Jump to content
Unholy

Panavia MRCA Tornado - discussione ufficiale

Recommended Posts

e poi proprio perchè c'è tanta ma tanta roba elettronica (in particolare per la versione ECR), un operatore addetto a gestirla e fare solo quello, non è una soluzione di ripiego

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sono dati ufficiali sulla max Velocità a bassa quota con motori al 100% ma senza Postbruciatori???

 

configurazione più o meno pulita

 

con l'occasione allego questa tabella sul motore Rb199 dove sono riportati anche i consumi, molto interessanti

 

saluti

 

2jbrztg.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

La velocità a bassissima quota del Tornado IDS senza postbruciatori è definita come "high subsonic", presumibilmente 0,95 Mach. Diversi testi indicano 0,9 Mach con pesanti carichi esterni ma non è chiaro se con i postbruciatori inseriti o no, alcuni carichi hanno comunque dei limiti di trasporto, non sono adatti al volo supersonico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Della serie: "non importa per cosa è stato progettato, ma importa quello che è in grado di fare"...

 

http://www.analisidifesa.it/2016/10/tornado-anti-droga/

 

 

Ecchè , c'era bisogno di un Tornado ?

Bastava mandare due CC su una 500 a fare accertamenti .

La prossima volta , a chiamare Ghedi saranno i forestali, per l'antincendio .

 

 

La velocità a bassissima quota del Tornado IDS senza postbruciatori è definita come "high subsonic", presumibilmente 0,95 Mach. Diversi testi indicano 0,9 Mach con pesanti carichi esterni ma non è chiaro se con i postbruciatori inseriti

 

Probabilmente sì , dato che, a bassa quota, è difficile andare in supersonico senza. Soprattutto se si portano carichi esterni.

Edited by engine

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante "giocattolo" Finmeccanica provato sul Tornado.

Entra dove sta un normale flare, ma rende la vita difficile ai missili a guida radar e ai radar laddove i normali chaff non avevano più molta fortuna.

 

http://www.finmeccanica.com/-/brite-cloud-dimdex

 

Praticamente , sembra essere un micro decoy lanciabile . Rimane , però il problema di capire su quale frequenza lavorano le postazioni avversarie e se la frequenza del disturbatore pùò essere regolata in volo .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecchè , c'era bisogno di un Tornado ?

Bastava mandare due CC su una 500 a fare accertamenti .

 

 

Io sono meno categorico.

L'articolo non dice dove fosse il campo e quanto fosse facile o difficile trovarlo in mezzo ad altri campi.

Inoltre i Tornado e i loro equipaggi devono volare a prescindere per addestramento. Tanto vale lo facciano per qualcosa di utile.

Aerei da ricognizione sono stati già usati anche per mappare aree terremotate.

 

Probabilmente sì , dato che, a bassa quota, è difficile andare in supersonico senza. Soprattutto se si portano carichi esterni.

 

Ma anche no, visto che mach 0.9 è una velocità subsonica e comunque è inferiore a quella in configurazione pulita che è vicinissima a mach 1.

Il postbruciatore è necessario per andar oltre quello 0.95 e superare mach 1 a causa del notevole aumento di resistenza che si ha nell'intorno della velocità del suono, ma mach 0.9 (velocità ancor più lontana dal fatidico mach 1) sarebbe comunque compatibile con carichi esterni di una certa rilevanza anche senza inserire l'AB...Bisogna vedere quali.

 

Ah, ovviamente non c'è nessun refuso nell'articolo che avevo postato relativamente alla nuova contromisura: l'articolo lo dice chiaramente che la nuova contromisura radar ha le stesse dimensioni di una cartuccia flare e viene lanciata allo stesso modo. Non è che perchè il contenitore è lo stesso, la funzione non possa essere diversa. Ma credo te ne sia accorto da solo visto che hai modificato il tuo messaggio.

 

Rimane , però il problema di capire su quale frequenza lavorano le postazioni avversarie e se la frequenza del disturbatore pùò essere regolata in volo .

 

La materia è piuttosto delicata ma il testo parla di "un disturbatore alimentato da una memoria digitale a radio frequenza (Digital Radio Frequency Memory - DRFM) che costituisce un’unità completamente autonoma, compatta e di dimensioni ridotte".

Se è autonoma, credo significhi che si adatta.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente per me, se si rimane nell'ambito del non-supersonico niente supererà mai (in circostanze non operative, e davanti ad un qualche tipo di pubblico) il passaggio dei 'Viking' della Marineflieger su F-104G a Sion, CH, il 15 Giugno 1986.

Per essere più precisi, uno dei due. Mach .96 a circa 60 metri sopra la pista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente per me, se si rimane nell'ambito del non-supersonico niente supererà mai (in circostanze non operative, e davanti ad un qualche tipo di pubblico) il passaggio dei 'Viking' della Marineflieger su F-104G a Sion, CH, il 15 Giugno 1986.

Per essere più precisi, uno dei due. Mach .96 a circa 60 metri sopra la pista.

e il video????

 

il Top sicuramente è il record mondiale di velocità a quota zero dell F104 Red Baron 1600Km/h ma il video non sono riuscito a trovarlo!!!!

 

http://www.i-f-s.nl/red-baron/

Share this post


Link to post
Share on other sites

e il video????

 

il Top sicuramente è il record mondiale di velocità a quota zero dell F104 Red Baron 1600Km/h ma il video non sono riuscito a trovarlo!!!!

 

http://www.i-f-s.nl/red-baron/

 

 

ti riferisci ad un eventuale video filmato da me (o altri) quel giorno, suppongo? Altro che video.. non mi sarei perso quella cosa per niente al mondo guardandola direttamente coi miei occhi, pancia appoggiata alla transenna... ero in prima fila, e lo spettacolo ha avuto il bis il giorno dopo.

 

Per il record mondiale: NON a qouta zero, bensì a 1.600 metri sul livello del mare; questo non viene quasi mai citato, ma è importantissimo. Il 'Red Baron' certamente non è detentore del record di velocità a bassissima quota, è chiamata così ma i tentativi hanno avuto luogo cercando di rimanere in volo orizzontale a 16 - 18 metri sopra il pianoro essiccato del Mud Lake di Tonopah - pianoro che in quella zona è situato a 1.577 metri sopra il mare.

Quindi l'F-104 volava in realtà a 1.600 metri, quota che non si può definire bassissima nè quota zero.

 

So di un pilota di F-111 che ha fatto in esercitazione, 990 knots ground speed (1.830) Km./h) volando su un tratto desertico di depressione che equivaleva a volare 260 metri sul livello del mare. E un RAF Tornado ADV del 23 Squadron di base a Leeming, aveva fatto 1.615 Km./h volando a 130 metri di altezza sul Mare del Nord, poco a sud della Norvegia.

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

ti riferisci ad un eventuale video filmato da me (o altri) quel giorno, suppongo? Altro che video.. non mi sarei perso quella cosa per niente al mondo guardandola direttamente coi miei occhi, pancia appoggiata alla transenna... ero in prima fila, e lo spettacolo ha avuto il bis il giorno dopo.

 

Per il record mondiale: NON a qouta zero, bensì a 1.600 metri sul livello del mare; questo non viene quasi mai citato, ma è importantissimo. Il 'Red Baron' certamente non è detentore del record di velocità a bassissima quota, è chiamata così ma i tentativi hanno avuto luogo cercando di rimanere in volo orizzontale a 16 - 18 metri sopra il pianoro essiccato del Mud Lake di Tonopah - pianoro che in quella zona è situato a 1.577 metri sopra il mare.

Quindi l'F-104 volava in realtà a 1.600 metri, quota che non si può definire bassissima nè quota zero.

 

So di un pilota di F-111 che ha fatto in esercitazione, 990 knots ground speed (1.830) Km./h) volando su un tratto desertico di depressione che equivaleva a volare 260 metri sul livello del mare. E un RAF Tornado ADV del 23 Squadron di base a Leeming, aveva fatto 1.615 Km./h volando a 130 metri di altezza sul Mare del Nord, poco a sud della Norvegia.

 

Ma non sono documentate con dei video????

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alcune foto esistono, ma credo che non esistano filmati video per i voli da record del 'Red Baron' - nè per il 2 Ottobre 1977 (media risultante, Km/h. 1626) nè per il successivo 24 Ottobre (media risultante, Km/h. 1.590). Però, non potrei giurarci al 100%.

 

Tuttavia, anche se esistessero mostrerebbero un aereo che divora 445 metri al secondo (forse vedremmo un oggetto rossastro magari sfocato) mantenendosi a neppure 20 metri dal suolo. Non cambierebbe nulla riguardo al fatto che in realtà, Darryl Greenamyer volava effettivamente a 1.600 metri sopra il livello del mare.

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche se non proprio il mio aereo preferito, un Tornado ADV in volo si fotografava comunque 'abbastanza' volentieri quando possibile.. cioè piuttosto raramente anche per un vagabondo come me, in quei bei tempi andati.

 

Qui all'Alconbury Air Show, Agosto 1988. Un ADV basato a RAF Honington, o forse a RAF Leeming (non ricordo bene).

 

003.jpg

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche se non proprio il mio aereo preferito, un Tornado ADV in volo si fotografava comunque 'abbastanza' volentieri quando possibile .. cioè piuttosto raramente anche per un vagabondo come me, in quei bei tempi andati.

Qui all'Alconbury Air Show, Agosto 1988.

Un ADV basato a RAF Honington, o forse a RAF Leeming (non ricordo bene).

 

003.jpg

 

 

Bella foto.

Mi lascia però perplesso il fatto che lo abbiano presentato in volo ad una manifestazione senza un minimo di armamento ... magari sotto forma di mock-up ... :scratch:

Edited by TT-1 Pinto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thanx,

pensandoci bene, tutti o quasi tutti i displays in volo di caccia o cacciabombardieri che ho visto in passato non prevedevano armamenti esterni. Questo almeno fino ai primi anni 2000 quando ho lasciato perdere questo aspetto dell'hobby aeronautico.

 

Non so dopo di allora se alcune cose sono cambiate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per chi avesse difficoltà a comprendere il lungo discorso del pilota, eccolo nero su bianco:

 

 

http://www.aircrewinterview.tv/magazine/2017/4/20/patrolling-cold-war-skies

 

 

Alcuni elementi lasciano perplessi. Le tattiche si sono rivelate efficaci e sul medio raggio lo Skyflash era superiore allo Sparrow. Ma i radar sugli F-14 ed F-18 avrebbero dovuto, per tempo, consentire la scoperta di qualunque tattica, solo negli ultimi 10 km si può giocare d'astuzia. Come qualcuno ha rilevato, oltre alle limitazioni sull'uso dei Phoenix, forse ve ne erano altre. Magari in velocità, visto che gli Hawk sono subsonici, quota, numero di g e configurazione.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il ministero della difesa tedesco è preoccupato dei costi futuri di gestione del Tornado.

 

Con la dismissione dei Tornado inglesi prevista per il 2019 e quella dei Tornado italiani per il 2027, la riduzione del numero di velivoli operativi aumenterà il costo operativo dei velivoli tedeschi ed urge la necessità di allestire un piano per gestire la situazione. Inoltre non è chiaro quanto gli italiani contribuiranno finanziariamente al progetto, visto che l'AMI dismetterà il Tornado nel 2027. L'unica nota positiva è che la Luftwaffe accederà ai numerosi pezzi di ricambio ceduti dalla RAF.

 

Nel frattempo diventa sempre più complesso mantenere aggiornato questo sistema d'arma. Ad esempio la digitalizzazione dell'HUD probabilmente richiederà la sostituzione del main computer. Questo upgrade è anche essenziale per l'installazione di un nuovo IFF conforme ad un nuovo standard NATO, obbligatorio dal gennaio 2019. Il nuovo IFF Mode 5/S Level 1 è in ritardo e se non si interviene il Tornado potrebbe volare solo sotto speciali autorizzazioni. La nota positiva per i tedeschi è che anche altre nazioni sono in ritardo e quindi la NATO potrebbe ritardare l'introduzione del nuovo standard IFF.

 

A questo punto sarebbe interessante sapere come l'AMI stia gestendo la programmazione costi dei suoi Tornado fino alla sua dismissione e come stia operando per l'installazione del nuovo IFF.

 

https://www.defensenews.com/global/2018/04/13/germany-fears-steeper-tornado-costs-after-the-uk-ditches-its-planes/

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ancora problemi per i Tornado tedeschi.


Il problema dei visori notturni non è stato ancora risolto. Il problema è duplice: da una parte le luci del cockpit abbagliano l'equipaggio che indossa i visori ma dall'altra sussistono problemi di certificazione in quanto i militari non riescono ad ottenere la documentazione necessaria dal fornitore dei visori, oltre ad una carenza di esperti certificatori nella forza armata.


Nel 2016 quando i media scoprirono che i Tornado non erano in grado di volare di notte su Siria e Iraq nell'Operazione Inherent Resolve, il ministero della difesa, modificò qualche aereo con una soluzione ad interim anche se poi i visori si dimostrarono non necessari in quanto i Tornado raccolsero immagini solo in operazioni diurne.


Infine i Tornado tedeschi soffrono di problemi sulle comunicazioni criptate che forse potrebbero inficiare il contributo tedesco alla forza di risposta della NATO.



Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel 2016 gli equipaggi avevano sperimentato che a seguito di un aggiornamento all'avionica, le nuove luci dell'abitacolo non risultavano compatibili con i visori notturni, impedendo i voli notturni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel 2016 gli equipaggi avevano sperimentato che a seguito di un aggiornamento all'avionica, le nuove luci dell'abitacolo non risultavano compatibili con i visori notturni, impedendo i voli notturni.

ma nessuno controlla 'ste cose?

Chepoi il tornado ha sempre volato anche di notte senza grossi problemi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Della serie: "non importa per cosa è stato progettato, ma importa quello che è in grado di fare"...

 

http://www.analisidifesa.it/2016/10/tornado-anti-droga/

 

 

Torno su questa vecchia notizia perchè ieri ho visitato Ghedi e il comandante della base ne ha parlato e ha persino mostrato le foto prese con il Reccelite. In pratica, i Carabinieri avevano fortissimi sospetti che in questo cascinale si coltivasse droga, dietro a dei bei muraglioni alti tre metri. Le autorità giudiziarie, nella loro "saggezza" non concedevano loro i mandati per andare oltre il muro a verificare, e quindi hanno fatto una "telefonata" a Ghedi per chiedere se un volo addestrativo non poteva, magari, fare una rotta un po' diversa.

Le foto hanno evidenziato, e cito le parole del reparto Imagery Intelligence "vegetazione non spontanea" coltivata a ridosso del lato interno del muro. Grazie alle foto, i Carabinieri hanno ottenuto i permessi a procedere.

 

In occasione del terremoto della Marche, Ghedi decise autonomamente di deviare una sortita addestrativa per andare a mappare le zone colpite. Entro mezzogiorno avevano già foto e dati su rotte praticabili, ponti crollati e non, eccetera, da fornire alle prime colonne di protezione civile.

 

Ho avuto una bellissima giornata con ottimo pranzo al circolo ufficiali. Sfortunatamente oggi hanno le Frecce in visita e ieri quindi erano tutti a terra. Giornata sicurezza, esercitazioni, briefing e pulizie varie, e ahimè un cavolo di niente in volo.

Fatte diverse foto, ma sono stato pregato di non diffonderle, nonostante mi sembri che non ci sia assolutamente niente di sensibile. Uno dei Tornado sulla base è stabilmente adibito ad espositore da dare in pasto ai visitatori... e a occhio e croce non vola da anni. Sempre bello da vedere, soprattutto avendo chi ti guida e ti spiega tutto. Grazie ai marescialli sul posto! La lezione sull'RB199 tagliato è stata fantastica.

 

In totale ho visto una decina di Tornado, compresa la "bella statuina". 5 all'aperto, altrettanti sotto shelter tendostrutture erette a seguito dell'arrivo del 155° da San Damiano due anni fa (spazio insufficiente negli HAS, dicono).

 

Nessun grande lavoro in vista per l'F-35, ma un cantiere c'era: uno scavo, bello profondo, quasi certamente dedicato a cavi. Chi vuol capire capisca. Però a domanda, la risposta è "aspettiamo un piano ufficiale, ma tutti ci aspettiamo che Ghedi sia la seconda base dopo Amendola". Gruppi, date, dettagli... niente, purtroppo.

 

Della linea Tornado rimangono, sulla carta, 30 equipaggi in totale. In realtà si è capito che a 30 non ci si arriva... Entro 5, massimo 7, si aspettano che tutta la linea sia finita, ma al ritmo attuale di acquisizione di F-35 la cosa mi preoccupa non poco.

Il 102° fa solo 2 o 3 corsi l'anno, per 2-3 persone alla volta. Come anche nel Regno Unito, la linea navigatori è quella veramente alla frutta. I navigatori sono tutti "anziani" e virtualmente non rimpiazzabili. Tutti prossimi maggiori... ma probabilmente comunque a Ghedi, comunque come navigatori.

 

Gli americani del 704th Munitions Support Squadron si vedevano qua e là, presenza discreta. Ma il parco macchine dell'area del 704 urla 'Murica! talmente tanto che lo riconosci prima di arrivare al cartello e alla bandiera.

 

 

Aggiungo qualche altra info, spesso già note ma magari non a tutti: San Damiano è morta: Con la soppressione del comando aeroporto ora dipende da Ghedi. Quando serve, parte un nucleo di attivazione da Ghedi, guida fino a San Damiano e riattiva la pista. L'anno scorso due volte, entrambe tristi: morte di un incursore la cui moglie vive a Piacenza e esequie del generale Castagnetti. Nel secondo caso alla fine fu comunque impossibile atterrare a Piacenza causa meteo, e si ripiegò su Parma.

A San Damiano è in corso il restauro di un Gobbo Maledetto. Gli ex della base mi dicono che sono insistenti i rumors secondo cui proprio a San Damiano saranno fatti a pezzi i Tornado dismessi, ma da Ghedi nessuna conferma.

 

A Ghedi rimangono 102 (ocu), 154 e 155. Il 156 è in posizione quadro. A san Damiano ci sono non più di 150 persone, di cui altre venti o trenta dirette a Ghedi in Luglio. Per il futuro di San Damiano si sono sentite le proposte più pazzesche, dall'aeroporto civile all'ultima, ovvero ricoprirne la superficie di pannelli solari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...