Jump to content
Leviathan

Iran - Discussione Ufficiale

La faranno una guerra in iran secondo voi?  

92 members have voted

  1. 1. La faranno una guerra in iran secondo voi?

    • si
      45
    • no
      37
    • per me assassineranno il presidente e non la faranno
      8


Recommended Posts

L'arabia saudita, per lo meno, non da attualmente fastidio ai vicini, se poi l'aristocrazia del paese finanzia il terrorismo non è colpa del governo (anzi della famiglia reale) che anzi tiene una politica fortemente repressiva contro il terrorismo.

In ogni caso il Pakistan, parlo sempre del governo s'intende, è assolutamente pulito, i talebani hanno le loro basi in un area talmente impervia che è impossibile da controllare, l'area di confine con l'Afghanistan.

Anche il Pakistan ha una politica molto attiva contro il terrorismo internazionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Perchè solo gli americani? Un pò tutti..

Il Pakistan ha la bomba atomica, e la Corea del Nord probabilmente pure... non mi sembrano stati molto più affidabili dell'Iran...

Forse non mi sono spiegato bene: intendevo che nel caso in cui l'Iran abbia la bomba non solo gli Stati Uniti ma un pò tutti dovrebbero prendere provvedimenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema di molti paesi arabi (come Arabia Saudita e Pakistan) è la necessità di tenere a bada i fondamentalisti e quindi di restare al potere (specialmente le caste dei ricchi sauditi).

 

Per tenersi buoni i terroristi, allora, tollerano che essi ricevano aiuti dai propri cittadini.

 

L'occupazione americana in Irak serve anche a dare un monito a queste scellerate abitudini...

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'arabia saudita, per lo meno, non da attualmente fastidio ai vicini, se poi l'aristocrazia del paese finanzia il terrorismo non è colpa del governo (anzi della famiglia reale) che anzi tiene una politica fortemente repressiva contro il terrorismo.

In ogni caso il Pakistan, parlo sempre del governo s'intende, è assolutamente pulito, i talebani hanno le loro basi in un area talmente impervia che è impossibile da controllare, l'area di confine con l'Afghanistan.

Anche il Pakistan ha una politica molto attiva contro il terrorismo internazionale.

Dire che non è l'establishment saudita, ma singoli personaggi che finanziano il terrorismo è quantomeno ipocrita.

L'aristocrazia saudita è tutta imparentata. Ogni attività economica è controllata dalla tribù della famiglia regnante. Il governo è formato da questa aristocrazia, la famiglia reale ne fa parte. Lo stesso Bin Laden è cugino del defunto re.

La politica saudita è repressiva non contro il terrorismo in quanto tale, ma contro ogni forma di dissidenza e contro ogni rischio di essere scalzati nella gestione del potere.

 

Poi mi potresti gentilmente rendere edotto di che cosa sta facendo l'Iran di così fastidioso nei confronti dei propri vicini? A parte le sparate del neopresidente che sono destinate all'interno dell'Iran, non certo all'estero.

 

Per quanto riguarda il Pakistan, invece, vorrei sapere come sia possibile mantenere delle basi di addestramento di terroristi che possono ospitare migliaia di combattenti all'insaputa del governo e dei servizi. D'accordo che la zona tribale è impervia, ma sono passati i tempi in cui ci si poteva arrivare solo a dorso d'asino. Ora ci sono aerei ricognitori, elicotteri, le stesse foto satellitari scattate dai KH americani. La politica antiterrorista pakistana è talmente attiva che si è ottenuto di chiudere alcune mahadras soltanto dopo gli attentati di Londra, dopo anni di pressioni internazionali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

le sparate del neopresidente iraniano riguardano la distruzione di israele con le atomiche

Share this post


Link to post
Share on other sites
le sparate del neopresidente iraniano riguardano la distruzione di israele con le atomiche

So bene di che parla il presidente iraniano. Il fatto è che queste sparate non sono rivolte contro israele, ma contro i "riformatori" iraniani. Parla di politica estera per motivi di politica interna, insomma...

Share this post


Link to post
Share on other sites
le sparate del neopresidente iraniano riguardano la distruzione di israele con le atomiche

So bene di che parla il presidente iraniano. Il fatto è che queste sparate non sono rivolte contro israele, ma contro i "riformatori" iraniani. Parla di politica estera per motivi di politica interna, insomma...

questo non lo so...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi il loro presidente sta portando avanti un programma di espansione nucleare "civile"... se conducono ricerche e le concludono anke in campo militare in basi segrete ki gli impedisce di avere l'arma nucleare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

a questo punto si può pensare che il pres iraniano stia bleffando per un qualche motivo, oppure che abbia realmente l'atomica

Share this post


Link to post
Share on other sites
a questo punto si può pensare che il pres iraniano stia bleffando per un qualche motivo, oppure che abbia realmente l'atomica

Come farebbe ad avere l'atomica, scusa? L'uranio da dove lo prende?

Share this post


Link to post
Share on other sites

mirgal se ti dico nord corea?

o altri paesi asiatici che ce l hanno? esempio la cina?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mirgal se ti dico nord corea?

o altri paesi asiatici che ce l hanno? esempio la cina?

I paesi asiatici che sono in possesso di armi nucleari sono Cina, India, Pakistan e Corea del Nord (forse). E allora?

 

Pensi che l'uranio glielo venderebbe uno di questi stati?

 

Perche altrimenti non ho capito il senso della tua domanda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tu sei sicuro del contrario?

Abbastanza...

 

Innanzitutto non è mai successo che uno stato abbia ceduto ad un altro stato materiale fissile utile per costruire un'ordigno nucleare, e viste le potenzialità distruttive di una simile arma, non mi sorprendo neppure un pò.

 

Dei quattro stati che possiedono armi nucleari eliminerei innanzitutto il Pakistan, visti i rapporti non certo fraterni tra questi due paesi. E' come se gli USA avessero passato all'URSS il materiale fissile per la bomba di Sacharov.

 

Escluderei l'India per due motivi, uno strategico e uno tecnico: quello strategico è che aspirando al ruolo di potenza regionale dubito che metterebbe un potenziale rivale nella posizione di avere un ordigno nucleare; quello tecnico è che gli impianti indiani di arricchimento dell'uranio sono appena sufficenti per mantenere efficente l'arsenale di una dozzina di armi atomiche che possiede.

 

La Corea del Nord l'escludo per lo stesso motivo tecnico ce mi porta ad escludere l'India: non ha abbastanza uranio per se, non credo possa cederlo a terzi.

 

La Cina è l'unica che avrebbe le potenzialità tecnologiche di fornire una sufficente quantità di uranio, ma il punto è questo: rischierebbe una crisi internazionale (altro che piazza Tienanmen), con probabili ritorsioni economiche pesantissime per armare l'Iran? Secondo me no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

se li permettiamo di avere il nucleare civile ci mette poco ragazzi....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiariamo una cosa: una centrale nucleare civile a Teheran non serve a niente.

 

Una singola centrale nucleare di certo non contribuisce significativamente al bilancio energetico di una nazione, e se poi quella nazione dispone di tutto il greggio che può desiderare - a costo zero - è evidente che non può esserci uno scopo civile.

 

Quella centrale è destinata a essere inserita nel contesto di un programma nucleare militare, e una volta che si dispone di una centrale nucleare e dell'uranio per farla funzionare (e questo è stato gentilmente venduto dalla Russia) ci vuole ben poco per produrre l'uranio arricchito che serve per costruire una bomba atomica.

 

Non confondiamo le peripezie e le sfide tecnologiche che deve affrontare una nazione che intenda costruire un'arma nucleare partendo dall'uranio minerale, senza l'ausilio di una centrale nucleare, con il processo produttivo molto più semplificato consentito dal possesso di un reattore nucleare.

 

Infine, vorrei sottolineare che è ormai evidentissimo l'asse che si è creato tra Iran - Corea del Sud e Cuba, che si considerano le ultime tre nazioni che vogliano sfidare l' "imperialismo USA".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quella centrale è destinata a essere inserita nel contesto di un programma nucleare militare, e una volta che si dispone di una centrale nucleare e dell'uranio per farla funzionare (e questo è stato gentilmente venduto dalla Russia) ci vuole ben poco per produrre l'uranio arricchito che serve per costruire una bomba atomica.

 

Di che tipo di centrale nucleare stai parlando, scusa? A me risulta sia una centrale PWR da 1500MW di potenza. (non ho ben capito se questa è la potenza a regime o quella iniziale, altre fonti parlano di 5000MW).

 

Tra le altre cose non è corretto dire che l'Iran non ha problemi di approvvigionamento energetico, visto che importa circa 1500000kwh di energia elettrica da altri stati

 

E tu ben sai che l'uranio che si usa in una centrale nucleare è ben diverso da quello che serve per costruire un ordigno.

 

Lo stesso plutonio che una centrale nucleare produce non è adatto allo scopo, in quanto nella sua composizone la percentuale relativa degli isotopi non è corretta.

Anzi, sarebbe estremamente pericoloso fare una bomba con quel plutonio.

 

Ordigni nucleari si potrebbero costruire facendo funzionare il reattore in un modo particolare, ottenendo cosi, in tempi piuttosto rapidi, del plutonio, una 20ina di kg all'anno. Ma una cosa del genere non si può nascondere ad una ispezione della AIEA, ci sono precisi calcoli matematici che in base al funzionamento, indicano quanto combustibile ci deve essere dentro un reattore in ogni momento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L' IRAN importa energia elettrica solo perchè il fatto di possedere greggio non significa che il greggio produca energia elettrica spontaneamente... occorre comunque bruciarlo in centrali a petrolio!

 

Il punto è che l' IRAN anzichè costruire centrali elettriche che alimenterebbe a costo zero, si mette a costruire una centrale nucleare...

 

======

 

Chiaro che un reattore nucleare civile controllato dall' Agenzia Atomica, non produce uranio o plutonio utilizzabile a scopo militare !

 

Ma è altrettanto chiaro che una centrale nucleare è lo strumento primario per produrre isotopi militari !

 

E' come se Bin Laden ordinasse 10 Boeing B-757... chiaro che non sono bombardieri, ma...

 

L' IRAN non intende consentire all'Agenzia Atomica di effettuare i controlli previsti sul proprio reattore, che come ben sai consistono non solo in ispezioni periodiche (che lasciano il tempo che trovano) ma anche e soprattutto in telecamere che registrano quanto avviene nella centrale e il tipo di lavorazioni effettuate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la corea del sud ha l'atomica?

cuba?

se sono alleati potrebbero essersi passati i giochini

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non dimentichiamoci l'altro capolavoro del socialismo sudamericano: il fantastico Venezuela del mirabolante populista Chavez...

Comunque Cuba non ha certamente il potenziale di Corea e Iran, è più una presa di posizione idealistica che un vero pericolo.

Il massimo che può fare il leader maximo è addestrare separatisti baschi....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema di avere stati ideologicamente nemici, non sta nelle capacità tecnologiche che essi hanno di esprimere una minaccia per l'occidente, quanto nella loro capacità di mettere a disposizione finanziamenti per i gruppi terroristici.

 

Cuba di per sè non è una minaccia, in 24 ore la spazzi via se vuoi, ma come Stato non ha alcuna difficoltà a mettere a disposizione milioni e milioni di dollari per i pazzoidi di turno.

 

Immaginate di essere un gruppo di terroristi che ha deciso di far saltare per aria Piazza San Pietro.

Non è facile da realizzare.

 

Ma se qualcuno vi regala 5 milioni di dollari... vediamo che potete fare.

Potete pagarvi un viaggio di un mese nei balcani, e lì mettere in giro la voce che siete disposti a sganciare un milione di dollari per 100 kg di tritolo.

Con quella cifra ne trovate di gente disposta a portarvelo fin sotto casa.

Con il resto dei soldi potete comprare un veicolo autospurgo e delle divise da addetti alla disinfestazione, potete corrompere un funzionario romano affinchè vi dia la mappa dettagliata della rete fognaria di Roma, e piazzare l'esplosivo attraverso la rete fognaria proprio sotto la piazza.

Comprarvi un bel radiocomando per far esplodere il tutto, e un volo privato per la Svizzera da dove poi prenderete un aereo diretto in Ucraina dove ve la spasserete in alberghi di lusso per un paio di mesi finchè le acque non si calmano...

 

E' solo un esempio, che però fa capire una cosa: i soldi sono la risorsa più preziosa per i terroristi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×