Jump to content

ZSU-23-4


 Share

Recommended Posts

Hai ragione non ci ho pensato gianni.

Ma con il visore IR non viene notato lo stesso?

 

Ma secondo voi gli sa russi si fanno distrarre facilmente dalle contro misure che sono inefficaci?

Un sa 19 a che velocita arriva?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 72
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Visore IR o ottico che sia, nella concitazione della battaglia non è agevole distinguere un semovente antiaereo da un normale MBT.

 

Certamente un pilota di elicottero tiene gli occhi ben aperti per evitare sorprese, ma i rischi ci sono, specialmente nei confronti di sistemi antiaerei portatili (i semoventi bene o male, tradiscono la propria presenza per le emissioni radar).

 

======

 

Il Grison fila a Mach 3.

 

======

 

Per quanto riguarda le contromisure, è impossibile dire nulla di preciso, ma solo avere fiducia...

Le forze armate americane (e di altri paesi) compiono una costante attività di spionaggio elettronico per individuare le frequenze ed i canali utilizzati da sistemi d'arma ed elettronici del potenziale nemico, e utilizzano i dati ricavati per mettere a punto le contromisure elettroniche.

Se questo lavoro poi funziona o meno, lo si scopre solo al momento della battaglia.

 

Però tutti i recenti conflitti, a partire dalla guerra del Vietnam, hanno dimostrato che l'intelligence occidentale è molto efficiente in questo compito.

I vietnamiti hanno sprecato fior di missili senza riuscire a colpire i grossi e lenti B-52 (abbattimenti ce ne sono stati, ma la percentuale è minima in confronto ai missili lanciati), così come gli israeliani hanno dimostrato la capacità di ingannare i sistemi antiaerei di produzione sovietica in più di un'occasione.

 

Di sicuro può succedere che nei primi giorni di combattimento ognuno scopre le sue "carte elettroniche" e a quel punto si cerca di correre ai ripari mettendo a punto le idonee contromisure nel più breve tempo possibile.

In questo sicuramente gli occidentali sono in grande vantaggio.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 months later...

Defunto anni fa, era stato anche presentato ai tedeschi che gli preferirono il Ghepard.

Comunque si trattava di uno scafo OF-40, clone "desertizzato" del Leopard1A4 prodotto da Otomelara per l'export.

Ecco una foto

 

 

Otomatic.jpg

 

 

quando lo postai in una risposta su militaryphotos gli prese un colpo :lol:

Edited by Dominus
Link to comment
Share on other sites

Scusate ma qualcuno sa dirmi che fine ha fatto L'OTOMATIC. Se non sbaglio aveva un pezzo da 76 della Oto Melara super rapido su scafo di un Leopard 1, era um mezzo utile e valido o no?

 

Grazie

Con un radar un pò più compatto invece di quei due cosi da peschereccio e con le munizioni guidate Davide secondo me potrebbe essere un mezzo interessante.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

lasciando stare che un colpo da 25mm (e quindi da 23mm) con nocciolo in du può bloccare un abrams se colpisce il retro del carro....

 

può cmq ingaggiare con successo apc,ifv e veicoli da ricognizione,ovvio che in un ingaggio frontale con un mbt non può far molto

Link to comment
Share on other sites

Apparte che sono progettati per colpire elicotteri.

Il sistema d'arma è concepito per operare in appoggio del radar.

Come fai a colpire veicoli di terra non lo so e dubito che prena un abrams da dietro (ammeno che l'equipaggio dell'abrams non vada a combattere in retromarcia).

 

Piccoli veicoli magari li può impegnare, anche un M113 magari ma nessun veicolo grosso secondo me.

Nemmeno il bradley può impegnare è concepito per difesa aerea ravvicinata

Link to comment
Share on other sites

la questione dell'abrams era per farti notare la potenza del calibro.....mi sembra alquanto scontato che un mbt non combatta in retromarcia....

 

le armi possono essere usate contro obiettivi di terra,sia tramite un sistema optronico,sia in caso estremo (o in mancanza di un sistema similare) a vista,come si faceva ai bei tempi.in ogni caso,quando si parla di ingaggio di obbiettivi terrestri da parte di semoventi cotra-aerei,si parla sempre di situazioni di auto-difesa e quindi estreme.anche se cmq,nei vari confilitti,spesso tali mezzi sono stati usati per battere obiettivi di terra,causa la enorme mole di fuoco da essi sviluppata.....un esempio su tutti il vietnam ;)

 

in ogni caso un semovente contra-aereo potrebbe,teoricamente,mettere in difficoltà un mezzo pesante a causa dalla valanga di fuoco in arrivo,non tanto perchè il bersaglio salterebbe in aria,quanto perchè i molti proiettili potrebbero danneggiare i sistemi di puntamento o arrivare in "aere fotunate"

Link to comment
Share on other sites

  • 2 years later...
  • 2 months later...

Ma... se partiamo da quel presuposto, che dovremo dire dei vari F-35, EF-2000, EH-101, e praticamente tutti gl'equipaggiamenti militari attuali...

O credi che i programmi multinazionali nascano per simpatie reciproche?

Ormai, un sistema militare con alto contenuto di tecnologia non è totalmente sviluppato da aziende di un unico paese, figuriamoci da una sola azienda!

 

Pertanto, non vedo cosa ci sia di strano che aziende straniere abbiano finanziato il prgramma russo... Anzi, mi sembra che la loro economia si stia modernizzando!

 

Soltanto noi, in Italia, finanziamo con soldi pubblici le aziende private... Che poi acquistano le aziende straniere.... Ma sono sempre in crisi tremenda! A rischio fallimento! :blink:

Link to comment
Share on other sites

Ormai, un sistema militare con alto contenuto di tecnologia non è totalmente sviluppato da aziende di un unico paese, figuriamoci da una sola azienda!

Verissimo, meglio che la Russia si sia finalmente aperta al "libero mercato", queste cose erano impensabili 20 anni fa.

La mia critica è al fatto che ha annaspato per trovare i fondi per completare il progetto, dato che sembra tutt' altro che rivoluzionario, infatti anche i paesi piu "poveri" allo stesso prezzo (25 ml$) preferiscono comprarsi i Tor-m1 (vedi Venezuela).

Link to comment
Share on other sites

  • 2 years later...

una domanda...in molti documentari film e anche nel gioco battlefield bad company 1 e 2 ho notato che quando si spara con i cannoni contraerei i colpi esplodono in aria generando a causa dello scoppio ''una nuvoletta nera '' per farvi intendere...ecco a sto punto mi chiedo se i colpi sono programmati a scoppiare ad una certa quota per danneggiare l aereo o elicottero o scoppiano perche oltre quella distanza non possono andare?? e se sono programmati per scoppiare vicino al bersaglio per danneggiarlo come si fa a sapere a che quota vola l obbiettivo??

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
×
  • Create New...