Jump to content
ale92

Alenia C-27J Spartan

Recommended Posts

Credo che il link giusto sia questo:

Scusate l'inesperienza.

Le foto ed i filmati sono di militari lituani, in missione sul posto, a cui avevo chiesto di documentare le missioni.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo il filmato.

 

In alcuni filmati promozionali dell'AM si vede atterrare il vecchio G-222 in piste molto meno solide e molto più polverose.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Credo che il link giusto sia questo:

Scusate l'inesperienza.

Le foto ed i filmati sono di militari lituani, in missione sul posto, a cui avevo chiesto di documentare le missioni.

Ciao

 

Ho visto il filmato, complimenti.

La seconda parte è sicuramente ripresa sulla pista di Chakcharan, che ha la particolarità di essere "incassata" nell'ansa di un fiume.

Mandane ancora se ne hai.....

CIAO

 

Edit:

Ottimo il filmato.

 

In alcuni filmati promozionali dell'AM si vede atterrare il vecchio G-222 in piste molto meno solide e molto più polverose.

 

Sono contento che ilfilmato sia piaciuto.

Beh! in effetti, a parte il carrello, i motori/eliche e l'avionica, il C27J conserva lo schema del G222.

La spettacolarità della pista di questo filmato non è tanto nel CBR (California Bearing Ratio) che può benissimo essere più basso di questa per ilC27J, quanto nella presenza dei sassi (anche taglienti) che presenta la pista. Ve lo posso assicurare, ho constatato personalmente lo stato dei tyres ed i segni dei sassi sulla fusoliera al rientro.

 

 

Ho visto il filmato, complimenti.

La seconda parte è sicuramente ripresa sulla pista di Chakcharan, che ha la particolarità di essere "incassata" nell'ansa di un fiume.

Mandane ancora se ne hai.....

CIAO

 

Sono quasi sicuro che anche la prima parte del filmato sia di ChaKcharan, e confermo che la pista è nell'ansa di un fiume (su google earth si vede benissimo) gli amici militari che ci sono stati mi hanno raccontato che a volte il fiume sommerge la pista!

Ho un paio di dozzine di filmati e migliaia di foto del C27J; nessuna remora a mandarle, c'è solo un piccolo problema pratico. Oggi per il mio primo tentativo (andato pure a vuoto!) ho atteso più di un ora per il caricamento e poi ho dovuto rimediare su questo che è più corto (solo 23Mb!) non appena trovo il modo di editarli (magari selezionando e uploadando solo le parti migliori) ne metto qualcun altro su youtube.

Un pò di pazienza, ma prometto che lo faccio.

Ciao

Edited by Captor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su youtube se vedi che non carica, premi sul bottone a schermo (c'è scritto problemi o roba simile) e passi alla vecchia interfaccia e li non ci sono problemi. Ho avuto anch'io lo stesso problema un paio di giorni fà.

 

Da come descrivi il tuo rapporto con i lituani potrei azzardare l'ipotesi della tua appartenenza al "servizio assistenza clienti" dell'Alenia.

 

Comunque direi che sia tutti in attesa di nuovo "materiale".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono contento che ilfilmato sia piaciuto.

Beh! in effetti, a parte il carrello, i motori/eliche e l'avionica, il C27J conserva lo schema del G222.

La spettacolarità della pista di questo filmato non è tanto nel CBR (California Bearing Ratio) che può benissimo essere più basso di questa per ilC27J, quanto nella presenza dei sassi (anche taglienti) che presenta la pista. Ve lo posso assicurare, ho constatato personalmente lo stato dei tyres ed i segni dei sassi sulla fusoliera al rientro.

 

Ti assicuro che fra le piste semipreparate in Afghanistan, Chakcharan non è di sicuro la peggiore.

Ci sono piste, come ad esempio Maymana, composte da pietre della dimensione media di una mela.......ma decisamente più spigolose, ed i risultati più evidente di questo utilizzo sono proprio le ruote affettate ed i ventri di fusoliera ammaccati.

Per ridurre questo tipo di danni tutte le nazioni operanti nella zona adottano vari accorgimenti tipo schermi protettivi sugli sportelli del carrello ed applicazione di materiale resistente agli urti sulle parti più delicate quali antenne ventrali, tubazioni idrauliche dei freni e cablaggi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ti assicuro che fra le piste semipreparate in Afghanistan, Chakcharan non è di sicuro la peggiore.

Ci sono piste, come ad esempio Maymana, composte da pietre della dimensione media di una mela.......ma decisamente più spigolose, ed i risultati più evidente di questo utilizzo sono proprio le ruote affettate ed i ventri di fusoliera ammaccati.

Per ridurre questo tipo di danni tutte le nazioni operanti nella zona adottano vari accorgimenti tipo schermi protettivi sugli sportelli del carrello ed applicazione di materiale resistente agli urti sulle parti più delicate quali antenne ventrali, tubazioni idrauliche dei freni e cablaggi.

 

Non stento a crederlo, visto la zona, ma non ho dati in merito.

In ogni caso hai ragione, i danni maggiori sono proprio i tagli ai pneumatici.

Per le parti esposte, anche il C27 adotta delle protezioni, sia in vetroresina (antenne) che metalliche per le luci. Su queste protezioni i segni dei colpi sono molto evidenti; ultimamente sono state rinforzate.

 

 

Su youtube se vedi che non carica, premi sul bottone a schermo (c'è scritto problemi o roba simile) e passi alla vecchia interfaccia e li non ci sono problemi. Ho avuto anch'io lo stesso problema un paio di giorni fà.

 

Da come descrivi il tuo rapporto con i lituani potrei azzardare l'ipotesi della tua appartenenza al "servizio assistenza clienti" dell'Alenia.

 

Comunque direi che sia tutti in attesa di nuovo "materiale".

 

Grazie per il consiglio, proverò certamente in questo altro modo, e complimenti per l'intuizione.

Mi sono iscritto al forum (che ho scoperto per caso) anche per rendere onore ai Lituani che stanno ora ricostruendo la loro flotta aerea e che con il loro C27J ci sanno veramente fare. Credo che l'operatività dimostrata dai Lituani con il C27J abbia contribuito non poco al successo JCA.

Per il nuovo materiale, solo un poco di pazienza.

Edited by Captor
Unito doppio post

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest iscandar

secondo A&D di aprile, lo special command usa vuole un C27J per vedere se si può usare come gunship al posto del C130 ed in altre operazioni speciali

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si sa quali calibri spunteranno dal fianco del gioiellino di casa Alenia?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest iscandar
Si sa quali calibri spunteranno dal fianco del gioiellino di casa Alenia?

cannoncino da 30mm non è più specifico

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si sa quali calibri spunteranno dal fianco del gioiellino di casa Alenia?

 

Parlano dei 30 mm installati sugli AC130.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Parlano dei 30 mm installati sugli AC130.

:blink: :blink: :blink:

 

E quanti ce ne mettono? 1/3?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ultime notizie: la Thales e la Antonov hanno annunciato di voler collaborare per un radicale ammodernamento della famiglia An-72/74 Coaler, in modo da porsi a concorrenza di C-295 e sopratutto C-27J. La magiorparte delle modifiche riguarderanno, manco a dirlo, l'avionica, e due nuovi motori turboelica a doppio flusso.

 

Nel frattempo al C-27J si è mostrata interessata la Slovacchia, che ha necessità di sostituire gli Antonov attualmente in servizio. Gli altri candidati sono il C-130J e il C-295, ma lo Spartan dovrebbe avere la strada spianata anche perchè ci si è messo di mezzo il governo USA che ipotizza forme di collaborazione al programma, ed ha offerto direttamente il C-27J alla Repubblica Slovacca, purchè essa si indirizzi su una versione analoga a quella ordinata da US Army e USAF.

 

Su A&D c'è un bell'articolo sul futuro Special Ops per il gioiellino di AleniaAeronautica, appena lo leggo vi posto qualcosa!

Edited by tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites
Su A&D c'è un bell'articolo sul futuro Special Ops per il gioiellino di AleniaAeronautica, appena lo leggo vi posto qualcosa!

 

Aspettiamo impazienti! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da: http://www.defencetalk.com/news/publish/ai...ly100016038.php

 

WASHINGTON: Alenia North America, a subsidiary of Alenia Aeronautica and part of the Finmeccanica Group, announced today that the first C-27J Spartan for the U.S. Army’s Joint Cargo Aircraft (JCA) successfully completed its maiden flight at the Alenia facility in Turin, Italy..

...

JCA #1 took off from Alenia’s Caselle plant on Monday June 16 under poor weather conditions and remained in flight for 40 minutes. The flight included takeoff, functional checks and landing operations. This marks the beginning of a flight test campaign including approximately 70 hours of flight and 180 hours of ground tests. The preponderance of the tests will be conducted in Caselle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
:blink: :blink: :blink:

 

E quanti ce ne mettono? 1/3?

 

Due ci stanno benissimo, anche se personalmente preferivo un 40mm Bofors con spoletta elettronica programmabile ed una Minigun 20mm con munizioni PFI.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultime notizie: la Thales e la Antonov hanno annunciato di voler collaborare per un radicale ammodernamento della famiglia An-72/74 Coaler, in modo da porsi a concorrenza di C-295 e sopratutto C-27J. La magiorparte delle modifiche riguarderanno, manco a dirlo, l'avionica, e due nuovi motori turboelica a doppio flusso.

 

Nel frattempo al C-27J si è mostrata interessata la Slovacchia, che ha necessità di sostituire gli Antonov attualmente in servizio. Gli altri candidati sono il C-130J e il C-295, ma lo Spartan dovrebbe avere la strada spianata anche perchè ci si è messo di mezzo il governo USA che ipotizza forme di collaborazione al programma, ed ha offerto direttamente il C-27J alla Repubblica Slovacca, purchè essa si indirizzi su una versione analoga a quella ordinata da US Army e USAF.

 

Su A&D c'è un bell'articolo sul futuro Special Ops per il gioiellino di AleniaAeronautica, appena lo leggo vi posto qualcosa!

già da febraio sono in produzione i C27 per la slovacchia, rep ceca, stati uniti, grecia, e romania.

in questo momento il c27 non è confrontabile con nessun altro aereo...è l'unico aero da trasporto tattico in commercio ed è prodotto per il 75% in italia..

Edited by tommy

Share this post


Link to post
Share on other sites
secondo A&D di aprile, lo special command usa vuole un C27J per vedere se si può usare come gunship al posto del C130 ed in altre operazioni speciali

 

 

E' ufficiale: l’USAF ha chiesto 43,5 milioni di dollari per un C-27J di Alenia Aeronautica trasformato in cannoniera volante da impiegare in operazioni speciali. È quanto emerge dall’aggiustamento di bilancio che l’USAF ha sottoposto al Congresso, formalizzando il programma "AC-XX Gunship Lite" anticipato dall’allora capo di stato maggiore Michael Moseley in un’audizione nel mese di marzo. La notizia apre per Alenia ulteriori possibilità di vendita negli Stati Uniti, dopo la vittoria nel programma Joint Cargo Aircraft nel giugno 2007.

La cifra prevista comprende 11,5 mln per gli studi di fattibilità e 32 per l’acquisto di un C-27J da trasformare, mentre la produzione di serie potrebbe essere inserita nel bilancio 2010. Nella richiesta, secondo il Defence Industry Daily, l’USAF ha detto che «Il prototipo sarà usato per mitigare il rischio di schierare una nuova piattaforma per operare da località austere, con maggiore flessibilità operativa e minori esigenze di supporto in termini di personale e logistica.»

L’AC-27 dovrebbe sostituire gli AC-130U, dai quali mutuerebbero i cannoni da 30 mm e le dotazioni avioniche. Queste comprenderanno sistemi di autodifesa, torrette elettro-ottiche e di puntamento, radar di puntamento e sistemi computerizzati di tiro. Secondo la stampa americana l’armamento dovrebbe essere modulare, in modo da consentirne la rapida riconversione al ruolo cargo dei normali C-27JCA. Gli elementi disponibili non consentono di precisare se si preveda di montarvi anche gli Hellfire.

In caso di adozione gli AC-27 saranno utilizzati dallo Special Operations Command dell’USAF, probabilmente nell’ambito del 27° Special Operations Wing della Cannon Air Force Base, in Nuovo Messico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo letto la notizia su A&D di luglio, ma mi era sfuggito il fatto che avrebbero sostituito gli AC-130U, pensavo li avrebbero solo affiancati...

 

Flaggy, bellissima immagine! :adorazione:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si amplia la lista dei Clienti per il ns gioiellino...

 

Dedalonews:

 

Un cliente mediterraneo non identificato e non appartenente alla NATO avrebbe ordinato quattro C-27J per un valore di circa 130 milioni di euro. La commessa, che non è confermata dall’azienda, porterebbe gli ordini per il C-27J a 121 esemplari. Secondo quanto risulta a Dedalonews il nuovo cliente non sarebbe la Libia - da tempo oggetto di un campagna di vendita di Alenia Aeronautica - ma il Marocco.

Incontrando in luglio la stampa napoletana l’a.d. Giovanni Bertolone aveva citato il Marocco insieme al Qatar, gli Emirati Arabi Uniti e la Nigeria tra i paesi in cui erano in corso campagne di vendita per il C-27J. La vittoria sarebbe comunque sorprendente perché la componente da trasporto della Alkowat al malakiya al jawiya (Aviazione Reale Marocchina) comprende già il biturboelica Airtech CN235-100 (nella foto CASA in alto). I Casa - non dissimili dall’attuale C-295M che è il principale concorrente del C-27J sui mercati internazionali - sono utilizzati dall’Escadre de Transport 3 di Kenitra, da dove operano anche C-130H ed altri aerei da trasporto. Pur non facendo parte della NATO, il Marocco collabora con l’alleanza atlantica attraverso la Partnership for Peace. Dei sette CN235M marocchini, uno è in configurazione VIP.

La notizia della vendita è stata riferita, senza indicazione del paese, dalle edizioni online di due settimanali americani. Secondo Defense News, l’ordine comprenderebbe anche un kit di trasformazione rapida per trasporto personalità. Aviation Week aggiunge che la consegna del primo esemplare è prevista entro 18 mesi, che gli aerei avranno una protezione balistica e un generatore di ossigeno, mentre sarebbe incerta la presenza di sistemi di autoprotezione.

A favore della Libia militavano diversi elementi di dominio pubblico, a partire dall’accordo siglato nei giorni scorsi per chiudere definitivamente le pendenze coloniali e da quello industriale del gennaio 2006 , concretizzatosi nella vendita di alcuni elicotteri AgustaWestland e di pattugliatori ATR 42MP. Bertolone aveva parlato della campagna di vendita alla Libia già nel giugno 2007 al salone di Le Bourget , ed Alenia aveva dimostrato il proprio interesse inviando un C-27J al salone Lavex dell’ottobre successivo. La Libia aveva a suo tempo ordinato 20 esemplari del G.222, l’aereo dal quale è stato poi tratto il C-27J.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Proprio alla vigilia della prima consegna C-27J per il programma Joint Cargo Aircraft, prevista per fine mese, la commissione Difesa della Camera USA potrebbe proporre tagli al programma JCA. Nel mirino sarebbe la quota di velivoli destinati all’ U.S. Air Force. Lo riferisce il sito web della testata statunitense The Hill che cita documenti parlamentari. Dei sette velivoli da finanziare con la richiesta budget 2009 la commissione sarebbe intenzionata a finanziarne solo quattro. A giustificare la decisione di tagliare per il prossimo anno da 264 milioni di dollari a 151 milioni il budget JCA, il fatto che l’acquisizione dei quattro velivoli finanziati per il 2008 ricade sull’ anno successivo. Ma, secondo quanto ipotizza The Hill, quotidiano specializzato in cronache parlamentari, sullo sfondo ci sarebbe la convinzione della commissione che il nuovo aereo supporti le esigenze cargo dell’ esercito e non quelle dell’ aviazione.

I documenti citati sul sito di The Hill riferiscono che la commissione ritiene che l’ USAF «non è in grado di articolare un piano di impiego del Joint Cargo Aircraft né di spiegare i ruoli e le missioni del velivolo. Di conseguenza, non è conveniente assegnare all’ USAF un velivolo per quello che è un tradizionale profilo di missione dell’ Army».

Beninteso, questa sarebbe solo una prima presa di posizione della commissione responsabile del procuement, passibile di modifiche e di emendamenti nel corso dell’iter parlamentare dei finanziamenti del programma. Nulla di definitivo è detto né per la camera né tanto meno per il senato, ma l’eco della notizia è gia rimbalzata negli USA. Il Mansfield News Journal, testata locale della cittadina dove ha sede il 179th Airlift Wing riprende la vicenda e la mette in relazione con il previsto arrivo dei C-27J nella locale base della Guardia Nazionale. L’ipotesi avanzata è che, in caso di effettivo stop alla quota JCA destinata all’ aeronautica, al Mansfield Lahm Airport gli otto C-130 operativi e destinati ad essere sostituiti dai JCA potrebbero essere invece rimpiazzati dai C-130 J o restare in linea se questi ultimi venissero destinati alla sola USAF e non anche alla Guardia Nazionale.

Alenia Aeronautica commenta a Dedalonews queste notizie come «le solite schermaglie delle lobby parlamentari che periodicamente si ripropongono» e che sono una costante nel procurement statunitense. Per la casa costruttrice del C-27J non c’è nulla di concreto, «la produzione e le consegne procedono secondo i piani, senza ritardi» e gli ordini rimangono invariati con al momento «sei esemplari ordinati e finanziati».

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dopo sei anni il 98° Gruppo, della 46° Brigata Aerea dell’Aeronautica Militare torna ad essere impiegato in una missione operativa. Domani 12 settembre ’08 dall’Aeroporto militare di Pisa due velivoli da trasporto C-27J, di produzione italiana, decolleranno per raggiungere l’Aeroporto di Al-Bateen, negli Emirati Arabi Uniti, sede del distaccamento dell’Aeronautica Militare e successivamente l’Aeroporto militare di Herat in Afghanistan (Forward Support Base Herat).

 

Qui uno dei due velivoli C27J dopo un primo periodo di ambientamento sostituirà il velivolo da trasporto C-130J che successivamente rientrerà in Italia per essere sottoposto al previsto ciclo di manutenzione. Il secondo C-27J verrà utilizzato come riserva. I compiti del C-27J saranno quelli di soddisfare le esigenze di trasporto aereo all’interno della zona di operazione (Intra Theatre Airlift). La scelta di impiegare il C-27J è stata resa possibile grazie all’elevato livello di operatività conseguito dagli equipaggi del 98° Gruppo. Nel 2008, infatti, i sette velivoli C-27J in dotazione hanno effettuato un totale di circa 2000 ore di volo tra missioni addestrative e operative.

Share this post


Link to post
Share on other sites

riguardo ai tagli per i C-27 per l ' USAF credo che sia dovuto al fatto che essa ordinò i C-27 solo per non lasciare all' USARMY un aereo di cosi grandi dimensioni e quindi non farsi esautorare ; fallito il suo intento adesso vorrebbe tirarsi indietro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente anche USAF aveva un requisito per un aereo leggero, fu il congresso ad unire in seguito il requisito US Army e USAF nel JCA. A noi è andata bene così visto che US Army era più orientata sul COSO visto che può portarei un pallett in più. In fondo da gente abituata con gli Sherpa il COSO è già un miraggio, lo Spartan poi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×