Jump to content
Sign in to follow this  
Gabriele

Turchia - Topic ufficiale

Recommended Posts

Si è stato confermato che si tratta di rifornitori turchi decollati quella notte. Erdogan continua a puntare il dito dicendo che potenze occidentali sono coinvolte.

 

Ein la cosa è stata riportata come possibile (ma non probabile) anche da questa parte del mondo. E se questo non bastasse, potresti guardare l'insofferenza verso la politica statunitense di supporto ai curdi verso cui Erdogan ha chiaramente ringhiato, la tempisticamente spettacolare dichiarazione sul pilota responsabile dell'abbattimento del fencer, le scuse a Putin dopo tutto l'abbaiare che ha fatto arrivate poco tempo fa, e una miriade di altri scricchiolii che sono sintomo di insofferenza sempre maggiore. Insofferenza che si traspare anche nei rapporti con l'Europa ( "ci prendete per il cu*o da 50 anni, vi possiamo dare lezioni di democrazia, la Francia pensi agli affari suoi", solo per riportarne alcune). Da qui alla "rottura" ne passa. Ma i segnali vanno colti e le notizie contestualizzate alla luce di cose precedenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra, e dico sembra, che Incirlik sia di nuovo al centro di attenzioni turche. Da diverse ore si dice sia stato stabilito un cordone di sicurezza intorno alla base con circa 1000 uomini (polizia). Forse (anzi, sicuramente, se la notizia fosse confermata) trattasi di nuove perquisizioni nella zona turca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si è stato confermato che si tratta di rifornitori turchi decollati quella notte. Erdogan continua a puntare il dito dicendo che potenze occidentali sono coinvolte.

 

Ein la cosa è stata riportata come possibile (ma non probabile) anche da questa parte del mondo. E se questo non bastasse, potresti guardare l'insofferenza verso la politica statunitense di supporto ai curdi verso cui Erdogan ha chiaramente ringhiato, la tempisticamente spettacolare dichiarazione sul pilota responsabile dell'abbattimento del fencer, le scuse a Putin dopo tutto l'abbaiare che ha fatto arrivate poco tempo fa, e una miriade di altri scricchiolii che sono sintomo di insofferenza sempre maggiore. Insofferenza che si traspare anche nei rapporti con l'Europa ( "ci prendete per il cu*o da 50 anni, vi possiamo dare lezioni di democrazia, la Francia pensi agli affari suoi", solo per riportarne alcune). Da qui alla "rottura" ne passa. Ma i segnali vanno colti e le notizie contestualizzate alla luce di cose precedenti.

 

 

L'origine della notizia è l'intervista di un ayatollah iraniano.. Suvvia.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho già risposto. Non è solo da quella parte del mondo, il nuovo asse di cooperazione è stato dato come possibile anche da questa parte del mondo per tutte quelle motivazioni che ti ho elencato sopra. Il che preoccupa i Paesi membri della NATO, che tengono d'occhio le relazioni fra questi Paesi (Con attenzione particolare per la Russia) in modo che la Turchia non si avvicini all'autoritarismo, pur incoraggiando la normalizzazione dei rapporti proprio con la Russia per incoraggiare le operazioni anti-is nell'aerea:

 

Erdogan’s cozying-up to Putin could further divide NATO allies over how best to respond to Russia’s growing assertiveness, in particular its takeover of Ukraine’s Crimean Peninsula two years ago and its support of separatists in that country’s eastern region.

Yet there is also an upside for NATO to moves by Ankara and Moscow to get past their dispute over the downed aircraft, officials said. It could ease operations against the Islamic State group in Syria, given that coalition and Russian forces operate in such close proximity there.

“We encouraged Turkey to try and recover from the shoot down and solve that problem with the Russians,” Army Gen. Curtis M. Scaparrotti, head of U.S. European Command and NATO’s supreme commander, told the Aspen Security Forum on Friday. “It is positive they are beyond that now.”

But he added a key caveat.

“From my point of view, I would be concerned if it appeared they (Turkey) were departing from their values,” Scaparrotti said. “That is the bedrock of the Washington Treaty and NATO, which they are a part of — rule of law, democratic institutions, etc. So we will watch closely and hope that goes in the right direction.



E questo non lo ha scritto la TASS eh. Viene da questa parte del mondo. Da Stars&Stripes

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contano i fatti. Vedremo se la Turchia smetterà di supportare logisticamente i ribelli. A giudicare dall'offensiva che ha spezzato l'assedio di Aleppo non si direbbe.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli occhiolini ai russi come velata minaccia all'Europa. E con gli USA non va meglio anche se "arrivano segnali di cooperazione".

 

https://www.google.it/amp/www.repubblica.it/esteri/2016/08/11/news/turchia_erdogan_ultimatum_a_usa_estradizione_gulen-145788999/amp/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si sussurrava di testate nucleari spostate dalla turchia a qualche paese più tranquillo. Ufficialmente perché potrebbero cadere in mano a gruppi terroristici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,1442.html

 

Ciò che significa? Amici come prima?

 

Significa che gli affari vanno avanti comunque. "Teniamo famiglia". Una delegazione USA si recherà in Turchia in questi giorni, per affrontare la questione Gulen/Estradizione.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gravemente ferito l'ambasciatore russo ad Ankara. L'attentatore avrebbe gridato "vendetta per Aleppo". Info ancora sommarie.

 

Edit: è morto.

Edited by fabio-22raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pare che l'attentatore abbia urlato qualcosa come «Noi moriamo ad Aleppo, tu muori qui».
Ed era un poliziotto Turco, che pare abbia anche scortato Erdoğan
in persona.

Quindi questo vuol dire che ad Aleppo ci sono poliziotti turchi che che stanno morendo? :whistling:
Qualcuno ha notizie delle tanto pubblicizzate operazioni d'evacuazione dei civili che hanno subito diversi stop tra obiezioni Russo/Siriane e saboteggi dei combattenti della zona d'Aleppo?

// momento complottista //

Ma non è che Putin ed Erdogan hanno trovato un qualche tipo di compromesso per l'evaquazione che ha lasciato "a piedi" qualche fazione che lottava ad Aleppo per conto dei Turchi, magari vicina agli apparati di sicurezza di Ankara, e la cosa non è andata giù a qualcuno?

// fine momento complottista //

traduzione frettolosa delle parole dell'attentatore in inglese:

We are those who have to wage jihad until our final hour! Allahu Akbar
dont forget syria and aleppo (2 times)
for as long as our cities in danger you wont be able to taste safety
move away (2 times)
only death can take me away from here
whoever has a share in this oppression( in aleppo and syria i think?) all of them will be punished one by one


Edited by Blabbo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cioè... veramente ignorate che Aleppo era parte integrante dell'impero ottomano e che ancora oggi nella zona vi sono popolazioni turcomanne?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cioè... veramente ignorate che Aleppo era parte integrante dell'impero ottomano e che ancora oggi nella zona vi sono popolazioni turcomanne?

No... insomma, anche quando hanno abbattuto il Su-24 ricordo che una delle considerazioni che si faceva era quella che la zona dove i russi stavano operando era popolata proprio da genti di stirpe turcomanna in sommossa contro il regime, però tuttavia...

un conto è sentire l'appartenenza ad un'etnia con origine comune oltreconfine, un conto è considerare qualcosa che avviene a quelle genti (ma non solo) come un'affare "Turco" non da un cittadino a caso, ma da un'membro delle forze di sicurezza turco di un certo livello, e di sentirla a tal punto da uccidere adirittura un'ambasciatore di uno stato straniero... in quel modo poi!

 

 

 

Inoltre avevo capito che la rivolta d'aleppo (e quella dei ribelli in generale) fosse qualcosa di trasversale e legato a questioni politiche più che strettamente etniche...

Edited by Blabbo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se ti sorprende sentirlo da un membro del servizio di sicurezza, allora è meglio che non ti dica cosa pensa Erdy su Aleppo e Mosul :asd: In pratica ritiene di avere la responsabilità in quanto storicamente appartenenti all'impero. E se lo pensa il vertice, figurati più in basso...

Edited by fabio-22raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se ti sorprende sentirlo da un membro del servizio di sicurezza, allora è meglio che non ti dica cosa pensa Erdy su Aleppo e Mosul :asd: In pratica ritiene di avere la responsabilità in quanto storicamente appartenenti all'impero. E se lo pensa il vertice, figurati più in basso...

Ok, seguo il thread siriano ma penso di essermi perso qualche dichiarazione in merito.

Erd. ha per caso rivendicato la sovranità su Aleppo? Vuole annetterla?

 

Se è così non avrebbe dovuto dichiarare direttamente guerra alla Siria? O_O

Share this post


Link to post
Share on other sites

Naaa niente di così drammatico. Più semplicemente ha una visione sua della storia turca riassumibile in questo paragrafo (che però non parla di Aleppo)

 

Erdogan, by contrast, has given voice to an alternative narrative in which Ataturks willingness in the Treaty of Lausanne to abandon territories such as Mosul and the now-Greek islands in the Aegean was not an act of eminent pragmatism but rather a betrayal. The suggestion, against all evidence, is that better statesmen, or perhaps a more patriotic one, could have gotten more.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×