Jump to content

Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale


Recommended Posts

La Luftwaffe deve per forza di cose far diventare multiruolo i suoi Typhoon, resterebbe altrimenti senza componente d'attacco. In Italia le ristrettezze di bilancio non consentono, per ora, di avere dei Typhoon polivalenti, anche perchè in questo ruolo abbiamo gli eccellenti Tornado ed i sempre validi AMX, entrambi combact proven, una delle migliori linee d'attacco della NATO, che quando andranno in pensione varranno sostituiti dagli F-35 di cui non voglio neanche enunciare le doti di aereo d'attacco, che cosa li spendiamo a fare milioni su milioni per avere degli AF-2000? Certo sarebbe auspicabile dotare i nostri Tifoni di una capacità AG, mi auguro che una volta usciti da questi tempi di vacche magre si integreranno sistemi ed equipaggiamenti a non finire, anche perchè l'AMI sembra aver compreso l'importanza di assetti polivalenti, ma ora come ora non possiamo ed i Tifoni che abbiamo bastano a malapena per difendere il nostro spazio aereo nazionale più quelli di Albania e Croazia.

 

Per quanto riguarda l'impiego dei Tifoni fuori dai confini nazionali non credo che sia il caso di far fare ai nostri equipaggi missioni di superiorità aerea pura, da quando la NATO coordina e compie massicce campagne aeree come quella dei Balcani l'interdizione è sempre stato appannaggio dell'USAF mentre gli assetti alleati vengono impiegati in CAP (Combact Air Patrol) al di fuori dalle aree interessate dai combattimenti. Infatti credo che adattare la base di Mazar-e-Sharif a sostenere missioni del genere sia più prudente che imbottire di SAM il confine tra Iran e A-stan. Quello che intendo dire è che solitamente in questi casi si opera dislocando i SAM sulle basi o nelle immediate vicinanze e si creano dei corridoi, delle "no fly zone", lungo il confine che si vuole evitare che venga oltrepassato, un po' come venne fatto proprio sull'Adriatico durante le missioni contro la Serbia, impiegando, guarda un po', F-104 dell'AMI, oppure come si fece in Turchia nelle già citate occasioni. I caccia che attualmente coprono lo spazio areo della coalizione probabilmente verrebbero impiegati per scortare i pacchetti d'attacco in territorio nemico.

 

Di certo, con un conflitto ad alta intensità, le sole batterie antiaeree ed i decolli su scramble non sono sufficienti, mentre delle missioni CAP sono l'ideale per rispondere in poco tempo alle minacce, ed in questo gli EF-2000 sarebbero perfetti. La Brilliant Arden è un'esercitazione come se ne svolgono da decenni ed è giusto che gli assetti NATO si allenino ad operare congiuntamente in scenari probabili come quello simulato, e so anche che l'AMI è sempre tra le prime classificate nelle varie specialità, ma nella realtà operativa l'USAF ha sempre preferito fare da sè, ed è già tanto se viene coinvolta la Navy, a meno che non si tratti dei primi giorni di guerra (dove i caccia imbarcati la fanno da padrone, come i nostri Harrier durante i primi giorni di Enduring Freedom). Poi ovvio che se ci fosse necessità la NATO ci chiederebbe anche dei Macchini armati, ma non credo siamo arrivati a questo punto.

 

Questo non per sminuire l'AMI o l'EF-2000, semplicemente condurre missioni COMAO è molto più complesso che lasciare gli alleati a coprire le spalle e mettere in pratica delle procedure collaudate ed efficaci.

Edited by Tuccio14
Link to post
Share on other sites
  • Replies 2.7k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

La prima stupidaggine consiste ovviamente nel partire dall’assunto che l’F-35 sia un bombardiere, il che è abbastanza idiota, se non altro perché nessuno ha mai fatto un bombardiere che potesse tirare

Il Typhoon decisamente non fa supercruise a mach 1.5, proprio no.   Ai tempi, la performace in supercruise dimostrata in volo fu di Mach 1.1, sostenibile (per quanto, non lo sappiamo, tanto quanto n

In regime supersonico, sì, se la cava molto bene. In transonico / subsonico, mica tanto. Cosa ammessa fra i denti e solo quando sono proprio costretti, ma l'AoA subsonico non esalta. A circa 24°, e in

Posted Images

E' quello che dico io..............

L' Usaf cerca sempre di gestirsi lo spazio aereo da sola, per numerosi motivi che non stò a dire.

Alle altre forze nato, viene chiesto generalmente l' appoggio tattico, la logistica e le truppe a terra.

Link to post
Share on other sites

A questo punto, però, la decisione dello "stato" (emirato?Sultanato? dell'Oman di comprare per una cifra niente affatto trascurabile aerei come l'F-16 invece del Typhoon è poco comprensibile, non vorrei che qualcuno invece che il prosciutto sugli occhi da quelle parti avesse dei biglietti verdi, per essere chiaro

 

L'Oman non ha firmato per l'F-16.

 

Dopo una valutazione e la scelta preferenziale per il Typhoon, poco prima della firma del contratto l'Oman ha deciso di fare un passo indietro e vedere ancora cosa offrisse il mercato. Probabilmente anche per spuntare condizioni di acquisto migliori qualora decidesse definitivamente di acquistare il Typhoon.

 

Quindi la gara d'acquisto per i nuovi velivoli è ancora aperta.

Link to post
Share on other sites

L'Oman non ha firmato per l'F-16.

 

Dopo una valutazione e la scelta preferenziale per il Typhoon, poco prima della firma del contratto l'Oman ha deciso di fare un passo indietro e vedere ancora cosa offrisse il mercato. Probabilmente anche per spuntare condizioni di acquisto migliori qualora decidesse definitivamente di acquistare il Typhoon.

 

Quindi la gara d'acquisto per i nuovi velivoli è ancora aperta.

Guarda qui su l'argomento che hai scritto...

Link

Link to post
Share on other sites

Posto un articolo di Aereonautica e Difesa di Marzo 2010.

 

La RAF ha condotto alcuni anni fa(da qui l'assenza di F-22 e F-35) diverse simulazioni operative e alcuni dati depurati sono stati mostrati nel corso dell'incontro organizzato da Eurofighter.

Lo scenario prevedeva 4 Typhoon in due distinte CAP a 30000 piedi di quota e Mach 0,72 di velocità con supporto AEW a 30000 piedi di quota,che si andavano a scontrare contro un pacchetto d'attacco formato da 4 caccia Su-35 usati come schermo avanzato a 36000 piedi e Mach 1,2 seguiti dal pacchetto d'attacco a bassa quota,a 500 piedi e Mach 0,735 formato da tre Flanker in protezione ravvicinata e da 8 Mig-29 in ruolo cacciabombardieri.

Gli Eurofighter erano dotati di 4 Aim-120 e 2 missili a corto raggio,cannone ed il 100% del carburante mentre nel pacchetto "nemico" i caccia eran armati con 6 missili AA-12, 2 AA-11 e con il cannone ed i cacciabombardieri con 2 AA-11 e 2000 kg di bombe.

Il risultato avrebbe portato alla perdita di un Typhoon,di 5 Flanker al danneggiamento di un sesto e alla perdita di 2 Mig.

Lo stesso scenario condotto con 4 F-15 e avrebbe dato esiti assai diversi,con due Strike Eagle abbattuti,4 Flanker abbattuti e uno danneggiato e un Mig abbattuto,con risultati simili per il Rafale e ben peggiori per F-16C ,F/A-18E e Gripen.

Edited by corrad96
Link to post
Share on other sites

Posto un articolo di Aereonautica e Difesa di Marzo 2010.

 

La RAF ha condotto alcuni anni fa(da qui l'assenza di F-22 e F-35) diverse simulazioni operative e alcuni dati depurati sono stati mostrati nel corso dell'incontro organizzato da Eurofighter.

Lo scenario prevedeva 4 Typhoon in due distinte CAP a 30000 piedi di quota e Mach 0,72 di velocità con supporto AEW a 30000 piedi di quota,che si andavano a scontrare contro un pacchetto d'attacco formato da 4 caccia Su-35 usati come schermo avanzato a 36000 piedi e Mach 1,2 seguiti dal pacchetto d'attacco a bassa quota,a 500 piedi e Mach 0,735 formato da tre Flanker in protezione ravvicinata e da 8 Mig-29 in ruolo cacciabombardieri.

Gli Eurofighter erano dotati di 4 Aim-120 e 2 missili a corto raggio,cannone ed il 100% del carburante mentre nel pacchetto "nemico" i caccia eran armati con 6 missili AA-12, 2 AA-11 e con il cannone ed i cacciabombardieri con 2 AA-11 e 2000 kg di bombe.

Il risultato avrebbe portato alla perdita di un Typhoon,di 5 Flanker al danneggiamento di un sesto e alla perdita di 2 Mig.

Lo stesso scenario condotto con 4 F-15 e avrebbe dato esiti assai diversi,con due Strike Eagle abbattuti,4 Flanker abbattuti e uno danneggiato e un Mig abbattuto,con risultati simili per il Rafale e ben peggiori per F-16C ,F/A-18E e Gripen.

Interessante, ma a quale tranche appartenevano i Typhoon?

Link to post
Share on other sites

Aereonautica e difesa è un giornale poco credibile, come avrebbe condotto la simulazione la RAF? Con i computer? Allora son buoni tutti, basta impostare i parametri a scelta.

 

C'è un solo giudice, il campo di battaglia, sti discorsi pubblicitari lasciano il tempo che trovano.

Link to post
Share on other sites

Aereonautica e difesa è un giornale poco credibile, come avrebbe condotto la simulazione la RAF? Con i computer? Allora son buoni tutti, basta impostare i parametri a scelta.

 

C'è un solo giudice, il campo di battaglia, sti discorsi pubblicitari lasciano il tempo che trovano.

Ben detto Dominus il campo della battaglia è quello che mette in luce le qualità del velivoli da combattimento ...e queste simulazioni al computer non valgono nulla secondo il mio punto di vista......le simulazioni reali qualche messaggio possono lasciare ma di sicuro non diranno mai le cose come sono andate .....

Link to post
Share on other sites

Comunque l' Eurofighter è in Repubblica Ceca per mostrare le sue capacità e chi sa che non diventi anche un aereo dell' Air Ceca Force.

 

 

Mi sembra improbabile, hanno i Gripen in leasing e vedo difficile che quando scadrà cambieranno aereo: gli basterà esercitare l'opzione d'acquisto.

Inoltre le ultime chances di vendita l'EFA se le gioca in quest'anno, nel 2015 sarà un aereo finito a livello di mercato.

Link to post
Share on other sites

Mi sembra improbabile, hanno i Gripen in leasing e vedo difficile che quando scadrà cambieranno aereo: gli basterà esercitare l'opzione d'acquisto.

Inoltre le ultime chances di vendita l'EFA se le gioca in quest'anno, nel 2015 sarà un aereo finito a livello di mercato.

L' ho pensato anche io, ma dall' articolo letto mi e' sembrato che ci fosse un certo interessamento.

Link to post
Share on other sites

Ovvio che ognuno tiri acqua al suo mulino , guardate queste dichiarazioni del consorzio Eurofighter nei confronti del F 35 :

 

... quattro Typhoon supportati da un AWACS potrebbero neutralizzare l85 % degli attacchi portati da otto F-35 ...

 

Non credo che l'F-35 nel ruolo aria-aria sia superiore all'EFA(soprattutto quando avrà il radar AESA e i missili Meteor e Iris-T) come l'EFA non è superiore all'F-35 nel ruolo dell'attacco suolo

Edited by corrad96
Link to post
Share on other sites

Non credo che l'F-35 nel ruolo aria-aria sia superiore all'EFA(soprattutto quando avrà il radar AESA e i missili Meteor e Iris-T) come l'EFA non è superiore all'F-35 nel ruolo dell'attacco suolo

 

 

Diatriba vecchia, ti consiglio il topic sul JSF se sei interessato.

Link to post
Share on other sites

L'HMSS usato sul Typhoon è collegato ai sensori e al sistema d'arma dell'aereo.

Quando il pilota ruota la testa in un certo senso l'aereo deve sapere dove sta guardando.

Quei bozzi fanno parte del sistema ottico di rilevazione della posizione del casco: dovrebbero essere emettitori di raggi infrarossi che vengono poi captati da dei ricevitori all'interno dell'abitacolo: i segnali ricevuti vengono poi convertiti in informazioni sulla posizione della testa del pilota.

 

http://www.baesystems.com/BAEProd/groups/public/documents/bae_publication/bae_pdf_eis_eurofighter_helmet.pdf

 

L'HMD dell'F-35 usa invece un sistema differente che sfrutta il campo magnetico prodotto da un emettitore sul seggiolino, mentre il ricevitore posizionato nel casco legge gli spostamenti della testa del pilota come correnti elettriche: su questo casco quindi niente "bozzi".

Il principio di funzionamento è che in una bobina in movimento in un campo magnetico si produce una corrente elettrica: la misura delle correnti sui ricevitori nel casco consente di calcolare l'entità dello spostamento della testa del pilota.

 

http://www.codeonemagazine.com/article.html?item_id=12

Link to post
Share on other sites

Questo è un articolo tratto da Difesa News:

Contratto per sistemi Praetorian DASS per gli Eurofighter Typhoon Tranche 3A

6 set, 2010

Riferimento | Aerospazio |Europa |

 

SELEX Galileo, società di Finmeccanica, ha ricevuto da BAE Systems un contratto del valore di 400 Milioni di Sterline per la fornitura di sistemi di protezione Praetorian Defensive Aids Sub System (DASS) per la Tranche 3A dei velivoli Eurofighter Typhoon. Disegnato specificatamente per l’Eurofighter, il Praetorian DASS comprende Contromisure Elettroniche (ECM), Misure di Supporto Elettronico (ESM) e sistemi di avviso per l’avvicinamento di Missili (MAW). Il Sistema Praetorian garantisce i massimi livelli di situational awareness (consapevolezza dello scenario) e protezione agli equipaggi degli Eurofighter.

 

SELEX Galileo è capofila e Design Authority per il sistema Praetorian. La società è a capo del consorzio EuroDASS (formato da Elettronica, Indra Sistemas, EADS e SELEX Galileo) con la responsabilità della produzione di oltre 20 equipaggiamenti (Line Replaceable Items) che compongono il sistema Praetorian.

Il contratto prevede la consegna dei primi sistemi Praetorian a metà del 2012. Il sistema verrà fornito alle 4 nazioni partner: Regno Unito, Italia, Spagna e Germania. I sistemi prodotti manterranno tutti gli standard attualmente disponibili per i velivoli della Tranche 2 con, al tempo stesso, la possibilità di essere aggiornati per rispondere alle correnti e future esigenze operative del cliente.

 

“Questo contratto rappresenta un traguardo importante per il consorzio EuroDASS e riflette il livello di fiducia che le nazioni partner e i piloti dell’Eurofighter hanno riposto nel sistema Preatorian” ha dichiarato Steve Mogford, CEO di SELEX Galileo aggiungendo: “sono molto orgoglioso che le ottime relazioni che abbiamo saputo stabilire con i partner del consorzio, i clienti e gli utilizzatori finali, trovino riscontro in un prodotto di successo, efficiente e che protegge la vita dei nostri piloti”.

 

SELEX Galileo è uno dei principali partner nel programma Eurofighter Typhoon con oltre 200 sistemi Praetorian ad oggi consegnati. Con le attività di SELEX Galileo, la quota di Finmeccanica nell’avionica del velivolo supera il 60%. Il ruolo di SELEX Galileo nel programma prevede lo sviluppo e la produzione di equipaggiamenti con il coinvolgimento di diversi siti fra cui Luton, Edimburgo, Nerviano, Pomezia e Caselle. SELEX Galileo è a capo dei 3 principali consorzi internazionali del programma Eurofighter Typhoon: EuroDASS, EuroRADAR e EuroFIRST.

 

(Selex Galileo)

Link to post
Share on other sites

Ovvio che ognuno tiri acqua al suo mulino , guardate queste dichiarazioni del consorzio Eurofighter nei confronti del F 35 :

 

... quattro Typhoon supportati da un AWACS potrebbero neutralizzare l85 % degli attacchi portati da otto F-35 ...

 

Che boiate..

E' proprio vero che a sto mondo pur di campare si sparano dichiarazioni senza alcun pudore.

 

Come si farà a simulare le prestazioni di un aereo che al momento è più prototipo che velivolo di serie?

Edited by SayGoodbye
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...