Jump to content
Sign in to follow this  
LC_Revenge

tecniche di modellismo, dai primi passi ai metodi più avanzati

Recommended Posts

be , per staccare i pezzi dallo spure puoi usare anche il tagliaunghie , poi una volta staccato il pezzo lo pulisci col taglierino e con una botta di carta vetrata , hoi , puoi anche andare direttamente di talgierino per staccare il pezzo ma occhio a non star troppo vicino alla parte dell'aereo , potresti rovinarla...il che porta , oltre ad una cospiqua dose di bestemmioni , anche delle noiose opere di stuccatura..

Share this post


Link to post
Share on other sites
be , per staccare i pezzi dallo spure puoi usare anche il tagliaunghie , poi una volta staccato il pezzo lo pulisci col taglierino e con una botta di carta vetrata , hoi , puoi anche andare direttamente di talgierino per staccare il pezzo ma occhio a non star troppo vicino alla parte dell'aereo , potresti rovinarla...il che porta , oltre ad una cospiqua dose di bestemmioni , anche delle noiose opere di stuccatura..

 

Personalmente fin dall'inizio ho utilizzato sempre il Cutter (Taglierino) ed ho fatto di conseguenza anche molta pratica con la stuccatura :rotfl: (In pratica recidevo anche parte dei pezzi) quindi è stata un'esperienza che mi è tornata comunque utile, poi dopo aver preso confidenza con il cutter, si ottengono dei risultati perfetti! ;)

 

P.S. Barone, non ho mai provato con il tagliaunghie :P

Edited by Blue Sky

Share this post


Link to post
Share on other sites

io uso o le forbici per unghie o il cutter a seconda della tipologia di pezzo e di attacco alla spuria.

 

ammetto che quando mi incazzo stacco i pezzi anche con le mani, ma solo quelli molto resistenti :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
ammetto che quando mi incazzo stacco i pezzi anche con le mani, ma solo quelli molto resistenti

 

Immagino che in quello stato emotivo unisci il tutto ad una sana dose di dolci parole che affondano le radici nella tua ormai famosa "Tecnica della Bestemmia"! :okok:

 

Comunque, scherzi a parte a volte è difficoltoso staccare i pezzi senza danneggiarli, quindi capisco la tua osservazione! ;)

Edited by Blue Sky

Share this post


Link to post
Share on other sites

si, in alcuni casi bisogna studiare il pezzo ed il suo aggancio per capire come non romperlo, ma è solo questione di esperienza ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao! Stessa cosa anche per me... addirittura certe volte se i pezzi sono piccoli e difficili da raggiungere e magari (tipo italeri) attaccati allo spure in 2 o tre punti uso un taglierino di quelli fatti tipo spatola. Appoggiando il tutto su un pezzetto di legno. Funziona bene l'unico problema è che a volte i pezzi staccati tendono a partire tipo scheggia... Con una bestemmia

che dura durante tutto il volo finche non lo ritrovo...

 

Ciao Navigator...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mmmmm.... Scelta da intenditore (Gli aerei Krukki sono tutti affascinanti) ;)

 

Allora, oltre al vadevecum del perfetto modellista esposto da S.Barone, ho da segnalarti un Link riguardante proprio il tuo modello, con dei dettagli favolosi! :okok:

Hasegawa 1/72 He-111H-6

 

youngerman111a.jpg

:drool: :drool: :drool:

 

Grazie Blu Sky.

Ho dato un'occhiata al link. Veramente ottimo.

Ho notato i dettagli del sedile, confrontando i pezzi della scatola. Ma come faccio a fare le cinture?

La livrea è molto bella, penso proprio che lo finirò così.

Per il momento proviamo con il montaggio a secco (come sapientemente suggerisce il Barone) per vedere come sono messo.

 

Stefano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per le cinture hai varie alternative:

 

1- le compri fotoincise

2- prendi del lamierino di rame in ferramenta spessore 1/10 o 2/10 mm ed armato di cutter e righello metallico ritagli delle striscioline da 1 mm

3- prendi 2 strappi di nastro adesivo , le attacchi dal lato adesivo l'una con l'altra , ne ricavi delle stricioline da 1 mm

 

con lo sesso procedimento ti ricavi le fibie e gli attacchi..

 

poi le colori

 

poi le monti..

Share this post


Link to post
Share on other sites

...e come attrezzatura come stai messo? Hai qualche foglio di carta abrasiva? Meglio di diverse grane... tipo 800 e 1200 che devi usare con l'acqua. Funzionano meglio...

 

Quindi... Il montaggio a secco (usando il nastro di carta) si fà per farci un idea del lavoro da fare. Serve anche per capiere se

l'aereo è sbilanciato. Magari pende di coda e devi aggiungere peso sul muso. Normalmente sulle istruzioni lo mettono ma

mica sempre... Cartegglia le sbavature che sono rimaste dopo aver staccato i pezzi o eventuali difetti di stampaggio

 

Poi vernici gli interni... lavoraci un po con il colore. Schiariscilo con del bianco o del grigio chiaro nei punti di usura e poi

prendi un pennello piatto lo sporchi con dell'argento e lo passi sul bordo devi vari pezzi (già verniciati), tipo consol, seggiolini e altro...

Serve per dare più realismo e profondità alle cose...

 

E' sempre meglio verniciare a parte i vari pezzi e poi assemblarli alla fine...

 

Se hai dei dubbi ferma il lavoro e chiedici pure... alle prime armi si siescono a fare dei danni che è difficile recuperare...

 

Ciao Naviator...

Share this post


Link to post
Share on other sites
...e come attrezzatura come stai messo? Hai qualche foglio di carta abrasiva? Meglio di diverse grane... tipo 800 e 1200 che devi usare con l'acqua. Funzionano meglio...

 

Quindi... Il montaggio a secco (usando il nastro di carta) si fà per farci un idea del lavoro da fare. Serve anche per capiere se

l'aereo è sbilanciato. Magari pende di coda e devi aggiungere peso sul muso. Normalmente sulle istruzioni lo mettono ma

mica sempre... Cartegglia le sbavature che sono rimaste dopo aver staccato i pezzi o eventuali difetti di stampaggio

 

Poi vernici gli interni... lavoraci un po con il colore. Schiariscilo con del bianco o del grigio chiaro nei punti di usura e poi

prendi un pennello piatto lo sporchi con dell'argento e lo passi sul bordo devi vari pezzi (già verniciati), tipo consol, seggiolini e altro...

Serve per dare più realismo e profondità alle cose...

 

E' sempre meglio verniciare a parte i vari pezzi e poi assemblarli alla fine...

 

Se hai dei dubbi ferma il lavoro e chiedici pure... alle prime armi si siescono a fare dei danni che è difficile recuperare...

 

Ciao Naviator...

 

Ciao Navigator,

ad attrezzatura penso di essere messo bene: ho carta abrasiva (varie misure), limetta per unghie, tagliaunghie, cutter, nastro di carta, ecc.

Se tolgo le sbavature dopo il taglio con limetta per unghie secondo te va bene? Mi sembra di riuscire a fare un lavoro più preciso che con la carta abrasiva.

 

Stefano

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Mi sembra di riuscire a fare un lavoro più preciso che con la carta abrasiva."

 

Ciao! Bè l'importate è il risultato. La tecnica ognuno usa la sua preferita. Magari ora che sei all'inizio

è giusto che le provi poi vedi quella che trovi migliore. Ci sono anche dei panni abrasivi oppure della carta abrasiva già attaccate a una spugna o a un tampone più rigido.

 

Il risultato del tuo lavoro di carteggiatura e rifinitura lo vedrai solo dando una mano di vernice di fondo. Io uso un grigio chiaro. Sembra incredibile ma anche quando si è sicuri di un lavoro perfetto la mano di "fondo" fa saltare fuori i difetti. A quel punto rifinisci con un'uteriore carteggiata o fai delle stuccature (l'hai comprato lo stucco vero?)

 

Un'ultima cosa prima di iniziare a verniciare specie se hai manipolato molto i pezzi devi sgrassarli con acqua tiepida e sapone

altrimenti la vernice non attacca e salta via con niente...

 

A che punto sei?

Ciao Navigator...

Share this post


Link to post
Share on other sites
"Mi sembra di riuscire a fare un lavoro più preciso che con la carta abrasiva."

 

Ciao! Bè l'importate è il risultato. La tecnica ognuno usa la sua preferita. Magari ora che sei all'inizio

è giusto che le provi poi vedi quella che trovi migliore. Ci sono anche dei panni abrasivi oppure della carta abrasiva già attaccate a una spugna o a un tampone più rigido.

 

Il risultato del tuo lavoro di carteggiatura e rifinitura lo vedrai solo dando una mano di vernice di fondo. Io uso un grigio chiaro. Sembra incredibile ma anche quando si è sicuri di un lavoro perfetto la mano di "fondo" fa saltare fuori i difetti. A quel punto rifinisci con un'uteriore carteggiata o fai delle stuccature (l'hai comprato lo stucco vero?)

 

Un'ultima cosa prima di iniziare a verniciare specie se hai manipolato molto i pezzi devi sgrassarli con acqua tiepida e sapone

altrimenti la vernice non attacca e salta via con niente...

 

A che punto sei?

Ciao Navigator...

 

por*a vacca, lo stucco non l'ho comprato.

Comunque oggi pomeriggio provo con l'assemblaggio a secco, poi per i colori vediamo, anche perchè ho visto che ne esistono una marea e quindi non so quali comprare. Vi chiederò consiglio al dunque.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
por*a vacca, lo stucco non l'ho comprato.

Comunque oggi pomeriggio provo con l'assemblaggio a secco, poi per i colori vediamo, anche perchè ho visto che ne esistono una marea e quindi non so quali comprare. Vi chiederò consiglio al dunque.....

 

Allora ragazzi, ho appena terminato di staccare i pezzi principali (abitacolo, fusoliera, ali) utilizzando una forbicina per unghie. Ho provato con un tagliaunghie, ma mi trovo meglio con le forbici. Ho pulito le sbavature utilizzando in questo caso una limetta per unghie e pur essendo la mia prima volta, mi sembra di aver fatto un buon lavoro. Ho successivamente verificato il corretto allineamento e non so se è un colpo di culo mi pare tutto ok. Solamente su un'ala vi è una parte con una piccola fessura (secondo me neanche un millimetro), ma che penso di poter stuccare in seguito.

Adesso dovrei iniziare la colorazione dell'abitacolo. Mi piacerebbe realizzarlo come da prezioso link inviatomi da Blue Sky: HE-111H-6 , però non ho la minima idea di che colori mi servano (che tipo, tonalità, ecc.).

Un'ultima cosa: che colla devo comprare?

Grazie a tutti per i consigli che mi avete dato fino adesso. Lo so che rompo ma adesso che ho iniziato devo dire che come pensavo è un hobby meraviglioso.

Ciao.

 

Stefano

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso dovrei iniziare la colorazione dell'abitacolo. Mi piacerebbe realizzarlo come da prezioso link inviatomi da Blue Sky: HE-111H-6 , però non ho la minima idea di che colori mi servano (che tipo, tonalità, ecc.).

 

Ehm... Scusami stedaz ma ti è sfuggito forse qualcosa! ;) Ti riporto parte del link in cui si specificano i colori da usare!

 

COLORS & MARKINGS

I used RLM 66 for the interior as this a/c was manufactured after the changeover to that color from the earlier RLM 02. The exterior was painted using Gunze RLM 70/71 over Pollyscale’s RLM 65. The contrast seems to be a good match for the few color photos I found on He 111H-6s in this theater. The RLM 02 yellow ID markings were from Aeromaster’s enamel range. I pre-shaded and post-shaded the kit during painting. I also used washes and artists pastels to add a worn look to the finish. The exhaust stains, so characteristic of the 111, were a heavily thinned 70/30 mix of Pollyscale black and dark brown. A coat of Future was applied before adding the kit decals for an a/c operating in Russia with 4./KG100 during the fall of 1942. I use Modelmaster’s burnt iron on the exhaust stubs and then wash them with heavily thinned Pollyscale black. The bombs were typically painted RLM 65 and had a yellow stripe in between each fin to identify them as general purpose bombs. No decals are provided for this but as luck would have it the width of the yellow fuselage decals, which I did not use, are exactly the length need for the bomb stripes! I just had to cut thin strips from them and apply those strips to the bombs…a real time saver!

 

youngerman111d.jpg;)

 

Un'ultima cosa: che colla devo comprare?

 

Io uso questa e mi ci trovo bene poi dipende anche dalle esigenze!

ITL_3993.jpg

 

Grazie a tutti per i consigli che mi avete dato fino adesso. Lo so che rompo ma adesso che ho iniziato devo dire che come pensavo è un hobby meraviglioso.

Ciao.

 

La cosa bella dei forum come questi è che ognuno può esporre la sua esperienza e di conseguenza si imparano sempre cose nuove, quindi buon lavoro! ^_^

Edited by Blue Sky

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ehm... Scusami stedaz ma ti è sfuggito forse qualcosa! ;) Ti riporto parte del link in cui si specificano i colori da usare!

 

COLORS & MARKINGS

I used RLM 66 for the interior as this a/c was manufactured after the changeover to that color from the earlier RLM 02. The exterior was painted using Gunze RLM 70/71 over Pollyscale’s RLM 65. The contrast seems to be a good match for the few color photos I found on He 111H-6s in this theater. The RLM 02 yellow ID markings were from Aeromaster’s enamel range. I pre-shaded and post-shaded the kit during painting. I also used washes and artists pastels to add a worn look to the finish. The exhaust stains, so characteristic of the 111, were a heavily thinned 70/30 mix of Pollyscale black and dark brown. A coat of Future was applied before adding the kit decals for an a/c operating in Russia with 4./KG100 during the fall of 1942. I use Modelmaster’s burnt iron on the exhaust stubs and then wash them with heavily thinned Pollyscale black. The bombs were typically painted RLM 65 and had a yellow stripe in between each fin to identify them as general purpose bombs. No decals are provided for this but as luck would have it the width of the yellow fuselage decals, which I did not use, are exactly the length need for the bomb stripes! I just had to cut thin strips from them and apply those strips to the bombs…a real time saver!

 

youngerman111d.jpg;)

Io uso questa e mi ci trovo bene poi dipende anche dalle esigenze!

ITL_3993.jpg

La cosa bella dei forum come questi è che ognuno può esporre la sua esperienza e di conseguenza si imparano sempre cose nuove, quindi buon lavoro! ^_^

 

Scusa Blue Sky, mi era proprio sfuggito. Mi cospargo il capo di cenere!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao... Ovviamente non hai l'aerografo vero? Quindi devi andare di pennelli...

 

Bè io se fossi in te comincierei a usare gli smalti per colorare, tipo quei barattolini della Humbrol. Visto che il tuo è un

modello piuttosto grosso gli smalti sono più facili da dare.

 

Comprati una serie di pennelli di dimensioni diverse, secondo me meglio quelli piatti che quelli a punta. Poi una tolla di

diluente all nitro o di acqua ragia che ti servirà per pulire i pennelli e i casini che di sicuro farai. Prima di metterti al

lavoro usa della carta da giornale per proteggere pamimento e tavolo da lavoro.

 

Mischia ben bene il colore dentro il barattolino

 

Trova una densità giusta aggiungendo del diluente

 

Sarebbe meglio che indossassi un paio di guanti in lattice per non lasciare ditate sul colore fresco

 

Ancora meglio se usi una molletta per tenere fermo il pezzo da verniciare e così eviti di toccare il pezzo mentre lo rigiri.

 

I pezzetti minuscoli qualcuno li incolla su degli stuzzicadenti con una microscopica goccia di attack

 

IMPORTANTISSIMO...

Dai diverse mani di colore. La prima deve essere leggera leggera, non preoccuparti se ci sono delle mancanze le copri

con le mani successive. Pennellatte sempre uguali e stessa direzione. Lascia asciugare tra una mano e l'altra!!!!

 

Pulisci bene i pennelli mettendoli a bagno nel diluente alla nitro o acquaragia...

 

Ciao Navigator...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao... Ovviamente non hai l'aerografo vero? Quindi devi andare di pennelli...

 

Bè io se fossi in te comincierei a usare gli smalti per colorare, tipo quei barattolini della Humbrol. Visto che il tuo è un

modello piuttosto grosso gli smalti sono più facili da dare.

 

Comprati una serie di pennelli di dimensioni diverse, secondo me meglio quelli piatti che quelli a punta. Poi una tolla di

diluente all nitro o di acqua ragia che ti servirà per pulire i pennelli e i casini che di sicuro farai. Prima di metterti al

lavoro usa della carta da giornale per proteggere pamimento e tavolo da lavoro.

 

Mischia ben bene il colore dentro il barattolino

 

Trova una densità giusta aggiungendo del diluente

 

Sarebbe meglio che indossassi un paio di guanti in lattice per non lasciare ditate sul colore fresco

 

Ancora meglio se usi una molletta per tenere fermo il pezzo da verniciare e così eviti di toccare il pezzo mentre lo rigiri.

 

I pezzetti minuscoli qualcuno li incolla su degli stuzzicadenti con una microscopica goccia di attack

 

IMPORTANTISSIMO...

Dai diverse mani di colore. La prima deve essere leggera leggera, non preoccuparti se ci sono delle mancanze le copri

con le mani successive. Pennellatte sempre uguali e stessa direzione. Lascia asciugare tra una mano e l'altra!!!!

 

Pulisci bene i pennelli mettendoli a bagno nel diluente alla nitro o acquaragia...

 

Ciao Navigator...

 

Ultimi due quesiti e poi mi metto al lavoro: immagino che la colla lasci, nel momento in cui le due superfici entrano a contatto, un eccesso da togliere. Come faccio? Secondo: prima di dare il colore devo passsare qualche sostanza particolare sui pezzi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo! La colla normalmente scioglie un po la plastica e quidi dove fa difetto o dove e' rimasto un eccesso di colla è meglio

agire con un taglierino o con una carteggiatina. E qui le cose si complicano un poco... Devi stare attento a carteggiare solo dove c'è n'è bisogno altrimenti rischi di rovinare le "pannellature". Cerca di limitare i danni magari mettendo 2 striscie di nastro adesivo parallele alle parti incollate. Se perdi delle pannellature devi pensare a reinciderle con un'ago ma questa è un'altra storia...

 

Prima di verniciare ci vuole una bella sgrassata dall'unto dello stampaggio e delle impronte digitali. Con acqua tiepida e sapone. Se c'è dell'unto la vernice non asciuga mai più o si stacca al minimo contatto...

 

Ciao Navigator

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poichè sono nuovo mi rivolgo a voi xk siete più esperti di me :helpsmile: Siccome volevo iniziare a collezionare modellini montabili di aerei, con quale aereo mi consigliate di iniziare?aspetto risposte grazie :adorazione:

 

P.S. come faccio a far venire fuori sotto le discussioni o i messaggi quelle cose scritte in blu?? grazie ancora

Share this post


Link to post
Share on other sites

...credo che debba deciderlo tu...

 

noi magari ti possiamo dar dei consigli su come montarlo e/o colorarlo...

 

...ti consiglierei l'aereo che ti piace di più...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non hai montato mai un modello ti suggerisco di iniziare con lo Spitfire in scala 1:72 dell'Italeri per 3 motivi:

 

1) è facile da montare

2) ha un prezzo basso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×