Jump to content
Axta

Aeronautica Militare Italiana - AMI

Recommended Posts

11) Io non vedo cosa ci sia da ridere: tra le nazioni interessate ci sono l'India, la Grecia e la Turchia. La base sarà Lecce-Galatina, non Amendola.

 

1) La scelta del B-767 TT era all'epoca la più sensata. Spero anche io che l'AMI abbia diritto a qualche tipo di risarcimento per i ritardi nelle consegne.

 

2) Il problema non è il MEADS in quanto tale, ma il fatto che AMI ed EI abbiano voluto sviluppare due programmi distinti.

 

3) Io invece credo che l'acquisto di una quota di F-35B potrebbe essere una buona idea; potrebbero far parte di uno stormo joint a comando congiunto MM/AMI.

 

4) Sono d'accordo con te sul fatto che il SAR in mare dovrebbe essere "girato" alla GC. Non vedo però chi se non l'AMI debba garantire il soccorso sulla terraferma, ed in quest'ottica l'AW-139 sarà un sostituto adeguato del 212, ma intanto era più stringente la necessità di sostituire gli HH-3F.

 

5) La scelta dell'ATR-72 era l'unica possibile, i P-3 usati sono di difficile supportabilità logistica, ed almeno al momento non esiste quello che davvero ci servirebbe: una via di mezzo tra l'ATR-72 e lo spropositato P-8: bellissimo, ma inutile, visto che l'Italia deve pattugliare il Mediterraneo e non l'Oceano Pacifico.

 

6) Per la verità l'AM-X ha sempre riscosso apprezzamenti, anche da parte degli alleati, e continua a riceverne, visto che la NATO avrebbe preferito che in A-Stan fossero rischierati gli AM-X più che i Tornado. L'ACOL poi non è esattamente un MLU, si tratta di una serie di interventi minori che facilitano la logistica e migliorano la capacità del mezzo di interfacciarsi con altri sistemi.

 

7) Certo che avere un C-27 Cannoniere sarebbe fantastico :drool::o:drool:

 

8) Probabile che finisca così.

 

9) Non ci credo, l'acquisto in futuro di uav/ucav nostrani lo vedo mooolto probabile.

 

12) Mah...

 

10 e 13) Quoto

Edited by delta_raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites
almeno al momento non esiste quello che davvero ci servirebbe: una via di mezzo tra l'ATR-72 e lo spropositato P-8: bellissimo, ma inutile, visto che l'Italia deve pattugliare il Mediterraneo e non l'Oceano Pacifico.

su un altro forum , quello dei nostri 3 moschettieri , si parlava di 5 atlantique surplus messi in vendita dalla Francia . se l' ambasciatore a Parigi della serenissima repubblica reperisse info sulle condizioni di questo usato ,sarebbe interessante valutare quest' alternativa .

 

naturalmente pour parler so bene che non li prendere mai .

 

ah per l' Italia la zona d'interesse è il mediterraneo allargato cioè fino al golfo persico e oltre ( coste somale )

Edited by cama81

Share this post


Link to post
Share on other sites
su un altro forum , quello dei nostri 3 moschettieri , si parlava di 5 atlantique surplus messi in vendita dalla Francia . se l' ambasciatore a Parigi della serenissima repubblica reperisse info sulle condizioni di questo usato ,sarebbe interessante valutare quest' alternativa .

 

naturalmente pour parler so bene che non li prendere mai .

 

Certo meglio di niente, ma sarebbero comunque dei gap filler, a noi serve un aereo per i prossimi 30 anni.

 

ah per l' Italia la zona d'interesse è il mediterraneo allargato cioè fino al golfo persico e oltre ( coste somale )

 

Il Mediterraneo allargato è comunque meno vasto dell'Oceano Pacifico.

Edited by delta_raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites
Su un altro forum, quello dei nostri 3 moschettieri, si parlava di 5 atlantique surplus messi in vendita dalla Francia. Se l'ambasciatore a Parigi della serenissima repubblica reperisse info sulle condizioni di questo usato, sarebbe interessante valutare quest'alternativa.

...

Chiamato in causa :rotfl: , rispondo inserendo i link seguenti:

 

 

http://www.netmarine.net/aero/aeronefs/atlantic/index.htm

 

http://www.netmarine.net/aero/aeronefs/atlantic/caracter.htm

 

http://www.netmarine.net/aero/etats/etat2008.htm

 

http://www.defense.gouv.fr/marine/decouver...tlantique_atl_2

 

 

Dal terzo link (se il dato è attendibile) si evince che, al 1° marzo 2008, vi erano 11 ATL2 "in attesa" (suppongo che voglia dire, che erano in riserva, ma non ne ho la certezza).

Edited by picpus

Share this post


Link to post
Share on other sites
http://www.dassault-aviation.com/en/passio...ique-2.html?L=1

 

Quindi gli Atlantique 2 francesi hanno minimo 10-12 anni meno dei nostri, ecco, questa sarebbe stata una soluzione ad interim.

Diciamo pure, minimo 15 anni!

 

 

Dal link, già da me indicato, http://www.netmarine.net/aero/aeronefs/atlantic/index.htm , riporto:

 

" ... Le premier ATL2, d'une série de 28 avions, a été livré à la Marine française en octobre 89, la livraison du dernier intervenant en 1997. ... ".

 

 

Dal link http://www.aeronautica.difesa.it/SitoAM/De...&idente=122 , riporto:

 

" ... Tra il 1972 e il 1974, l'AM ha ricevuto 18 Br.1150. ... ".

 

 

Consideriamo inoltre, il particolare che si desume dal link che segue, relativo al nostro "Br.1150 Atlantic" o "Atlantic 1": http://www.netmarine.net/aero/aeronefs/atlantic1/index.htm e che riporto di seguito:

 

" ... l'Italie (qui reçut les derniers avions français, ce qui permit à la France de recevoir des avions de la série 60 avec une structure d'aile à nid d'abeille plus épais et moins sensible à la corrosion) ... ".

Edited by picpus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Riporto il sunto dell'intervista al CSMA apparsa su RID, presa da un altro forum (RID non ce l'ho):

 

1) sui tanker: stendiamo un velo pietoso.. -TestateMuro.gif anche le alte sfere dell'AM si sono (finalmente) accorte della sciagurata scelta del B767 (..la sola per una volta ce l'hanno tirata a noi che dovremmo essere invece principi in questo settore.. ; al momento ci bulliamo con un B767, messo a disposizione graziosamente dalla Boeing, che NON è un tanker ma semplicemente serve come trasporto e per addestrare equipaggi e personale di terra ( e mi vengono in mente i 767 della defunta Alitalia che si potevano acquistare per gli stessi compiti a prezzo di realizzo..)

 

2) sul MEADS possiamo iniziare ad intonare il "De Profundis"; la scusa ufficiale è che gli Statunitensi sono sempre più dubbiosi dei costi crescenti del sistema; in realtà hanno capito che è un sistema del tutto inutile per le loro esigenze (per le nostre è tutt'altro discorso ma come si sa non contiamo nulla...) -fischiet.gif

 

3) continua la babele del F35 A e B; i numeri sono confermati; quello che non è stato ancora deciso e la suddivisione tra le due versioni; il CSMA per giustificare l'ingiustificabile (e cioè la scelta di puntare sulla versione B del F35) porta ad esempio l'ingolfamento delle basi aeree afgane...dai lasciamo perdere ph34r.gif

 

4) clamoroso al Cibali (n.d.a. stadio del Catania per chi non lo sa) : le Capitanerie di Porto hanno deciso di scippare il servizio SAR all'AM lanciando, nientedimeno, un programma di acquisto per la bellezza di 30, diconsi, 30 elicotteri (ovviamente saranno biturbina..l'AW139..): l'AM si è risentita ed ha deciso l'acquisto (non immediato) di una ventina di elicotteri biturbina ( il candidato principe anche qui è l'AW139 o il suo derivato AV149): mi aspetto coerenetemente che la GdF annunci l'acquisto di 45 Mangusta per controbilanciare le CdP/GC..

 

5) risibile: gli ATR72MPA NON rispondono al requisito congiunto AM/MM ma nonostante questo li prendiamo lo stesso (sembra di essere tornati ai tempi della R.A. che per non scontentare nessuno assegnava commesse a tutti anche per aerei sorpassato e inutili); tenetevi forte: nonostante non siano idonei a rispondere ai requisiti c'è il concreto pericolo che nel corso degli anni, se non si trovassero risorse adeguate per finanziare programmi più convincenti, potrebbero essere dotati della suite ASW/ESM..al peggio non c'è fine

 

6) finalmente dopo venti anni gli AMX ACOL soddisfano l'AM; al momento ne sono stati trasformati 28 su 56..da brutto anatroccolo si è trasformato in anatra

 

7) sulla questione SOF regna il caos assoluto; un paio di AW101CSAR potrebbero essere assegnati in pianta semistabile al COS così come anche un paio di C27; peraltro i detti aeromobili dovrebbero rimanere in carico ai rispettivi reparti; la possibilità di creare un gruppo ad hoc è sempre più sfumata.. mad.gif la versione gunship del C27 resta un nostro sogno..

 

8) sugli EFA; si farà parzialmente la Tranche 3 che sarà suddivisa in A e B: in pratica l'AM acquisterà solo la prima e le consegne dovrebbero terminare con 98 esemplari.. per gli altri

 

9) questione UAV/UCAV; abbastanza a sorpresa tra le righe si legge che l'AM non ha alcun interesse per gli attuali programmi nostrani e che continuerà la politica del buy american.. (a questo punto suona strano, molto strano, tutto questo fiorire di iniziative italiche nel settore)

 

10) sempre sul settore UAV/UCAV: l'AM rivendica nei confronti delle altre Armi il controllo di gestione dei suddetti gingilli.. (la guerra dei bottoni.. )

 

11) sul M346; a breve (ma lo dicono da almeno due anni..) sarà formalizzato il contratto di acquisto dei 15 esemplari pagati esclusivamente con fondi MSE..; l'intenzione è quella di trasformare (non ridete per favore) Amendola in una versione italiana di Sheppard; le nazioni interessate sono tutte di profonda tradizione aeronautica, Nigeria, Algeria, Albania etc. etc..

 

12) continuano i programmi di acquisto di gingilli tipo SDB, EGBU e Storm Shadow ma c'è preoccupazione sull'AARGM:in soldoni non c'è un'esigenza immediata e le risorse sono quelle che sono; anche il Meteor si sta trasformando in una ...meteora.. i costi stanno montando sempre di più e si guarda con maggiore interesse a versioni avanzate dell'AMRAAM

 

13) infine, l'AM ha serissimi problemi con le ore di volo dei reparti di linea ma il 31° Stormo vola più di tutti..e le altre Amministrazioni dello Stato sono in ritardo mostruoso con i rimborsi..EVVIVA L'ITALIA!!

 

Poi:

 

-il 5° concluderà le operazioni su F16 a aprile/maggio 2010 e a cervia si trasferirà da prima il gruppo SAR ora a Rimini e poi pare l'intero 15° Stormo

 

-Trapani continuerà su F16 fino a metà 2012 circa molto probabilmente, da quella data in poi la base ospiterà a rotazione un gruppo caccia in maniera cmq permanente

 

-la Tranche 3A del ef2000 verrà acquistata (21 macchine), la 3B è subordinata alla vendita della tranche 1

 

-le ore previste di volo ques't anno sono 95000 (88000 erano l'anno scorso, numero dovuto alla messa a terra di AMX e HH3F per lungo periodo)

 

-l'italia è riuscita a far approvare un provvedimento in sede NATO che porta da 30 a 40 le ore che è possibile fare al simulatore per raggiungere le 180 ore di volo annue per pilota

Il generale Tei in quella intervista rispondendo ad una domanda diceva che i Tornado inviati in Astan pur avendo in dotazione il pod Rafael Reccelite non hanno ancora la possibiltà di trasmettere le immagini acquisite a terra via data link.

Questo fatto dipende dal fatto che i Tornado che li equipaggiano non sono stati ancora aggiornati o dipende dal fatto che a terra non vi è l'unità che puo' riceverle?

Pongo poi un altro quesito affrontato dal generale nella medesima intervista:i nuovi Radar Rat 31 Dl che verranno acquisiti sostituiranno anche gli esemplari Hughes e Martin Marietta in servizio nei Gr.A.M. o solo i radar Alenia (ora Selex) di precedente gemerazione?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la prima domanda:I pod non sono ancora pienamente operatavi visto che per le strutture a terra ci sarebbeo semmai quelle USA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema è che l'AMI è quella che mangia più soldi di tutti. Il fatto che la più grassa sia la più inefficiente la dice lunga.

Edited by -{-Legolas-}-
L'SMS Style non è consentito, stacci più attento la prossima volta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

una considerazione sull'AGM-88E.....leggendo l'articolo in questione si fa riferimento ad una cosa abbastanza inquietante dal mio punto di vista: si dice in sostanza che questo missile, che comunque andrà a rappresentare il top nella sua categoria, risolvendo i difetti del HARM vecchio tipo, potrebbe avere vita breve. difatti, tale missile è molto grosso e non è compatibile con la stiva interna dell'F-35, che sarà designato in futuro come principale piattaforma SEAD ( gli UCAV per il momento non vengono considerati ancora così maturi per svolgere una missione così delicata, lasciandola ai piloti)...è possibile attaccarlo ovviamente ai piloni sub-alari del lightning II, ma ovviamente si perderebbe la stealthness che, in missioni così delicate, è fondamentale. si conclude in sostanza l'articolo dicendo che è già in fase di progettazione un nuovo missile anti-radiazione per farlo entrare nella stiva dell'F-35. quello che ho pensato è stato: ma non potevamo andare avanti con gli HARM fino a quando non veniva pronto il missile nuovo compatibile con l'F-35? oppure mi dite che il missile è ormai superato??? perchè sprecare soldi (già che novità :thumbdown: ) per un missile che non si userà in futuro mi sembra un'altra scelta scellerata...ho pensato anche che magari l'AM poteva pensare magari in futuro di usare il typhoon come piattaforma SEAD, al posto dei tornado ECR, però sembra che sia ormai assodato che il tifone sarà utilizzato esclusivamente per superiorità aerea.

 

 

p.s. si parla anche di una richiesta, da parte italiana, di impiantare il seeker del AGM-88E sul meteor....ma il meteor è a sua volta compatibile con la stiva interna dell'F-35?

Share this post


Link to post
Share on other sites

da quello che ho capito il meteor ha problemi ad entrare nel f-35b, quindi teoticamente può essere trasportato dalla versione ctol

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, l'Harm non entra in nessuna delle stive dell'F-35.

Infatti si sta studiando un modo di mettere il seker di un Harm dentro un Amraam, e in prospettiva futura si guarda a un missile ad impiego duale, sia aria-aira, che aria-suolo per la soppressione delle difese aeree nemiche.

 

A tutti i modi i Tornado ECR saranno gli ultimi ad essere radiati, intorno al 2025, quindi questi missili avranno comunque 15 anni di vita a bordo dei Tornado, in seguito nulla vieterebbe comunque di impegarli a bordo dei Typhoon.

Share this post


Link to post
Share on other sites
No, l'Harm non entra in nessuna delle stive dell'F-35.

Infatti si sta studiando un modo di mettere il seker di un Harm dentro un Amraam, e in prospettiva futura si guarda a un missile ad impiego duale, sia aria-aira, che aria-suolo per la soppressione delle difese aeree nemiche.

 

A tutti i modi i Tornado ECR saranno gli ultimi ad essere radiati, intorno al 2025, quindi questi missili avranno comunque 15 anni di vita a bordo dei Tornado, in seguito nulla vieterebbe comunque di impegarli a bordo dei Typhoon.

 

 

quindi facendo una rapida scansione della situazione missili. l'F-35 sarà armato con AIM-120C fino a quando non sarà pronto questo nuovo missile (diciamo dal 2020) mentre il typhoon avrà l'accoppiata Meteor+Iris-T+AGM-88E(volendo??)....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, ma se non si studia una suite avionica di livello mettere un missile del genere su un aereo che, con tutta probabiltà, massimo intercetterà cargo libici fuori rotta mi sembra un pò esagerato.

Al massimo si possono sparare i quattro mortaretti rimasti per gusto, ma niente di più utile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si, ma se non si studia una suite avionica di livello mettere un missile del genere su un aereo che, con tutta probabiltà, massimo intercetterà cargo libici fuori rotta mi sembra un pò esagerato.

Al massimo si possono sparare i quattro mortaretti rimasti per gusto, ma niente di più utile.

quoto, mi sembra una spesa assolutamente inutile.

li sparerei anche io alcuni mortaretti solo per il gusto di farlo xD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo partiamo da un concetto sbagliato. Per le missioni SEAD non esiste alcuna necessità di stealthness per l'aereo vettore che anzi deve farsi vedere e attirare le attenzioni dei radar nemici su di se per poter poi lanciare contro un HARM. L'unica differenza è che, se prima bastava che il radar nemico si spegnesse ora grazie alla guida GPS dell'AGM-88E anche questa possibilità gli è preclusa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

No rick, io sono il primo a dire che il SEAD il JSF non lo farà, e nel caso lo potrebbe fare con le SDB, però rimane il fatto che l'EFA di sicuro non ha la suite per farlo, neanche in versione T3, e rischiamo di ritrovarci con un arma di altissimo livello senza avere un vettere.

A livello di acquisti è, secondo me, un errore abbastanza grave esattamente come lo storm shadow.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E perchè no? Con 4 Harm appesi sotto le ali l'F-35 è abbastanza visibile per un radar, mentre gli F-2000 farebbero da pacchetto scorta in quota. Anzi, c'è anche un plus non da poco: una volta sparati i missili l'aereo può ritirarsi sfruttando appieno la sua bassa visibilità.

 

E' pazzia invece pensare di poter fare SEAD con le SDB se l'avversario ha uno straccio di difesa aerea credibile

 

-----------------

 

quanto allo Storm, mi pare evidente che il vettore sarà l'F-2000 a costo di fare un upgrade dedicato quando verranno dismessi i Tornado. E' un'arma stand-off, la stealthness non c'entra nulla.

 

----------------

 

sono due questioni poco considerate adesso ma sono convinto che tra 10 anni, quando inizieranno a dismettere i Tornado, andrà a finire come ti ho scritto sopra. L'unica cosa che dispiace è che, a differenza del Tornado, non possiamo modificare qualche F-35 per fare una versione ECR, non avendo i codici sorgente a disposizione. Siccome dubito molto gli americani lo faranno (hanno ben altri mezzi), al posto di usare un aereo con elettronica e sensori dedicati useremo F-35 normali con HARM appesi sotto le ali. Indubbiamente un passetto indietro.

Edited by Rick86

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un F2000, anche un T3, non è assolutamente fatto per il SEAD: pensa che anche del tornado hanno dovuto fare una versione apposita!

Non basta portare 4 harm per svolgere questa delicatissima missione.

Idem dicasi per l'F-35, che però ha già una suite avionica ben più vicina a quello che serve pur non avendo nessuna arma integrata per poterlo fare (al momento).

Però, in questo caso, la capacità di riprogrammare le bombe a guida gps in volo può rivelarsi determinante,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma io infatti non ho mai parlato di F-2000 per le missioni SEAD; nel mio post precedente dicevo appunto:

 

L'unica cosa che dispiace è che, a differenza del Tornado, non possiamo modificare qualche F-35 per fare una versione ECR, non avendo i codici sorgente a disposizione. Siccome dubito molto gli americani lo faranno (hanno ben altri mezzi), al posto di usare un aereo con elettronica e sensori dedicati useremo F-35 normali con HARM appesi sotto le ali. Indubbiamente un passetto indietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un Eurofighter, volendo, potrebbe fare benissimo missioni Seald, come le fanno i Tornado IDS-Harm (che non hanno l'ELS degli ECR).

Si sfrutterebbe il seker del del missile per individuaere e quindi aggangiare i bersagli radar, che è la stessa cosa che fa la RAF con i Tornado ADV e gli Alarm.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ribadisco, l'F-35 va benissimo per fare SEAD, e i missili vanno sotto le ali perchè l'aereo DEVE essere visibile, DEVE farsi illuminare dai radar avversari per poi tirargli contro gli HARM. Questo è il concetto di SEAD, e questo è il tipo di missione per cui è stato studiato l'AGM-88E.

 

Il plus, rispetto ai Tornado, è la possibilità di ritirarsi senza essere visti, sfruttando la riacquistata stealthness dell'aereo una volta lanciati i missili.

 

Il minus è la mancanza di una versione con elettronica dedicata alla guerra elettronica (scusate la ripetizione) per cui, come detto da Lino, si potranno utilizzare solo i seeker dei missili andando a perdere le capacità di un aereo specializzato nell'EW.

 

Per non perdere questa capacità l'unica, non avendo i codici dell'F-35, è sviluppare una versione ECR dell'EF-2000, che va ugualmente bene per fare SEAD e di cui abbiamo i codici. Qualitativamente questa è la scelta migliore (al posto di basarsi solo sui seeker degli Harm, com'è nel caso di un F-35, si potrebbe installare qualcosa di simile all'ELS dei Tornado) ma è anche la più costosa e rischiosa. E' tutto da vedere se l'AMI avrà i fondi per farlo nel 2020, magari insieme ai tedeschi che avranno il nostro stesso identico problema

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante articolo -seppur non recentissimo- sulle attività del 36° Stormo:

 

http://www.rnpublishing.com/36%20Stormo.htm

 

“L’ambiente naturale del Typhoon è l’arena BVR (Beyond Visual Range)” ci dice Cracas, e già ora, con l’attuale standard del radar e i missili AIM-120, l’Eurofighter è in grado di intercettare velivoli ostili a distanze assolutamente notevoli. Ovviamente non sempre le regole d’ingaggio (ROE) permettono di colpire un velivolo prima dell’identificazione visiva, ma anche in una situazione ravvicinata, dove l’EF.2000 deve rinunciare al suo vantaggio iniziale, il Typhoon ha le spalle larghe, grazie alla formula aerodinamica vincente, all’elevata manovrabilità, agli eccezionali valori di SEP (Specific Excess Power) che può generare, e a missili come gli IRIS-T

 

Questo per dire che i combattimenti non sempre avvengono in BVR.

 

Buona parte del 2007 è quindi trascorsa nella messa a punto di tutte le capacità del Gruppo e dello Stormo sia dal punto di vista operativo, sia da quello di rischiaramento delle forze, allo scopo di rispondere al meglio agli impegni richiesti. Nell’ambito di questa fase, gli equipaggi di volo hanno raggiunto medie volative pari e a volte superiori alle fatidiche 180 ore all’anno richieste dalla NATO. Da non dimenticare che all’inizio di novembre 2007 il 36° Stormo è stato anche sottoposto a una VCO (Valutazione Capacità Operative) nazionale, condotta dal COFA.

 

Ecco qual'è la tragicomica situazione dell'AM, dove un reparto per arrivare a 180 deve essere assegnato alla NRF.

 

A tutti i modi l'articolo contiene anche situazioni positive, come l'aggiornamento della base aerea di Gioia e altre cosucce.

 

 

Ribadisco, l'F-35 va benissimo per fare SEAD, e i missili vanno sotto le ali perchè l'aereo DEVE essere visibile, DEVE farsi illuminare dai radar avversari per poi tirargli contro gli HARM. Questo è il concetto di SEAD, e questo è il tipo di missione per cui è stato studiato l'AGM-88E.

 

Il plus, rispetto ai Tornado, è la possibilità di ritirarsi senza essere visti, sfruttando la riacquistata stealthness dell'aereo una volta lanciati i missili.

 

Il minus è la mancanza di una versione con elettronica dedicata alla guerra elettronica (scusate la ripetizione) per cui, come detto da Lino, si potranno utilizzare solo i seeker dei missili andando a perdere le capacità di un aereo specializzato nell'EW.

 

Per non perdere questa capacità l'unica, non avendo i codici dell'F-35, è sviluppare una versione ECR dell'EF-2000, che va ugualmente bene per fare SEAD e di cui abbiamo i codici. Qualitativamente questa è la scelta migliore (al posto di basarsi solo sui seeker degli Harm, com'è nel caso di un F-35, si potrebbe installare qualcosa di simile all'ELS dei Tornado) ma è anche la più costosa e rischiosa. E' tutto da vedere se l'AMI avrà i fondi per farlo nel 2020, magari insieme ai tedeschi che avranno il nostro stesso identico problema

 

L'F-35 molto probabilmente avrà una suite ESM/ELINT in grado di fare quello che fa oggi l'ELS del Tornado-ECR, quindi sarà un aero molto avanzato sotto questo punto di vista.

In aggiunta a questo avrà la capacità di utilizzare le SDB programmabili in volo, gli Harm, e in futuro qualche missile che entrerà nelle stive, no, il futuro Sead sarà per l'F-35, poi con quali armi e con quali tecniche è da vedere, ma che sia lui ad occuparsene non credo ci siano dubbi.

Edited by Little_Bird

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il minus è la mancanza di una versione con elettronica dedicata alla guerra elettronica (scusate la ripetizione) per cui, come detto da Lino, si potranno utilizzare solo i seeker dei missili andando a perdere le capacità di un aereo specializzato nell'EW.

 

 

dal quel che mi è sembrato di leggere in decine di articoli e pubblicazioni sull'F-35, penso di aver capito che la suite di EW installata di base sul lightining II sia già sufficientemente idonea potenzialmente a svolgere missioni di soppressione di difese nemiche......poi magari ho capito male io....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×