Jump to content
mats88

Nord Corea [Discussione Ufficiale]

Recommended Posts

Si ma sa che a nessuno conviene andare a creare un area di crisi da quelle parti, nè ai cugini del sud conviene sobbarcarsi un eventuale riunione col nord.

Finchè la situazione regge che continui pure così, il taglieggiamento conviene ad entrambe le parti.

 

Purtroppo per i Nordcoreani, forse una popolazione che già ora è ridotta a profughi imprigionati è proprio la minaccia peggiore che possono mettere in campo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

ansa

 

La Corea del Nord ha effettuato in mattinata il suo secondo test nucleare. Lo afferma l'agenzia ufficiale del regime, la Kcna.

 

La Corea del Nord ha confermato di aver effettuato "con successo" il suo secondo test nucleare, dopo quello di ottobre 2006, che ha tutti gli elementi della ritorsione contro la condanna decisa dall'Onu lo scorso mese per il lancio del missile-satellite lanciato in orbita il 5 aprile da parte di Pyongyang. "In linea con la richiesta dei nostri scienziati e tecnici, la nostra Repubblica ha condotto con successo un test nucleare sotterraneo il 25 maggio, come parte delle misure volte a rafforzare le sue capacità nucleari di autodifesa", ha riferito un funzionario nordoreano alla Kcna. Nessun riferimento sul luogo del test, che segue comunque quanto annunciato dal regime il 29 aprile scorso sul proposito di nuovi esperimenti nucleari, in risposta alla dura presa di posizione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu sul missile-satellite nordcoreano del 5 aprile.

 

Nella notte era stata la Corea del Sud ad annunciare il test, ipotizzando che un 'terremoto artificiale' registrato fosse dovuto proprio a un esperimento atomico. Lo aveva riferito l'agenzia Yonhap, citando fonti vicine alla coalizione di maggioranza e di governo di Seul. "La scossa è avvenuta poco prima delle ore 10:00 locali (le 3 di notte in Italia, ndr)", ha spiegato la fonte sudcoreana, aggiungendo che la magnitudo rievata è stata di 4,5 gradi. Secondo fonti russe la potenza dell'ordigno dovrebbe essere tra i 10 e i 20 kiloton (la bomba di Hiroshima era di 15 kiloton).

 

OBAMA: MINACCIA PER LA PACE

 

I test compiuti dalla Corea del nord rappresentano "una minaccia per la pace". Lo ha detto il presidente americano Barack Obama. Il presidente americano, in comunicato reso noto dopo l'esperimento coreano, afferma che la "Corea del nord sta sfidando direttamente e in modo sconsiderato la comunità internazionale. Il comportamento della Corea del nord aumenta le tensioni e mina la stabilità nell'Asia nordorientale, e giustifica una reazione internazionale".

 

Il presidente sudcoreano Lee Myung-bak ha convocato una riunione d'emergenza del Comitato di sicurezza per fare il punto sul secondo esperimento nucleare da parte della Corea del Nord. Il test di Pyongyang ha avuto, tra l'altro, un immediato effetto sui mercati finanziari, con la Borsa di Seul in calo del 4% e il won che si e' deprezzato dell'1% contro il dollaro. La Corea del Sud ha alzato a "un livello più alto" lo stato di allerta delle sue truppe. Il ministero della Difesa Nazionale di Seul ha promosso un team di militari di alto grado per "la gestione della crisi", guidato da "un comandante a tre stelle", ha spiegato il portavoce del ministero, Lee Bung-woo. Il team, riferisce l'agenzia Yonhap, ha il compito di "mettere a punto misure di risposta al test".

 

Un portavoce del ministero degli esteri del Giappone ha detto che il suo paese rispondera' all'iniziativa nordcoreana ''in modo responsabile'' alle Nazioni Unite. Nessun commento invece dalla Cina. Il ministro degli esteri russo Lavrov ha annunciato una riunione del COnsiglio di Sicurezza Onu per le 22 ora italiana. "Naturalmente siamo preoccupati per le notizie secondo cui la Corea del nord ha efettuato un test nucleare sotterraneo - ha detto Lavrov - Le notizie ci arrivano da Pyongyang, e noi riteniamo di dover verificare tali notizie con i nostri servizi di controllo tecnico e sismologico".

 

 

ANCHE TEST MISSILE OLTRE A QUELLO ATOMICO

 

La Corea del Nord ha lanciato un missile a corto raggio poche ore dopo aver compiuto un test atomico sotterraneo. Lo afferma l'agenzia sudcoreana Yonhap News.

 

Il test missilistico a corto raggio da parte della Corea del Nord e' avvenuto dalla stessa base di lancio del missile-satellite del 5 aprile. Si tratta, secondo le fonti diplomatiche citate dalla Yonhap, della base situata nel nordest del Paese di Musudan-ri, nella contea Hwadae County della provincia di North Hamkyong. Il missile, dal raggio stimato di 130 chilometri di gittata (in base alle ipotesi dei servizi di intelligence sudcoreani e statunitensi), e' motivo di ulteriore tensione nella penisola coreana che si aggiunge al secondo test nucleare effettuato da Pyongyang questa mattina. ''Le autorita' di Stati Uniti e Corea del Sud stanno lavorando insieme per valutare nei dettagli il lancio del missile'', ha continuato la fonte.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

A quanto pare la notizia è confermata, il terremoto l'hanno sentito sia i sud-coreani sia i russi.

 

E ora? A questo punto non è più possibile alcun attacco militare ai nord-coreani, quindi l'unica è lasciarli marcire; non hanno cibo, ma hanno la Bomba; contenti loro.....

 

Io spero che questo test serva da monito per l'Iran; se la Nord Corea è fondamentalmente isolazionista, e quindi è molto probabile adotti una politica nucleare di mera auto-difesa (se mi attacchi rispondo, se no me ne sto buono), non sarei pronto a giurare lo stesso per il piccolo Hitler di Theran. E poi Iran, Pakistan, India e Nord Corea col nucleare scatenerebbero una vera e propria corsa agli armamenti nella zona.

Share this post


Link to post
Share on other sites
E poi Iran, Pakistan, India e Nord Corea col nucleare scatenerebbero una vera e propria corsa agli armamenti nella zona.

 

non credo che ormai cambierebbe molto gli squilibrati equilibri dell'area... quanto alla corsa agli armamenti c'è già, poichè i paesi asiatici sono quelli che investono di più in difesa... o forse intendevi una corsa al nucleare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Il test potrebbe anche essere un bluff, fanno esplodere x tonnellate di ciclonite in una caverna e poi liberano nell'aria un po' di isotopi radioattivi perché vengano rilevati dagli sniffers. L'onda d'urto è disomogenea, rispetto a quella di un esplosione nucleare, ma occorrono sensori molto sofisticati, per rilevarlo, e magari preferiscono non dirlo.

 

D'altronde non sono certo le due-cinque bombe che Kim può sperare di mettere insieme facendo morire di fame qualche milione di suoi concittadini (Mao ne fece crepare di fame 50-80 milioni per la sua di bomba, non ce lo dimentichiamo) a fermare un attacco americano o giapponese o sudcoreano, ma la semplice constatazione che il crollo del regime costringerebbe ad assistere miliooni di disperati. E allora fingiamo di stare al gioco, che la bomba ci sia o no. La corsa agli armamenti da quelle parti è già in atto, non sarà quest'ultima esibizione ad accelerarla, credo.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma non si tratta di fare il potente con la bomba, è solo un racket su scala mondiale, cercano altri soldi e altre materie prime dopo quelle ottenute la prima volta e continueranno così finchè riusciranno a puntellare un regime condannato dalla storia.

Comunque se per una bomba da 2-5 kt poteva bastare l'alto esplosivo non so quanto possano aver bluffato stavolta visto che ci sono stime che arrivano oltre i 20 kt.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

ansa PECHINO - Con una presa di posizione che, insieme a quella della Russia, apre la strada ad un inasprimento delle sanzioni economiche contro la Corea del Nord, la Cina ha condannato"fermamente" la nuova iniziativa di Pyongyang, che ha condotto oggi il suo secondo test nucleare e sperimentato una serie di missili a corto raggio. In un comunicato comparso tempestivamente - per gli standard cinesi - sul suo sito web il ministero degli esteri di Pechino ha inoltre "invitato con forza" la Corea del Nord a "mantenere gli impegni" che aveva preso. La "Repubblica Democratica di Corea - prosegue il comunicato usando il nome ufficiale del Paese - ha "ignorato le obiezioni della comunità internazionale" al proseguimento del suo programma di sviluppo di armi nucleari.

 

Dopo aver effettuato il suo primo test nucleare nell' ottobre del 2006 la Corea del Nord aveva raggiunto un accordo per il disarmo in cambio di aiuti economici con gli altri cinque partecipanti alle trattative - Corea del Sud, Cina, Usa, Giappone e Russia. Il Consiglio di sicurezza dell' Onu - del quale la Cina è uno dei cinque membri permanenti - discuterà oggi stesso della situazione venutasi a creare con la nuova iniziativa di Pyongyang. A giudicare dalla reazione del presidente americano Barack Obama, secondo il quale "la Corea del Nord sta sfidando direttamente e in modo sconsiderato la comunità internazionale", gli Usa e i loro alleati chiederanno una nuova raffica di sanzioni contro il Paese asiatico, che già è uno dei più isolati del mondo. La Cina ha mantenuto la sua politica di "amicizia" verso la Corea del Nord sulla base di considerazioni strategiche - la rivalità ancora esistente con gli Usa nel Pacifico - e per timore di un collasso del regime, che spingerebbe milioni di profughi sul suo territorio. La posizione intransigente di Pyongyang si scontra però con gli interessi di Pechino, che teme che anche il Giappone e la Corea del Sud decidano di dotarsi di armi nucleari.

Share this post


Link to post
Share on other sites
La posizione intransigente di Pyongyang si scontra però con gli interessi di Pechino, che teme che anche il Giappone e la Corea del Sud decidano di dotarsi di armi nucleari.

 

La reazione della Cina sicuramente è di quelle che possono cambiare la storia degli eventi in quell'area tanto delicata. Più che per evitare il riarmo di Giappone e Corea del Sud, peraltro inevitabile, la Cina vuole difendere la propria posizione economica mondiale ormai di assoluto vertice che non può più prescindere da cosa decidono di fare gli Stati Uniti e l'Occidente. Il fatto di diventare una potenza globale dell'economia di mercato implica anche di dover partecipare alla politica mondiale evitando ogni isolazionismo. E' anche l'occasione per fare la superpotenza che decide per tutti, almeno a livello di immagine e almeno in questa zona del mondo a lei confinante.

 

Su questa discussione si è parlato molto di una possibile reazione militare dell'Occidente e della disparità delle forze in gioco, quando in realtà dubito che vi siano governi tanto avventati da aprire le ostilità con un regime tanto "invasato" come quello di Pyongyang (e tanto disperato), capace di votare all'autodistruzione la propria nazione e di portare con sè anche la parte meridionale. Seul è molto vicina al confine e sicuramente azioni belliche di confine comporterebbero una rapida escalation (pur rimanendo nell'ambito della guerra convenzionale) capace di provocare milioni di morti. I nord-coreani sono estremamente condizionati dal regime e armati ad ogni livello, dal singolo bracciante fino al militare di carriera ovvero sono il paese più militarizzato al mondo. Questo non significa che possano minimamente impensierire l'Occidente, ma la Corea del Sud sicuramente si dovrebbe preoccupare.

 

tornando al discorso economico gli interessi in gioco non sono pochi: una guerra danneggerebbe l'intera economia della zona dell'estremo oriente già fortemente colpita dalla Crisi finanziaria mondiale degli ultimi tempi. Se la minaccia di un'influenza aviaria ha ripercussioni mondiali, m'immagino se il Mar Cinese settentrionale diventasse zona di guerra cosa potrebbe succedere.

 

Senza la Cina in appoggio per la Corea del Nord si mette difficile. L'ideale per tutti sarebbe una sollevazione popolare contro il regime di Kim Jong II con conseguente riunificazione stile due Germanie. Significherebbe investire in intelligence e fondi per le fazioni "ribelli" cercando di evitare gli errori fatti con i Taliban!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
L'ideale per tutti sarebbe una sollevazione popolare contro il regime di Kim Jong II con conseguente riunificazione stile due Germanie

 

Salvo il fatto che nessuno ha voglia di dissanguarsi per ricostruire la Corea del Nord e portarla agli standard occidentali come Bonn a suo tempo è stata costretta a fare coi suoi quattro lander orientali (una mazzata dalla quale non si sono ancora ripresi).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Salvo il fatto che nessuno ha voglia di dissanguarsi per ricostruire la Corea del Nord e portarla agli standard occidentali come Bonn a suo tempo è stata costretta a fare coi suoi quattro lander orientali (una mazzata dalla quale non si sono ancora ripresi).

 

 

E si trattava comunque di inglobare uno stato industriale, sia pur a regime comunista, e culturalmente affine...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Proprio oggi dopo aver appreso la notizia sulla bomba esplosa nel test ho crecato su internet quali fossero le nazioni in possesso di tali armi, ed oltre alle solite note immagino ci siano molti altri stati soprattutto nelle republliche ex sovietiche in possesso di tali ordigni. Da premettere che secondo il mio modesto parere è ingiusto eseguire tali test con queste armi di distruzione di massa, ma allo stesso tempo non comprendo la politica degli Usa che per l'ennessima volta si immolano a difensori del mondo intero quando il loro arsenale è quello maggiormente fornito di ordigni nucleari, e oltretutto sono stati i primi e gli unici ad impegnarla in un conflitto reale !! Credo che ci sarà sempre qualcuno che voglia avere il primato sugli altri e che mai accetterà di disfarsi di questi terribili deterrenti quali sono le bombe nucleari delle ultime generazioni come gli USA appunto e non vedo il perchè debbano farlo altre nazioni!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è già un topic idoneo, in ogni caso nessuna repubblica ex sovietica è in possesso di qualsivoglia armamento nucleare o non convenzionale.

Per il resto si tratta di una serie di ovvietà che possono essere giustificate solo con l'ignoranza riguardo alla materia trattata "gli usa protestano ma hanno le armi atomiche, che cattivoni".

Leggiti cos'è il NPT, poi cominciamo a discutere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chissà perché, il trattato di non-proliferazione nucleare viene tirato in ballo, con estrema disinvoltura, solo dai protagonisti della politica internazionale a cui fa comodo ricordarsi della sua esistenza.

 

Altrettanto disinvoltamente, peraltro, in molti casi ci si "dimentica" della sua esistenza. :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Chissà perché, il trattato di non-proliferazione nucleare viene tirato in ballo, con estrema disinvoltura, solo dai protagonisti della politica internazionale a cui fa comodo ricordarsi della sua esistenza.

 

Altrettanto disinvoltamente, peraltro, in molti casi ci si "dimentica" della sua esistenza. :rolleyes:

 

 

Beh allora tieniti persone equilibrate e amichevoli come i Koreani e gli Iraniani con la bomba in nome della giustizia internazionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il fatto è che l'attuale situazione deriva (non solo,ma anche) dalle posizioni più o meno "morbide" assunte di volta in volta dalla comunità internazionale a seconda di chi fosse in discussione. A puro titolo di esempio, Israele, Giappone, India.

 

Poi però non ci possiamo stupire se elementi del calibro del presidente iraniano o dell'attuale "caro leader" nordcoreano ripagano il mondo con la stessa moneta: nel caso della Corea del Nord, in pratica è successo che prima si sono fatti dare soldi e cibo in cambio della promessa di smetterla con il programma nucleare, ma poi hanno tranquillamente proseguito con il suddetto programma in barba alle promesse fatte.

 

Se non ci fosse da preoccuparsi, ci sarebbe veramente da ridere. Sicuramente Kim Jong-Il di risate se ne sta facendo a iosa.

 

Ora comunque la situazione è delicata, perché la Corea del Nord ha superato il punto di non ritorno in tema di deterrenza nucleare e deve a tutti gli effetti essere trattata come una nazione appartenente al club dell'atomica.

Il che, molto semplicemente, considerando il tipetto che si trova all'interno dell stanza dei bottoni nordcoreana, vuol dire che nel confronto con Pyongyang ogni opzione militare deve essere esclusa in via di principio.

 

A mio modo di vedere esiste una sola via d'uscita plausibile: Cina, Giappone, Corea del Sud e Stati Uniti devono mettere mano al portafoglio e traghettare gradualmente la Corea del Nord nell'economia di mercato, riconoscendo al suddetto "caro leader" tutti i benefits e le garanzie del caso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
Il fatto è che l'attuale situazione deriva (non solo,ma anche) dalle posizioni più o meno "morbide" assunte di volta in volta dalla comunità internazionale a seconda di chi fosse in discussione. A puro titolo di esempio, Israele, Giappone, India.

 

Poi però non ci possiamo stupire se elementi del calibro del presidente iraniano o dell'attuale "caro leader" nordcoreano ripagano il mondo con la stessa moneta: nel caso della Corea del Nord, in pratica è successo che prima si sono fatti dare soldi e cibo in cambio della promessa di smetterla con il programma nucleare, ma poi hanno tranquillamente proseguito con il suddetto programma in barba alle promesse fatte.

 

Se non ci fosse da preoccuparsi, ci sarebbe veramente da ridere. Sicuramente Kim Jong-Il di risate se ne sta facendo a iosa.

 

Ora comunque la situazione è delicata, perché la Corea del Nord ha superato il punto di non ritorno in tema di deterrenza nucleare e deve a tutti gli effetti essere trattata come una nazione appartenente al club dell'atomica.

Il che, molto semplicemente, considerando il tipetto che si trova all'interno dell stanza dei bottoni nordcoreana, vuol dire che nel confronto con Pyongyang ogni opzione militare deve essere esclusa in via di principio.

 

A mio modo di vedere esiste una sola via d'uscita plausibile: Cina, Giappone, Corea del Sud e Stati Uniti devono mettere mano al portafoglio e traghettare gradualmente la Corea del Nord nell'economia di mercato, riconoscendo al suddetto "caro leader" tutti i benefits e le garanzie del caso.

 

 

Tutto questo blah-blah-blah non tiene conto di un piccolo particolare: India, Israele e Giappone non sono in mano a un folle, la Corea del Nord sì. I governi di Tel Aviv, New Delhi e Tokyo, per quante ne possano aver fatte, non sono criminali. Il governo di Pyongyang lo è.

 

Infine npon c'è da tenere proprio in conto un bel niente, avere una, o anche quattro o cinque bombe nucleari, non rappresenta nessun pericolo per gli USA, al limite per la Cina e la Russia che sono lì vicine, ma diventano una potentissima arma ricattatoria verso i cugini del sud. E se nessuno spazza via il folle tiranno nordista è solo perché non ci si vuole accollare l'onere di ricostruire il Nord.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tutto questo blah-blah-blah
Mangiato pesante?

 

non tiene conto di un piccolo particolare: India, Israele e Giappone non sono in mano a un folle, la Corea del Nord sì. I governi di Tel Aviv, New Delhi e Tokyo, per quante ne possano aver fatte, non sono criminali. Il governo di Pyongyang lo è.
Se ho capito bene il senso di questa considerazione, quindi, l'approccio al problema della proliferazione nucleare dovrebbe tener conto di quale sia la "affidabilità" degli interlocutori con i quali ci si confronta.

In effetti, è esattamente ciò che è stato fatto finora.

Da tutti.

Anche dalla Corea del Nord.

 

Infine npon c'è da tenere proprio in conto un bel niente, avere una, o anche quattro o cinque bombe nucleari, non rappresenta nessun pericolo per gli USA, al limite per la Cina e la Russia che sono lì vicine, ma diventano una potentissima arma ricattatoria verso i cugini del sud
Hai detto niente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

non capisco perchè si dovrebbe attaccare la korea del nord... pensate davvero che si metteranno lanciare bombe atomiche a destra e manca?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×