Jump to content

Nord Corea [Discussione Ufficiale]


mats88
 Share

Recommended Posts

La partita si fa più complessa:

Corea Nord: Russia, pronti a misure di sicurezza militari

 

27 Maggio 2009 10:31 ESTERI

 

MOSCA - La Russia si dice pronta ad appoggiare nuove sanzioni dell'Onu contro la Corea del Nord e ha deciso di adottare "le necessarie misure preventive", inclusa una possibile risposta militare anche "se non e' previsto lo spostamento di truppe". Lo riferiscono fonti dei servizi di sicurezza citate dall'agenzia Iterfax. Secondo le stesse fonti sarebbero state messe in stato di allarme, "nelle regioni lungo il confine" con la Corea del Nord, le agenzie di difesa civile e di controllo radiologico "nell'eventualita' che deflagri un conflitto nella penisola coreana con l'uso di ordigni nucleari". (Agr)

 

dal Corriere.it

Edited by Hicks
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

ansa

 

SEUL - La Corea del Nord ha effettuato oggi un nuovo lancio di missile, all'indomani del lancio di altri due missili a corto raggio. Lo ha riferito l'agenzia sudcoreana Yonhap.

 

COREA NORD MINACCIA DI AZIONI MILITARI SEUL

La Corea del Nord dice di non sertirsi piu' legata all'armistizio del 1953, quello siglato a chiusura della guerra di Corea, e minaccia di rispondere militarmente all'indomani della decisione di Seul di aderire alla Proliferation Security Initiative (Psi). Lo riferisce l'agenzia ufficiale del regime, la Kcna. I militari della Corea del Nord, come era prevedibile, hanno deciso di replicare, all'indomani, all' adesione di Seul all'iniziativa a guida Usa lanciata nel 2003 dall'amministrazione di George W. Bush, che ha lo scopo di interdire il trasferimento di tecnologie e armi di distruzione di massa. Pyongyang, infatti, aveva fatto sapere nelle scorse settimane che avrebbe considerato come 'una dichiarazione di guerra' la scelta di associarsi all'iniziativa statunitense per intercettare, ad esempio, navi sospettate di trasportare armi. Il regime comunista, in una nota, spiega che rispondera' ''immediatamente e con forti misure militari'' qualora il Sud decida di fermare e ispezionare qualsiasi nave nordcoreana. Pyongyang, inoltre, non si ritiene piu' vincolata dall'armistizio che ha chiuso la Guerra di Corea, come atto di protesta verso il Sud.

 

 

COREA DEL NORD, LA SFIDA

 

(di Antonio Fatiguso)

 

SEUL - La Corea del Nord ignora le proteste della comunità internazionale e la dura condanna delle Nazioni Unite, e decide un'ulteriore sfida con il lancio di altri due missili a corta gittata, di circa 130 chilometri. "Se la Corea del Nord vuol continuare a provocare e a metter alla prova la comunità internazionale dovrà pagare il prezzo perché la comunità internazionale è chiara: è un comportamento inaccettabile", ha ammonito oggi l'ambasciatrice americana alle Nazioni Unite, Susan Rice.

 

Il nuovo test è giunto all'indomani del secondo esperimento atomico sotterraneo di Pyongyang, cui si sono accompagnati tre vettori balistici di breve raggio: in nottata il Consiglio di sicurezza dell'Onu, convocato d'urgenza, ha espresso una dura condanna per la chiara violazione della risoluzione 1718 del 14 ottobre 2006 - adottata per punire la prima esplosione nucleare voluta dal regime comunista -, e ponendo le basi per il varo di nuove sanzioni. Sono soprattutto gli Usa a volere provvedimenti severi, con il presidente americano Barack Obama che ha definito

l'esperimento di Pyongyang una "minaccia per la pace e la sicurezza" e una "sfida alla comunità internazionale".

 

La reazione dell'ultimo regime stalinista del pianeta non si é fatta attendere. "Sembra chiaro che nulla è cambiato negli Stati Uniti nella politica ostile verso la Repubblica popolare democratica di Corea anche sotto la nuova amministrazione americana", ha reso noto la Kcna, in quello che è il primo commento a poche ore dalla condanna dell'Onu. "Il nostro esercito e la nostra gente - ha aggiunto l'agenzia ufficiale, citando un anonimo funzionario - sono pronti per la battaglia contro qualsiasi sconsiderato attacco degli Usa".

 

I ministri degli Esteri dell'Asia e dell'Unione europea hanno in giornata preparato ad Hanoi un documento sul test nucleare della Corea del Nord. I ministri, che da lunedì partecipano a una riunione dell'Asem (Asia-Europe Meeting), "condannano" l'azione di Pyongyang che è "violazione evidente" delle risoluzioni dell'Onu e degli accordi conclusi nelle trattative a Sei sull'abbandono dei piani atomici fra le due Coree, Cina, Giappone, Stati Uniti e Russia.

 

Obama ha telefonato alla sua controparte sudcoreana, il presidente Lee Myung-bak e al premier giapponese Taro Aso (a Tokyo il parlamento ha votato una censura contro il nucleare di Pyongyang, mentre si discute di nuove sanzioni) per "coordinare" eventuali reazioni ai test nucleari, rassicurando soprattutto Seul "sull'impegno inequivocabile" da parte americana per la difesa del Paese. La Corea del Sud, poi, ha

annunciato la sua piena adesione alla Proliferation Security Initiative (Psi), un'iniziativa a guida Usa lanciata nel 2003 dall'amministrazione di George W. Bush per interdire il trasferimento di tecnologie e armi di distruzione di massa. La Corea del Nord "merita sanzioni severe e tutto il mondo le deve applicare", ha commentato il ministro degli Esteri, Franco Frattini. "Dobbiamo essere uniti nella risposta e se Russia e Cina questa volta faranno la loro parte sarà un grande passo avanti".

Link to comment
Share on other sites

La Corea del nord, da sola, non è preoccupante anche se dotata di nucleare. Hanno una politica estera totalmente isolazionista e lo useranno come mera autodifesa. La vedo dura minacciare di vetrizzare Seul se non ricevono qualche tonnellata di grano in più.

 

Discorso ben diverso se all'atomica nord-coreana si somma quella iraniana, che ha una politica estera completamente diversa.

 

1) L'Iran da solo a prescindere da chi lo governa NON deve avere l'atomica se no sarà impossibile impedirgli di diventare la potenza regionale di riferimento nella regione, sopratutto quando gli ami se ne saranno andati dall'Irak

 

2) Iran + Nord Corea + Pakistan + Cina + India sono troppe potenze nucleari, il rischio di una corsa al nucleare (per chi se lo può permettere) o al convenzionale per gli altri è troppo altro.

E se scoppiasse una guerra sarebbe la fine per le economie occidentali (oltre, incidentalmente, per qualche milione di abitanti locali)

Link to comment
Share on other sites

non capisco... anche se sono paesi dell'asse del male, che cos'avrebbero da spartire politicamente iran e corea del nord?

 

 

Antioccidentalismo e antiamericanismo, quello che unisce tanti paesi nel mondo che pure non c'azzeccherebbero (cit.) l'uno con l'altro.

Link to comment
Share on other sites

salve

nel caso ipotetico di debba arrivare a un conflitto

è possibile la formazione di una coalizione tipo quella del 90 per la guerra in Iraq?

che ruolo assumerà la Cina?

 

a mia opinione sarà determinante per fornitura di truppe di terra e la possibilità di attaccare da nord

Link to comment
Share on other sites

Antioccidentalismo e antiamericanismo, quello che unisce tanti paesi nel mondo che pure non c'azzeccherebbero (cit.) l'uno con l'altro.

 

boh secondo me fin quando c'è da scambiare missili con petrolio son contenti, ma sel cose si mettessero male farebbero finta di non conoscersi...

Link to comment
Share on other sites

salve

nel caso ipotetico di debba arrivare a un conflitto

è possibile la formazione di una coalizione tipo quella del 90 per la guerra in Iraq?

che ruolo assumerà la Cina?

 

a mia opinione sarà determinante per fornitura di truppe di terra e la possibilità di attaccare da nord

 

 

Un attacco di terra è fuori discussione, al massimo si può puntare alla distruzione del programma nucleare in modo mirato ma nessuno ha voglia di andarsi ad impantanare in korea.

Quanto alla cina in ogni caso non parteciperebbe, anzi probabilmente metterebbe veto.

 

boh secondo me fin quando c'è da scambiare missili con petrolio son contenti, ma sel cose si mettessero male farebbero finta di non conoscersi...

 

Ah certo, ayatollah barbuti e il koreano raybanato non hanno molto in comune, se non la pazzia.

Link to comment
Share on other sites

Qui sbagli di grosso, tutti i paesi dell'area si augurano che il caro leader e il suo regime campino mille anni e più.
Potrebbe anche essere che le cose stiano come dici tu, personalmente non ho linee dirette con le cancellerie di Tokyo o di Pechino a supporto della mia opinione, quindi la tua posizione è valida almeno quanto la mia.

 

Il problema è che si è reso conto che così non potrà andare avanti per molto
Su questro siamo d'accordo: la diversità delle nostre posizioni è sulle motivazioni di questa raggiunta consapevolezza, io affermo che il "caro leader" ha voluto crearsi una deterrenza contro l'ipotesi di una opzione militare per spazzarlo via, tu sostieni che lo ha fatto per estorcere cibo e denaro ai suoi vicini; è possibile che siano verosimili entrambi i fattori.

 

e per quello si è dato al racket internazionale con bombe atomiche probabilmente false (sicuro la prima).
La prima poteva essere un bluff, la seconda mi pare plausibile. E se anche non fosse vera, teniamo conto del fatto che per chi è privo di scrupoli non è poi così difficile arrivare a impossessarsi sul mercato nero di un po' di materiale fissile. Attenzione, non parlo di una testata nucleare vera e propria, ma solo di materiale fissile con cui confezionare qualche bomba "sporca". E, ripeto, Seoul è vicina.

 

Il problema non è tanto dargli che vuole ma l'effetto destabilizzante che questa politica continuata nel tempo potrebbe provocare.
Sono d'accordo. Quindi, quale potrebbe essere la soluzione del problema?

 

Gheddafi aveva appena fatto saltare una discoteca tedesca gremita di militari americani, il caso mi sembra molto diverso.

Ed era solo l'ultima di una lunga serie di azioni.

Questo non toglie che quella notte Gheddafi dormisse tranquillo, e che se la sia cavata per puro caso.

 

Comunque sembra quasi che tu sia contento della sopravvivenza di un regime criminale

:blink:

Questa è un'affermazione completamente arbitraria, poiché ho già espresso in maniera molto esplicita l'augurio che il regime nordcoreano crolli il più velocemente possibile.

In quanto al "caro leader" e a tutti i suoi collaboratori, sarò soddisfatto quando li vedrò processati per crimini contro l'umanità, condannati all'ergastolo, rinchiusi ciascuno in una cella 2x2, e buttata via la chiave.

 

Sono stato chiaro, adesso, o devo fare un disegno? -_-

 

Il resto del messaggio non lo commento, in quanto non è mia abitudine mettere il confronto sul piano personale.

Link to comment
Share on other sites

io affermo che il "caro leader" ha voluto crearsi una deterrenza contro l'ipotesi di una opzione militare per spazzarlo via, tu sostieni che lo ha fatto per estorcere cibo e denaro ai suoi vicini; è possibile che siano verosimili entrambi i fattori.

 

sono assolutamente vere entrambe, e per avere la certezza di quale sia il motivo intimo che preoccupa maggiormente l'animo della leadership coreana ci sarebbe bisogno di una possessione demoniaca ai danni di kim...

Link to comment
Share on other sites

Gli piacerebbe ora a Sud Corea e Giappone ( e forse anche australia, perche no?) avere gli F-22... e invece no... agli americani piace fare i preziosi e non vendere i "segreti di stato"...roba da guerra fredda...

Comunque la Korea del Nord continua il lancio di missili a corto raggio e secondo satelliti americani starebbe producendo plutonio in una centrale nucleare prontamente riattivata...

 

Stasera in programma al palazzo di vetro c'e un torneo di scopone scientifico... n. d. r.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

North Korea’s second underground nuclear test and a series of missile launches there are certain signs of more trouble to come, top U.S. military officials stationed in South Korea say, although a major military event — either civil war or a major strike south — is considered remote.

 

High on the list of expectations, however, are clashes in the western sea where South Korean, North Korean and Chinese fishing interests conflict. Military analysts point to the upcoming start of crabbing season as a flash point.

 

While the potential for nuclear weapons carry obvious strategic implications, North Korea’s actions are seen as tactical efforts by some observers to secure the current regime’s place.

 

Other potential headline-grabbing events could be additional ballistic missile firings, further export of missiles and nuclear technology, and cyber attacks that are undisguised in their demonstration of pride of authorship.

 

For the moment, the United States has its hands full just sorting out what happened during the May 25 test. Real evidence so far is limited to a seismic reading of a 4.7 magnitude tremor from the same area in North Korea where an October 2006 nuclear test produced a 4.1 reading.

 

Harder preliminary data will not be available for about four days after the test, depending on how long it takes radioactive debris to escape the underground site and drift over the Sea of Japan, where WC-135W Constant Phoenix aircraft will be sampling the air.

 

These specialized aircraft belong to the 45th Reconnaissance Squadron, 55th Wing stationed at Offutt Air Force Base, Neb.

 

Analysis of the 2006 explosion was not completed for more than three weeks.

 

So far, one Washington-based intelligence official says the test produced “less than [a] 2-kiloton explosion. It was bigger than last time, but somewhat less than predicted.” But that is only a guess given that specifics will be known once the analysis is complete.

 

“It was [triggered] in the same underground complex as the 2006 test,” the official says. And, with an eye to the future, “there is enough plutonium for another test” within the next couple of years. However, it has yet to be determined if this was a uranium or plutonium device,” he says.

 

As to additional ballistic missile tests, “there is some activity, but it’s hard to tell” if that means another launch is imminent, he says.

 

www.aviatonweek.com

Link to comment
Share on other sites

Il tuo cuore, è chiaro, batte dalla parte di chi sfida, attacca, spesso e volentieri umilia i nostri alleati, quelli che ci hanno liberato dai nazi-fascisti neri e che poi hanno impedito finissimo schiavi dei nazi-fascisti rossi, quelli che ti hanno permesso col loro sangue, di essere libero anche di insultarli.

 

Piccolo O.T. Guarda che l'italia non è stata affatto "liberata" dagli u.s.a.: l' Italia era un paese dell' asse, ha fatto la sua guerra, è stata sconfitta, e ha firmato una resa incondizionata che la rende un possedimento degli americani. Nella storia non si è mai verificato che un paese, dopo averne sconfitto e occupato un' altro, lasci libero quest'ultimo come se niente fosse accaduto.

 

Tornando alla corea del nord, io mi chiedo come un stato così piccolo ed insignificante possa rappresentare un pericolo anche solo per la corea del sud, secondo me anche con 200 testate nucleari non riuscirebbe ad invadere nessun paese vicino.

Edited by topgun80
Link to comment
Share on other sites

Piccolo O.T. Guarda che l'italia non è stata affatto "liberata" dagli u.s.a.: l' Italia era un paese dell' asse, ha fatto la sua guerra, è stata sconfitta, e ha firmato una resa incondizionata che la rende un possedimento degli americani. Nella storia non si è mai verificato che un paese, dopo averne sconfitto e occupato un' altro, lasci libero quest'ultimo come se niente fosse accaduto.

 

Tornando alla corea del nord, io mi chiedo come un stato così piccolo ed insignificante possa rappresentare un pericolo anche solo per la corea del sud, secondo me anche con 200 testate nucleari non riuscirebbe ad invadere nessun paese vicino.

 

 

E' l'ultimo post provocatorio che ti concedo, alla prossima ti comincerai a prendere vacanze di varia durata dal forum fino all'inevitabile epilogo.

Non voglio trol nè provocatori gratuiti.

Link to comment
Share on other sites

Mi chiedo se per caso sei un troll anche tu. O semplicemente se non sei in grado di comprendere quello che scrivo.

 

non sono un troll, cercavo di seguire i vostri ragionamenti ma a quanto pare sono troppo oltre la mia preparazione.

Scusate ancora... comunque i toni sono un pò troppo accesi per me.

saluti.

Link to comment
Share on other sites

"aviatori" che pilotano una scrivania al Castro Pretorio, marinai che navigano una fureria a duecento chilometri dall'acqua più vicina, carristi che non distinguono un Caterpillar da un Leopard, poliziotti e carabinieri che è meglio non tentino di estrarre la pistola d'ordinanza perché si sparano addosso...

Non avendo trovato traccia di commenti della moderazione riguardo queste affermazioni fuori contesto e palesemente pretestuose, ritengo opportuno ricordare che lo spirito di un forum è favorire il confronto dialettico, anche e soprattutto quando esso dovesse assumere la forma della legittima critica, sperabilmente costruttiva e comunque sempre nei limiti del rispetto per il proprio interlocutore.

 

Osservaziondi di dissenso di principio nei confronti della categoria dei cosiddetti "imboscati" (ovunque essi si trovino: FF.AA., FF.OO., o contesti lavorativi o professionali di qualsiasi altro genere) rientrano certamente nel legittimo diritto di critica.

 

Altra cosa è invece, dal punto di vista della netiquette usualmente accettata nel web, ventilare la possibilità che il proprio interlocutore possa rientrare in qualche modo nella suddetta categoria senza peraltro averne alcuna conoscenza personale. Considero quindi questo atteggiamento spiacevole in quanto del tutto immotivato.

 

Ad ogni buon fine, rivolgendomi ai moderatori e all'amministrazione del forum, ma anche a tutti gli utenti e frequentatori dello stesso, faccio inoltre doverosamente e pubblicamente presente che se in futuro dovessi leggere su questa piattaforma dichiarazioni in violazione dell'art. 290 c.2, c.pen. o di altre norme in vigore, sarò costretto a segnalare la cosa all'A.G. competente. Ma sono ragionevolmente certo che eventi del genere non si verificheranno.

 

(nota: questa pagina e i link correlati sono stati salvati su memoria di massa)

Link to comment
Share on other sites

salve

rimanendo sempre sul piano delle ipotesi

concordo che un invasione della corea del nord comporti un immenso sforzo militare prima umanitario inseguito

 

ritengo che una serie di attacchi mirati alla distruzione del potenziale nucleare risolverebbe il problema solo per un breve periodo

 

oltre a scatenare eventuali rappresaglie nord coreane ai danni del sud con conseguente rischio di intensificazione del conflitto

 

per concludere la mia opinione è che se si desidera eliminare il pericolo nord coreano bisogna invadere e ricostruire

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Ad ogni buon fine, rivolgendomi ai moderatori e all'amministrazione del forum, ma anche a tutti gli utenti e frequentatori dello stesso, faccio inoltre doverosamente e pubblicamente presente che se in futuro dovessi leggere su questa piattaforma dichiarazioni in violazione dell'art. 290 c.2, c.pen. o di altre norme in vigore, sarò costretto a segnalare la cosa all'A.G. competente. Ma sono ragionevolmente certo che eventi del genere non si verificheranno.

 

(nota: questa pagina e i link correlati sono stati salvati su memoria di massa)

 

 

Vorrei chiudere questo OT prima che diventasse un flame. E comincio subito col dirti che anche la minaccia è un reato e non mi spaventi, perché l'oltraggio o altro a cosiddetto pubblico ufficiale avviene quando il pubblico ufficiale è ravvisabile come tale o, se in borghese, esibisce una valida identificazione che ho il diritto di controllare (ho l'abitudine di chiamare il 112 e di chiedere se il numero di tessera è valido o se è stato sottratto al legittimo proprietario e usato illegalmente da terzi, è accaduto). Uno che scrive su un forum celato dietro un nick qualsiasi e mostrando un avatar raccapricciante, non può qualificarsi come pubblico ufficiale. Quindi, se continuerai a provocare, io continuerò a risponderti per le rime. Salva pure questo su memoria di massa.

 

 

EDIT: il vilipendio delle FF.AA. da te citato nell'articolo, dove sarebbe? Nel dire la verità? Vuoi che ci vediamo da qualche parte tu ed io e andiamo a farci una passeggiata dentro qualche ministero (ho i pass per Marina, Aviazione e anche Esercito, e siccome ho un amico colonnello dei CC non ho difficoltà nemmeno a entrare in viale Romania)? Andiamo a vedere quanta gente legge il giornale quanti marinai credono che una nave da guerra possa anche stazzare quanti aviatori sono convinti che il 104 era una valida macchina che poteva fare "barba e capelli a un Tornado" (cito testualmente le parole di un "aviatore" che conosco)? Andiamo a vedere quanti ufficiali dell'esercito nemmeno sanno di avere l'Ariete in dotazione? Quanti sostengono che l'M60 e il Leopard hanno motore a benzina anziché diesel? Quanti sbirri non sono nemmeno capaci di camerare un colpo senza mettere in pericolo chiunque si trovi in un raggio di cinque chilometri, peggio di un'atomica tattica? Questo è vilipendio? Questa è la verità, e la verità fa male, e siccome siamo in Italia quelli che gli brucia la combattono minacciando azioni legali. Falle pure, non ho problema a ripetere davanti un giudice (con le telecamere di Striscia la notizia a riprendere, perché ti garantisco io che finiamo lì sopra, la tua faccia compresa, la TUA faccia, non l'avatar, e poi vediamo cosa ne pensa Brunetta) quello che ho scritto qui.

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...