Jump to content
AlfaAndOmega86

Sukhoi Su-57 - discussione ufficiale

Recommended Posts

Che fumata bianca.. habemus papam....o non habemus motorem...

Edited by fabio-22raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perche' quelli non sono i motori definitivi, ed anzi dovrebbero essere sistituiti a "breve" dal Saturn Izdelye 30...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quella della foto ripresa a Ramenskoye, essendo così bianca e concentrata vicino agli ugelli, si direbbe proprio il risultato di fumogeni e non certo di una cattiva combustione nei motori.
Nel video precedente invece la fumata è più grigia e nemmeno sempre presente: quella è prodotta dal motore, ma succede in particolare nei transitori, quando accelerando il motore a full military, si inietta una grande quantità di carburante in camera di combustione.
Il motore ci mette qualche istante ad andare a regime e incrementare la temperatura, da cui la cattiva combustione e il fumo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Torna a volare l'esemplare n. 5 ..... ora Т-50-5R .....

 

2djwkmu.jpg

 

Si tratta del velivolo che era rimasto seriamente incidentato lo scorso anno durante un volo dimostrativo presso il centro sperimentale di Ramenskoye.

Per le riparazioni sono stati utilizzati elementi dell'esemplare n. 6 di cui era stata sospesa, a suo tempo, la produzione.

Qualche dettaglio ..... http://www.rg.ru/2015/10/21/pak-site-anons.html

Un'altra immagine ..... http://russianplanes.net/id179241

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Per le riparazioni sono stati utilizzati elementi dell'esemplare n. 6 di cui era stata sospesa, a suo tempo, la produzione.

manco fosse un unità Eva :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

manco fosse un unità Eva :P

se é un EVA meglio non farlo andare in modalità bersek

Share this post


Link to post
Share on other sites

manco fosse un unità Eva :P

 

se é un EVA meglio non farlo andare in modalità bersek

 

Spiegatemele un pò perché, invecchiando, sto diventando anche duro di comprendonio ..... :wacko:

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Spiegatemele un pò perché, invecchiando, sto diventando anche duro di comprendonio ..... :wacko:

 

è tutto un gioco di parole relativo al manga giapponese Neon Genesis Evangelion.... robottoni, mostri, adolescenti con pesanti tare usati come piloti, argomenti da psicoanalisi.... in pratica il solito :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

è tutto un gioco di parole relativo al manga giapponese Neon Genesis Evangelion.... robottoni, mostri, adolescenti con pesanti tare usati come piloti, argomenti da psicoanalisi.... in pratica il solito :rotfl:

 

Aaaaah ..... :blushing:

 

Grazie ..... :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate se disturberò qualche figlio di Putin, ma gli indiani non sono più interessati al pak-fa : http://www.defenceaviation.com/2014/01/indian-air-force-not-happy-with-sukhoi-t-50pak-fafgfa.html

 

A parte il problema dei motori, ( e cmq in occidente ci vogliono 10 anni per sviluppare un nuovo motore, vedi EJ200 del tifone), gli indiani dicono che è tutt'altro che stealth, gli armamenti non sono comparabili agli occidentali, e dulcis in fundo la traccia termica sarebbe gigantesca,come peraltro è gigantesca la traccia termica degli altri suhkoi...Dopotutto il 30% del costo dei b2 è solo per la riduzone della traccia termica; a questo aggiungiamo che su-35 in subsonico consuma esattamete 3 volte un tifone, moltiplicatore d aumentare pesantemente in supersonico considerando il drag spaventoso dei suhkoi..In effetti anche ad occhio nudo la sezione radar almeno laterale.di questi prototipi sembra non certo piccola viste l dimensioni degli ugelli.. Scusate ma a me risulta che non ci sia un aereo sovietico che è uno capace di combattere in supersonico ad g decenti,diventano tutti delle sitting duck appena ssi avvicinano al muro del suono,senza cponsiderare i consumi, vista la complessità del software, dell'hardware elettronico e dei materiali necessari a costruire un caccia capace di avere una CTR di g6 a mach 1,6 come il tifone ( ali a delta ed alta stabilità negativa di rollaggio)..Il disegno mi sembra la massimo quello di una stabilità di rollaggio neutra : se poi aggiungi superfici mobili a iosa come i vari suhkoi per avere manovrabilità in subsonico, sei castigato pesantemente in supersonico sia come manovrabilità che come consumo di carburante; i caccia moderni, eurocanards e f22, combattono esclusivamente in supersonico ; se poi questo suhkoi riuscirà ad avere una supercruise di mach 1,2 in quota ma sempre con manovrabilità terribile e consumi osceni sarà destinata a rimanere solo di facciata, la solita arma di propaganda interna russa.

Rimane cmq inerente al disegno la traccia termica gigantesca anche in subsonico: una meteora che brilla come i vari suhkoi : disegni preistorici...ve la ricordate la pubblicità della 206 di 10 anni fa? in india prendono a martellate un vecchio catorcio fino a farlo diventare simile nella forma alla peugeot 206..I russi sembrano voler fare la solita figurina con questo modello e f22...

Edited by franciwzm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate se disturberò qualche figlio di Putin, ma gli indiani non sono più interessati al pak-fa : http://www.defenceaviation.com/2014/01/indian-air-force-not-happy-with-sukhoi-t-50pak-fafgfa.html

 

Sbaglio ..... o l'articolo che hai postato è datato ..... January 27, 2014 ?

 

Vediamo un pò qualcosa di più recente .....

 

"India wants a ride on the T-50" ..... http://in.rbth.com/economics/defence/2015/09/16/india-wants-a-ride-on-the-t-50_397177

 

"Will India Purchase 154 Fighter Jets From Russia?" ..... http://thediplomat.com/2015/11/will-india-purchase-154-fighter-jets-from-russia/

 

La questione è dunque ancora aperta ..... e tutto dipenderà probabilmente dall'esito del vertice di questo mese .....

Ma ..... l'esperienza insegna che, quando c'è di mezzo l'India, c'è da aspettarsi di tutto e di più .....

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://in.rbth.com/economics/defence/2015/12/03/why-test-the-new-pak-fa-in-2018_547005

 

Il nuovo motore per il pak fa sarà "testato nel 2018

 

 

...Sbaglio o dal tuo articolo postato gli indiani cercano una aereo operativo da consegnare al massimo entro 36 mesi? Facciamo 150 e forse avranno un aereo LO in frontale tanto quanto gli eurocanards, con rcs importante laterale, gigantesca traccia termica anche in subsonico, supercruise molto dubbia, armamenti inferiori agli eurocanards,solita STR supersonica orribile degli aerei russi,senza parlare di sensor fusion o di aesa..

Di gran lunga l'aereo migliore per gli indiani è il raphale, spero senza il meteor, anche se se il meteor costa 1,2 milioni di euro a pezzo in occidente, un suo reverse engineering da qualche altra parte porterebbe a dei costi reali di costruzione X volte maggiori.

Edited by franciwzm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche il T-50, come ormai succede a tutti gli aerei di nuova concezione, necessiterà di un periodo di sperimentazione e messa a punto che potrà protrarsi per anni (F-35 docet) .....

Resta il dato di fatto che gli Indiani, con le loro infinite tergiversazioni, sono riusciti a provocare problemi epatici a mezzo mondo ..... con estremo gaudio delle industrie farmaceutiche .....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche il T-50, come ormai succede a tutti gli aerei di nuova concezione, necessiterà di un periodo di sperimentazione e messa a punto che potrà protrarsi per anni (F-35 docet) .....

Resta il dato di fatto che gli Indiani, con le loro infinite tergiversazioni, sono riusciti a provocare problemi epatici a mezzo mondo ..... con estremo gaudio delle industrie farmaceutiche .....

 

Ciao grazie; cmq mi pare che se mai sarà costruito qualche prototipo operativo, essendo il motore ancora da progettare ed assemblare, e forse potrà effettuare i primi test fra 3 anni, non avendo i russi uno straccio di AESA, sia almeno 10 anni indietro all F35 come futuro operativo, sempre che gli indiani ci buttino qualche miliardo di dollari (se non erro fino ad ora ne hanno spesi circa 400 milioni: si sono tenuti stretti!, per la serie finchè non vedo non credo!) senza tornare su tutte le contraddizioni progettuali ben evidenziate da altri utenti in questo thread; altrimenti rimarrà ben indietro come operatività al black widow che almeno aveva il motore presunto definitivo.

invece ho letto che il neuron oltre ad aver completato tutti i test di volo e di specifiche è progettato per ospitare il meteor; se avesse un radar decente e non dovesse appoggiarsi ad altre piattaforme come il typhoon per avere i dati radar, considerando che dovrebbe avere una multiaspect rcs certamente non superiore all'f22 almeno, ed una traccia termica infinitesimale, pur non potendo andare oltre mach 0.9 potrebbe essere considerando una sorta di pod esterno micidiale nell' air to air....Vallo un po a tracciare !

Edited by franciwzm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non su velivoli.Leggevo proprio ora che furono costruiti solo 2 prototipi dell f35 nel 2006,ed i test operativi durarono poche centinaia di ore..Evidentemente i calcolatori russi e l'automazione produttiva dei materiali e di assemblaggio sono almeno 20 anni indietro alle controparti occidentali.Quindi forse i 10 anni di gap produttivo fra f35 ed il pak fa è una stima molto ottimistica, tanto per non offendere nessuno...Poi che centra, le contraddizioni progettuali del pak fa sono tali che possono metterci qualsiasi tipo di radar...

Edited by franciwzm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il T50 avrà una dotazione sensoristica (AESA incluso) di tutto rispetto, ma è più che altro sulla integrazione e sensor fusion è però lecito dubitare... Comunque se non altro non si propone certo come ferro da stiro nelle manovre ad alta velocità e in particolare in quelle attorno all’asse di beccheggio.

E’ un velivolo a stabilità rilassata come lo era il SU-27 (e a differenza dei Mig-29 di prima generazione), ma in più ha un design molto più orientato alle prestazioni in un inviluppo di volo piuttosto ampio, con la soluzione dei “canard”integrati alla velatura del raccordo ala-fusoliera a consentire un certo contenimento della traccia radar frontale e una riduzione della resistenza ad alta velocità.

A contenere quest’ultima contribuiscono anche le stive e l’armamento interno (la disposizione dell’armamento sui velivoli russi è sempre stata una tragedia aerodinamica...).

 

Il limite attuale rispetto ai desiderata, e non a caso, sono ancora i motori, al momento un ripiego in attesa di qualcosa di più potente e meno assetato grazie al ciclo variabile che dovrebbe consentire la quadratura del cerchio fra supercrociera e consumi.

 

Resta negativo l’approccio progettuale per contenere la RCS e le emissioni infrarosse.

Come detto è una scelta, perchè il gap tecnologico rispetto agli americani è scontato, ma è anche noto che l’idea russa sia di limitarne gli effetti puntando su prestazioni dinamiche e potenza dei sensori di bordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

..Appunto..tralasciando la rcs che da quanto leggo anche qui non potrà essere inferiore a quello di un eurocanard pulito frontalmente, e superiore lateralmente, senza parlare dell'aspetto posteriore,non capisco come possa mantenere alti g in STR in supersonico come gli eurocanards, (il tifone ha 6g di STR a mach 1,6, la più alta al mondo avvicinata dal raphale e dall'f22 e con gli altri parecchi g indietro),sempre tralasciando i motori e traccia termica in supersonico...I russi costruirebbero un altro aereo che può combattere solo in subsonico?...non ha senso costruire un LO che non puoi manovrare in supersonico se non è un aereo principalmente da attacco a terra, vedi f35 : quindi secondo me i limiti sono principalmente aerodinamici, prima che di motori, prima che di traccia termica, prima che di rcs, prima che di sensor fusion, prima che di armamenti, prima che di operatività... Gli f22 e gli eurocanards ingaggiano sempre allo stesso modo, noiso: bvr, supersonico, ad alti g ...

Edited by franciwzm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ogni aereo è un compromesso e l'EF-2000 le sue prestazioni in supersonico le paga con non esaltanti prestazioni in subsonico (da cui l'intenzione di introdurre lerx e estensioni delle superfici mobili alari per porre rimedio a questa lacuna).

Non dimentichiamo che un combattimento moderno si svolge intorno a mach 1, il che significa che si va sopra, ma anche e soprattutto sotto, specie in doghfight.

Credo che il T-50 sia un velivolo molto bilanciato da questo punto di vista e credo possa diventare un riferimento coi motori adeguati. Niente da invidiare a nessuno insomma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un combattimento moderno si svolge solo in supersonico . STR certamente non buona in supersonico per il pak fa; al massimo comaparabile a quella di un silent eagle; poi anche in subsonico l'ITR e molto sopravvalutata rispetto allla CTR: o vuoi forse dirmi che anche la STR in subsonico del tifone non è superiore a quelle dei più recenti suhkoi? Il pak fa ha tanto da invidiare a tanti, rcs frontale esclusa assimilabile a quella degli eurocanards puliti. Intendo ch ha tanto d invidiare a tanti come progetto aerodinamico di base...Sarà un caso che il software di gestione aerodinamica del tifone, aereo ad alta stabilità negativa, ha richiesto 10 anni di sviluppo?

Edited by franciwzm

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sta scritto da nessuna parte che si combatterà solo in supersonico, se non altro perchè, con o senza supercrociera, i motori bevono una cifra e la persistenza va a farsi benedire.

Questa consapevolezza è anche alla base della scelta della configurazione aerodinamica dell'F-22 che non è certo un delta canard.

 

Un delta canard è molto prestante in supersonico perchè, pur diventando stabile, mantiene sia l'ala che il canard a portanza positiva.

Al contrario, con l'arretramento del centro di pressione che si ha in supersonico, un velivolo tradizionale con piani caudali diventa stabile mentre i piani di coda diventano deportanti.

In subsonico però il velivolo è intrinsecamente instabile, ha un'ala che non richiede gli elevati AOA tipici di un delta e i piani di coda gli danno un'elevata potenza di controllo.

 

Un combattimento moderno si svolge alla velocità che capita e il T-50, tra ala e fusoliera, ha una superficie portante enorme, cosa che gli consente di avere a disposizione una grande portanza anche senza eccedere con l'angolo d'attacco e quindi senza perdere energia, cosa che garantisce elevati ratei di virata continui. L'aerodinamica molto avanzata fa il resto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ogni aereo è frutto di compromessi. Partiamo da qui. Poi, i valori espressi spesso riportati sono figli delle politiche aziendali, che a volte tengono nascoste certe caratteristiche, altre volte le esaltano. Poi: i combattimenti moderni si stanno assestando sempre più sulla tendenza a tenere il nemico ben lontano, per questo si agisce sulla componente avionica e sugli armamenti, aumentandone sempre di più le prestazioni. A riprova di ciò, vuoi per cause geo-politiche, vuoi per altro, lo Stato di Israele ha avuto il suo ultimo dogfight la bellezza di 30 anni fa (lo hanno scritto loro stessi sulla loro pagina FB). Detto ciò, la segnatura termica, con quei motori così conformati, resterà importante a vita per questo aereo.. Ma come detto, la cosa migliore è tenere l'avversario ben lontano, provando ad offrire solo la sezione frontale con bassa RCS e forse, con i prossimi motori, introdurre un miglior sistema di raffreddamento. Non farà i miracoli, ma come sempre: aiuta. Andando a vedere poi cosa succede (in linea di massima) durante un combattimento aereo, si ha un quadro migliore:

Arrivo in supersonico per entrambi i contendenti, poi si entra dentro la portata radar.. qui interviene la rcs e la capacità dei radar. Chi dei 2 (è na cazzata, si dovrebbe ragionare in termini di pacchetti di missione ma per l'esempio va bene) ha il lock stabile, lancia (tipicamente sfalsato di 30 gradi rispetto al muso del proprio avversario). Le distanze influiscono molto sulla portata dei missili, che perdono energia per manovrare pur conservandone una buona parte per la fase finale dopo il "pitbull", per questo, molto spesso, quando si lancia si presta molta attenzione alla DLZ (Dinamyc Launch Zone) avendo spesso cura che il target si trovi nella NEZ (No Escape Zone, cioè quella regione dello spazio in cui il missile ha sempre l'energia necessaria per manovrare, indipendentemente dalle manovre avversarie). Ma se si decide di lanciare prima per impegnare l'avversario, quest'ultimo, nella maggioranza dei casi inizierà la propria difensiva. Secondo le teorie (su cui poi si basa ancora buona parte del combattimento moderno) di Boyd redatte parecchi annetti or sono, il modo migliore per evadere è avere energia. Energia intesa come risultante di quota e velocità, dove l'una può trasformarsi nell'altra. Come riportato nel "Boyd Aerial Attack", quando un missile arriva, oltre che alle Counter, si dovrebbe impostare una virata verso il basso, con un bell'angolo di bank (oltre i 100°), dare gas a manetta e scaricare sta lunga virata a 2 (si esatto, due) G, in modo da non perdere troppa energia (Velocità) con manovre serrate e scambiando la maggiore velocità con la quota (si picchia verso il basso). Come vedi, i G richiesti non sono poi tanti.. Se le cose sono andate per il verso giusto, forse avrai evitato il missile. Intanto le distanze si serrano, ed entrambi si è costretti a manovre e contromanovre per allinearsi nuovamente e avere delle soluzione per il lancio.. ma se le distanze si serrano i Sukhoi sono tosti. Per questo noi occidentali puntiamo molto sui sensori e sui missili, in modo che siano efficaci anche a lunga distanza. L'Aim-9X block III per esempio, punta ad essere un missile IR (adatto quindi alla ricerca del T-50 e della sua traccia termica "buona") avendo quasi doti da missile BVR. Oltre a ciò, i piloti sono tenuti a "portare il combattimento dove hanno gioco facile", sfruttando quindi le proprie caratteristiche salienti. Ovvio quindi che si cercherà di andare a cercare/vedere il T-50 nelle sezioni laterali o posteriori dove è maggiormente visibile, con l'ausilio di AWACS (i pacchetti di prima), così com'è ovvio che dal canto suo, il pilota di T-50 cerchera' di trascinarci dove a lui fa comodo. Restano solo un paio di centinaia di altre variabili da inserire nel combattimento, ma comunque, in linea di massima, avere 6G da tirare quando sei in supercruise è ottimo, ma il punto è che non li tirerai mai tutti per non sprecare energia ritrovandoti a fine manovra come un bersaglio lento e facile, e anzi il punto è conservarla (che è poi un principio fondamentale del combattimento aereo).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×