trasformare un normale proiettile in un'arma guidata.

https://mil.in.ua/en/news/ukraine-to-receive-new-precision-guided-155-mm-artillery-rounds-from-usa/

Edited by Flaggy
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...