Jump to content

Non Aprite Quella scatola!


vorthex
 Share

Recommended Posts

Il mio negozietto di fiducia ha finalmente fatto arrivare un po di novità... C'è una bellissima scatola della Revell di un F8F Bearcat ma l'interno è una stampata

monogram vecchissima io la sconsiglierei... L'ala si deve infilare di traverso nella fusoliera! Gli interni sono nulli...

 

L'Italeri ha fatto una scatola con 3 aerei usati dalle frecce tricolori - F-86 - G91 - Mb339. Le stampate sono piuttosto deludenti tanto che il G-91 è una stampa

Revell come si vede dalle incisioni all'interno della fusoliera... La scatola costa poco considerando che ci sono 3 aerei dentro ma la qualità è decisamente scarsa...

 

Ciao Navigator

Link to comment
Share on other sites

magari considera un qualche dettaglio:

KIT REVELL:e' la ristampa di un vecchissimo kit monogram della meta'/fine anni sessanta,e allora era normale le ali da inserire come le descrivi,e gli scarsi dettagli interni,ma quali sono le alternative?.Frog/novo eccetera,1a cosa sono 2 versioni diverse,2°non che siano molto meglio!,se no vai sullo sword,che offre le 2 fusoliere,ma e' uno shortrun,con tuitte le implicazioni del caso,mica sono proprio da buttare,anzi meglio armarsi di pazienza,e dai 2 kits d'annata tiri fuori fior di modello!.

serie PAN?,allora il G91 e' l'ottimo Revell,l'F86 e' l'ottimo academy,e il 339 e' il supermodel,tutt'altro che scadente,l'alternativa e' l'aeroclub mezzo kit,e mezzo vacuform,basta un po' di "mano modellistica",un po' di documentazione,e buon divertimento.

marco

Edited by mkobau
Link to comment
Share on other sites

E un grazie a Marco... per me un modello anni 60 la Revell doveva farlo uscire in qualche scatola "Revell Classic" perchè mi sembra un tirare

a fregare il cliente. Hai visto che meraviglia di box-art?

 

La serie Pan quindi è un insieme di marche diverse! Le stampate mi erano sembrate piene di sbavature a dire il vero ma, visto quello che scrivi quasi

quasi gli do un'altra occhiata e visto il prezzo popolare magari mi faccio triplo regalo...

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

pochi giorni fa ho acquistati il mangusta 1:72 di mamma italeri...se potete evitate...le pannellature in diversi punti scompaiono e i rivetti sono in positivo.

C'è più plastica nelle sbavature che nel resto del kit e non esagero se dico che non c'è UN pezzo che combacia con l'altro...davvero deludente...

 

tocco di classe: l'abitacolo è compèletamente liscio (a sto punto mi sorprende che ci siano i sedili XD) ma almeno ci sono alcune decals che lo rendono accettabile

Link to comment
Share on other sites

tal volta la casa costruttrice di modellino NON ha il permesso di dare determinati dettagli, perchè l'aeromodello o il carro...è ancora coperto da segreto, queste cose erano molto evidenti nel passato ;anche perchè non c'erano i mezzi adeguati per riportare dal vero i dettagli e si facevano ad-okkio, ma adesso con la moderna tecnologia il dettaglio può arrivare ad essere sorprendente, perciò penso cher questo sia il motivo.

 

capita che compri un modellino e..... si rimane delusi di quanto si trova nella scatola, però lo scarso dettaglio può far piacere anche perchè rende il tutto più impegativo e perciò a fine montaggio uno è anche orgoglioso di aver praticamente ricostruito e dettagliato il proprio modello...*certo c'è un limite...dopodichè è da buttare........

 

io talvolta trovo dei modelli abbastanza dettagliati ; ricchi di varianti....e devo dire che il montaggio è veloce e rimango un pò così.............. :rolleyes: ma talvolta trovo dei modellini discreti...e li la fantasia vola...... :okok:

Edited by eugy78
Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

pochi giorni fa ho acquistati il mangusta 1:72 di mamma italeri...se potete evitate...le pannellature in diversi punti scompaiono e i rivetti sono in positivo.

C'è più plastica nelle sbavature che nel resto del kit e non esagero se dico che non c'è UN pezzo che combacia con l'altro...davvero deludente...

 

tocco di classe: l'abitacolo è compèletamente liscio (a sto punto mi sorprende che ci siano i sedili XD) ma almeno ci sono alcune decals che lo rendono accettabile

 

Purtroppo è l'unico modello del mangusta a quanto ne so :blink: (il tamiya è lo stesso stampo dell'italeri, così come il su-34 per esempio).

ci sono un sacco di pezzi che non combaciano bene ma con un pò di lavoro ci si riesce lo stesso ad ottenere un mangusta accettabile:

stucco in abbondanza;

DSC_2855.jpg

 

finale;

DSC_7672.jpg

 

il problema grosso è il tettuccio, è più stretto della fusoliera di quasi un millimetro!! l'ideale sarebbe termoformarlo usando il vecchio come baseed allargandolo ai lati con lo stucco.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

mig-27 Italeri 1:48

 

italeri2661reviewme_1.jpg

 

Ho avuto la sventura di acquistare il mig-27 proposto da Italeri... e dopo un guardatina...mi sono accorto che è uno stampo ESCI

esci4020o.jpg

 

e purtoppo non avevo valutato la effettiva fattura del modellino...partiamo da alcuni aspetti:..

questo modellino non ha i dettagli basici.....neanche il minimo sindacale..... :P e i particolari sono fatti con grossolanità e addirittura imprecisione come la cabina che; è assente da tutto...; il motore...è semplicemente stampato e irreale......le pannellature non rispecchiano quelle del vero...ma quà diciamo che volendo si può sorvolare perchè SE si vuole montare il modello per come dice la scatola... :asd::asd: viene fuori un risultato tutto da ridere....SE invece ci si vuole cimentare nell'aggiungere il dettaglio preovenienti da KIT di fotoincisione e resina...... B-) ..bè..questo è il modello ideale perchè andrà in pratica quasi ricostruito ex-novo....come giustamente qualcuno dirà...."sennò che divertimento c'è''!!??"...

giustamente...ma anche io ho realizzato modelli e devo dire che il modello già di serie offriva già di suo bei dettagli...al massimo si acquistavano i superdettagli aggiuntivi o come varianti.... in genere monto hasegawa.....

 

Ed ero partito dall'ottica di acquistare alcuni e minimi dettagli e altri autocostruiti o presi dagli avanzi dei kit...utilizzando minime parti che; una volta montato non danno molto all'occhio....(io ho utilizzato un J-79 ed inserito a dovere nel nozzle del mig...diciamo che non si dava MOLTA attenzione)...

 

come dicevo ero partito all'utilizzo di minime parti fotoincise...MA...mentre montavo l'aereo..MI SONO ACCORTO che le due parti non combaciavano molto bene...ed addirittura era un "probabile " errore di stampa...l'aereo è finito in pattumiera..ho solo tenuto i pezze minimi...anzi se serve a qualche d'uno...ho il restante degli accessori......

__________________________________________________________________________________________________________

 

a questo comunque ho tratto delle valutazioni:

 

 

La scatola ha un prezzo ommerciale che varia dalle 22.00 alle 25.00 euro;

i pezzi accessori (obbligatori per avere un risultato buono) sono questi : e i prezzi variano dai 15.00 ai 25.oo euro per set...

49560.JPG

48687.JPG

 

LA mia conclusione è stata che è un modello che ha uno stampo troppo scadente e diviene troppo costoso nella realizzazione per quello che veramente offre come risultato finale.

Edited by eugy78 Fishbed
Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

LA mia conclusione è stata che è un modello che ha uno stampo troppo scadente e diviene troppo costoso nella realizzazione per quello che veramente offre come risultato finale.

Non per fare la punta al... chiodo, ma con tutti i problemi che ha il "papero", la mancanza di dettagli mi sembra il male minore :lol: Hai provato a montare la parte anteriore?

Nella foto: in basso il kit ESCI/AMT/Italeri come vien fuori dalla scatola, in alto un clone Hobbycraft sottoposto a più interventi di chirurgia plastica che Cher e Michael Jackson messi assieme e ciò nonostante ancora non ci siamo...

 

3415738662_7280201c56_z.jpg

 

Per mantenere il tettuccio in comune con la versione da caccia, hanno fatto un ibrido che sta al MiG-27 come questo...

 

arthur-morris-female-northern-pintail-duck-head-anas-acuta-north-america.jpg

 

...sta a questo:

 

mid-shoebill-uenozoo2008.ogg_595_334_100.jpg

 

Negli anni '80 gli stampisti ESCI avevano la scusa della guerra fredda. Trent'anni dopo, fare uscire lo stesso stampo senza cambiare una virgola? Italeri, WTF? :furioso:

Edited by Bonehammer
Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti,

 

scrivevo in questa sezione perchè ho provato a cercare nelle pagine le informazioni che mi interessavano, ma non le ho trovate...

 

allora cerco di esporre il mio problema se qualcuno poi potrà gentilmente aiutarmi :pianto:

 

allora, ho appena iniziato a cimentarmi, realizzando i miei primi Kit in 1/72 (lo spazio è quello che è...) però messi a fianco ho notato che uno, o più sono completamente fuori scala perchè le proporzioni non mi sembrano molto corrette. I modelli in questione sono:

 

Airfix:

 

Westland Whirlwind

P51-D

 

Italeri:

 

MC-202

MC-205

 

Academy:

 

BF-109 ....

 

qualcuno di voi ha per caso riscontrato delle anomalie di rilevanti "fuori scala"? in particolare i due Macchi dell'Italeri sono minuscoli come proporzioni se paragonati al P51 e anche al BF 109, che in realtà non dovevano essere molto più grandi... il Whirlwhind non riesco a giudicarlo, perchè sembra abbastanza in scala con il BF-109, però posso dirvi che in altezza sui carrelli è quasi due volte l'MC 202/205 :blink: non capisco....

Link to comment
Share on other sites

ciao,bisogna sempre giudicare un kit conoscendo l'aereo,almeno avendo dei disegni in scala davanti,rispondo all'amico:

Whirlwind:è veramente alto sui carrelli ,i Macchi che elenchi sono i migliori in commercio,salvo imprecisioni di mm,sono in scala,il P51D è piccolo di suo,prova a metterlo a fianco di un F4U Corsair!,io ho 2 P51b parcheggiati di fianco a 2 F4U stessa scala 1/48,sembrano"microscopici",il 109 è piccolo di suo,ho seguito il restauro di un 109G4 vero e lavoro sia in ambiente aeronautico che in un museo,tranquillo,magari presentati.marco

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

io continuo ad essere estremamente perplesso, adesso ho incollato a secco un FW 190 sempre Airfix, ma il problema numero uno è che sembra in scala con P51 e BF109 però i due Macchi dell'italeri sembrano veramente minuscoli... praticamente come paragonare un Chihuahua con un Pastore tedesco... magari riesco a mettere una foto di tutto ma l'intera fusoliera del 202/205 è grande come un'ala del Mustang! :blink:

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Aggiungo un nuovo kit a questa sezione:

 

Airfix Yak-9 in 1/72

 

41xoR6ykmuL.jpg

 

forse mi sono fatto trarre in inganno dalla scatola nuova e anche perchè avevo letto che gli Airfix ultimamente erano a un livello decente... però mi son trovato davanti una cosa indegna!

 

1) abitacolo inesistente, c'è solo il pilota che evidentemente era un giocatore di pallacanestro visto che o lo si decapita, o si fa un buco sul cupolino, oppure l'abitacolo non si chiude

2) sbavature impressionanti! ho passato una settimana alle prese con la carta vetrata! colature abnormi!

3) incastri che semplicemente non incastrano, quindi stucco a volontà! una volta che lo monti sono presenti delle voragini a mo di gran canyon, per non parlare delle prese d'aria sotto il muso e sotto la fusoliera che sono masticate...

4) sulle pannellature non posso esprimermi visto che non mi sono documentato... solamente numerosi puntini sulla parte anteriore che fuoriescono mi fanno sorgere il dubbio che si tratti di rivetti in positivo o Shrapnel della contraerea crucca (forse lo stampista pensava ai modellisti che vogliono realizzare uno statico abbattuto..)

 

se ce la faccio posterò qualche foto...

 

almeno è costato 6.50

Link to comment
Share on other sites

sugli airfix ti conviene sempre informarti prima, controllando le recensioni su internet. Degli stampi nuovi lo yak non c'è.. :huh:

I più recenti sono lo swordfish, lo zero , il p-40, lo gnat, e molti altri, ma devi sempre anche controlare il codice delle scatole e la copertina perchè l'airfix continua ad inscatolare anche i vecchi kit con il nuovo package

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...
  • 5 months later...
  • 1 month later...

Avendo fatto un po' d'esperienza, a volte anche pagata a caro prezzo, ti posso dire:

  • Il Cutlass della Lindberg è corretto come forma e dimensioni ma va reinciso e TUTTI gli interni autocostruiti.
  • Il Banshee della Hawk invece non è neanche corretto. Quest'anno dovrebbe uscire uno stampo nuovo ma non ricordo di chi.
  • Il MiG-25 della Revell è sempre lo stesso stampo del 1970 e ciàpilu.
  • La serie degli Yak-28 della Amodel non è tra i loro soggetti meglio riusciti anche se Barone ci ha mostrato che cosa se ne può ricavare con una buona dose di manico. Invece gli Yak-27 e 25 sono stampi completamente diversi e moOolto migliori.

Anche lo Yak-17 della Amodel perlomeno nella versione UTI soffre di alcuni leggeri problemi di montaggio. Un primo piano:15040315890_9f192d2920_b_d.jpg

 

Dovendo scegliere se rifare il bordo d'entrata o i pozzetti del carrello, ho scelto il primo. La terza via era tagliare in due l'intradosso alare e metterci un'estensione, ma non so se ne sarebbe valsa la pena.

Il tettuccio poi sembra provenire da un altro kit da quanti varchi lascia con la fusoliera. Mi sa che quel giorno il CQ smaltiva la sbornia.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Mio fratello ha comprato un F4u corsair in 1/32 della revell,quando lo visto sono rimasto senza parole!!!!

Il mio pesce rosso farebbe stampi migliori!!!

Il motore andava rifatto tutto,i carrelli erano molto poveri ma il cockpitt quasi non esisteva!!

Mai visto nulla del genere

Link to comment
Share on other sites

L'ala non è asimmetrica ed è sproporzionata ( in particolare la lunghezza degli alettoni non torna) ; ho sovrapposto la stampata sui profili di " Ali d'Italia " . L'errore non è rimediabile : una grossa delusione :furioso: .

Sto pensando di impostare un kit-crossing tra il vecchio modello di Revell ( fusoliera e muso ) con il Mc202 Italeri ( ala , carrello , abitacolo ) .

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Ciao!

 

Ehhh... si è proprio un modello italeri. Ti capisco... se costruisci tutto da scatola non è che uno può fare miracoli ma...

Io ti consiglierei di tirare via le cinture tipo decals e di autocostruirtele... per quanto bruttine ti possano riuscire

saranno comuque meglio. Senza contare che toglieresti l'effetto di cosa appiccicata dando un po di volume al

tutto. I quadri strumenti con il tettuccio chiuso possono ingannare l'occhio mentre il seggiolino è comunque visibile.

 

Non vorrei farti fare dei pasticci ma... sempre al seggiolino potresti aggiungerci una maniglia a strappo per l'espulsione.

Basta un anello di filo di rame. Mi sembra di ricordare un sito con le foto di tutti i seggiolini degli aerei più famosi....

 

Navigator

EH beh, trattandosi in realtà di un kit ESCI, anzianissimo ed oltretutto uno dei più brutti che la ESCI abbia mai fatto, si capisce come mai la qualità (!) sia totalmente assente.. Quello che non si capisce è come mai l' Italeri si sia presa la briga di riciclarlo...

Concordo con i consigli di Navigator, poca fatica, ma differenza notevole.

Link to comment
Share on other sites

  • 6 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...