Jump to content

Il premier, in Parlamento, chiarisca cosa è accaduto a Palazzo Grazioli, quante donne vi hanno avuto accesso ?


dindon

Recommended Posts

a riconoscere che l'atteggiamento del Premier è improvvido oltre che inopportuno e moralmente riprorevole.

 

alt. Allora abbiamo gia fatto un bel passo avanti, perchè il problema è esattamente questo. Come dicevo all'inizio del mio post:

 

un leader politico eletto legittimamente e liberamente dagli italiani che ha oggi la responsabilità di guidare il Paese. Come lo fa? È di questo che parliamo. Di questo che si intende e si deve parlare: il Cavaliere come muove il suo potere, come interpreta le sue responsabilità? Danneggia il Paese o lo migliora? Ne deteriora o ne irrobustisce la democrazia?

un leader politico eletto legittimamente e liberamente dagli italiani che ha oggi la responsabilità di guidare il Paese. Come lo fa? È di questo che parliamo. Di questo che si intende e si deve parlare: il Cavaliere come muove il suo potere, come interpreta le sue responsabilità? Danneggia il Paese o lo migliora? Ne deteriora o ne irrobustisce la democrazia?

 

Lui ha fatto del suo 'modo di vivere', dal Milan in avanti, il suo modo di essere, e conseguentemente il suo modo di governare.

 

e' di QUESTO, non delle feste, che si parla. Le feste sono, come ho detto, il 'pretesto' da cui partire per una riflessione molto più ampia. Che e' esattamente questa: In questo contesto, porgendo il fianco, attraverso comportamenti non esattamente da uomo di stato, contribuisce ad alimentare pregiudizi sugli 'Italiani', nel senso più ampio della parola, che oggettivamente ci danneggiano. Perche' agli inglesi, americani, tedeschi ecc, non gli pare vero di potere sparare a zero sui nostri vizi, o presunti tali. Danneggiando la nostra immagine, appunto. E B., invece di essere attento a queste cose, lui uomo essenzialmente di immagine, ci casca con tutti e due i piedi, incazzandosi perchè i giornali (e le opposizioni) sfruttano le sue debolezze.

 

D'altro canto, signori, gli stranieri non hanno poi certo torto: di PRO-B che possiamo andare a rileggerci più in alto, tutti, o quasi, dicono 'lo farei anche io al suo posto'. Dando cosi' biada ai somari dei giornali che non aspettano altro di vedere confermare le proprie teorie sulla italietta, e sugli italioti.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 70
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

e' di QUESTO, non delle feste, che si parla. Le feste sono, come ho detto, il 'pretesto' da cui partire per una riflessione molto più ampia. Che e' esattamente questa: In questo contesto, porgendo il fianco, attraverso comportamenti non esattamente da uomo di stato, contribuisce ad alimentare pregiudizi sugli 'Italiani', nel senso più ampio della parola, che oggettivamente ci danneggiano. Perche' agli inglesi, americani, tedeschi ecc, non gli pare vero di potere sparare a zero sui nostri vizi, o presunti tali. Danneggiando la nostra immagine, appunto. E B., invece di essere attento a queste cose, lui uomo essenzialmente di immagine, ci casca con tutti e due i piedi, incazzandosi perchè i giornali (e le opposizioni) sfruttano le sue debolezze.

 

D'altro canto, signori, gli stranieri non hanno poi certo torto: di PRO-B che possiamo andare a rileggerci più in alto, tutti, o quasi, dicono 'lo farei anche io al suo posto'. Dando cosi' biada ai somari dei giornali che non aspettano altro di vedere confermare le proprie teorie sulla italietta, e sugli italioti.

 

Il fianco lo prestiamo noi italiani (anzi voi) quando date credito a quei giornali (italiani e non) che vogliono fornire un'immagine dell'Italia distorta e sbagliata, solo per convenienza politica.

 

Siete voi che avete strillato e sostenuto el accuse del Guardian o El Paìs abilmente orchestrate prima del G8 e che poi si sono rivelate solo spazzatura...

Siete voi che vi siete sdegnati dietro lo scandalo Noemi tirato in ballo dalla Repubblica e poi -puff- esploso come una bolla di sapone...

Siete voi che non vi domandate se davvero c'è un nesso fra dirigere l'azione di Governo e organizzare una festa (osè o meno che sia) a casa propria...

 

All'estero -lo scrive uno che c'ha vissuto per anni- il "dagli all'Italia" è un esercizio retorico particolarmente gradito da certa presunta intellettualità....lo è sempre stato, non è certamente un fenomeno nuovo e certamente non dipende dalla presenza al Governo di Berlusconi. Oggi è Berlusconi, ieri era la Mafia, l'altro ieri il mandolino. Una parte di occidente -che probabilmente non si capacita del fatto che l'italia è un Paese magnifico- non perde occasione per gettare fango su di essa.

Se a questo ci uniamo anche l'interesse politico che certa stampa oggettivamente ha nell'attaccare Berlusconi, ecco che il quadro è completo.

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

Il comportamento di un leader può essere sistematicamente immorale a petto di azioni di governo che pretendono di essere altamente morali e decidere della privacy di tutti: della vita, della morte, dell'aborto, del dolore, della cura, dell'embrione, dei comportamenti sessuali, fino a prevedere il carcere per chi sceglie una prostituta?

 

Quando Madmike ha detto: "Provo di spiegartelo, Dindon, ma sono certo che non ci riuscirò" aveva proprio ragione! .... non ci è riuscito, ma non già per sua incapactà, solo per mancanza di argomenti concreti ed infatti le tante righe utilizzate da Madmike possono sintetizzarsi nelle 2 sopra riportate che esplicitano non già fatti reali ma solo sue affermazioni apodittiche.

Attribuisce alla personalità di Berlusconi una connotazione di "immoralità sistematica" che meriterebbe dimostrazione (a meno di voler considerare immorali tutti i separati e divorziati).

Menziona azioni di governo idonee a decidere della privacy degli italiani: e io che ritenevo che la funzione legislativa competesse al Parlamento!

Infine attribuisce al gran peccatore Silvio l'iniziativa del carcere per chi si accomagna a prostitute.

Insomma tutte cose che forse risiedono nella fantasia di Madmike ma che non fanno parte della realtà!

Link to comment
Share on other sites

Il comportamento di un leader può essere sistematicamente immorale a petto di azioni di governo che pretendono di essere altamente morali e decidere della privacy di tutti: della vita, della morte, dell'aborto, del dolore, della cura, dell'embrione, dei comportamenti sessuali, fino a prevedere il carcere per chi sceglie una prostituta?

 

Quando Madmike ha affermato: "Provo di spiegartelo, Dindon, ma sono certo che non ci riuscirò" aveva proprio ragione: probabilmente presentiva di non aver sufficienti elementi ed argomenti! .... ed infatti le tante righe utilizzate da Madmike possono sintetizzarsi nelle 2 sopra riportate che esplicitano non già fatti reali ma solo sue affermazioni apodittiche.

Attribuisce alla personalità di Berlusconi una connotazione di "immoralità sistematica" che meriterebbe dimostrazione (a meno di voler considerare immorali tutti i separati e divorziati).

Menziona azioni di governo idonee a decidere della privacy degli italiani: e io che ritenevo che la funzione legislativa competesse al Parlamento!

Infine attribuisce al gran peccatore Silvio l'iniziativa del carcere per chi si accomagna a prostitute.

Insomma tutte cose che forse risiedono nella fantasia di Madmike ma che non fanno parte della realtà!

Edited by dindon
Link to comment
Share on other sites

Giusto!

 

Io, pur difendendo il Governo, non ho alcuna problema (lo ho già scritto diverse volte in altre discussioni) a riconoscere che l'atteggiamento del Premier è improvvido oltre che inopportuno e moralmente riprorevole. Ma punto...mi fermo qui. Il mio giudizio sul privato non intacca la mia valutazione sull'azione di Governo.

Il problema non è che Silvio vada a puttane, il problema è che ci vada e promuova il "family day". Il presidente della LIPU non va a caccia.

Edited by typhoon
Link to comment
Share on other sites

Il problema non è che Silvio vada a puttane, il problema è che ci vada e promuova il "family day". Il presidente della LIPU non va a caccia.

Però il mio medico, che è un gran fumatore, mi chiede ogni volta di smettere con le sigarette spiegandomi anche i rischi che corro: che dici, ... dovrebbe astenersi dal farlo per coerenza?

Edited by dindon
Link to comment
Share on other sites

Però il mio medico, che è un gran fumatore, mi chiede ogni volta di smettere con le sigarette spiegandomi anche i rischi che corro: che dici, ... dovrebbe astenersi dal farlo per coerenza?

Berlusconi non ha fatto questo. Berlusconi ha legiferato in modo da impedire la vendita delle sigarette, lui però le compra di contrabbando e le fuma di nascosto. Senza considerare che fumare fa male alla salute mentre tutto quello cui è andato contro il suo ridicolo family day no.

 

Secondo te il presidente della LIPU può andare a caccia?

Edited by typhoon
Link to comment
Share on other sites

Il problema non è che Silvio vada a puttane, il problema è che ci vada e promuova il "family day". Il presidente della LIPU non va a caccia.

 

Allora, ammettenddo che chi promuove una cosa pubblicamente e poi nel privato fa il contrario certamente è un atteggiamento censurabile, qui si fa un grave errore di fondo: si stanno sovrapponendo concetti che in realtà sono molto diversi fra loro. Si confonde il pubblico con il privato (a partire da chi ritiene che Palazzo Grazioli sia la residenza della Presidenza del Consiglio).

 

Nel caso specifico, quando Silvio Berlusconi promuove il "Family Day" non lo sta facendo a titolo personale come semplice cittadino che partecipa ad una manifestazione, ma lo fa come leader di una forza politica per la quale il "Family day" (o meglio i concetti ad esso legati) sono una priorità assoluta.

 

Poi Berlusconi potrà anche razzolare male dopo aver predicato bene, ma questo è un affare che può interessare al limite l'elettore di centro destra (e forse neanche lui, essendo comunque affare privato), il quale potrà valutare il premier come persona non adeguata a promuovere certi valori.

A me (inteso come elettore di centro destra) mi interessa che i miei rappresentanti politici (sia che stiano al Governo o all'opposizione) portino avanti certe battaglie e sostengano determinati valori. Perchè questo è il fine che mi riguarda direttamente! A me se Berlusconi (o Fini o chicchessia) a casa sua organizza festini "tette&culi", tradisce la moglie e si circonda di escort, non importa un fico secco. Lo trovo ovviamente un atteggiamento sgradevole, ma come cittadino italiano ed elettore di centro destra non mi cambia nulla. L'importante è che poi, nelle opportune sedi politiche, porti avanti il programma di Governo presentato in campagna elettorale.

Se Berlusconi ritiene che andare a mignotte e tradire la moglie è doveroso, ma poi quando dirige l'Esecutivo lo fa nel rispetto del programma di governo e di quei valori largamente condivisi nel suo elettorato, va benissimo!!!!!

 

MA POI SPIEGATEMI: che che nesso esiste fra il Family Day (promosso contro i DICO) e l'organizzare feste a cui partecipano escort?!?!?!??!?!

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

...

Secondo te il presidente della LIPU può andare a caccia?

 

non sarebbe il primo associato alla LIPU o ad altre associazioni animaliste che becco nelle osterie bresciane a mangiare spiedo con uccellini e polenta, cervo, cinghiale al barolo ecc..ecc...

 

E quindi??? che facciamo???

Link to comment
Share on other sites

Berlusconi non ha fatto questo. Berlusconi ha legiferato in modo da impedire la vendita delle sigarette, lui però le compra di contrabbando e le fuma di nascosto. Senza considerare che fumare fa male alla salute mentre tutto quello cui è andato contro il suo ridicolo family day no.

 

Secondo te il presidente della LIPU può andare a caccia?

Il cosiddetto "family day" potrà anche essere giudicato ridicolo da qualcuno, ma, in democrazia, i voti contano e Berlusconi ha saputo raccogliere i voti di coloro che parteciparono a quella manifestazione.

Rispetto le tue opinioni: naturalmente tu rispetterai quelle di coloro che hanno scelto Berlusconi quale migliore rappresentate delle loro!

Edited by dindon
Link to comment
Share on other sites

Allora, ammettenddo che chi promuove una cosa pubblicamente e poi nel privato fa il contrario certamente è un atteggiamento censurabile,

Ecco, possiamo anche fermarci qui ... chi promuove un ideale deve sentirlo suo e condividerlo, altrimenti lo fa solo per qualche tornaconto .. tornaconto che si chiama "voti dell'elettorato cattolico" ...

 

E quindi??? che facciamo???

Si dimette dalla LIPU perchè non crede nei suoi valori, e quindi che ci stà a fare?

 

Il cosiddetto "family day" potrà anche essere giudicato ridicolo da qualcuno, ma, in democrazia, i voti contano e Berlusconi ha saputo raccogliere i voti di coloro che parteciparono a quella manifestazione.

Rispetto le tue opinioni: naturalmente tu rispetterai quelle di coloro che hanno scelto Berlusconi quale migliore rappresentate delle loro!

La cosa ironica è che queste persone lo hanno votato perchè pensavano rispettasse le loro opinioni, ma la realtà si è rivelata un pò diversa ... il primo a non rispettarle è stato proprio lui

Edited by typhoon
Link to comment
Share on other sites

Ecco, possiamo anche fermarci qui ... chi promuove un ideale deve sentirlo suo e condividerlo, altrimenti lo fa solo per qualche tornaconto .. tornaconto che si chiama "voti dell'elettorato cattolico" ...

No no no....ferma qui nulla...continua a leggere. E' troppo comodo estrapolare le frasi che più si desiderano.

 

Ma chi l'ha detto che si deve promuovere necessariamente solo ciò che si condivide?!?!?!???!?!...c'è gente che per professione pubblicamente "promuove" idee altrui e poi nel privato fa tutt'altro.

 

Berlusconi nel privato può fare quel che vuole, perchè a me -come italiano ed elettore- interessa solo ciò che fa nelle sedi pubbliche.

Escort, topless e feste arrapate...sgradevoli e inopportune: ma son tutti affari suoi, purchè poi dia seguito al programma elettorale.

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

No no no....ferma qui nulla...continua a leggere. E' troppo comodo estrapolare le frasi che più si desiderano.

 

Berlusconi nel privato può fare quel che vuole, perchè a me -come italiano ed elettore- interessa solo ciò che fa nelle sedi pubbliche.

Escort, topless e feste arrapate...son tutti affari suoi, purchè poi dia seguito al programma elettorale.

Se escort, topless e feste arrapate ... pensa che siano tutti affari suoi ... allora anche decidere di non rimanere attaccato ad una macchina dovrebbe pensare che sono affari miei ... oppure, un peso e due misure? lui si e io no?

Link to comment
Share on other sites

La cosa ironica è che queste persone lo hanno votato perchè pensavano rispettasse le loro opinioni, ma la realtà si è rivelata un pò diversa ... il primo a non rispettarle è stato proprio lui

 

A me risulta che, anche all'ultima tornata elettorale, il Berlusca abbia fatto il pieno nonostante Veronica, escort, Naomi ecc.: vorrà dire qualcosa?

Link to comment
Share on other sites

Se escort, topless e feste arrapate ... pensa che siano tutti affari suoi ... allora anche decidere di non rimanere attaccato ad una macchina dovrebbe pensare che sono affari miei ... oppure, un peso e due misure? lui si e io no?

Fammi capire, c'è una legge che ti impedisce di organizzare festini osè con tanto di escort e topless a casa tua?! No...non mi pare.

 

Ancora non mi hai spiegato il nesso fra promuovere il Family Day e organizzare festini HOT. Adesso mi devi anche spiegare il nesso fra organizzare festini HOT e vietare l'eutanasia.

 

(per i meno pratici in materia: le escort vengono pagate per accompagnare e intrattenere, non necessariamente per prostituirsi).

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

Un nesso c'è ... se Berlusconi non vuole che si entri nella sua vita privata, lui deve fare lo stesso con gli altri ... se una coppia non vuole sposarsi ma essere legalmente riconosciuta oppure se una persona decide di non rimanere attaccato ad una macchina questi sono solo aspetti privati* che non ledono gli altri ... come andare a puttane ...

 

* ormai lo sono in tutti i paesi normali ... tranne il nostro ovviamente

Edited by typhoon
Link to comment
Share on other sites

Un nesso c'è ... se Berlusconi non vuole che si entri nella sua vita privata, lui deve fare lo stesso con gli altri ... se una coppia non vuole sposarsi ma essere legalmente riconosciuta oppure se una persona decide di non rimanere attaccato ad una macchina questi sono solo aspetti privati* che non ledono gli altri ... come andare a puttane ...

 

* ormai lo sono in tutti i paesi normali ... tranne il nostro ovviamente

 

Il modo di organizzare feste e festini di Berlusconi, per quanto di dubbio gusto, è lecito e consentito...quello che invece tu vorresti fare, in quella che ritieni essere la tua sfera privata, attualmente non è consentito. Punto.

 

Fra le due cose non c'è nessun nesso. Posso comprendere criticare l'opportunità di organizzare certe feste, quando si è Presidenti del Consiglio e il ruolo imporrebbe maggiore aplomb, ma questo tipo di critica davvero non lo comprendo...

 

Se berlusconi -per dire- avesse consentito l'eutanasia di qualcuno a casa propria o avesse concluso accordi patrimoniali con una donna dopo il divorzio potrei dire che hai ragione....ma così non è.

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

Io dico invece che il nesso c'è eccome ... visto che ha organizzato un provvedimento d'urgenza per bloccare la sentenza Englaro per imporre agli altri un certo tipo di morale che esso stesso poi è il primo a violare ... non importa che i casi siano diversi, lo ha patrocinato anche lui il "family day" ... se il premier non vuole che si entri nella sua sfera privata, il premier non deve entrare in quella della migliaia di Eluana Englaro che esistono in Italia. La verità è che a lui di aborto, eutanasia, famiglia ecc... non importa assolutamente nulla, ha alzato certe bandiere solamente per tornaconto elettorale.

Link to comment
Share on other sites

quello che invece tu vorresti fare, in quella che ritieni essere la tua sfera privata, attualmente non è consentito. Punto.

 

Fra le due cose non c'è nessun nesso. Posso comprendere criticare l'opportunità di organizzare certe feste, quando si è Presidenti del Consiglio e il ruolo imporrebbe maggiore aplomb, ma questo tipo di critica davvero non lo comprendo...

 

Se berlusconi -per dire- avesse consentito l'eutanasia di qualcuno a casa propria o avesse concluso accordi patrimoniali con una donna dopo il divorzio potrei dire che hai ragione....ma così non è.

 

Non è constentito perche la cricca dei governanti su richiesta di chiesa spa ha deciso che non è constentito.

Resta il fatto che il decidere se porre fine alla propia vita anzi pseudovita (viste le condizioni tipo di chi si trova in quello stato) è una scelta privata e non capisco perche tu e quelli che la pensano come te che eleggete i governi che vietano l'eutanasia dovrebbero avere voce in capitolo sulla mia scelta personale sul vivere o morire. Se ci fosse una legge che consentisse l'eutanasia chi vorrebbe ne farebbe uso, ma per chi è contrario all'eutanasia tutto rimarrebbe cosi come è ora.

 

Stesso discorso sulle copie di fatto, perche il governo (che alla fine rappresenta la volonta degli elettori) dovrebbe interferire su un qualcosa di enorme importanza per alcune persone, per accontentare la maggioranza, la quale è estranea a queste situazioni riguardanti la vita privata di soli alcuni cittadini.

Link to comment
Share on other sites

Non è constentito perche la cricca dei governanti su richiesta di chiesa spa ha deciso che non è constentito.

Non è consentito perchè colui che va a zoccole non lo ha consentio ... proprio per attrarre i voti dell'elettorato cattolico ... il brutto è che non consente quello che gli fa comodo visto che la chiesa sull'andare a zoccole non è molto d'accordo, se fosse coerente dovrebbe rendere illegale la prostituzione come è illegale il testamento biologico e come non sono riconosciute legalmente le coppie di fatto.

Edited by typhoon
Link to comment
Share on other sites

Constato che si è abbandonato il tema della richiesta rivolta al Premier di riferire in Parlamento sulla sua vita sessuale: me ne compiaccio!

 

Se però si parla di eutanasia, DICO, ecc. allora siamo fuori OT!

 

Se poi si parla, in generale, di moralità, allora chiedo innanzitutto quale sia la morale di riferimento: quella del Papa o quella altalenante del PD? ... in verità - è molto semplice - le morali sono infinite ma, per fortuna, non sono vincolanti.

Sono invece vincolanti le leggi dello stato che, si noti bene, non le fa Berlusconi, ma il Parlamento!

Edited by dindon
Link to comment
Share on other sites

...

Sono invece vincolanti le leggi dello stato che, si noti bene, non le fa Berlusconi, ma il Parlamento!

E già Dindon sarebbe facile, a condizione di comprendere prima il concetto di DEMOCRAZIA, forma di governo secondo la quale, universalmente nel tempo e nello spazio, spetta alla MAGGIORANZA fare le leggi!

Link to comment
Share on other sites

Non è consentito perchè colui che va a zoccole non lo ha consentio ... proprio per attrarre i voti dell'elettorato cattolico ... il brutto è che non consente quello che gli fa comodo visto che la chiesa sull'andare a zoccole non è molto d'accordo, se fosse coerente dovrebbe rendere illegale la prostituzione come è illegale il testamento biologico e come non sono riconosciute legalmente le coppie di fatto.

 

Concordo, hosemplificato tirato in mezzo chiesa spa per dare l'appiglio dell'anticlericalismo agli interlocutori, comunque vedo che hanno preferityo usare il Jolly dell'Off-topic:

 

Se però si parla di eutanasia, DICO, ecc. allora siamo fuori OT!

 

Se poi si parla, in generale, di moralità, allora chiedo innanzitutto quale sia la morale di riferimento: quella del Papa o quella altalenante del PD? ... in verità - è molto semplice - le morali sono infinite ma, per fortuna, non sono vincolanti.

Sono invece vincolanti le leggi dello stato che, si noti bene, non le fa Berlusconi, ma il Parlamento!

 

Appunto essendoci una miriade di morali differenti, lo stato dovrebe tutelarle tutte e non imporre a tutti quella della maggiornanza, leggi a favore di eutanasia e coppie di fatto danno delle possibilita a chi voglia farne uso ma non impongono nulla a chi non è interessato.

E già Dindon sarebbe facile, a condizione di comprendere prima il concetto di DEMOCRAZIA, forma di governo secondo la quale, universalmente nel tempo e nello spazio, spetta alla MAGGIORANZA fare le leggi!

 

No quella che tu chiami DEMOCRAZIA in realta è la dittatura della maggioranza, Nazisti fascisti e i comunisti sovietici avevano la maggioranza, ma cio non significa che fossero democrazie.

La dittatura della maggioranza o l'autoritarismo, come pure l'intromissione e le imposizioni dello stato nella vita privata dei singoli cittadini non è democrazia è Fascismo 2.0

 

Fascism 2.0 Now castor oil free :asd:

Edited by Einherjar
Link to comment
Share on other sites

...

No quella che tu chiami DEMOCRAZIA in realta è la dittatura della maggioranza, Nazisti fascisti e i comunisti sovietici avevano la maggioranza, ma cio non significa che fossero democrazie.

La dittatura della maggioranza o l'autoritarismo, come pure l'intromissione e le imposizioni dello stato nella vita privata dei singoli cittadini non è democrazia è Fascismo 2.0

 

Fascism 2.0 Now castor oil free :asd:

Grazie di avermi informato che sotto nazismo, fascismo e comunismo, si tenevano libere elezioni!!!

 

È proprio vero, nella vita non si finisce mai di imparare!!!

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...