Jump to content
Sign in to follow this  
bf110

YP-80

Recommended Posts

mi sapreste dire cos'è quello indicato nel cerchio rossohmm.gif? e a che cosa serviva?

immagine

è presente nel cockpit di molti aerei, sopratutto della 2^GM.

l'aereo qui "usato come cavia" è un YP-80, USA, a reazione, della guerra fredda.

grazie in anticipo happy.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovrebbe essere il corpo di un collimatore a riflessione che proiettava la luce sullo specchietto inclinato che gli sta sopra, la rotella (dovrebbero essere due se non erro, ma non le vedo) serve a regolare la distanza voluta della convergenza delle armi di bordo sul bersaglio* (credo), la seconda rotella (che non trovo) regolava l'intensità luminosa di una lampadina che stava all'interno del corpo.

 

* regolava la distanza del bersaglio, perchè credo che la convergenza delle armi si regolasse solo a terra

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuro che sia di un P-80 Shooting Star? (Dal frame del parabrezza grossomodo direi di si)

Perchè se ingrandisci bene, vedi che sulla rotella della distanza, dove c'è scritto "no hand hold" ci sono le tacche relative alla distanza a seconda dei vari bersagli e sono tutti aerei della seconda guerra mondiale, Ju-88, Me-210, Me-109 ... (si leggono pure).

Il collimatore serviva soprattutto per il tiro in deflessione, in cui alcuni assi erano veri fenomeni da baraccone, come lo stesso Erich "Bubi" Hartmann, il quale era specialista del tiro in deflessione da distanze anche superiori ai 400 metri (un mostro!) e con raffiche anche brevissime di 3-5 colpi ben piazzati.

Il tiro in deflessione è quello che uno si ritrova a dover fare nella maggioranza dei casi e cioè quando il tuo bersaglio ti si muove orizzontalmente davanti, per esempio da SN verso DX e tu mica gli puoi tirare addosso, o nel tempo che i tuoi proiettili ci impiegano a raggiungerlo, quello è già passato, quindi devi per forza sparargli davanti. Quanto davanti dipende dalla tua esperienza, dal "talento" e dal collimatore. Nel collimatore come ho detto impostavi la distanza alla quale volevi sparare (in genere sempre sotto i 300 metri per i comuni mortali), il tipo di aereo che volevi (provare) a far fuori, rappresentato in genere dalla sua apertura alare (da cui appunto Ju-88, Me-210 ...) ed anche il rateo di virata con cui prevedevi di avvicinarti a lui. In alcuni collimatori, il rateo non c'era e rimaneva a zero, oppure molti piloti, i più novellini, lo lasciavano volontariamente a zero, perchè praticamente preferivano arrivargli letteralmente addosso, con il bersaglio che occupava ormai tutta la visuale, prima di aprire il fuoco con tutte le armi di bordo, proprio per ridurre a zero o al minimo la deflessione durante i tiri.

Se il bersdaglio superava i parametri impostati nel collimatore (distanza ed apertura alare e, se c'era, rateo di virata), il tuo tiro doveva essere intuitivo perchè dovevi calcolare tu il tempo di volo dei tuoi proiettili affinchè finissero sull'aereo nemico e non davanti o dietro di lui e qua si vedeva se eri bravo e quanto lo eri (fatte le debite proporzioni, è un po' come il tiro al piattello).

Con il tempo aggiunsero anche un giroscopio che muoveva una lente durante le virate in modo da proiettare il punto di fuoco davanti al bersaglio durante i tiri in deflessione, per cui era più semplice, perchè non dovevi più calcolare da solo la deflessione, ma te la diceva lui.

Edited by Combat Lancer

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sicuro che sia di un P-80 Shooting Star? (Dal frame del parabrezza grossomodo direi di si)

Perchè se ingrandisci bene, vedi che sulla rotella della distanza, dove c'è scritto "no hand hold" ci sono le tacche relative alla distanza a seconda dei vari bersagli e sono tutti aerei della seconda guerra mondiale, Ju-88, Me-210, Me-109 ... (si leggono pure).

 

laugh.gifInnanzitutto grazie per la riposta veramente esauriente, grazielaugh.gif !!!!!!!

comunque l'aereo è veramente un p-80, dato che (da come puoi capire dalla grafica) l'ho preso da un videogioco (IL sturmovik), quindi, a rigor di logica ^_^, deve essere per forza l'aereo in questione (anche se la cosa ha stupito anche metongue.gif), però ho notato che era presente anche in altri aerei Alleati della 2^GM........

Grazie ancora,

bf110

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esauriente un piffero, innanzitutto non so la marca di quel collimatore, ma dalle forme generali direi che ci hanno preso: è quello di un F-80.

In genere, nell'abitacolo ci dovrebbe essere stata anche la lampadina di riserva del collimatore.

Sparare da lontano e prenderci senza sprecare colpi è un diciamo "dono" di natura, guerra a parte, può servire anche a mettere insieme il pranzo con la cena quando te ne vai a caccia, il che non guasta e molti piloti del passato erano tiratori sceltissimi, come Hartmann, o anche Galland, o anche Joachim Marseille, che però morì in guerra e naturalmente anche molti piloti degli alleati.

Aprire il fuoco da 400 metri o oltre e ottenere almeno un colpo centrato è una cosa che pochissimi riescono a fare (per avere un'idea, io sopra i 150 metri facevo ridere, ma non facevo il pilota) e molti di questi pochissimi erano nello JG-52 in cui era anche Hartmann, che ci rimase per tutta la sua carriera guerresca. Attaccare da così lontano ti mette anche al riparo dai mitraglieri dell'aereo cui stai sparando ed infatti Bubi Hartmann fu colpito e costretto ad atterrare solo due volte in circa tre anni di guerra mondiale. Lo JG-52 fu forse l'unica grande unità a mantenere la sua organizzazione e catena di comando fino alla fine, quando Hartmann, ormai comandante, cercò di evitare la resa ai russi e si consegnò agli americani con tutto il suo reparto, ignorando che c'era un accordo tra gli alleati per cui tutti quelli che avevano combattuto sul fronte orientale dovevano essere comunque consegnati ai sovietici e così Hartmann e molti dei suoi si fecero ben 10 anni di prigionia in URSS, durante la quale molti morirono, prima di tornare a casa e diventare colonnello nella Luftwaffe della Rep. Federale Tedesca e comandare lo JG-71 (F-104!).

Edited by Combat Lancer

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esauriente un piffero, innanzitutto non so la marca di quel collimatore, ma dalle forme generali direi che ci hanno preso: è quello di un F-80.

In genere, nell'abitacolo ci dovrebbe essere stata anche la lampadina di riserva del collimatore.

 

vabbè , conta che si tratta di un video gioco, la grafica è quella che è e di dettagli sono quelli che sono, è stato fatto per l'unico scopo di divertirsi........rolleyes.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti,

in genere gli autori di IL46 sono abbastanza precisi ma, in questo caso mi sembra abbiano lavorato un po' di fantasia, forse per via dell'aereo ancora in fase sperimentale.

Comunque credo si sia trattato quasi sicuramente di un collimatore giroscopico e per avere un idea dei collimatori a riflessione e di quelli giroscopici, introdotti verso al fine della guerra dai principali contendenti, suggerisco di andare a vedere questo sito:

Gunsight

Cordialità

Alberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se non sbaglio dovrebbe trattarsi del comando di regolazione della convergenza dei colpi.. per quanto riguarda l'altra rotellina che su il 2 non riesco ad usare dovrebbe essere il comando di regolazione della luminosità del collimatore.. per quanto ne so (anche se non centra niente) c'è pure sull'f-16 di falcon e li lo puoi regolare. SE vuoi sapere tutte le caratteristiche extra degli aerei di il 2 e piccole descrizioni, scaricati HardBall408.. io l'ho trovato alquanto utile..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se può essere utile ....

 

070404-F-1234S-010.jpg

DAYTON, Ohio -- Lockheed F-80C cockpit at the National Museum of the United States Air Force. (Photo courtesy of John Rossino, Lockheed Martin Code One)

In quest'altra immagine, reperita nel web, si può notare, a sinistra, una delle rotelle di regolazione di cui si fa menzione nei post precedenti ....

 

xkmwrk.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se devo ancor più precisare..(ieri ci ho fatto un giretto per tenermi in allenamento contro due me 262) il comando permette di selezionare la giusta convergenza in base al tipo di aereo avversario.. solo quando esso tocca con ambedue le ali la circonferenza del mirino..a volte può essere comodo..altre volte.. NO perché la scelta dei velivoli è molto limitata..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×