Jump to content
Unholy

F-22 Raptor - discussione ufficiale

Recommended Posts

Un coro di ufficiali americani, giapponesi e israeliani si è levato a favore del Raptor, considerato l'unica soluzione valida per i problemi comuni che Cina, Iran e Russia potrebbero determinare.

Secondo le dichiarazioni dell'ex direttore del Joint Chiefs of Staff U.S. Air Force , gen Richard Myers, la linea di F-15J della aviazione giapponese, un tempo considerata il massimo sul mercato, è ora surclassata dalla nuova linea di caccia cinesi come il Su-30MKK. In più la difesa aerea cinese, che include varianti dei missili russi a lungo raggio SA-10 ed SA-20 (della famiglia S-300), può essere penetrata unicamente dal Raptor: veloce, invisibile e capace di volare alto. Secondo Myers il Congresso alla fine cederà di fronte alle richieste del Giappone e permetterà l'esportazione dell'F-22

 

Tali richieste sono sempre più pressanti di fronte alle preoccupazioni del Giappone riguardo alla sovranità del suo territorio, che per alcune isole (particolarmente ricche di gicimenti minerari) significa una distinza di 125-150 miglia dalla Cina. Tale distanza sarebbe ampiamente coperta dal radar del Raptor, mentre il radar degli F-15 attualmente in servizio non arriverebbe oltre le 56 miglia. Il Giappone ritiene che deve essere preparato a reagire a tutta una serie di minaccie regionali di nuova generazione, fra cui la nuova flotta aerea della Cina basata sul J-10 (che può traportare i nuovi missili A/G a bassa segnatura radar). Inoltre il Giappone necessita a breve di un velivolo che consenta il bombardamento di precisione, nel caso una delle sue isole venisse occupata.

 

Per queste ragioni il Giappone ha manifestato la sua volontà di acquistare il Raptor a qualunque costo, accettando perfino un costo per unità (290mln $) doppio rispetto a quello sostenuto dall'USAF (142mln $).

 

Sulla stessa onda di pensiero viaggiano gli alti ufficiali Israeliani, i quali sono convinti che anche un singolo squadrone di F-22 assurgerebbe a deterrente tale da valere il costo sostenuto per l'acquisto e la manutenzione della piccola flotta.

In Medio Oriente la vendita dei missili anti aerei S-300 e di altri missili avanzati a Iran e Siria ha messo in allarme gli USA, in particolare la vendita di missili SA-20 dalla Russia all'Iran. Senza contare la potenziale minaccia nucleare del regime iraniano.

Il Raptor sarebbe in definitiva il velivolo ideale nel caso fosse necessario un bombardamento preventivo delle istallazioni nucleari iraniane.

 

Il report completo della notizia qui: http://www.aviationweek.com/aw/generic/sto...line=Officials: The Case For More F-22s,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un aereo per essere valido e superare gli inevitabili (e spesso interminabili...) problemi di "dentizione" ha bisogno di essere venduto in un numero decente di esemplari, che consenta di abbassarne il costo d'acquisto e di gestione e nel contempo continuarne lo sviluppo per adattarlo alle nuove esigenze.

Acquistare gli aerei col contagocce solitamente porta a velivoli più efficaci da un punto di vista teorico e potenziale che pratico.

L'esportazione è l'unica via d'uscita per questo l'F-22, che altrimenti rimarrà una sorta di silver bullet...poco utile in un contesto moderno che ha bisogno di aerei più flessibili e meno delicati.

Attualmente la manutenzione della stealthness di questo aereo è difficoltosa e costosa e i processi produttivi, tarati su lotti piccoli, sono inefficienti.

Caratteristiche nate da specifiche della guerra fredda e costi poco compatibili coi bilanci attuali.

Comprare ma soprattutto mantenere efficiente questo velivolo ha costi così elevati da imporre sacrifici che le sue qualità faticano a giustificare.

Il fatto che ci siano forze armate che lo richiedono (come Giappone e Israele) non significa che l'aereo non abbia dei limiti, ma solo che non ci sono alternative per chi vuole stealthness e prestazioni al top.

Il rapporto qualità/prezzo resta cioè troppo penalizzante per una forza armata che deve sostituire centinaia di velivoli, ma è accettabile per chi vuole avere "il" caccia, seppur in piccoli numeri.

 

Può essere che l'utilizzo di componentistica più recente e materiali e rivestimenti meno esotici, ma più resistenti possa risolvere qualche problema di disponibilità operativa e nel contempo portare la stealthness e le tecnologie impiegate a livelli più compatibili con l'esportabilità del mezzo e le necessità del 21 secolo...che non sono quelle della guerra fredda.

Miracoli però non se ne possono fare: come per un aereo convenzionale si può ridurne la traccia radar, ma non lo si può trasformare in stealth, così per l'F-22 non si può eliminare tutto ciò che è inefficiente, costoso, difficile da manutenere e soprattutto "scomodo" da esportare, perchè molte cose sono legate al progetto di base, che come tale non può essere modificato tanto facimente...di sicuro non a costo zero...

Difficilmente quindi si potrà si potrà ridurre il prezzo d'acquisto (e chi lo chiede questo lo sa...), ma sarebbe già tanto ridurre quello di gestione, che è il vero, insidioso tallone d'Achille di questo aereo, il difetto che troppo spesso si tende a non vedere.

Tutto sta trovare il giusto mezzo che renda il produrre questa macchina più vantaggioso che stroncarla. Di sicuro però non se ne venderanno molti...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest F22 Raptor

l'f22 raptor è un ottimo aereo ma gli americani sono egoisti a tenerseli tutti per loro <_<

 

altro messaggio inutile. se vuoi partecipare alle discussioni cerca di entrare nel loro spirito, postando con un minimo di senno. +10%

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flaggy sono d'accordo con te che la soluzione per il costo dell'F22 è l'esportazione ma secondo me l'aereo è troppo delicato e con componenti segrete(Come per altro hai detto tu) per essere venduto.

L'unica soluzione secondo me è l'F35,il Pentagono ha capito di aver commesso un errore ad avere sviluppato quest'aereo anche se fantastico,ma l'F35 è la risposta giusta per via di delicatezza,robustezza ecc

Share this post


Link to post
Share on other sites

In USA il dibattito politico relativo alla produzione dell'F-22 diventa via via sempre più infiammato.

 

La House Committee on Appropriations, comitato organo della House of Rapresentatives deputato a fissare specifiche voci di spesa per il Governo USA, ha sfidato il veto posto dalla Casa Bianca e ha incluso nel budget per l'anno fiscale 2010 369mln $ destinati alla finanziare la produzione di ulteriori F-22 (almeno 12), su indicazione della sotto-commissione per le appropriazioni della difesa.

 

Il Pentagono e la Casa Bianca, da par loro, insistono sul fatto che nessun altro F-22, ulteriore ai 187 già finanziati, verrà prodotto. Obama ha inoltre avvertito che porrà il suo veto personale a qualsiasi forma di finanziamento destinata al Raptor.

 

Contemporaneamente un altro tema rovente è stato toccato: infatti lo stesso sotto-comitato per le appropriazioni della difesa ha garantito fondi pari a 560mln $ per lo sviluppo del motore alternativo dell'F-35, frutto di un programma che il Pentagono da tempo cerca di sopprimere.

 

Dire che sono ai ferri corti è un eufemismo...

 

House Appropriators Add Money For F-22s

House defense appropriators, defying a White House veto threat, on July 16 included $369 million in the fiscal 2010 defense spending bill to build more F-22 Raptors.

 

The Raptor appropriations, mirroring the actions of the House Armed Services Committee in its FY ’10 authorization bill, would fund parts acquisition as a down payment on 12 more of the stealth fighter aircraft.

 

The Pentagon and White House insist that no more than the 187 Raptors already funded by Congress are needed. And President Barack Obama has warned he will “veto any bill” that funds more F-22s.

 

After the House Appropriations defense subcommittee completed marking up the FY ’10 bill, Rep. John Murtha (D-Pa.), the subcommittee chairman, told reporters he did not think Obama would have to veto the spending or authorization bills over the F-22.

 

“It won’t come to that,” Murtha said. “We will work it out. We want to work with [the Obama administration].”

 

The defense appropriations subcommittee also bucked the White House by including $560 million to fund continued development of the F-35 Joint Strike Fighter alternative engine program, which the Pentagon has been trying to kill off for years.

Aviationweek.com Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la verità la camera l'ha appena tenuto in vita

 

E ora vedremo se Obama ha voglia di scontrarsi col congresso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per la verità la camera l'ha appena tenuto in vita

 

E ora vedremo se Obama ha voglia di scontrarsi col congresso.

 

non credo che continueranno a fare gli altri aerei F22 quando hanno dei problemi piu grossi nel paese! ( lo stato della California per esempio)

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Cercherò di riassumere la notizia (attingendo anche ad altre fonti).

 

Ieri il Senato USA ha votato con una maggioranza sorprendente l'emendamento N°14698 (emendamento Levin-McCain) per eliminare dal budget per l'anno fiscale 2010 il fondo di 1,75 miliardi di $ che a giugno il (potente) comitato del senato per la difesa (Senate Armed Services committee) aveva inserito per finanziare la produzione di altri 7 F-22A aggiuntivi ai 187 esemplari stabiliti, la cui produzione terminerà nel 2011.

 

Sempre a giugno scorso il comitato della camera per la difesa (House Armed Services Committee) aveva inserito nel budget per l'anno fiscale 2010 un fondo di 369mln $ come primo finanziamento per la produzione di ben 12 esemplari ulteriori ai 187 previsti. Tale budget era stato invece approvato dal voto della Camera.

 

La questione non può dirsi del tutto chiusa, in quanto è ora necessario che i budget di spesa di Camera e del Senato vengano riconciliati in seno ai comitati prima di essere presentati al Presidente, ma quasi certamente questo voto può definirsi la pietra tombale sul Raptor.

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nonostante il voto contrario espresso dal Senato, la questione Raptor non è definitivamente chiusa.

Infatti i membri chiave della Camera avevano (come avevo preannunciato) già approvato un bilancio presentato dal Comitato della Camera per la Difesa in cui si autorizzavano 369mln $ necessari a finanziare l'acquisto di materiali per la produzione di ulteriori 12 F-22.

Quindi adesso occorre che Camera e Senato (o meglio i rispettivi comitati per la difesa) si accordino, poichè non è possibile presentare al Governo 2 budget con voci in contrasto.

 

I sostenitori al Congresso del Raptor stanno premendo affinchè la questione venga rivista un'ennesima volta (nella sua storia il Raptor già 2 volte ha evitato la mannaia dei tagli al bilancio), poichè secondo loro la chiusura delle line di assemblaggio del Raptor costituirebbe un danno enorme sia all'economia americana, con migliaia di lavoratori a spasso, sia all'apparato militare USA.

A tal riguardo giova ricordare che a giugno scorso, il generale USAF Corley affermava in una lettera pubblica indirizzata al senatore Chambliss (ex componente del Comitato del Senato per la difesa) che non vi è alcuna evidenza che 187 F-22 siano adeguati a sostenere la stretegia militare americana e che già una flotta di 250 velivoli determinerebbe a medio termine carenze e rischi nell'apparato USAF, essendo 381 il numero di esemplari per una flotta ideale e adeguata.

 

F-22 fight continues despite Senate vote

 

A backlash in the US Congress against the Obama administration's decision to end production of the Lockheed Martin F-22 will continue, despite a setback in the US Senate on 20 July.

 

Key members of the House of Representatives have vowed to support a proposal to add $369 million to the fiscal year 2010 budget to buy long-lead materials to build 12 more F-22s in FY2011. The House and Senate will meet in a conference to work out differences between the two versions of the defence authorisation bill.

 

Senate appropriators have also yet to take up the defence spending bill, and support for the F-22 remains strong on its defence subcommittee.

 

The US Air Force's Raptor has escaped two attempts to shut down or delay production within the past decade. In 2004, Secretary of Defense Donald Rumsfeld unsuccessfully attempted to stop production beyond 2008, and the Senate defeated a proposal by House appropriators in 1999 to postpone production funding by two years.

 

Secretary of Defense Robert Gates has proposed stopping F-22 production after 187 aircraft, and President Barack Obama last week called any further acquisition an "inexcusable waste". Obama has promised to veto any bill that includes funding for more F-22s.

 

The administration's position received a major victory on 20 July, when Congress voted by 58:40 to strike $1.75 billion to buy seven more F-22s from the FY2010 budget. The proposal had been added to a defence authorisation bill by the Senate Armed Services Committee.

 

The vote was widely viewed as a major victory for two architects of a growing campaign to reform defence spending, Senators Carl Levin and John McCain.

 

Both have endorsed Gates's argument, also supported by the USAF's chief of staff, that 187 F-22s satisfy the US military's air superiority requirements. The Department of Defense also plans to buy more than 2,400 Lockheed F-35 Lightning II Joint Strike Fighters and hundreds of unmanned aircraft, such as the General Atomics Aeronautical Systems MQ-9 Reaper/Predator B, for search and strike missions.

 

The F-22's supporters, however, claim that closing the production line would needlessly sacrifice thousands of jobs and put the USAF's air superiority mission at risk.

 

Meanwhile, Lockheed's chief financial officer Bruce Tanner has delivered a pessimistic forecast about the F-22's export chances with Japan or any other foreign buyer. "I'm not particularly positive on the ability for us to make [an F-22 export deal] happen in the next few years," he told financial analysts on 20 July.

flightglobal.com Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

il peso massimo al decollo di f22 è di 36.470kg, ha due motori a spinta di (2 x 15.810) 31.620 kg, il che significa che il rapporto spinta/peso (31.610 : 36.470) = 0.867.

potete confermarlo???

 

Esiste qualche aereo per il quale spinta/peso al massimo è = 1 (o piu) ?????

Share this post


Link to post
Share on other sites
il peso massimo al decollo di f22 è di 36.470kg, ha due motori a spinta di (2 x 15.810) 31.620 kg, il che significa che il rapporto spinta/peso (31.610 : 36.470) = 0.867.

potete confermarlo???

 

Esiste qualche aereo per il quale spinta/peso al massimo è = 1 (o piu) ?????

No.

Ogni aereo da combattimanto che abbia un una motorizzazione alquanto esuberante ha anche la capacità di tirare su un notevole carico fra armi e carburante...non sfruttarla sarebbe alquanto sciocco.

Facendolo però il rapporto spinta/peso va inesorabilmente sotto il fatidico 1, specie a carico massimo.

Nessun aereo da caccia però si troverà mai a combattere al peso massimo al decollo e quindi la cosa non rappresenta un problema....

Comunque, con 8 missili aria-aria e il pieno di carburante, l'F-22 è ben lungi dal raggiungere il suo peso massimo al decollo (che comunque dovrebbe essere di 38 tonnellate) e così configurato è in grado di surclassare qualsiasi avversario.

Per tante ragioni il rapporto spinta/peso è quanto di più aleatorio ci sia in un aereo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
il peso massimo al decollo di f22 è di 36.470kg, ha due motori a spinta di (2 x 15.810) 31.620 kg, il che significa che il rapporto spinta/peso (31.610 : 36.470) = 0.867.

potete confermarlo???

 

Esiste qualche aereo per il quale spinta/peso al massimo è = 1 (o piu) ?????

 

Per prima cosa il rapporto spinta peso non si calcola sul peso massimo al decollo, ma sul peso operativo, copprendete piloti armamento e una certa quantita di carburante.

 

Quindi il rapporto spinta peso del raptor è molto al di sopra dell 1a1.

Altri aerei con rapporto spinta peso superiore a 1a1 ovvero tutti i caccia di generazione 4+compresi i vari derivati del Su-27 a esclusione del gripen che si ferma 0.9 a 1

Anche parecchi caccia di 4 generazione hanno in certe condizioni rapporto spinta peso superiore a 1a1 (esempi l'F-16 senza serbtoi supplementari è ampiamente oltre l'1a1 ma sappiamo bene che un F-16 "pulito" puo solo difendere il proprio aereoporto) uno dei pochi costantemente sotto l'1a1 è il Mirage 2000 (0.91 a 1), poi ci sarebbe anche l'F-18 che tanto caccia non è quindi non lo preso nemmeno in considerazione.

 

Dai visto che ho un po di tempo ti faccio una lista:

 

F-22 da 1.08 a1 (col pieno) a 1.26 a 1 (con solo armamento e pieno di carburante)

 

F-35 A: 0.89 a 1; B: 0.92 a 1; C: 0.81 a 1 (sembra poco ma calcola che porta una quantita enorme di carburante infatti con il 50% del pieno che comunque li da piu autonomia della maggiorparte dei caccia con il 100% di carburante e senza serbatoi, si ha:

 

F-35 50% : A: 1.12 a 1; B: 1.10 a 1; C: 1.01 a 1

 

EFA: 1.16 a 1 (ma con carburante al 50%)

 

Gripen 0.97 a 1 (ma con il 50% di carburante,e cosi non va davvero da nessuna parte)

 

Rafale 1.13 ?? (forse riferito ai nuovi motori altrimenti meno)

 

Mirage 2000 0.91 a 1

 

Mig-29 1.13 a 1

 

Su-27 1.09 (prime versioni export)

 

F-15C da 1.12 a 1 fino a 1.3 a 1 (a seconda dei motori)

 

F-16C 1.09 a 1

 

F-18 0.95 a 1

 

F-14 0.91 a 1

 

Questi sono i dati "secchi" ma calcola che non sono molto significativi perche ad'esempio un Mig-29 ha apparentemente un rapporto spinta peso superiore al Flanker; Ma il Flanker è un'aereo progettato per avere molta piu autonomia rispetto al Mig, il risultato e che se i due aerei devono svolgere la stessa missione, al Flanker bastera caricarsi di carburante al 50% mentre il Fulcrum dovra fare il pieno.

Quindi nell'uso pratico il Flanker ha un valore spinta peso migliore visto che per fare un confronto diretto bisognera fare Flanker con carburante al 50% VS Mig-29 con il pieno.

 

Sempre per questo motivo l'F-35 viene denigrato come incapace di fare il caccia per via dell rapporto spinta peso, ma se calcoli quanto carburante porta e dove puo arrivare con esso, puoi fare un confronto (come ho fatto con Mig.29 Su-27) e vedere che non sfiugra con nessuno.

Edited by Einherjar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me con la crisi grave e strutturale che c'è non si possono mangiare i cannoni, altrimenti si rischia addirittura di fare la fine dell'URSS nel 1990, e almeno fino a che la crisi non sarà passata- con le opportune misure- certe cifre paventate in passato forte con troppa leggerezza sono ben oltre le possibilità degli USA. La Lockheed Boeing , d'altro canto, potrebbe anche abbassare il prezzo di costoper il futuro,, visti i guadagni che ha. Guadagnare è lecito, ma se fanno certe cifre astronomiche io, persona ngenua, la chiamo "speculazione"...

Oserei anche pensare che forse si poteva strappare un contratto più vantaggioso ab origine, certe cifre come quelle postate negli anni scorsi sono oggettivamente astronomiche, anche tenendo conto della tecnologia avanzatissima.

Edited by Simone

Share this post


Link to post
Share on other sites
Secondo me con la crisi grave e strutturale che c'è non si possono mangiare i cannoni, altrimenti si rischia addirittura di fare la fine dell'URSS nel 1990, e almeno fino a che la crisi non sarà passata- con le opportune misure- certe cifre paventate in passato forte con troppa leggerezza sono ben oltre le possibilità degli USA. La Lockheed Boeing , d'altro canto, potrebbe anche abbassare il prezzo di costoper il futuro,, visti i guadagni che ha. Guadagnare è lecito, ma se fanno certe cifre astronomiche io, persona ngenua, la chiamo "speculazione"...

Oserei anche pensare che forse si poteva strappare un contratto più vantaggioso ab origine, certe cifre come quelle postate negli anni scorsi sono oggettivamente astronomiche, anche tenendo conto della tecnologia avanzatissima.

 

 

La strumentazione, l'avionica e l'elettronica che l'F22 giustifica il costo dei 200 milioni di dollari, in futuro si potranno migliorare i costi di gestione e manutenzione, ma dubito che il costo dell'aereo nuovo si abbassi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho sentito dei problemi relativi al lancio dei missili dalle stive interne alle velocità elevate(più di 1M o più), qualcuno può approfondire questo argomento??

Edited by AlfaAndOmega86

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho sentito dei problemi relativi al lancio dei missili dalle stive interne alle velocità elevate(più di 1M o più), qualcuno può approfondire questo argomento??

Sentito dove? Fonti?

Non mi risulta nulla del genere. Non per l'F-22 almeno, che anzi a mach 1.5 ha dimostrato di poter sganciare anche delle JDAM da mezza tonnellata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, ho letto il famoso articolo del washington post e la replica nel link postato da legolas. Mi è parso di capire al riguardo che le critiche riguardino maggiormente le vernici radar assorbenti.

Ora io ho una semplice domanda al riguardo: mi pare che quasi tutti gli aerei ormai usino vernici radar assorbenti RAM, no? E che cosa ha di tanto diverso quella usata dal raptor per avere tanti problemi? E se veramente non è affidabile e soffre la pioggia (?) perché non la sostituiscono semplicemente con una più affidabile?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutte le vervici si usurano, specie quelle applicate a un velivolo supersonico.

Polvere e agenti atmosferici trasformano un volo in un lento ma costante logorio.

Guardando un qualsiasi jet militare utilizzato intensamente si vede una simile usura e i modellisti che frequentano questo forum ne sanno qualcosa.

In passato tale usura si traduceva infatti in una questione prima di tutto visiva...

 

Ora le cose sono diverse...Una vernice stealth rovinata, non è solo una vernice sbiadita, ma è una vernice che incrementa la traccia radar di un velivolo.

 

Su un aereo di generazione precedente, comunque ben visibile ai radar, la vernice stealth riesce a ridurre di parecchio la traccia radar, ma non fa i miracoli, quindi anche se usurata non è che crei problemi enormi.

 

In un aereo stealth invece ogni più piccolo particolare deve essere in perfette condizioni, altrimenti l'aereo risulta subito molto più visibile, e questo perchè per definire un aereo stealth non basta ridurre la traccia radar, ma si cerca quasi di azzerarla a una certa distanza: questo richiede più manutenzione.

Non è quindi tanto un discordo di vernici diverse (magari lo sono anche...), quanto di aerei diversi a cui sono applicate.

 

 

Un aereo convenzionale lo vedi da chilometri di distanza come con la vista vedresti un TIR.

Con un po' di vernice stealth faresti già più fatica, la stessa che faresti a vedere una piccola utilitaria dalla stessa distanza...

 

E uno stealth? Beh quello lo vedresti come vedresti un'automobilina giocattolo di 5 cm: solo sbattendoci il muso contro! E questo perchè le sue dimensioni sono di ordini di grandezza inferiori a quelli del Tir e dell'utilitaria...

 

Per garantire questa differenza di ordini di grandezza anche nella traccia radar è necessario una maggiore manutenzione sulle vernici e in generale sul rivestimento, cose che su un velivolo convenzionale hanno già meno importanza, anche perchè la vernice è l'unica cosa che può fare per essere stealth, ma è anche meno efficace della forma esterna, che non è affatto stealth.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tutte le vervici si usurano, specie quelle applicate a un velivolo supersonico.

Polvere e agenti atmosferici trasformano un volo in un lento ma costante logorio.

Guardando un qualsiasi jet militare utilizzato intensamente si vede una simile usura e i modellisti che frequentano questo forum ne sanno qualcosa.

In passato tale usura si traduceva infatti in una questione prima di tutto visiva...

 

Ora le cose sono diverse...Una vernice stealth rovinata, non è solo una vernice sbiadita, ma è una vernice che incrementa la traccia radar di un velivolo.

 

Su un aereo di generazione precedente, comunque ben visibile ai radar, la vernice stealth riesce a ridurre di parecchio la traccia radar, ma non fa i miracoli, quindi anche se usurata non è che crei problemi enormi.

 

In un aereo stealth invece ogni più piccolo particolare deve essere in perfette condizioni, altrimenti l'aereo risulta subito molto più visibile, e questo perchè per definire un aereo stealth non basta ridurre la traccia radar, ma si cerca quasi di azzerarla a una certa distanza: questo richiede più manutenzione.

Non è quindi tanto un discordo di vernici diverse (magari lo sono anche...), quanto di aerei diversi a cui sono applicate.

Un aereo convenzionale lo vedi da chilometri di distanza come con la vista vedresti un TIR.

Con un po' di vernice stealth faresti già più fatica, la stessa che faresti a vedere una piccola utilitaria dalla stessa distanza...

 

E uno stealth? Beh quello lo vedresti come vedresti un'automobilina giocattolo di 5 cm: solo sbattendoci il muso contro! E questo perchè le sue dimensioni sono di ordini di grandezza inferiori a quelli del Tir e dell'utilitaria...

 

Per garantire questa differenza di ordini di grandezza anche nella traccia radar è necessario una maggiore manutenzione sulle vernici e in generale sul rivestimento, cose che su un velivolo convenzionale hanno già meno importanza, anche perchè la vernice è l'unica cosa che può fare per essere stealth, ma è anche meno efficace della forma esterna, che non è affatto stealth.

 

 

Interessanti osservazioni flaggy, non avevo pensato a questo. Credo che neanche l'autore dell'articolo incriminato ci abbia pensato molto, mi è parso comunque un articolo dal tono poco neutrale.

Un'aòtra osa che mi ha lasciato basito sono le supposte 2 ore di media tra una avaria e l'altra. Ma che vuol dire? immagino che i raptor per trasferirsi nel teatro pacifico, come hanno fatto poco tempo fa in risposta alle provocazioni nordcoreane, abbiano voltao per ben più di 3 o anche 4 ore!

Share this post


Link to post
Share on other sites

2 ore tra un'avaria e l'altra? Attenzione...Prima di tutto si parla di avarie che rischiano di compromettere il successo di una missione, non certo la sicurezza, e in un velivolo complesso che in missione utilizza decine di sistemi e sottosistemi l'avaria è possibile.

Proprio per questo si fa tanta manutenzione sui velivoli, ma questa è sia preventiva che a guasto avvenuto.

Cioè, mettere mediamente le mani ogni 2 ore di volo su un F-22, non significa che qualcosa si rompe ogni 2 ore o che sia impossibile stare in aria per più di 2 ore.

 

L'MTBM è la media statistica dei tempi di disponibilità nelle condizioni stabilite tra due successivi interventi di manutenzione (Preventiva o a guasto).

Fermo restando che parliamo di un aereo molto complesso, innovativo e su cui si doveva fare una certa esperienza, di quale tipo di avarie si parla, poi?

 

Nell'F-22 in gran parte si trattava del software che faceva le bizze (anzi all'inizio era quello che andava continuamente in crash) oppure di interventi per ripristinare la stealthness (e quella spinta dell'F-22 richiede continue attenzioni una volta a terra).

Ora questi problemi si stanno in gran parte risolvendo con la maturità del mezzo (l'elettronica e il software sono il meglio e il peggio dei velivoli moderni), senza contare che

l'F-22 è concepito in modo da adattarsi ai guasti (anche meccanici) devolvendo le funzioni dei sistemi in avaria a quelli che funzionano ancora.

E' inoltre concepito per funzionare anche in modo degradato. Per es nel radar possono "spegnersi"diversi elementi dell'antenna, senza che l'antenna smetta di funzionare (gli elementi di ogni antenna AESA sono centinaia).

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

tanto x mettere un po' di carne sul fuoco:

http://www.alert5.com/2006/04/fa-18f-guns-down-f-22a.html

 

F/A-18F guns down F-22A

This gun kill picture is from the HUD recorder of a VFA-11 Super Hornet taken during a Red Air exercise. The black box on the top left is an event marker to show that the trigger was squeezed

 

...e questo kill-marking è il risultato:

http://www.flightglobal.com/blogs/the-dewl...18g_f22kill.jpg

 

 

in realtà l'HUD nella foto è del Growler EA-18G,che in un'esercitazione a Nellis ha 'abbattuto' con un AIM-120 un altro Raptor,probabilmente il suo sistema di jamming avrà giocato un ruolo nell'abbattimento simulato,(il Growler in questione è l'EA-1,il primo dei 2 F-18F lot-27 destinati alla conversione al programma Growler)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×