Jump to content
Sign in to follow this  
zander

Sprechi di Stato

Recommended Posts

Ma é mia opinione personale che il Vaticano dovrebbe costituire una componente di volo autonoma. Hanno le Guardie Svizzere. Bene, si facciano anche un gruppo di volo: con i mezzi economici del Vaticano, non credo che sia un problema. Con quello che già costano non vedo perché lo Stato Italiano debba pagare anche i voli. E' una mia opinione, condivisibile o meno.

 

 

sarà una tua opinione però abbiamo sottoscritto accordi internazionali in tal senso , secondo alcuni i patti lateranensi avrebbero persino rango costituzionale per tanto non potremmo denunciare i trattati se non con il procedimento di revisione costituzionale .

 

mussolini fece quel offerta per meglio controllare i movimenti del papa e dei cardinali

 

avere il papa a roma , non è solo la fonte di una interferenza in questioni interne ,ma ci ha anche aiutato diplomaticamente in situazioni e con paesi in cui noi non potevamo intervenire direttamente , inoltre ci ha dato un credito verso l ' elettorato cattolico di alcuni paesi usa in primis , in cui la lobby italiana può fare sponda con quella ispanica e irlandese

 

il rapporto speciale col vaticano è un do ut des

 

qualche centinaio di kg di JP-8 valgono meno di quanto riceviamo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai ragione!

 

Infatti .... anche questo era un volo di Stato ....

 

http://www.corriere....sso_monza.shtml

 

http://www.americaoggi.info/node/1030

 

http://www.pupia.tv/...=print&sid=1149

Infatti ha destato scandalo. Un Airbus per portare l'allora vice primo ministro Rutelli e consorte, il Guardasigilli Mastella e figlio per compiti di rappresentanza istituzionale al Gran Premio d'Italia era un po' troppo. Un compito come quello era per l'Uomo Politico, non per l'Uomo di Stato. L'Uomo Politico cerca l'evento mediatico per ottenere visibilità. E in quella occasione gli Uomini Politici l'hanno ottenuta!

 

Vale la pena sottolineare una frase contenuta nel secondo link che hai postato

 

Stando alla versione del ministro delle Infrastrutture, anche a lui sarebbe stato offerto di salire sul volo di Stato ma avrebbe declinato con un ‘no grazie'.

e una frase contenuta nel terzo link:

 

perché molti leader stranieri e diversi altri ministri italiani, incluso il premier Romano Prodi, si muovono con normali aerei di linea o addirittura con compagnie “low cost” come fa il ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa? Perché impiegare un aereo presidenziale per andare ad assistere ad una corsa automobilistica, portandosi dietro figli, portaborse, collaboratori e altre persone sconosciute, visto il via vai di gente che è salita a bordo?

Il ministro delle Infrastrutture citato nella frase era Di Pietro.

 

Per il resto, i due esempi chiarificano la distinzione tra Uomo di Stato e Uomo Politico.

 

 

 

Ancora due sottolineature dal terzo articolo, ma senza ulteriori commenti:

 

E ora veniamo a Francesco Rutelli, la sua “comitiva” è salita per prima sul jet da 55 milioni di euro, dall’aeroporto di Ciampino, per poi raggiungere Salerno, dove c’era Mastella ad aspettare. Sembra che i due, addirittura, avevano chiesto all’inizio due differenti voli, ognuno per conto proprio. Praticamente: doppio spreco. Ma l’aeronautica ha deciso di unificare i voli.

 

Due collaboratori di Rutelli salgono sull'aereo presidenzialeIn totale, sul jet hanno viaggiato una dozzina di persone, i cui nominativi sono protetti da “segreto di Stato”, così come non vengono resi noti i costi. Al contrario della Gran Bretagna, dove la contabilità della flotta usata dalla casa regnante è cristallina, e degli Usa, dove ogni decollo a carico dell'Amministrazione è sottoposto a una ferrea trasparenza.

 

 

Comunque anche gli esempi famosi del passato non mancano.

 

Il più vecchio caso che io ricordi, era il figlio del Presidente Leone che sparava ad animali, pecore e mucche della tenuta di San Rossore dagli elicotteri dei Carabinieri...

 

E ancora, nell'86 quando Craxi e Andreotti andarono in Cina per una visita di stato. Craxi si portò al seguito un nutrito gruppo di persone. Andreotti commentò: "Vado in Cina con Craxi e i suoi cari..."

 

 

 

 

 

 

sarà una tua opinione però abbiamo sottoscritto accordi internazionali in tal senso , secondo alcuni i patti lateranensi avrebbero persino rango costituzionale per tanto non potremmo denunciare i trattati se non con il procedimento di revisione costituzionale .

E infatti ho concluso dicendo condivisibile o meno, proprio perché esistono vincoli ben maggiori di quelli di leggi o disposizioni ministeriali.

 

 

mussolini fece quel offerta per meglio controllare i movimenti del papa e dei cardinali

Sono passati 82 anni da quando sono stati stipulati i Patti Lateranensi (revisionati nel 1984). Il mondo è molto cambiato.

In secondo luogo non penso che un'istituzione vecchia di 1900 (all'epoca) abituata a trattare con imperatore e re avesse stretto rapporti con lo Stato Italiano per farsi controllare da un maestro elementare? La situazione era molto più complessa.

 

 

avere il papa a roma , non è solo la fonte di una interferenza in questioni interne ,ma ci ha anche aiutato diplomaticamente in situazioni e con paesi in cui noi non potevamo intervenire direttamente , inoltre ci ha dato un credito verso l ' elettorato cattolico di alcuni paesi usa in primis , in cui la lobby italiana può fare sponda con quella ispanica e irlandese

 

il rapporto speciale col vaticano è un do ut des

 

qualche centinaio di kg di JP-8 valgono meno di quanto riceviamo

E' vero. Ma le interferenze interne negli ultimi trent'anni sono state devastanti.

 

Hai mai letto Vaticano Spa di Gianluca Nuzzi, Edizioni Chiarelettere? Lo IOR è l'istituto bancario del Vaticano, praticamente una banca off-shore nel centro di Roma che ed è stato il centro delle più importanti operazioni finanziarie sporche italiane degli ultimi anni, tra le quali la maxi tangente Enimont.

Cosa dire del muro di gomma che lo IOR, che dipende direttamente dal Papa - ricordiamolo, ha opposto alle rogatorie inviate dalla Procura di Milano all'epoca diretta da Francesco Saverio Borrelli?

Cosa dire del fatto che ancora nel passato autunno la Procura di Milano ha posto sotto sequestro 23 milioni di euro dello IOR per omissione di attività anti-riciclaggio?

 

Hai mai approfondito le vicende dello IOR, Banco Ambrosiano e del caso Calvi?

 

Hai mai approfondito i rapporti tra la Banda della Magliana ed il Vaticano? Perché un membro della banda, Enrico de Pedis, si trova sepolto nella basilica di San Apollinare? Era forse un santo nonostante gli omicidi ed gli altri reati e noi non lo sapevamo?

 

Cosa dire dei numerosi abitanti di Roma che vengono sfrattati in questi ultimi anni dagli appartamenti per le speculazioni edilizie pontificie? A Roma il Vaticano possiede direttamente o no il 25% dell'edilizia esistente.

 

Vogliamo ricordare il tentativo di disapplicare una sentenza della Corte di Cassazione sul "fine vita" da parte del governo con l'approvazione della Santa Sede (Caso Englaro)?

 

Cosa dire poi dell'intromissione nella scuola pubblica e negli ospedali?

 

Insomma dal mio punto di vista il Vaticano potrebbe benissimo tirare fuori qualche milioncino per i propri sfizi aviatori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non è necessario che mi elenchi le porcate fatte in vaticano le conosco benissimo, tra l'altro in tutte queste vicende il vaticano è stato complice della politica italiana ,e le interferenze sono stata quelle che noi Italiani abbiano tollerato (non scarico tutta la colpa sui politici ,perché in Italia si vota ed la società è abbastanza laicizzata per protestare ).

 

detto questo la ''relazione speciale '' col vaticano non è detto che porti necessariamente alle ingerenze i rapporti posso essere gestiti in maniera diversa da Politici degni di questo nome .

 

e un volo speciale per il papa in cambio dei vantaggi di cui ho scritto sopra vale la spesa .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Va beh, volevo solo accennare agli sprechi e sono andato un po' oltre.

 

Il trasporto del Papa è un pur sempre un compito istituzionale del 31° Stormo e quindi non può essere visto come un spreco di Stato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finalmente sembra che il governo abbia razionalizzato i voli di stato. Ben fatto!

 

Ancora, “per quanto riguarda i trasporti aerei di Stato, c’è stata una contrazione significativa dei voli pari al 92%, con un risparmio complessivo di 23,5 milioni.”

 

Il Fatto Quotidiano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era ora! questo dovrebbe farci capire l'utilità di tutto quel volato del 31°, ovviamente al di fuori dei compiti istituzionali che gli competono, per non parlare del trasporto sanitario, ambito in cui svolge un ruolo essenziale. Speriamo che tutte quelle ore di volo non facciano altro che finire alla CAI...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo un articolo dell'Espresso il numero di ore di volo del 31° Stormo si è ridotto della metà dal 2010 al 2013:

 

- 2010 (governo Berlusconi), 10640 ore di volo;

- 8540 ore di volo nel 2011;

- governo Monti, 6069 ore di volo;

- 2013 (governo Letta) 5378 ore di volo.

 

Il rapporto consultato dal giornalista dell'Espresso afferma che nel 2103 le ore di volo sono state 5378, di cui:

- 1877 ore sono state trasferte di governo

- 1264 ore dedicate ai voli sanitari umanitari

- 1066 ore per addestramento.

 

Nel 2013 il principale utente dei voli di stato è stato il ministro della difesa, prima l'ammiraglio Di Paola, poi il ministro Mauro, soprattutto per visitare i contingenti militari all'estero.

 

Il Presidente della Repubblica Napolitano ha usufruito molto poco dei voli di stato, totalizzando solo 52 ore di volo.

 

Papa Francesco ha volato solo per 44 ore sui mezzi del 31° Stormo, ed avendo sempre disertato la residenza estiva di Castel Gandolfo, ha praticamente azzerato i trasferimenti in elicottero.

 

Il rigore imposto ai conti ha ridotto i costi generali della gestione dei mezzi, ad esempio riducendo l'acquisto di generi di consumo a bordo e la spesa per le polizze assicurative.

 

 

In un periodo in cui si discute se e quanti F-35 l'Italia dovrebbe acquistare, il governo italiano ha silenziosamente previsto di ridurre la flotta del 31° Stormo.

 

Attualmente la flotta è composta da 8 velivoli, 2 elicotteri e 2 velivoli in pool:

- tre Airbus (1 da 48 posti e 2 da 36),

- sette Falcon (da 9, 12 e 16 posti),

- due elicotteri Agusta AW 139.

 

Il governo Letta nell'estate 2013 ha messo in vendita 1 Airbus e 2 Falcon ed il governo slovacco ha mostrato interesse all'acquisto. Il contratto non è ancora stato completato, ma la cifra è già stata fissata: ben 50 milioni di euro.

 

http://espresso.repubblica.it/attualita/2014/02/16/news/quanti-milioni-sprecati-sui-voli-di-stato-1.153329

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...