Jump to content

Guerra in Libia 2011 - Odissea all'alba


Recommended Posts

Guerra in Libia 19 marzo 2011 - Operazione Odissea all'alba (Odyssey Dawn)

Guerra-Libia-2011-Odissea-all-alba.jpg

 

In questa discussione verranno riportate le ultime news sulla situazione libica attuale.

 

Commenti, approfondimenti, discussione forum

Per i commenti si rimanda alle discussioni

Operazione militare in Libia e Rivolte in medio oriente dove già da tempo se ne discute.

 

 

Album fotografico

tn_gallery_1_13_875079.jpg tn_gallery_1_13_18542.jpg tn_gallery_1_13_1468.jpg tn_gallery_1_13_1556363.jpg

 

Gli aerei della Coalizione

f16.jpg f18.jpg f15.jpg ef2000.jpg mirage2000.jpg rafale.jpg tornadoids.jpg tornadoecr.jpg harrier.jpg b2.jpg

 

Gli aerei Libici

mig21.jpg mig23.jpg miragef1.jpg su24.jpg

 

 

La mappa

003_9.jpg

 

 

Cronologia

 

 

News minuto per minuto

 

Vertice Parigi,via libera attacco Libia

19 marzo, 16.07

 

(ANSA) - PARIGI, 19 MAR - Via libera ad un'azione militare contro Gheddafi dal vertice di Parigi. L'attacco avverra' ''nelle prossime ore''. Gheddafi, pero', ''e' ancora in tempo per evitare il peggio conformandosi senza ritardi a tutte le richieste della Comunita internazionale''. Lo ha detto il presidente francese Nicolas Sarkozy. ''La porta della diplomazia si riaprira' quando la sua aggressione finira' - ha aggiunto - la nostra determinazione e' totale''. Ognuno e' messo davanti alle sue responsabilita'''

Fonte: ANSA

Libia: aereo francese attacca veicolo

19 marzo, 18.37

 

(ANSA) - PARIGI, 19 MAR - Un aereo francese ha attaccato oggi per la prima volta alle 17:45 un veicolo in Libia. Lo ha annunciato il ministero della Difesa a Parigi. Un portavoce ha detto che l'aviazione francese ''ha distrutto il suo primo obiettivo in Libia''. Lo stato maggiore della Difesa parla, al momento, di ''veicolo militare, in carro armato''.La notizia e' stata accolta da una festa in piazza Tahrir a Tobruk dove un maxi schermo trasmette 24 ore al giorno al Jazira.

Fonte: ANSA

 

 

È partito l'attacco alla Libia

19 marzo, 20.32

È partito alle 17.45 il primo attacco aereo contro Gheddafi, autorizzato in stretta sequenza dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite con la risoluzione 1793 e dal vertice straordinario dei capi di stato e di governo europei svoltosi oggi a Parigi. A effettuarlo è stato un Rafale dell’Armée de l’Air, partito da una base in Francia per colpire mezzi corazzati delle forze del regime di Tripoli che stavano entrando nei sobborghi di Benghazi, la principale città rimasta in mano ai ribelli. Al momento non è segnalata alcuna partecipazione attiva dell’Italia, per ora ferma alla conferma dell’uso di basi e all’uscita in mare dell’incrociatore Garibaldi con il suo reparto di AV-8B Harrier II+ a decollo verticale.

Il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha proposto di spostare in Italia il comando delle operazioni, utilizzando a tale scopo il distaccamento americano sull’aeroporto di Napoli-Capodichino.

Fonte: Dedalonews

 

 

Napoli, preparativi in base Nato

19 marzo, 20.02

 

(ANSA) - NAPOLI, 19 MAR - Cominciano i preparativi nella base Nato di Napoli per un possibile intervento della Nato o di una coalizione internazionale in Libia. Al Joint Force Command Nato di Napoli si nega qualsiasi condizioni di allarme particolare.

Nel Comando interforze dell'Alleanza Atlantica, che ha sede nel quartiere di Bagnoli, sono rappresentate 22 Nazioni, per un totale di circa 2.000 militari. Li guida l'ammiraglio Usa Samuel J. Locklear, dal quale dipenderebbero eventualmente anche le operazioni in Libia.

Fonte: ANSA

 

Libia, inizia l'operazione Odissea all'alba Napoli quartier generale dell'offensiva: «A Capodichino si decide quando colpire»

Fonte: il mattino

 

 

Libia: schierati tre sottomarini Usa

19 marzo, 20.39

 

(ANSA) - WASHINGTON, 19 MAR - La marina Usa ha schierato tre sottomarini nel Mediterraneo per preparare attacchi contro la Libia. Il ministro La Russa afferma intanto che 'noi abbiamo gia' messo a disposizione le basi e, se necessario, sono disponibili gli aerei', in particolare '4 Tornado con capacita' di distruggere radar e postazioni missilistiche' e '6 caccia intercettori, pronti ad alzarsi in volo in 15 minuti'. 'I missili libici - rassicura - hanno una gittata di 300 km', 'non arrivano neanche a Lampedusa'.

Fonte: ANSA

 

Usa,operazione 'Odissea dell'alba'

19 marzo, 21.14

 

(ANSA) - BRASILIA, 19 MAR - E' in corso l'operazione 'Odissea all'alba' per distruggere la contraerea libica: lo annuncia il Pentagono. Oltre agli Usa, coinvolti Gb, Francia, Italia e Canada. La coalizione, che e' pronta a colpire le difese aeree libiche, in particolare quelle intorno a Tripoli e Misurata, ha circa 25 navi e sottomarini nel Mediterraneo e alcuni di essi sono molto vicini alle coste libiche. La tv di stato libica ha annunciato intanto che sono stati bombardati obiettivi civili.

Fonte: ANSA

 

Lanciata l’operazione Odyssey Dawn, bombardamenti sulla Libia

Fonte: Difesanews

 

 

Raid degli alleati in Libia Gli Usa: «Lanciati 110 missili»

Unità della marina americana dispiegate nel Mediterraneo hanno lanciato missili Cruise contro obiettivi in Libia. Lo rendono noto fonti del Pentagono citate da Cnn, precisando che l’obiettivo di questi primi attacchi sono batteria della contraerea schierate nei dintorni di Tripoli. Una nota della difesa Usa ha poi aggiunto che sono stati lanciati anche 110 missili Tomhawk sulla Libia. La marina Usa ha anche schierato tre sottomarini nel Mediterraneo per preparare attacchi contro la Libia. Lo ha detto un responsabile della Difesa Usa. Il responsabile, parlando in condizioni di anonimato ha detto che i tre sottomarini - tra i quali i mezzi di attacco Newport News e il Providence - sono stati affiancati da due navi della Marina. Sempre secondo la stessa fonte i sottomarini sono equipaggiati con missili Tomahawk. ] NAVI USA COLPISCONO CONTRAEREA A TRIPOLI - Unità della marina americana dispiegate nel Mediterraneo hanno lanciato missili Cruise contro obiettivi in Libia. Lo rendono noto fonti del Pentagono citate da Cnn, precisando che l'obiettivo di questi primi attacchi sono batteria della contraerea schierate nei dintorni di Tripoli. Una nota della difesa Usa ha poi aggiunto che sono stati lanciati anche 110 missili Tomhawk sulla Libia.

La marina Usa ha anche schierato tre sottomarini nel Mediterraneo per preparare attacchi contro la Libia. Lo ha detto un responsabile della Difesa Usa. Il responsabile, parlando in condizioni di anonimato ha detto che i tre sottomarini - tra i quali i mezzi di attacco Newport News e il Providence - sono stati affiancati da due navi della Marina. Sempre secondo la stessa fonte i sottomarini sono equipaggiati con missili Tomahawk.

Fonte: Corriere.it

http://www.youtube.com/watch?v=_JlZpg2SvSs

Link to post
Share on other sites
  • Replies 155
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Durante la campagna libica gli aeroplani ed equipaggi NATO sono stati molto sollecitati con missioni che durano diverse ore. Al momento sono andati persi un F-15 americano in Libia e un F-16 degli EA

Libia:Tv Stato,abbattuto caccia francese SMENTITA

19 marzo, 22.27

(ANSA) - TRIPOLI, 19 MAR - La tv di stato libica ha riferito di un aereo francese abbattuto nella regione di Tripoli. Sempre la tv libica ha detto che sarebbero stati bombardati obiettivi civili a Bengasi e Zuwarah, tra i quali l'ospedale di Bir Osta Miled, 15 km a est di Tripoli. Il segretario generale del Parlamento libico al Zawi ha definito l'attacco 'una aggressione barbara' e ha parlato di numerose vittime. Secondo altri media ufficiali libici sarebbe stata bombardata anche Sirte, città natale di Gheddafi.

Fonte: ANSA

 

Libia: bombardata base aerea Gheddafi.

19 marzo, 23.22

(ANSA) - RABAT, 19 MAR - Continua la pioggia di missili sulla Libia. Gli attacchi aerei delle forze occidentali vicino Misurata hanno preso di mira una base aerea dove sono di stanza fedeli di Gheddafi, riferiscono i residenti della citta'. Attacchi anche contro la base aerea di Mitiga, alla periferia di Tripoli, dice al Jazira.

 

Esercito Francia smentisce abbattimento di un suo caccia

Intanto l'esercito francese smentisce la notizia diffusa dalla tv libica secondo cui un aereo francese e' stato abbattuto nella regione di Tripoli. Lo riferisce la televisione francese.

Fonte: ANSA

 

Gli Usa: "Gravemente danneggiato il sistema di difesa libico"

19 marzo, 23.35

Il Consiglio per la Sicurezza Nazionale statunitense ritiene che il sistema di difesa aerea libico sia stato "duramente danneggiato e reso inoperativo". "Al momento è troppo presto per prevedere come (Muammar Gheddafi) e le sue truppe di terra potranno rispondere ai bombardamenti di oggi", ha riferito una fonte del Csn. Oltre 110 missili da crociera Tomahawk hanno colpito 20 diversi obiettivi in Libia. Il Pentagono ha chiarito che questa prima fase di bombardamenti serve a rendere inoffensive le difese libiche.

Fonte: Repubblica.it

 

La Libia chiede una riunione urgente del Consiglio di sicurezza Onu

20 marzo, 00.02

La Libia ha richiesto una riunione d'urgenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu dopo i raid occidentali sul suo territorio. Lo ha comunicato il ministro degli Esteri di Tripoli

Fonte: Repubblica.it

Link to post
Share on other sites

Caccia spagnoli pronti nella base sarda di Decimomannu

20 marzo, 00.55

Gia' da domani si potrebbero alzare in volo dalla base sarda Deicimomannu (25 chilometri da Cagliari) gli aerei messi a disposizione dalla Spagna per le operazioni militari contro la Libia: si tratta di quattro caccia F-18 e un aereo da rifornimento (Boeing 707). Le forze messe a disposizione da Madrid comprendono quattro F18, un aereo da rifornimento e uno per la ricognizione marittima, oltre ad una fregata e ad un sottomarino. I quattro caccia e il Boeing 707 hanno lasciato oggi la base di Torrejon, alle porte di Madrid, e sono giunti alla base Decimomannu, ha reso noto il ministero spagnolo della Difesa.

Fonte: Repubblica.it

 

Contraerea in azione a Tripoli

20 marzo, 01.31

La contraerea libica ha aperto il fuoco contro il cielo di Tripoli. Lo dicono testimoni sentiti dalla Reuters.

Fonte: Repubblica.it

 

 

Bombardamenti su Tripoli

20 marzo, 01.36

Bombardamenti sono in corso su Tripoli. Secondo il governo libico, finora, le vittime dei raid aerei dell'operazione condotta da Francia, Usa, Gb, Italia, Spagna e Canada sono 48

Fonte: Repubblica.it

Link to post
Share on other sites

Libia: bombardata Tripoli.

Gb, anche aerei Raf hanno lanciato missili

20 marzo, 04.04

(ANSA) - ROMA, 20 MAR - Tripoli e' stata bombardata prima dell'alba oggi. Lo riferisce la tv di stato libica. La contraerea e' entrata in azione e si sono sentite esplosioni.

 

Secondo un giornalista dell'Afp, un aereo ha sorvolato la residenza-caserma di Gheddafi, nel sud della capitale. Intanto il ministero della Difesa britannico ha comunicato che anche la Raf (Royal air force) di Londra ha lanciato missili Stormshadow da alcuni Tornado GR4. Ieri erano stati lanciati oltre 110 missili cruise da navi Usa.

Fonte: ANSA

 

 

Quattro tornado GR4 partiti dalle basi britanniche hanno effettuato un attacco sulla Libia con missili stand-off Storm Shadow.

I bersagli non sono stati dichiarati.

 

Degno di nota è il fatto che si tratta degli attacchi aerei britannici a più lunga portata dal tempo delle "black buck" su port stanley con i vulcan.

Edited by admin
Link to post
Share on other sites

Bombardamenti sospesi su Tripoli e Bengasi

20 marzo, 09.55

I bombardamenti compiuti nella notte dalla coalizione internazionale contro gli obiettivi militari del colonnello Gheddafi sono stati sospesi, questa mattina, a Tripoli e Bengasi, roccaforte dei ribelli nell'est della Libia. I residenti, che ieri erano fuggiti dalla città a causa dell'attacco delle forze fedeli a Gheddafi, stanno lentamente ritornando a casa.

Fonte: Repubblica.it

 

Alle 13 salpa da Tolone portaerei Charles de Gaulle

20 marzo, 11.03

La portaerei francese "Charles de Gaulle" con a bordo aerei Rafale e Super Etendard salpa alle 13 dal porto di Tolone per prendere parte all'intervento militare contro la Libia. Lo rendono noto fonti del ministero della difesa francese citate dal quotidiano le Figaro. La Charles de Gaulle è scortata dalle unità Dupleix e Aconit e dalla nave cisterna La Meuse.

Fonte: Repubblica.it

 

Riprese incursioni francesi nei cieli libici

20 marzo, 11.08

Le incursioni aeree delle forze francesi riprendono questa mattina nei cieli libici nel quadro della coalizione internazionale. Lo rendono noto fonti militari francesi

Fonte: Repubblica.it

Link to post
Share on other sites

(AGI) - Roma, 20 mar. - Un rimorchiatore d'altura con otto italiani a bordo e' stato bloccato da uomini armati nel porto di Tripoli. A quanto si apprende, la nave Asso 22 della societa' napoletana Augusta e' stata abbordata sabato alle 17 mentre stava sbarcando alcuni lavoratori libici della Noc, societa' petrolifera libica. L'equipaggio, di cui fanno parte anche due indiani e un ucraino, e' tuttora trattenuto.

Link to post
Share on other sites

Base aerea colpita da bombardieri stealth Usa B-2 Spirit

20 marzo, 11.27

Un aeroporto libico è stato attaccato da aerei invisibili ai radar (stealth) statunitensi. Lo ha detto la tv americana Cbs, secondo cui tre bombardieri stealth B-2 Spirit hanno lanciato 40 bombe contro una base aerea libica.

Fonte: Repubblica.it

 

*Three B-2 stealth bombers flying non-stop from the United States have dropped 40 bombs on a major Libyan airfield tonight in an attempt to destroy much of Libyan leader Muammar Qaddafi's air force, CBS News David Martin reports.

Fonte: CBS

 

Notizia confermata dal Pentagono: http://www.defense.gov/news/newsarticle.aspx?id=63230

 

b2.jpg

 

Stampa Gb: Forze speciali inglesi (SAS) a fianco dei ribelli da settimane

20 marzo, 11.49

Centinaia di soldati delle forze speciali britanniche Sas sarebbero in azione da almeno tre settimane in Libia al fianco dei gruppi ribelli, afferma oggi il quotidiano Sunday Mirror. Due unità di forze speciali soprannominate "Smash" per la loro capacità distruttiva, avrebbero dato la caccia ai sistemi di lancio di missili terra aria di Muammar Gheddafi (i Sam 5 di fabbricazione russa) in grado di colpire bersagli attraverso il Mediterraneo con una gittata di quasi 400 chilometri. Affiancate da personale sanitario, ingegneri e segnalatori, le Sas hanno creato posizioni sul terreno in modo da venire in aiuto in caso in cui jet della coalizione fossero stati abbattuti durante i raid.

Fonte: Repubblica.it, articolo fonte ufficiale Sunday Mirror

Link to post
Share on other sites

Mike Mullen: "Imposta la no fly zone, contraerea di Gheddafi inoffensiva"

L'ammiraglio americano Mike Mullen, capo degli stati maggiori congiunti ha annunciato che la no fly zone e' stata effettivamente imposta sui cieli libici.

Il comandante americano Mike Mullen ha detto che la contraerea libica e' stata resa inoffensiva e che non vi sono segnali aerei libici in volo e di civili feriti. Mullen ha aggiunto che, nelle sole 24 ore, sono stati fatti significativi passi avanti e che sono state fermate le forze pro-Gheddafi nella città di Bengasi. Il comandante americano Mike Mullen ha detto che "non vi sono indicazioni che Gheddafi si stia orientando sull'uso di armi chimiche".

Fonte: RAINews24

 

Portaerei Garibaldi nel canale di Sicilia

20 marzo, 12.40

La portaerei Garibaldi naviga da stamane nelle acque del canale di Sicilia e si è unita ad altre due navi della Marina Militare italiana - il cacciatorpediniere Andrea Doria e la fregata Euro - completando così lo schieramento predisposto per la difesa del Paese. Nel canale di Sicilia operano inoltre la nave rifornitrice Etna che è al comando di un gruppo navale, lo Standing Nato maritime group e il pattugliatore Libra. La portaerei Garibaldi imbarca sei aerei Harrier a decollo verticale, elicotteri e un gruppo di marò del Reggimento San Marco

Fonte: Repubblica.it

 

Pronti a partire da Sigonella sei caccia F-16 danesi

20 marzo, 12.44

Sono pronti a decollare dalla pista della base dell'Aeronautica militare di Sigonella (Catania) sei caccia danesi F16 arrivati ieri. Lo ha reso noto il tenente colonnello Rocco Massimo Zafarana, dell'ufficio pubbliche relazioni della base di Sigonella, che ha incontrato i giornalisti insime col comandante del centro addestramento equipaggi, Paolo Bruno.

Fonte: Repubblica.it

Link to post
Share on other sites

Crisi in Libia, ecco gli aerei italiani in campo - Scheda

Tornado, Eurofighter, F-16 e Harrier pronti in 15 minuti

 

Sono pronti a partire in 15 minuti dall'ordine d'attacco i Jet militari italiani rischierati sulle basi aeree del sud Italia per l'operazione "Odyssey Dawn" sulla Libia. Si tratta innanzitutto dei Tornado, aerei supersonici, biposto (pilota e navigatore) presenti in 2 versioni: i Tornado IDS, cacciabombardieri da attacco al suolo provenienti dal 6° Stormo di Ghedi e gli ECR del 50esimo Stormo di Piacenza, utilizzati per la cosiddetta "guerra elettronica", ovvero per disturbare con impulsi elettromagnetici i radar e le comunicazioni del "nemico".Sulle basi di Trapani e Gioia del Colle, inoltre, sono schierati in prontezza operativa gli F-16 e gli Eurofighter del 37°, del 36° e del 4° Stormo dell'Aeronautica. Sono caccia intercettori, a loro il compito di neutralizzare eventuali "intrusioni" nemiche nello spazio aereo italiano.Da Trapani-Birgi, inoltre, partono anche le aerocisterne utilizzate per il rifornimento in volo dei caccia e gli Awacs piattaforme radar volanti per tenenere sotto controllo tutto quello che accade nello spazio aereo interessato dalla crisi.Sulla portaerei Garibaldi della Marina Militare, invece, pronti 8 Harrier, caccia multiruolo a decollo verticale e 5 elicotteri.

 

http://www.tmnews.it/web/sezioni/videonews/20110320_video_12102579.shtml

Link to post
Share on other sites

19 caccia Usa contro le forze di Gheddafi

20 marzo, 13.12

Diciannove caccia Usa sono stati impiegati stamani in operazioni sui cieli libici contro le truppe di Gheddafi e le difese aeree libiche, hanno reso noto le forze armate americane.

Fonte: Repubblica.it

 

Quattro eurofighter arrivati a base di Trapani

20 marzo, 13.16

Sono arrivati pochi istanti fa alla base dell'Aeronautica militare di Trapani Birgi quattro aerei Eurofighter provenienti dal IV stormo di Grosseto e che sono utilizzati per la difesa da eventuali attacchi. Gli Eurofighter resteranno sulle piste di Trapani Birgi, dove ha sede il 37° stormo dell'Aeronautica militare fino a quando la situazione internazionale non cambierà.

Fonte: Repubblica.it

 

La Russa: "Da oggi a disposizione otto aerei"

20 marzo, 14.51

"Ieri sera intorno alle ore 23 abbiamo avuto richiesta formale di assetti da parte di altri Paesi e dalle 23:59 abbiamo dato la disponibilita' di 8 aerei: 4 caccia e 4 Tornado in grado di neutralizzare radar". Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, intervenendo a "in 1/2 h" di Lucia Annunziata su Rai Tre, spiegando che gli aerei italiani potranno essere impiegati dal comando della Coalizione "in ogni momento". Ancora il ministro: Gli otto aerei italiani messi a disposizione dall'Italia per le operazioni in Libia "si aggiungono agli altri assetti forniti da tutte le altre nazioni che partecipano e da oggi compiranno le loro azioni sotto un unico comando, che è a Napoli".

Fonte: Repubblica.it

Link to post
Share on other sites

L'aeroporto di Trapani Birgi entro poche ore verrà chiuso al traffico civile a causa delle operazioni dell'aeronautica militare che riguardano la Libia.

 

Tutti i voli civili saranno dirottati su aeroporti vicini, secondo quanto confermato da fonti ENAC.

trapanibirgi_N-288x151.jpg

 

Ryanair è la principale compagnia aerea interessata dalla chiusura dell'aeroporto. Da trapani partono infatti numerosi voli low cost verso il resto d'Italia e d'Europa.

 

Trapani Birgi, insieme con la base di Sigonella e con l'aeroporto di Pantelleria, è stata designata dalla NATO come uno dei punti base per la guerra contro la Libia e le truppe di Gheddafi. All'aeroporto sono arrivati quattro Euro Fighter 2000 dallo stormo di Grosseto che si sono aggiunti agli Awacs americani, agli F16, ai Tornado e agli F18 canadesi.

 

Via: Nonsoloaerei.net

 

Per smorzare un pò questo difficile momento vi regalo una vignetta inviata anche sul mio sito...

LIBIA_thumb.jpg

Link to post
Share on other sites

14.50 - Lega araba critica raid aerei

La Lega Araba ha criticato i raid aerei della coalizione internazionale sulla Libia, che sono andati oltre il loro obiettivo, di imporre una no fly zone; un obiettivo "diverso da quanto sta succedendo in Libia". Lo ha detto il segretario generale della Lega, Amr Mussa. "Quello che vogliamo è proteggere i civili, non bombardarne altri", ha detto.

 

fonte: TGCom

Edited by F-14
Link to post
Share on other sites

"L'aeroporto di Trapani - Birgi e l'aerostazione Vincenzo Florio sono pienamente operativi e fino a questo momento le operazioni militari non hanno minimamente inciso sulla gestione del traffico aereo civile". Lo ha precisato il presidente dell'Airgest, Salvatore Ombra, smentendo alcune voci incontrollate ed in risposta a decine di telefonate di chiarimento da parte di passeggeri e di utenti. "Fino a questo momento - dice Ombra - non abbiamo dovuto registrare neppure un minimo ritardo nel traffico aereo civile e tutto si sta svolgendo regolarmente".

 

Via: Comunicato Airgest

Edited by gcm981
Link to post
Share on other sites

Caccia danesi in volo verso la Libia

20 marzo, 15.37

Sei caccia f16 della flotta aeronautica danese sono decollati poco dopo le 15 di oggi dalla base militare americana di Sigonella per dirigersi verso la Libia.

Fonte: Repubblica.it

Tre Tornado atterrano a Trapani

20 marzo, 15.48

Stanno per atterrare nell'aeroporto aeromilitare di Trapani Birgi tre tornado del sesto stormo di Ghedi, nel bresciano. Lo hanno reso noto la base del comando del 37simo stormo dell'aeronautica.

Fonte: Repubblica.it

Link to post
Share on other sites
Link to post
Share on other sites

Diverse fonti riportano che SAS e SBS sono già presenti da settimane in territorio libico in funzione humint e designazione bersagli.

 

I 112 cruise di stanotte hanno colpito 20 dei 22 obiettivi preventivati con vari livelli di danno.

 

Il pentagono annuncia che sarebbero 11 le navi italiane in azione nella sirte.

 

6-8 Mirage 2000-5 Qatarioti rischierati a Creta e pronti ad agire.

Link to post
Share on other sites

Francia: "non c'è un comando centrale"

I membri della coalizione che sta bombardando la Libia stanno coordinando le loro operazioni senza un comando centrale. Lo ha precisato una fonte del ministro della Difesa francese

 

Londra: comando passi presto sotto Nato

La Gran Bretagna auspica che il comando e controllo dell'operazione contro la Libia sia strasferito "entro i prossimi giorni" alle strutture della Nato, pur chiarendo che quella in corso "non è una missione della Nato". A parlare in questi termini, è il ministro della difesa, Liam Fox, in una intervista alla Bbc, ricordando che sono in corso a Bruxelles riunioni del Consiglio Nord Atlantico proprio per discutere dell'eventuale assunzione di un ruolo formale, da parte dell'Alleanza atlantica e le sue strutture di comando, nell'intervento contro le forze di Gheddafi. "E' ancora una coalizione dei volonterosi delle Nazioni Unite, coalizione che vuole difendere i libici, ma ci coordineremo, si auspica, attraverso le strutture di comando e controllo di cui la Nato già dispone", ha affermato Fox. "Dipende tutto dal raggiungimento del consenso da parte di tutti i paesi della Nato"

Fonte: Repubblica.it

Aerei britannici saranno di base a Gioia del Colle

20 marzo, 17.23

I Typhoon e i Tornado britannici impegnati nell'operazione contro le forze di Gheddafi saranno basati nella base di Gioia del Colle, in Puglia. Lo ha annunciato il ministro della difesa britannico, Liam Fox, precisando che ci saranno ulteriori raid "se sarà necessario", nei prossimi giorni, con l'obiettivo di "paralizzare" la capacità del regime libico di attaccare i civili. "E' ovviamente più facile poter aver accesso a basi più vicine agli obiettivi e al luogo della no-fly zone", ha dichiarato Fox in una intervista alla Bbc

Fonte: Repubblica.it

Fonte: RAF, Typhoon at Gioia

 

Parigi: quattro aerei del Qatar già operativi nel cielo libico

20 marzo, 17.45

Quattro aerei del Qatar sono già operativi nei cieli della Libia nell'ambito dell'intervento per imporre il rispetto della risoluzione 1973 dell'Onu. Lo ha annunciato la Difesa francese in una conferenza stampa a Parigi

Fonte: Repubblica.it

Link to post
Share on other sites

Cnn: Tripoli sotto attacco, contraerea risponde dal bunker di Gheddafi

20 marzo, 19.22

Tripoli è sotto l'attacco della coalizione internazionale. Lo riferisce l'emittente Usa Cnn, riferendo della contraerea libica entrata in azione, in particolare nei pressi del bunker di Gheddafi

Fonte: Repubblica.it

Link to post
Share on other sites
  • vorthex unpinned this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...