Jump to content
Sign in to follow this  
Tuccio14

Nuovi elicotteri per le FFOO

Recommended Posts

Da A&D di questo mese:

 

In occasione dei festeggiamenti per il 186° anniversario della costituzione del Corpo Forestale dello Stato, svoltisi tra il 17 e il 20 ottobre, è stato esposto a Roma il primo elicottero leggero AgustaWestland AW109N "Nexus" destinato al corpo. Il "Nexus" è uno speciale allestimento del '109E "Power", fornito di dotazioni speciali per l'impiego da parte delle forze di polizia e, infatti, oltre che al Corpo Forestale dello Stato sono già in consegna alla Guardia di Finanza, ai Carabinieri ed alla Polizia di Stato. La previsione attuale riguarda la fornitura di 17 "Nexus" ai Carabinieri, sette alla Guardia di Finanza, tre al Corpo Forestale ed uno alla Polizia di Stato. Il Corpo Forestale dello Stato ha in linea, oltre all'AW109N "Nexus", anche 12 elicotteri NH-500, 18 AB-412, 4 S-64F ed un velivolo Piaggio P.180 "Avanti"

Mie considerazioni: che se ne fanno di una flotta così eterogenea? Che ci fanno ancora lì tutti quegli NH-500 stravecchi come il Branca? A che gli serve un "Avanti" personale? Non poteva essere dato all'AMI dato che anche quelli sono impiegati per le stesse funzioni? E che ha fatto di male la Polizia di Stato, proprietaria degli elicotteri più vetusti tra tutti quelli in giro per l'Italia, per meritarsi un solo misero Nexus?

Edited by Tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tuccio, mi cadi proprio su questo argomento!

Ogni Forza dell'Ordine (e anche Forza Armata) DEVE farsi il suo orticello privato, e sempre loro devono sostenere l'industria!

 

Sia mai pensare a fare due soli servizi aerei, uno interforze tra CC/PS/GdF e uno SAR della GC, affiancati da un altro interforze del CFS e Protezione Civile, lasciando il SAR montano e terrestre ai servizi privati delle regioni, che scherziamo!!!

Mettere i paletti? che è? se magna?!

 

A tutti i modi molti elicotteri delle FF.O. sono a standard militari e facilmente aggiornabili, e in caso di crisi passerebbero sotto il controllo delle FF.AA. se necessario.

Edited by Little_Bird

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh lo so, sono stato ingenuo, ma che ci vogliamo fare, la speranza è l'ultima a morire! :rolleyes:

 

Neanche la crisi gli fa passare la passione per l'agricoltura! :asd: :asd:

 

Intanto una bella immagine di quest'elicottero che ha il suo fascino.

 

agusta-109e-helicopter.jpg

Edited by Tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites

In molti altri stati è la stessa situazione, non è che qui stiano facendo una cosa "all'italiana". E poi il SAR deve essere fatto da chi lo sa fare perchè fa solo quello di mestiere, quindi non ai civili.

Ric

Share this post


Link to post
Share on other sites
In molti altri stati è la stessa situazione, non è che qui stiano facendo una cosa "all'italiana". E poi il SAR deve essere fatto da chi lo sa fare perchè fa solo quello di mestiere, quindi non ai civili.

Ric

Sì, ok, facciamolo fare ai militari o alle forze dell'ordine, sono d'accordissimo... Ma perchè non creare un reparto interforze, o per lo meno coordinato a livelli interforze? O perchè non assegnare, che ne so, il mare alla MMI, la costa entro un tot di NM alla GC, la terra ferma all'AMI e le zone montuose (quindi zone ben definite scelte in base a criteri ben specificati come, ad esempio, la quota) al CfS? Poi i piani regionali potrebbero aiutare a capire il "chi fa cosa"...

 

So che non succede solo in Italia, e so anche che esiste un centro di comando interforze, ma so sopratutto che per una stessa specialità ogni forza armata o dell'ordine che sia ha creato un reparto apposito, per la gioia di chi vorrebbe vedere un parco macchine specializzato quanto più possibile per l'impiego che se ne andrà a fare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sì, ok, facciamolo fare ai militari o alle forze dell'ordine, sono d'accordissimo... Ma perchè non creare un reparto interforze, o per lo meno coordinato a livelli interforze? O perchè non assegnare, che ne so, il mare alla MMI, la costa entro un tot di NM alla GC, la terra ferma all'AMI e le zone montuose (quindi zone ben definite scelte in base a criteri ben specificati come, ad esempio, la quota) al CfS? Poi i piani regionali potrebbero aiutare a capire il "chi fa cosa"...

 

Tuccio è fin troppo logica la tua ipotesi per fa si che anche solo venga presa in considerazione!

Comunque il SAR marittimo dovrebbe spettare solo alla GC per fare una cosa coerente, il montano come hai giostamente detto andrebbe bene al CfS, se proprio quest'ultimo servizio non si vuole dare ad agenzie civili (il perchè mi è ignoto poi).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tuccio è fin troppo logica la tua ipotesi per fa si che anche solo venga presa in considerazione!

Comunque il SAR marittimo dovrebbe spettare solo alla GC per fare una cosa coerente, il montano come hai giostamente detto andrebbe bene al CfS, se proprio quest'ultimo servizio non si vuole dare ad agenzie civili (il perchè mi è ignoto poi).

 

C'è un problema di fondo: la ridondanza delle competenze può sembrare uno spreco di denaro, a volte magari lo può essere davvero, ma nella maggioranza dei casi è un metodo per essere assolutamente intercambiabili. Mettiamo che d'estate tutti gli elicotteri della CFS e dei VVF siano già impegnati a spengere incendi, se non ci fossero Marina ed Esercito ad esercitarsi anche a questo tipo di evento, brucerebbe tutto o peggio, magari verrebbero fatti interventi non in totale sicurezza. La sicurezza si ottiene solo addestrandosi senza sosta. Mettiamo che la linea degli AB-412 della Guardia Costiera vengano messi a terra per ispezioni (come è successo agli HH3F per capirsi)....se le altre FF.AA. o FF.OO. non avessero equipaggi pronti ad intervenire in mare sarebbe un grosso problema.

D'altra parte gli elicotteri sono necessari per alcuni tipi di attività ma la velocità e l'autonomia non sono un granchè, quindi non è possibile creare una rete così capillare di gruppi interforze, meglio tenere i reparti delle varie forze disseminati dove sono e far fare tutto a tutti.

Ric

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda la capacità anti-incendio, quì ritengo che tutte le FF.AA. e FF.O. debbano partecipaere, e che quindi in caso di necessità ogni agenzia debba mettere disponibile qualche elicottero, magari in una suddivisione del territorio fatta in precedenza. :)

 

Però per quanto riguarda il SAR non sono d'accordo, anche perchè con il fatto che ognuno ne sia capace di farlo, ognuno si fa un proprio iter addestrativo, ognuno si fa il proprio corso aerosoccoritori, ecc.. ecc.. , e questo è anticonvienente e a mio parere uno spreco.

Per me il SAR marittimo deve essere fatto solo dalla GC (gli eli vengono messi a terra dopo 30 anni di servizio, se si fosse più accurati e si sostituissero prima non succederebbe), magari in concorso con la MM che comunque i suoi aerosoccoritori ce li ha lo stesso, facendo SAR dalle proprie portaerei.

Insomma, mi sembra logica come cosa.

 

Per il SAR in territorio montano anche quì sarei per assegnare le competenze a un servizio, Vigili del Fuoco o Corpo Forestale, anche entrambi se necessario, ma l'importante è che ci sia un solo iter formativo per piloti, operatori e aerosoccoritori, struttura formativa interforze e cose simili insomma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti per quanto possibile l'iter formativo è interforze, poi comunque i reparti sono divisi. Un esempio per tutti: i corsi di aerosoccorritore in ambiente montano per i reparti della GdiF e di altre FF.AA. viene fatto dagli aerosoccorritori del 15° stormo dell'AMI.

Ric

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per il sar marittimo però non dovrebbe essere così, sempre se non ho informazioni errate.

MM e AMI hanno ugnuna i proprio aerosoccorritori ma ognuna ha un proprio iter, con propri standard, la GC che svolge anch'essa il servizio si dovrebbe servire delle strutture della MM (almeno credo), la GdF dovrebbe essersi aggiunta da poco al terzetto (diventato quartetto), ma dovrebbe appoggiarsi all'AMI per la formazione, oppure ha fatto così per i primi corsi per poi diventare autonoma per la formazione (su questo vado a memoria e potrei sbagliarmi).

 

Insomma, credo che si potrebbe semplificare di molto la situazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A dimostrazione di quanto "caos" ci sia nel settore, ecco un siparietto da parte di alcuni addetti ai lavori di un pò tutte le divise:

 

http://aerosoccorritori.forumup.it/about15...ccorritori.html

 

Un pò a dimostrazione che anche noi che non siamo del settore, in fondo in fondo non parliamo di aria fritta quando auspichiamo a una standardizzazione e semplificazione del settore SAR.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sia mai pensare a fare due soli servizi aerei, uno interforze tra CC/PS/GdF e uno SAR della GC, affiancati da un altro interforze del CFS e Protezione Civile, lasciando il SAR montano e terrestre ai servizi privati delle regioni, che scherziamo!!!

Mettere i paletti? che è? se magna?!

Al servizio interforze sarebbe da assegnare il SAR in montagna, non penso sia adatta la GC per questo :asd:

 

Udite Udite, un paio di mesi fa il Giulio (o giù di li) ha NEGATO il permesso alla Polizia Penitenziaria di dotarsi del proprio orticello con i primi 2 elicotteri che servivano per "il controllo d'alto delle prigioni" :asd: possibile che non basti chiamare un elicottero di PS, CC o GdF che abbondano :thumbdown:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' ma infatti mica ho detto di affidare il SAR montano alla GC! :P

Avevo ipotizzato ai servizi privati regionali (come già avviene per altro), ma uguale sarebbe se se ne occupasse il servizio interforze, sempre più chiara di ora sarebbe la situazione!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Udite Udite, un paio di mesi fa il Giulio (o giù di li) ha NEGATO il permesso alla Polizia Penitenziaria di dotarsi del proprio orticello con i primi 2 elicotteri che servivano per "il controllo d'alto delle prigioni" :asd: possibile che non basti chiamare un elicottero di PS, CC o GdF che abbondano :thumbdown:

Non ci voglio credere... A pensare che nella maggiorparte dgli stati europei la penitenziaria neanche esiste...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su JP4 di questo mese c'è un articolo sul Corpo Aeronavale della Guardia di Finanza. Non credevo esistesse dagli anni '50! Impressionante la flotta di elicotteri che hanno. In particolare nell'articolo si parla dell'AW109 All, che giungerà al reprto in questione (quello di Genova) per sostituire i vetusti NH500 MC ed MD. Ma cos'è questo AW109 All?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×