Jump to content
Sign in to follow this  
Little_Bird

Iveco DV IDET 2009

Recommended Posts

diciamo che questo qua è anfibio, mentre il Freccia no. tuttavia, è anche vero che manco l'USMC fa andare i propri LAV a zonzo per il mare, ma li carica sui mezzi da sbarco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In ogni caso sviluppare sto coso se poi lo prende solo la nostra forza di proiezione in numeri ridicoli è solo e soltanto uno spreco.

A sto punto si va dagli svizzeri e si comprano una ventina di LAV ots

Share this post


Link to post
Share on other sites
In ogni caso sviluppare sto coso se poi lo prende solo la nostra forza di proiezione in numeri ridicoli è solo e soltanto uno spreco.

A sto punto si va dagli svizzeri e si comprano una ventina di LAV ots

 

 

appunto è quello che pensavo anch'io...se devi prendere 30 mezzi si acquisti qualcosa che c'è già sul mercato, oppure si modifichino dei freccia in modo da renderli anfibi....non penso sia estremamente complicato...

 

 

discorso diverso se questo mezzo dovesse essere preso in considerazione per quei reparti dell' EI che non dovesso ricevere il freccia, allora un numero congruo potrebbe giustificare l'adozione da parte della nostra forza armata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello in pratica è un freccia modificato per essere anfibio, il fatto è che le modifiche sono estese.

Per i reparti EI, tranne i Lagunari ovviamente, il freccia va benissimo e non c'è alcuna esigenza anfibia.

Comunque in Italia i regali agli spezzini non li facciamo mai mancare, stai tranquillo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

in effetti sono più che sufficenti per i teatri operativi attuali.

il cannoncino mi sembra inutile....

meglio browling e lanciagranate

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque, a quanto dice RID, questo mezzo sarà sviluppato e prodotto in Brasile per le forze armate di quel paese.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In teoria il mezzo Brasiliano che si chiama URUTU dovrebbe essere un altra cosa!

 

maquete%202_DB.jpg

 

Sul SUPERAV c'è già il leone sopra! :rotfl: :rotfl:

 

100lbx.jpg

Edited by typhoon

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se lo scopo di tale mezzo è quello di sostituire gli APC del San Marco, ovvero VCC1 e VCC2, ne dovrebbero servire 4 per plotone fucilieri, ovvero 36 mezzi, armati con torrete remotizzate con M2 e MK19, mettendoci anche versioni portamortaio e cacciaccarri si potrebbero ordinare altri 12 mezzi, quindi arrivare ad ordinare 48 mezzi+2prototipi, 50 pezzi una massa critica non conveniente, almeno che non si ragioni ad equipaggiare anche i lagunari, allora sarebbero necessari 48+48, quindi un 100 di mezzi, qualcosa di interessante se si considerano eventuali esportazioni, come è accaduto per il lince

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io resto convinto che anche 100 mezzi, per un simil-Freccia, sia un lusso che non ci possiamo permettere...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ritenendo che il mezzo avrà sicuramente molto in comune con il Freccia, non ritengo del tutto impossibile una linea costruttiva anche per soli 100 esemplari ( in Italia abbiamo fatto anche di peggio ), sperando in ogni caso che a questi se ne possano aggiungere altri per l'esportazione. Per quanto riguarda l'armamento il binomio mitragliatrice in cal. !2,7 e lanciagranate da 40mm puo' essere molto interessante in particolar modo nei moderni conflitti asimmetrici oltre che gia' in uso nelle nostre forze anfibie. Nel caso poi si puo' sempre optare per la torretta del Freccia, con e senza missili Spike. Infine per avere maggior forza in particolari situazioni è sempre possibile pensare ad un'altra realizzazione Oto Melara con il cannone da 60 mm della IMI ( anche questa già esistente sia pure come prototipo ). Insomma c'è una soluzione per ogni problema. Se poi proprio questo APC anfibio non si potrà fare o acquistare si potrebbe ripiegare sull' M113 Arisgator di cui il San Marco ne dispone forse un paio in prova !!! In fondo è sempre meglio che andare a piedi ( o a nuoto ).

Share this post


Link to post
Share on other sites

si dai... introduciamo un nuovo calibro che non usa nessuno e che non è standard Nato, giusto per complicarci un poco la vita! :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi Italiani siamo andati spesso controcorrente, talvolta per scelta, talvolta per necessità. E' ovvio che un 60mm ( peraltro già esistente e provato ) complicherebbe la linea logistica, ma ho solo pensato che un calibro piu' robusto potrebbe aver ragione di ostacoli induriti durante operazioni di sbarco anche in situazioni di guerra asimmetrica , non avendo noi una potenza di fuoco aereonavale adeguato a disposizione durante eventuali operazioni sulla battigia. Certo in questa ottica sarebbe molto meglio il 105 o il 120 delle Centauro,ma non so' se sarebbe compatibile con il recuisito della galleggiabilita'.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al massimo, visto quello che ci troviamo ad affrontare attualmente, un calibro più grosso servirebbe solo a bassa pressione, sennò già il 25 mm è troppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma se il San Marco continuerà a non avere armi a tiro diretto decenti, penso che un cannoncino con munizioni AB sia la cosa migliore... almeno possono ingaggiare, PERFINO, mezzi blindati (badate bene ho scritto blindati e non corazzati):asd:

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites
In teoria il mezzo Brasiliano che si chiama URUTU dovrebbe essere un altra cosa!

 

Guarda che il VBTP EE-11 Urutu è il mezzo che deve essere sostituito nell'esercito brasiliano... Era fabbricato da un'azienda brasiliana (ENGESA). Il programma di sostituzione era stato intitolato URUTU 3 ed è stato assegnato alla Iveco Latin America, il primo prototipo dovrebe essere pronto per metà 2010. L'acquisto prevede 18 unità a R$1,5 milioni (circa US$ 0,9 milioni) l'una. Ci saranno 11, dico 11 versioni!!! E dovrebbe sostituire anche il Cascavel:

 

3c-04.jpg

 

Con questo, ci dovrebbero essere versioni con torretta da 90 a 120mm.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guarda che il VBTP EE-11 Urutu è il mezzo che deve essere sostituito nell'esercito brasiliano... Era fabbricato da un'azienda brasiliana (ENGESA). Il programma di sostituzione era stato intitolato URUTU 3 ed è stato assegnato alla Iveco Latin America, il primo prototipo dovrebe essere pronto per metà 2010. L'acquisto prevede 18 unità a R$1,5 milioni (circa US$ 0,9 milioni) l'una. Ci saranno 11, dico 11 versioni!!! E dovrebbe sostituire anche il Cascavel:

 

3c-04.jpg

 

Con questo, ci dovrebbero essere versioni con torretta da 90 a 120mm.

Può chiamarsi anche Urutu 1000 per quello che mi riguarda. Ho detto solo che questo Superav è un altro mezzo rispetto a quello Brasiliano che tra l'altro è pure 6x6 ed è nella classe delle 18 ton.

 

iveco2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
ehehe già! tanto vale aggiungerci un cartello "place rpg here" :rotfl:

Magari, visto che li c'è il motore sarebbe il posto in cui farebbe meno danni all'equipaggio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...