Jump to content
Sign in to follow this  
Unholy

Se L'f-22 Già Non Bastasse...

Recommended Posts

Leggetevi questa qua:

 

Northrop Grumman's "forgotten" advanced tactical fighter leaves museum and could be heading for bomber contest

 

Northrop Grumman's long-abandoned YF-23A advanced tactical fighter (ATF) is emerging as the possible basis for a surprise contender for the US Air Force's interim bomber requirement.

 

The company recently retrieved the second of the two YF-23A "Black Widow II" prototypes (PAV-2) from the Western Museum of Flight in Hathorne, California, ostensibly for repainting for display at a forthcoming Northrop Grumman-backed air fair in August. However, the restoration is also thought to include several changes, including new cockpit displays and other possible cosmetic modifications.

 

Northrop Grumman confirms restoration of the General Electric YF120-powered PAV-2 is taking place, but declines to comment on whether the revived YF-23A is linked to any USAF proposal. But sources close to the studies, which were kicked off by the USAF's recently issued request for information, say Northrop Grumman now includes a YF-23-based "regional" bomber concept among its raft of proposals and that the USAF "is interested".

 

Until now, the company's offerings are known to include an upgraded B-2, X-47B unmanned combat air vehicle (UCAV) -based studies and possible designs based on its quiet supersonic technology programme. The distinctive, rhomboid-winged YF-23A lost out to Lockheed Martin's YF-22 in the ATF competition in 1991, but proved a valuable technology testbed for Northrop Grumman, which gave it all-aspect stealth. The company says it "drew upon a wide range of experience for its response to the interim bomber RFI, and the YF-23 is one".

 

Other contenders include a Boeing's B-1R (regional) re-engined bomber studies and a larger D-model version of its X-45 UCAV, while Lockheed Martin is considering various derivatives of the F/A-22. These include single- and two-seat, re-winged and tailless versions dubbed the FB-22, the larger of which would be able to cruise at Mach 1.8 and have 75% of the range of the B-2 carrying up to 30 115kg (250lb) small-diameter bombs. Lockheed Martin is also understood to be offering a variety of other manned designs, including a flying-wing concept.

 

The interim bomber is intended to bridge the gap between the current bomber fleet and a next-generation aircraft planned for 2037. The present timetable calls for a development effort to start in 2006, with an initial operating capability by 2015.

 

GUY NORRIS / LOS ANGELES

 

Cosa vi pare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Effettivamente l'USAF non spicca per le idee chiare, quanto al requisito per un bombardiere.

 

Intanto c'è il grosso problema che il nuovo bombardiere dovrà sostituire aerei molto differenti tra loro:

B-1B e B-52, ma anche F-15E.

 

Ammesso che l' F-35 si riveli effettivamente in grado di sostituire gli F-117, oltre ad F-16 ed A-10.

 

Scegliere una combinazione basata su un derivato dell' F-22 e su un UCAV (questa pare essere l'attuale tendenza) significa affondare le capacità di bombardamento strategico, visto che i B-2 non sono disponibili in numero sufficiente, nella convinzione che le guerre future richiederanno armi piccole e precise, e non la valanga di bombe scaricata dai bombardieri di una volta.

 

In questa situazione, l' YF-23 avrebbe qualche carta da giocare, perchè la sua configurazione progettuale ben si presta ad essere utilizzata per un bombardiere stealth ad alta velocità.

 

L'YF-23 dovrebbe garantire una stiva più capiente dell' YF-22, ed un raggio d'azione superiore, oltre che una migliore adattabilità alla trasformazione in biposto.

 

Però l'F-22 è già operativo, ormai, e i costi per realizzare un FB-22 sono di certo inferiori che quelli prevedibili per un FB-23.

 

D'altro canto, la Northrop potrebbe decidere di andare avanti con fondi propri, almeno quanto basta per compensare la differenza, mentre l'USAF ha senz'altro interesse a mantenere in vita un altro costruttore di cellule da combattimento, spezzando in parte il monopolio acquisito dalla Lockheed.

 

Staremo a vedere.

 

Io credo che l'USAF - da un punto di vista di economia e razionalizzazione - non sbaglierebbe se scegliesse la via di una forza basata su F-22, FB-22, F-35, UCAV e B-2, magari affidando a Northrop il compito di progettare un bombardiere che sostuisca il B-2, magari un aereo meno stealth e più pratico, che restituisca le capacità di bombardamento strategico "grezzo".

 

Ma il futuro, oggi come oggi e in questo settore, è davvero imprevedibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

F-23 F-23 F-23!!!!!

 

Come fai a dire di no a un aereo così!

 

f-23-ec94-42454-32.jpg

 

Semplicemente irresistibile :drool:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io credo che l'USAF - da un punto di vista di economia e razionalizzazione - non sbaglierebbe se scegliesse la via di una forza basata su F-22, FB-22, F-35, UCAV e B-2,

intenti su tutta la linea non solo bombardieri vero?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che però così la Lockheed Martin avrebbe in pratica il monopolio della produzione dei caccia, se hanno i soldi per farlo sarebbe più produttivo (nel senso di concorrenza e quindi di sviluppo tecnologico) dare un appalto per un caccia bombardiere alla Nortop.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al momento è così: la Lockheed ha il monopolio, anche se gli altri costruttori non hanno la minima intenzione di chiudere i battenti, per il momento.

 

In fin dei conti, parliamo di Boeing, Northrop, Grumman, Mc Donnel Douglas, Rockwell.

 

Tutte aziende che hanno una solida base economica e grandi capacità progettuali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, tranquillo.

 

La Lockheed ha addirittura venduto alla Boeing tutta la divisione che produce

l' F-16, mentre la MDD ha ancora l' F-18E/F/G che la terrà attiva per un bel pezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E lo so, i nuovi aerei.

 

Ma se il DOD ha deciso di assegnare entrambi (F-22 ed F-35) alla Lockheed, vuol dire che meritavano sul serio.

 

Credo inoltre che questioni politiche (un FB-22 sembra una nuova versione dell' F-22, e questo potrebbe facilitare le cose, al Congresso, rispetto che proporre l'acquisizione di un bombardiere nuovo di zecca) ed economiche (un FB-22 costerebbe certamente almeno un 20 % meno di un FB-23) agevoleranno senz'altro la Lockheed anche per l'aereo da attacco.

 

Inoltre, e non è poco, l'FB-22 è molto più facilmente adattabile al ruolo imbarcato di quanto non lo sia un possibile FB-23.

 

Questo è il giro della Lockheed, c'è poco da fare.

 

Del resto, se hanno ceduto la linea F-16, che era molto redditizia, lo hanno fatto proprio per concentrarsi su questi progetti.

 

Io però, al posto delle industrie americane, farei anche qualche pensierino sulle Private Venture.

 

Esistono molte nazioni, nel mondo, che non potranno mai permettersi nè un F-22 nè un F-35.

Il Gripen e il Rafale sono un passo indietro, l'Eurofighter non costa poco e non sarà facilmente disponibile per l'estero, MIG-29 e SU-27 con relativi derivati sono comunque caccia che appartengono alla generazione degli F-15 ed F-16, quindi esiste una bella fetta di mercato disponibile per un caccia leggero moderno dalle prestazioni avanzate e moderatamente stealth.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovvero qualcosa di questo genere:

MakoSte.JPG

537353.jpg

 

Ops! Ma questo è europeo! EADS MAKO!

Sembra che ci sia um mercato per circa 3000 aerei di questo genere...

Credo proprio che John abbia ragione: i grossi produttori di aerei militari americani si butterano senza dubbio su questo mercato...

Il MAKO assomiglia ad un F-5 aggiornato. Sarà che anche la sua storia assomiglierà a quella dell'F-5? Pirvate venture destinata al mercato estero?

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi c'è ancora una fetta di mercato per gli aerei "vecchio modello"?

Share this post


Link to post
Share on other sites

No... no esattamente...

Non parlavamo di vecchi modelli, anzi, parlavamo di aerei "semplici", classe EADS MAKO, ma di progetto nuovissimo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bhè l'EADS MAKO è sicuramente un buon approccio.

 

Con un peso operativo intorno alle 10 tonnellate, questo caccia, propulso da un motore GE F414, promette di tirare a Mach 1.5 e andrebbe armato con un cannone da 27 mm e 4500 kg di carichi bellici su 7 punti d'attacco (due dei quali sono wingtips).

 

Il raggio d'azione sarebbe sui 1200 km, e richiederebbe appena 3 ore uomo di manutenzione per ora di volo, con una vita operativa di 16000 ore e un costo stimato in 25 milioni di dollari.

 

In realtà la EADS spinge molto sulla variante da addestramento, che avrebbe prestazioni un po' degradate ed è proposta come futuro Eurotrainer.

Share this post


Link to post
Share on other sites

visto che hai parlato di addestratori chi sà qualcosa sull'M.346

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che una versione supersonica di questo aereo diventerebbe ben presto un grande successo.

Ma anche così è molto interessante, i vecchi addestratori sono ormai superati e, come dice sempre Gianni, un addestramento di alto livello te lo ritrovi sempre, anche se il tuo aereo è tecnicamente inferiore a quello del tuo nemico.

 

Non ho capito bene, il progetto adesso è solo M.346 o M.346 e Yak/Aem 130? Cioè, i russi stanno sviluppando una loro versione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il programma è nato come YAK/AEM-130, congiunto.

 

Poi i costruttori hanno deciso di portare avanti ciascuno una propria versione del progetto.

 

Questa decisione è stata presa quando la configurazione definitiva era già stata raggiunta, quindi M-346 e YAK-130 hanno una configurazione molto simile.

 

Purtroppo la configurazione dell'M-346 non è compatibile con il volo supersonico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

peccato

 

ps le prese d'aria sembrano quelle dell'Hornet non sono state "prese " da li?

Share this post


Link to post
Share on other sites

No. Se lo guardi bene, ti rendi conto che il progetto è fortemente ispirato dalle esperienze con l' MB-339CD e l' S-211.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo è l' S-211

 

s211a7.jpg

 

s211a6.jpg

 

Questo l'MB-339

 

mb7.jpg

 

E questo l'MB-346

 

yak7.jpg

 

Tutti abbastanza simili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mb7.jpg

 

E questo l'MB-346

 

 

 

Tutti abbastanza simili.

si per forza sono simili è un 339 ti sei sbagliato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×