Jump to content
Sign in to follow this  
°Delta

Libia - Discussione Ufficiale

Recommended Posts

no, non resistono ad offese aeree.

in ogni caso il parco artiglierie libico è vastissimo, non esistono solo i semoventi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

COn 20 aerei che vuoi che faccia la Francia. FOrse migliora qualcosa non appena si avvicina la loro PA. AL momento, l'unica nazione a parte gli USA che potrebbero fare da soli efficacemente una NFZ siamo proprio noi che abbiamo un sacco di aerei disponibili a ridosso della Libia. Tutti gli altri ho devono fare moltissima strada oppure non hanno numero sufficienti di mezzi.

 

Cmq, ieri nel tg7 mi pare, dicevano che si sono strami movimenti in CIAD dove hanno armamenti russi e cinesi abbastanza moderni... Vuoi vedere che qualcosa ha saltato il confine...

Vabbe non sono stato io a dirgli di partire da solanzara quando c'è sigonella disponibile...comunque se vogliono fare una no fly zone devono subordinarsi alla nato.

La mia impressione è che più che una no fly zone per ora ci vogliano andar giù pesante ma per adesso non hanno molti aerei.

Speriamo che il ciad non entri in guerra perchè sarebbe un notevole problema e di sicuro dovremmo aumentare significatamente il numero aerei da impiegare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbe non sono stato io a dirgli di partire da solanzara quando c'è sigonella disponibile...comunque se vogliono fare una no fly zone devono subordinarsi alla nato.

La mia impressione è che più che una no fly zone per ora ci vogliano andar giù pesante ma per adesso non hanno molti aerei.

Speriamo che il ciad non entri in guerra perchè sarebbe un notevole problema e di sicuro dovremmo aumentare significatamente il numero aerei da impiegare.

Il Ciad da dove spunta ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Ciad da dove spunta ?

 

Il ciad è momentaneamente controllato dalla francia ma i cinesi hanno fatto parecchie pressioni per saltare lo steccato in quanto lì sono presenti le miniere d'uranio che gestisce areva per alimentare le sue centrali in francia. Siccome il ciad ha comprato negli ultimi anni arimi cinesi e la cina vuole un protettorato nel mediterraneo, qualcuno sta pensando che potrebbero dire al ciad di passare le armi alla libia (poi loro glie le riforniscono più nuove) e gheddafi successivamente se vince gli permette di avere un corriodio nel mediterraneo. Gli usa lo vogliono evitare a tutti i costi. Cmq questo è quello che dicevano in tv poi io non so come sono le cose effettivamente ma in ongi caso il ciad è cofinante con la libia a sud.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@David79: si, e aggiungiamo anche che il Chad ha parecchi conti in sospeso con la Libia (nello specifico proprio con G.), viste le continue invasioni da questa subite compresi pesanti bombardamenti ed altro. Del resto lo stesso Chad ha parecchio da ringraziare la Francia come giustamente dici tu. Econsiderando che la Francia sta facendo la prima donna, non 'è da stupirsi più di tanto anche se in questa situazione le cose possono ocambiare da un momento all'altro.

Edited by TsAGI

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente staranno monitorando con immagini da satellite eventuali movimenti di armi dal chad alla libia e a meno che non vogliano farsi abbattere qualche aereo per far vedere che i libici non scherzano gli statunitensi potrebbero lanciare missili tomahawk daltronde da tripoli il chad è a "soli" 1400 km quando il tomahawk ne copre 1700 km.

Speriamo che si tengano fuori comunque...quale è la possibilità che più stati africani si uniscano con ghedaffi?Non è una cosa da sottovalutare perchè complicherebbe molto le cose poi io di politica dei paesi centro africani non me ne intendo molto :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

CAMBIO DI COMANDO- Gli attacchi contro la Libia della coalizione anti-Gheddafi erano riprese nella mattinata. I primi erano stati i francesi. Al momento, però, la coalizione internazionale bocce ha una battuta di arresto. Gli Stati Uniti hanno annunciato che passeranno «nei prossimi giorni» il comando dell’operazione; il presidente americano Barack Obama vuole infatti consegnare l’incarico di guidare l’intervento militare alla Nato o ai franco-britannici, per non gravare troppo sulle forze armate statunitensi, già impegnate in due conflitti. Il Segretario alla Difesa Usa, Robert Gates, ha tuttavia sottolineato come sia più probabile che l’intervento venga affidato a un comando franco-britannico, a causa della «sensibilità» araba verso un altro intervento dell’Alleanza Atlantica nel mondo musulmano. «Continueremo a sostenere la coalizione, saremo partner della coalizione, avremo un ruolo nella coalizione, ma non avremo un ruolo di spicco», ha detto il ministro, citato dal quotidiano britannico «Times».

Edited by Graziani

Share this post


Link to post
Share on other sites

Berlusconi ha detto che i nostri aerei non stanno sparando e non spareranno.Ma allora a che serve mandare i tornado in libia armati se non spareranno, starà parlando per tranquilizzare gli italiani o hanno proprio intenzione di mandare i tornado solo per immagine?A questo punto teniamoli a casa che risparmiamo soldi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Berlusconi ha detto che i nostri aerei non stanno sparando e non spareranno.Ma allora a che serve mandare i tornado in libia armati se non spareranno, starà parlando per tranquilizzare gli italiani o hanno proprio intenzione di mandare i tornado solo per immagine?A questo punto teniamoli a casa che risparmiamo soldi.

 

Hanno capito che la guerra sta finendo a ca22o di cane e per non si sa mai sta facendo sapere al gheddafi che noi non stiamo facendo nulla e siamo stati coinvolti dai francesi e dagli inglesi perchè eravamo molto vicini...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hanno capito che la guerra sta finendo a ca22o di cane e per non si sa mai sta facendo sapere al gheddafi che noi non stiamo facendo nulla e siamo stati coinvolti dai francesi e dagli inglesi perchè eravamo molto vicini...

Macchè la guerra va avanti e non penso finirà presto se ghedaffi non si arrende e poi se molliamo adesso potevamo non iniziare nemmeno.

Secondo me berlusconi ha parlato di questo solo per tranquilizzare gli italiani, daltronde d'ora in poi si manterrà stretto riserbo sulle partenze da sigonella di caccia italiani, questo è un segno che faremo qualcosa, forse...perchè se non partecipiamo ai bombardamenti è meglio schierare 8 f 16,rafforzando la no fly zone, invece di sprecare 4 tornado che non bombarderanno mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hanno capito che la guerra sta finendo a ca22o di cane e per non si sa mai sta facendo sapere al gheddafi che noi non stiamo facendo nulla e siamo stati coinvolti dai francesi e dagli inglesi perchè eravamo molto vicini...

 

 

Dopotutto sembrerebbe una buona soluzione per noi:

 

- Si evitano critiche di natura pubblica ( se non fossimo intervenuti, le critche sarebbero state atroci. La neutralità poteva essere un bomba a grappolo, visti gli ultimi rapp. tra G. ed il Governo)

 

- Ci impegnamo a fianco degli alleati

 

- Evitiamo di troncare i rapp. con il beduino

Edited by Junio Valerio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopotutto sembrerebbe una buona soluzione per noi:

 

- Si evitano critiche di natura pubblica ( se non fossimo intervenuti, le critche sarebbero state atroci. La neutralità poteva essere un bomba a grappolo, visti gli ultimi rapp. tra G. ed il Governo)

 

- Ci impegnamo a fianco degli alleati

 

- Evitiamo di troncare i rapp. con il beduino

Ma il beduino inteso come capo della libia era già bruciato quando erano iniziati gli scontri con i ribelli, figuriamoci se adesso può tornare al governo...e se tornasse non durerebbe a lungo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il beduino inteso come capo della libia era già bruciato quando erano iniziati gli scontri con i ribelli, figuriamoci se adesso può tornare al governo...e se tornasse non durerebbe a lungo.

 

Mettiamola in altri termini: lasciamo uno spiraglio di porta aperta qual'ora, per x motivi, non si dovesse andare fino in fondo oppure chi prenderà il suo posto sia un suo seguace.

 

Al TgCOm hanno fatto la battuta

 

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/1003835/articolo.shtml

:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:

Edited by David79

Share this post


Link to post
Share on other sites

vi incollo questa parte di articolo tratto da un sito (non so se posso mettere il link, quindi per ora evito ) che parla dell'arsenale di Gheddafi.

 

 

Le armi di Gheddafi

Nell’arsenale composto per lo più da armi e mezzi di origine russa, Gheddafi ha ben poco che possa contrastare aerei e navi delle principali potenze mondiali Le forze aeree di Tripoli erano già deboli prima dello scoppio della rivolta in Cirenaica, con i tre quarti dei circa 200 aerei teoricamente impiegabili in combattimento fermi a terra per carenza di manutenzione, mancanza di pezzi di ricambio e obsolescenza. Jet soprattutto ex sovietici risalenti agli anni ’70 e ’80 come i Mig 21, i Mig 23, i Sukhoi 22 e 24 o i MIrage F-1 francesi, quattro dei quali rimodernati recentemente da Parigi e protagonisti delle prime operazioni durante la rivolta e della defezione di due piloti a Malta. Di questa forza aerea affiancata da una settantina di elicotteri per un terzo Mi 24 da combattimento, restano in grado di volare forse una trentina di aerei ed altrettanti elicotteri. Farli decollare sfidando la ‘no-fly zone’ sarebbe un suicidio che i pochi piloti libici affiancati da mercenari siriani, algerini, ucraini, serbi e romeni non sembrano pronti ad affrontare. L’anno scorso Tripoli varò un piano di rinnovamento militare ordinando 44 moderni cacciabombardieri russi Mig 29 e Sukhoi 35 nell’ambito di un contratto che includeva anche nuovi carri armati T-90 e 60 elicotteri d’attacco Mi-35 e da trasporto Mi-17. Un affare da 4 miliardi di dollari per mezzi da consegnare a partire da quest’anno sfumato per Mosca a causa dell’embargo posto dall’Onu sulle forniture di armi al raìs. Neppure le batterie di missili antiaerei potrebbero fare molto per opporsi al sorvolo dei jet alleati. Quasi la metà dei vecchi missili a medio raggio SA-2/3 e a lungo raggio SA-5 sono in postazioni fisse già individuate dai satelliti e quindi facile bersaglio per missili da crociera e bombe di precisione. Gli altri missili antiaerei sono mobili come gli SA-6 posti sui cingolati ma verrebbero individuati non appena accesi i radar di puntamento mentre quelli a corto raggio, per lo più Sa-7, avrebbero una qualche efficacia solo contro velivoli a bassa quota. Si tratta in ogni caso di armi molto vecchie che non intimoriscono i jet Occidentali. L’assenza di reali capacità di difesa antiaerea rende vulnerabili anche le forze terrestri che schierano 140 carri T-72 e il doppio di più vecchi T-62 (non tutti operativi) più qualche centinaio di blindati protetti dai raids aerei solo da cannoni di piccolo calibro e da alcune batterie mobili di missili a corto raggio Sa-9 e sa-13 di dubbia operatività. Nonostante le minacce di mettere a ferro e fuoco il Mediterraneo le forze di Gheddafi hanno ben poche armi offensive. I missili Scud che lanciò su Lampedusa nel 1986 non sono più in servizio e anche quelli delle versioni più aggiornate acquistate negli anni ’90 in Corea del Nord dovrebbero essere stati demoliti negli anni scorsi dopo che Gheddafi, nel timore di fare la stessa fine di Saddam Hussein in Iraq, accettò nel 2003 di disfarsi delle armi di distruzione di massa e accolse gli ispettori anglo-americani. Anche sul mare le forze libiche sono costrette a evitare lo scontro, pena l’annientamento Per contrastare le forze navali alleate le uniche armi valide in mano a Gheddafi sono i missili Otomat, costruiti in Italia e rimodernati di recente, imbarcati su sette motovedette realizzate in Francia trenta anni or sono. Anche in questo caso si tratta di valutazioni teoriche perché ogni nave libica che uscisse dai porti verrebbe immediatamente individuata dalla flotta alleata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il ciad è momentaneamente controllato dalla francia ma i cinesi hanno fatto parecchie pressioni per saltare lo steccato in quanto lì sono presenti le miniere d'uranio che gestisce areva per alimentare le sue centrali in francia. Siccome il ciad ha comprato negli ultimi anni arimi cinesi e la cina vuole un protettorato nel mediterraneo, qualcuno sta pensando che potrebbero dire al ciad di passare le armi alla libia (poi loro glie le riforniscono più nuove) e gheddafi successivamente se vince gli permette di avere un corriodio nel mediterraneo. Gli usa lo vogliono evitare a tutti i costi. Cmq questo è quello che dicevano in tv poi io non so come sono le cose effettivamente ma in ongi caso il ciad è cofinante con la libia a sud.

alla cina non glene frega niente del mediterraneo ...l'unica cosa che interessa ai cinesi sono le materie prime che pagano molto meglio in percentuale rispetto a quello che offrono gli americani ,inglesi e francesi ..tanto ormai l'africa e gia' in mano ai cinesi .la stessa politica di mattei..lo ricordate vero ??.spero vivamente che l'alleanza non vinca . sono stufo di pagare guerre che servono solo a pochi.

Edited by ettoiffi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Exocet, molto interessante l'articolo!

Comunque secondo la repubblica aerei italiani hanno colpito degli obiettivi nei pressi di misurata, non i tornado di ieri, oggi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una volta instaurata la NFZ pensate che gli americani useranno gli A-10 e gli elicotteri Apache? Penso che contro postazioni di artiglieria e corazzati sarebbero

l'ideale. Anche se penso che non ci arriverebbero come raggio d'azione forse...

 

Anche io non capisco le dichiarazioni del ministro La Russa. Pattugliamo ma non spariamo... e se ci puntano contro? Che si fa si scappa?

 

Navigator

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una volta instaurata la NFZ pensate che gli americani useranno gli A-10 e gli elicotteri Apache? Penso che contro postazioni di artiglieria e corazzati sarebbero

l'ideale. Anche se penso che non ci arriverebbero come raggio d'azione forse...

 

Anche io non capisco le dichiarazioni del ministro La Russa. Pattugliamo ma non spariamo... e se ci puntano contro? Che si fa si scappa?

 

Navigator

 

Secondo me è più facile che inizia il festival dell'AMX...

 

Penso che intenda che noi non andiamo a bombardare postazioni ma ci limitiamo ad agire se e solo se c'è un velivolo non previsto oppure una batteria contraerea che ci spara.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se ci sono movimenti in ciad è verosimile siano A SFAVORE della Libia, e non a favore, visto che in Ciad ci sono basi francesi e i ciadiani stessi furono invasi una generazione fa dallo stesso Gheddafi. E' invece possibile che sotto l'influenza francese siano i "culi neri" ciadiani a fare il lavoro sporco di terra, cosa molto più accettabile da parte dell'opinione pubblica, e garantirebbe un controllo totale da parte di Parigi molto più che se intervenissero reparti inglesi e italiani.

 

Comunque concordo con ettoiffi, spero quest'attacco finisca in un disastro militare e diplomatico, la Francia dovrà rendere conto del suo comportamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Berlusconi ha detto che i nostri aerei non stanno sparando e non spareranno.Ma allora a che serve mandare i tornado in libia armati se non spareranno, starà parlando per tranquilizzare gli italiani o hanno proprio intenzione di mandare i tornado solo per immagine?A questo punto teniamoli a casa che risparmiamo soldi.

A bruciare carburante ?

 

Macchè la guerra va avanti e non penso finirà presto se ghedaffi non si arrende e poi se molliamo adesso potevamo non iniziare nemmeno.

Secondo me berlusconi ha parlato di questo solo per tranquilizzare gli italiani, daltronde d'ora in poi si manterrà stretto riserbo sulle partenze da sigonella di caccia italiani, questo è un segno che faremo qualcosa, forse...perchè se non partecipiamo ai bombardamenti è meglio schierare 8 f 16,rafforzando la no fly zone, invece di sprecare 4 tornado che non bombarderanno mai.

Penso che sia una decisione politica la lega si astiene, ma la lega non è la NATO.

I francesi in questo momento staranno ridendo di noi, ci prenderanno per traditori come fecero i tedeschi durante la seconda guerra mondiale :ph34r:

Share this post


Link to post
Share on other sites

fosse per me gli lascierei il cerino in mano ai franzosi (cit. il marchese del grillo).

 

mi spiego:

noi diciamo che senza controllo nato non diamo più le basi->

->la nato se ne lava le mani->

->noi facciamo un'atto di coraggio e non diamo più le basi ne gli aerei->

->nel frattempo altre nazioni fanno lo stesso (vedi la norvegia)->

->restano solo i francesi a scornarsi fino all'anno prossimo

 

fantasia lo sò...

Share this post


Link to post
Share on other sites

fosse per me gli lascierei il cerino in mano ai franzosi (cit. il marchese del grillo).

 

mi spiego:

noi diciamo che senza controllo nato non diamo più le basi->

->la nato se ne lava le mani->

->noi facciamo un'atto di coraggio e non diamo più le basi ne gli aerei->

->nel frattempo altre nazioni fanno lo stesso (vedi la norvegia)->

->restano solo i francesi a scornarsi fino all'anno prossimo

 

fantasia lo sò...

Allora manderanno la legione straniera; assicurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×