Jump to content

Il concetto di IFV


Recommended Posts

E quanto peserebbe una griglia? Io credevo non pesasse molto. Ma comunque peserà sempre meno di di un IFV da 50-70 ton.

un bel pò e soprattutto è un kit che va aggiunto su di un mezzo che, generalmente, non prevede un peso aggiuntivo di svariate tonnellate posizionate in modo tutt'altro che ottimale, da un punto di vista della distribuzione dei pesi.

al contrario, un mezzo progettato per pesare 50-70 tonnellate, avrà sospensioni, motori e distribuzione dei pesi ad hoc e soffrirà, paradossalmente, meno.

 

Magari sarebbe il caso di leggere ciò che scrivono gli altri utenti, avrò ripetuto un centinaio di volte che tutti gli IFV attuali (quindi Bradley compreso) vanno più che bene. Io sono appunto contro l'arrivare ad IFV da 50 tonnellate ed oltre. Spero che questa sia l'ultima volta che lo ripeto.

ma è la stessa idea di IFV! che si un Bradley, un CV90, un Ulan o un Puma tedesco non cambia niente, anche perchè sono mezzi che, nelle configurazioni base, pesano grosso modo alla stessa maniera, "ingrassando" coi kit aggiuntivi fino a 40tonnellate e oltre.

sinceramente mi sembra che tu abbia le idee molto poco chiare a riguardo, anche perchè, ad esempio lo AIFV non è un IFV da 70tonnellate, ma una versione particolare dell'M-113.

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites
  • Replies 68
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

ma è la stessa idea di IFV! che si un Bradley o un Puma tedesco non cambia niente. il Puma è solo più moderno e più protetto, pesando dunque di più.

sinceramente mi sembra che tu abbia le idee molto poco chiare a riguardo, rifacendoti troppo alle schedine e troppo poco alla realtà operativa ed ai veri bisogni dei soldati.

NO.È il contrario... perchè se sapessi che il ruolo degli IFV sapresti che resistere ad un APFSDS non rientra tra questi. E quello non fa il confronto schedina/ruolo sei tu!!! Anche a quei 6 poveracci che sono saltati in aria su uno IED a bordo del Lince avrebbe fatto piacere trovarsi in un Ariete. Il Lince naturalmente non ha retto perchè il suo ruolo non comprende il resistere a un ordigno di tale potenza. Allora cosa dovremmo fare????? Progettare un Lince 2 da 70 ton.???? Tutto questo per farti capire che ogni tipologia di mezzo ha il suo ruolo e non deve essere strafare inutilmente perchè sarebbe controproducente.

 

____________________

 

@Dominus: No. Sull'ultimo numero di RID è stata annunciata la chiusura del programma.

Edited by W L'ITALIA
Link to post
Share on other sites
NO.È il contrario... perchè se sapessi che il ruolo degli IFV sapresti che resistere ad un APFSDS non rientra tra questi.

quindi tu ne sai più di TUTTI gli eserciti del mondo, che richiedono la protezione contro proiettili perforanti, sugli IFV, dagli anni 70??? o tu pensi che i proiettili perforanti siano solo quegli degli MBT??? lo sai che i proiettili perforanti sottocalibrati esistono anche per i cannoncini automatici in dotazione agli IFV???

veramente, contatta il Centcom... sono sicuro che ti prenderanno :asd:

 

Anche a quei 6 poveracci che sono saltati in aria su uno IED a bordo del Lince avrebbe fatto piacere trovarsi in un Ariete. Il Lince naturalmente non ha retto perchè il suo ruolo non comprende il resistere a un ordigno di tale potenza. Allora cosa dovremmo fare????? Progettare un Lince 2 da 70 ton.???? Tutto questo per farti capire che ogni tipologia di mezzo ha il suo ruolo e non deve essere strafare inutilmente perchè sarebbe controproducente.

eh???

tu confondi il ruolo dei mezzi con l'inevitabilità della guerra... non ci siamo proprio!

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites

Dominus: No. Sull'ultimo numero di RID è stata annunciata la chiusura del programma.

 

 

Programma ristrutturato, tra due mesi esce una nuova request of proposal e guarda caso la protezione sarà sempre il tema centrale giudicando insufficente quella del bradley (fonte us army)

Link to post
Share on other sites

quindi tu ne sai più di TUTTI gli eserciti del mondo, che richiedono la protezione contro proiettili perforanti, sugli IFV, dagli anni 70??? o tu pensi che i proiettili perforanti siano solo quegli degli MBT??? lo sai che i proiettili perforanti sottocalibrati esistono anche per i cannoncini automatici in dotazione agli IFV???

veramente, contatta il Centcom... sono sicuro che ti prenderanno :asd:

Mi riferivo al 120 e dato che ho menzionato più volte il 30 mm perforante mi pare di sapere l'esistenza di altri decalibrati. :asd:

eh???

tu confondi il ruolo dei mezzi con l'inevitabilità della guerra... non ci siamo proprio!

Se non sai controbattere con un argomento valido evita di insultare gli altri utenti con scemenze.

Link to post
Share on other sites
Mi riferivo al 120 e dato che ho menzionato più volte il 30 mm perforante mi pare di sapere l'esistenza di altri decalibrati. :asd:

bravo, allora ci spieghi perchè è un crimine progettare gli IFV con corazzatura resistente ai proiettili perforanti da 30mm, visto che tutti gli IFV hanno questo requisito?

anche perchè i requisti, pure quelli riguardanti i mezzi futuri, di questo parlano: protezione contro cannonicini da 30-40mm ed RPG. la resistenza a colpi in pieno di MBT, te la sei inventata tu, visto che anche il Namer ed il BTR-T (che sono mezzi particolarissimi e di nicchia) non resistono affatto ad un 120mm. forse non hai avrai capito bene qualche lettura... non lo so, magari postaci sta misteriosa fonte :asd:

 

Se non sai controbattere con un argomento valido evita di insultare gli altri utenti con scemenze.

quali scemenze?

tu confondi il ruolo dei mezzi con l'inevitabilità della guerra, altrimenti non avresti portato ad esempio un Lince che salta su di una IED particolarmente potente, essendo il Lince un MRAP leggero che ha salvato numerose vite.

è come dire: a che serve un MBT se lo apro con un missile controcarro? è un esempio stupido e senza alcun senso!

quindi, prima di dire che gli altri non ti sanno rispondere, magari pensa fino a 10 ;)

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites

bravo, allora ci spieghi perchè è un crimine progettare gli IFV con corazzatura resistente ai proiettili perforanti da 30mm, visto che tutti gli IFV hanno questo requisito?

anche perchè i requisti, pure quelli riguardanti i mezzi futuri, di questo parlano: protezione contro cannonicini da 30-40mm ed RPG. la resistenza a colpi in pieno di MBT, te la sei inventata tu, visto che anche il Namer ed il BTR-T (che sono mezzi particolarissimi e di nicchia) non resistono affatto ad un 120mm. forse non hai avrai capito bene qualche lettura... non lo so, magari postaci sta misteriosa fonte :asd:

Ma ci fai o ci sei?????? Come te lo devo dire che gli attuali IFV (i quali resistono al 30 mm perforante) per me vanno benissimo????? E poi i futuri IFV da 70 tonnellate saranno per forza fatti per resistere al 125 russo perchè per resistere al 30 mm bastano quelli odierni.

quali scemenze?

tu confondi il ruolo dei mezzi con l'inevitabilità della guerra, altrimenti non avresti portato ad esempio un Lince che salta su di una IED particolarmente potente, essendo il Lince un MRAP leggero che ha salvato numerose vite.

è come dire: a che serve un MBT se lo apro con un missile controcarro? è un esempio stupido e senza alcun senso!

quindi, prima di dire che gli altri non ti sanno rispondere, magari pensa fino a 10 ;)

Ma non hai capito l'esempio!!! Il concetto è che secondo la tua filosofia dopo quel che è successo bisognerebbe fare un Lince 2 da 70 tonnellate per proteggerlo da minacce che non centrano niente con il suo ruolo. Invece il Lince va lasciato con il peso attuale che per il suo ruolo va più che bene. Questo è la stessa cosa che con un IFV: nel golfo i Bradley sono stati distrutti la maggior parte dai T-72, è stata uno scontro che non rientrava nel loro ruolo; quindi oggi non ha senso fare IFV da 70 tonnellate per resistere al 125 se non è quello il loro ruolo. Poi se lo Us ARMY ha inserito nuovi ruoli è un altro discorso (domanda che ho fatto fin dall'inizio)

Link to post
Share on other sites
Ma ci fai o ci sei?????? Come te lo devo dire che gli attuali IFV (i quali resistono al 30 mm perforante) per me vanno benissimo????? E poi i futuri IFV da 70 tonnellate saranno per forza fatti per resistere al 125 russo perchè per resistere al 30 mm bastano quelli odierni.

ma quali IFV da 70tonnellate???

vogliamo nomi, fonti, dati... non farneticazioni di un 15enne!!! veramente, adesso basta co sta panzana, direi che ti abbiamo dato fin troppa corda in questo tuo volo pindarico!!!

inoltre, se in un futuro, si richierà di resistere ai 125mm, lo si farà e tu potrai lagnarti quanto vorrai, tanto il centcom non penso ti darà retta.

 

Ma non hai capito l'esempio!!! Il concetto è che secondo la tua filosofia dopo quel che è successo bisognerebbe fare un Lince 2 da 70 tonnellate per proteggerlo da minacce che non centrano niente con il suo ruolo. Invece il Lince va lasciato con il peso attuale che per il suo ruolo va più che bene. Questo è la stessa cosa che con un IFV: nel golfo i Bradley sono stati distrutti la maggior parte dai T-72, è stata uno scontro che non rientrava nel loro ruolo; quindi oggi non ha senso fare IFV da 70 tonnellate per resistere al 125 se non è quello il loro ruolo. Poi se lo Us ARMY ha inserito nuovi ruoli è un altro discorso (domanda che ho fatto fin dall'inizio)

mai inteso nulla del genere e se tu volevi intendere questo, avresti potuto usare un esempio migliore.

in ogni caso, tu continui a non capire che ruolo e livello di minaccia non sono strettamente collegati e che un IFV può fare l'IFV anche se pesa 70tonnellate e resiste ai cannoni dell'Iowa. poi, se questo ti urta in maniera incredibile... problemi tuoi, i soldati se ne fregano che tu picci!

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites

ma quali IFV da 70tonnellate???

vogliamo nomi, fonti, dati... non farneticazioni di un 15enne!!! veramente, adesso basta co sta panzana, direi che ti abbiamo dato fin troppa corda in questo tuo volo pindarico!!!

inoltre, se in un futuro, si richierà di resistere ai 125mm, lo si farà e tu potrai lagnarti quanto vorrai, tanto il centcom non penso ti darà retta.

Ma hai 25 anni e ancora non sai leggere???? Il progetto di cui parlavo con Dominus è per IFV tra le 50 e le 70 tonnellate. Si chiama GCV (Ground Combat Veicle)

 

I soliti insulti senza alcun fondamento...

Edited by W L'ITALIA
Link to post
Share on other sites

ah ecco... un discorso senza senso, su di un mezzo che manco esiste ed il cui progetto è stato bloccato. direi che è la ciliegina sulla torta per questa assurda discussione, anche perchè io avevo chiesto un IFV pesante 70tonnellate, resistente ad un sabot da 120mm, non un mezzo da 53tonnellate che arrivava a 70 per difendersi dai beduini, visto che l'army incentra la futura difesa da minacce simmetriche a tutt'altre cose, ma questi sono dettagli :asd:

 

comunque, il concetto che tu non vuoi capire non cambia: se il livello di minaccia aumenta, si aumenta la protezione e non fa niente se è un IFV, sarà un IFV un pò sovrappeso... poi ti ripeto, se non ce la fai a sopportare la cosa, telefona al Centcom, loro ti sapranno aiutare :asd:

a noi, non cambia niente, anzi... meglio così, meno soldati uccisi.

tutta questa assurda discussione si basa su questo semplicissimo concetto e non c'entra niente col ruolo che ha l'IFV (dando per scontanto che tale ruolo rimarrà negli anni) ed il GCV (che non esiste manco come prototipo... è un render, fatto anche male), così come il Puma tedesco, sono esempi di quanto ti stiamo ripetendo da 2 pagine... quindi basta con la panzana che se è troppo armato e corazzato, non è più un IFV.

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites
ah ecco... un discorso senza senso, su di un mezzo che manco esiste ed il cui progetto è stato bloccato

veramente il progetto GCV Infantry Fighting Vehicle NON è stato annullato, pesera da un minimo di 50 tonnelate ad un massimo di 70 tonnelate, in fuoristrada andra a 50km/h,dovra combinare la mobilita dello stryker,la potenza di fuoco del bradley e la protezione degli MRAP,oltre ad essere dotato di armi non letali,di capacita di interecettare proiettili a tiro teso e curvo e di neutralizzare mezzi pesantemente corrazzati a grande distanza,nonche di una motorizzazione altamente efficente sotto il profilo del consumo di carburante, e sara dotato anche di missili anticarro.

Link to post
Share on other sites

ah ecco... un discorso senza senso, su di un mezzo che manco esiste ed il cui progetto è stato bloccato. direi che è la ciliegina sulla torta per questa assurda discussione, anche perchè io avevo chiesto un IFV pesante 70tonnellate, resistente ad un sabot da 120mm, non un mezzo da 53tonnellate che arrivava a 70 per difendersi dai beduini, visto che l'army incentra la futura difesa da minacce simmetriche a tutt'altre cose, ma questi sono dettagli :asd:

Ecco cosa????? Te ne sei accorto che la guerra fredda è finita?????? Un mezzo dal peso fisso da 70 ton. non è più l'ideale oggi che viene riechiesto di schierare mezzi in qualsiasi parte del mondo. Non a caso l'Abrams che pesa circa 70 ton. è stato concepito per operare nell'europa centrale, dove si sapeva che il tipo di terreno poteva reggere quel peso. Oggi ti può anche essere chiesto di operare im zone dove il terreno non è adatto ad un mezzo da 70 ton. Per questo oggi se devi avere un mezzo pesante è meglio farlo appunto sulle 55 ton. e se poi il terreno zone d'operazioni ti consente di operare con mezzi da 70 ton. monti corazze addizionali e raggiungi tale peso. Di un mezzo fisso sulle 70 ton. se poi non puoi impiegarlo perchè il terreno non lo regge non te fai niente!!!

Link to post
Share on other sites
Ecco cosa????? Te ne sei accorto che la guerra fredda è finita?????? Un mezzo dal peso fisso da 70 ton. non è più l'ideale oggi che viene riechiesto di schierare mezzi in qualsiasi parte del mondo. Non a caso l'Abrams che pesa circa 70 ton. è stato concepito per operare nell'europa centrale, dove si sapeva che il tipo di terreno poteva reggere quel peso. Oggi ti può anche essere chiesto di operare im zone dove il terreno non è adatto ad un mezzo da 70 ton. Per questo oggi se devi avere un mezzo pesante è meglio farlo appunto sulle 55 ton. e se poi il terreno zone d'operazioni ti consente di operare con mezzi da 70 ton. monti corazze addizionali e raggiungi tale peso. Di un mezzo fisso sulle 70 ton. se poi non puoi impiegarlo perchè il terreno non lo regge non te fai niente!!!

tu dici che in iran,cuba,venezuela,corea del nord,siria non va bene?

Link to post
Share on other sites
veramente il progetto GCV Infantry Fighting Vehicle NON è stato annullato

infatti io ho scritto bloccato :whistling:

 

Ecco cosa????? Te ne sei accorto che la guerra fredda è finita??????

infatti il GCV non nasce per uno scenario da guerra fredda. ha una struttura modulabile dove quella più pesante viene usata in contesti asimmetrici.

 

Un mezzo dal peso fisso da 70 ton. non è più l'ideale oggi che viene riechiesto di schierare mezzi in qualsiasi parte del mondo. Non a caso l'Abrams che pesa circa 70 ton. è stato concepito per operare nell'europa centrale, dove si sapeva che il tipo di terreno poteva reggere quel peso. Oggi ti può anche essere chiesto di operare im zone dove il terreno non è adatto ad un mezzo da 70 ton. Per questo oggi se devi avere un mezzo pesante è meglio farlo appunto sulle 55 ton. e se poi il terreno zone d'operazioni ti consente di operare con mezzi da 70 ton. monti corazze addizionali e raggiungi tale peso. Di un mezzo fisso sulle 70 ton. se poi non puoi impiegarlo perchè il terreno non lo regge non te fai niente!!!

decisamente no e no.

per quanto riguarda il dispiegamento rapido: un mezzo che possa essere dispiegato rapidamente in ogni parte del globo, non pesa nè 70tonnellate, nè 50tonnellate, nè 40tonnellate. ne pesa al massimo una ventina, come lo Stryker che, comunque, ha una capacità di dispiegamento rapido solamente teorica, visto che non è operativamente possibile spostare ingenti forze meccanizzate per via aerea, come le operazioni del golfo hanno ampiamente dimostrato (è una chimera che all'USAF piace tanto, ma l'unico metodo per spostare ingenti forze meccanizzate sono le navi). nonostante ciò, il futuro GCV ha tra i requisti quello di essere trasportato dal C-17 e non dal C-130... almeno a questo ci sono finalmente arrivati.

per quanto riguarda il territorio: un terreno che non permette il transito di un mezzo da 70tonnellate, non lo permetterà manco per uno da 50 e probabilmente sarà una bellissima palude, dove non si opera con mezzi convenzionali. inoltre, la tua obiezione che un mezzo da 70tonnellate non è adatto in uno scenario non europeo è infondata: la versione supercorazzata è pensata per andare contro i beduini o chi per loro e che notoriamente non abitano nelle paludi ma su altopiani aridi dove mezzi corazzati pesanti hanno già operato ed operano con successo, non per fermare l'orda rossa sulla Soglia di Gorizia.

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites

tu dici che in iran,cuba,venezuela,corea del nord,siria non va bene?

Non lo so, ancora non sono andato di persona a controllare. Comunque prima di Desert Storm le forze speciali furono inviate in Kuwait e Iraq proprio per accertarsi che il terreno fosse idoneo a operare con l'Abrams. Questo fa capire che il problema esiste.

Link to post
Share on other sites
tu dici che in iran,cuba,venezuela,corea del nord,siria non va bene?

potremmo escludere Cuba che è un isola ed il Venezuela che si estende tra paludi, montagne e giungle (ma unicamente in via teorica, perchè in Vietnam i corazzati si comportarno bene, quando furono usati), gli altri paesi sono posti dove le forze corazzate sono sempre state di primissimo piano ed hanno combattuto guerre ad elevata intensità, quindi si, è adattissimo.

 

Comunque prima di Desert Storm le forze speciali furono inviate in Kuwait e Iraq proprio per accertarsi che il terreno fosse idoneo a operare con l'Abrams.

davvero strana come cosa, per non dire assurda: il Kuwait fu invaso da forze meccanizzate e tra Iran ed Irak si era da poco conclusa una guerra meccanizzata ad altissima intensità, senza contare che le forze speciali non fanno queste cose.

potresti fornirci la fonte di questa notizia e magari il trafiletto, se tale fonte è in inglese???

 

Questo fa capire che il problema esiste.

infatti, come è noto, l'IDF che opera in terreni teoricamente ostili ai mezzi pesanti come deserti (Sinai, Giordania e Siria), ambienti mediterranei (Libano), zone fortemente urbanizzate (Gaza e territori occupati) e paesaggi carsici (Golan) non usa mezzi come il Merkeva, l'Achzirt o il Namer... ma bici e tricicli e nei casi migliori, una panda 4wd.

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites

Non lo so, ancora non sono andato di persona a controllare. Comunque prima di Desert Storm le forze speciali furono inviate in Kuwait e Iraq proprio per accertarsi che il terreno fosse idoneo a operare con l'Abrams. Questo fa capire che il problema esiste.

 

 

Quindi un carro nato per operare nell'ambiente collinare centroeuropeo adesso avrebbe dovuto aver problemi in un deserto dove massimo ti impatani sulla grotta dei quaranta ladroni? Ma fammi il piacere.

Link to post
Share on other sites

Se il terreno si fosse rivelato non idoneo direi proprio di si!

 

@Vorthex: nella guerra Iran-Iraq gli MBT avevano un peso nettamente inferiore all'Abrams e in Desert Storm non avendo alcuna garanzia che il terreno fosse idoneo furono appunto mandate le forze speciali a verificarlo. La fonte è o il gen. Franks o Clancy (Ma mi sembra di ricordare fosse il primo) in "Dentro la Tempesta"

Link to post
Share on other sites

ecco, come sospettavo :asd:

è un banale errore di traduzione del libro, avranno trovato una frase del tipo "us special forces were deployed to prepare the entry of mechanized forces" ed avranno tradotto "to prepare" in senso letterale... non sarebbe la prima volta :asd:

nessuno mandò forze speciali a raccogliere pietrisco, se non nelle ipotetiche zone di sbarco (ma quello lo si fa per motivi un pò diversi), anche perchè, come già ampiamente detto, se il terreno non è adatto agli MBT non sono 5 tonnellate a fare la differenza: un M-1A1 non pesa 70tonnellate ma circa 60 ossia 5 in più del Chieftain, MBT usato regolarmente dal Kuwait a quel tempo... o vuoi forse dire che manco i Kuwaitiani sanno come è il loro territorio?

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites
infatti, come è noto, l'IDF che opera in terreni teoricamente ostili ai mezzi pesanti come deserti (Sinai, Giordania e Siria),
aspetta vortex dipende dal deserto nel sahara sarebbe un pò complicato nei deserti ''classici''(deserto del nevada per intenderci)è un terreno perfetto per i carri,infatti il terreno non avrebbe problemi del peso ecco perche il cimitero degli aerei si trova nel deserto(oltre per il discorso dell' umidita)

 

cmq essendo che si parla di carri l' abrams restera in servizio fino al 2050,e non verra sostituito dal nuovo IFV.

Link to post
Share on other sites
aspetta vortex dipende dal deserto nel sahara sarebbe un pò complicato nei deserti ''classici''(deserto del nevada per intenderci)è un terreno perfetto per i carri,infatti il terreno non avrebbe problemi del peso ecco perche il cimitero degli aerei si trova nel deserto(oltre per il discorso dell' umidita)

chi ha mai parlato del Sahara???

io ho citato il Sinai, la Giordania e la Siria dove si sono combattute le più grandi battaglie meccanizzate degli ultimi 50anni.

ora, o queste battaglie erano meccanizzate perchè combatutte con vespini e califfoni o, evidentemente, avete un idea troppo radicale del deserto, ricordando poi che esistono vari tipi di deserto e che non tutti sono sabbia fine ed un mare di dune.

ovviamente, come in tutti i terreni, esistono zone desertiche più soffici, dove è più facile sprofondare, ma queste zone esistono anche in terreni diversi e basta farsi un giro su internet, scrivendo "MBT mud" per farsi un idea di come l'impantanarsi, anche in una campagna nostrana dopo una giornata di pioggia, sia una cosa tutt'altro che rara.

il fatto che questo accada, non toglie mobilità ai mezzi... altrimenti non potrebbero andare oltre un autostrada a 3corsie con asfalto drenante!

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites

ecco, come sospettavo :asd:

è un banale errore di traduzione del libro, avranno trovato una frase del tipo "us special forces were deployed to prepare the entry of mechanized forces" ed avranno tradotto "to prepare" in senso letterale... non sarebbe la prima volta :asd:

nessuno mandò forze speciali a raccogliere pietrisco, se non nelle ipotetiche zone di sbarco (ma quello lo si fa per motivi un pò diversi), anche perchè, come già ampiamente detto, se il terreno non è adatto agli MBT non sono 5 tonnellate a fare la differenza: un M-1A1 non pesa 70tonnellate ma circa 60 ossia 5 in più del Chieftain, MBT usato regolarmente dal Kuwait a quel tempo... o vuoi forse dire che manco i Kuwaitiani sanno come è il loro territorio?

Ma per favore... non era mica una righetta, si capiva bene cosa intendevano e l'inglese di sicuro lo sanno meglio di te.

Link to post
Share on other sites

ho seri dubbi.

l'inglese tecnico-militare non è conosciuto da molti traduttori, basta vedere gli Orrori che fin troppo spesso vengono commessi... non è un caso se si preferisce, potendo, consultare la fonte originale inglese.

d'altro canto, restano le numerose incongruenze con la realtà oggettiva... il Kuwait non è mica una distesa si sabbia finissima, altrimenti non si compravano il Cheiftain... senza contare una guerra meccanizzata di 8anni appena conclusa ;)

ciò non toglie che, magari, siano stati fatti studi geologi sulla zona, ma per un eventuale sbarco o per una avanzata sulla linea costeria, piena di isole e paludi, ma sicuramente senza questa assillante preoccupazione di cui ci vuoi convincere.

 

tra le altre cose... perchè "si capiva bene cosa intendevano"?

mi era parso di capire che Franks avesse palesemente detto: abbiamo mandato SF a raccogliere sabbia per assicurarci che i nostri carri non ci affondassero dentro.

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites

Si capisce ciò che intendevano perchè mi ricordo che non era un vago cenno all'avvenimento ma era del tipo: "gruppi di SF sono stati infiltrati dietro le linee nemiche con lo scopo di verificare che il terreno fosse idoneo a operare con mezzi della mole dell'Abrams". E questo me lo ricordo bene. Ovviamente quello che ho citato è un sunto, sul libro era molto più lungo. E dato che non si mandano soldati dietro le linee nemiche a buffo, fa capire che chiarire se il terreno è idoneo o no è di molta importanza.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...