Jump to content

Spitfire Mk IX - Tamiya in scala 1:32 - WIP


alberto49
 Share

Recommended Posts

Ecco dunque le ultime foto con l'aggiunta delle decals principali

DSCN0936-vi.jpg

DSCN0941-vi.jpg

DSCN0935-vi.jpg

DSCN0934-vi.jpg

DSCN0940-vi.jpg

Come avrete forse notato, mi sono preso la libertà di aggiungere i vari stencils che, forse, sull'aereo esposta a Vigna di Valle non ci sono.

Una volta completato stencils e dettagli mancanti penso che farò solo un leggero invecchiamento: in fondo quest'aereo con questa livrea non ha mai volato.

Ed ancora un grazie a Valerio D'Amadio che ha reso disponibili le foto.

Commenti e suggerimentio sono ovviamente benvenuti.

Alberto

Link to comment
Share on other sites

L'azzurro è più chiaro rispetto a quello vero, è un effetto del sole e del flash? Ti segnalo che sulla 4^ foto c'è una bruttissima discrepanza tra la matricola e la coccarda, per il resto è un gran bel modello :)

Ciao,

l'azzurro dovrebbe essere corretto, probabilmente il sole lo schiarisce.

Ti ringrazio per la segnalazione a proposito del difetto di colorazione. Sicuramente il sole lo accentua, però c'è e mi era sfuggita e vedrò come fare ad eliminarla.

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Ciao Alberto,

ma le walkway le hai messe sopra la coccarda? oppure il rosso fa intravedere in trasparenza la linea nera sottostante? le walkway passavano sotto alla coccarda ad ogni modo...

Per ciò che riguarda gli stencil, quelli che hai messo sono un pò sovradimensionati rispetto agli originali... lasciali così, oramai li hai posizionati tutti!

 

P.S. lo Spit di Vigna li ha tutti gli stencil di ordinanza... gli Spit operativi, di sicuro, ne avevano molti di meno a causa di usura, ritocchi e cancellazioni varie.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Alberto,

ma le walkway le hai messe sopra la coccarda? oppure il rosso fa intravedere in trasparenza la linea nera sottostante? le walkway passavano sotto alla coccarda ad ogni modo...

Per ciò che riguarda gli stencil, quelli che hai messo sono un pò sovradimensionati rispetto agli originali... lasciali così, oramai li hai posizionati tutti!

 

P.S. lo Spit di Vigna li ha tutti gli stencil di ordinanza... gli Spit operativi, di sicuro, ne avevano molti di meno a causa di usura, ritocchi e cancellazioni varie.

 

Cribbio, hai perfettamente ragione a proposito delle walways!

Il fatto è che le avevo dimenticate e le ho realizzate ad aerografo, però credo di poter rimediare perchè ho ancora delle coccarde e non ho ancora dato l'ultima mano di Future, quindi posso togliere le coccarde esistenti e sostituirle.

Per quanto riguarda gli stencils, non mi è chiaro se ti riferisci al MK805 oppure agli stencils veri e propri.

Per quanto riguarda il primo mi sono basato sulla tavola presente nel libro di Gueli e mi sembra che le dimensioni siano corrette, però questa decal l'ho fatta io e posso rifarla se necessario.

Gli altri stencils sono quelli del kit Tamiya e devo posizionarne ancora molti per cui se sono questi ad essere sbagliati sono veramente nei guai, ti sarei garto se mi facessi sapere.

Grazie mille

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Cribbio, hai perfettamente ragione a proposito delle walways!

Il fatto è che le avevo dimenticate e le ho realizzate ad aerografo, però credo di poter rimediare perchè ho ancora delle coccarde e non ho ancora dato l'ultima mano di Future, quindi posso togliere le coccarde esistenti e sostituirle.

Per quanto riguarda gli stencils, non mi è chiaro se ti riferisci al MK805 oppure agli stencils veri e propri.

Per quanto riguarda il primo mi sono basato sulla tavola presente nel libro di Gueli e mi sembra che le dimensioni siano corrette, però questa decal l'ho fatta io e posso rifarla se necessario.

Gli altri stencils sono quelli del kit Tamiya e devo posizionarne ancora molti per cui se sono questi ad essere sbagliati sono veramente nei guai, ti sarei garto se mi facessi sapere.

Grazie mille

Alberto

 

Togliere delle decal che già si sono "seccate" è sempre una cosa poco igienica... sopratutto perchè devi ammorbidirle molto e alla Future questa cosa non piace molto!

Il codice del velivolo (MK805) è corretto è ben fatto... il disegno di Gueli è molto preciso, anche perchè è stato lui in prima persona a partecipare al restauro.

Però Alberto permettimi di dirti che, a mio avviso, lucidi sempre troppo poco i tuoi modelli prima di posizionare le decal... anche sul tuo F-86 alcuni stencil hanno fatto un silvering accentuato rovinenado un bel lavoro.

La Future è buona per lucidare tettucci e parti trasparenti... ma secondo me come lucido vero e proprio non è il massimo. A parte delle note incompatibilità con i Gunze (e a volte anche con Tamiya - in pratica la vernice si spacca come se fosse terra arida... fa lo stesso effetto) , tende anche ad ingiallire col tempo (solo sulle parti verniciate però... sui canopy non dà questo problema).

Tralasciando il discorso sulla bontà o meno della Future, prima di posizionare le decal la superficie dovrebbe essere più liscia e lucida (almeno 4 mani). Se guardi il codice che hai realizzato in "casa", si vede parecchio spessore del film trasparente. Per eliminarlo dovrai stendere parecchie mani di lucido sopra a tutto il modello per attenuare almeno un pò lo scalino che si è formato.

 

Ti mando un pò di foto degli stencil del tuo esemplare:

 

4566138429_1b1c32b3cf_o.jpg

 

4566768826_7dacdb1c62_o.jpg

 

4566768884_e450bd90df_o.jpg

 

4566143807_3d89702ce5_o.jpg

Edited by starfighter84
Link to comment
Share on other sites

....

Se guardi il codice che hai realizzato in "casa", si vede parecchio spessore del film trasparente. Per eliminarlo dovrai stendere parecchie mani di lucido sopra a tutto il modello per attenuare almeno un pò lo scalino che si è formato.

 

Ciao Valerio, innanzitutto grazie della risposta.

A proposito delle decals autorealizzate, sicuramente tu hai un'esperienza in materia maggiore della mia, infatti la mia è piuttosto recente, in quanto ho ripreso il modellismo aereo solo nel 2008. (Dopo circa vent'anni in cui mi sono occupato di figurini e galeoni in legno)

Comunque, nella mia limitata esperienza, ho potuto constatare che le decals autorealizzate, confrontate con quelle industriali presentano i seguenti inconvenienti:

- Innanzitutto il supporto su cui stampare: ho usato anche un'altra marca che ora non ricordo ed attualmento uso Testors. In entrambe i casi il film è più spesso di quello delle decals industriali, anche se Testors mi sembra migliore.

- Dopo aver stampato a getto d'inchiostro, occorre dare almeno due mani di fissativo che aggiunge altro spessore (ne ho provati vari ma, a mio parere, quello della Microscale è il migliore)

Il risultato è il "gradino" che dovrò dissimulare il meglio possibile.

A proposito invece della Future, puoi dirmi di più dell'incompatibilità con Gunze? Li ho appena acquistati per il prossimo modello, un BF 109 G-14.

 

Tornando alle walklines, ho scoperto cosa ha contribuito ad indurmi all'errore: le istruzioni della Tamiya mostarno le walklines SOPRA le coccarde! Comunque cercherò una soluzione per rimediare.

Cordiali saluti

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Tornando alle walklines, ho scoperto cosa ha contribuito ad indurmi all'errore: le istruzioni della Tamiya mostarno le walklines SOPRA le coccarde! Comunque cercherò una soluzione per rimediare.

Cordiali saluti

Alberto

 

Ah Alberto, tranquillo! non sei mica il solo... anche un altro modellista molto più "esperto" e molto più famoso di noi è incappato nello stesso errore... probabilmente le istruzioni Tamiya hanno tirato un brutto scherzo anche a lui!

 

A proposito invece della Future, puoi dirmi di più dell'incompatibilità con Gunze? Li ho appena acquistati per il prossimo modello, un BF 109 G-14.

 

Praticamente, come già ti ho anticipato nel precedente post, coprendo i Gunze con la Future molto spesso i colori sottostanti allo strato di lucido si spaccano e si crepano. Sicuramente la Future crea uno strato troppo compatto che non permette ai colori di "traspirare" e far espellere il diluente aggiunto ai pigmenti; quest'ultimo si concentra e spinge spaccando lo strato di vernice. Questo inconveniente si riscontra molto più frequentemente sui Gunze lucidi/semi-lucidi... ma accade anche sui colori opachi. Non cambia molto neanche far asciugare per bene i colori... a volte le crepe vengono fuori anche dopo mesi dalla fine del modello.

Anche i Tamiya, seppur in parte minore, sono soggetti a questa problematica... non c'è niente da fare, la Future è ottima se usata sui trasparenti, molto meno come trasparente lucido. La cosa migliore è tornare ai vecchi trasparenti della Tamiya o della Gunze... una boccetta costa tanto e c'è poco prodotto all'interno ma, almeno, non si hanno problemi.

 

Il Liquid Decal Film della Miscroscale è ottimo...! per i fogli "blank" su cui stampare le decal personalizzate, ti consiglio quelli prodotti dalla Expert Choice americana.

 

http://www.greatmodels.com/~smartcart/cgi/display.cgi?item_num=BMF123

Edited by starfighter84
Link to comment
Share on other sites

...

Il Liquid Decal Film della Miscroscale è ottimo...! per i fogli "blank" su cui stampare le decal personalizzate, ti consiglio quelli prodotti dalla Expert Choice americana.

...

http://www.greatmodels.com/~smartcart/cgi/display.cgi?item_num=BMF123

 

Grazie mille per le risposte e per la segnalazione "Expert Choice" che non conoscevo, proverò ad ordinare questo prodotto.

Per il BF 109 ritornerò ai classici trasparenti, quelli in bomboletta della Vallejo come sono?

Ciao

Alberto

Link to comment
Share on other sites

I trasparenti della Vallejo linea "AIR" non sono male... sono sempre tinte a base vinilica ma hanno una bella finitura. Le loro bombolette lasciale stare... molto poco controllabili (come tutte le bombolette spray), rischi di buttare via tutto perchè non riesci a regolarti e crei degli strati di trasparente troppo spessi.

 

Vai col Gunze e/o Tamiya... intramontabili! anzi... per gli opachi/satinati ti consiglio i Puravest della Toffano.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Salve a tutti,

finalmente sono in grado di presentare le foto del modello finito.

DSCN0980-vi.jpg

Poichè si tratta del modello di un aereo che non ha mai volato e mai sparato, almeno con questa livrea, non ho ritenuto di dover aggiungere tracce degli scarichi del motore o fumo delle armi; quindi mi sono limitato ad evidenziare le pannellature con un wash grigio scuro.

DSCN0981-vi.jpg

DSCN0986-vi.jpg

DSCN0982-vi.jpg

DSCN0984-vi.jpg

DSCN0983-vi.jpg

DSCN0988-vi.jpg

Le ruote in gomma fornite con il kit non mi convincevano e lo ho sotituite con altre in resina che, nel punto a contatto con il terreno, mostrano la normale deformazione dovuta al peso dell'aereo.

DSCN0991-vi.jpg

Fortunatamente la mano di vernice opaca ha coperto il silvering delle decals.

DSCN0992-vi.jpg

Ringrazio tutti quelli che mi hanno fornito i loro preziosi consigli nel corso della realizzazione e sono chiaramente inbteressato a commenti che mi possano servire per il prossimo modello.

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Finalmente lo vediamo finito Alberto! mi fa piacere aver contribuito alla realizzazione di questo bello Spit.... un piccolo appunto: le superfici mobili dei piani di coda non sono corrette! i due alettoni si muovono insieme, in alto e in basso per la cabrata e la picchiata. Il modo in cui l'hai montati te rispecchia il comportamento degli alettoni alari... che si muovonon in senso opposto per variare il flusso d'aria sulla superficie dell'ala e permettere all'aereo di virare.

 

Aggiungo anche che, a terra, i piani di coda degli Spit avevano sempre posizione a picchiare perchè, con il peso, le superfici mobili "cadevano" spingendo la tiranteria e la cloche in avanti. ;)

Edited by starfighter84
Link to comment
Share on other sites

Finalmente lo vediamo finito Alberto! mi fa piacere aver contribuito alla realizzazione di questo bello Spit.... un piccolo appunto: le superfici mobili dei piani di coda non sono corrette! i due alettoni si muovono insieme, in alto e in basso per la cabrata e la picchiata. Il modo in cui l'hai montati te rispecchia il comportamento degli alettoni alari... che si muovonon in senso opposto per variare il flusso d'aria sulla superficie dell'ala e permettere all'aereo di virare.

 

Aggiungo anche che, a terra, i piani di coda degli Spit avevano sempre posizione a picchiare perchè, con il peso, le superfici mobili "cadevano" spingendo la tiranteria e la cloche in avanti. ;)

 

Nessun problema, le superfici sono "mobili", quindi posso posizionarli in modo corretto e fare altre foto. (Purtroppo non credo che riuscirò anche a riposizionare la cloche ...)

Grazie per la segnalazione che, suppongo, vale per qualsiasi aereo.

Ciao

Alberto

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...