Jump to content
Sign in to follow this  
Berkut

Dilemma sulla Via Lattea

Recommended Posts

Ciao a tutti!

Visto che di recente mi sto interessando di astronomia (anche per un racconto fantascientifico che sto scrivendo) stavo approfondendo un po' la Via Lattea. Per far ciò ho scaricato ed installato Celestia, software per l'esplorazione spaziale virtuale. Non appena ho installato Celestia ho cercato "Via Lattea" e mi sono ritrovato una bella panoramica, con il sole evidenziato:

vialatteasole.jpg

 

Visto che non mi accontento di una sola "fonte" ho voluto cercare altre informazioni e ho trovato quest'immagine:

milkywaynewresized.jpg

 

Come potete notare le due immagini sono nettamente diverse, basta prendere il Braccio d'Orione (quello dove c'è il sole) e guardare un po' da li il Braccio di Perseo per rendersi conto che sono nettamente diversi.

Può darsi che le due immagini siano riprese da angolazioni diverse, ma non riesco proprio ad orientarmi. Come ne vengo fuori?

 

P.S: la seconda immagine dovrebbe essere della NASA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

a dire il vero a me sembrano piuttosto simili, sopratutto le le provi a sovrapporre ed ignori l'effetto "luce" della secondoa immagine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao.

anche a me sembrano molto simili, in ogni caso secondo me quelle sono delle rappresentazioni grafiche, dubito che abbiamo la tecnologia per fare delle foto vere a quella distanza dalla nostra galassia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao.

anche a me sembrano molto simili, in ogni caso secondo me quelle sono delle rappresentazioni grafiche, dubito che abbiamo la tecnologia per fare delle foto vere a quella distanza dalla nostra galassia.

 

 

... e beh!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ovviamente quelle non sono le immagini della via lattea in quanto noi ci siamo dentro ed è quindi impossibile vederla così!

ecco alcune immagini dalla terra ottenute grazie ai telescopi telescopi

Via_lattea_in_estate_2.jpg

via+lattea.jpg

Edited by diogene

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti per le risposte; in ogn caso ovviamente so che non esistono immagini veritiere, mi chiedevo solo quale fosse la più verosimile. In ogni caso se fate caso al Braccio di Perseo risulterà molto più lungo nella seconda, idem per lo Scudo-Croce (anche se la prima foto mostra una diramazione e forse lo Scudo-Croce potrebbe essere quello).

In ogni caso credo che mi baserò su Celestia, anche perché posso trovare immediatamente una stelle e la sua esatta (spero, o quanto meno abbastanz precisa) posizione.

Sapete se Celestia può evidenziarmi i nomi dei bracci?

Edited by Berkut

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai letto cosa c'è scritto nella seconda immagine? artist concept. In realtà anche celestia è un disegno artistico di fatto, ma cerca di rappresentare la galassia, sulla base dei dati telemetrici disponibili, in maniera fedele se ti trovassi alla distanza, tiro ad indovinare rispetto alla prima foto, di circa 500 mila anni luce.

Se devi scrivere un romanzo, come cerco di fare io, tieni conto di ciò che si ritiene plausibile o vero, ma non cercare di cavillare troppo, perché questioni astronomiche complesse sono appunto tuttora oggetto di discussione da parte degli scienziati. Come è stato fatto notare l'immagine d'insieme della via lattea è impossibile da visualizzare, possiamo solo immaginarla, e aggiungerei che è molto difficile visualizzare anche ciò che sta al di là del piano, sia verso il centro, ma anche gli altri lati, quindi abbiamo anche dell'universo una visione parziale di forma all'incirca conica sul lato inferiore e superiore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai letto cosa c'è scritto nella seconda immagine? artist concept. In realtà anche celestia è un disegno artistico di fatto, ma cerca di rappresentare la galassia, sulla base dei dati telemetrici disponibili, in maniera fedele se ti trovassi alla distanza, tiro ad indovinare rispetto alla prima foto, di circa 500 mila anni luce.

Se devi scrivere un romanzo, come cerco di fare io, tieni conto di ciò che si ritiene plausibile o vero, ma non cercare di cavillare troppo, perché questioni astronomiche complesse sono appunto tuttora oggetto di discussione da parte degli scienziati. Come è stato fatto notare l'immagine d'insieme della via lattea è impossibile da visualizzare, possiamo solo immaginarla, e aggiungerei che è molto difficile visualizzare anche ciò che sta al di là del piano, sia verso il centro, ma anche gli altri lati, quindi abbiamo anche dell'universo una visione parziale di forma all'incirca conica sul lato inferiore e superiore.

Ovviamente so che sono disegni artistici, mi chiedevo solo quale dei due fosse più verosimile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciò che dice Gabriele è molto corretto: le riproduzioni fotografiche che ci vengono proposte dalla Nasa sono il frutto di dati fotografici riprodotti dai telescopi orbitali di cui la Nasa dispone: solo per ricordare i più noti, citiamo il telescopio orbitale Hubble(1999), Spitzer (2002) e il nuovissimo Wise (2009). Si tratta di telescopi a infrarosso, capaci di captare gli ultravioletti e, in particolare Wise rileva le radiazioni elettromagnetiche a lunghezza d'onda infrarossa sia media che più piccola. Il risultato sono le straordinarie e spettacolari immagini che la Nasa ha poi diffuso negli ultimi anni a beneficio del mondo scientifico e delle comunità.

Nella sua missione di mappatura dell'intero cielo, Wise catturerà l'intero Gruppo Locale che è costituito da 50 galassie tra le quali c'è la nostra Via Lattea e la Galassia Andromeda che è la galassia più vicina alla nostra (2,5 milioni di anni luce) ed anche la più grande e quella che contiene il maggiore numero di stelle.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciò che dice Gabriele è molto corretto: le riproduzioni fotografiche che ci vengono proposte dalla Nasa sono il frutto di dati fotografici riprodotti dai telescopi orbitali di cui la Nasa dispone: solo per ricordare i più noti, citiamo il telescopio orbitale Hubble(1999), Spitzer (2002) e il nuovissimo Wise (2009). Si tratta di telescopi a infrarosso, capaci di captare gli ultravioletti e, in particolare Wise rileva le radiazioni elettromagnetiche a lunghezza d'onda infrarossa sia media che più piccola. Il risultato sono le straordinarie e spettacolari immagini che la Nasa ha poi diffuso negli ultimi anni a beneficio del mondo scientifico e delle comunità.

Nella sua missione di mappatura dell'intero cielo, Wise catturerà l'intero Gruppo Locale che è costituito da 50 galassie tra le quali c'è la nostra Via Lattea e la Galassia Andromeda che è la galassia più vicina alla nostra (2,5 milioni di anni luce) ed anche la più grande e quella che contiene il maggiore numero di stelle.

 

Sì è vero, contiene più stelle ed ha dimensioni maggiori, ma la massa dovrebbe essere inferiore, questo per precisare un aspetto che è dibattuto nella comunità dell'astrofisica, soprattutto in merito al possibile aspetto delle due galassie risultanti dall' "incontro" che avverrà tra 5 miliardi di anni.

Edited by Gabriele

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×