Jump to content
Sign in to follow this  
Guest iceman

M346 frecce tricolori - discussione ufficiale

Recommended Posts

No per carità, che in passato la PAN si presentasse spesso ai poligoni di tiro è verissimo....ma erano tempi di vacche grasse.

 

Attualmente alla PAN ci sono molti problemi: un programma un pò vecchiotto da ringiovanire (l'80-85% del programma è praticamente immutato dagli anni '80), aerei che iniziano a denunciare una scarsa efficienza, strumentazione obsoleta che non aiuta il pilota nel volo acrobatico, finanziamente sempre più ridotti....non è una situazione rosea.

Ah ok, questo è un altro paio di maniche... Povere frecce... :pianto: Quand'è che vedremo ancora immagini come queste? :bye:

 

galVel4758-2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quel che ne so io, l'MB 339 termina la sua vita tecnica nell'ormai imminente 2013.

Ho sentito anche io della sua sostituzione con l'M346, di italica fabbricazione. Ma difficilmente verrà introdotto nel 313° poiché comporterebbe una sostanziale e radicata trasformazione del programma acrobatico.

I continui tagli alle spese del ministero della difesa, lo scioglimento e gli accorpamenti di vari gruppi e quant'altro non fanno presagire un futuro molto roseo per le nostre 10 Frecce...

Speriamo bene... Voglio continuare a girare l'Italia al loro seguito :rotfl: :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi volevo sapere se qualcuno oltre a me ha avuto notizie sul cambio di velivolo delle frecce tricolori, è vero ke l'MB 339 PAN verrà sostituito dall'm346 ?? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con gli attuali chiari di luna speriamo che i 339 durino a lungo, poi ovviamente il master è il sostituto ideale.

 

Solo ci sono, imho, altre priorità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, l'M346 non lo vedo bene all'interno di una pattuglia acrobatica. (sarà perchè sono abituato con i 339)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che nel topic del 346 ne abbiamo parlato abbondantemente... Solo che sinceramente non ricordo in quale pagina...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo mi sono iscritto da poco :( se mi puoi dire la pagina se la trovi grazie :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non preoccuparti! ;) Solo che non riesco a trovarla...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, l'M346 non lo vedo bene all'interno di una pattuglia acrobatica. (sarà perchè sono abituato con i 339)

 

 

il 339 è stato criticato per la sua ala "dritta" e per le sue forme poco aggressive rispetto al 91 che sostituiva...effettivamente dal vivo l'ala a freccia fa un'altra impressione (molto migliore) quando sono in formazione

 

il 346 ,in questo senso, è visivamente migliore (almeno secondo me)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai perfettamente ragione, però l'MB339 lo vedo perfetto per una pattuglia acrobatica al contrario del 346 lo vedo più un aereo da combattimento :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai perfettamente ragione, però l'MB339 lo vedo perfetto per una pattuglia acrobatica al contrario del 346 lo vedo più un aereo da combattimento :)

 

Anche il 339 era "da combattimento", per tacer del 326...

L'M-346 penso proprio che sarà un aereo acrobatico eccezionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il 339 è stato criticato per la sua ala "dritta" e per le sue forme poco aggressive rispetto al 91 che sostituiva...effettivamente dal vivo l'ala a freccia fa un'altra impressione (molto migliore) quando sono in formazione

 

 

 

 

Si ma credo che l'ala a freccia,che offre maggiori prestazioni in regime transonico e supersonico, sia meno indicata per una pattuglia acrobatica, poichè si vola quasi sempre a basse velocità...e poi se non sbaglio l'ala freccia ad elevati angoli d'incidenza va in stallo molto prima dell'ala rettangolare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il 339 doveva sostituire il G-91? Forse solo nella pattuglia acrobatica.

 

Ala dritta o a freccia più "bella" l'una o l'altra: dipende dai gusti. L'F104 ce l'aveva diritta (e di profilo sottile) ed era comunque bisonico...

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

La controparte russa, Yak-130, mantiene le classiche prese d'aria ausiliarie sul dorso per i due NPO-Saturn al-55, nella migliore tradizione dell'est per le operazioni a terra. Non ho ben capito se ci sono anche sull'M346, ma mi pare di no. Sul russo mi sembra che manchino le pinne per i vortici alla radice alare.

Il russo presenta il dente di sega anche sugli equilibratori oltre che sulle semiali.

 

1568205.jpg

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le prese d'aria dorsali sono specifiche del modello russo e presenti sullo Yak-130 anche prima che iniziasse la collaborazione con Aermacchi.

In realtà ci sono due tipi di presa d'aria ausiliarie: quella anteriore a forma di U ha dei pannelli mobili che effettivamente chiudono i condotti principali per consentirne l'utilizzo da piste "spartane" più che semipreparate (altre soluzioni si sono viste su Mig-29 e Su-27).

La serie di portelli posteriori, intamezzati da elementi strutturali di fusoliera, sono invece delle vere e proprie prese d'aria ausiliarie e quindi possono funzionare anche in altre situazioni in cui si richiede un incremento della portata d'aria, e non necessariamente al decollo, come si vede qui.

 

http://img-fotki.yandex.ru/get/3809/wait4me90.6/0_27997_8aca2699_orig

 

In occidente invece si preferisce tenere le piste pulite ed evitare di complicare il velivolo con simili dispositivi che tralaltro rubano spazio a cose magari più importanti (sugli ultimi Mig-29 sono infatti stati tolti per far spazio a carburante supplementare visto che l'aereo aveva una scarsa autonomia).

L'M-346 non usa nè le prese d'aria ausiliarie (presenti comunque in tanti velivoli occidentali) nè tantomeno adotta la chiusura dei condotti principali al decollo.

 

Il dente di sega sui piani di coda serve ad aumentare la controllabilità e allontanare lo stallo, visto che da lì partono dei vortici che spazzano lo strato limite e ne evitano il distacco.

In generale non è che sia una soluzione elegantissima, per quanto efficace e sul 346 se n'è fatto a meno...almeno sulla coda: d'altra parte simili soluzioni sono dettagli aerodinamici che possono comparire nel corso dello sviluppo se dovesse essere necessario ricorrervi (e infatti in origine non c'erano manco sull'ala).

Le alette alla radice alare sono invece presenti solo sul modello italiano perchè sono un brevetto Aermacchi, che le ha provate sullo Yak-130 durante il periodo di collaborazione, ma che se l'è portate via con il divorzio...

 

M-346 alla PAN? Considerato ruolo e funzioni della PAN è una scelta più che ovvia...peccato che per equipaggiarla servirebbero più aerei di quelli finora acquistati con le scarsissime risorse disponibili.

Se ne riparlerà forse tra qualche anno. In ogni caso l'aereo non sfigurerebbe certo nel ruolo: per potenza e maneggevolezza starebbe una spanna sopra a tutti e darebbe maggior dinamicità all'esibizione della nostra pattuglia, che forse manca attualmente, anche se compensata dall'eleganza e precisione delle manovre.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Il dente di sega sui piani di coda serve ad aumentare la controllabilità e allontanare lo stallo, visto che da lì partono dei vortici che spazzano lo strato limite e ne evitano il distacco.

In generale non è che sia una soluzione elegantissima, per quanto efficace e sul 346 se n'è fatto a meno...almeno sulla coda: d'altra parte simili soluzioni sono dettagli aerodinamici che possono comparire nel corso dello sviluppo se dovesse essere necessario ricorrervi (e infatti in origine non c'erano manco sull'ala).

Le alette alla radice alare sono invece presenti solo sul modello italiano perchè sono un brevetto Aermacchi, che le ha provate sullo Yak-130 durante il periodo di collaborazione, ma che se l'è portate via con il divorzio...

 

 

Forse che la pinnetta sul dorso del nostro 346 indirizza i vortici fino sugli equilibratori per cui non c'è bisogno di dente di sega? Oppure è che lo Yak vira proprio più stretto anche a bassa velocità?

 

In ogni caso, ecco qualche esempio di acrobazia con ala a freccia:

 

G-91:

 

Mig-15 in fiammante livrea comunista (ce n'è un bel modello 1/48 tutto rosso dell'Italeri):

 

 

 

E infine il mio preferito: F-86 Sabre.

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse che la pinnetta sul dorso del nostro 346 indirizza i vortici fino sugli equilibratori per cui non c'è bisogno di dente di sega? Oppure è che lo Yak vira proprio più stretto anche a bassa velocità?

Le "pinne" alla radice alare dovrebbero avere il compito di controllare e simmetrizzare i vortici prodotti dalle vistose estensioni di bordo d'attacco e che rischierebbero di far lavorare male la deriva agli elevati angoli d'incidenza. Pur concepite diversamente hanno quindi una funzione analoga a quella delle alette che sporgono dai fianchi della fusoliera del'EF-2000 o che sono poste sopra le lerx dell'F-18 di prima generazione.

E' comunque probabile che tutto il flusso d'aria verso la coda ne tragga dei benefici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.dedalonews.it/it/index.php/09/2013/frecce-tricolori-dal-2017-su-alenia-aermacchi-m345/ se sarà così speriamo che riesca a fare il volo folle e il lomcevak altrimenti la PAN perde 2 manovre spettacolari...saranno solo esclusive per gli Al Fursan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×