Jump to content
Sign in to follow this  
Guest intruder

Seconda Guerra Mondiale, le decisioni sbagliate

Recommended Posts

1) la Royal Navy aveva il controllo del mare ( e Scapa è a un tiro di schioppo ) , se i rifornimenti arrivavano a Arcangelo (poi) , a maggior ragione sarebbero arrivati a Narvik.

bhe... è un pò un eufemismo... visto che non controllava nè l'aria nè quello che c'era sotto il mare e, non a caso, i rifornimenti per la Russia, subirono perdite cospicue, fin quando la Germania non iniziò a prenderle su tutti i fronti. conseguentemente, il contigente in Norvegia, si sarebbe morto di fame, senza neanche una pallottola :P

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Guarda che molte volte, la Germania ha vinto per abbandono dell'avversario, che rinunciò a combattere spaventato dal mito di invincibilità della Wehrmacht o non si coordinò bene (a Creta, sarebbe bastato avere delle radio da campo efficienti per sapere che le truppe di Student stavano prendendo legnate da tutte le parti, coordinare un contrattacco e ributtarli in mare). Cosa sarebbe successo in Norvegia è tutto da vedere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guarda che molte volte, la Germania ha vinto per abbandono dell'avversario, che rinunciò a combattere spaventato dal mito di invincibilità della Wehrmacht o non si coordinò bene (a Creta, sarebbe bastato avere delle radio da campo efficienti per sapere che le truppe di Student stavano prendendo legnate da tutte le parti, coordinare un contrattacco e ributtarli in mare

C'e da dire che questi sono stati dei loro problemi logistici non sono stati pronti e sono caduti quindi non ha vinto per abbandono dell'avversario ma solo perchè meglio organizzata.

Edited by SU-37 TERMINATOR

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
C'e da dire che questi sono stati dei loro problemi logistici non sono stati pronti e sono caduti quindi non ha vinto per abbandono dell'avversario ma solo perchè meglio organizzata.

 

A Creta non c'è stata nessuna meglio organizzazione, solo fattore C, per dirla brutalmente. E c'è da fare un'altra considerazione, non marginale. Max Hastings rileva, giustamente secondo me, che tante vittorie tedesche sono dovute anche al tipo di cultura che stava dietro le divise. Se Patton avesse comandato le Waffen SS avrebbe stupito il mondo, Rommel alla Quinta Armata avrebbe fatto le medesime figuracce di Clark. I generali di una democrazia, avevano un'opinione pubblica alla quale rispondere, non potevano mandare i loro soldati al massacro come facevano i generali nazisti (e sovietici).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altra decisione quanto meno da analizzare: nel 1943, fu proposto di attaccare il Giappone da nord, come mostra la cartina. Secondo gli storici, avrebbe potuto accorciare la guerra di un anno ed evitare le atomiche (le isole settentrionali del Giappone erano praticamente sguarnite, Hokkaido fu territorio di caccia libera per le squadre di sabotaggio e ricognizione della Navy e dei Marines a partire dall'inizio del 1944). Si dice il piano non sia mai stato preso seriamente in considerazione per le opposizioni di McArthur e Nimitz, il primo voleva mantenere fede al suo "ritornerò" nelle Filippine, l'altro temeva di veder ridimensionata la Marina.

 

qualche giorno fa si parlava di questo, avevo chiesto la cortesia, a qualcuno, di avere qualche dato in più, e magari una bibliografia per queste operazioni 'sul territorio giapponese'.

Qualcuno puo' essere piu' esplicito? grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

da parte mia hitler commise 2 errori che per la mia opinione personali gli furono cruciali .

 

1) l'evacuazione di Dunkerque

 

2)non continuare con l'attaco all'Inghilterra ed aprire il nuovo fronte orientale con la Russia

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
da parte mia hitler commise 2 errori che per la mia opinione personali gli furono cruciali .

 

1) l'evacuazione di Dunkerque

 

2)non continuare con l'attaco all'Inghilterra ed aprire il nuovo fronte orientale con la Russia

 

 

Vero, ma tieni presente due cose:

 

1) Contava di accordarsi con Londra;

 

2) Il suo vero nemico, a parte gli ebrei che riteneva fonte di tutto il Male, era il comunismo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vero, ma tieni presente due cose:

 

1) Contava di accordarsi con Londra;

 

2) Il suo vero nemico, a parte gli ebrei che riteneva fonte di tutto il Male, era il comunismo.

 

vero. ma anche se avesse invaso prima l'Inghilterra avrebbe anticipato l'entrata in guerra degli USA...cosa molto pericolosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Sull'invasione dell'Inghilterra si sono scritte tonnellate di libri, l'opinione prevalente è che non sarebbe stata una passeggiata e proprio per questa convinzione i gerarchi nazisti finirono per l'accantonarla.

 

Sull'entrata in guerra degli USA in caso di invasione della perfida Albione non ci scommetterei troppo, FDR avrebbe avuto delle grosse difficoltà, l'opinione pubblica e la stragrande maggioranza del Congresso era isolazionista, già la "neutralità attiva" che comportava l'intervento contro i sommergibili tedeschi in acque americane non piaceva, si riteneva la guerra una rogna europea da risolvere fra europei e basta. In realtà avrebbe sicuramente avuto delle difficoltà a entrare in guerra in Europa anche dopo Pearl se Hitler e Mussolini non gli avessero semplificato il compito dichiarandogli guerra per primi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'america ha sempre fornito sia materiale che piani di guerra agli inglesi nel 1940 roosevelt introduce la leva obbligatoria ( giugno 1940 ) ed nell'agosto del 1941 viene firmato un'alleanza con gli inglesi con la carta atlantica , quindi anche se non ufficialmente l'america era gia in guerra , il vero motivo dell'invasione in inghilterra e che hitler non lo ha mai voluto lui voleva attaccare e sconfiggere la russia e si è trovato con 2 fronti che gli sono costati la vittoria

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Fornire materiale è una cosa, mandare i propri soldati a morire un'altra. FDR avrebbe avuto delle grosse difficoltà a entrare in guerra contro le potenze dell'Asse, anche dopo Pearl, senza la dichiarazione di guerra di Roma e Berlino ci sarebbero volute settimane se non mesi di trattative al Congresso e di campagna mediatica... tieni presente che l'opinione pubblica americana rimase contraria alla guerra in Europa fino al 1944, data dell'ultimo sondaggio ufficiale, nonostante il D-Day e benché (o forse proprio perché), la stragrande maggioranza dello sforzo bellico americano era contro la Germania (cfr: Max Hastings, Armageddon, The Battle for Germany).

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma dai intruder la maggioranza era contraria anche prima durante e dopo la guerra in vietnam che è durata per ben 11 anni anche in italia dopo la fine della guerra ed anche durante la maggioranza era contraria infatti sono passati dal fascismo all'alleanza con gli inglesi nel giro di poco tempo la storia e piena di gente che è contraria della politica sconfitta od usciente , prepararsi alla guerra fornendo materiale , addestrando i soldati ad una guerra e stringendo dei patti di alleanza con paesi in guerra non vuol dire anche se la popolazione e contraria il governo non abbia pianificato l'entrata in guerra con il famoso disguido di Pearl Harborg per portare una parte dell'america dalla parte della guerra

Share this post


Link to post
Share on other sites

bhe se hai radar che ti dicono che ti stanno attaccando ed i servizi segreti ti dicono che il giappone sta preparando un attacco e te presumo che questo sia solo un probabile avvenimento preferisco ritenerlo un " disguido " piuttosto che una deliberata scelta poi ognuno tiri le sue conclusioni ,pero bisogna leggere entrambe le opinioni per dare un giudizio non tirare ad indovinare

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
bhe se hai radar che ti dicono che ti stanno attaccando ed i servizi segreti ti dicono che il giappone sta preparando un attacco e te presumo che questo sia solo un probabile avvenimento preferisco ritenerlo un " disguido " piuttosto che una deliberata scelta poi ognuno tiri le sue conclusioni ,pero bisogna leggere entrambe le opinioni per dare un giudizio non tirare ad indovinare

 

 

Ci risiamo col complottismo d'accatta? Guarda che non è aria.

 

 

 

ma dai intruder la maggioranza era contraria anche prima durante e dopo la guerra in vietnam che è durata per ben 11 anni anche in italia dopo la fine della guerra ed anche durante la maggioranza era contraria infatti sono passati dal fascismo all'alleanza con gli inglesi nel giro di poco tempo la storia e piena di gente che è contraria della politica sconfitta od usciente , prepararsi alla guerra fornendo materiale , addestrando i soldati ad una guerra e stringendo dei patti di alleanza con paesi in guerra non vuol dire anche se la popolazione e contraria il governo non abbia pianificato l'entrata in guerra con il famoso disguido di Pearl Harborg per portare una parte dell'america dalla parte della guerra

 

 

Questa è una balla, l'opinione pubblica all'inizio dell'impegno vietnamita non era affatto contraria, lo è diventata in seguito. Inoltre l'analisi che fai della situazione italiana dimostra che non ne sai proprio nulla. Le masse erano drogate dal fascismo, nel quale avevano visto un riscatto dai torti subiti dopo il trattato di Versailles. L'opposizione proveniva da settori intellettuali troppo lontani dalle masse per "contagiarle", se leggi Gramsci capirai che se n'era reso conto. E l'opposizione, o meglio, il malcontento per la guerra, cominciò al fischio delle prime bombe sulle nostre città, non prima o durante le pugnalate alle spalle o le rotture di reni.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites

io non ne sapro' nulla , ma te impara a leggere tutto l'articolo , prima di inventarti risposte , che non rispecchiano quello da me letto .

2 è 3 riga - anche in italia dopo la fine della guerra ed anche durante la maggioranza era contraria infatti sono passati dal fascismo all'alleanza con gli inglesi nel giro di poco tempo

 

se poi , non sai affrontare una discussione senza offendere , saro' ben lieto di non rispondere ai tuoi messaggi , cosi magari ti puoi sentire appagato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
io non ne sapro' nulla , ma te impara a leggere tutto l'articolo , prima di inventarti risposte , che non rispecchiano quello da me letto .

2 è 3 riga - anche in italia dopo la fine della guerra ed anche durante la maggioranza era contraria infatti sono passati dal fascismo all'alleanza con gli inglesi nel giro di poco tempo

 

se poi , non sai affrontare una discussione senza offendere , saro' ben lieto di non rispondere ai tuoi messaggi , cosi magari ti puoi sentire appagato.

 

 

O tu impari a esprimere i tuoi concetti in italiano o è inutile: anche durante la maggioranza era contraria, significa che anche durante la seconda guerra mondiale la maggioranza era contraria, voltare gabbana è un altro discorso.

 

Quello che tu hai cominciato a fare con Pearl, è complottismo da quattro soldi. Tutti gli storici, fior di storici, non certo noi che passiamo il tempo a scrivere qua sopra, hanno concluso che ci furono leggerezze, facilonerie, anche cialtronaggine, ma non complotto. Se tu ne sai più di loro che hanno esaminato tonnellate di documenti, sentito migliaia di testimoni... be', scrivi un libro e prenota il Pulitzer.

Edited by intruder

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Parliamo di cose serie: Herbstnebel, come i tedeschi chiamarono in codice la Battaglia delle Ardenne, è ritenuta uno dei più grandi errori tattici e strategici tedeschi della Seconda Guerra Mondiale: fece massacrare i pochi carri scampati alla battaglia di Falaise in un inutile tentativo di raggiungere Anversa, carri che sarebbero stati utilissimi sul fronte orientale per cercare di arrestare l'Armata Rossa che marciava in pianura, mentre a ovest bastavano le forre e i boschi (andate a farvi una passeggiata da quelle parti, immaginate come doveva essere nel 1944, e fatevi un'idea di come potevano procedere le armate alleate su quel terreno d'inverno), oltre al maltempo a tener fermi gli Alleati fino a primavera. Utilizzando i suoi panzer a oriente, anzichè nella inutile Herbstnebel, Berlino sarebbe riuscita a ritardare la capitolazione di qualche mese. Poteva essere utile, fermo restando che Stalin e FDR volevano la resa incondizionata (Churchill era più sfumato, ma non contava più nulla)?

 

A voi la palla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

fu inutile perchè i tedeschi fallirono l'obiettivo prefissato. nel caso fossero riusciti a raggiungere Anversa o anche solo Liegi, con il suo colossale deposito di carburante... bhe... voglio vedere!

inoltre, non dimentichiamo il secondo obiettivo, ossia rompere l'alleanza anglo-americana, obiettivo che per uno sputo non fu raggiunto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non dimentichiamo il secondo obiettivo, ossia rompere l'alleanza anglo-americana, obiettivo che per uno sputo non fu raggiunto.

Scusa vorthex me ne potresti parlare di piu?non ho mai sentito nulla a riguardo.

grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder

La Battaglia delle Ardenne fu una battaglia americana, ma sottoposta a un generale inglese che, per giunta, era un pallone gonfiato e si assunse meriti non suoi. Ne nacque una discreta polemica destinata a trascinarsi per anni, ma non mi pare ebbe effetti immediati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
l'effetto immediato fu che veramente l'alleanza si stava rompendo :asd:

 

 

In realtà, l'alleanza scricchiolava da tempo: Churchill cercò fino all'ultimo di evitare Overlord, che alla fine fu imposto da FDR, tanto per dirne una.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dimenticate tutti Market Garden

http://it.wikipedia.org/wiki/Operazione_Market_Garden

 

Secondo me Hitler avrebbe dovuto far di tutto affinché l'Italia non entrasse in guerra, forse fummo proprio noi a causare la sua sconfitta poichè:

- se neutrali non avremmo costretto Hitler a mandare le proprie divisioni nè in Italia (se Mussolini non fosse caduto), nè nell'Africa del

nord, né nei Balcani (Grecia in primis)

- il miglior aiuto che potevamo dare era produrre armi ed equipaggiamento per i tedeschi rimanendo neutrali cosa che stavamo facendo

- le nostre truppe non erano pronte alla guerra e non dimostrarono in ogni fronte.

 

E lo stesso vale per certi alleati dei nazisti come gli ungheresi e Romeni, responsabili in parte del disastro nazista di Stalingrado

 

In definitiva penso che l'URSS era fuori portata per i tedeschi , in ogni caso.

Edited by Leviathan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×