Jump to content

"205"


Barone
 Share

Recommended Posts

io ho solo una buona memoria: ricordo infatti di aver letto di questa differenza fra 202 e 205 anni fa su un numero di Ali Antiche, il Notiziario del Gruppo Amici Velivoli Storici (GAVS) dove Marco Gueli ne parlava; da allora questo particolare è stato ripreso anche da Angelo Brioschi sui suoi profili del 202 editi sulle pubblicazioni della serie Ali d'Italia. In 1/72 potrebbe non avere rilevanza ma in 1/48 o in 1/32 ha una sua importanza credo, così come un piccolo sportellino circolare alla destra del cofano motore che identifica i Veltro della serie IV, ovvero l'ultima costruita. :okok::lol:

Link to comment
Share on other sites

Ok ieri pomerigio ero in ferie , ho portato il famigerato pannello nella sua posizione corretta , e con una goccia di attack ho eliminato il precedente in posizione errata , poi mi sono attacato all'aerografo dalle 15:30 alle 19:00 per tirarne fuori una mimetica decente...

 

...devo dire che non mi soddisfa al 100% ma meglio di così non son stato capace.. oggi a pranzo faccio 2 foto e poi le posto.

 

Purtroppo non ho potuto montare il portello in posizione aperta , il modello è già chiuso da un po'..

 

Per hics , non preoccuparti , da lunedì fare una striscia bianca in fusoliera per te sarà un gioco da ragazzi.

Link to comment
Share on other sites

beh , è piuttosto impegnativa (leggasi massacrante) come mimetica , improponibile in 1:72 anche se ho capito un po il metodo per renderla meglio rispetto ai risultati visibili sopra..

 

L'1:48 si presta bene per le amebe.

Link to comment
Share on other sites

beh , è piuttosto impegnativa (leggasi massacrante) come mimetica , improponibile in 1:72 anche se ho capito un po il metodo per renderla meglio rispetto ai risultati visibili sopra..

 

L'1:48 si presta bene per le amebe.

 

Ciao Barone,

visto che stai realizzando un bel 205, forse ti possono interssare le foto, a colori e ben a fuoco, di un Folgore quasi vero, ovvero quello in vetroresina, scala 1:1 esposto goivedì e venerdì scorsi alla mostra Finmeccanica di Pratica di Mare.

Il Veltro è un'evoluzione del Folgore, però molti sono nati proprio per aggiornamento del 202, quindi qualche spunto forse lo puoi trovare.

Il link è questo

Link

Alberto

Link to comment
Share on other sites

..bellino il folgore in scala 1:1... diventa impegnativo a questo punto fargli la basetta e trovargli un posticino in casa..

 

ma tornando al 205... che ormai è già bello che finito..

 

per rispondere a hicks...ecco come faccio io..

 

Taglio una striscia di nastro dello stesso spessore della fascia che voglio realizzare e lo applico nella posizione battezzata.. il più correttamente possibile:

DSC01625.jpg

 

poi taglio 2 striscioline sottili dello stesso nastro e creo i 2 bordi:

DSC01626.jpg

 

e rimuovo il primo nastro applicato..

DSC01627.jpg

 

maschero la superfice circostante e spruzzo:

DSC01629.jpg

 

rimuovo il tutto..

DSC01631.jpg

DSC01630.jpg

 

ed ecco l'aereo quasi finito..

DSC01645.jpg

DSC01644.jpg

DSC01641.jpg

 

una domanda ... devo metterci anche questi 2 pezzi quà?

DSC01637.jpg

Edited by Barone
Link to comment
Share on other sites

poi taglio 2 striscioline sottili dello stesso nastro e creo i 2 bordi:

DSC01626.jpg

:adorazione: Geniale! Avevo pensato a mille soluzioni ben più complicate ma a questa non ci sarei mai arrivato.

 

Ti ringrazio Barone

 

Bellissimo il Veltro complimenti

 

PS. pezzi mancanti: se non erro il pezzo di sinistra va installato sul lato destro dell'abitacolo appena dietro al fascio. mi riferisco a questo

veltro.jpg

 

Mentre l'altro non so.

Edited by Hicks
Link to comment
Share on other sites

..bellino il folgore in scala 1:1... diventa impegnativo a questo punto fargli la basetta e trovargli un posticino in casa..

...

 

una domanda ... devo metterci anche questi 2 pezzi quà?

DSC01637.jpg

 

Dunque, il pezzo a sinistra è il Venturi, va senz'altro posizionato a destra dell'abitacolo, esattamente come si vede nella foto postata da Hicks.

L'altro, che andrebbe rifatto perchè decisamente fuori scala, è l'antenna D/F (direction finding) che non ho visto su tutte le foto da me consultate. La decisione se rifarlo e mettercelo dipende dalla sua presenza sull'aereo che intendi riprodurre.

Quando presente era posizionata sul ventre all'altezza dell fascia bianca, come su questo

DSCN0340-vi.jpg

(Tra parentesi io l'ho messa sul mio modello, ma non sono sicuro che ci fosse in reattà)

Ciao

Alberto

Link to comment
Share on other sites

a me invece devi dire come hai fatto a fare quelle amebe in 1/72 !!!! è bellissimo: solo farei gli aerei dell'antenna radio in nero.

Le due aggiunte: anche qui variazioni fra 202 e 205...vedi la foto dell'esemplare che stai costruendo non quelle del Museo di Vigna dove negli anni 70 hanno fatto sfracelli a dir poco prima che intervenisse il Gruppo Amici Velivoli Storici...Oggi i Veltro sopravvissuti non sono dei 205 originali ma 202 ricondizionati con il DB 605 (da qui la definizione dello storico Nino Arena Folgeltro usata la prima volta su Storia Modellismo negli anni 70...)...

Link to comment
Share on other sites

Quindi direi che ci metto il "coso" di venturi a destra dietro il fascio e l'altro lo ripongo a fermentare nell'acetone..

 

Per quanto riguarda le amebe...quindi la colorazione dell'aereo in generale...ho fatto così..

 

1) ho colorato e mascherato il grigio nella parte inferiore.

2) ho colorato tutto il sopra col nocciola , colore uniforme senza nessun riguardo o sfumatura

3) ho diluito al 80% il verde e fin dove l'aerografo mi ha aiutato , ho fatto delle belle amebine piccine e delineate (piani coda , deriva e zona posteriore ) , quando l'aerografo si è stancato al posto dell'ameba ho fatto una chiazza verde...ali e parte anteriore.

4) vista la maialata che mi era venuta fuori , ho ripreso il color nocciola , diluito stavolta al 80% circa e mi son delineato dentro e fuori le amebe una per una...

 

Alla luce di tutto ciò posso dire che la soluzione alle amebe che più mi garba è spruzzare un' "ameba piena" poi farci il contorno e il vuoto interno , lo trovo più pratico..

 

Inizialmente il tono di verde dopo la rifilatura in nocciola tende a schiarirsi considerevolmente , ma il trasparente lucido accentua molto i colori scuri portando un contrasto maggiore.. non una pacca negli occhi ma tutto sommato un buon distacco , lievemente sfumato e "sbiadito"..

Si può sicuramente far meglio...ma questo è il primo e l'ultimo..in 1:72..

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Il nocciola è l' H310 gunze

il verde è il "black green" Tamiya

 

Il diluente è il tamiya per acrilici.

 

la pressione è nel regolatore del compressore è di 1

 

l'aerografo è un doppia azione da 50 euro di marca ignota..

 

-----

 

Qualche annotazione al riguardo delle amebe , dopo averne fatte 3 o 4 la duse tende ad otturarsi , meglio scaricare il colore rimanente nel bicchiere in cui l'abbiamo preparato , pulire l'aerografo , ricaricarlo e farne altre 3-4 amebe , poi ripetere l'operazione..

 

...è lungo e noioso ma è l'unico modo per renderle bene in1:72... se ne farò un altro seguirò questo metodo..

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...