Jump to content
Sign in to follow this  
-{-Legolas-}-

Crisi India-Italia

Recommended Posts

il nostro peso nella vicenda è zero e ci rimetteremmo più noi a rinunciare alla collaborazione che loro a trovarsene un altro (i francesi magari?), che poi alla fine pagheremo ugualmente e la cifra sarà probabilmente simile a quella che gli indiani pagherebbero in più per sostituire Fincantieri. Quindi cornuti e mazziati, al solito. Si può recriminare, io farei un bel repulisti alla Farnesina dei vari parolai pacifisti cattolici e comunisti, che detestano le forze armate, o semplicemente ignorano come si agisce in questi ambiti, non si tratta di far consegnare due privati ai carabinieri che poi i giudici tanto lo rimandano a casa intanto che studiano il caso. Questi mi sa che hanno ragionato così nella loro provincialezza e altri hanno ritenuto "giusto" che gli accusati di omicidio venissero sequestrati dagli omini in nero.

Questa è la realtà, ma nessuno ha parlato di scandalo alla farnesina, nessuno ha parlato di testa da tagliare (metaforicamente..), si parla solo di "maggiore collaborazione", con un governo che evidentemente sta godendo a trattarci a pesci in faccia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono un esperto, magari sul forum partecipano avvocati o cultori della materia che potrebbero dare notizie più dettagliate, però posso dire che per delle persone"normali" affrontare un processo in un altro Paese non è facile, soprattutto se questo Paese ha un passato di colonia con tanto di razzismo e c'è molto senso di rivalsa verso gli occidentali. Sembra strano,ma in pratica l'unico posto dove è considerato giusto e normale trattare uno straniero come un abitante del luogo-almeno in teoria- è proprio l'Occidente Europa in particolare, mi sa che in India, al di fuori delle grandi città, ci siano sentimenti di tutt'altra natura.

A mio parere si saprà di più quando la petroliera sarà arrivata in italia e si potrà avere la loro versione dei fatti , sperando che qualcuno abbia ripreso il tentativo di attacco piratesco con una telecamera e/o con un videofonino, in tal caso il Governo Italiano tramite gli avvocati potrà chiedere di esibire il video come prova.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse non è chiara una cosa. In questi paesi la divisione tra il potere giudiziario e il politico è molto labile, e comunque alla fine se si vuole ottenere uno scopo, materiale o di principio, le norme semplicemente si ignorano, o si sorvolano, come in questo caso. L'India ha ammesso che la nave era in acque internazionali, ma non gliene frega, semplicemente, ormai sono in mano loro e loro tengono i fili e non c'è niente che l'Italia, questa Italia, voglia fare se non i soliti accordi sottobanco pagando il dovuto "pizzo" ai prepotenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che nel momento in cui si tiri in ballo l'espressione "potenza nucleare" biogna prendere con le pinze anche il contesto in cui si è inserita. Che sia nucleare o meno poco conta: chi mai lancerebbe un icbm? anche se vi fosse il lusitania 2 gli usa non farebbero mai una pazzia simile. Solo iraniani e nord coreani sarebbero abbastanza fanatici da mantenere fede alle loro minacce probabilmente anche inconsapevoli di quel che comporterebbe il tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma certo, sono notoriamente dei matti. Infatti i nord coreani ad oggi hanno bombardato il mondo, con le atomiche che hanno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

...L'India ha ammesso che la nave era in acque internazionali, ma non gliene frega, semplicemente, ormai sono in mano loro e loro tengono i fili e non c'è niente che l'Italia, questa Italia, voglia fare se non i soliti accordi sottobanco pagando il dovuto "pizzo" ai prepotenti.

 

Perchè che c'è di male? Se serve a riportarli in Italia ben venga: pagate chi vi pare e che sia finita, che differenza fa? Dobbiamo già un sacco di soldi a un sacco di gente a causa delle nostre scelte folli degli ultimi cinquant'anni: è questo il vero problema non chi ha sparato a chi. Tutti i lazzi e i frizzi nel mondo sugli "italiani" sono solo il sintomo, non la malattia. Un sacco di gente sparsa in giro per il mondo ce l'ha con noi perchè rivuole i suoi soldi è questo quello che pesa quando un italiano va all'estero.

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capisco l'indignazione perchè due robusti nostri Marò, soldati addestrati più che bene, sono prigionieri della scalcinata polizia dello stato indiano di Kochi i cui membri non mi sembrano fisicamente proprio in forma, però bisogna anche considerare che due uomini indiani, presumo con moglie e tanti figlioli che vivevano di quel poco che portavano a casa pescando, sono morti e i loro compagni di barca hanno denunciato senza esitazioni di essere stati presi di mira da bordo della Erica Lexie. queste accuse, anche se io personalmente posso pensare ad altri scenari, non dovrebbero essere ignorate

 

Da noi scagionano i criminali per dei cavilli o delle prove non considerate valide...e li non vogliono neppure dare la possibilità di difendersi (negano l'autopsia,la visione della nave ecc ecc)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Via, le prove a discolpa non sono state ancora ammesse perchè... ancora non c'è un procedimento aperto, per certe cose mi sa che l'India è come l'Italia, i tempi della giustizia sono piuttosto lunghi. Al momento i Marò, che stanno dimostrando molta calma, nonostante la situazione difficile, sono in stato di arresto perchè sono indiziati di reato, a giorni dovrebbero essere condotti di fronte al magistrato per il giudizio preliminare, simile al nostro GUP,lì le prove potranno essere legittimamente presentate e ne sapremo di più.

Non vorei avanzare delle ipotesi peregrine,ma credo che una via d'uscita potrebbe consistere nel ritiro della denuncia da parte dei parenti delle vittime (=risarcimento extragiudiziario?) oppure nella presentazione di una opportuna domanda di grazia in cambio di opportune contropartite.

Una cosa che secondo me non dovrebbe preoccuparci è l'eventuale "imprigionamento" dei nostri soldati in una prigione vera in attesa delle udienze, l'India non è gli Stati uniti dove le prigioni sono popolate da persone più che pericolose e minacciose, poi i nostri soldati sono Marò che si allenano tutto il giornop, cosa avrebbero da temere da persone che sono minute o obese? Fossero negli uSA dove ci sono prigionieri di colore fisicamente molto grossi e dove girano coltelli, avrebbero forse qualche difficoltà, ma io non vedo per loro particolari difficoltà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

apparte il discorso da bar sulle prigioni... io mi preoccuperei più di capire se i marò sono davvero innocenti o meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

apparte il discorso da bar sulle prigioni... io mi preoccuperei più di capire se i marò sono davvero innocenti o meno.

 

ecco... che mi sembra il nocciolo della questione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

appunto, direi che le perizie sui proiettili contenuti nei cadaveri (perchè credo che siano ancora là....) e su quelli conficcati nella nave sarebbero appunto una prova determinante sia a discolpa che per l'accusa, se fossero veramente sicuri della colpa dei 2 marò le varie perizie le avrebbero gia fatte, sarebbero prove troppo schiaccianti..... però chi sa perchè non vogliono farle....

Share this post


Link to post
Share on other sites

è notizia di oggi che le perizie sulle armi verranno fatte nei prossimi giorni, alla presenza di contro periti italiani.

 

Non è quindi vero che non le vogliano fare. Su Repubblica di oggi vi è un articolo con anche le foto dei prigionieri, che sono rinchiusi in un complesso di bungalows ove si muovono più o meno liberamente. La foto li inquadra seduti su sedie di plastica davanti a una porta, in una specie di giardino, mentre viene detto che il cibo glielo portano i diplomatici italiani presenti, e viene preparato dalla cucina dell'albergo ove gli stessi diplomatici sono ospitati (che non penso sia una bettola).

 

Pare che, con 13 persone presenti, si stia davvero facendo tutto per i ragazzi. Vedremo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono disponibili alcune foto del peschereccio da cui si notano i fori di proiettili source e si dice che "sarebbero" favorevoli alla tesi italiana (non sono stati i marò a sparare).

 

Che ne pensate?

 

fori-protiettile-aiutano-i-maro.jpg

 

Inoltre l'Italia non avrà propri esperti alla perizia balistica source

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' andata male, sono stati tradotti nel carcere di Trivandrum i Marò, secondo il giudice ci sono prove schiaccianti.

 

La Farnesina dichiarava la loro immunità, in quanto organi dello Stato.

 

Ora, io non commento per decenza, perchè mi vengono fuori solo paroloni in questo momento.

Edited by -{-Legolas-}-

Share this post


Link to post
Share on other sites

In questa vicenda ci sono troppi lati oscuri... ad esempio per quale motivo tarda così tanto la perizia sui proiettili? Possibile che non si riesca a capire per lo meno il calibro delle armi che hanno sparato? Una palla di 5,56 nato è riconoscibile a colpo d'occhio da un 7,62! Basterebbe questo a scagionare i nostri due soldati...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche fossero calibro 5.56 non importa, nel contrabbando di armi c'è di tutto. Dovrebbero essere proprio quelle, determinate dalla rigatura. Una vera perizia balistica deve determinare questo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche fossero calibro 5.56 non importa, nel contrabbando di armi c'è di tutto. Dovrebbero essere proprio quelle, determinate dalla rigatura. Una vera perizia balistica deve determinare questo.

Certamente, ma un calibro diverso (magari il 7,62x39 che è ancora più diffuso) porterebbe all'immediato scagionamento e quindi al rilascio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certamente, ma un calibro diverso (magari il 7,62x39 che è ancora più diffuso) porterebbe all'immediato scagionamento e quindi al rilascio...

Non vedo l'ora di sapere cosa dicono i nostri osservatori, della perizia. Ci facessero sapere qualcosa almeno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah la perizia c'è stata , oggi hanno disposto il carcere , e domani c'è una conferenza stampa : cosa credi diranno ?

 

 

l'India dopo essere partita in quarta NON può perdere la faccia , li processeranno li incarcereranno e dopo con calma si troverà un soluzione diplomatica per farli uscire , a caro prezzo

 

la loro innocenza o meno per la diplomazia a questo punto è irrilevante .

 

piuttosto se fossimo certi dell innocenza dei nostri , dovremmo cercare i veri colpevoli che ci hanno messo in questo casino per presentare un conto salato , magari un bella bordata sul loro import con noi

Edited by cama81

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco cosa fare secondo me, mandare la Garibaldi e la Cavour al limite delle acque internazionali, da li mandare due H-3 Sea King con a bordo unità incursori presso il carcere a liberare i due marò e poi a casa, con gli Harrier a fornire supporto in caso di contraerea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco cosa fare secondo me, mandare la Garibaldi e la Cavour al limite delle acque internazionali, da li mandare due H-3 Sea King con a bordo unità incursori presso il carcere a liberare i due marò e poi a casa, con gli Harrier a fornire supporto in caso di contraerea.

 

È perché solo al limite delle acque internazionali? Mandiamole direttamente downtown Mumbay utilizzando il teletrasporto di Star Trek.

 

Interventi di questo tipo non aiutano la discussione, né a fare chiarezza su quello che è successo, né la sorte dei nostri marò.

 

Tradiscono solo frustrazione e impotenza.

 

La diplomazia è arte ben più complessa della bullagine di cortile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco cosa fare secondo me, mandare la Garibaldi e la Cavour al limite delle acque internazionali, da li mandare due H-3 Sea King con a bordo unità incursori presso il carcere a liberare i due marò e poi a casa, con gli Harrier a fornire supporto in caso di contraerea.

Un'operazione del genere sarebbe troppo onerosa per le nostre disastrate finanze .... fossi in te mi rivolgerei piuttosto a Rambo .... caso mai fosse ancora disponibile e non eccessivamente afflitto da reumatismi e artrosi .... :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×