Jump to content

Il mercato dei caccia ....


Recommended Posts

Anche se non si tratta di caccia ...

Quote

Israel’s Ministry of Defense announced a reciprocal procurement agreement with Italy’s defense ministry that will see Israel acquire 12 training helicopters and Italy receive Rafael Advanced Defense Systems “Spike” missiles and Elbit Systems simulators.
The agreement builds on a 2011 deal between Israel and Italy in which Israel purchased 30 training aircraft and Italy purchased an Israeli observation satellite and two airborne early warning systems. 
This week’s deal signing completes an exchange that began in February 2019, the Israeli Ministry of Defense said.
Israeli Defense Minister Benny Gantz, who was in the United States this week for a meeting with his US counterparts, hailed the new pact.

... defensenews.com ... Israel, Italy swap helicopters and missiles in new arms deal ...

🇮🇱 🇮🇹

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...
  • Replies 377
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Intanto, per le prospettive a lungo termine, più o meno verso il 2040 quando Rafale, Typhoon e Gripen saranno al capolinea, ci sono alcune considerazioni del generale a riposo, Jean-Georges Brevot, ex

Cribbio si scrive Rafale. In pochi giorni sei riuscito a sbagliarne il nome almeno 10 volte nella discussione sul PAK FA, senza imbroccarlo nemmeno una volta.

Pur non ritenendo che un F-15 coi fast pack sia un ferro da stiro, specie con dei motori potenziati come quelli proposti, ciononostante, in ottica futura , perché è a quella cui si deve guardare quand

Posted Images

  • 2 weeks later...

Si comincia ora a parlare di una possibile, futura vendita di F-35 al Marocco ...

Quote

Afin de contrer l’arrivée possible du Sukhoi Su-57 E « Felon » chez le voisin algérien, Washington ouvre la porte à l’exportation du Lockheed-Martin F-35A « Lightning II » au Maroc. 
Offre faite notamment sous couvert de la reconnaissance de l'État d'Israël par le roi Mohamed VI. 
Les négociations entre Rabat et Washington ont débuté en juin dernier et pourraient déboucher sur un accord avant la fin de l’année.
Pour autant une vente éventuelle devrait tomber sous la coupelle de la nouvelle loi « Secure F-35 Exports Act de 2020 » (*)
Une loi visant à réaffirmer la surveillance du Congrès sur la vente de systèmes militaires américains sophistiqués et critiques.

psk.blog.24heures.chDes F-16 Viper et peut-être même des F-35 pour le Maroc ! …

(*)foreign.senate.govSecure F-35 Exports Act of 2020 …

🇺🇸 🇲🇦

Link to post
Share on other sites

Si è sempre detto che l’F-35 fosse troppo costoso e sofisticato e che fosse decisamente HI in un ipotetico Hi-Lo mix.

Di solito chi lo diceva aveva una visione troppo statica e poco lungimirante… che ora mostra più di qualche cricca, tanto che certe voci sbraitano meno che in passato.

L’F-35 costa sempre di meno, il combattimento aereo e il contesto geopolitico evolvono rendendo sempre più superati i sempre troppo sopravvalutati velivoli di quarta generazione, mentre l’occhio è puntato sulla sesta generazione.

A differenza del Raptor, l’F-35 è stato pensato fin da principio con un occhio per l’export ed è destinato a diventare l’asso pigliatutto come lo è stato l’F-16 prima di lui.

Detto questo che lo pigli il Marocco è tutto da verificare.

Link to post
Share on other sites

La scelta degli aerei è ovvia : F-35 B ma attrezzare la nave alla bisogna , può significare dover affrontare grossi lavori di ristrutturazione , se il battello non è stato pensato fin dall'inizio per accogliere questo tipo di macchine  .

Al limite, meglio usare la Juan Carlos per gli elicotteri , e fare una nuova unità .

Resta anche da vedere l'aspetto politico , ovvero  cosa ne pensano i padroni franco-tedeschi dell'economia spagnola sull'acquisto degli aerei .

 

 

Link to post
Share on other sites
Il 24/10/2020 in 21:59 , engine ha scritto:

 

Resta anche da vedere l'aspetto politico , ovvero  cosa ne pensano i padroni franco-tedeschi dell'economia spagnola sull'acquisto degli aerei .

 

 

la Spagna sta cercando di fare quello che cercavamo di fare noi negli anni 90 primi anni duemila : emanciparci dall' asse franco tedesco e proporci come terzo attore ,  noi ne siamo usciti con le ossa rotte: auguro agli spagnoli miglior fortuna

madrid NON  ha preso   affatto  bene che la sua industria sia stata esclusa dal programma per i nuovo caccia  fraco tedesco per parlare a sucera perchè nuora intenda  vuole aderire al  programma italo-polacco per un nuovo MBT

Edited by cama81
Link to post
Share on other sites

L’industria spagnola non è che sia fuori dal FCAS, ma ha un ruolo da comprimaria, sempre ammesso che possa ambire a qualcosa di più il contributo economico che porta in dote e il suo know how e sempre ammesso che pure la Germania non si sia piegata a fare da comprimaria alla Francia, considerato che rispetto all’Italia forse in qualcosa deve pure rincorrere.

L’Italia, pur essendo in ATR (indubbiamente un progetto di successo) non è salita sul treno Airbus (da cui è scesa BAE lasciando peso al famoso asse franco-tedesco) e ha mantenuto contatti con Boeing (scelta opinabile e forse-questa si-dettata da storici legami/vincoli con gli USA…), ma il suddetto asse in ambito militare ha prodotto Alpha Jet, Transall e A400M, quindi se vogliamo poco e niente per quanto riguarda i velivoli da combattimento, tanto che il FCAS è un bel salto nel buio.

Considerato che Leonardo ha assorbito la Westland diventando uno dei più grossi produttori mondiali di elicotteri, che due addestratori li ha condotti in porto, che è dentro l’unico caccia di quinta generazione in produzione in occidente e ha le mani in pasta nel  36% del programma Eurofighter  (compreso oltre il 60% della sua avionica), direi che in ambito militare aeronautico siamo messi meglio della Spagna, ma magari anche della Germania, pur senza avere chissà che ambizioni da primi della classe. Ecco, se magari col Tempest ci si desse una svegliata sarebbe meglio...

La Spagna ora ha l’esigenza di rinnovare un assetto, quello STOVL, cui a prescindere può solo rispondere l’F-35B.  Più che altro è una questione di fondi che il governo spagnolo può permettersi di far convergere sull’F-35B e di volontà politica di mantenere una portaerei: non vedo modo con cui Francia e Germania possano opporsi o proporre "alternative" che, oltre che essere inadeguate, sono troppo lontane nel tempo (FCAS) o addirittura in competizione (EF-2000 e Rafale).

Già diversa è la questione del nuovo addestratore proposto dalla divisione spagnola di Airbus. Quello si è dipendente dalla cabina di regia...

Poi la Juan Carlos potrebbe effettivamente diventare una portaelicotteri, con un inutile trampolino a prua come le similari Camberra australiane, ma come queste potrebbe volendo essere adattata.

Credo non tarderemo molto a scoprirlo… In fondo la stagione dei tagli alle spese militari sembra volgere al termine un po’ ovunque nel mondo e le scelte drastiche al risparmio non è detto siano ancora quelle preferibili.

Link to post
Share on other sites

Battuto sul tempo !!! :pianto:

Comunque ... il Regno Unito si oppone ...

Quote

L’industria aerospaziale coreana, la KAI – Korea Aerospace Industries, ha informato il governo argentino che non sarà in grado di fornire il velivolo FA-50, variante avanzata del caccia leggero T-50 Golden Eagle, che la Fuerza Aerea Argentina avrebbe voluto acquistare già da tempo. 
Il motivo della marcia indietro della KAI è il veto messo dal Regno Unito a causa di alcuni componenti di produzione britannica incorporati nei sistemi del velivolo sud coreano.
Una lettera del 28 ottobre scorso del produttore sudcoreano che informava Buenos Aires che non sarebbe stato più in grado di fornire il caccia leggero poiché utilizza parti di fabbricazione britannica è stata pubblicata sui canali social del Ministro della Difesa argentino Agustín Rossi.

aviation-report.comVeto del Regno Unito sulla vendita del velivolo sud coreano KAI FA-50 all’Argentina …

Anche qui … psk.blog.24heures.chL’Angleterre bloque l’exportation de FA-50 en Argentine ! …

🇬🇧 :sm:🇦🇷 ... 🇰🇷 :bye:

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

F-35A per gli Emirati Arabi Uniti ... il Dipartimento di Stato approva ...

... airforcemag.com ... https://www.airforcemag.com/state-department-approves-f-35-mq-9-sale-to-uae/ ...

... dsca.mil ... https://www.dsca.mil/press-media/major-arms-sales/united-arab-emirates-f-35-joint-strike-fighter ... 

🇺🇸 👌 🇦🇪

 

Edited by TT-1 Pinto
***
Link to post
Share on other sites

I dubbi di RID ...

Quote

Gli USA rafforzano così un importante pilastro anti-iraniano e lo “premiano” per gli accordi di pace con Israele. 
Sarà interessante vedere come un sistema d’arma così complesso, e “smart”, come l’F-35 potrà essere gestito da un Paese arabo che, come dimostrato dalla guerra in Yemen, non brilla certo in quanto ad organizzazione militare, dottrine, gestione e così via.

F-35 e REAPER per gli EAU …

:hmm:

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

F-35A e MQ-9B per gli Emirati Arabi Uniti ... un commento ...

Quote

Why UAE F-35 deal makes sense to Washington - and Israel ...

By Flight International - 20 November 2020

Even after the most turbulent of years had taught us all to expect the unexpected, Washington’s snap announcement of a planned stealth fighter sale to the United Arab Emirates (UAE) still came as a big surprise.
Add to that the fact that the proposed first transfer of Lockheed Martin F-35s to an Arab state had received tacit support from Israel.

74904_f16ef35acusairforce_271455.jpg

The UAE has of course long been seeking to add the fifth-generation fighter to its already impressive combat fleet. 
But the USA’s underpinning of Israel’s comparative military advantage in the Middle East meant there was no Lightning II on the ground at the Dubai air show in November 2019 – although an example made a debut flying appearance at the event.
While previously unable to gain approval for an F-35 acquisition, Abu Dhabi had dallied with Dassault on the Rafale, eyed the Eurofighter Typhoon and also considered adding to its existing Lockheed F-16E/F inventory with more capable Block 61 examples. 
Ultimately, it chose to bide its time – to good effect.
While it waited, other Gulf Cooperation Council members moved to strengthen their fleets around it. 
For Saudi Arabia, this meant taking new Boeing F-15SAs, while Bahrain is to field 16 new F-16Vs and Kuwait 36 Typhoons.
Meanwhile, Qatar – now isolated by the UAE and its allies because of Doha’s alleged leaning towards Tehran – is making the most marked step. 
It has so far fielded 23 of an eventual 36 Rafales, with the same number of F-15s and 24 Typhoons also to join its ranks.
The timing of secretary of state Mike Pompeo’s announcement of a prospective broader $23.4 billion arms package for the UAE – amid the political turmoil following the contested outcome of the US election – only added to its surprise nature.
In what now looks set to be a final flurry of defence sale approvals before the Trump administration makes way for US President-elect Joe Biden in January, Washington had just weeks before drawn China’s ire by backing the sale of new F-16s and General Atomics Aeronautical Systems MQ-9B unmanned air vehicles to Taiwan.
But what directly advanced the prospect of 50 F-35As and related weapons, plus 18 armed MQ-9Bs boosting the UAE’s military capability, was its recent normalisation of relations with Israel. 
Brokered via the USA, this development has already seen the commencement of direct commercial flights between the nations.
The strengthening of another US ally in the Middle East region is seen as good news for pretty much everyone but Iran. 
As Washington turns its attention to preparing for potential future conflicts with China and Russia, arming its friends elsewhere with the best equipment it can offer spares its assets for the bigger battles to come. 
Job creation at home is a further bonus.
With stealthy F-35As, plus its Saab GlobalEye surveillance aircraft, the UAE will have a highly capable air force fleet – more than able to address the threat posed by Iran’s military.
As for Israel, its air force now operates 23 F-35I Adirs from a planned 50-strong fleet of the type.

74907_f35icisraeliairforce_100072.jpg

While it already has this technological head start on the UAE, it also retains a unique status in being able to update the aircraft with its own systems. 
As such, it won’t be getting outmanoeuvred by its neighbours any time soon.

🇺🇸 🇦🇪 🇮🇱

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Pressoché completato l'aggiornamento di 22 F-16A/B di Taiwan ...

Quote

Taiwan’s plan to complete the upgrade of 22 Republic of China Air Force (RoCAF) F-16A/B multirole fighter aircraft to the latest F-16V configuration by the end of 2020 remains on schedule, Taiwanese media have reported referring to a RoCAF report submitted to the island’s Legislative Yuan.
Taiwan’s Central News Agency (CNA) reported on 6 December (*) that 19 of the 22 F-16 upgrades planned for this year under the RoCAF’s Peace Phoenix Rising programme have already been completed, with three more aircraft set to complete the upgrade later this month.

janes.comTaiwan aiming to complete upgrade of 22 F-16A/B fighters by end of 2020 …

(*)focustaiwan.twTaiwan F-16 upgrade remains on schedule: Air Force …

🇹🇼

Link to post
Share on other sites

Progetti preliminari di velivoli di vario tipo sono sempre presenti nei cassetti di vari aziende, Il problema è che servono una vagonata di milioni per entrare nel progetto di dettaglio e di miliardi per realizzare qualcosa di concreto.

Vista l’assenza di interesse dal Ministero della Difesa russo (che, fondi permettendo, avrebbe anche potuto esserci in un quadro di quinta generazione avanzata), l’annuncio è un modo per attrarre clienti esteri che non facciano arenare il lavoro.

Nonostante il buon successo internazionale del Mig-29 e soprattutto del Su-27 e derivati, è evidente come presto o tardi l’affacciarsi sul mercato dell’esportazione di svariati concorrenti di quinta generazione possa erodere l’interesse per i prodotti russi e ridurre la sfera di influenza del paese, col Su-57 indubbiamente troppo costoso per troppe tasche, che tradizionalmente si sono rivolte ai russi e che potrebbero ora rivolgersi per esempio ai cinesi.

Il problema è che l’aereo al momento non esiste, quindi forse nemmeno i tradizionali clienti off the shelf possono considerarsi il target: qui si cerca chi ha i soldi (tanti), ma vuole crescere nelle tecnologie grazie ad accordi industriali. Probabilmente gli EAU, scippati dagli americani, non possono più essere tra questi…

Link to post
Share on other sites

Gli Stati Uniti hanno offerto all'Indonesia la fornitura di caccia F-15 e F-18 ...

Quote

The U.S. has indicated it will sell F-15 and F-18 fighter jets to Indonesia following months of meetings between top defense officials from the two countries, according to a defense official in Jakarta.
U.S. Acting Secretary of Defense Christopher Miller was in Jakarta on Monday and Tuesday to meet with Indonesian Defense Minister Prabowo Subianto. 
During those meetings, Miller agreed to sell the two models of fighter jets to Indonesia, which has long wanted to upgrade from its aging F-16 fleet.

asia.nikkei.comIndonesia gets US nod for F-15 and F-18 fighter jet purchases …

🇺🇸 🇮🇩

Link to post
Share on other sites

Qui si afferma, invece, che l'Indonesia starebbe puntando al Rafale ... :scratch:

Quote

Indonesia is reportedly looking to secure a deal for 48 Dassault Rafale fighter aircraft, with the French government confirming that talks are at an advanced stage. 
This comes after a whirlwind trip to Europe and the U.S. by Indonesian defense minister Prabowo Subianto, undertaken in the hope of securing deals from prospective sellers. 
In addition to the Rafales, Indonesia is also interested in acquiring Scorpène-class submarines from France.

ainonline.comIndonesia Looks to Dassaut Rafale for Fighter Requirement …

🇮🇩 🇫🇷

Link to post
Share on other sites

Siccome la Francia s’è già giocata tutta la pronta consegna “fregando” aerei nuovi e usati all’Armèe de l’air per darli a Egitto e Grecia, qui si parla di aerei nuovi  (48, ma nell’altro articolo si parlava di un fabbisogno di un centinaio di velivoli) e direi non di un gap filler rappresentato in questo momento dagli EF-2000 Austriaci.

Il fatto che l’Indonesia sia in competizione con Singapore e Malesia (equipaggiate in tutto o in parte con materiale americano) forse potrebbe favorire un prodotto europeo, ma il chiedere un po’ a tutti è un modo per tenere le offerte basse ed eventualmente fare il delirio logistico tanto caro ai paesi che non possono permettersi un aereo completamente indigeno che garantisca l’autonomia di approvvigionamento cercata.

Quindi, partendo da una prima linea con Su-27, Su-30 e F-16, dopo aver cestinato i Su-35, passano con disinvoltura dall’EF-2000, al Rafale, dall’F-15, all’F-18, passando per l’F-35 (domandare è lecito…), senza dimenticare  che pasticciano pure con l’KF-X coreano… Insomma non si vogliono far mancare niente…

Se prendessero effettivamente i 15 Typhoon austriaci come gap filler, logica vorrebbe che prendessero altri EF-2000 nuovi come soluzione a lungo termine, ma Eurofigher deve ancora dire la sua e in ogni caso qui di logica ne vedo poca…se non quella di mostrare i denti ai vicini.

Edited by Flaggy
Link to post
Share on other sites

Non c'è che dire ... gli Indiani dimostrano di avere un coraggio senza pari ... 

Quote

In a role reversal, India has offered to sell its indigenously developed Lead in Fighter Trainer (LIFT) version of the Tejas Light Combat Aircraft to the US Navy, which has floated a Request for Information (RFI) to acquire a fighter jet trainer required for pilot training on aircraft carriers, Economic Times has reported.
As per the report, it is the first time India has made a defence sales pitch to the US. 
The US Navy requires these jets for its Undergraduate Jet Training System (UJTS).

swarajyamag.comIndia Offers To Sell LCA Tejas LIFT Variant To The US Navy As It Floats Global RFI To Buy Trainer Jet …

Anche qui … theweek.inIndia offers LCA Tejas trainer variant to US Navy: Report …

A parte il fatto che chiamano T-38 il T-45 ... :D

🇮🇳 :woot: 🇺🇸

Link to post
Share on other sites

Rafale alla Grecia ... imminente la firma del contratto ...

Quote

Paris et Athènes devraient finaliser l’achat des 18 avions de combat Rafale avant la fin de l’année. 
Le Parlement grec devrait de son côté avaliser le projet la semaine prochaine. Selon les premières informations, la ministre française de la Défense devrait se rendre à Athènes entre le 17 et le 20 décembre.

Avions neufs et d’occasions :

Le contrat total pour la fourniture de 18 avions de combats Rafale se compose de la manière suivante : 12 d'occasions prélevés au standard F3-O4T sur les unités de l’Armée de l’air et 6 neufs soit des F3-R. 
Les équipements prennent en compte des missiles MBDA METEOR, SCALP et Exocet ainsi que le matériel connexe de formation. 
Le contrat est estimé pour l’instant à environ 2,5 milliards d'euros. 
Les Rafale d’occasions seront en outre, portés au standard F3-R afin de rendre la flotte uniforme.

... psk.blog.24heures.ch ... http://psk.blog.24heures.ch/archive/2020/12/11/rafale-signature-entre-paris-et-athenes-avant-noel-870219.html ...

🇫🇷 🇬🇷

Edited by TT-1 Pinto
***
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...