Jump to content

Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale


Recommended Posts

  • Replies 2.8k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

La prima stupidaggine consiste ovviamente nel partire dall’assunto che l’F-35 sia un bombardiere, il che è abbastanza idiota, se non altro perché nessuno ha mai fatto un bombardiere che potesse tirare

Il Typhoon decisamente non fa supercruise a mach 1.5, proprio no.   Ai tempi, la performace in supercruise dimostrata in volo fu di Mach 1.1, sostenibile (per quanto, non lo sappiamo, tanto quanto n

Vedo che il silenzio di due settimane dopo le precedenti figuracce non ti ha portato consiglio. Il link non funziona, comunque lo hai gà postato (e figurati se portavi qualcosa di nuovo...), e ti è st

Posted Images

Ringrazio Berty, sempre molto preciso, che mi ha evitato una lunga spiegazione. Il sistema è in uso da molto tempo e, in effetti, all'interno di un centro di controllo sembra di assistere ad un enorme videogioco. I dati vengono trasmessi attraverso appositi pod, come gli AIS, di ridotto peso e resistenza aerodinamica. E' stata proprio la mancanza di questi pod, arrivati pochi giorni dopo, che all'inizio ha obbligato i piloti dei MiG-29 a "dichiarare" il lancio via radio.

 

http://www.dreamlandresort.com/info/acmi.html

 

Ed ecco la manovra:

 

29w8j81.jpg

 

Funziona contro radar Doppler come l'APG-63 e l' APG-66. Il computer associato al radar "cancella" la traccia in virata a 90°, per mancanza di velocità relativa. L'aereo, durante la virata, scende di quota, perdendosi nel clutter. Nel frattempo la distanza si riduce e, al momento opportuno, si attacca sul fianco utilizzando l'IRST e i missili R-73. Richiede perizia, ma attuata al momento buono è una manovra eccellente.

 

P.S.: non funziona contro i radar AESA.

Edited by Gian Vito
Link to post
Share on other sites

Quello di cui parlavo io non è un sistema ACMI o AACMI ma proprio un programmino stand alone che lavora off-line e che ha all'interno i dati relativi alle capacità del missile (capacità cinematiche, di inseguimento radar, ecc...): inserendo la situazione in cui è avvenuto il lancio fa un semplice calcolo sui risultati. E' nato con lo Slammer e distribuito con esso. L'ACMI fa lo stesso lavoro in real time, ma spesso in queste situazioni non si inseriscono i valori reali sulle capacità dei missili ma solo dati approssimativi per ovvie ragioni di classifica essendo i range ed il sistema non ad uso esclusivo.

La cosa simpatica del software è che il pilota del target può vedere se con un'altra manovra avrebbe avuto scampo semplicemente variando i dati inseriti o viceversa il lanciatore può controllare se il lancio effettuato con altri valori cinematici del proprio mezzo avrebbe colpito un bersaglio che invece ha defittato cinematicamente il missile.

Link to post
Share on other sites

Questi software, vengono non solo utilizzati per simulari i combattimenti, ma anche per studiare eventuali correzzioni e manovre da impiegare in certi casi, oltre che a simulare dei veri e propri scenari di guerra.

Link to post
Share on other sites

un'altra domanda abbastanza idiota :i radar doppler sarebbero quelli meccanici oppure di altro tipo ?

 

come avrete notato sono abbastanza ignorante sui radar :lol: ma sto cercando di rimediare ,anzi avete qualche link da suggerirmi magari in italiano?

 

mi scuso per i mod. per L'OT ma per me è fondamentale ah

Link to post
Share on other sites

A questo punto, però, la decisione dello "stato" (emirato?Sultanato? dell'Oman di comprare per una cifra niente affatto trascurabile aerei come l'F-16 invece del Typhoon è poco comprensibile, non vorrei che qualcuno invece che il prosciutto sugli occhi da quelle parti avesse dei biglietti verdi, per essere chiaro

Link to post
Share on other sites

A questo punto, però, la decisione dello "stato" (emirato?Sultanato? dell'Oman di comprare per una cifra niente affatto trascurabile aerei come l'F-16 invece del Typhoon è poco comprensibile, non vorrei che qualcuno invece che il prosciutto sugli occhi da quelle parti avesse dei biglietti verdi, per essere chiaro

Ma si da quale sia la differenza di prezzo tra la quantità dei due caccia?

Link to post
Share on other sites

A questo punto, però, la decisione dello "stato" (emirato?Sultanato? dell'Oman di comprare per una cifra niente affatto trascurabile aerei come l'F-16 invece del Typhoon è poco comprensibile, non vorrei che qualcuno invece che il prosciutto sugli occhi da quelle parti avesse dei biglietti verdi, per essere chiaro

Considerato che l’Oman ha già in servizio 12 F-16C block 50 acquistati nel 2005 (e quindi molto recenti) e deve sostituire dei Jaguar e non dei supercaccia da difesa aerea, non è poco comprensibile l’intenzione di integrare quell’ordine con altri 18 aerei pressoché identici ed evitare l’assurdità di una doppia linea logistica su numeri veramente esigui.

I 3.5 miliardi di dollari? Considerando che comprare cacciabombardieri multiruolo non è come comprare auto, prima di tutto non cadiamo nella solita semplificazione di dividere la cifra per il numero di aerei...

I 3.5 miliardi di dollari non son certo pochi, ma son relativi ad un pacchetto piuttosto ampio con parecchia roba, compresi l’aggiornamento dei primi 12 aerei, pezzi di ricambio, addestramento e supporto logistico....

 

-18 F-16 Block 50/52 aircraft,

-20 F100-PW-229 or F110-GE-129 Increased Performance Engines,

-36 LAU- 129/A Common Rail Launchers, 24 APG-68(V)9 radar sets,

-20 M61 20mm Vulcan Cannons,

-22 AN/ARC-238 Single Channel Ground and Airborne Radio Systems with HAVE QUICK I/II,

-40 Joint Helmet Mounted Cueing Systems,

-36 LAU-117 MAVERICK Launchers,

-22 ALQ-211 Advanced Integrated Defensive Electronic Warfare Suites (AIDEWS) or Advanced Countermeasures Electronic Systems (ACES)

-Advanced Identification Friend or Foe (AIFF) Systems with Mode IV,

-34 Global Positioning Systems (GPS) and Embedded-GPS/Inertial Navigation Systems (INS),

-18 AN/AAQ-33 SNIPER Targeting Pods or similarly capable system,

-4 DB-110 Reconnaissance Pods (RECCE)

-22 AN/ALE-47 Countermeasures Dispensing Systems (CMDS)

-35 ALE-50 Towed Decoys.

 

Also included is the upgrade of the existing 12 F-16 Block 50/52 aircraft, site survey, support equipment, tanker support, ferry services, Cartridge Actuated Devices/Propellant Actuated Devices (CAD/PAD), conformal fuel tanks, construction, modification kits, repair and return, modification kits, spares and repair parts, construction, publications and technical documentation, personnel training and training equipment, U.S. Government and contractor technical, engineering, and logistics support services, ground based flight simulator, and other related elements of logistics support. The estimated cost is $3.5 billion.

 

http://www.dsca.mil/PressReleases/36-b/2010/Oman_10-40.pdf

Edited by Flaggy
Link to post
Share on other sites

un'altra domanda abbastanza idiota :i radar doppler sarebbero quelli meccanici oppure di altro tipo ?

 

come avrete notato sono abbastanza ignorante sui radar :lol: ma sto cercando di rimediare ,anzi avete qualche link da suggerirmi magari in italiano?

 

mi scuso per i mod. per L'OT ma per me è fondamentale ah

sulla HOME di questo sito c'é un'iteressante articolo sui radar e le relative contromisure.

Link to post
Share on other sites

Soldi permettendo si può integrare di tutto. Il programma EFA prevede uno sviluppo a spirale del sistema d'arma EF-2000, in teoria già a partire dai T2 si sarebbero dovuti montare un po' di gingilli che invece non sono ancora stati installati. Probabilmente non lo saranno neanche entro il 2015 a meno che la situazione non migliori...

 

Il radar AESA è un requisito importante per l'utilizzo ottimale del Meteor (di cui è prevista l'implementazione per la stessa data), credo e spero che per lo meno i T3A (i B non li compreremo) potranno disporre di questa formidabile combinazione di equipaggiamenti. Il Captor (derivato dal Foxhunter del Tornado ADV) è un ottimo radar... A scansione meccanica, di conseguenza facilmente intercettabile e poco versatile rispetto ai più evoluti a scansione elettronica. Ad ogni modo, come già ripetuto più volte, l'integrazione della maggior parte dei sistemi è stata completata. Il programma CAESAR (Captor Active Electronic Scanned ARray se ricordo bene) ha portato al prototipo perfettamente funzionante e rappresentativo di un'eventuale antenna AESA per il Tifone.

 

Il fatto che ai potenziali acquirenti dell'EF-2000, come l'India, il Tifone sia stato offerto con CFT, radar AESA, motorizzazione più esuberante con controllo vettoriale della spinta ed una panoplia di armamenti integrati non indifferente dimostra che ormai il sistema è maturo, solo (e dici poco...) non combact proven.

Link to post
Share on other sites

Purtroppo- per gli scopi di "vendita", ci tengo a precisarlo- il Typhoon non era ancora- incredibilmente!- operativo nè nel 1999 contro Milosevic e le sue idee un tantinello razziste, nè nel 2003 contro la dinastia di Saddam Hussein , dove credo avrebbe potuto farsi davvero valere.

Semi-seriamente parlando, non si può "prestare" qualche EFA ad uno Stato in via di sviluppo fra i tanti che sono in guerra contro i vicini, magari riforniti di sukhoi27, per poter dire fonalmente "ha esordito in combattimento"? Può essere un modo di pensare cinico, ma qui se non si inventa qualche soluzione il consorzio chiude i battenti e tante persone rischiano moltissimo il loro posto di lavoro , mentre altre ditte che non sono certo state in prima fila come mediatrici di pace prosperano...

 

"una Guerra per il Typhoon"!, mi verrebbe-quasi- da dire...

Link to post
Share on other sites

Sei anche troppo cinico Simone.................

Non si puo "prestare " un velivolo come l' efa a dei paesi sottosviluppati africani in perenne lotta fra loro, anche se sarebbe un ottima mossa per incrementare il Now How della macchina e dei piloti....................

Rischieremo di fare le stesso casino degli F 14 iraniani................... :ph34r:

Se mai lo si potrebbe fare con un vero e proprio contingente europeo operante sugli EFa, ma è una possibilità molto remota, e dopotutto nessuno ha mai concentrato molte attenzioni su quei poveri paesi africani.

IL consorzio non chiude i battenti; deve ancora finire di produrre la tranche 2 e poi le 3 ( a seconda delle richieste ); poi finita la produzione come prima o poi avverrà, ci sarà sempre da lavorare per costruire parti di ricambio e supporto logistico per altri 40 anni; cioè il tempo in cui l' efa volerà sulle nostre teste.

Potremmo anche considerare eventuali acquirenti, come l' India, Corea, Brasile, Svizzera, Romania, Croazia, Slovenia etc.

Un esempio è il tornado, finito di produrre 30 anni fa, ma che ancora oggi è responsabile di numerosi posti di lavoro.

Link to post
Share on other sites

Senza considerare che Eurofighter è un consorzio di industrie che di certo non fabbricano solo EF-2000, e senza considerare che sempre le stesse aziende fanno parte di altri consorzi europei, come ad esempio il nEUROn, e per i prossimi programmi che verranno avviati, che so magari per un sostituto del Tifone, saranno sempre loro a produrre ed assistere le Forze Aeree europee.

 

Comunque anch'io credo che sia troppo cinico come ragionamento per essere condiviso dall'opinione pubblica, e soprattutto è un giochetto che implicherebbe un bel po' di spese e che rischierebbe di non valere la candela, non è che basta bombardare un paio di baracche per eguagliare i kill rate di Eagle, Falcon e Super Hornet. Ma non disperare, se l'amico Ahmadinejad non la pianta di fare il gradasso rischiamo grosso di vederli impiegati e come i Typhoon, mi riferisco in particolare a quelli della RAF.

Link to post
Share on other sites

In caso di conflitto del genere ( speriamo di no ), gli Efa inglesi saranno quasi sicuramente dislocati in quelle zone, dato che avranno raggiunto la piena operatività in missioni all' estero, come la hanno il nostro 4° e 36° stormo, tra i primi tra gli utilizzatori europei.

Detto questo, penso che l' Italia che "obbligata" a partecipare, impieghi solamente velivoli da attacco al suolo come Amx e Tornado, come è accaduto nelle precedenti campagne in medioriente.

Link to post
Share on other sites

Certo che cambia tutto, è un velivolo totalmente differente.................

Tatticalmente parlando però non cambia nulla............

I 104 gli abbiamo utilizzati per la ricognizione, con ordine di attaccare solamente su situazioni di necessità con il Vulcan, come avviene oggi per gli Amx in afghanistan.

Per un eventuale schieramento dei nostri efa, il loro compito sarà lo stesso, se non eseguito dai Tornado.....................

Link to post
Share on other sites

Al di la delle ROA l'F-2000 nell'AMI svolge il ruolo di difesa aerea, in ambito NATO sono molto apprezzate le nostre componenti da attacco come i già citati Tornado ed AMX, credo che la superiorità aerea verrebbe assegnata all'esperta (ed attrezzata) USAF. Certo non è improbabile un impiego dei Typhoon, ma non certo quelli italiani. Se proprio dovessero venire impiegati sarebbe per la difesa degli stati che dovessero offrire basi d'appoggio, o ancor più probabile (e necesario) sarebbe, secondo me, un rischieramento di un reparto caccia autonomo in seno alla JATF a protezione del confinante Regional Command West a guida italiana.

Link to post
Share on other sites

Certo che cambia tutto, è un velivolo totalmente differente.................

Tatticalmente parlando però non cambia nulla............

I 104 gli abbiamo utilizzati per la ricognizione, con ordine di attaccare solamente su situazioni di necessità con il Vulcan, come avviene oggi per gli Amx in afghanistan.

Per un eventuale schieramento dei nostri efa, il loro compito sarà lo stesso, se non eseguito dai Tornado.....................

Sono stati usati solo per la ricognizione perchè sennò ce li facevano fuori, l'EFA non corre questi rischi.

Link to post
Share on other sites

Sono stati usati solo per la ricognizione perchè sennò ce li facevano fuori, l'EFA non corre questi rischi.

 

Perchè?

Non pensiamo che il '104 sia una carretta..............per l' epoca il '104 s era più che sufficente per buttare giù qualche sparuto mig 17,19 e anche 21 che scorazzavano nei cieli mediorientali.

Poi ovviamente il pilota fa la maggior parte dell' opera.....................

Anche il nostro efa se verrebbe schierato in qul teatro, avrebbe quel ruolo; solamente perchè, oltre alle limitate risorse economiche, sono gli Usa che dettano legge, e lo spazio aereo se lo gestiscono loro per ovvi motivi.

Discorso diverso lo si fa per la Raf, che svolge un ruolo maggiore rispetto a noi, nei cieli Afghani e simili.

Link to post
Share on other sites

Perchè?

Non pensiamo che il '104 sia una carretta..............per l' epoca il '104 s era più che sufficente per buttare giù qualche sparuto mig 17,19 e anche 21 che scorazzavano nei cieli mediorientali.

Poi ovviamente il pilota fa la maggior parte dell' opera.....................

Anche il nostro efa se verrebbe schierato in qul teatro, avrebbe quel ruolo; solamente perchè, oltre alle limitate risorse economiche, sono gli Usa che dettano legge, e lo spazio aereo se lo gestiscono loro per ovvi motivi.

Discorso diverso lo si fa per la Raf, che svolge un ruolo maggiore rispetto a noi, nei cieli Afghani e simili.

Credevo parlassimo dell'operzione "Forza Alleata"... perchè perchè in Iraq i nostri F-104 non hanno fatto un bel niente! Senza dimenticare che era obsoleto già a quell'epoca.

 

E metti caso gli EFA andranno in Iran svolgeranno missioni varie (A meno che non abbiano restrizioni politiche) perchè non sono ne Tornado ne AMX, sono aerei multiruolo. E casomai ce li mandassimo gli USA saranno più che contenti.

Link to post
Share on other sites

E metti caso gli EFA andranno in Iran svolgeranno missioni varie (A meno che non abbiano restrizioni politiche) perchè non sono ne Tornado ne AMX, sono aerei multiruolo. E casomai ce li mandassimo gli USA saranno più che contenti.

Se parli dei nostri EF-2000 sono tutto meno che multiruolo. Ad ogni modo nelle varie Red Flag inseriamo quasi sempre pacchetti d'attacco, è difficile operare in sinergia gon l'USAF nella superiorità aerea non avendo mai svolto esercitazioni del genere. Al di la di questo, e premettendo che non si potranno mandare più di qualche caccia, io preferirei che venissero schierati in Afghanistan a sorvegliare il nostro contingente ed evitare sconfinamenti iraniani.

Link to post
Share on other sites

Se parli dei nostri EF-2000 sono tutto meno che multiruolo. Ad ogni modo nelle varie Red Flag inseriamo quasi sempre pacchetti d'attacco, è difficile operare in sinergia gon l'USAF nella superiorità aerea non avendo mai svolto esercitazioni del genere.

Non è vero, i nostri EFA hanno operato nell'aprile scorso nell'esercitazione internazionale "Brilliant Arden 10" simulando proprio una operazione a guida NATO sotto ordine dell'ONU. L'esercitazione si è svolta in Turchia e i nostri EFA hanno avuto proprio il ruolo di difesa aerea operando (tra le tante nazioni) proprio con gli USA.

 

Al di la di questo, e premettendo che non si potranno mandare più di qualche caccia, io preferirei che venissero schierati in Afghanistan a sorvegliare il nostro contingente ed evitare sconfinamenti iraniani.

Volendo possiamo mandare più o meno tranquillamente una ventina di caccia (il problema è che manca la volontà di farlo). Ad esempio alla Brilliant Arden c'erano 6 EFA e un C-130J.

Comunque mandarli in A-stan non ha molto senso perchè appesantirebbero troppo aeroporti e logistca che sono già impegnati con ISAF ed Enduring Freedom. I caccia USA già presenti basteranno a proteggere le truppe. Anche perchè dubito che un caccia iraniano possa mai alzarsi in volo con gli aeroporti iraniani che saranno rasi al suolo in qualche ora.

Invece sarebbe meglio mandare Hawk e spada 2000 a proteggere le basi.

Link to post
Share on other sites

L' efa ha sfoderato ottime doti di polivalenza e di integrazioni con molti sistemi Nato, nelle ultima esercitazioni di cui è stato partecipe.

Se l' Efa non può svolgere azioni multiruolo, vallo a dire ai tedeschi che stanno per instaurare un jagdbombergeschwader esclusivamente con efa da bombardamento..............

Se proprio la vogliamo dire tutta, l' italia molto probabilmente non schiererà mai degli efa in A - stan, cosa diversa per i Tornado e gli Amx che potranno svolgere un ruolo attivo nele missioni estere.

Nel giugno scorso, 12 tornado hanno partecipato alla Red Flag Alaska, una delle più realistiche esercitazione aeronautiche del mondo, proprio a significare l' impegno degli equipaggi dei nostri bombardieri, nell' addestramento congiunto tra più forze aeree in un ottica internazionale.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...